I marò per evitare l’embargo?

Maro-india-tuttacronaca

A dare quest’annuncio è stato lo stesso Mario Monti, riferendo al Senato sulla vicenda dei due marò: “Abbiamo avuto notizia dal sottosegretario agli Esteri, ora vice ministro, Staffan De Misturache in sede di vertice di Brics cominciava ad essere presa in considerazione, su richiesta indiana, l’ipotesi di misure congiunte nei confronti dell’Italia”.

In pochi hanno riflettuto sull’importanza di una tale affermazione: importanza dal valore storico ben più vasto rispetto alla contingenza attuale. in questi anni e che condizioneranno la nostra vita nei prossimi decenni.

Innanzitutto, va detto che probabilmente Monti, costretto dall’imbarazzante situazione in cui si era cacciato il suo governo di tecnici non sempre competenti, ha fatto un gesto quasi impensabile per un primo ministro che cerca di far chiarezza su un delicato affaire internazionale: ha detto la verità.

Lo  suggerisce una coincidenza sicuramente non casuale: la decisione di rispedire Girone e Latorre in India, infatti, è stata presa in fretta e furia tra il 19 e il 20 di marzo, appena in tempo per far sì che non scadesse la licenza dei due fucilieri, cosa che sarebbe avvenuta il giorno 22 successivo.

 E proprio quattro giorni dopo questa scadenza, tra il 26 e il 27, era in programma la quinta conferenza generale dei BRICS, che si è svolta a Durban, in Sud Africa: l’occasione ideale per l’India, che tra l’altro presiedeva il congresso, per sollecitare misure economiche contro l’Italia. Una vera ritorsione insomma, dalle conseguenze imprevedibili, ma sicuramente disastrose per la nostra economia.

Oggi arriva la conferma da parte del ministero dell’Interno indiano, R.K. Singh che non ci sarà nessuna pena di morte per i marò indiani. L’India potrà solo condannare all’ergastolo i nostri marinai? Nessun rischio di pena di morte per i due marò. Ogni assicurazione fornita dall’India all’Italia sul trattamento riservato ai fucilieri “sarà da noi onorata”, ha dichiarato il sottosegretario del ministero dell’Interno indiano, R.K. Singh. La precisazione riguarda un documento inviato al governo italiano che, per far rientrare Massimiliano Latorre e Salvatore Girone in India, voleva assicurazioni sul fatto che la pena di morte non verrà comminata.

Annunci

No a Saviano e a pranzo con l’inciucio per la Finocchiaro!

anna finocchiaro-bersani-tuttacronaca

Pare che montiani e leghisti abbiano chiesto però di essere coinvolti anche nelle scelte che riguardano la squadra di governo. Non per essere coinvolti in prima persona, ma almeno per evitare nomi tipo Roberto Saviano, che risulterebbe un pugno nell’occhio per Berlusconi e anche per Roberto Maroni, con cui il giornalista ha avuto diversi scontri di quelli frontali. E’ questa la via che dal Nazareno stanno esplorando. Oggi Anna Finocchiaro è stata avvistata in un ristorante nei dintorni del Senato in compagnia di Massimo Sarmi, amministratore delegato di Poste Italiane nominato dal governo Berlusconi nel 2002 e riconfermato sempre dal Cavaliere altre tre volte (2005, 2008, 2011). Il suo, segnalano fonti di centrodestra, non sarebbe nome sgradito per un incarico di ministro dello Sviluppo Economico, anche se si tratterebbe di una concessione pesante da parte di Bersani, visto che il segretario del Pd quel ministero lo ha diretto dal 2006 al 2008 e lo sente in qualche modo ancora ‘suo’,tanto da volerlo trasformare in un super-ministero dell’economia reale, come aveva previsto in campagna elettorale.

roberto saviano-bersani-governo

Chi ha ucciso Bin Laden? E’ giallo fitto!

Osama bin Laden-morto-uccise-giallo-cnn-tuttacronaca

Sull’uccisione di Osama bin Laden spunta una terza versione. In un articolo dal titolo: ”Chi uccise realmente Bin Laden?”, la Cnn online ripercorre il racconto di uno dei 23 Navy Seal, che nel maggio 2011 hanno compiuto il raid in Pakistan. Secondo il militare a entrare nella stanza dove c’era lo sceicco furono in tre. La sua versione e’ diversa da quella di un commilitone che invece si era vantato sull’Esquire di essere stato lui a entrare per primo nella stanza e avere sparato.

Malta-Italia… una partita tutta da vincere. S.T. 0-2

italia-malta-mondiali-partita-nazionale-tuttacronaca

Si ricomincia a giocare senza cambi nelle sue squadre. Il primo pallone è per Malta!  Al 4′ pericoloso retropassaggio di Pirlo, Buffon libera di piede. L’Italia sta a guardare e Malta ne approfitta in questo avvio di gara: gran destro di Muscat, largo non di molto, dal limite dell’area.  L’Italia reagisce e all’8′ è Giaccherini a sfiorare il 3-0.  Al 12′ sono i maltesi reclamano per un altro presunto rigore, per un intervento di Marchisio su Mifsud non sanzionato. Al 16′ prima sostituzione per l’Italia esce  Giaccherini ed entra Candreva. Si arriva al 20′ con l’Italia che amministra il vantaggio senza forzare. Al 29′ Candreva crossa dalla destra, Balotelli che solo a centroarea, si fa anticipare dal portiere maltese Haber. Al 30′ c’è la seconda sostituzione per l’Italia entra Cerci esce El Shaarawy. Cerchi prova a far movimento, ma il ritmo della partita è molto basso. 37′ sostituzione anche nelle file maltesi entra Cohen A. esce Failla C.  Altre sostituzioni sul finale di partita fuori per L’Italia entra Gilardino ed esce Balotelli, per Malta esce Mifsud ed entra Vella. Sembra che la partita non abbia proprio nulla da raccontare.

Un secondo tempo in cui l’Italia ha solo amministrato e Malta non si è dimostrata capace di essere pericolosa. I due gol di svantaggio hanno piegato le gambe ai giocatori maltesi che sono stati a guardare il possesso palla italiano. Brutto secondo tempo, ma il risultato sorride all’Italia.

TERRORE VIRUS KILLER… SPARITA FIALA DEL FAMIGERATO GUANARITO!

 GUANARITO-virus-killer-tuttacronaca

Allerta nel bio-laboratorio del governo americano di Galveston in Texas da dove è sparita una delle sole cinque fiale contenenti il letale virus ‘Guanarito’, proveniente dal Venezuela. Indagini sono in corso sotto la supervisione dell’Ufficio per la ricerca sulla Difesa biologica dell’Istituto nazionale della salute Usa, ma gli investigatori per ora non sospettano alcun atto criminale, bensì un errore umano. La preoccupazione tuttavia è elevata: quello di Galveston è uno dei laboratori di massima sicurezza Usa, in cui sono custoditi gli unici esemplari del virus dell’ebola, del vaiolo ed altri campioni di malattie incurabili e per i quali non c’é vaccino.

Come il virus dell’ebola infatti – spiegano i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) – il ‘Guanarito’ causa febbri con emorragie sotto pelle, negli organi interni e dagli orifizi del corpo. Non vi è alcun trattamento per la malattia e la mortalità arriva fino al 20% di chi la contrae. Il virus è trasmesso usualmente tra i roditori e i ricercatori sospettano che non possa sopravvivere nella popolazione di animali del Nord America, ma in Venezuela alcune centinaia di casi sono stati registrati anche tra le persone.

 

La stangata cipriota all’attacco dei soldi della Chiesa

cipro_crisi - tuttacronaca

Se i correntisti con depositi oltre i 100mila euro con conti presso la Bank of Cyprus e la Laiki Bank si aspettano un vero e proprio salasso che potrebbe intaccare fino al 40% della somma, anche il capitale della Chiesa di Nicosia è sotto stretta osservazione. Il ministro delle finanze cipriota, Michalis Sarris, ha infatti annunciato che la sola Chiesa ortodossa, conti alla mano, ha già perso oltre 100 mln di euro di capitale, precisando poi che i conotrolli su conti e depositi si “protrarrano per alcune settimane” al fne di scongiurare una fuga di capitali. Anche l’arcivescovo Chrysostomos II ha manifestato la sua opinione affermando che “Ci saranno ancora molte difficoltà, alcuni perderanno il lavoro, gli affamati si moltiplicheranno e dovremo avere cura della gente”. Va ricordato che questa Chiesa è proprietaria di un immenso patrimonio immobiliare sull’isola ed ha interessi ed azioni in numerose banche e attività industriali e commerciali e che lo stesso Chrysostomos si è da subito offerto di aiutare il Paese a uscire dalla crisi ipotecando i beni della Chiesa in cambio di titoli di Stato.

Oggi intanto è stato segnato il decimo giorno consecutivo di chiusura delle banche mentre migliaia di studenti liceali  e alcuni centinaia di bancari, che vedono a rischio il loro posto di lavoro, hanno fatto sentire la loro voce per le strade di Nicosia inondandole di slogan contro la troika e i banchieri locali, visti come i responsabili dell’attuale situazione. Nel fratttempo il contante scarseggia, al bancomat si possono prelevare al massimo 100 euro ed il ministero delle Finanze ha comunicato che anche gli sportelli degli istituti di credito non coinvolti nella ristrutturazione sarebbero rimasti chiusi mentre si profila l’ipotesi che la riapertura di Bank of Cyprus e Laiki Bank potrebbe slittare a martedì prossimo.

Per ricevere qualche rassicurazione bisogna invece cercare all’estero, guardando alle succursali in Grecia: la Banca del Pireo ha infatti ufficializzato l’acquisto, per 524 milioni di euro, delle filiali greche di Cyprus Bank, Laiki Bank ed Hellenic Bank: in protesta a questa cessione Andreas Artemis, presidente della Bank of Cyprus, ha presentato le dimissioni con una lettera inviata al Consiglio di amministrazione della banca, dal quale sono state respinte. Tali filiali non subiranno le perdite imposte ai loro ormai ex gruppi ciprioti e potranno riaprire domani.

Nel frattempo si rincorrono le dichiarazioni di vari politici. Il ministro Sarris ha dichiarato che «l’uscita di Cipro dall’eurozona…è un’ipotesi che non vogliamo nemmeno prendere in considerazione». Mentre Panicos Demetriades, governatore della Banca Centrale, dopo aver affermato che «è in atto uno sforzo sovrumano per far sì che le banche riaprano giovedì», ha rassicurato che le restrizioni che saranno imposte ai movimenti dei capitali non saranno troppo rigide. A queste voci si è poi aggiunta quella di Francois Hollande, che ha comunicato di considerare Cipro «un caso unico» ed ha ammonito: la garanzia dei depositi bancari nell’Unione europea «deve essere un principio assoluto, irrevocabile».

Face è sempre più twitter!

facebook-replies-tuttacronaca

L’ultima novità in casa Facebook si chiama “Replies”, “risposte”, e quello che permette di fare è proprio ciò che sembra: rispondere direttamente a un commento specifico. La possibilità era stata ventilata dallo stesso Mark Zuckerberg qualche mese fa e in queste ore la società di Menlo Park la sta mettendo a disposizione degli amministratori delle pagine e di chi gestisce profili seguiti da molti utenti.

«La nuova funzionalità rende più facile interagire direttamente con i singoli lettori e aiuta a mantenere rilevanti le conversazioni. Quelle più attive e coinvolgenti verranno spostate in cima alla colonna di commenti per assicurarsi che le persone che visitano la tua Pagina possano vedere le conversazioni migliori», spiega un comunicato ufficiale del social network. Il nuovo strumento Replies al momento si può attivare accedendo alla sezione ‘Manage Permissions’ della propria pagina Facebook, dal 10 luglio sarà introdotto automaticamente in tutte le pagine e in tutti i profili con più di 10.000 follower. Nelle intenzioni del social network c’è la necessità di fornire agli account con molti follower uno strumento più fluido per interagire, attribuendo ai commenti anche dei parametri di ‘rilevanzà come il numero totale di Like alla conversazione, le connessioni e le segnalazioni di ‘spam’ al flusso di conversazione.

Crimi si sveglia… no unanime al governo Bersani!

crimi-unanimità-bersani-tuttacronaca

I gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle all’unanimità hanno votato no al sostegno ad un governo guidato da Pier Luigi Bersani. La votazione di questa sera alla Camera, presente anche il capogruppo al Senato Vito Crimi, segue la decisione presa nel primo pomeriggio al Senato e la conferma ulteriormente. Crimi si è svegliato!

Malta-Italia… una partita tutta da vincere. P.T. 0-2

rigore-balotelli-malta-italia-mondiali-2014

Azzurri in campo per le qualificazioni a Brasile 2014. Prandelli ha scelto un’Italia a due blocchi: sei giocatori della Juventus, cinque del Milan. La squadra allenata da Ghedin, sconfitta all’andata 2-0 dall’Italia, è reduce dalle sei reti subite dalla Bulgaria. La Nazionale è reduce dallo spettacolare pareggio 2-2 in amichevole con il Brasile a Ginevra.

Parte subito all’attacco l’Italia, peccato che sul cross da destra El Shaarawy sia in fuori gioco.  Al 7′ L’Italia guadagna un calcio di rigore. El Shaarawy atterrato vistosamente in area da Dimech. Balotelli dal dischetto, non sbaglia e spiazza Haber. Al 12′ è ancora Italia, bellissimo destro tagliato da sinistra di El Shaarawy, ma, sfortunatamente, la palla passa non lontana dal secondo palo.

Al 15′ l’arbitro concede un altro rigore, stavolta per Malta. L’uscita di Buffon su Schembri, è stata sanzionata dall’arbitro Gozubuyuk troppo drasticamente anche perchè il giocatore maltese ha accentuato il contatto. Buffon para il rigore a Mifsud. Il destro Schembri è troppo centrale per cogliere impreparato il portiere azzurro.  Al 19′ c’è la traversa di Mifsud, da fuori area, con una conclusione potente, dopo un dribbling secco su Bonucci, finito per terra. L’Italia in questo frangente concede troppo, forse si è rilassata dopo l’immediato vantaggio. Al 24′ è bello spunto di Montolivo, che arriva a rimorchio sulla rifinitura di El Shaarawy. Il destro da posizione decentrata è di poco alto.  Ora l’Italia attacca. Al 28′ è Balotelli a essere fermato. L’attaccante non è riuscito a sfruttare un pallone in profondità di Marchisio.  30′ La punizione di Failla, potente, rimbalza davanti a Buffon che non rischia la presa e concede un angolo a Malta. Fase confusa della partita, con gioco molto spezzettato e nessuna azione degna di rilievo. Al 35′ Balotelli reagisce ad un fallo di Dimech affrontandolo a muso duro. Poi si riprende a giocare  con un lancio troppo lungo di Bonucci per De Sciglio. Al ’38  Pirlo guadagna una punizione in ottima posizione ma il tiro viene respinto dalla barriera. Ultimi minuti di gioco. Al 43′ sempre su punizione è Balotelli a non trovare lo specchio della porta dalla grande. Allo scadere è Balotelli che trova un gol stupendo. Balo apre il piatto destro e insacca sul secondo palo sull’assist di De Sciglio. E’ 0-2 Italia!

Un’Italia che ha giocato abbastanza bene, anche se a fasi alterne questo primo tempo. Sicuramente si doveva realizzare di più, anche perchè le occasioni non sono mancate. Malta si è resa pericolosa solo in un azione costringendo buffon al fallo da ultimo uomo, ma sul rigore il portiere azzurro ha intuito la direzione del tiro e parato senza grandi problemi. Balotelli in gran forma, ha giocato una partita a tutto campo. Una gara che sicuramente è alla portata dell’Italia, non resta che augurarsi un secondo tempo, allo stesso livello.

Ragazzina sbranata dai cani… giallo in Inghilterra!

Jade Anderson-dogs-cani-sbranata-tuttacronaca

In Inghilterra una ragazza di 14 anni è stata trovata morta, in casa, alla presenza di cinque cani “fuori controllo”, e tutto lascia pensare che sia stata uccisa dagli animali. Il corpo senza vita di Jade Anderson è stato trovato ad Atherton, nei pressi di Manchester dopo una segnalazione alla polizia. Le forze dell’ordine hanno fatto sapere che, dalle prime indagini, risulta plausibile che la ragazza sia rimasta vittima dei cani. Quattro sono stati abbattuti, il quinto è stato sedato.

Ronaldo non scambia la maglia con gli israeliani?

christiano-ronaldo-tuttacronaca

Già nel 2011 Cristiano Ronaldo aveva venduto le sue scarpe e donato i soldi ricavati sempre ai giovani palestinesi. Da ieri circola in rete un video in cui si vede Cristiano Ronaldo al termine della partita tra Portogallo e Israele, valida per la qualificazione ai Mondiali 2014 e terminata 3-3. L’attaccante stringe la mano ad un paio di giocatori israeliani e si dirige verso gli spogliatoi, senza togliersi la maglia. Le immagini non chiariscono i dubbi ed è probabile che tra i giocatori non si sia parlato di maglie da scambiare, oppure che si siano accordati per barattare le proprie divise negli spogliatoi.

Depeche Mode e la loro Delta Machine!

depeche mode-delta machine-tuttacronaca

Una macchina sforna-ritornelli, che da oltre trent’anni produce hit a ciclo continuo. Depeche Mode come Delta Machine, il titolo, quantomai emblematico, assegnato al nuovo album, che esce oggi in tutto il mondo. È il tredicesimo capitolo di una lunga storia, costellata di successi ma anche di crolli e ripartenze. «Con questo disco abbiamo cambiato il nostro approccio alla scrittura – racconta il cantante, Dave Gahan – Non amiamo il suono troppo “normale”, ci piace “sporcare” un po’ i brani, vogliamo che abbiano la nostra impronta».
Delta Machine non fa eccezione, anche se sperimenta un nuovo azzardo: la contaminazione tra anima elettronica (la “macchina”) e blues (il “Delta” è infatti quello del Mississippi, da sempre culla della musica nera americana). Va in scena, insomma, l’ennesimo incontro-scontro tra la tecnologia, dominata dal maestro delle tastiere, Martin Gore, e l’umanità, incarnata dalla voce calda di Dave Gahan, sugli scudi fin dal primo singolo, la ballata Heaven. Blues elettronico e introverso, dunque, che si rispecchia in altri episodi, come la sensuale Slow, l’aggressiva Should Be Higher e la conclusiva Goodbye.

Il College d’avanguardia rifiuta la studente trans!

Calliope Wong-tuttacronaca-trans-college

Il prestigioso Smith College di Northampton, in Massachusetts, non solo rappresenta dal 1924 il non plus ultra per quanto riguarda l’educazione femminile, ma si è distinto negli anni anche per essere all’avanguardia culturale su temi sociali, eppure oggi è piombato nella bufera. Accusato da una giovane donna transessuale di ‘discriminazione’ e regole rigide, sorpassate e non inclusive.
Con succursali a Firenze in Italia, il college e stato ‘alma mater’ di scrittrici quali Margaret Mitchell e Sylvia Plath, nonché delle note autrice femministe Betty Friedan e Gloria Steinem, ma l’ingresso nelle sue aule è stato negato due volte a Calliope Wong seppure senza una ufficiale revisione della sua richiesta. Giovane donna, 17 anni, transessuale, la Wong ha accusato il college di discriminazione dopo aver spedito due lettere con i formulari per l’iscrizione. Ma i responsabili dell’università sostengono che non si tratta di discriminazione ma di ‘confusione’ nei documenti presentati: in alcuni Calliope risulta maschio, in altri femmina. «Se i suoi documenti riflettessero la sua identità di donna con coerenza la sua richiesta di ammissione avrebbe diritto ad una revisione», ha commentato Laurie Fenlason, vicepresidente per gli affari pubblici del college. Ma per Wong – che ha confessato ai media come la sua transizione ma uomo a donna sia stato «un processo durato tutta la vita» – sostiene che non spetta allo Smith college decidere chi sia ‘donna’.

Julia urlava e implorava aiuto!

julia tosti-tuttacronaca

“Julia urlava, imporava aiuto, mentre Alessandro veniva ucciso”. Questo il racconto dei vicini agli investigatori che stanno cercando di fare luce sulla morte di un giovane di 23 anni e il ferimento della sua fidanzata. Sono stati colpiti con diversi colpi di pistola mentre si trovavano a letto il giovane ucciso la scorsa notte in casa a Perugia e la sua fidanzata, ferita a un braccio. Una vicenda sulla quale sono ancora in corso indagini della squadra mobile di Perugia per accertare quanto successo. Il giovane si chiamava Alessandro Polizzi ed era nato il 30 agosto 1989.
Al momento non viene esclusa alcuna pista. Secondo una prima ricostruzione degli investigatori, poco dopo le tre della scorsa notte un uomo ha sfondato la porta dell’appartamento dei due giovani, in un condominio della prima periferia del capoluogo umbro. Li ha quindi sorpresi a letto.
Lo sconosciuto ha sparato, con una vecchia pistola calibro 34, contro il 24enne uccidendolo praticamente sul colpo. La fidanzata di 20 anni è stata invece colpita ad un braccio e non è grave. A dare l’allarme sono stati i vicini di casa svegliati dal trambusto. È quindi intervenuta la squadra volante e poi la mobile.
I rilievi sono ancora in corso. Tra le ipotesi prese in considerazione c’è anche quella della gelosia ma al momento nessuna possibilità viene trascurata.

Ecco il Bradipo innamorato!

bradipo-fiore-donna-tuttacronaca

Anche i bradipi s’innamorano e diventano romantici. L’animale più lento che si conosca ha un cuore che batte forte!  I bradipi per loro natura sanno assumere comportamenti molto “umani” e simpatici. Questo del video offre persino un fiore alla donna che lo accudisce.  Ma come sarà l’amore con un bradipo?

Un tiro fra le foglie!

garcia-clibs-tree

Durante l’Arnold Palmer Invitational – che si sta svolgendo a Orlando, in Florida – Sergio Garcia è costretto ad arrampicarsi su un albero per raggiungere la pallina che, qualche istante prima, ha finito la sua corsa tra due grandi rami. Il golfista non si dà per vinto e si arrampica per tentare un colpo impossibile a una mano. Alla fine viene premiato: la palla torna sul fairway.

Ecco la lista nera di Beppe Grillo!

nocensura.eusoft.net-tuttacronaca-beppe-grillo-web

Lo aveva detto poco più di 24 ore fa: “Da mesi orde di trolls scrivono con regolarità dai due ai tremila commenti al giorno sul blog. Qualcuno evidentemente li paga “. Tutta “m… digitale”  per Beppe Grillo che ha ufficialmente aperto la caccia agli intrusi invitando la base del Movimento a seguirlo. Risultato? Censurati dal blog tutti i post poco graditi al leader, ma per chi avesse voglia di leggerli niente paura: c’è un sito ad hoc che li raccoglie.

Basta cliccare sul sito nocensura.eusoft.net ed eccoli tutti: una sorta di cimitero multimediale che raccoglie, in fila, e ordinate in base all’orario, le opinioni discordanti dai diktat del padrone.

Facebook fra poco predirà il futuro di ognuno di noi?

facebook-matt-gay-tuttacronaca

Facebook sa quali dei suoi iscritti sono gay ancora prima che questi facciano coming out. Per il social network delineare il profilo dei suoi abitanti è di vitale importanza al fine di permettere alle compagnie che fanno pubblicità online d’indirizzare agli utenti annunci su misura.

E così nei giorni scorsi Matt ha deciso di scrivere una lettera a BuzzFeed, sito Usa che mescola contenuti virali e informazione, dopo che l’algoritmo di Zuckerberg aveva ficcato il naso un po’ troppo in fondo nei suoi affari.

Una mattina di un paio di settimane fa, una volta aperta la sua pagina Facebook, Matt (nella lettera di protesta lo scrivente specifica soltanto il proprio nome di battesimo) si è preso un bello spavento. Tutto per colpa di un annuncio mirato, che sponsorizzava le capacità di tale Rick Clemons, definito dallo slogan della réclame 2.0 il coach del coming out. «Vuoi far sapere al mondo che sei gay? Hai bisogno di aiuto?», recitava lo spot. Solo che Matt sostiene di non aver mai detto a nessuno di essere omosessuale né tantomeno di aver bisogno di aiuto, eccezion fatta per un amico con cui una volta si è confidato al telefono. Né a suo dire ha mai rivelato le proprie inclinazioni in ambito sessuale sul social network.

Quello che ha fatto però è stato commentare un paio di volte un articolo dello stesso BuzzFeed, dove si parlava del governatore dell’Ohio che si spendeva in favore del matrimonio gay. Nell’era dei big data basta un’inezia a far trapelare un segreto ben custodito nella realtà.

Non stiamo esagerando?

Pompei ed Ercolano attraversano la manica!

londra-ercolano-pompei-tuttacronaca

La storia di Pompei ed Ercolano rivive al British Museum di Londra. La prima mostra britannica di largo respiro dedicata alle due citta’ distrutte dal Vesuvio in epoca romana, dal titolo ‘Life and Death: Pompeii and Herculaneum’, e’ in programma dal 28 marzo al 29 settembre.
Esposti 450 reperti in arrivo dai musei gestiti dalla Soprintendenza di Napoli: sono oggetti di uso quotidiano, interi affreschi, statue, mosaici, e perfino i calchi di alcune delle vittime.

RIPORTATE A CASA MIO MARITO!

maro-moglie-girone-tuttacronaca

Durante il dibattito in aula alla Camera sul caso marò, Giovanna Ardito, moglie di Salvatore Girone, che seguiva la seduta dalle tribune di Montecitorio, ha urlato cosi’tutta la sua rabbia. Oltre alla moglie di Girone, in tribuna era presente anche Franca Latorre, sorella di Massimiliano, l’altro fuciliere italiano.

Il video del compleanno di Justin!

url

Justin Bieber ha etichettato il suo ultimo compleanno come “Il peggiore di sempre”, dopo l’interruzione del party al Cirque Du Soir e le accuse che gli sono state mosse in seguito, ma ora un video girato all’interno del locale depone a suo favore.

I gestori del locale avevano accusato Justin di aver fatto entrare dei minorenni, cosa non permessa dalle legge, ma Justin ha dichiarato subito dopo“Hanno cercato di evitare danni d’immagine perchè sono entrato e subito dopo me ne sono uscito.”
E in effetti ciò che si evince dal video qui sotto dà ragione a Justin, puoi vederlo mentre cerca di farsi strada nel locale pieno di gente, ma quando si rende conto che la situazione è potenzialmente pericolosa, Justin decide di tornare indietro e fa cenno ai suoi di uscire.

Dopo tutti i gossip poco piacevoli che la stampa inglese ha inventato su Justin, questo video gli viene in soccorso, come l’amico Cody Simpson, che ha appena concluso la sua esperienza al Believe Tour “Le cose che non sono realmente così scandalose vengono fatte sembrare tali. Alla gente piace farlo con tutti. Bisogna fare i conti con questo, ma alla fine, siamo ragazzi!“

Giulia Oblach, l’ennesima vittima del Pd?

Giulia Oblach-pd-comune-pordenone-tuttacronaca

Pluricampionessa 19enne non vedente tra le liste del Pd. Giulia Oblach è una candidata piuttosto speciale del Pd in Friuli, oltre ad essere una tra le più giovani.
Giulia vuole battersi per migliorare i percorsi protetti per bambini, anziani e disabili.Se siederà nei banchi del consiglio comunale di Spilimbergo (Pordenone), la cittadina alle cui amministrative è candidata, si batterà contro le barriere architettoniche.
La giovane è cieca dalla nascita ma da sempre ha dimostrato grande forza di volontà e svolge diverse attività, tra cui il canto e lo sci. Ma la sua passione è il ciclismo su pista di cui è campionessa italiana. Ha inoltre un normale brevetto (non specifico per i ciechi), di istruttrice di Nordik Walking.
A 19 anni, lottando contro la sua disabilità, impegnata tra le gare e il canto, non sarebbe meglio farle godere la giovinezza piuttosto che farla sedere sui banchi del consiglio comunale? E’ l’ennesima vittima di una sponsorizzazione selvaggia del Pd alla ricerca del cambiamento?

A insaputa di tutti… Le dimissioni di Terzi!

terzi-dimissioni-nessuno-sapeva-monti-napolitano-tuttacronaca

Uno strappo in piena regola. Le dimissioni di Giulio Terzi da ministro degli Esteri del morente governo Monti lasciano di stucco l’aula di Montecitorio e non solo. Perché né a Palazzo Chigi, né al Quirinale erano al corrente della sua decisione. Di più: neanche il premier incaricato Bersani sapeva nulla. Pare che il ministro sia arrivato in aula con un foglietto e che solo in quel momento il ministro della Difesa Gianpaolo Di Paola abbia appreso del passo indietro, anche se questo non traspariva dal discorso che ha poi tenuto in aula in cui si è detto perplesso della scelta del collega, sottolineando di non voler seguire il suo esempio. Soprattutto non sapeva nulla Giorgio Napolitano, il ‘padre’ del governo dei tecnici.

Dopo Justin tocca a Selena!

selena gomez-tuttacronaca.jpg

Dopo Justin Bieber, ora è il turno di Selena Gomez, protagonista del nuovo video-parodia firmato da James Franco e Ashley Benson!

I suoi colleghi di “Spring Breakers” si sono divertiti a girare questo loro personalissimo remake del videoclip fatto dalla Gomez per la sua canzone “Love You Like A Love Song”.

Franco presenta la clip con queste parole: “Questo è un brano di una delle mie giovani cantanti preferite, mia co-star, la giovane Selena Gomez. Remix!”.

 

Scoppia il caso… Caselli vs Grasso e il procuratore di Torino scrive al CSM!

caselli-grasso-tuttacronaca-csm

Dal presidente del Senato, Pietro Grasso, sono arrivate ‘accuse e allusioni suggestive’ che hanno presentato ‘in maniera distorta vari fatti e circostanze afferenti la mia attivita’ di magistrato’. E’ quanto scrive Gian Carlo Caselli, procuratore a Torino, in una lettera in cui chiede al Csm di ‘essere adeguatamente tutelato’. Caselli si riferisce all’intervento di Grasso alla trasmissione tv Piazza Pulita. Caselli lamenta un ‘comportamento lesivo dei miei diritti e della mia immagine’.

Britney Spears, l’amore e i grandi progetti!

britney-amore-nuovo-tuttacronaca

Fa le cose in grande Britney Spears con il suo nuovo amore, David Lucado. La cantante, dopo aver divorziato dal ballerino-rapper Kevin Federline, ha da poco messo fine alla relazione con il suo ex manager Jason Trawick, con cui si doveva sposare dopo oltre tre anni di love story, e ha immediatamente ritrovato il sorriso con il giovane, 26 anni, avvocato di Los Angeles. Benchè i due siano legati da poco tempo, la Spears ha comunque deciso di rendere immediatamente pubblica la sua relazione: prima ha pubblicato su Twitter una foto con il suo nuovo amore ed ora è stata fotografata con lui all’aeroporto di Las Vegas partecipando in coppia a numerosi eventi vip.Il luogo scelto dalla Spears non è casuale perché, dopo la partecipazione (non rinnovata per la prossima edizione) a “XFactor”, sembra si stia accordando per una serie di concerti a Las Vegas.

Newton: i famigliari delle vittime ricevono telefonate in favore delle armi.

newton-strage-armi-tuttacronaca

Una valanga di telefonate preregistrate e lettere nelle cassette postali per convincere le famiglie ad opporsi alla stretta sulle armi voluta dall’amministrazione Obama. E’ la strategia che la National rifle association (Nra), la potentissima lobby delle armi, sta utilizzando in questi giorni in Connecticut, dove l’Assemblea generale sta facendo passi da gigante verso un più stringente “gun control”. Nulla di strano, se non fosse che ad essere bombardate di spam che difende il diritto a possedere pistole, fucili e armi da guerra sono le famiglie di Newtown.

“Il vostro senatore, Art Linares, avrà un ruolo chiave nella discussione sulla legge che limiterà il vostro diritto a possedere un’arma – scandisce la voce registrata – molti legislatori stanno presentando in maniera aggressiva numerose proposte per disarmare e punire i possessori di armi rispettosi della legge e gli appassionati di tiro sportivo. (…) E’ di vitale importanza che chiamiate il senatore Linares (…) e gli chiediate di opporsi a ogni tipo di legge che leda i diritti garantiti dal Secondo emendamento e il vostro diritto alla difesa personale“. Con tanto di numero di telefono a cui chiamare il politico.

Le famiglie, indignate, hanno deciso di reagire. L’allarme è stato lanciato su Facebook dalla “Newtown action alliance“, nata sull’onda emotiva causata dalla strage per promuovere la cultura del “gun control” nel Connecticut.

Scoop su Logli… Butta gli oggetti di Roberta!

Ecco la foto che “incastra” Logli?

logli va a riprendere la figlia a casa di un'amica

A 14 mesi dalla scomparsa di Roberta Ragusa, il marito Antonio Logli è stato fotografato mentre getta una montagna di oggetti appartenenti alla moglie in un cassonetto alla periferia di Pisa. Si tratta di biglietti, quaderni, appunti e capi di vestiario che la sera del 10 marzo il marito della Ragusa, Antonio Logli, ha gettato in un cassonetto alla periferia di Pisa, vicino alla casa dove ora vive l’amante, ex dipendente della scuola guida di famiglia, che l’uomo continua a frequentare.

Due fotografi, insospettiti dal comportamento di Logli che portava i rifiuti a dieci chilometri da casa sua, hanno avvertito i Carabinieri che hanno immediatamente portato in caserma l’intero contenitore, il cui contenuto ora è al vaglio degli inquirenti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Scoppia il governo tecnico sul caso Marò! E’ 8 settembre?

terzi-marò-tuttacronaca

Di Paola: “Sarebbe facile oggi lasciare la poltrona, ma non sarebbe giusto e non lo farò”. Le parole del ministro della Difesa vengono accolte dall’applauso corale dell’aula di Montecitorio. Terzi non applaude. “Non abbandonerò la nave in difficoltà – dice – con Massimiliano e Salvatore a bordo fino all’ultimo giorno di governo”.

Ignazio La Russa ha chiesto al presidente della Camera Laura Boldrini di fare da tramite affinché sia il presidente del Consiglio Mario Monti a proseguire l’informativa sul caso dei Marò. È necessario, ha detto, “che intervenga sin da ora il presidente del Consiglio a proseguire con noi questo dibattito”. Pronta la risposta della Boldrini: “Chiederò al presidente Monti di riportare suelle dimissioni del ministro Terzi il prima possibile”. Il presidente della Camera ha poi detto: “Il presidente Monti nel pomeriggio vuole verificare con il capo dello Stato, ci sono anche le consultazioni in corso, e si è detto disponibile a riferire in aula domani”.

“Pensavamo di aver visto di tutto in questa Aula ma ci sbagliavamo…ma questo non ci esime di ascoltare Di Paola” lo dice il deputato del Pd Lapo Pistelli in aula alla Camera. Aggiungendo che questo è l’8 settembre del governo tecnico.

Sul caso interviene anche il segretario del Pdl, Angelino Alfano: “Il ministro degli Esteri si è dimesso, quello della Difesa si è scusato. Speriamo che Monti sia assolutamente chiaro perché il fallimento della credibilità internazionale è sotto gli occhi di tutti. Apprezziamo il gesto coraggioso e di dignità del ministro degli Esteri”.

Il seno lo paga lo Stato. Ora è pronta per una nuova vita!

Josie Cunningham-tuttacronaca

Il sogno di Josie Cunningham, 22enne inglese che per lavoro fa televendite, è quello di assomigliare alla procace modella Katie Price. L’unico (non marginale) problema era la taglia di seno, troppo piccola per un’aspirante indossatrice di intimo. Per la giovane la cosa era diventata traumatica. Si è rivolta al medico, il quale ha elaborato la seguente diagnosi: grave stress emotivo. Unica cura: un seno nuovo di zecca, pagato dalla sanità pubblica.

Il problema di Josie è stato ritenuto più psichico che estetico e, quindi, la trasformazione da piatta a formosa l’hanno pagata i contribuenti inglesi. Lei, evidentemente soddisfatta, al “Sun” ha dichiarato: “Le mie tette nuove hanno cambiato la mia vita”. “I medici – ha spiegato – hanno detto che non avevano mai visto nulla di simile e mi hanno creduto quando sono scoppiata a piangere. L’essere piatta stava rovinando la mia vita. Ora, invece, non vedo l’ora di fare servizi fotografici in topless e costume da bagno e diventare la nuova Katie Price”.

Linea sexy per le giovanissime! Sotto accusa Victoria’s Secret

slip-giovanissime-victoria's secret-tuttacronaca

Ha fatto scalpore lo slogan “Bright Thing Young” di PINK, la linea per giovanissime lanciata da Victoria’s Secret. Il noto marchio americano di lingerie è stato criticato da molti genitori e da tante mamme blogger, turbate dall’immagine che la linea di abbigliamento possa imprimere nell’immaginario delle loro figlie. “Non voglio che mia figlia pensi di diventare popolare e attraente solo perché indossa un marchio”, scrive in una lettera aperta un papà turbato.

Ma non è l’unico. Tanti genitori hanno protestato e continuano a farlo.”Bright Thing Young promuove la sessualizzazione delle più giovani”, scrive ancora una mamma sul suo blog. E anche la pagina Facebook di Victoria’s Secret ormai straripa di commenti di forte critica.

Messaggi come “Sexy little geisha” o “Pink Loves consent” o “Kiss me”: sono invece le parole inscritte sui tessuti dei costumi e delle mutandine della nuova linea, che ha mandato su tutte le furie i genitori più accorti. Il noto marchio ha già ribadito che PINK non è destinato alle 12enni ma alle ragazze collegiali, che hanno un’età compresa tra i 15 e i 22 anni, e che lo slogan che lo promuove “non è un inno alla sessualitàma uno slogan utilizzato in combinazione con la tradizione collegialedella pausa di primavera”.

Le parolacce gratuite di Battiatto!

battiato-boldrini-tuttacronaca.jpg

Le «troie in Parlamento» scatenano l’ultima bufera nel mondo della politica. A pronunciare il duro attacco è stato il cantautore siciliano Franco Battiato, ed assessore della giunta Crocetta. Intervenendo al parlamento Europeo, proprio nelle vesti di assessore al turismo della Regione Sicilia, il maestro non ha usato mezze misure. «Ci sono troie in giro in Parlamento che farebbero di tutto, dovrebbero aprire un casino». E dire che l’incontro al quale era stato invitato Battiato aveva ben altro tema. Si doveva parlare di «Nuovi percorsi fra turismo e cultura in Sicilia» ma si è finito per parlare anche della situazione politica italiana con quelle dichiarazioni choc che hanno scatenato un vespaio di polemiche. La prima a dichiararsi sconcertata è stata la neo presidente della Camera Laura Boldrini. «Stento a credere che un uomo di cultura come Franco Battiato, peraltro impegnato ora in un’esperienza di governo in una Regione importante come la Sicilia, possa aver pronunciato parole tanto volgari» afferma la Boldrini che respinge «l’insulto» di Battiato.

Dobbiamo avere politici presi a prestito dalla musica che si esprimono con un linguaggio in disuso anche nelle balere?

Arrivano le dimissioni di Terzi!

giulio-terzi-marò-tuttacronaca

Il ministro della Esteri, Giulio Terzi, ha annunciato le sue dimissioni per la vicenda marò. “E’ risibile e strumentale sostenere che la Farnesina ha agito per fatti suoi sul caso dei due fucilieri. Ho dato informazioni a tutte le autorità di governo sugli aspetti critici del negoziato con l’India”, ha spiegato Terzi in un’informativa alla Camera.

“Le riserve da me espresse non hanno prodotto alcun effetto e la decisione è stata un’altra”, ha ricordato in Aula il ministro.

Sul rientro dei marò in India, che ha sollevato violenti polemiche, “la mia voce è rimasta inascoltata. Da ministro ho espresso serie riserve alla repentina decisione di trasferire in India il 22 marzo i due marò”.

“Mi dimetto perché per 40 anni ho ritenuto e ritengo oggi in maniera ancora più forte che vada salvaguardata l’onorabilità del Paese, delle forze armate e della diplomazia italiana. Mi dimetto perché solidale con i nostri due marò e con le loro famiglie”.

Calimero… 50 anni e non sentirli!

calimero-compleanno-festa-anniversario-tuttacronaca

E’ nato il 14 luglio 1963, quando fece il suo ‘ingresso’ nelle tv in bianco e nero. Dopo 50 anni, il XV Future Film Festival di Bologna (12-17/4) dedica a Calimero, il pulcino ‘piccolo e nero’ di Nino e Toni Pagot e Ignazio Colnaghi, un evento per festeggiare un’ icona, che, per dirla con Umberto Eco ”ha infranto la barriera dell’immortalita’ ed e’ entrato nel mito: si e’ un calimero come si e’ un dongiovanni, un casanova, un donchisciotte, una cenerentola, un giuda”.

Muore Claudio Lippi, lavorava a Milan channel! RIP CLAUDIO.

claudio lippi

Lavorava a Milan Channel. Società rossonera in lutto. El Shaarawy twitta: “Com’è ingiusta la vita… Non riesco ancora a crederci… Sempre i migliori se ne vanno…Ti voglio bene”.

Un incidente in moto e Claudio Lippi se n’è andato. Il giornalista di Milan Channel è morto questa mattina; aveva 42 anni. “Il Presidente onorario Silvio Berlusconi, i vicepresidenti Adriano Galliani e Paolo Berlusconi, il Consiglio d’amministrazione, i tecnici, i calciatori e il personale tutto di A.C. Milan si stringono affettuosamente alla famiglia per la scomparsa del caro amico Claudio Lippi” si legge sul sito ufficiale rossonero.

La notizia si è diffusa immediatamente. “Com’è ingiusta la vita… Non riesco ancora a crederci… Sempre i migliori se ne vanno…Ti voglio bene Claudio!!” ha twittato Stephan El Shaarawy da Malta. Sconvolto Pato: “In alcuni momenti non servono parole. Che tristezza!!! Davvero una tragedia!! Ciao Claudio Lippi…” ha scritto su Twitter. Un saluto anche da Francesco Acerbi, ex difensore rossonero: “Sono veramente triste e addolorato per la scomparsa di Claudio Lippi. Era un caro amico e rimarrà sempre nel mio cuore”. Messaggi anche dall’Inter che, scrive sul sito ufficiale, “partecipa all’immenso dolore che ha colpito la famiglia di Claudio e il Milan”. “Le mie più sentite condoglianze alla famiglia Lippi per la scomparsa di Claudio… Riposa in pace..(ha scritto Bojan). “RIP Claudio”, le parole di Kevin Prince Boateng.

Il Ruzzle di Bersani!

ruzzle-bersani-tuttacronaca

Bersani incontra il Cei. Alle 12 infatti si è incontrato con Bagnasco… forse al governo serve Francesco? Oppure è Bersani che vede se nella curia c’è un posto per lui? Perchè ormai è certo che a Pier Luigi serva un miracolo o un inciucio!

Poi è la volta delle Regioni… un rebus intricato tra autonomia e unità del Paese! Promettere, ma non troppo… che poi bisogna mantenere perché il Pd non è il Pdl! Non sta qui a giocarsi la partita a Ruzzle, va direttamente a giocarsi il campionato. E con chi? Sembra che i giochi con l’M5S si siano già fatti… sembra che ci sia un massacro in corso in entrambi i partiti con giocate al rialzo. Grillo spaccato tra chi vuole un governo e chi vuole un principio e il Pd dilaniato tra fassiniani e renziani.

Nelle prossime ore ci sarà Maroni e le castagne da levare dal fuoco! Lega sì, ma Pdl no? Un quarto di Pdl e mezz’etto di M5S tra lo scudo di Bassano e un po’ d’ortica da digerire?

Insomma un vero e proprio rompicapo fatto di scelte difficili… anzi di Scelta Civica! Ripeschiamo i montiani e ci facciamo un paella? Oppure possiamo contare su una frittura mista con una birretta accanto?

Fate il vostro gioco!

 

Mannoia tifa per un governo e chiede a Grillo il compromesso!

fiorella- mannoia-grillo-governo-compromesso

Dopo Battiato arriva la Mannoia a fare il tifo per avere un Governo in Italia e lo grida a gran voce da Facebook!

La musica chiede un governo?

Fiorella Mannoia rompe il fronte degli intransigenti e invita il Movimento Cinque Stelle a votare la fiducia al governo Bersani. La cantante ha una lunga militanza a sinistra. Ma alle ultime politiche ha dichiarato di aver votato per il movimento di Grillo: «Sono di sinistra per questo non voto Pd», disse a febbraio, attirandosi le critiche di molti. Ora Mannoia scende in campo per un governo Pd-M5s. Su Facebook pubblica un post molto seguito, che dà il via ad un animato dibattito.

postmannoia-tuttacronaca-facebook-fiorella-mannoia

Non sarebbe meglio trovare un compromesso transitorio solo per traghettare il paese a nuove elezioni, magari fra un anno?», si chiede Mannoia. Detto questo, aggiunge, «ora è il momento di agire, il M5S è andato al governo. ‘Ci vediamo in Parlamentò diceva Grillo, bene, ora ci sei andato! ora che cosa si fa? Si sta a guardare il Paese andare a fondo o si dialoga?» La cantante conclude: «No, caro Beppe, mi dispiace ma non sono d’accordo, e ti assicuro che ci sono molte persone che la pensano come me, più di quante immagini. Non è tempo di vendette e soddisfazioni personali. Se pensi che il «tanto peggio, tanto meglio» ti porti ad avere, se si tornasse ad elezioni, il 100% dei voti ( e Dio non voglia) penso che ti sbagli di grosso, perchè tutto l’elettorato di sinistra, che è la percentuale più alta del tuo, ti volterà le spalle».

L’assassina di feti sconvolge la Francia!

infanticidio-feti-francia-tuttacronaca

Orrore in Francia, dove due feti sono stati trovati in un congelatore nella casa di una donna di Amberieu, nel centro-est del Paese. La donna, 32 anni, era già stata condannata in passato per infanticidio, ed è ora in stato di fermo. Quasi contemporaneamente a Pantin, alle porte di Parigi, è stato rinvenuto il corpo di un neonato, sepolto in un vaso di fiori a lato di una strada. La presenza del piccolo cadavere è stata scoperta grazie a un cane.

Zuckerberg copia Grillo… Partito Social?

Politica dal sapore social. Forse è questo l’intento di Mark Zuckerberg, inventore di Facebook che in questi ultimi tempi sembra essersi molto interessato alla politica.
Il “papà” del social network ha più volte parlato della riforma sulle leggi dell’immigrazione, tema molto caldo negli Usa, e si è preoccupato di diffondere la sua “filosofia” attraverso la grande rete social di cui dispone.
Secondo la stampa americana sembra che Zuckerberg si stia spingendo verso un’attività politica o comunque di movimento, una sorta di lobby da condurre insieme ad altri leader dell’hi-tech che possa essere in grado di mettere pressione alle istituzioni statunitensi su questioni sociali, tecnologiche o civili. Pare che l’inventore di Facebook sia una sorta di Grillo d’oltreoceano, che sta cercando di diffondere le sue idee politiche sfruttando il potenziale della rete.
Secondo le indiscrezioni Zuckerberg, a quanto pare, aspirerebbe a una sanatoria per tutti gli immigrati “illegali” d’America, i cui prossimi o connazionali hanno una finestra sul mondo tramite Facebook. I potentati americani restano in attesa, non certo senza preoccupazione: se il partito di Facebook dovesse essere lanciato realmente, potrebbe avere effetti destabilizzanti sulla politica e sulla società.

Quanto ci odiano i cugini svizzeri? Odio razziale contro gli italiani!

cantone-svizzero-trasfrontalieri-lugano-mutande-svizzera-razzisti-lavoratori-tuttacronaca.jpg

Elezioni in vista a Lugano  e i partiti affilano le armi per strappare qualche voto in più. Naturalmeente cosa c’è di meglio di una bella battaglia tra i poveri italiani e gli svizzeri più emarginati? Una provocazione che vuole innalzare il grado di intolleranza, una discriminazione razziale a uso e consumo del potere politico. Ma se davvero temono per la disoccupazione degli svizzeri, loro che da anni hanno amministrato Lugano perchè non hanno fatto nulla per arginare il fenomeno? Solo durante le elezioni torna di moda l’italiano transfrontaliero? L’Eldorado elvetico tira le cuoia e vuole attribuire la crisi dell’occupazione al lavoratore straniero costretto a farsi chilometri per andare a lavorare oltre il confine?

“Siamo in mutande”. Dalla Svizzera parte la nuova campagna anti italiana, che fa il paio con quelle già promosse in passato dalla Lega dei Ticinesi e dall’Udc, il partito elvetico di ultradestra. Ed è proprio l’Udc ad aver firmato i nuovi manifesti che ritraggono lavoratori svizzeri di ieri e di oggi, mettendo in luce il peggioramento delle condizioni di vita, dalla sicurezza al futuro per i giovani, passando per il lavoro. Proprio su questo punto l’Udc attacca gli “oltre 8000 lavoratori frontalieri impiegati nel terziario”, quasi a sottolineare che il lavoro nel settore dei servizi dovrebbe essere una prerogativa degli svizzeri, lasciando ai frontalieri italiani le mansioni meno gratificanti.

Dopo la morte del controverso e carismatico leader della Lega dei ticinesi Giuliano Bignasca è facile pensare che l’Udc voglia approfittarne per riprendersi una fetta di quel largo consenso che i leghisti elvetici avevano costruito alle ultime elezioni proprio sugli attacchi ai lavoratori frontalieri italiani, fino a diventare il primo partito del cantone.

“I nostri lavoratori – recita lo slogan pubblicato sotto la foto dello svizzero in mutande – sono messi sotto pressione dagli accordi bilaterali, soprattutto nel settore terziario. Sempre più sostituiti da lavoratori frontalieri, i nostri disoccupati tendono inesorabilmente ad aumentare.  È necessario mettere un freno a questa tendenza. L’iniziativa Udc contro l’immigrazione di massa è la soluzione”.

L’invettiva xenofoba dell’Udc non si ferma sul piano del lavoro, ma continua su quello della sicurezza, attaccando l’accordo di Schengen, colpevole di aver “permesso la libera circolazione dei criminali” e di aver portato quindi una situazione di insicurezza all’interno della confederazione, sottolineando che: “I criminali stranieri devono immediatamente lasciare il nostro Paese”.

Fidanzatini in fuga mettono in ansia le famiglie!

fidanzatini-tuttacronaca-fuga

Ore di ansia in provincia di Avellino per due giovanissimi fidanzatini, entrambi di14 anni, di cui non si hanno notizie dalle prime ore del mattino. I due si sono allontanati dalle rispettive abitazioni di un comune del Baianese e la loro scomparsa è stata denunciata dai genitori ai Carabinieri della Campagnia di Baiano. I militari hanno attivato le ricerche che sino ad ora non hanno dato esito. I due giovani legati da una relazione sentimentale secondo prime ipotesi si sarebbero allontanati volontariamente.

La Merkel vista dai tedeschi “egoismo e ostinazione”!

angela-merkel-tedeschi-economia-tuttacronaca.jpg

Cipro è solo l’ultima goccia. Il vaso europeo trabocca di risentimento contro Angela Merkel e la politica tedesca: “L’Europa fa bene a dubitare della leadership euro tedesca”. E se scriverlo è un editorialista tedesco, Jakob Augstein dello Spiegel, significa senz’altro che la Germania ha un dibattito interno altamente democratico, ma significa anche che il Paese non riesce ad esercitare come dovrebbe la sua leadership, sottraendosi al dovere di comprendere, di non fare sempre gli stessi errori, di non far pagare ai cittadini le colpe dei governi o dei banchieri.

Chiusi in una torre di “ostinazione ed egoismo”, Merkel e non solo lei (la tentazione di compiacersi della superiorità economica non è suo appannaggio esclusivo) non hanno compreso che anche il dramma cipriota, come ogni fase di questa infinita crisi finanziaria, è inserito nella lunga battaglia in Europa che ha per oggetto l’egemonia tedesca. Merkel e il suo ministro delle Finanze Schäuble lavorano per la stabilizzazione dell’economia europea o stanno semplicemente legando mani e piedi delle altre nazioni ai ceppi del debito e di vincoli di bilancio?

Balò circondato da donne Raffa, Pia e Fanny!

raffaella fico- pia- balotelli-fanny-tuttacronaca

“Non parlo di una persona che non mi interessa più. Non faccio parte del suo mondo, il mondo dello spettacolo, e quando dovrò discutere qualcosa con lei lo farò in privato”, dopo i numerosi appelli da parte di Raffaella Fico, Mario Balotelli risponde con un’intervista: ” Certo che penso alla bambina – ha fatto sapere – Con la storia personale che ho avuto io crede che la lascerei mai senza un padre? Se fino a oggi è accaduto, non è per colpa mia. Non sono una cattiva persona. Semmai, a volte, sono stato scioccamente troppo buono”. Così buono da metterla al mondo e non amarla?
Mario la vorrebbe conoscere: ” Vorrei conoscerla, e spero tanto che sia mia figlia. Non ho nessuna intenzione di scappare, anzi sarei davvero felice se fosse sangue del mio sangue. Però chiedo rispetto per una storia che non è facile come può sembrare: ci sono questioni legali delicate che vanno affrontate con serietà, per il bene di tutti, e non nelle interviste”. Troppo cerebrale per sembrare un sentimento paterno!
Ora è fidanzato con Fanny Robert Neguesha “Grazie a Fanny ho ritrovato l’equilibrio che serve al mio lavoro. Lei mette al primo posto il nostro rapporto, non ci sono nervosismi e distrazioni prima delle partite. Non è facile stare con me”, che le è stata presentata da un amico: ” A Bruxelles. Un amico mi aveva detto: è la ragazza giusta per te. Ma viveva a Bruxelles, appunto. Ho provato un approccio a distanza da Manchester: telefonate, messaggi. Non funzionava . Ho preso un jet privato e sono andato a trovarla”. Per Fanny prende un jet per la figlia non ha un’ora?

Inciucio o non inciucio, questo è il problema… di Bersani!

bersani-trattativa-formazione -governo-tuttacronaca

Bersani veste i panni di Amleto e ci sta abbastanza scomodo anche perché il tempo stringe e le intese fin’ora son poche!

Ha ancora 48 ore di tempo, poi dovrà presentarsi a Napolitano con un po’ di risposte e – soprattutto – numeri certi. Pier Luigi Bersani sa che il sentiero è strettissimo, ma va comunque battuto fino in fondo. Per questo, nonostante le proposte avanzate ieri da Silvio Berlusconi – Alfano vicepremier e intesa sul Colle – siano state prontamente respinte al mittente, il segretario Pd oggi incontrerà comunque i partiti per sondare disponibilità e intenzioni. E capire soprattutto se – e a che prezzo – il Pd può avere i numeri per presentarsi da Napolitano, e in Parlamento.

I primi ad essere ricevuti sono stati i rappresentanti del Gruppo di Minoranza Linguistica della Valle d’Aosta, che hanno confermato il loro appoggio “qualora ci fossero garanzie per le autonomi”. Alle 10.30 è stata la volta del gruppo Misto del Senato e alle 11.00 di una delegazione del Psi. “Abbiamo trovato il presidente incaricato in ottima forma, non da settimana pasquale”, ha detto il segretario socialista Riccardo Nencini. “L’ipotesi a cui sta lavorando va verso due vie maestre: la prima riguarda la costituzione di un governo di cambiamento e aperto ad eccellenze, e la seconda su una sorta di convenzione di natura costituzionale, che lavori sulla seconda parte della Costituzione”..

Alle 13.15 Bersani incontrerà la delegazione della Conferenza dei Presidenti di Regione, guidata dal governatore dell’Emilia Romagna Vasco Errani. Gli incontri proseguiranno nel pomeriggio con alle 15.30
il Gruppo Grandi Autonomie e Libertà, alle 16.15 con Lega Nord e Pdl, saranno presenti Maroni ed Alfano, e infine alle 17.45 con Scelta Civica.

Tra i Big Player – Pdl, Lega e Monti, solo il filo con Scelta Civica sembra – se non scontato – almeno probabile. Ma al Senato la strada è in salita e nemmeno la pattuglia montiana è sufficiente. Per questo un incontro con Pdl e Lega è comunque indispensabile. E quello che un tempo sarebbe sembrata fantascienza politica, possibili punti di accordo tra i dem e il Carroccio, ora diventa quantomeno una strada da provare.

Ma il nodo più complesso è quello del rapporto con il Popolo della Libertà. Trattare o non trattare? È questa, malgrado le smentite, la domanda su cui si arrovella il segretario Pd. Di certo Bersani non accetterà in nessun caso forzature e imposizioni sul Quirinale. La ragione è abbastanza semplice e intuitiva, la partita del Colle riguarda i prossimi sette anni, quella dell’esecutivo – se va bene – un anno o poco meno.  

La guerra dei chicchi!

guerra-caffè-nespresso-vergnano-capsule-tuttacronaca

Una guerra a colpi di chicchi di caffé si appena consumata a Torino. A spuntarla è stata l’azienda Vergnano, le cui capsule di caffé sono state giudicate compatibili con le macchine Nespresso. Lo ha stabilito una decisione del tribunale di Torino, che ha ordinato alla Spa Nespresso Italiana di «astenersi dalle attività denigratorie delle capsule prodotte da Vergnano» e di eliminare entro 60 giorni le «informazioni errate dalle istruzioni delle macchine per caffè espresso». Accolta quindi la richiesta di Caffè Vergnano, che aveva avviato il procedimento lo scorso febbraio.
Secondo quanto riporta un comunicato dell’azienda piemontese, Vergnano, assistita dall’avvocato torinese Fabrizio Jacobacci, lamentava da parte della Spa. Nespresso Italiana titolare dei negozi monomarca Nespresso, un comportamento concorrenzialmente scorretto oltre che ingannevole per i consumatori. Da un’indagine effettuata presso alcuni punti vendita Nespresso di Roma, Bologna, Milano e Torino, Vergnano aveva infatti appreso che gli addetti alle vendite descrivevano le sue capsule come «più o meno compatibili» se non «da buttare». Inoltre, informavano i clienti che le macchine del caffè a marchio Nespresso erano state modificate in modo da non funzionare con le capsule Espresso1882 e che la relativa garanzia non aveva effetto se la macchina veniva utilizzata con le capsule Vergnano. Anche i libretti d’istruzione di tali macchine, infine, esplicitavano che l’apparecchio funzionava solo con capsule Nespresso Club. L’effetto di tali comportamenti è stato ritenuto da parte di Caffè Vergnano come lesivo per l’immagine dell’azienda, con conseguente danno commerciale, perdita della reputazione e della clientela. Per questo motivo, lo scorso 15 febbraio l’azienda piemontese ha avviato un procedimento legale, al termine del quale il tribunale di Torino ha ritenuto «sussistente l’attività denigratoria».

THOR IMPERVERSA… Marzo 2013 il più freddo da 50 anni!

thor-tuttacronaca-maltempo

Tutta l’Europa è ancora in inverno, condizionata da Thor, un vasto ciclone subpolare di aria gelida, con nevicate diffuse, che influenzerà anche l’Italia fino a Pasqua. È il marzo più freddo degli ultimi 50 anni. Antonio Sanò , direttore del portale www.IlMeteo.it, spiega che oggi una nuova perturbazione interesserà il Centrosud con veloci acquazzoni. Ma sarà da giovedì che il tempo peggiorerà notevolmente per il susseguirsi di 3 perturbazioni che transiteranno sull’Italia con piogge a ripetizione fino a domenica. Maltempo specie al Centro Nord e Campania, temporali e neve sui monti anche a 800 metri sulle Alpi.
Domenica di Pasqua la lingua di Thor si insinuerà nel Mediterraneo, entrando dalla Porta della Bora con un nuovo colpo di scena e nevicate a quote basse sul Nordest. Il tempo sarà migliore solo su Piemonte, Liguria di Ponente, coste tirreniche e Isole Maggiori. Il Lunedì diPasquetta sarà migliore, con residue nuvole sulle regioni adriatiche, ma non si supereranno mai i 19-20°C.
Ed è già in agguato una nuova perturbazione pilotata da Thor che non molla e anzi altre nevicate a quote basse imbiacheranno le Alpi e il Piemonte la prossima settimana. Per la primaverabisognerà attendere 15 giorni.

Shock a Malta… ragazza italiana stuprata!

rape-stupro-malta-ragazza-italiana

Una giovane donna italiana e stata ricoverata a Malta in ospedale dopo essere stata vittima di uno stupro di gruppo. Secondo la Polizia maltese, la ragazza è stata rapita da quattro extracomunitari mentre passeggiava per le vie della capitale La Valletta nella notte tra domenica e lunedì.

Sollecito è deluso! Qualcuno pronto a consolarlo?

sollecito-raffaele-tuttacronaca

«Pensavo si potesse mettere la parola fine a questa vicenda». Lo ha detto Raffaele Sollecito, parlando con l’avvocato Luca Mauri, uno dei suoi difensori. «Ho parlato con lui poco fa ed è deluso», ha aggiunto Mauri. «Oggi è il suo compleanno, compie 29 anni, ma non deve essere deluso perchè è innocente».
«Sono deluso. Ma io sono innocente e posso continuare ad andare avanti a testa alta», ha detto il giovane pugliese, che ha atteso a Verona dove studia, il pronunciamento dei giudici di Piazza Cavour. «È un calvario che continua» ha quindi sottolineato l’avvocato Maori.

Un calvario per chi aspetta giustizia e vede rimandare, anno dopo anno, la condanna di chi ha commesso un delitto tra i più agghiaccianti!

Trema Creta… sisma 4.4!

creta-terremoto-sisma-tuttacronaca

Ieri, alle 22:55 locali (le 21:55 in Italia) al largo dell’isola greca di Creta, si è registrata una forte scossa di terremoto di 4.4 gradi. Secondo i sismografi dell’Istituto Geofisico dell’Università di Atene il sisma ha avuto il suo epicentro a Nord dell’isola. Non si sono avute finora segnalazioni di danni a persone o cose.

FORTISSIMA SCOSSA IN GUATEMALA… 6.2!

guatemala city-terremoto-sisma-tuttacronaca

Terremoto di magnitudo 6.2 vicino a Città del Guatemala. La forte scossa, tuttavia, non ha provocato danni o feriti. L’epicentro del terremoto è stato individuato a sole 6 miglia (9,5 km) a sud est della capitale del Guatemala, ma la scossa è avvenuta ad una profondità di 91,3 miglia (147 km) e questo ne ha diminuito l’effetto.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: