Ore di ansia: scompare a Roma studente americano, scatta l’allarme in città

studente-americano-scomparso-a-roma-tuttacronaca

“Era in una delle aree della movida romana  –  spiega Spence Lockhart, un amico di famiglia  –  e si è trattenuto un po’ di più rispetto ai suoi compagni di corso. Gli altri sono andati a dormire ed è l’ultima volta che l’hanno visto. Siamo preoccupati: il suo cellulare non dà segni di vita e non ha usato la carta di credito da nessuna parte da quella notte. Non sappiamo cosa pensare”.

Così è scomparso, nella notte tra mercoledì e giovedì, John Durkin, ragazzo americano in vacanza-studio nella capitale. Durkin 21enne di Rye Beach, Stato del New Hampshire, è stato visto per l’ultima volta dai suoi amici al pub “Sloppy Sam’s” di Campo dè Fiori. Chi era con lui afferma che il ragazzo era felice e solo un po’ alticcio.

La prima reazione dei parenti è arrivata online: subito la madre, sconvolta dal dolore, ha aperto su Twitter un account per diffondere la notizia e ricevere informazioni sul figlio. Sul profilo @jdurkinmissing e su Facebook si moltiplicano i messaggi degli amici e la notizia sta facendo il giro degli Stati Uniti. “Basta una persona che l’abbia visto. L’area in cui si è perso è popolatissima a qualsiasi ora del giorno e della notte  –  spiega ancora l’amico di famiglia  –  e ci deve essere qualcuno che lo ha notato”.

Polizia e carabinieri, per ora, si dicono ancora fiduciosi. I controlli disposti lungo il Tevere non hanno dato alcun tipo di riscontro e per ora tutte le piste sono aperte.

AGGIORNAMENTO 19,50: E’ finita nel modo più tragica la scomparsa di John Durkin, il cadavere è stato riconosciutod ai genitori e si tratta del corpo rinvenuto due giorni fa dopo lo schianto con un treno. Ora la Procura cercherà di ricostruire l’incidente, probabilmente avvenuto a causa dello stato di alterazione dovuto all’alcol.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Allarme Usa: economia minacciata dall’alto indebitamento per le rette universitarie

università-usa-tuttacronacaIl marcato immobiliare ma non solo: l’intera economia Usa è minacciata dall’elevato livello di indebitamento raggiunto da milioni di studenti americani. I giovani, infatti, si trovano costretti a contrarre mutui sempre più onerosi per pagarsi il college. L’allarme viene lanciato dal Washington Post. Il quotidiano spieega che la ripresa viene messa a rischio da un’intera generazione di universitari che non sa nemmeno cosa sia il risparmio, e a cui, in particolare, sarà quasi impossibile acquistare una casa. La Mortgage Bankers Association ha infatti svolto uno studio i cui dati sono chiari: il numero dei mutui accesi negli Usa per l’acquisto di una casa ha fatto registrare negli ultimi quattro mesi un calo del 20% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un campanello d’allarme. Anche perchè coloro che acquistano per la prima volta un’abitazione, categoria fondamentale per lo sviluppo del mercato immobiliare, sono stati nel corso dell’ultimo anno solo un terzo del totale degli acquirenti. Si tratta di un numero ben al di sotto della media storica. Molti esperti attribuiscono il trend in gran parte proprio a quelle rate che affliggono i giovani che si iscrivono all’università. Del resto lo stesso presidente Obama ha più volte denunciato il fatto, chiedendo con forza alle Università di prevedere rette più contenute. E varando misure per agevolare gli studenti più disagiati. Evidentemente non è ancora sufficiente con gli osservatori che temono che questa situazione di forte indebitamento dei giovani possa portare a provocare un danno enorme alla ripresa dell’economia americana. Il Washington Post, che sottolinea anche che negli ultimi 10 anni i salari per i giovani laureati siano diminuiti, scrive ancora: “Il debito degli studenti è triplicato in un decennio, e ora ammonta a più di mille miliardi di dollari”. I due fattori, congiunti, non solo impediscono di risparmiare ma anche di accedere a nuovi prestiti. Non solo: è destinato a incidere sempre di più ed ”in maniera straordinaria” sul fronte dei consumi. Nel frattempo, come ha resto noto la Federal Reserve di New York, il livello di indebitamento delle famiglie americane – dai mutui alle carte di credito, dai prestiti per l’acquisto di un’auto alle rette pagate dagli studenti – è salito tra ottobre e dicembre di 241 miliardi di dollari (+2,1%). Il livello complessivo dell’indebitamento è così balzato a  livelli pre-crisi: oltre 11.000 miliardi di dollari. L’ultimo aumento di una tale portata si era registrato nel 2007, prima della grande recessione. Secondo il Wall Street Journal, il dato può essere letto come una ripresa della fiducia dei consumatori. L’aumento, in particolare, è stato di 180 miliardi di dollari dall’ultimo trimestre 2012, il primo aumento anno su anno dalla fine del 2008, quando il livello di indebitamento delle famiglie americane raggiunse un picco di oltre 12.000 miliardi di dollari.

La palla di neve gigante… che travolge il dormitorio di un college americano

palla-neve-gigante-tuttacronacaDue studenti di matematica del Reed college, nell’Oregon, hanno ben pensato di creare una gigantesca palla di neve approfittando delle abbndanti nevicate, solo che non hanno fatto i conti con i possibili imprevisti. I due hanno infatti “perso il controllo” e la palla, che nel frattempo aveva raggiunto oltre 350 chili di peso, è rotolata fino a raggiungere, colpendolo con violenza, il dormitorio del college.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Polemiche per la statua del sonnambulo: “Sembra uno stupratore”

creepy-sleepwalker-tuttacronacaPolemiche per una statua di Tony Matelli, dal titolo “Sleepwalker” e parte di una esposizione del Davis Museum, che ha fatto la sua apparizione all’esterno del college femminile di Wellesley, in Usa. La scultura ritrae un sonnambulo in mutande che cammina, con gli occhi chiusi, tenendo le braccia tese in avanti. Le studentesse hanno definito l’opera spaventosa e inquietante, accusandola di risvegliare paure legate alle violenze sessuali, e hanno chiesto con una petizione, firmata da oltre 300 studentesse, come riporta il Boston Globe, che sia rimossa al più presto. “La statua – sostengono le firmatarie – è fonte di apprensione, paura, e rimanda a pensieri che hanno a che fare con la violenza sessuale”. Il college, invece, difende l’opera sostenendo che “abbia dato il via a un acceso dibattito su arte, genere, sessualità ed esperienze personale, sia nel campus sia sui media”.

Alberto Cigarini: il rugbista colto da ictus muore in Florida

alberto-cigarini-tuttacronacaStudiava negli Usa il 25enne Alberto Cigarini, ex giocatore della Rugby Reggio. Nonostante l’impegno sui libri, il giovane però aveva portato con sè la passione per il suo sport, continuando a giocare con la squadra del suo college, in Florida. Durante un allenamento, però, la tragedia. Dopo aver subito un colpo alla carotide Cigarini si è accasciato sul suolo di gioco, colpito da un ictus. Il giovane è immediatamente stato trasportato in ospedale, ma a nulla sono valsi i pronti soccorsi: entrato in coma, è morto dopo due giorni. La Federugby ha diramato una nota ufficiale per esprimere il suo cordoglio: “Alla famiglia Cigarini, agli amici di Parma e Reggio Emilia e a tutti coloro che hanno condiviso con Alberto la passione per la palla ovale vanno, in questo drammatico momento, le condoglianze del presidente federale, del Consiglio, dei dipendenti e collaboratori della Fir e di tutto il rugby italiano”.

Sparatoria al College di Santa Monica, Obama a pochi km.

santa-monica-tuttacronaca-college

C’è stato il panico a Santa Monica, in California, quando un uomo ha aperto il fuoco nella zona del College. Una persona è rimasta uccisa e altre quattro ferite. Nella zona, a pochi chilometri di distanza c’era anche il Presidente Obama, in visita ufficiale, per incontrare più tardi in un ranch il leader cinese Xi Jinping. L’uomo avrebbe iniziato a sparare contro le auto e contro un bus dove una donna è rimasta ferita alla testa. Il killer avrebbe usato armi diverse e poi ha tentato la fuga nascondendosi all’interno della biblioteca, dove però è stato bloccato da due agenti. All’interno del campus è quindi scattata la caccia a un altro possibile killer che si ritiene potesse essere con l’uomo catturato, anche se fino a questo momento non ci sono conferme.

In una casa vicino al College che è stata data alle fiamme sono stati rinvenuti due morti. Prima della sparatoria il killer avrebbe cercato di entrare nell’abitazione e anche di rubare un auto, ma senza successo.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La new economy riparte dal porno?

porno-college-usa-california

Infuria la polemica negli Stati Uniti dopo che un college ha deciso di aprire un corso di pornografia. Vere e proprie lezioni, con tanto di interventi di esperti e pornostar, volte a capire il fenomeno che sta spopolando soprattutto online cercando di interpretarne anche gli aspetti storici e sociologici. Ma l’iniziativa del Pasadena City College, in California, non è piaciuta a molti che hanno protestato a gran voce.

“Il corso punta a offrire agli studenti gli strumenti per capire la pornografia come uno strumento storico e contemporaneo. Gli studenti vivono in una cultura saturata dalla pornografia e raramente hanno la possibilità di imparare qualcosa sul tema in modo sicuro e intellettuale”, spiega il professore che tiene il corso, Hugo Schwyzer. A lezione, sottolinea il docente, non si guardano film porno, attività riservata agli studenti come compito a casa. Ma ciò non basta a placare le proteste dei genitori e degli altri professori che si dicono stupiti dal corso.

Ad alimentare le tensioni è la notizia dell’intervento, annunciato in una lezione, dell’attore porno James Deen, laureatosi al Pasadena College con il nome di Bryan Mathew Sevilla. Una reazione scandalizzata che ha costretto il preside ad annullare l’invito a Deen. “Appoggiamo la libertà accademica del professore. La preoccupazione del college è però quella di assicurare che gli eventi pubblici seguano procedure in grado di assicurare la sicurezza pubblica”, ha spiegato l’ufficio del preside.

Il College d’avanguardia rifiuta la studente trans!

Calliope Wong-tuttacronaca-trans-college

Il prestigioso Smith College di Northampton, in Massachusetts, non solo rappresenta dal 1924 il non plus ultra per quanto riguarda l’educazione femminile, ma si è distinto negli anni anche per essere all’avanguardia culturale su temi sociali, eppure oggi è piombato nella bufera. Accusato da una giovane donna transessuale di ‘discriminazione’ e regole rigide, sorpassate e non inclusive.
Con succursali a Firenze in Italia, il college e stato ‘alma mater’ di scrittrici quali Margaret Mitchell e Sylvia Plath, nonché delle note autrice femministe Betty Friedan e Gloria Steinem, ma l’ingresso nelle sue aule è stato negato due volte a Calliope Wong seppure senza una ufficiale revisione della sua richiesta. Giovane donna, 17 anni, transessuale, la Wong ha accusato il college di discriminazione dopo aver spedito due lettere con i formulari per l’iscrizione. Ma i responsabili dell’università sostengono che non si tratta di discriminazione ma di ‘confusione’ nei documenti presentati: in alcuni Calliope risulta maschio, in altri femmina. «Se i suoi documenti riflettessero la sua identità di donna con coerenza la sua richiesta di ammissione avrebbe diritto ad una revisione», ha commentato Laurie Fenlason, vicepresidente per gli affari pubblici del college. Ma per Wong – che ha confessato ai media come la sua transizione ma uomo a donna sia stato «un processo durato tutta la vita» – sostiene che non spetta allo Smith college decidere chi sia ‘donna’.

Morte al College. In Texas due studenti litigano “a fuoco”: 2 morti e almeno 5 feriti

Un colpevole è stato catturato, si cerca l’altro. I due ragazzi stavano litigando quando hanno estratto entrambi le pistole. E’ successo al Lone Star College di North Harris.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: