La nostra sicurezza è a rischio, la polizia è in crisi!

polizia-scontri-tuttacronaca

Tagli e la “macchina” della polizia va in crisi. Il problema parte proprio dalle auto, quelle destinate a rimanere parcheggiate perché non ci sono i soldi per la riparazione, ma poi si arriva anche negli uffici in particolare quelli dell’intelligence dove le risorse sono pochissimi e molti mezzi di prevenzione del crimine non posso essere più usati. Ma come afferma l’Huffington Post il paradosso è anche nelle centinaia di   milioni di euro del Fondo Unico Giustizia, che dovrebbero servire anche alla riqualificazione della polizia e invece non si sa dove sono e perché sono “intoccabili”. La lunga intervista a Nicola Tanzi, segretario sap rilasciata all’Huff apre finestre inquietanti sulla polizia italiana e sulla sicurezza dei cittadini. Ne riportiamo uno stralcio:

Di fronte alla scarsità di risorse, quali sono le vostre proposte? Da dove si inizia?

Sono sei anni che il sindacato chiede una razionalizzazione delle forze in campo. Non è più possibile avere cinque corpi di polizia sul territorio nazionale. È giunta l’ora di studiare un meccanismo di razionalizzazione che miri a ottimizzare le risorse. Come è successo in Francia, anche in Italia è arrivato il momento di mettere tutte le forze di polizia alle dipendenze del ministero degli Interni. Non ci possiamo più permettere nessuno spreco. Cinque sale operative nelle diverse città sono troppe.

Cosa vi aspettate dal governo? Quali sono le mosse che vi hanno infastidito di più nel 2013?

Siamo stanchi della mancanza di coraggio da parte della politica. Dal governo ci aspettiamo più coraggio. Soprattutto, siamo stanchi di finte soluzioni. Le faccio un esempio eclatante. La Corte di giustizia europea ha condannato l’Italia per inadempienza sull’attivazione del numero telefonico d’emergenza europeo 112. E l’Italia cosa fa? Invece di attrezzarsi per risolvere la questione, sperimenta una soluzione che affida a un call center privato lo smistamento delle telefonate d’emergenza, con evidenti problemi per la privacy dei cittadini e mettendo a rischio la capacità delle forze dell’ordine di garantire la sicurezza.

Ci spieghi meglio. Se io chiamo il 112 per denunciare un reato mi potrebbe rispondere l’operatore di un call center?

Esatto. In alcune città è in corso una sperimentazione che affida a delle società private lo smistamento delle telefonate al numero d’emergenza. Questo vuol dire che se un cittadino in difficoltà chiama il 112 a rispondergli è un altro cittadino, dipendente (o magari collaboratore) di una società privata che ha vinto l’appalto. Le criticità di un sistema del genere sono moltissime. Come la mettiamo, ad esempio, con i reati perseguibili d’ufficio? Se a rispondere al telefono è un pubblico ufficiale ha il dovere di comunicare il tutto all’autorità giudiziaria, altrimenti compie il reato di omissione d’atto d’ufficio. Il cittadino normale, invece, non è obbligato a riferire il fatto costituente reato. Ma è solo uno dei problemi. Sulla privacy, ad esempio, si aprono punti interrogativi enormi. Se ad esempio chiamo per denunciare una violenza sessuale, non è forse lecito aspettarsi che dall’altra parte del telefono ci sia un pubblico ufficiale, e non l’operatore di un call center di cui non so neanche il nome? Infine, non sono neanche sicuro che con questa soluzione si finisca con il risparmiare davvero. Bisogna considerare i soldi per l’appalto privato.

Dove è in corso questa sperimentazione?

In alcune città soprattutto della Lombardia. È stata voluta dal presidente della Regione Roberto Maroni, uno dei politici che in questi anni hanno più insistito sulla sicurezza. Un paradosso, non le pare?

 

Annunci

Quelle verità su Adam Lanza a un anno dalla strage di Newtown

adam lanza-tuttacronaca

A più di un anno di distanza, l’inspiegabile strage di Newtown, avvenuta nella scuola elementare Sandyhook, torna nelle cronache ed emergono particolari inquietanti sul figlio di Nancy, uccisa anche lei nella furia omicida di Adam. Mentre guidava verso la scuola, il giovane ascoltava musica rock e portava con sé oltre a dieci chili di munizioni, prelevate dall’armadio che la madre avrebbe dovuto tenere sottochiave. Ma nelle 7mila pagine dell’inchiesta c’è ben altro: un ritratto di una crescente follia. Testimonianze,foto, diari. Gli stessi scritti di Adam da bambino. Ad appena 7 anni il figlio di Nancy  scriveva un inno alla violenza: una vecchietta girava con un bastone che conteneva una mitragliatore con cui poteva uccidere tutti quelli che non le piacevano, soprattutto bambini. Ma oltre al racconto è stato reso noto anche il grafico che il ragazzo aveva realizzato con tutti i principali massacri nelle scuole da quello della Columbine a quelli più recenti. I segni c’erano anche solo ad ascoltare il fratello che ha dichiarato che Adam non voleva essere neppure sfiorato, non voleva che nessuno entrasse nella sua camera, non toccava le maniglie delle porte e continuava ossessivamente a cambiarsi i vestiti più volte al giorno. Nelle pagine della polizia spunta anche lo strano comportamento del ragazzo durante l’uragano Sandy, un mese e mezzo prima del massacro, quando Adam si era rifiutato di voler andare in hotel con la madre ed era rimasto al buio nella sua stanza per giorni.

Era davvero imprevedibile la strage?

 

Sandy Hook, un anno dopo. Niente celebrazioni a Newtown

sandy-hook-tuttacronaca14 dicembre 2012: alla scuola elementare Sandy Hook il 20enne Adam Lanza aprì il fuoco uccidendo 26 persone, tra le quali 20 bambini. Dopo di che, si tolse la vita a sua volta. A Newtown, in Connecticut, quest’anno, in occasione del primo anniversario, non si terrà alcuna cerimonia ufficiale:  le autorità della cittadina del Connecticut non vogliono vedere di nuovo un esercito di giornalisti e chiedono che venga rispettata la privacy degli abitanti e dei parenti delle vittime.

La strage alla scuola elementare Sandy Hook: caso chiuso

newtown-lanza-tuttacronacaEra il 14 dicembre 2012 e Adam Lanza, 20 anni, uccise 26 persone, tra le quali 20 bambini, aprendo il fuoco alla Sandy Hook Elementary School di Newtown, in Connecticut. Ora l’inchiesta su quella strage è considerata un “caso chiuso”. a stabilirlo, il rapporto investigativo. Sul movente che ha spinto il giovane a compiere il massacro, eecondo gli inquirenti, non ci sarà mai una risposta definitiva. “La domanda ovvia è: perché? Purtroppo, tale questione non potrà mai essere risolta definitivamente nonostante le tantissime informazioni raccolte”, si legge nel rapporto. Nel documento viene confermato che Lanza ha agito da solo: prima ha ucciso la madre, poi si è recato alla scuola elementare armato del suo fucile Bushmaster per poi suicidarsi con una pistola Glock 20. Tutte le armi erano state regolarmente acquistate dalla madre di Lanza. Il rapporto spiega ancora che il ventenne aveva pianificato la strage, ma aveva mantenuto i suoi progetti segreti. Il giovane – si legge – aveva “significativi problemi mentali”, ma la mattina del 14 dicembre ha agito “intenzionalmente e consapevolmente”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Stabilità che spacca il Pd, esecutivo in minoranza in commissione bilancio!

pallottoliere-tuttacronaca

Il pallottoliere non è a favore dell’esecutivo! La Legge di Stabilità spacca il Pd su un emendamento relativo alla manutenzione degli immobili delle forze dell’ordine. Il governo è andato ko su una norma che garantirà autonomia gestionale per la manutenzione degli immobili alla Polizia di Stato, ai Carabinieri, ai Vigili del Fuoco e alla Guardia di Finanza abolendo così il ‘manutentore unico’ gestito dal demanio. Ad annunciarlo sono stati Silvana Comaroli e Jonny Crosio, componenti per la Lega Nord della commissione Bilancio. Ma la notizia è stata poi confermata da fonti del governo.

15enne finisce in comunità: ha cercato di strangolare la madre

figlio-maltratta-madre-tuttacronacaA Bovalino, in provincia di Reggio Calabria, gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato un 15enne in flagranza di reato. Il giovane, responsabile di maltrattamenti, estorsione e stalking nei confronti della madre e del convivente, stava tentando di strangolare la donna dopo averne aggredito il compagno. La storia che gli agenti hanno ricostruito parla di degrado familiare, costellata di intimidazioni e violenze mai denunciate dall’adulta, per amore del figlio che era arrivato a minacciarla con un coltello. Ora il 15enne è stato collocato in una comunità per minori a Catanzaro.

Il Comune di Gorizia sfratta la Questura

comune-di-gorizia-tuttacronaca

Il Comune di Gorizia dà causa allo Stato e rivendica i canoni di locazione non pagati per la caserma Massarelli, uno stabile di proprietà comunale che dal 1982 ospita una parte degli uffici della questura.  La delibera che avvia la causa contro lo Stato è stata approvata stamani dalla giunta municipale e chiede la convalida e la successiva esecuzione dello sfratto per finita locazione della caserma, «occupata senza titolo dalla Polizia di Stato, nonché il completo pagamento dell’indennità di occupazione nel frattempo maturata». Il contratto di locazione effettivamente sarebbe cessato il 31 maggio di quattro anni fa, ma il Comune aveva poi proposto la stipula di un nuovo contratto con un canone di 234mila euro annui, ma tale contratto pur ritenuto congruo dall’Agenzia del Demanio di Udine non è mai stato firmato poiché non si è giunti a un’intesa.  Nel marzo scorso il Comune ha sottoscritto con la Prefettura un verbale di conciliazione, in base al quale il Viminale ha disposto l’accreditamento di 308 mila euro, accettate dall’amministrazione comunale solo a titolo di acconto: all’appello, dunque, mancano somme per oltre 650 mila euro.

«Spero che questa azione eclatante faccia riflettere il ministero sulla gravità della situazione e che si possa risolvere questa vicenda kafkiana», ha dichiarato stamani il sindaco, Ettore Romoli, che nei mesi scorsi ha contattato a più riprese i competenti uffici della Polizia di Stato e del Ministero per trovare una soluzione.

Ma poi a sfrattare la Questura andrà la polizia? La fantasia burocratica a volte supera la realtà!

Follia a Napoli: nigeriano picchia un cane, bastona il padrone e morde gli agenti

nigeriano-calci-morsi

Ieri pomeriggio, in via Orsi, una strada centrale del Vomero, a Napoli, un nigeriano di 30 anni senza fissa dimora e che sopravvive vendendo fazzoletti, senza alcun motivo apparente ha iniziato a colpire un cagnolino che si trovava al guinzaglio del suo padrone. Quando il proprietario ha reagito, l’aggressore ha raccolto un bastone da terra e si è avventato sull’uomo colpendolo al volto. Una pattuglia della Polizia municipale è giunta sul posto proprio in quel momento ma il nigeriano non ha desistito, anzi, la sua furia si è scatenata quando, tra i curiosi che assistevano alla violenza, qualcuno lo ha apostrofato negativamente. Al colmo della follia, il 30enne si è scagliato contro gli agenti. Poco dopo è sopraggiunta anche una pattuglia della polizia di Stato: i due nuovi arrivati, che volevano aiutare i colleghi della municipale, sono stati presi a loro volta a morsi, riportando ferite al volto e al collo. Il nigeriano è stato arrestato solo grazie all’intervento di altri agenti. Per i due poliziotti feriti è stato invece necessario il ricovero all’ospedale Cardarelli.

Ischia: incendio ai piedi del Castello Aragonese. In fiamme un ristorante

incendio - ischia - castello aragonese

I vigili del fuoco del distaccamento di Ischia e la Polizia di stato sono intervenuti ai piedi del castello Aragonese a Ischia a causa di un incendio che sta distruggendo l’ex discoteca Castillo d’Aragona. Il locale, in seguito adibito a ristorante e ormai chiuso da anni, è avvolto da fiamme che raggiungono i 20 metri. Il fuoco hanno innescato due esplosioni, probabilmente generate dallo scoppio di bombole di gas.

Newton: i famigliari delle vittime ricevono telefonate in favore delle armi.

newton-strage-armi-tuttacronaca

Una valanga di telefonate preregistrate e lettere nelle cassette postali per convincere le famiglie ad opporsi alla stretta sulle armi voluta dall’amministrazione Obama. E’ la strategia che la National rifle association (Nra), la potentissima lobby delle armi, sta utilizzando in questi giorni in Connecticut, dove l’Assemblea generale sta facendo passi da gigante verso un più stringente “gun control”. Nulla di strano, se non fosse che ad essere bombardate di spam che difende il diritto a possedere pistole, fucili e armi da guerra sono le famiglie di Newtown.

“Il vostro senatore, Art Linares, avrà un ruolo chiave nella discussione sulla legge che limiterà il vostro diritto a possedere un’arma – scandisce la voce registrata – molti legislatori stanno presentando in maniera aggressiva numerose proposte per disarmare e punire i possessori di armi rispettosi della legge e gli appassionati di tiro sportivo. (…) E’ di vitale importanza che chiamiate il senatore Linares (…) e gli chiediate di opporsi a ogni tipo di legge che leda i diritti garantiti dal Secondo emendamento e il vostro diritto alla difesa personale“. Con tanto di numero di telefono a cui chiamare il politico.

Le famiglie, indignate, hanno deciso di reagire. L’allarme è stato lanciato su Facebook dalla “Newtown action alliance“, nata sull’onda emotiva causata dalla strage per promuovere la cultura del “gun control” nel Connecticut.

Il capo della polizia ricoverato d’urgenza per ematoma cerebrale!

antonio_manganelli

Il capo della polizia, Antonio Manganelli, è stato ricoverato d’urgenza e operato nell’ospedale San Giovanni di Roma. Manganelli è stato operato per la rimozione di un ematoma cerebrale, conseguenza di una emorragia. Secondo quanto si è appreso, l’intervento chirurgico è riuscito.

A Napoli polizia ostacolata durante un arresto

Il rapinatore aveva rubato uno scooter e non si era fermato al posto di blocco dopo un inseguimento al centro della città la polizia si è trovata di fronte alcune persone che tentavano di ostacolare l’arresto.

napoli polizia ostacolata

8 manager pubblici arrestati a Napoli! Ai domiciliari il prefetto Fioriolli

Per lavori al centro elettronico nazionale della polizia di stato. Tra i reati contestati concussione, corruzione, truffa aggravata e frode nelle forniture per opere pubbliche.

BENVENUTI IN ITALIA!

BeFunky_ViewFinder_9

Duro colpo alle bande motociclistiche, 32 indagati per scontri e rapine

BeFunky_MotionColor_5

Si torna a scuola! Domani i bambini della Sandy Hook saranno sui banchi

Un altro edificio ospiterà i bambini sopravvissuti alla follia di Adam Lanza. In questi giorni si sono svolti anche i funerali dell’autore della strage ed è stato sepolto in un luogo segreto.

BeFunky_ViewFinder_7

Obama e il suo peggior giorno di presidenza: la strage di Sandy Hook

BeFunky_ViewFinder_2

Sandy Hook: bambino chiede 100mila euro di risarcimento al Connecticut

Per colpa dei microfoni della scuola che hanno fatto rimbombare nel complesso maledizioni, spari e urla che hanno danneggiato la psiche del piccolo.

Trauma o speculazione? 

jx1hHdko

Adam voleva diventare un Marine!

Agghiacciante rivelazione. La madre per un periodo lo aveva incoraggiato, poi invece lo ha ostacolato.

connecticut-lanza-_2430069b

Mentre il 52% di americani vuole restrizione alle armi, Simon suona ai funerali.

 

Paul Simon aveva cantato la stessa canzone per Ground Zero.

 

Sciacalli della memoria! A Newton falsa raccolta fondi in memoria di un bimbo

Noah Pozner, 6 anni, è rimasto vittima della follia omicida di Adam Lanza… ora è vittima di una truffa. E’ stato aperto un sito web a suo nome che raccoglieva fondi, naturalmente per arricchire le tasche di qualcuno e non come sostegno alla famiglia della piccola vittima.

87610e6aa39ee4bdf6b320f43ae457ec

Ricostruito in 3D il massacro alla Sandy Hook Elementary School

Uccisa nel letto! Adam ha sparato 4 colpi alla madre mentre dormiva

vystrasene-tvare1_2

“Viveva come un topo rintanato nel sotterraneo della casa della madre!”

Così un idraulico, Peter Wlasuk, che ha lavorato nella casa della famiglia Lanza  ha descritto la vita di Adam. Wlasuk al quotidiano The Sun ha dichiarato: “Avevano una bellissima casa ma lui viveva ‘sotto’. Ho sempre pensato che fosse strano. C’era tutto: letto, bagno, scrivania, computer e tv. Ma non c’erano finestre”. Poi emergono altri particolari agghiaccianti come l’ossessione per armi e attrezzature militari o la sua folle passione per i videogiochi violenti. Sembra che Adam passasse intere giornate a giocare a  “Call of Duty”, un videogioco estremamente violento, la cui pubblicità in Gran Bretagna è stata vietata nelle ore diurne.

Call-of-Duty-4-Modern-Warfare-call-of-duty-4-16246423-1280-800

Walmart ritira la vendita del fucile usato per strage, mentre s’indaga sulla madre

Walmart la più grande catena di supermercati d’America, specializzata anche nella vendita di armi, ha cancellato la pagina dove era possibile acquistare un fucile simile a quello utilizzato nella strage di Sandy Hook.

Ma mentre si cerca in tutti i modi e con iniziative personali di limitare la vendita di armi automatiche, s’indaga anche nella vita di Nancy Lanza, madre dell’assassino.

Nancy Lanza non era solo un’appassionata di armi, ma era una “prepper”, cioè una persona che si prepara sempre al peggio per affrontare ogni tipo di calamità prevedibile. Per questo motivo possedeva cinque fucili, tutti regolarmente registrati, tre dei quali sono stati usati dal figlio per la strage.

Emerge anche che Nancy era un’analista finanziaria in pensione, che dopo la separazione dal padre di Adam, nel 2008, aveva preso l’abitudine di recarsi spesso al poligono di tiro. Non solo come passatempo, ma anche per tenere in esercizio la propria mira. Spesso Adam la seguiva. La signora Lanza inoltre avrebbe confidato a un amico di famiglia di essere molto preoccupata per Adam, sentiva che “lo stava perdendo”.

LA STRAGE ERA EVITABILE? SU QUESTO L’AMERICA S’INTERROGA, MENTRE LA COMUNITA’ DI NEWTOWN CERCA DI STARE  ACCANTO AI FAMIGLIARI DELLE VITTIME.

Nancy-Lanza-2-jpg

Dopo la strage: fondo d’investimento Usa vende gruppo produttore di armi

La Cerberus Capital Management ha annunciato la vendita del gruppo produttore di armi Freedom Group. Una delle aziende inglobate nel gruppo era la Bushmaster, produttrice del fucile Ar-15, l’arma usata da Lanza per togliere la vita a 27 persone.

La bimba che ha commosso l’America

Durante il massacro alla Sandy Hook Elementary School una bambina si è nascosta tra i corpi dei compagni morti e si è finta anche lei priva di vita. Appena ha capito che poteva muoversi è scappata fuori dalla scuola coperta di sangue, ma viva.

628x471

 

Obama contro le armi d’assalto: meno violenza!

The-Dark-Knight-Rises-Wallpapers

Scontri 1 maggio. Al via le prime misure cautelari.

122945088-a461be5c-5bff-4cc0-b901-a3ee138fde1c

Le fiamme del Cto di Torino sono dolose.

I Vigili del Fuoco non hanno dubbi che l’incendio divampato ieri al Cto di Torino che ha coinvolto anche la sala operatoria e l’ortopedia sia di origine dolosa. Aperta inchiesta da parte delle forze dell’ordine.

75a2a602f1395085ac40f5ed64fd0e03_medium

Obama si assume un nuovo impegno: “Garantire la sicurezza dei bambini”

Obama nella tragedia! Arrivato a Newtown per incontrare i genitori delle vittime.

Sandy-Hook-Connecticut-shooting-vigil-4-jpg

Newtown. Evacuata chiesa durante la funzione per allarme bomba poi rientrato.

La chiesa, un edificio che sorge a 1,6 km dalla scuola teatro della strage di venerdì, era frequentata anche da Lanza e da 8 delle sue piccole vittime.

Il mea culpa degli Usa porterà al bando le armi da assalto?

I democratici con la senatrice Dianne Feinstein presenteranno un progetto nella prima riunione del nuovo Congresso Usa.

img_606X341_Firefighters-pray-in-front-memorial-along-the-road-to-Sandy-Hook-Elementary-School-RTR3BM9C

La strage poteva diventare carneficina? Sì, se la polizia non fosse arrivata!

Da quanto si apprende sembra che Adam Lanza avesse intenzione di continuare a sparare all’interno della scuola. Ha deciso di uccidersi solo quando ha sentito le prime squadre della polizia fare irruzione nell’edificio.

Adam Lanza

Strage in Connecticut: prima di imbracciare le armi Lanza ha rotto il computer

Sulla strage allucinata di Adam Lanza è giallo: post online annunciava tragedia

Un ‘post’ su 4Chan alla vigilia della strage aveva preannunciato la tragedia? Mercoledì, due giorni prima della strage nella scuola elementare di Newtown, un messaggio anonimo aveva minacciato un suicidio per venerdì mattina, che «avrebbe fatto notizia». Era di Adam Lanza, il ragazzo che ha ucciso 20 bambini e sei maestre prima di togliersi la vita? Secondo Infowars, il post è apparso sulla piattaforma di condivisione da cui è nato Anonimous alle 22:18 di mercoledì sotto l’username ‘iKTatjYX’: «Mi ucciderò venerdì e finirà sulle tv, guardate alle 9». Sotto il messaggio la foto di Eric Harris e Dylan Klebold, i killer della Columbine High School in Colorado, in un lago di sangue. «Vivo in Connecticut, posso dire solo questo», risponde ‘iKTatjYX’ a chi gli chiedeva chi fosse. Il post è stato il suo ultimo messaggio?

121612_ff_doocy_640

Arriva nella città dei sogni spezzati! Obama a Newtown per una veglia.

C_2_fotogallery_1015907__ImageGallery__imageGalleryItem_5_image

Lista dall’inferno: 12 bambine, 8 bambini, 6 donne adulte

C_2_fotogallery_1015907__ImageGallery__imageGalleryItem_2_image

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: