Un po’ di tricolore in casa Apple: il nuovo direttore finanziario è un italiano

luca-maestri-apple-tuttacronacaIl senior vice president Peter Oppenheimer, che da dieci anni ricopre la carica Cfo, il direttore finanziario, di Apple, si ritirerà entro settembre. Nel renderlo noto, il colosso ha anche comunicato chi prenderà il suo posto: l’italiano Luca Maestri, sul campo da oltre 25 anni. Maestri, laureato alla Luiss University di Roma e con un master in “Science of Management” alla Boston University, è cresciuto lavorando presso GM, Xerox e Nokia-Siemens. Peter Oppenheimer ha contestualmente acquisito una posizione nel Cda di Goldman Sachs e passerà il ruolo di Cfp a Luca Maestri già nel mese di giugno. Dopo Ron Johnson e Scott Forstall questo è il terzo addio dai piani alti di Cupertino a seguito della scomparsa di Steve Jobs. Tim Cook, amministratore delegato di Apple, ha detto: “Peter e’ stato chief financial officer nell’ultimo decennio durante il quale i ricavi annuali di Apple sono cresciuti da 8 miliardi di dollari a 171 miliardi di dollari. La sua leadership e la sua esperienza sono state strumentali al successo di Apple, non solo come chief financial officer ma in molte aree al di là della finanza”. Quindi ha lodato Maestri: “Quando lo abbiamo assunto sapevamo che sarebbe stato il successore di Peter. Il suo contributo ad Apple è già stato significativo e si è rapidamente guadagnato il rispetto dei colleghi”

Polemica in rete: la foto della bimba che imbraccia il fucile

bimba-fucile-tuttacronacaNegli Usa continua il dibattito sulle armi e intanto un padre posta la foto della propria bimba di appena sei mesi con un mitra in braccio. Lo scatto è parso innocente a qualcuno, mentre altri hanno subito criticato l’iniziativa, anche perchè il luogo dov’è stata scattata la foto dista nemmeno mezz’ora da Newtown, la cittadina dove nel 2012 avvenne la strage alla scuola Sandy Hook. Un solo post, quindi, e la bufera si è scatenata. La bimba stava con il padre in un’armeria della cittadina di Woodbridge quando è scattata la ‘prova-peso’ del fucile. Il padre ha raccontato alla locale tv: “La piccolina si è naturalmente impadronita dell’arma quando io cercavo di capire quanto pesasse. Non c’è niente di male in quello che ho fatto”. La foto è poi passata dalla pagina Facebook del padre di Genevieve a quella della Woodbridge Firearms Trading, l’armeria.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Gli animali più influenti del 2013!

sunny-casa-bianca-tuttacronaca

Al primo posto non poteva mancare Sunny, la nuova cagnolina della famiglia Obama. Lei, come Bo, l’altro cane di famiglia, rigorosamente di razza. Il 2013 è stato quindi l’anno in cui il Presidente degli Stati Uniti ha dovuto piegare la testa, almeno in famiglia, e accettare un secondo cane dopo che nel 2012, nel discorso subito dopo la vittoria, aveva affermato che “un cane era più che sufficiente”. Al secondo posto si piazza l’ultima scoperta: l’Olinguito, il simpatico animaletto di cui si è data la notizia della scoperta nel mese di agosto. Un altro protagonista del 2013 è stato il cane ritrovato sotto le macerie di una casa dopo il passaggio del tornado a Oklahoma nel mese di maggio.

In questo 2013 in prima linea negli attentati di Boston e nella strage di Newtown sono stati usati cinque golden retriever, cani addestrati per portare conforto e sostegno emotivo dopo le grandi sciagure.

Da non dimenticarsi neppure dell’invasione di cicale a New York City. L’invasione che è avvenuta dopo 17 anni era stata descritta dai media americani come una piaga che si sarebbe riversata sulla città con migliaia di miliardi di terrificanti mostri che avrebbero reso invivibile ogni attività. Il fenomeno che si ripete a ondate costanti è bene conosciuto e non ha nulla di così tremendo se non la noia di quel caratteristico rumore provocato da questi animali… ma il fastidio dura relativamente poco, poi per 17 anni non se ne sente più parlare!

Lo shut down ha poi colpito una delle attrazioni più amate degli internauti animalisti che si sono visti privare delle telecamere puntate sui panda giganti. Naturalmente un sospiro di sollievo è arrivato dopo due settimane quando l’accordo sull’innalzamento del debito pubblico è stato raggiunto e la camera è tornata attiva a mostrare le immagini dei panda.

Quelle verità su Adam Lanza a un anno dalla strage di Newtown

adam lanza-tuttacronaca

A più di un anno di distanza, l’inspiegabile strage di Newtown, avvenuta nella scuola elementare Sandyhook, torna nelle cronache ed emergono particolari inquietanti sul figlio di Nancy, uccisa anche lei nella furia omicida di Adam. Mentre guidava verso la scuola, il giovane ascoltava musica rock e portava con sé oltre a dieci chili di munizioni, prelevate dall’armadio che la madre avrebbe dovuto tenere sottochiave. Ma nelle 7mila pagine dell’inchiesta c’è ben altro: un ritratto di una crescente follia. Testimonianze,foto, diari. Gli stessi scritti di Adam da bambino. Ad appena 7 anni il figlio di Nancy  scriveva un inno alla violenza: una vecchietta girava con un bastone che conteneva una mitragliatore con cui poteva uccidere tutti quelli che non le piacevano, soprattutto bambini. Ma oltre al racconto è stato reso noto anche il grafico che il ragazzo aveva realizzato con tutti i principali massacri nelle scuole da quello della Columbine a quelli più recenti. I segni c’erano anche solo ad ascoltare il fratello che ha dichiarato che Adam non voleva essere neppure sfiorato, non voleva che nessuno entrasse nella sua camera, non toccava le maniglie delle porte e continuava ossessivamente a cambiarsi i vestiti più volte al giorno. Nelle pagine della polizia spunta anche lo strano comportamento del ragazzo durante l’uragano Sandy, un mese e mezzo prima del massacro, quando Adam si era rifiutato di voler andare in hotel con la madre ed era rimasto al buio nella sua stanza per giorni.

Era davvero imprevedibile la strage?

 

Il rituale macabro… Natale in armi!

armi, natale, usa,tuttacronaca

Già  l’anno scorso l’avevamo segnalato, ma il rituale macabro torna a ripetersi anche nel Natale 2013. Gli americani non rinunciano neppure quest’anno al loro regalo preferito… le armi! Un regalo per ogni età, a ciascuno la sua arma. dagli adulti ai bambini tutti vogliono farsi fotografare con il nuovo strumento di morte impugnato come trofeo. Dal classico revolver al più avveniristico fucile mitragliatore. Si ritraggono e si postano su Twitter o sui social network, felici di possedere la nuova arma e orgogliosi di mostrarla al mondo… dall’adolescente all’uomo anziano che guarda il mondo attraverso il mirino del suo nuovo fucile, non manca davvero nessuno al macabro rituale… anche chi ha scelto un Ar15, come un bimbo di 10 anni, che si è fatto fotografare con la stessa arma usata nella strage di Newtown.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Sandy Hook, un anno dopo. Niente celebrazioni a Newtown

sandy-hook-tuttacronaca14 dicembre 2012: alla scuola elementare Sandy Hook il 20enne Adam Lanza aprì il fuoco uccidendo 26 persone, tra le quali 20 bambini. Dopo di che, si tolse la vita a sua volta. A Newtown, in Connecticut, quest’anno, in occasione del primo anniversario, non si terrà alcuna cerimonia ufficiale:  le autorità della cittadina del Connecticut non vogliono vedere di nuovo un esercito di giornalisti e chiedono che venga rispettata la privacy degli abitanti e dei parenti delle vittime.

La strage alla scuola elementare Sandy Hook: caso chiuso

newtown-lanza-tuttacronacaEra il 14 dicembre 2012 e Adam Lanza, 20 anni, uccise 26 persone, tra le quali 20 bambini, aprendo il fuoco alla Sandy Hook Elementary School di Newtown, in Connecticut. Ora l’inchiesta su quella strage è considerata un “caso chiuso”. a stabilirlo, il rapporto investigativo. Sul movente che ha spinto il giovane a compiere il massacro, eecondo gli inquirenti, non ci sarà mai una risposta definitiva. “La domanda ovvia è: perché? Purtroppo, tale questione non potrà mai essere risolta definitivamente nonostante le tantissime informazioni raccolte”, si legge nel rapporto. Nel documento viene confermato che Lanza ha agito da solo: prima ha ucciso la madre, poi si è recato alla scuola elementare armato del suo fucile Bushmaster per poi suicidarsi con una pistola Glock 20. Tutte le armi erano state regolarmente acquistate dalla madre di Lanza. Il rapporto spiega ancora che il ventenne aveva pianificato la strage, ma aveva mantenuto i suoi progetti segreti. Il giovane – si legge – aveva “significativi problemi mentali”, ma la mattina del 14 dicembre ha agito “intenzionalmente e consapevolmente”.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Sandy Hook: al via la demolizione della scuola degli orrori

newtown-tuttacronacaEra il 14 dicembre 2012 quando il 20enne Adam Lanza aprì il fuoco all’interno dell’istituto Sandy Hook uccidendo a colpi di fucile 20 bambini e 16 adulti prima di togliersi a sua volta la vita. Ora nella cittadina di Newtown, in Connecticut, si sta demolendo la scuola degli orrori e le autorità hanno fatto sapere che ogni singolo mattone o detrito che rimarrà dell’edificio sarà polverizzato e tutte le parti in metallo verranno fuse.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Newton: i famigliari delle vittime ricevono telefonate in favore delle armi.

newton-strage-armi-tuttacronaca

Una valanga di telefonate preregistrate e lettere nelle cassette postali per convincere le famiglie ad opporsi alla stretta sulle armi voluta dall’amministrazione Obama. E’ la strategia che la National rifle association (Nra), la potentissima lobby delle armi, sta utilizzando in questi giorni in Connecticut, dove l’Assemblea generale sta facendo passi da gigante verso un più stringente “gun control”. Nulla di strano, se non fosse che ad essere bombardate di spam che difende il diritto a possedere pistole, fucili e armi da guerra sono le famiglie di Newtown.

“Il vostro senatore, Art Linares, avrà un ruolo chiave nella discussione sulla legge che limiterà il vostro diritto a possedere un’arma – scandisce la voce registrata – molti legislatori stanno presentando in maniera aggressiva numerose proposte per disarmare e punire i possessori di armi rispettosi della legge e gli appassionati di tiro sportivo. (…) E’ di vitale importanza che chiamiate il senatore Linares (…) e gli chiediate di opporsi a ogni tipo di legge che leda i diritti garantiti dal Secondo emendamento e il vostro diritto alla difesa personale“. Con tanto di numero di telefono a cui chiamare il politico.

Le famiglie, indignate, hanno deciso di reagire. L’allarme è stato lanciato su Facebook dalla “Newtown action alliance“, nata sull’onda emotiva causata dalla strage per promuovere la cultura del “gun control” nel Connecticut.

OBAMA SI ARRENDE ALLE ARMI! Nulla di fatto con i fucili d’assalto.

obama-riforma-armi-fucili-assalto

La scia di sangue alimentata dalle stragi negli Usa non è bastata a fermare il mercato delle armi. Così la riforma promossa con forza dal presidente americano, Barack Obama, perde uno dei suoi pezzi principali: la messa al bando dei fucili d’assalto. Lo hanno deciso i vertici del partito democratico al termine di un aspro confronto. A stoppare l’iniziativa è stato un senatore dell’Arizona, preoccupato dalla reazione del suo elettorato.

 Il passo indietro imposto dal capogruppo Harry Reid si spiega con la preoccupazione sua e di molti eletti negli Stati del West, dove anche gli elettori democratici sono fan delle armi, di non essere riconfermati alle prossime consultazioni di midterm, nel novembre 2014. Reid ha detto chiaramente che un testo che contenesse questo divieto avrebbe appena 40 voti su 100 al Senato, con ben 15 defezioni tra le fila di Obama.

La più delusa per questa decisione è la senatrice della California, Dianne Feinstein, prima firmataria della riforma. “I nemici della riforma sono molto potenti. Questo lo so da una vita, ma sono ancora fiduciosa di portare a casa la mia idea”. L’obiettivo primario resta comunque l’approvazione finale della riforma sulle armi entro l’anno. Con la Camera in mano all’opposizione repubblicana, Obama per primo sa che è necessario un’intesa bipartisan se si vuole far approvare il provvedimento.

Per la messa al bando delle armi letali, resta ancora aperta la strada dell’emendamento. Secondo la proposta di Feinstein, si dovrebbe proibire la vendita al pubblico di circa 160 fucili mitragliatori: una categoria in cui rientrano le armi tristemente famose per essere state usate nelle stragi più recenti, da Aurora a Newtown.

Come in un macabro videogames? Lanza vs Breivik?

Sandy-Hook-Times-cartoon-600

Adam Lanza era ossessionato dallo stragista norvegese Anders Breivik e voleva fare più morti di lui. Questo era il motivo principale dell’attacco alla scuola Newton. La Sandy Hook era un bersaglio facile e affollato: perfetto per compiere il suo gesto folle. Per “fortuna” Lanza non è riuscito a trucidare le 77 persone come Breivik. Una ricostruzione inquietante lanciata dalla tv Cbs e attribuita a due funzionari anonimi coinvolti nell’inchiesta ma smentita da fonti ufficiali della polizia che hanno parlato di «speculazioni». Secondo l’emittente Lanza si sentiva quasi in competizione con Breivik e dunque ha pianificato con cura l’attacco per poterlo superare nel bilancio di vittime. Solo l’intervento della polizia ha bloccato la sua azione e Adam si è suicidato con una delle sue armi.

Lanza, sempre secondo le indiscrezioni della Cbs, si sarebbe ispirato anche ad alcuni videogiochi, molto violenti che la polizia ha sequestrato nel seminterrato della sua abitazione. Diverse testimonianze hanno raccontato che il giovane trascorreva intere giornate al computer. E quello era il suo unico passatempo insieme a qualche puntata al poligono insieme alla madre. Per ora gli investigatori non hanno precisato quali siano gli elementi che hanno permesso di collegare a Lanza a Breivik, attualmente detenuto in una prigione in Norvegia. Forse hanno rinvenuto dei documenti, degli scritti di Adam. Oppure è emerso qualcosa online.

Va ricordato che il giovane, poco prima dell’eccidio, ha distrutto la memoria del pc, una mossa per nascondere la navigazione sul web ed eventuali contatti. E all’indomani dell’attacco alla scuola si è parlato della possibilità – o meno – per l’Fbi di recuperare dei dati. Contrastanti le risposte delle fonti investigative, anche se molti ritengono che l’agenzia federale sia in grado di ricostruire una parte della vita digitale di Adam. Aspetto non secondario per comprendere il movente della strage del 14 dicembre e il profilo, davvero, enigmatico del suo protagonista.

“America The Beautiful” al Superbowl cantata da bambini della Sandy Hook

I bambini della Sandy Hook di Newtown (Ct) canteranno al Superbowl di domenica prossima che si terrà a New Orleans.

superbowl-2012-indianapolis

Ritorno al passato! 2,8 mln di americani hanno fatto richiesta per un’arma!

E’ questa la reazione al massacro della scuola in Connecticut??? Mentre si temono leggi più restrittive, il mercato delle armi vola ad alta quota. MA CHE CI DEVONO FARE???

Si torna a scuola! Domani i bambini della Sandy Hook saranno sui banchi

Un altro edificio ospiterà i bambini sopravvissuti alla follia di Adam Lanza. In questi giorni si sono svolti anche i funerali dell’autore della strage ed è stato sepolto in un luogo segreto.

BeFunky_ViewFinder_7

Obama e il suo peggior giorno di presidenza: la strage di Sandy Hook

BeFunky_ViewFinder_2

Sandy Hook: bambino chiede 100mila euro di risarcimento al Connecticut

Per colpa dei microfoni della scuola che hanno fatto rimbombare nel complesso maledizioni, spari e urla che hanno danneggiato la psiche del piccolo.

Trauma o speculazione? 

jx1hHdko

Lo Utah arriva per primo e non aspetta l’America!

A Salt Lake City gli insegnanti si sono trovati nel palazzetto dello sport della città per esercitarsi a sparare. SIAMO ANCORA AI TEMPI DELLA FRONTIERA? E QUESTA E’ L’AMERICA DEL GRANDE SOGNO? L’AMERICA CHE SPINGE I CITTADINI ALLA FELICITA’ O ALL’OMICIDIO?

cnFXPvl9

Un macabro scherzo? No, una vergognosa realtà!

Gli americani si regalano a Natale un AR15, il fucile imbracciato da Adam Lanza per la strage nella scuola di Newtown. Già come gesto sarebbe indegno di un popolo che da sempre si dichiara “civile”, ma ancora più vergognoso ed aberrante è farsi fotografare con l’arma in pugno e postarlo su Instagram.

BENVENUTI IN USA!

C_2_fotogallery_1016198__ImageGallery__imageGalleryItem_4_imageC_2_fotogallery_1016198__ImageGallery__imageGalleryItem_5_image

Adam voleva diventare un Marine!

Agghiacciante rivelazione. La madre per un periodo lo aveva incoraggiato, poi invece lo ha ostacolato.

connecticut-lanza-_2430069b

Mentre il 52% di americani vuole restrizione alle armi, Simon suona ai funerali.

 

Paul Simon aveva cantato la stessa canzone per Ground Zero.

 

Sciacalli della memoria! A Newton falsa raccolta fondi in memoria di un bimbo

Noah Pozner, 6 anni, è rimasto vittima della follia omicida di Adam Lanza… ora è vittima di una truffa. E’ stato aperto un sito web a suo nome che raccoglieva fondi, naturalmente per arricchire le tasche di qualcuno e non come sostegno alla famiglia della piccola vittima.

87610e6aa39ee4bdf6b320f43ae457ec

Ricostruito in 3D il massacro alla Sandy Hook Elementary School

Uccisa nel letto! Adam ha sparato 4 colpi alla madre mentre dormiva

vystrasene-tvare1_2

“Viveva come un topo rintanato nel sotterraneo della casa della madre!”

Così un idraulico, Peter Wlasuk, che ha lavorato nella casa della famiglia Lanza  ha descritto la vita di Adam. Wlasuk al quotidiano The Sun ha dichiarato: “Avevano una bellissima casa ma lui viveva ‘sotto’. Ho sempre pensato che fosse strano. C’era tutto: letto, bagno, scrivania, computer e tv. Ma non c’erano finestre”. Poi emergono altri particolari agghiaccianti come l’ossessione per armi e attrezzature militari o la sua folle passione per i videogiochi violenti. Sembra che Adam passasse intere giornate a giocare a  “Call of Duty”, un videogioco estremamente violento, la cui pubblicità in Gran Bretagna è stata vietata nelle ore diurne.

Call-of-Duty-4-Modern-Warfare-call-of-duty-4-16246423-1280-800

Walmart ritira la vendita del fucile usato per strage, mentre s’indaga sulla madre

Walmart la più grande catena di supermercati d’America, specializzata anche nella vendita di armi, ha cancellato la pagina dove era possibile acquistare un fucile simile a quello utilizzato nella strage di Sandy Hook.

Ma mentre si cerca in tutti i modi e con iniziative personali di limitare la vendita di armi automatiche, s’indaga anche nella vita di Nancy Lanza, madre dell’assassino.

Nancy Lanza non era solo un’appassionata di armi, ma era una “prepper”, cioè una persona che si prepara sempre al peggio per affrontare ogni tipo di calamità prevedibile. Per questo motivo possedeva cinque fucili, tutti regolarmente registrati, tre dei quali sono stati usati dal figlio per la strage.

Emerge anche che Nancy era un’analista finanziaria in pensione, che dopo la separazione dal padre di Adam, nel 2008, aveva preso l’abitudine di recarsi spesso al poligono di tiro. Non solo come passatempo, ma anche per tenere in esercizio la propria mira. Spesso Adam la seguiva. La signora Lanza inoltre avrebbe confidato a un amico di famiglia di essere molto preoccupata per Adam, sentiva che “lo stava perdendo”.

LA STRAGE ERA EVITABILE? SU QUESTO L’AMERICA S’INTERROGA, MENTRE LA COMUNITA’ DI NEWTOWN CERCA DI STARE  ACCANTO AI FAMIGLIARI DELLE VITTIME.

Nancy-Lanza-2-jpg

Dopo la strage: fondo d’investimento Usa vende gruppo produttore di armi

La Cerberus Capital Management ha annunciato la vendita del gruppo produttore di armi Freedom Group. Una delle aziende inglobate nel gruppo era la Bushmaster, produttrice del fucile Ar-15, l’arma usata da Lanza per togliere la vita a 27 persone.

La bimba che ha commosso l’America

Durante il massacro alla Sandy Hook Elementary School una bambina si è nascosta tra i corpi dei compagni morti e si è finta anche lei priva di vita. Appena ha capito che poteva muoversi è scappata fuori dalla scuola coperta di sangue, ma viva.

628x471

 

Obama contro le armi d’assalto: meno violenza!

The-Dark-Knight-Rises-Wallpapers

Obama si assume un nuovo impegno: “Garantire la sicurezza dei bambini”

Obama nella tragedia! Arrivato a Newtown per incontrare i genitori delle vittime.

Sandy-Hook-Connecticut-shooting-vigil-4-jpg

Newtown. Evacuata chiesa durante la funzione per allarme bomba poi rientrato.

La chiesa, un edificio che sorge a 1,6 km dalla scuola teatro della strage di venerdì, era frequentata anche da Lanza e da 8 delle sue piccole vittime.

Il mea culpa degli Usa porterà al bando le armi da assalto?

I democratici con la senatrice Dianne Feinstein presenteranno un progetto nella prima riunione del nuovo Congresso Usa.

img_606X341_Firefighters-pray-in-front-memorial-along-the-road-to-Sandy-Hook-Elementary-School-RTR3BM9C

La strage poteva diventare carneficina? Sì, se la polizia non fosse arrivata!

Da quanto si apprende sembra che Adam Lanza avesse intenzione di continuare a sparare all’interno della scuola. Ha deciso di uccidersi solo quando ha sentito le prime squadre della polizia fare irruzione nell’edificio.

Adam Lanza

Strage in Connecticut: prima di imbracciare le armi Lanza ha rotto il computer

Sulla strage allucinata di Adam Lanza è giallo: post online annunciava tragedia

Un ‘post’ su 4Chan alla vigilia della strage aveva preannunciato la tragedia? Mercoledì, due giorni prima della strage nella scuola elementare di Newtown, un messaggio anonimo aveva minacciato un suicidio per venerdì mattina, che «avrebbe fatto notizia». Era di Adam Lanza, il ragazzo che ha ucciso 20 bambini e sei maestre prima di togliersi la vita? Secondo Infowars, il post è apparso sulla piattaforma di condivisione da cui è nato Anonimous alle 22:18 di mercoledì sotto l’username ‘iKTatjYX’: «Mi ucciderò venerdì e finirà sulle tv, guardate alle 9». Sotto il messaggio la foto di Eric Harris e Dylan Klebold, i killer della Columbine High School in Colorado, in un lago di sangue. «Vivo in Connecticut, posso dire solo questo», risponde ‘iKTatjYX’ a chi gli chiedeva chi fosse. Il post è stato il suo ultimo messaggio?

121612_ff_doocy_640

Arriva nella città dei sogni spezzati! Obama a Newtown per una veglia.

C_2_fotogallery_1015907__ImageGallery__imageGalleryItem_5_image

Lista dall’inferno: 12 bambine, 8 bambini, 6 donne adulte

C_2_fotogallery_1015907__ImageGallery__imageGalleryItem_2_image

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: