Il Milan in vendita? Fininvest smentisce

milan-vendita-tuttacronacaE’ Bloomberg che, citando tre fonti, spiega che il Milan starebbe valutando la vendita. Le fonti riportano a loro volta che Lazard, la banca d’affari francese con sede negli Stati Uniti, ha inviato materiale informativo a potenziali acquirenti. Il club rossonero, il cui proprietario è Silvio Berlusconi, viene valutato da Forbes 945 milioni di dollari. Tuttavia un portavoce della holding che controlla la squadra milanese, Fininvest, ha smentito l’ipotesi. L’ipotesi acquisterebbe però credibilità in considerazione del fatto che Lazard non è nuova a cessioni nel mondo del calcio. L’anno scorso ha rappresentato Massimo Moratti quando ha venduto il 70% delle quote dell’Inter a Erick Thohir.

Annunci

Il Milan e le idee low-cost per il post-Balo

supermario-tuttacronacaSembra sempre più certa la cessione di Balotelli al termine della stagione e il ragionamento è semplice: con i soldi incassati, è possibile far arrivare il suo sostituto. Anche perchè il rischio è quello di indebolire eccessivamente una rosa già problematica. Come spiega Milanlive.it:

“Considerando la nuova politica del club sugli stipendi e la quanto mai probabile esclusione dalla prossima Champions League, gli obiettivi più realistici per l’attacco rossonero potrebbero essere Alfred Finnbogason (25) dell’Heerenveen (capocannoniere del torneo con 22 gol in 23 gare di campionato), in scadenza di contratto a giugno 2015, o Michy Batshuayi, bomber classe 1993 dello Standard Liegi, club con cui Galliani vanta buoni rapporti da tempo. Il suo contratto scade a giugno 2018 e le sue prestazioni (17 reti in 26 partite) hanno attirato l’interesse anche dell’Arsenal. Entrambi vogliosi di misurarsi su palcoscenici più prestigiosi di quelli in cui si misurano attualmente ed in linea con le parole spesso ripetute da Galliani circa il bisogno di cercare e sfruttare occasioni di mercato per ritornare competitivi.”

Milan alla ricerca del sostituto di Balo…

Emmanuel-Adebayor-tuttacronacaCon la possibile cessione estiva di Mario Balotelli all’orizzonte, il Milan si sta guardando attorno in cerca di un degno sostituto e, stando a quanto riportato dal portale tedesco 4-4-2.com, si sarebbe riacceso l’interesse per il togolese Emmanuel Adebayor. L’attaccante trentenne, in forza al Tottenham, sembra infatti essere rinato grazie al nuovo allenatore degli Spurs Tim Sherwood. Da quando gioca sotto la sua guida, infatti, il giocatore ha siglato otto reti assicurandosi il ruolo di capocannoniere della squadra e ritrovando una forma fisica che non lo accompagnava più da diversi mesi.

Llorente e Tevez, la coppia d’oro della Juve, regala tre punti ai bianconeri!

milan-juve-tuttacronacaPosticipo della 26esima giornata di Serie A a San Siro dove va in scena uno degli scontri diretti più sentiti dai tifosi. Quest’anno, tuttavia, le squadre si trovano in due diverse situazioni di classiche, con i bianconeri che corrono verso il terzo scudetto consecutivo e il Milan a quota 31 punti e in nona posizione.  Seedorf deve fare a meno dell’infortunato Balotelli e schiera sulla trequarti Taarabt, Poli e Kakà dietro a Pazzini, che sostituisce, Supermario. In difesa Abate sulla destra, Rami e Bonera centrali. Conte, che a differenza dell’olandese paga lo scotto di una partita infrasettimanale per gli impegni in Europa League, risponde con Asamoah dentro dal primo minuto; Caceres sostituisce Chiellini, in panchina. Marchisio a centrocampo al posto dello squalificato Vidal, davanti Tevez e Llorente. Proprio El Rey Leon, al 44′, porta la squadra in vantaggio. I bianconeri approfittano di un pasticcio difensivo di Ramì, Lichsteiner serve lo spagnolo, liberato a sua volta da un gran tocco di Tevez. 0-1! Il cinismo degli uomini di Conte permette alla Juve di tornare agli spogliatoi in vantaggio nonostante il Milan abbia giocato bene nel primo tempo.

Nella ripresa, al 23′ Tevez sigla il gol del raddoppio bianconero: l’argentino ha tutto il tempo di preparare dalla distanza il tiro, palla che s’infila sotto la traversa senza che Abbiati possa fare alcunché. o-2! A nulla vale l’impegno dei rossoneri: sia Pirlo che Pogba arrivano a colpire la traversa graziando così gli avversari. Nel recupero arriva una traversa anche per Robinho ma ormai i giochi sono fatti: tre punti alla Juve che si avvicina a grandi falcate al terzo scudetto consecutivo mentre il Milan incassa una bastonata in casa.

Balo dice addio al Milan? Già si pensa al sostituto

balotelli-maglia-milan-tuttacronacaE’ Football Direct News a riportare la notizia che il Milan starebbe considerando Edin Dzeko come concreta ipotesi per il proprio attacco nel caso in cui Mario Balotelli venisse ceduto a fine stagione, possibilità non poi eccessivamente remota. Il bosniaco, infatti, lascerà con tutta probabilità il Manchester City, dove mister Pellegrini non gli assicura un posto da titolare. Dall’Inghilterra, tuttavia, spiegano che anche l’Inter sarebbe interessata al giocatore ed i Citizens sarebbero disponibili a trattare.

Lady B tra le fila rossonere: così cambia l’organigramma

BARBARA-BERLUSCONI-tuttacronacaDa quando Barbara Berlusconi è entrata a far parte del team rossonero ha sempre invocato una svolta. Conseguenza di questa sua decisione è un nuovo organigramma reso noto dallo stesso Milan e che arriva dopo il periodo particolarmente turbolento dei mesi scorsi. Questi i cambi voluti da Lady B: l’olandese Jaap Kalma è il nuovo direttore commerciale mentre Mario Tavola è diventato responsabile anche delle sponsorizzazioni oltre che delle vendite come era in precedenza. Elisabetta Ubertini sarà il direttore generale della parte extra-calcistica. Si prevede inoltre un direttore facility e servizi generali come Gabriele Milani. Infine Leonardo Brivio, uomo di Fininvest, è entrato nel cda come consigliere incaricato al controllo: predisporrà il budget e razionalizzerà i costi.

Taarabt può restare in rossonero! E altri tre giocatori arrivano dall’Olanda

milan-flag-tuttacronacaAdel Taarabt si è dimostrato fondamentale per i rossoneri pur essento appena arrivato ad arrichire la rosa di Seedorg. Milannews.it ha intervistato l’ex centravanti del Milan ed è attualmente il vice di Harry Redknapp sulla panchina del QPR, ha parlato proprio di questo giocatore:

Joe Jordan, si aspettava un inizio così bruciante di Adel Taarabt?

“Lui è un calciatore che ha l’abitlità di segnare gol e fare assist ed è quello che sta mettendo in mostra in questo Milan. Io credo che si sia reso conto della grande opportunità che ha avuto, ossia di andare in un club prestigioso come il Milan e per questo sta cercando di farsi apprezzare sin da subito”.

Eppure non è mai stato facile il passaggio dal campionato inglese a quello italiano…
“Vero, il problema principale è cambiare paese, abitudini, affrontare un nuovo calcio e quindi c’è un tempo che devi mettere in preventivo un periodo di ambientamento”.

Soprattutto se arrivi in una squadra che non sta facendo benissimo…

“A dire il vero puoi faticare ad adattarti anche se entri in una squadra vincente. Il problema può essere semplicemente ambientale. Poi, chiaro che se l’ambiente è positivo e le cose vanno bene è più semplice, mentre se le cose vanno male la gente tende ad aspettarti meno. Serve pazienza ma mi fa piacere vedere come lui sia riuscito ad inserirsi subito”.

Non vi dispiacerebbe se il Milan lo riscattasse?

“Questa domanda va fatta al Milan e a Taarabt. Non dipende da noi, bensì dal club in cui gioca, visto che ha la possibilità di riscattarlo e dal giocatore, che ha questi mesi per farsi vedere e valutare lui stesso l’avventura in Italia”.

Qual è la sua opinione su Adel Taarabt?
“Giocatore dal grande talento, di grosse abilità”.

Ma il ct rossonero non si vuole limitare a un unico talento. Anzi, guarda al futuro con ben chiaro alla memoria un fatto: fin dalla fine degli anni ’80, con l’acquisto di Van Basten, Rijkaard e Gullit, la storia del Milan ha iniziato a tingersi di forti tinte “orange”. Spiega ancora Milannews.it che la scuola olandese è sempre stata punto di riferimento per moltissime squadre europee, grazie alla capacità di abbinare una filosofia di calcio offensivo e spettacolare ad uno sviluppo del proprio settore giovanile in grado, negli anni, di presentare al palcoscenico internazionale calciatori del calibro di Bergkamp, Davids, Sneijder, lo stesso Seedorf e molti altri. Il mister vuole riproporre una filosofia di gioco che rispecchi fortemente quella usata tutt’ora dall’Ajax: pressing alto, movimenti offensivi fluidi senza dare punti di riferimento all’avversario, come dimostra anche il 4-2-3-1 con il quale l’olandese ha schierato la squadra in queste prime uscite. La rivoluzione, però, dovrebbe avvenire in estate, con il possibile innesto di Jaap Stam nello staff tecnico (oltre a nomi come Crespo, di cui si è spesso parlato) e con l’innesto in rosa di giovani “orange”. Al riguardo, spiega calciomercato.com, va segnalata la presenza di osservatori rossoneri nella sfortunata trasferta dell’Ajax, in quel di Salisburgo, nei sedicesimi di finale di Europa League. Non è un segreto, infatti che il Milan stia seguendo con molta attenzione le prestazioni di tre giocatori olandesi: Joel Veltman (’91), difensore centrale, vero e proprio pupillo di Seedorf; Daley Blind (’90), jolly difensivo in grado di agire sia come terzino sinistro che da difensore centrale; Davy Klaassen (’93) poderoso centrocampista centrale, in grado di giocare sia davanti alla difesa, che come uno dei tre giocatori offensivi alle spalle della prima punta. Le basi per un progetto vincente, quindi, sembrano essere ben delineate.

Milan-Tottenham: filo diretto per uno scambio

diavolo-milan-tuttacronacaE’ Tuttosport a riportare che la prossima estate potrebbe esserci uno scambio tra Milan e Tottenham: il club meneghino potrebbe dare l’addio a Balotelli e prepararsi ad accogliere, in cambio, Lamela. Mario, che non ha mai nascosto il desiderio di tornare prima o poi in Premier League, potrebbe essere spinto a partire a causa della mancata qualificazione della squadra alla prossima Champions League mentre l’argentino, lasciata la Roma, non si è ancora ambientato a Londra e viene considerato una riserva dal tecnico Sherwood. Un ritorno in Italia per lui sarebbe sicuramente positivo. In questo momento, tuttavia, come scrive Milanlive.it, “il rapporto Milan-Balotelli sembra comunque ottimo, anche grazie ad un Clarence Seedorf che è riuscito ad instaurare un feeling importante con il giocatore. Intanto Franco Baldini, dirigente del Tottenham, spinge per avere Super Mario. Vedremo nei prossimi mesi come si svilupperà la situazione.”

La gaffe di Raffaella Fico nello spiegare le lacrime di SuperMario

lacrime-balotelli-tuttacronacaLe lacrime di Balotelli al momento della sostituzione nel corso del match Napoli-Milan continuano a far discutere e anche la sua ex Raffaella Fico, intervenuta alla nota trasmissione sportiva napoletana “Goal Show” su Canale 9, ha voluto dare la sua interpretazione. Secondo la showgirl, alla base non ci sarebbe l’emozione di essere diventato papà, ma questioni puramente sportive.   “Mario ha pianto soltanto per un motivo sportivo. Lui vuole sempre vincere, lo conosco. Il gol è vitale, soprattutto se fatto al Napoli. Invece, proprio qui, non ci riesce mai. Piangeva per questo, ne sono certa”. Peccato solo che SuperMario segnò contro la squadra partenopeo durante una partita valida per la Champions League quando vestiva la maglia del Manchester City. E anche in quell’occasione la sua squadra perse sotto i colpi di Cavani.

Seedorf ha le idee chiare: ecco con chi ci sono i contatti e lo scambio in vista!

clarence-seedorf-mercato-tuttacronacaE’ il quotidiano spagnolo As a riportare che il ct rossonero Clarence Seedorf avrebbe indicato al Milan il nome di Giovani dos Santos tra quelli dei giocatori graditi per la campagna acquisti della prossima sessione di calciomercato estiva. Proprio per questo motivo i rossoneri avrebbero già avviato i contatti con il Villareal per porre le basi di una trattativa che non si preannuncia facile. Il talentuoso messicano sta disputando una grande stagione nella Liga, siglando 10 goal e mettendo la firma su 7 assist, e non sarà facile aggiudicarselo. Ma il club non si limita a questo e un’altra clamorosa notizia arriva da Football Direct News che, come riporta Milanlive.it, parla di un possibile scambio alla pari da svilupparsi nella prossima sessione estiva di calciomercato tra Milan e Tottenham.

Il club londinese è interessato a Stephan El Shaarawy, il faraone rossonero attualmente alle prese con un infortunio delicato. Oltre alla corte del Borussia dunque c’è da segnalare anche l’interesse degli Spurs, pronti a mettere sul piatto della bilancia il cartellino di Erik Lamela, l’attaccante argentino ex Roma che nel suo primo anno in Premier League sta deludendo le aspettative. Uno scambio tra attaccanti classe ’92 che smuoverebbe di molto il mercato internazionale.

 

Nigel De Jong parla del suo futuro…

nigel-de-jong-tuttacronacaClarence Seedorf sta formando poco alla volta il suo Milan e ha bisogno della massima concentrazione da parte dei suoi uomini. Ma è naturale che i rossoneri, oltre a restare focalizzati sul loro presente, gettino anche uno sguardo al futuro. E’ il caso di Nigel De Jong. Il 29enne olandese è stato contattato dal quotidiano tedesco Bild al quale ha rilasciato delle dichiarazioni in merito al suo domani: “Voglio giocare ancora per quattro o cinque anni, poi forse tornerò ad Amburgo, il posto mi è sempre piaciuto e dove ho già vissuto”.

Il Milan impazza sul mercato: i due colpi a costo zero e lo scambio in vista

clarence-seedorf-tuttacronacaIl Milan di Clarece Seedorf inizia a rimettersi in marcia ma molto c’è ancora da fare e, con il nuovo mister in panchina, non stupisce che si voglia provare a rimescolare le carte a disposizione. Sarà necessario, inoltre, portare in rosa nuove forze. E proprio per questo motivo il club è particolarmente attento sul fronte del mercato. Al riguardo, la stampa francese riporta che il club rossonero starebbe seguendo da vicino la situazione di due calciatori del Psg che vanno in scadenza di contratto il prossimo 30 giugno. Oltre al difensore Alex, da tempo nel mirino dei rossoneri, si pensa anche a Jeremy Menez, ex attaccante della Roma che difficilmente rinnoverà il contratto con i parigini. Non solo, il Milan guarda anche in terra spagnola e, stando a quanto riportato da Fichajes.net, sarebbe molto interessato a Casemiro, centrocampista brasiliano classe 1992 del Real Madrid. Si tratta di un giocatore molto apprezzato da Clarence Seeedorf, che lo vorrebbe nella sua squadra nella prossima stagione. I blancos non sembrano però disposti a lasciar partire Casemiro con facilità e potrebbero chiedere in cambio Riccardo Montolivo al Milan.

18 mesi con la condizionale! M’Baye Niang condannato

niang-ferrari-tuttacronacaA inizio febbraio l’attaccante del Milan M’Baye Niang, attualmente in prestito al Montpellier, si schiantava con la sua Ferrari: lui ne era uscito illeso, l’auto distrutta. Ora il calciatore, come rivela l’Equipe, è stato condannato a 18 mesi di carcere con la condizionale proprio a causa di quell’incidente automobilistico e gli è stata inoltre ritirata la patente: tra 3 anni dovrà sostenere un nuovo esame.

La rivelazione di Pirlo: “Berlusconi mi ha chiamato”

berlusconi_pirlo-tuttacronacaIl centrocampista bianconero e della Nazionale Andrea Pirlo è stato intervistato da La Stampa e, parlando del suo futuro, ha fatto un’interessante rivelazione: “Non ho ancora firmato il rinnovo con la Juventus, ma ci siamo incontrati e presto definiremo il tutto. Ci sono tutte le carte in regola per restare: la squadra è in crescita e si possono raggiungere grandi obiettivi. Confermo che Berlusconi mi ha telefonato recentemente. Per tornare al Milan? Disse che dovevamo incontrarci, poi non se n’è fatto più nulla. Comunque, ho già giocato 10 anni lì e ora sono contento di essere alla Juve. Non credo che sia giusto tornare indietro“.

L’ultima Balotellata? Calci e pugni a un fotografo

balotellata-tuttacronaca-balotelli

Balotelli e i suoi scatti d’ira, sul campo, ma spesso anche fuori dal terreno di gioco, tanto da aver coniato un nuovo termine: “balotellata”. Sembra che ieri sera l’attaccante del Milan Mario Balotelli è stato protagonista dell’ennesima lite – che secondo alcuni testimoni sarebbe poi sfociata in calci e pugni ai danni di un fotografo nei pressi del ‘Covino’, nota discoteca di Santa Margherita Ligure.Balotelli indisponibile per la partita Samp-Milan, aveva deciso di andare in Liguria per assistere a una partita del Bogliasco, squadra dove gioca suo fratello Enoch Barwuah poi la sera è andato a cena con la fidanzata Fanny e alcuni amici. Qui avrebbe avuto da ridire con un paparazzo che voleva fotografarlo nonostante il giocatore avesse detto di no. Poi si e’ recato in discoteca dove ha ritrovato lo stesso fotografo che avrebbe ripreso a fotografarlo. Da qui il battibecco che, secondo alcuni testimoni, sarebbe stato accompagnato da insulti e calci. Il fotografo ha chiamato i carabinieri che si sono recati in discoteca e hanno identificato sia Balotelli sia il fotografo. I carabinieri intervenuti sul posto hanno identificato Balotelli e il fotografo.

“Diamo un calcio all’omofobia”, quando il calcio si interessa di diversità

Seedorf-Galliani-il-nuovo-Milan-tutatcronaca

Il primo “scendere in campo” nell’iniziativa dedicata alla campagna ‘Diamo un calcio all’omofobia – Chi allaccia ci mette la faccia’, è l’allenatore del Milan Clarence Seedorf. Da domani però saranno diversi calciatori che indosseranno lacci arcobaleno proprio per celebrare la giornata della diversità. L’allenatore del Milan ha comunque già dichiarato “Per me la diversità è il bene del mondo. Prima di tutto viene il rispetto per l’essere umano: se conviviamo con rispetto, possiamo essere felici” e poi ha aggiunto ”Cercare di convivere pacificamente è sempre stata la mia filosofia di vita”.

 

Fermento in casa rossonera: occhi aperti sul mercato

milan-calciomercato-tuttacronacaE’ da poco terminata la sessione invernale e bisogna attendere ancora qualche mese per quella estiva, eppure il calciomercato è sempre un tema caldo con i club che già pensano alla prossima stagione. La sessione estiva del Milan si presenta già molto vivace. I rossoneri hanno nel mirino l’attaccante granata Alessio Cerci, ma la concorrenza è agguerrita. Secondo le indiscrezioni che provengono dall’Inghilterra, infatti, Manchester City e Manchester United starebbero pensando allo stesso giocatore. La situazione del club meneghino è inoltre complicata dal prezzo fissato dal Torino, 16 milioni di euro, che al momento sembra essere un ostacolo ad una eventuale trattativa. Ma i rossoneri devono anche stare attenti ai giocatori che sono già in rosa: secondo quanto riportato dal noto portale 4-4-2.com, il Real Madrid sarebbe fortemente interessato a Mattia De Sciglio tanto da averlo inserito nella lista dei possibili rinforzi per la fascia destra in vista del prossimo calciomercato estivo. Il terzino della nazionale italiana ha un contratto fino al 2018 con il Milan ed i rossoneri non molleranno tanto facilmente uno dei talenti più brillanti usciti dal settore giovanile negli ultimi anni. Nel frattempo, però, è necessario anche pensare agli acquisti ed ecco che torna in auge una vecchia fiamma. Si tratta di Jeremain Lens, esterno di proprietà della Dinamo Kiev con un passato al Psv. Come riportato da calciomercato.com, il giocatore, che in Ucraina non sta facendo male, non si è adattato al nuovo paese, e vorrebbe cambiare aria.

Si complica il percorso del Milan: perde in casa contro l’Atletico Madrid

milan-atletico-tuttacronacaIl Milan, unica squadra italiana ancora in corsa in Champions League, ospita a San Siro l’Atletico Madrid. Per l’occasione Seedorf schiera un 4-3-2-1 con Abbiati; De Sciglio, Bonera, Rami, Emanuelson; Poli, De Jong, Essien; Kakà, Taarabt; Balotelli. Risponde Simeone mancando in campo un 4-4-2 composto da Courtois; Juanfran, Miranda, Godin, Insua; Koke, Gabi, Suarez, Arda Turan; Raul Garcia, Diego Costa. Seedorf debutta come allenatore in Champions, competizione che lo ha fatto passare alla storia grazie alla vittoria della stessa con tre club diversi, anche se è un neofita come allenatore. I primi 45 terminano a reti inviolate anche se il gioco è stato molto gradevole con due squadre che cercano la vittoria con un gioco intraprendente. Il Milan è partito molto contratto ma in seguito ha avuto le occasioni migliori con i due legni presi e un paio di tiri usciti a fil di palo. L’Atletico ha reso evidente di essere in grado di rendersi pericoloso in ogni momento: i rossoneri non possono permettersi di abbassare la guardia.  La situazione si sblocca al 38′, quando l’Atletico passa in vantaggio approfittando di un errore difensivo dei rossoneri che lascia completamente solo Diego Costa. Il corner viene deviato da Abate che alza un campanile sul quale i rossoneri sono immobili inspiegabilmente, Diego Costa non fa altro che mandare in rete di testa. 0-1! Basta un gol, preziosissimo in vista del match di ritorno che giocherà in casa, all’Atletico Madrid per battere i rossoneri che pure hanno dato buona prova di sè. Ma non è bastato. Il debutto di Seedorf in Champions termina con una sconfitta.

Milan-Atletico: le speranze di Galliani

GALLIANI-tuttacronacaMancano poche ore ormai alla sfida di Champions tra il Milan e l’Atletico Madrid e l’ad Adriano Galliani lo ammette: “L’eccitazione sale”. Perchè i rossoneri voglio tornare a sognare in grande e proprio per questo l’ad spera che l’esperienza faccia la differenza: “Negli ultimi 12 anni abbiamo fatto 11 volte la Champions e abbiamo sempre passato il girone, quindi siamo sempre arrivati come minimo agli ottavi di finale. E’ un curriculum che ci pone al vertice europeo. Il peso che ha la maglia del Milan spero che possa fare la differenza.” E per quel che riguarda la visita di ieri di Berlusconi a Milanello: “E’ sempre una festa quando arriva il presidente peccato che i suoi impegni politici lo tengano spesso lontano. Ma sono 28 anni che dà la carica. Seedorf è molto concentrato, da quando ha 18 anni gioca la Coppa dei Campioni. La sua è una storia infinita con la Champions”. Non bisogna però scordare che ci si scontra contro una squadra di valore: “L’Atletico non è che si è ripreso, non è mai andato via. E’ sempre in testa alla classifica, ha vinto il suo girone di Champions e ha raggiunto la semifinale di coppa del Re. Non sta facendo bene, di più. Non so chi sia favorito. Balotelli è un grande campione, e comunque ha tutto per diventarlo. E’ ancora molto giovane e il Milan è la prima squadra in cui gioca titolare. Sta crescendo e ha tutte le possibilità tecniche e fisiche per diventare un top mondiale ma c’è da lavorare molto per diventare come Ibrahimovic: ho visto il gol che ha fatto, è un marchio di fabbrica straordinario”.

Bye-bye Balo? In Inghilterra lo danno pronto a partire…

balotelli-arsenal-tuttacronacaNon si placano le voci sul futuro di SuperMario e ora è il tabloid inglese Daily Express a spiegare perchè l’attaccante rossonero sarebbe sempre più prossimo a un ritorno in Premier League. Stando a quanto riferisce Ben Jefferson, infatti, l’Arsenal sarebbe pronto ad un rilancio con il Milan per arrivare al cartellino di Balotelli. Si legge nell’articolo: “I contatti tra Mino Raiola e Arsene Wenger di questa settimana fanno pensare che il trasferimento sia tutt’altro che impossibile, nonostante il Milan valuti Balotelli 150 milioni di sterline”.

I nostri 7 giorni… in maschera!

Bafta-tuttacronaca-7-giorni

Quella appena trascorsa è stata la settimana del “ballo in maschera” della politica italiana. Chi poteva pensare che Letta venisse sfiduciato da suo partito che non si è fatto scrupoli a rottamare il suo Governo? Renzi, più abile del Conte Riccardo, nell’opera verdiana, è riuscito a sfilare non una donna, ma un “regno” al suo compagno di partito al quale aveva sempre giurato fedeltà e non appagato della vittoria ha anche brindato a spriz e noccioline, mentre Letta si avviava a dare le dimissioni. Neppure Shakespeare in uno dei suoi drammi sarebbe stato capace di ordire una tela così complessa e dai mille risvolti psicologici, forse davvero l’unica similitudine possibile è che Letta sia stato sacrificato proprio come Marius, la giraffa dello zoo di Copenaghen e poi sbranato dai leoni. Ma non si doveva  smacchiare il giaguaro? Come si è arrivati ad anticipare le idi di marzo a febbraio? Forse si è risaliti all’antico simbolismo del Carnevale e la carne che si è levata è stata quella di Letta? In ogni caso se Renzi pensa di poter manovrare lo scettro di Re del Carnevale si sbaglia… i giochi di Palazzo sono complicati a Roma da gestire, tanto che la sua nomina è slittata, e c’è chi ha trovato il tempo per lanciare i suoi ultimatum e alzare il tiro! Ma se Alfano ruggisce, Berlusconi indossa le vesti dell’Invincibile e sulla rete scoppia la lite attraverso i tweet al veleno! Ma se la rete divide Viareggio unisce ed ecco la sfilata alla quale non manca davvero nessuno dal sindaco di Firenze alla Merkel, da Obama a Putin! Può forse essere un simbolo che le grandi alleanze si possono ancora allargare? Dopo il no di Baricco a diventare ministro della cultura e di Farinetti che rimane saldo a Eataly, Renzi può cercare all’estero l’elenco dei Ministri?

maschera-7-giorni-tuttacronaca

A carnevale ogni scherzo vale… ma i tifosi giallorossi non hanno certo gradito che il murales di Totti sia stato imbrattato, come i giovani non hanno gradito la frase di John Elkann, per fortuna che poi sia intervenuto Della Valle a prendere le difese di tutti quei disoccupati che da anni si sentono dare dei mammoni e dei nullafacenti. Sembra proprio che chi dovrebbe dare lavoro preferisce invece concedere la Cassa Integrazione, forse si pensa che davvero nessuno si accorga che in Italia vige la regola che la colpa è sempre degli altri? Perfino Seedorf arrivato in Italia ha preso il “vizietto” e ha incolpato Allegri! Davvero servirebbero i “bagni d’umiltà per tutti” a iniziare dai nostri politici. Naturalmente le eccezioni ci sono e lo ha dimostrato Letta nella sua passeggiata di sabato, il primo giorno in cui è “tornato cittadino” e, insieme al figlio, ha fatto il giro di tutto il quartiere… tanto che poi il circolo di Testaccio ha deciso di ringraziarlo con un lenzuolo! Forse a volte è necessario davvero stendere un lenzuolo per non vedere gli orrori, la sofferenza e l’incertezza… ma quel lenzuolo alla fine non sarà mai abbastanza grande a coprire i mali del mondo che invece è necessario guardare in faccia e magari cercare di sconfiggerle con degli esempi di eccellenza di cui il nostro Paese, nonostante la crisi finanziaria e di valori, è sempre un protagonista indiscusso sulla scena internazionale a iniziare dalle medaglie di Innerhofer e della Fontana a Sochi per terminare con la conquista del Bafta della Grande Bellezza di Sorrentino a Londra. E proprio grazie a questi riconoscimenti che questa sera possiamo gridarvi con entusiasmo:

GOOD NIGHT, AND GOOD LUCK!

Emergenza al Milan, Seedorf in difficoltà?

zapata-kakà-tuttacronaca

Chi ha detto che l’Atletico Madrid è in crisi? Dopo la vittoria schiacciante sul Valladolid, la strada dei rossoneri che lo incontreranno mercoledì in Champions sembra davvero in salita. In più a ostacolare il Milan sembra esserci l’ennesima maledizione e Seedorf, nel match più importante della stagione, rischia di non avere a disposizione né Kakà né Zapata. Contro il Bologna il brasiliano ha riportato una leggera distorsione alla caviglia destra, mentre il colombiano nella fase del riscaldamento ha accusato un affaticamento muscolare alla coscia sinistra. Se entrambi i giocatori fossero fuori per Seedorf la partita sarebbe davvero complessa anche perchè mercoledì sicuramente in campo non ci saranno nè Muntari e nè Montolivo per squalifica oltre agli infortunati El Shaarawy, Birsa, Silvestre, Robinho e Cristante. Honda poi non può giocare in Champions e quindi il tecnico tra centrocampo e attacco avrebbe 8 elementi in meno. Un vero miracolo?

 

Conteso tra Juventus e Milan… Nani quale maglia indosserà?

NANI-milan-juve-tuttacronaca

E’ uno dei giocatori più richiesti sul mercato e in vista del calciomercato estivo i club si sono mossi con largo anticipo per vagliare le condizioni e la possibilità di portare Nani a vestire la loro maglia. Tra queste ci sono due italiane la Juventus e il Milan. Il derby di calcio mercato si giocherà quindi tutto in Italia? Decisamente no, perché anche Atletico Madrid, Monaco e Valencia sono interessate al giocatore. Secondo ‘Tuttosport’, nei giorni scorsi però sarebbe stata la società bianconera a muoversi maggiormente e a chiedere all’entourage del giocatore anhce rassicurazioni sul recupero fisico dell’esterno del Manchester United e sembrerebbe che tali rassicurazioni siano arrivate. Il terreno è fertile e la sfida Milan Juve promette scintille… ma attenti ai club stranieri!

 

Malagò shock! Ecco la proposta contro la violenza negli stadi

celle-negli-stadi-tuttacronacaGiovanni Malagò, in un’intervista pubblicata su Polizia moderna e ripresa da Fulvio Bianchi per Repubblica, ha avanzato una proposta che è destinata a far discutere. Ha detto il presidente del Coni: “Servono stadi nuovi e regole nuove. Le forze dell’ordine devono essere in condizione di agire nell’immediato, dentro lo stesso impianto, come avviene in Inghilterra. Con le nuove strutture attraverso un sistema avanzato di controllo tecnologico, si possono identificare gli autori di atti violenti, che vengono poi trasferiti in un luogo all’interno dello stadio dove vengono trattenuti in attesa del processo per direttissima, che si celebra entro due giorni dall’accaduto”. La soluzione proposta, dunque, è di creare delle camere di detenzione all’interno degli stessi stadi. Il presidente ritiene inoltre che “la tessera del tifoso abbia fatto il suo tempo” e che “occorre rivisitare completamente i rapporti tra calcio e tifosi”. Ha quindi aggiunto: “La tessera identifica, il vero problema però non verte sulla schedatura. Credo non sia possibile accettare che per colpa di poche persone ci sia una forte penalizzazione, in termini di complessità procedurali e burocratiche, a danno di un’intera comunità”. Malagò, infine, propone di sanzionare le società di calcio “che intrattengono rapporti con le frange estreme delle tifoserie”.

Milan-Bologna: lo sfogo di Balo… e l’arbitro con il cerotto!

arbitro-milan-bologna-tuttacronacaE’ più sereno il Milan di Seedorf ora che, dopo la batosta contro il Napoli, è tornato alla vittoria a San Siro battendo per una rete a zero il Bologna. Autore del gol Mario Balotelli, che ne ha approfittato per sfogarsi ma anche, contemporaneamente, per dedicare l’impresa alla donna amata: “Sono l’attaccante della Nazionale lasciate stare la ma vita privata. Tutti parlano troppo di me. Sono felice per il gol, nel giorno di San Valentino lo dedico alla mia fidanzata Fanny”. Ma la partita ha visto anche un incidente che ha avuto per “vittima” l’arbitro Bergonzi, che ha ricevuto una pallonata sul volto durante un contrasto fra due giocatori. Il direttore di gara è stato costretto ad arbitrare gli ultimi minuti del primo tempo di Milan-Bologna con una garza in bocca per tamponare una ferita al labbro inferiore che sanguinava vistosamente. Durante l’intervallo, al labbro dell’arbitro sono stati applicati alcuni punti di sutura e la medicazione ha fatto cominciare il secondo tempo con sette minuti di ritardo. Al rientro in campo Bergonzi, sorridente, ha mostrato la ferita al milanista Kakà prima di fischiare il calcio di inizio.

E’ già tempo di campionato: Balotelli porta il Milan alla vittoria

milan-bologna-tuttacronacaSi apre allo stadio Meazza di San Siro la 24esima giornata di campionato che vede, nella serata di venerdì, i rossoneri ospitare il Bologna di Ballardini, reduce dall’ottima vittoria a Torino nonostante la squadra sia rimasta orfana di capitan Diamanti. Dal canto loro, i tifosi milanisti attendono di vedere finalmente una squadra combattiva, anche in vista dell’impegno in Champions che la vedrà affrontare l’Atletico Madrid. I primi 45 minuti, tuttavia, lasciano l’amaro in bocca. Il primo tempo non ha offerto spettacolo con un Milan troppo lento e prevedibile nella manovra. Bologna intelligentemente ben schierato in campo, molto attento dietro e pronto a colpire come in occasione del colpo di testa di Khrin con Abbiati chiamato a superarsi per mantenere la porta inviolata. Perchè il risultato si sblocchi bisogna attendere il 42′ della ripresa quando Balotelli si concede un missile dai trenta metri defilato sulla destra che va ad infilarsi sotto al sette alla destra di Curci. Il portiere non può semplicemente far nulla. 1-0! Grazie a quest’unica rete, giunta praticamente allo scadere di una partita non particolarmente emozionante e con i rossoblù che rimpiangono una camorosa occasione fallita da Cristaldo quando il risultato era ancora in parità, il Milan porta a casa altri tre punti e Seedorf può tirare un respiro di sollievo anche in vista dei prossimi impegni europei.

Fiamme sotto la panchina dei Diavoli… ecco il dopo Seedorf?

seedorf-tuttacronaca

E’ davvero finita l’era Seedorf ad appena un mese dall’incarico? I malumori sono molti a iniziare dall’eliminazione dalla Coppa Italia e quell’annunciata rivoluzione in attacco che per il momento è lontana dagli splendori a cui erano abituati i tifosi rossoneri. Silvio Berlusconi è stato lapidario: non ammette più errori. Il numero uno rossonero martedì scorso ha incontrato il tecnico olandese per ribadire, riporta il ‘Corriere dello Sport’, che quelle con Bologna e Atletico Madrid saranno due finalissime. Ma quale è l’alternativa? Il duo Tassotti-Maldera sarebbe già pronto a tornare in pista dopo l’apparizione contro lo Spezia, anche se Tassotti starebbe meditando un addio anticipato visto il ruolo marginale affidatogli da Seedorf. Tassotti-Maldera sarebbe già pronto a tornare in pista dopo l’apparizione contro lo Spezia, anche se Tassotti starebbe meditando un addio anticipato visto il ruolo marginale affidatogli da Seedorf, se quindi si deve cambiare, lo si farà in fretta… poi davvero non ci sarebbero alternative a Seedorf!

 

Le acque si muovono in casa Inter, ecco il tecnico più probabile

leonardo-inter-tuttacronaca

L’Inter sembra voler programmare la nuova stagione si da ora e le acque in casa neroazzurra si muovono, anche a volte facendo irritare e non poco l’ex patron Moratti, che ora in minoranza, dopo aver ceduto il club a Thohir sembra davvero soffrire per alcune scelte che non comprende. Dallevoci però negli ultimi giorni sembra che si stia passando ai fatti in casa interista e quello che appariva come poco più di un gossip sembra invece aver sostanza: si parla infatti di un possibile ritorno di Leonardo come prossimo direttore tecnico dell’inter dopo che sono state smentite le indiscrezioni che lo volevano invece a dirigere il PSG. Pare che l’ex giocatore e allenatore del Milan ha ancora contatti con il presidente Nasser Al-Khelaifi, al quale ha dato consigli nella sessione invernale di mercato, ma non ha intenzione di tornare a far parte del Psg. Sarà quindi l’Inter la meta del brasiliano?

 

Il nuovo stadio del Milan: prime anticipazioni

milan-stadio-tuttacronacaChe Milan e Inter si separeranno, giocando ognuno in un diverso stadio, ormai è noto. E ora iniziano ad arrivare anche le prime anticipazioni di quello che sarà il Milan-Stadio. Spiega MilanNews che il modello per Casa Milan hanno è l’Allianz Arena di Monaco di Baviera. Quello che si vuole, dunque, è una struttura polivalente, un impianto dove lo spettatore goda di una visuale ottimale da ogni angolazione e che offra la possibilità di trascorrere il proprio tempo libero prima della partita. Fondamentale anche l’area dei parcheggi, visto che si vuole permettere a chiunque di posteggiare a pochi metri dallo stadio. Va però trovato uno sponsor che possa dare il nome al nuovo stadio, in cambio di un ricco contratto. Lo stadio avrà 60mila posti, tutti coperti, e l’obiettivo è avere prezzi accessibili in modo da riempirlo e assicurarsi intraoiti. Ancora, il tifoso sarà reso partecipe con iniziative coinvolgenti e che gli facciano venir voglia di tornare anche quando non ci saranno le partite. L’idea, insomma, è avere uno stadio che non faccia rimpiangere San Siro e la lunga storia scritta in quel campo.

SuperMario pronto per tornare in Inghilterra? In Premier se lo contendono

mario-balotelli-milan-tuttacronacaSuperMario pronto a tornare in terra inglese per una nuova avventura in Premier League. Secondo quanto riporta Sportmediaset, infatti, il Chelsea di Mourinho continua a restare sulle sue tracce, con il tecnico che vorrebbe riprendersi il bomber conosciuto all’Inter, ma non solo: anche l’Arsenal sarebbe pronto a fiondarsi sull’attaccante rossonero. Lo stesso sponsor di Balo ora è arrivato anche alla squadra di Wenger che avrebbe per questo rotto gli indugi e punta forte sull’ex Manchester City e sarebbe pronta a mettere sul piatto 30 milioni di sterline. Una cifra che fa gola al Milan, visto la sempre più possibile mancata qualificazione in Champions League.

Clamorosa ipotesi di mercato per il Milan!

milan-calciomercato-tuttacronacaClamorosa ipotesi che arriva dall’Inghilterra: per rinforzare l’attacco, il Milan starebbe monitorando Robin Vand Persie. Il centravanti olandese, infatti, dopo una stagione difficile per il Machester United, potrebbe desiderare di cambiare aria. Il Milan, tuttavia, potrebbe trovarsi a fare i conti con la Juventus, che a sua volta ha notato il giocatore. La trattativa sarebbe comunque difficile perchè il  Manchester United non farà sconti sul cartellino ed il Milan non disputerà la prossima Champions League.  Inoltre Van Persie percepisce attualmente un lauto stipendio che “sfora” il tetto imposto dal club di via Aldo Rossi.

“Io cattivo? Vorrei esserlo di più”. L’intervista a SuperMario

balotelli-cattivo-tuttacronacaLa rivista FourFourTwo dedica la copertina a Mario Balotelli e il titolo del servizio, accompagnato da un’immagine che vede Balo in posizione di guardia, recita: “Io cattivo? Vorrei esserlo di più”. Il giocatore rossonero è stato intervistato al Brianteo di Monza  in occasione di una campagna promozionale del suo nuovo sponsor tecnico. SuperMario ne ha approfittato anche per parlare della sua esperienza con il Manchester City. “Mi mancano i tifosi – le parole del milanista in un’anticipazione dell’intervista che sarà inclusa nell’edizione di marzo -. Non mi manca invece il cibo, o il tempo o il modo di guidare. Ma i tifosi del City, quelli sì che mi mancano. Anche se i tifosi del Milan sono altrettanto fantastici. La maggior parte dei miei ricordi di Manchester sono felici perché mi sono divertito. Non è stato un trauma trasferirmi in Inghilterra e non c’è una grande differenza tra i due club”.

Bye-bye San Siro: il Milan dà l’addio al Meazza

stadio-meazza-tuttacronacaMilan e Inter, che si dividono lo stadio Meazza di San Siro, al momento giocano le partite casalinghe pagando l’affitto al Comune, ma la situazione sembrerebbe essere destinata a terminare presto. Entro giovedì 13 marzo, infatti, dovranno comunicare la loro decisione per il futuro: rimanere o andarsene. E se l’Inter, che fa i conti con gravi passivi di bilancio, probabilmente si ritroverà a ristrutturare e ammodernare l’attuale impianto, di comune accordo con l’amministrazione Pisapia, il Milan sembra destinato ad avere una nuova casa. Se non ci saranno ripensamenti dell’ultim’ora, infatti, i rossoneri metteranno in atto il progetto del nuovo stadio di proprietà voluto da Silvio Berlusconi. Spiega Calcioblog:

Barbara Berlusconi, da quando è stata nominata vice-presidente e amministratore delegato del Milan sta portando avanti il progetto del nuovo stadio rossonero, che sorgerà nell’area Fiera di comune accordo con la Regione Lombardia. Proprio di recente sono state effettuate tutte le richieste necessarie e ora non resta che attendere le scadenze burocratiche per avere il definitivo via libera. Diciamo che da qui ad un mese dovrebbe essere tutto fatto e l’inizio dei lavori, programmato per il momento nell’autunno del 2015, a chiusura dell’Expo, dovrebbe essere confermato. Dalla stagione 2016-2017, se le ditte confermeranno i tempi di consegna, il Milan giocherà nel nuovo stadio di proprietà.

Quanto all’Inter, naufragato il progetto di realizzare un impianto tutto nuovo, si passa al piano b, che prevede l’ammodernamento dell’attuale stadio di San Siro. La società nerazzurra ci ha provato in tutti i modi a trovare partner ed investitori per la realizzazione del nuovo stadio, ma fin qui di certezze ce ne sono ben poche. Se a ciò si aggiunge il pesante rosso del club e della Internazionale Holding, la società che controlla l’Inter, appare evidente come l’unico piano realizzabile sia quello della ristrutturazione di San Siro. Se le trattative con l’amministrazione comunale andranno a buon fine – e non ci sono ragioni di pensare al momento affinché ciò non accada – l’Inter dal 2016-2017 sarà l’unica squadra a giocare a San Siro, chiudendo così la coabitazione che dura ormai dal 1947-48.

La bufala delle lacrime di Balo per razzismo rimbalza fino alla Casa Bianca!

lacrime-balotelli-tuttacronacaI tifosi napoletani sono stati accusati da un sito quasi ufficiale vicino alla Casa Bianca di aver fatto sgorgare le lacrime a SuperMario nel corso del match dello scorso sabato Napoli-Milan. Le immagini di Balotelli in lacrime sono rimbalzate ovunque e in Rete, per alcune ora, hanno viaggiato i messaggi più duri, che accusano il comportamento razzista dei tifosi napoletani  inondando il sito ufficiale della squadra del Napoli. Alla fine, il club partenopeo si è visto costretto a smentire: nessun coro razzista al San Paolo durante la partita. La domanda è una: come ha fatto la notizia delle lacrime di Balotelli ad arrivare fino in America, da dove sono partiti innumerevoli attacchi per quella che è una bufala, non tanto per le lacrime ma per i cori razzisti? Lo spiega il Corriere della Sera:

Da Twitter a Facebook, parole di fuoco (inviate anche al giocatore partenopeo Inler) con relativi messaggi di autodifesa (soprattutto) da parte di napoletani indignati. Chi ha fatto partire la bufala sulle «lacrime e il razzismo»? Come spesso accade tra i mille incroci dei social network è difficile risalire il filo della corrente. Ci ha messo del suo l’ex giocatore della Juventus Felipe Melo, oggi al Galatasaray di Istanbul, con questo tweet: «Un peccato vedere Balotelli fischiato negli stadi italiani. Doloroso vederlo triste e in lacrime. Forza Mario sei un campione!».

Se sono stati i turchi a cominciare, come ci è arrivata la storia nell’anticamera della Casa Bianca? È vero che Balotelli è uno degli italiani più conosciuti all’estero (come testimoniava qualche tempo fa la copertina di Time magazine) e che la sfida Napoli-Milan è stata vista in tutto il mondo. Ma chi segue in tempo reale «i dolori del giovane Mario» tra i fedelissimi del presidente Usa?

In realtà @TheObamaDiary ha ritwittato un messaggio dell’influente Mona Eltahawy (200 mila follower), giornalista e blogger egiziana con base a New York: «Vergogna Napoli. Non c’è posto per il razzismo nel calcio. Mario Balotelli in lacrime per il dileggio razzista allo stadio San Paolo», così Mona ha commentato un’immagine del giocatore affranto in panchina.

La Eltahawy è un’ascoltata editorialista di politica (appassionata di calcio): nel 2011 al Cairo, dopo essere stata arrestata in piazza Tahrir, è stata rilasciata con le braccia rotte. E ha accusato la polizia di torture. Una blogger battagliera che neanche questa volta batte in ritirata: «Sapete quanto amo Napoli – twitta – Leggete il rapporto su Balotelli e il razzismo redatto dalla Federcalcio italiana» (…)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Milan perde, Berlusconi chiede spiegazioni… e Seedorf incolpa Allegri!

clarence-seedorf-tuttacronacaBatosta al San Paolo per il Milan di Clarence Seedorf, sconfitto per tre reti a uno. Una bastonata che ha allarmato, secondo la Gazzetta dello Sport, anche Silvio Berlusconi, che tanto ha voluto l’esonero di Allegri puntando sul tecnico olandese esordiente. E pazienza per il risultato, ma il gioco proprio non va, come non si comprende lo spostamento di Abate sulla linea dei trequartisti. E poco importa se Tassotti, nel pre-partita, ha detto: “All’inizio della sua carriera giocava in quel ruolo”. Nullo Abate e nullo il Milan. Seedorf ha poi testato la coppia Essien-de Jong, giustificato dall’assenza di Honda, ko per la gastroenterite, e Montolivo, squalificato contro l’Atletico Madrid. Sulla difensiva, il tecnico olandese non trova di meglio che lanciare una frecciata ad Allegri: “Il mio compito è quello di cercare di fare più punti possibili, ma anche di costruire i giocatori, che a dire il vero ho trovato non in grandissima forma fisica”. Ma va detto anche che Seedorf ha voluto tenersi vicino Saponara mentre ha mandato in campo Robinho come trequartista centrale. Non è il suo ruolo. Trequartista esterno? Forse una volta, non oggi, non in questo Milan. Ma c’è da dire che anche Kakà ormai, nonostante il cuore, ha perso lo smalto di una volta mentre Pazzini è sceso in campo troppo tardi. Almeno Taarabt è arrivato al momento giusto. Ma da solo può fare poco. Robinho da una parte, con Essien ancora incapace di esprimersi ad un livello accettabile. E ci si chiede: e Poli? Infine, resta il nodo della difesa: Mexes resta il punto debole, ma nessuno ha pensato a qualcuno da inserire in questo settore nel mercato di gennaio.

Il Milan bastonato dal Napoli: al San Paolo termina 3-1

napoli-milan-tuttacronacaAll’andata, gli azzurri di Benitez battevano i rossoneri 2-1 a San Siro. In panchina, per il Milan, c’era Massimiliano Allegri e alla quarta giornata già si capiva che la stagione non era iniziata nel migliore dei modi. A questa 22a giornata, il Napoli arriva al termine di una settimana turbolenta, dopo la batosta ricevuta a Bergamo e l’andata della semifinale di Coppa Italia persa contro la Roma all’Olimpico. La cura Seedorf ha portato sinora sette punti in tre gare ai rossoneri, che però devono crescere ancora per sfilare sui palcoscenici europei la prossima stagione. Benitez schiera Reina in porta; in difesa Maggio e Ghoulam terzini, Raul Albiol e Fernandez centrali; in mediana Jorginho e Inler; davanti Insigne, Hamsik e Mertens alle spalle del centravanti Higuain. Seedorf, che fa i conti con infortuni e malattie, risponde con Abbiati in porta; in difesa De Sciglio ed Emanuelson terzini, Mexes e Rami centrali; in mediana De Jong e il debuttante Essien; la sorpresa vera arriva sulla trequarti, con Abate, il nuovo acquisto Taarabt e Robinho alle spalle di Balotelli. Sono i padroni di casa che, sfruttando un contropiede, si portano in vantaggio al 7′: azione personale di Taarabt che non trova avversari sulla sua strada, arriva al limite dell’area e con un destro nell’angolino basso fa secco Reina: 0-1!

Appena quattro minuti e il Napoli pareggia con Inler: sinistro da fuori del numero 88 deviato da De Jong, il pallone si impenna e scavalca Abbiati. 1-1!

Il Napoli attacca a testa bassa e regala una bella prova nei primi 45 dopo che il Milan si è portato in vantaggio con un’azione personale del neo-acquisto Taarabt. I rossoneri in seguito reggono a fatica e provano ogni tanto a ripartire in contropiede ma sono gli azzurri ad andare più vicini al vantaggio. E il raddoppio degli uomini di Benitez infatti arriva nella ripresa: all’11’ traversone di Inler, Mexès si fa sfuggire Higuain che tutto solo di testa batte Abbiati: 2-1!

Al 37′ il Napoli mette l’ipoteca sulla partita: Hamsik tocca in profondità per Higuain che prende in controtempo Mexès e De Sciglio e da due passi batte Abbiati: 3-1! Il bel Napoli che si era visto contro la Roma in Coppa Italia è tornato: batosta per i rossoneri che sembrano non essere in grado di reagire in questa stagione!

Le lacrime di Balotelli dopo la sostituzione!

balotelli-tuttacronaca-milan-napoli-lacrime

Prima ha cercato di nascondersi, ma poi le impietose telecamere con un primo piano sono arrivate dritte agli occhi piene di lacrime di Balotelli. Una partita giocata da Supermario senza incisività, fino a quell’errore inspiegabile, un gol mancato a porta vuota. Ma a far decidere la sotituzione dell’attaccante rossonero a Clarence Seedorf è stato il rendimento del giocatore all’interno di tutta la partita: assente e troppo spesso fuori daglis chemi di gioco. Una giornata no per il numero 45 rossonero, dopo una settimana che lo ha visto protagonista del gossip con la rivelazione che Pia, la bambina avuta da Raffaella Fico, è la figlia biologica di Balotelli.

 

I carabinieri a San Siro: si controlla la società del genero di Gianni Letta

sale-san-siro-tuttacronacaEra il 16 dicembre scorso, in campo erano scese Milan e Roma, nelle sale vip e in quelle degli sponsor, tra cocktail e vassoi del buffet, arrivavano i carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro per controllare i contratti di lavoro di camerieri e cuochi e le norme della sicurezza. In quell’occasione, come spiega Repubblica, gli investigatori hanno raccolto la documentazione sui 68 lavoratori presenti nei locali dello stadio Meazza a Milano. Redigendo poi un’informativa per il pm Carlo Nocerino in cui si parla di “situazioni di somministrazione illecita di personale” e “casi di lavoro nero” su cui ora dovranno essere effettuati ulteriori accertamenti. Scrive Sando De Riccardis:

I carabinieri hanno accertato che la società che ha l’appalto con la Milan Entertainment è It srl, i cui amministratori sono Giorgio Monti e Roberto Ottaviani, quest’ultimo genero dell’ex sottosegretario alla presidenza del consiglio Gianni Letta, e già noto per aver vinto l’appalto milionario del catering del G8 dell’Aquila nel 2009 con un’altra società del gruppo. Annotano gli investigatori che a operare all’interno dello stadio San Siro è la Essebi, “controllata della It, che ha subappaltato i servizi di somministrazione di alimenti e bevande, l’organizzazione dei tavoli, il supporto alla cucina” alla stessa Essebi e ad altre due società. I carabinieri dell’Ispettorato del lavoro stanno effettuando ora “accertamenti per verificare la genuinità del subappalto tra la It e due società che lavorano in subappalto (la Essebi e la Dynamo) per verificare la corretta applicazione delle norme sulla sicurezza e il corretto impiego dei lavoratori, “in quanto appare che in alcune situazioni vi sia somministrazione illecita di personale”. A insospettire gli investigatori, un’anomalia emersa dai controlli: “Appare strano che siano stati rilasciati un numero di pass superiore ai lavoratori trovati al momento dell’ispezione”. E anche se nell’inchiesta non ci sono indagati, l’ispettorato “comunicherà l’esito degli accertamenti con i provvedimenti che saranno adottati a carico delle società. Anche perché — conclude l’informativa — allo stato attuale risultano esserci casi di lavoro nero”.

“Il calcio è fantastico”: il Milan una volta prendeva talenti di fama mondiale, ora…

adel-taarabt-tuttacronacaAdel Taarabt arriva in prestito al Milan e Harry Redknapp, allenatore dei Queens Park Rangers ha parlato del talento marocchino in conferenza stampa, non senza una certa ironia: “Spero faccia bene, gli auguro buona fortuna, è andato al Fulham ma non ha funzionato. Non è mai riuscito a incidere. Il calcio è fantastico non trovate? Non riesci ad incidere al Fulham, nel fondo della classifica di Premier League e poi finisci al Milan. Una volta per andare al Milan dovevi essere un talento di fama mondiale. Credo sia una grande opportunità per lui, spero la sfrutti al meglio. E’ un giocatore dotato di grande talento”.

Campioni a passeggio, Balotelli sul lungomare di Napoli

balotelli-tuttacronaca-lungomare

Stasera al San Paolo, si giocherà Napoli-Milan ma nel frattempo perché non fare una bella passeggiata rilassante sul lungomare di Napoli? E così Balotelli e Adel Taarabt, neoacquisto marocchino si sono concessi quattro passi nell’area vietata al traffico e hanno raggiunto il Castel dell’Ovo scortato da due guardie del corpo.

Il Milan pronto a sferrare un clamoroso colpo sul mercato

milan-calciomercato-tuttacronacaSi pensava che il calciomercato fosse terminato la settimana scorsa ma in realtà le giornate calde proseguono: si cerca infatti di contattare i giocatori in scadenza a giugno per allacciare contatti in vista della prossima stagione. E anche i rossoneri si muovono in tal senso e beffano la Juve. Il Milan a gennaio aveva tentato di piazzare il colpo Fabio Coentrao dal Real Madrid, terzino sinistro portoghese che piace anche ai bianconeri, ma nonostante non sia più un titolare fisso nel club spagnolo e premesse per andare via, non se n’è fatto nulla. Si sarebbe trattato di un prestito con diritto di riscatto, ma l’operazione è stata bloccata a malincuore dallo stesso Ancelotti che ha dovuto stoppare la sua cessione per non rimanere con un solo terzino sinistro. Ma ora, come riporta il Corriere dello Sport, l’operazione potrebbe riaprirsi anche per regalare una squadra forte a Seedorf, che gradisce molto proprio Coentrao. Il problema è che il Real non concederà più il prestito, ma partirà da una valutazione di 10 milioni di euro, avendo pagato il giocatore ben 30 milioni di euro nel 2011. Già si è iniziato a lavorare…

Fuga dal Corinthians… Pato scappa dai tifosi, pronto ad essere accolto dai “cugini”?

Alexandre-Pato-corinthians-tuttacronaca

Alexandre Pato, ex attaccante del Milan e i tifosi del Corinthians sono ai ferri corti, ma ora sembra vicino lo scambio con Jadson e il passaggio dai  ‘cugini’ del San Paolo. A rivelarlo ai media brasiliani è stato  il direttore sportivo del club di appartenenza del ‘Papero’, Ronaldo Ximenes: ”Non c’è nulla di certo, ma c’è più di una possibilità”. L’allenatore del Cotinthians, Mano Menezes, ha poi aggiunto: “Se abbiamo deciso di fare questo, si capisce che la riteniamo una cosa positiva. L’arrivo di Jadson ci dà la possibilità di fare quello che vogliamo, e lo scambio è positivo pure per Pato”.

Saranno felici i tifosi del Corinthians che  nell’ultimo fine settimana, hanno invaso il centro di allenamento della squadra per protestare. Le proteste nei confronti di Pato si sarebbero poi trasformate in vere e proprie minacce e il giocatore avrebbe deciso di lasciare il club, al quale è legato da un contratto che scadrà nel 2016.

Il suo agente, l’avvocato Luiz Bussab, ha riferito ai media brasiliani che l’attaccante non si sentiva più sicuro e voleva andarsene. Tuttavia, Menezes ha negato che l’incidente possa favorire il trasferimento dell’attaccante e ha detto che la decisione è stata presa, partendo dall’idea di costruire “un nuovo gruppo, una formazione diversa”.

Il Corinthians ha pagato circa 15 milioni di euro per acquisire il cartellino di Pato dal Milan, nel 2013, in quello che è considerato uno dei più grandi trasferimenti della storia del calcio brasiliano.

E se Galliani lasciasse il Milan…? Il Cagliari è su di lui

adriano-galliani-cagliari-tuttacronacaHa del clamoroso la notizia riportata da Tuttosport che spiega che il Cagliari ha nel mirino Adriano Galliani. Per quel che riguarda i rossoblù, al momento il presidente Cellino è in trattativa con la famiglia Al Thani che potrebbe entrare in società e in questo contesto si è pensato, come dirigente per il futuro, proprio all’ad del Milan. Nei giorni scorsi a Ginevra Cellino ha firmato il nuovo contratto di sponsorizzazione con la MSC Crociere e c’erano presenti anche due rappresentati della ricchissima famiglia di Abu Dhabi. Nella stessa occasione è circolato il nome di Galliani e sembra che Cellino abbia già presentato un’offerta per i prossimi 3 anni al dirigente rossonero. Va comunque considerato che, dopo periodi di forte tensione, in casa Milan per l’ad è tornato il sereno e al momento ci si aspetta che rifiuti la proposta, ma fino a giugno c’è tempo e non è possibile mettere già una pietra sopra al discorso.

L’incredibile schianto in auto di Niang!

ferrari-niang-mbaye-tuttacronacaMbaye Niang continua a far parlare di sè anche ora che, dal Milan, è passato in prestito al Montpellier. Se quando ancora vestiva la maglia rossonera si era spacciato per il compagno di squadra Traore perché sprovvisto di patente, ora l’attaccante è stato protagonista di uno spettacolare schianto con la sua Ferrari, finita contro un albero.Il giocatore è rimasto illeso, ma non si può certo dire lo stesso della sua auto…

Il mercato è chiuso… ma il Milan già si muove?

agazzi-milan-tuttacronacaSe Tuttosport ha riportato la notizia che Michael Agazzi, estremo difensore del Chievo con contratto in scadenza a giugno, sarà il portiere del Milan nella stagione 2014/2015 e firmerà un accordo col club rossonero per i prossimi 3 o 4 anni, è Galliani che gela il discorso. L’ad rossonero, intercettato dai cronisti al momento del suo ingresso in ‘Lega Calcio’, ha prima parlato del rendimento di Seedorf, per poi mettere uno stop alle voci che circolano circa il portiere:  “Clarence ha cambiato mentalità, modulo e i giocatori si applicano molto, siamo pienamente soddisfatti. Seedorf a Madrid? Non l’ho ancora sentito, ma ho visto un po’ di Atletico e le altre partite della Liga in televisione. La squadra di Simeone è una squadra che corre tantissimo, sta dimostrando una condizione atletica straordinaria, deve avere un preparatore atletico eccezionale. Erano anni che in Spagna non c’era in testa una squadra diversa da Real  Madrid e Barcellona quindi è una cosa super per loro. Se con loro giocheremo più prudenti? Chiedetelo a Seedorf. Agazzi? E’ un’ipotesi, ma non è vero che sia fatta. E’ un giocatore a fine contratto, quindi vedremo. Lasciateci un attimo di tregua, il mercato si è appena chiuso”.

A San Siro un match divertente che termina in pareggio: Milan-Torino 1-1

milan-torino-tuttacronacaA inizio stagione nessuno lo avrebbe detto, ma per questa sfida tra due storici club il Torino arriva a San Siro forte di un vantaggio di 4 punti in classifica. A questo anticipo della 22a giornata di campionato, tuttavia, i rossoneri arrivano carichi, forti di due vittorie consecutive anche se devono fare i conti con la squalifica di Balotelli. Da parte loro, quella dei granata è una stagione storica e per questo l’attesa per il match, che promette spettacolo, è alta. Al 17′ gli uomini di Ventura, dopo essersi già resi pericolosi in precedenza, si portano in vantaggio: Immobile si presenta da solo davanti ad Abbiati e insacca. Bonera, che poco prima aveva difeso l’area, pensava fosse in fuorigioco. 0-1! Il primo tempo, caratterizzato da un buon ritmo ma ocn il milan troppo prevedibile in attacco, termina su questo risultato che vede in vantaggio i granata.

Al 5′ della ripresa arriva la risposta dei rossoneri con un tiro di Rami dal limite. Il centrale francese controlla palla portandosela sul destro e poi lascia partire un missile che viene deviato finendo alle spalle di Padelli sul secondo palo. 1-1!

Il terzo anticipo della 22a giornata di campionato termina con un pareggio dopo 90 minuti godibili con i rossoneri che hanno fatto molto possesso palla, spesso evanescente e i ragazzi di Ventura che si sono resi pericolosi in contropiede coi due talentuosi Cerci e Immobile.

Altro due di picche sul mercato per la Juve: l’ultimo tentativo va a vuoto

conte-juventus-facepalm-tuttacronacaCome il Milan, anche la Juventus aveva preso di mira il centrocampista portoghese del Manchester United Nani. Ma se i rossoneri non hanno imbastito alcuna trattativa, i bianconeri , stando a quanto riferisce Sky Sportm hanno provato a sferrare il colpo nelle ultime ore utili per il calciomercato. il club avrebbe tentato di prendere il ragazzo in prestito con diritto di riscatto a favore, ricevendo però un secco rifiuto dai rossi inglesi.

Il Milan e il colpo mancato sul mercato

nani-tuttacronacaIl mercato si è chiuso e il Milan, dopo il fallimento della trattativa con il Parma per l’arrivo di Biabiany, non ha portato nella rosa di Seedorf neanche Nani del Manchester United. Questo perchè, come spiega Milanlive.it, non è stata imbastita alcuna trattativa concreta in quanto il fantasista portoghese si trova attualmente ai box per infortunio e rientrerà tra oltre un mese. Inoltre non era possibile impiegarlo in Champions League poiché era già sceso in campo nella stessa competizione con la maglia dei Red Devils.

Clamoroso! Il Milan rischia di essere cacciato da San Siro

san-siro-milan-tuttacronacaIl Milan rischia l’esclusione da San Siro. Tutto per colpa del suo presidente onorario Berlusconi, della sua condanna e della decadenza dal Senato. Questo perchè la bozza del nuovo ‘Codice etico dello sport’ che Palazzo Marino sta mettendo a punto e che prevede che chi ha subìto condanne a più di due anni o presenta motivi di ineleggibilità alle cariche pubbliche non possa gestire strutture sportive comunali. Sulle spalle di Berlusconi pesa una condanna a quattri anni per frode fiscale a seguito del processo Mediaset. Il Corriere della Sera riporta che la bozza è stata per il momento fermata per sottoporla a ulteriori valutazioni perché mezza città, quella di fede rossonera, potrebbe scagliarsi contro Giuliano Pisapia. Le ipotesi al vaglio di Palazzo Marino sono due. La prima, richiamando la legge 267 del 2000 del Testo unico degli enti locali, escluderebbe dalla gestione di impianti comunali chi ha condanne superiori a due anni. La seconda, ancora più severa, andrebbe a colpire chi ha condanne anche di primo grado o è stato interdetto dai pubblici uffici. Il Cavaliere a questo punto potrebbe dimettersi dalla squadra.

Il colpo last-minute del Milan

taarabt-tuttacronacaIl club rossonero ha sferrato un colpo di mercato quasi al termine della sessione e si è aggiudicato Adel Taarabt, che arriva dal Fulham. Il versatile giocatore offensivo classe ’89, marocchino con passaporto francese, di proprietà del Queens Park Rangers, ha giocato in prestito negli ultimi sei mesi e ora arriva con la formula del prestito secco: domani mattina sarà a Milano. Filtrava ottimismo anche sul possibile scambio con Zaccardo, questa mattina poi è spuntato anche un intoppo per definire il passaggio del difensore a Craven Cottage, e allora lo scambio è stato sul punto di saltare.Ma in seguito è arrivata la fumata bianca e l’ok alla partenza di Taarabt.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

Chef and Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

max lucien

il linguaggio della passione

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: