“Una cosa fatta bene può essere fatta meglio”

migliorare

-Giovanni Agnelli-

Annunci

Uno sguardo a… Camoscio alla piemontese

La ricetta puoi trovarla QUI!

camoscio alla piemontese con polenta

Edoardo Agnelli… e la Juventus, squadra “di famiglia”

Edoardo Agnelli… il padre Giovanni

Edoardo Agnelli… L’ultimo volo

Gente di Torino… Edoardo Agnelli

edoardo agnelli

Uno sguardo a Torino… i Murazzi

torino-murazzi

Uno sguardo a Torino… Piazza San Carlo

torino-piazza san carlo

Uno sguardo a… TORINO

torino

Siamo tutti Master Chef?

uova

Poco tempo per cucinare? Cosa c’è di più pratico che prepararsi due uova al volo o buttare un po’ di pasta? Pratico e indolore… o quasi! Il disastro in cucina si annida sempre dietro l’angolo e, nell’era 2.0, finisce in rete. E visto che un pasto completo prevede anche un dessert… il dolce è servito! Ecco alcuni piatti che non vorremmo mai vederci arrivare in tavola!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Antonio Conte… ha detto sì!

antonio-conte-matrimonio
Gliel’aveva promesso: in caso di Scudetto, avrebbe capitolato e l’avrebbe condotta all’altare. E così è stato. Dopo aver detto un primo sì, quello alla panchina bianconera, oggi Antonio Conte ha ripetuto la magica parola alla sua compagna, Elisabetta Muscarella, già madre di sua figlia Vittoria. Alla cerimonia, tra i 300 invitati, oltre a tutta l’attuale dirigenza: Andrea Agnelli, Fabio Paratici, Pavel Nedved e Giuseppe Marotta e i giocatori non impegnati con le rispettive nazionali, anche ex dirigenti bianconeri come Antonio Giraudo e Luciano Moggi, che i tifosi hanno accolto con un applauso davanti alla chiesa S. Angeli Custodi dove, come da tradizione, la sposa è arrivata con un ritardo di mezz’ora. Del resto, lei ha atteso anni che Conte la portasse all’altare!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Reality spot? Photoshop ci fa diventare i protagonisti della pubblicità

Creativity Days-finlandia-adobe-photoshop-tuttacronaca

Quella che sembra essere una normale fermata dell’autobus in realtà cela tante telecamere nascoste. Un uomo dentro un furgoncino parcheggiato li accanto che scatta decine di fotografie mentre l’altro è posizionato davanti a un pc… tutto questo alle spalle di inconsapevoli passeggeri che sono in attesa del bus, ma mentre attendono vedono l’editing in tempo reale della loro foto proiettata sugli schermi laterali  illuminati prima occupati da tradizionali affissioni.

La sorpresa è davvero tanta, così c’è chi si avvicina per essere sicuro che quello che vede riflesso nello schermo sia davvero lui, poi impugna un cellulare e fa uno scatto… ora ha qualcosa da condividere con  i suoi amici sul social network, ma la sorpresa sarà invece scoprire che c’è già un video caricato su Youtube e condiviso da 4,6 milioni di persone.

L’iniziativa è stata progettata in occasione dei Creativity Days, serie di eventi itineranti targati Adobe che dal 20 maggio scorso fino al 30 giugno stanno toccando 14 città dell’EMEA, tra cui anche Milano. Ma se qualcuno volesse tutelare la sua privacy?

Il colpo di spugna su Bassolino… il reato è prescritto

antonio-bassolino-tuttacronaca

“Ritengo che Antonio Bassolino abbia concorso nella perpetrazione dei reati”, ma “si chiede la pronuncia di prescrizione per tutti i capi di imputazione a lui attribuiti”, così il pubblico ministero Paolo Sirleo, dopo 20 ore di requisitoria alla terza udienza del maxi processo per il disastro rifiuti in Campania ha concluso in merito alla posizione di Antonio Bassolino, ex governatore della regione e commissario straordinario per l’emergenza rifiuti dal 2000 al 2004.

 

Il sindaco a luci rosse?

cosimo-mele-zenobi-tuttacronaca

Cosimo Mele, deputato ex-Udc, è diventato sindaco di  Carovigno, la sua città natale, in provincia di Brindisi. Forse non molti ricorderanno che proprio Cosimo Mele nel 2007 fu al centro di uno scandalo a sfondo sessuale legato al malore di una prostituta con la quale si trovava in compagnia e di un’altra ragazza all’Hotel Flora di via Veneto a Roma. La prostituta fu ricoverata in ospedale per quel malore causato probabilmente dal consumo di alcol e cocaina. Il parlamentare ha sempre negato l’uso di stupefacenti ed a seguito delle polemiche politiche si dimise dall’Udc senza tuttavia lasciare il suo scranno in Parlamento. Nel 2008 non venne ricandidato. Ancora oggi ci sono aperti due processi uno in cui Mele è imputato per cessione di stupefacenti e l’altro in cui è parte civile in quanto la ragazza che si era sentita male accusò il politico di avergli ceduto la droga e poi avrebbe cercato di estorcere denaro o un contratto televisivo a Mele, in cambio di una ritrattazione.

Le donne belle non pagano!

donne-belle-non-pagano

Curiosa campagna quella lanciata da una catena brasiliana di ristoranti, Spoleto. Lo scopo era “incoraggiare l’autostima delle donne” e il titolo dell’iniziativa “Le donne belle non pagano”. Pranzo gratuito dunque, ma solo in caso di bellezza accertata. Ma chi giudicava la presenza/assenza di questo requisito fondamentale? La diretta interessata! Ad ogni cliente, infatti, al momento di saldare il conto veniva chiesto se fosse bella o meno. Le donne tenderebbero ad essere ipercritiche verso il proprio aspetto fisico e questa “costrizione” ad ammettere di esser belle contribuirebbe ad aumentare l’autostima. Come hanno spiegato gli autori della campagna: “Abbiamo aiutato le donne a capire che la bellezza viene da dentro”

Alemanno e il web!

alemanno-rain-man-tuttacronaca

Ha perso in modo inappellabile. Tra Gianni Alemanno e Ignazio Marino per la corsa a primo cittadino della capitale ci sono stati 36 punti percentuali. Alemanno non ha nascosto la sconfitta, si è commosso con i suoi e ha dovuto abbandonare la poltrona. Ma la notizia non poteva passare inosservata in rete e così i network si sono scatenati, creando anche un hashtag ad hoc #ciaogianni:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Marina Berlusconi sapeva del video hot di Marrazzo?

marrazzo-signorini-tuttacronaca

La rivelazione di Alfonso Signorini, direttore di Chi, chiamato, in aula, come testimone nel processo sul ricatto all’ex governatore della Regione Lazio, , è inquietante. Il direttore della nota rivista di gossip infatti rivela che, come era suo dovere, data “la delicatezza del caso e per il personaggio coinvolto”, di averne informato l’editore, Marina Berlusconi “a cui mostrai il video”. Signorini ha poi aggiunto:

“Marina mi disse che ne avrebbe parlato con il padre Silvio, allora premier… dopo qualche giorno, Marina mi chiamò al fine di prendere contatto con l’agenzia Masi e per dirmi che suo padre aveva parlato con Marrazzo e che quest’ultimo avrebbe contattato la stessa agenzia. Anche per Silvio Sircana (l’allora portavoce del premier Prodi immortalato mentre parla con un trans in una strada di Roma), informai i vertici aziendali, anche se in quel caso non era in gioco la violazione della privacy ma quella della sfera sessuale. Di quel video tenni una copia nel mio pc che poi consegnai ai carabinieri del Ros”.

 

 

Occhi, ossa, lingua… anche questo è kebab!

kebab-tuttacronaca

Quante volte per una cena veloce vi siete precipitati dal vostro fornitore di fiducia di kebab? Il sapore, soprattutto se cotto bene con la crosticina bollente, è ottimo. Con le salse, con la verdura, nel panino o nella vaschetta quel sapore orientale ha affascinato subito milioni di italiani. Purtroppo uno studio e un’analisi condotta in Inghilterra ci dice che il Kebab contiene nel più del 50% dei casi carne diversa dal pollo o dal vitello. Il kebab è un mix di carni diverse: pecora, maiale, tacchino… ma anche polmoni, cuore, lingua, occhi, ossa, scarti di macelleria e una quantità enorme di grasso animale. Insomma tutta quella carne che è di difficile collocazione sul mercato finisce dentro il kebab. All’interno di ogni singola porzione di Kebab ci sono tra le 1.000 e le 1.990 calorie (senza considerare le verdure e le salse), senza considerare che ogni kebab contiene tra il 148% ed il 346% della quantità di grassi saturi assimilabili giornalmente da un essere umano. Un kebab, inoltre, contiene tra il 98% e il 277% della quantità giornaliera di sale accettabile: oltre questa soglia la salute di un essere umano è a rischio.
In quasi tutti i kebab analizzati durante lo studio, si sono riscontrati batteri tipo l’Escherichia Coli (un batterio che espelliamo con le feci, ndr) e lo Staphylococcus Aureus.

Il dato più allarmante in assoluto però è che nel 9% dei casi, gli scienziati non sono riusciti ad indivuare con chiarezza la natura della carne utilizzata nel processo di triturazione.

La prossima volta che mangiamo kebab pensiamoci!!!

Il video che mostra come la polizia spara sui manifestanti turchi

 

ferito-turchia-tuttacronaca

E’ stata aperta, dal procuratore di Ankara, l’inchiesta sulla morte del 27enne Ethem Sarısülük, in stato comatoso dopo esser stato colpito da un proiettile al capo nei primi giorni della protesta, in piazza  Kizilay nella capitale. Ora, grazie a un video, le responsabilità della polizia appaiono evidenti. I familiari del ragazzo avevano presentato una denuncia contro la polizia già il giorno successivo al suo ricovero, quando si parlava di morte cerebrale e, a tutt’ora, gli stessi familiari e i medici dicono che non si è mai ripreso e che si sta spegnendo senza dare segni di recupero. Stando all’avvocato Kazim Bayraktar, “ci aspettiamo una brutta notizia da un momento all’altro, poiché i suoi organi danno segno di progressivo indebolimento. Il video diffuso ora mostra chiaramente come un agente prende a calci alcuni manifestanti per poi metterli in fuga sparando ad altezza d’uomo prima di dirigersi verso i suoi compagni di reparto. Si sentono anche i tre colpi in sequenza mentre la pistola è puntata sui manifestanti, uno dei quali resta a terra.

I mariti infedeli sono avvisati… il terrore corre su Facebook!

marito-infedele-foto-condivisa-tuttacronaca

“Se questo è tuo marito, ho sopportato un viaggio di due ore in treno da Philadelphia ascoltando questo perdente e i suoi amici vantarsi dei loro molteplici affari e di come le loro mogli sono troppo stupide per capire. Oh per favore condividete …”.

Questo il messaggio postato da da Steph Strayer dopo aver fotografato il misterioso ‘marito infedele’ e aver pubblicato l’immagine su Facebook. Subito in moltissimi hanno commentato e condiviso la foto (circa 183.000 condivisioni totali).
L’uomo si sarebbe vantato di aver tradito più volte sua moglie, e i racconti dettagliati fatti ai suoi amici durante il viaggio, avrebbero mandato su tutte le furie Steph, che non è riuscita a trattenersi e ha svergognato pubblicamente l’uomo.

Il web s’interroga: è giusto o meno postare una foto e denigrare una persona? Tra moglie e marito non mettere il dito, ma l’uomo aveva davvero oltrepassato il limite? Dove sta finendo la nostra privacy?

Crolla palazzo di 5 piani a Mumbai!

collapsed-building-mumbai-palazzo-crollato-tuttacronaca

Un palazzo di 5 piani è crollato a Mumbai nella zona centrale di Mahim dopo le violente piogge degli ultimi giorni. Il bilancio provvisorio è di un morto. Almeno 20 persone sono rimaste intrappolate sotto le macerie: molti sono bambini e anziani. I vigili del fuoco sono a lavoro per salvare i sopravvissuti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il camper più costoso del mondo

dubai-camper-lussuoso-tuttacronaca

E’ un palazzo su ruote composto di una camera da letto matrimoniale colossale, una Tv da 40 pollici, bar, camino e persino una terrazza sul tetto ed è stato venduto a Dubai per 2 milioni di euro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il successo della vettura si è diffuso rapidamente tra gli sceicchi arabi anche solo per lavarsi dopo una giornata di guida attraverso il deserto mediorientale. Naturalmente il mezzo offre ogni confort ed è un gioiello di hi- tech. E’ disponibile in due colori bianco o dorato.

World Naked Bike Ride: potere ai ciclisti!

world-naked-bike

Il movimento World Naked Bike Ride colpisce ancora. Nato 9 anni fa in Canada con l’obiettivo di promuovere l’uso della bici come un modo ecologico di spostamento e per sottolineare la fragilità del corpo umano di fronte agli automobilisti imprudenti, ieri ha organizzato una manifestazione che ha coinvolto ciclisti di Città del Messico. Ecco allora che in migliaia sono scesi in strada per pedalare e per tentare di aumentare la consapevolezza dell’importanza del ciclismo per l’esercizio e come un modo per ridurre i combustibili fossili. Il traffico della città si è dunque fermato mentre gli spettatori guardavano con stupore, e fotografavano, i ciclisti nudi o seminudi che hanno attraversato alcune delle zone più importanti della città fino a giungere in Piazza Zocalo.

Ma ciclisti nudi sono scesi anche per le strade di Londra dove, nonostante siano state introdotte diverse politiche bici-friendly, milioni di veicoli intasano le strade ogni giorno mettendo così in pericolo la vita dei ciclisti. Tra di loro, uno ha affermato che spogliarsi era il modo migliore per comunicare il loro messaggio. Tra le voci raccolte ieri, Mila ha affermato: “In Messico è un incubo ad andare in bicicletta. E ‘quasi come se tu non esisti, sei un fantasma.” E Yovana Floyd ha aggiunto: “Abbiamo paura di uscire ogni giorno non sapendo se torneremo alle nostre case.”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Uccisa per un errore medico: levano le ovaie invece che l’appendice

Maria De Jesus-tuttacronaca

Un errore medico è costato la vita a Maria De Jesus, una 32 enne, incinta di 32 settimane che è rimasta uccisa in sala operatoria. Una storia incredibile iniziata per una banale operazione di appendicite che invece si è trasformata in tragedia quando i chirurghi hanno asportato per errore l’ovaia. Maria è stata dimessa dalla clinica dopo 8 giorni di degenza, ma fin da subito ha iniziato ad accusare dolori di stomaco e malessere generale. I medici si sono subito dell’errore appena la donna è tornata in ospedale e hanno cercato attraverso l’aborto di salvarle la vita, ma il suo ventre si era riempito di liquido settico e nonostante gli interventi pochi giorni dopo è deceduta. Probabilmente a causare il fatale errore sono stati dei tirocinanti che hanno confuso gli organi durante l’intervento, ma l’ospedale ha aperto l’inchiesta.Come riporta il Daily Mail, distrutto sarebbe il marito della donna: «La morte di Maria era evitabile, era entrata in ospedale per un’appendicite». La donna lascia anche un altro figlio di 16 anni, Pedro, che in lacrime ha dichiarato: «É stata una grande ingiustizia».

Come può nel 2013 morire così una donna? Un banale errore dei tirocinanti distrugge una vita umana? Non c’è nessun medico esperto in sala operatoria quando si opera?

28enne rapita dalla clinica e portata in Spagna, un’agonia di 5 giorni

Jessica_Consolomagno_tuttacronaca

Rapita dalla clinica di riabilitazione, “Villa Pini d’Abruzzo”, in cui era ricoverato per anoressia e portata in Spagna, a Girona, questa la storia di una nostra connazionale,  Jessica Consolomagno, 28 anni, che dopo 5 giorni ha approfittato di un’assenza del proprio aguzzino per contattare la polizia. La ragazza, ha dichiarato alla polizia di essere stata picchiata e costretta con la forza a seguirlo e ad abbandonare il suo paese natale. L’uomo sarebbe un pregiudicato romano di 40 anni.

«Ringrazio le forze dell’ordine per aver ritrovato la mia bambina – ha detto mamma Giuseppina – la mia Jessica è fragile ma ha avuto lo stesso tanto coraggio, non meritava di passare questo brutto incubo, non vedo l’ora di riabbracciarla»

Studenti fanno irruzione in aula: “Fermi tutti, questa è una rapina!”

 

ancona-scherzo-rapina

 

Due studenti hanno fatto irruzione, con una capriola, in aula brandendo una pistola giocattolo e intimando “Fermi tutti, questa è una rapina!”, spaventando a morte l’insegnante. E’ accaduto in aula, in un istituto superiore di Ancona, durante l’orario di lezione e i giovani hanno anche pensato bene di filmare l’impresa caricando il video su Facebook. Il filmato ha fatto il giro della rete raggiungendo anche i carabinieri di Collemarino, che hanno denunciato i due 17enni per concorso in interruzione di un ufficio o servizio pubblico.

Paolo Borsella: stroncato da un malore mentre era in volo per tornare a casa

paolo_borsella-tuttacronaca

Era partito da poche ore da Punta Cana, nella repubblica di Santo Domingo, diretto a allo scalo parigino di Roissy da dove poi avrebbe preso un volo per raggiungere l’Italia Paolo Borsella, 24enne italiano originario di Castelfidardo, in provincia di Ancona. Ma non è mai arrivato. A interrompere il suo volo un malore improvviso che l’ha colto mentre si trovava nella toilette di un volo Air France. Borsella, residente al quartiere della Figuretta e figlio di un imprenditore, si trovava nella città caraibica dove progettava di aprire una pizzeria quando ha deciso di fare una sorpresa alla famiglia alla quale è molto legato. Sono state le fonti aeroportuali a rendere nota la notizia alla stampa francese, avvisando anche che oggi è il giorno deciso per l’autopsia, ma già nella notte sono iniziati ad arrivare i messaggi su Facebook che annunciavano la sua morte. Lo sportivo potrebbe essere morto a causa di un infarto. Borsella, più piccolo di tre fratelli, viaggiava con la fidanzata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Volo in ritardo? L’orchestra suona!

orchestra-filadelfia-aereo

Se i passeggeri italiani che si trovano a volare con Al Bano, in caso di ritardo dell’aereo, assistono alla performance di Felicità, all’estero non son da meno. Lo dimostra quanto successo quando si è dovuto attendere per ore sulla pista di Pechino. A bordo si trovavano i membri dell’Orchestra Filarmonica di Philadelphia, che hanno approfittato dell’attesa per imbracciare gli strumenti e allietare i compagni di viaggio con la loro musica. Alla fine dell’esecuzione, l’applauso non s’è fatto attendere!

10mila euro per chi darà informazioni sul killer di Domenico Lorusso

domenico-lorusso

Non sembrano dare risultati le indagini condotte finora per identificare il killer dell’ingegnere di Potenza Domenico Lorusso, ucciso la sera del 28 maggio a Monaco di Baviera. La polizia ha quindi deciso di mettere una taglia sull’assassino e verranno versate 10mila euro a chiunque fornirà informazioni utili per identificarlo, visto che la ragazza della vittima non è in grado di fornire un identikit e il dna prelevato non ha riscontri tra gli schedari. Nel frattempo il fratello di Lorusso, Paolo, è pronto per recarsi in Germania per capire a che punto siano le ricerche.

L’edicola di Fiore attende il nuovo sindaco

edicola-fiore-rosario-fiorello-sindaco-roma-tuttacronaca

Chiunque sarà Fiorello invita il primo cittadino di Roma alla sua Edicola. Una mossa sicuramente pubblicitaria, usando l’ironia che lo showman ha sempre dimostrato di avere e che ancora una volta lo caratterizza:  «Invito il nuovo sindaco di Roma, chiunque sia, a venire mercoledì a salutare i romani, in chiusura di Edicola Fiore Live, in programma dalle 11 alle 12 – dice Fiorello -. Se non lo farà, si prepari ad un quinquennio terribile di Teveri che esondano, fogne che si otturano e sampietrini che saltano».

L’annuncio-appello arriva a urne aperte e annuncia anche i prossimi ospiti:  Max Pezzali, Claudio Cecchetto, Negramaro, Luca Barbarossa, Biagio Antonacci e Gianluca Guidi. Atteso anche Jovanotti ma solo in video. Intanto sui social network va avanti il tam tam e la location non è più un segreto per nessuno per questo Fiorello e la produzione sono preoccupati e sottolineano: «tutto avverrà in pochi metri quadri e non ci sarà spazio per poter assistere all’evento».

Il rientro del capitano Giuseppe La Rosa

giuseppe-la-rosa

E’ arrivata questa mattina, all’aeroporto militare di Ciampino, la salma del capitano Giuseppe La Rosa, ucciso in Afghanistan mentre, a bordo del Lince, rientrava alla base avanzata di Farah. Ad accogliere il militare, oltre ai familiari più stretti, i vertici militari: il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Luigi Binelli Mantelli e dell’Esercito, Claudio Graziano oltre al nuovo Capo della Polizia, Alessandro Pansa. Presenti anche il premier Enrico Letta e il ministro della Difesa, Mario Mauro, mentre Napolitano prenderà parte ai funerali che si terranno alle 18. Ieri intanto la comunità della missione Isaf lo ha ricordato al suono di una cornamusa, al comando di Kabul.  

Questo slideshow richiede JavaScript.

La moglie di Alemanno è consulente di Alfano contro il femminicidio

isabella-rauti-politiche-contro-il-femminicidio-tuttacronaca

Isabella Rauti, moglie di Gianni Alemmano, è consulente del ministro dell’Interno Angelino Alfano per le politiche in contrasto della violenza di genere e del femminicidio.

“La nomina di Isabella Rauti, individuata per l’alta professionalità e per il costante impegno nel settore – ha spiegato Alfano – conferma l’attenzione del Governo verso queste gravi problematiche”.

Quanto costa una consulenza al popolo italiano? Non è possibile rivolgere la massima attenzione a queste politiche con le risorse interne al ministero?  In un governo di servizio ai cittadini perché non prendere i disoccupati per svolgere una consulenza contro la violenza di genere, magari coloro che pur avendo una laurea in psicologia o criminologia non hanno comunque un impiego?

Marino per gli instant poll è al 60,5%

ignazio_marino_sindaco-tuttacronaca

Sembra che a Roma, secondo l’instant poll de “La7”, il Campidoglio vada a Marino, candidato del centro sinistra. Quindi nessuna sorpresa al momento, anche se i dati sono ancora tutti da verificare. C’è grande attesa anche per gli altri comuni che erano chiamati a votare il loro primo cittadino tra questi anche città “strategicamente” importanti come: Siena, Brescia, Lodi, Imperia, Ancona, Avellino, Treviso.

10 minuti di “bombardamento” dal cielo: grandine nel Pescarese e nel Teramano

grandinata-pescara

Hanno raggiunto anche i diversi centimetri di diametro i chicchi che hanno violentemente investito la del Pescarese e del Teramano nella tarda mattinata. Automobili ammaccate, vetri in frantumi, grondaie, tettoie e gazebo danneggiati, orti e coltivazioni distrutti: sono questi i danni che hanno lasciato dopo 10-15 minuti di bombardamento costante che ha rapidamente imbiancato la zona provocando anche un brusco calo della temperatura.

Primo campionato europeo erotico di calcio

micaela-europei-2013-cmpionato-europeo-di-calcio-tuttacronaca

Nel quadro del “Primo Campionato europeo erotico di calcio” (a 4), la squadra Erotika Deutschland è scesa in campo completamente senza veli contro il team delle “Bionde svedesi” sabato al Funkturmpalais, al palazzo della Torre della Radio, a Berlino. Le giocatrici svedesi, pornostar o ex modelle, indossavano un costume fucsia.
Al campionato – scrive l’Abendzeitung di Monaco di Baviera – hanno partecipato quattro “sexy team”, ognuna composta da 4 giocatrici, tra queste anche la “France Dreams” e la “Sexy Italia”, composta da Marika, Sandra, Sneki e Tina.

E’ questo il calcio al femminile? E’ questo il modo con cui ci battiamo in europa per i diritti delle donne? Facendo un campionato europeo erotico di calcio che messaggio si dà? E’ questa l’idea di Europa?

La Svezia vieta gli shorts e il personale si presenta in gonna

svezia-arriva-tuttacronaca

I macchinisti della compagnia ferroviaria Arriva, in Svezia, hanno risposto al divieto di indossare i pantaloncini sul lavoro presentandosi in gonna. Il problema è infatti la calura che c’è a bordo dei vagoni. Il direttore della comunicazione di Arriva, Thomas Hedenius, è stato però aperto alla proposta/protesta dei lavoratori:

“Il regolamento che riguarda l’abbigliamento dei nostri dipendenti vuole il suo personale pulito e ordinato, ritenendo i pantaloncini trasandati e casual. Ma se un uomo preferisce portare un abito da donna, come la gonna, per noi è ok”. La compagnia Arriva ha anche annunciato che in autunno verranno rivisti i criteri relativi alle divise.

 

San Marco perde i pezzi!

san marco-tuttacronaca

Il campanile di San Marco è stato transennato lungo due lati a titolo precauzionale dopo il distacco di ieri sera di calcinacci a causa di una probabile usura derivante dal maltempo. I pezzi sono caduti a poca distanza dal cosiddetto “gabbiotto”, il box per accogliere la biglietteria della mostra di Manet. Il comitato “No grandi navi”, che ieri aveva manifestato a Venezia, aveva già sollevato da tempo che le vibrazioni dei potori possono danneggiare i fragili equilibri della città e dei suoi monumenti.

Albero fatale: un pino si abbatte su un’auto e ne uccide la donna alla guida

albero-napoli-morta

Cristina Palonci, una donna di 40 anni, è morta a Napoli in via Aniello Falcone a causa di un albero che si è abbattuto sulla sua vettura mentre lei si trovava alla guida. Sul luogo dell’incidente si sono recati gli agenti della polizia municipale di Napoli e la strada è stata chiusa in entrambi i sensi di marcia per effettuare i rilievi per capire le dinamiche della tragedia. Si sta provvedendo anche a rimuovere il pino dalla Fiat Panda della vittima. Nei giorni scorsi, come raccontano dei testimoni, erano state fatte delle segnalazioni agli organi competenti perchè alcuni abitanti della zona avevano notato che la zolla di terra che tratteneva l’albero era sollevata. Ancora una volta, i provvedimenti non sono stati presi in tempo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ieri l’inaugurazione, oggi la pioggia: primi drammi a Mediopadana

mediopadana-interna-nuova-piove-tuttacronaca

Appena ieri si era tagliato il nastro e già da oggi la stazione Mediopadana di Reggio Emilia era attiva… peccato che ci piova dentro. Sono stati proprio gli utenti a denunciare il disservizio e a scattare alcune foto da inviare a ferrovie dello Stato per capire se l’acqua che filtra dal soffitto fosse un’ “ulteriore attrattiva”, oltre al design ultra moderno. A parte l’ironia il problema sussiste e sembra incredibile che un’opera da 79 milioni di euro, che ha come potenziale bacino due milioni di utenti, possa essere permeabile all’acqua. Sarebbe poi un controsenso avere un “onda bianca” che finisce sott’acqua!

Secondo Ferrovie dello Stato, però, il disagio è solo temporaneo. “Siamo informati della complicazione che si è verificata oggi, ma rassicuriamo l’utenza: non è dovuto a problemi strutturali – spiega l’ufficio stampa di Fs – i lavori sono per la maggior parte stati ultimati ma come per Bologna, anche a Reggio Emilia restano ancora alcune opere da concludere. Per esempio, i vetri e le coperture delle pensiline sono già state collocate ma gli operai stanno terminando tutti quei lavori che servono a rendere completamente impermeabili i soffitti, nello specifico devono finire di sistemare le guarnizioni necessarie a impedire che l’acqua possa filtrare tra il vetro e l’acciaio. L’acquazzone violento di oggi, purtroppo, ha fatto il resto. In breve tempo, comunque, risolveremo il problema”.

Insomma si è inaugurata un’opera che non è terminata? Si inaugura una stazione ferroviaria in cui filtra l’acqua e potrebbe anche interferire con l’impianto elettrico?

 

Arriva il trattato per le armi convenzionali!

armi-trattato-tuttacronaca

E’ stato firmato a New York il Trattato internazionale sul commercio di armi convenzionali e pur non essendo perfetto, come ha asserito l’ Alta rappresentante Onu per il disarmo, Angela Kane, è comunque un notevole passo in avanti.  È il primo accordo vincolante che regola un mercato stimato in 85 miliardi di dollari. In calce ci sono già 67 firme, oltre un terzo dei 193 Paesi membri delle Nazioni Unite, ma mancano i big. Al momento i componenti permanenti del Consiglio di sicurezza che hanno sottoscritto il documento sono soltanto due: la Francia e la Gran Bretagna. Gli Stati Uniti, il più grande esportatore di armi al mondo, firmeranno il documento soltanto più avanti.

 “I governi sono ora responsabili per ogni trasferimento di armamenti che entrano o escono dai loro territori. Dovranno mettere i diritti umani e il diritto umanitario, non i profitti al centro delle decisioni”, ha commentato Anna MacDonald, di Oxfam International, parlando a nome della campagna Control Arms, uno dei principali sostenitori del trattato.

Quali sono le lacune del trattato? ci sono regole deboli per le munizioni e restano fuori le armi che non anno un esclusivo uso militare e quelle elettroniche come radar, satelliti o droni telecomandati. Quindi saranno regolamentate solo: carri armati, veicoli corazzati da combattimento, sistemi di artiglieria di grosso calibro, aerei da combattimento, elicotteri d’attacco, navi da guerra e sottomarini, missili e missili lanciatori.

Ma cosa aspetta l’America a sottoscrivere il Trattato?  Il segretario di Stato americano, John Kerry, sta attendendo una traduzione ufficiale, poi dovrà passare la ratifica al Senato e vedere se davvero la lobby delle armi, la Nra, sarà battuta, anche se come si precisa nel comunicato Usa, il documento non avrà ripercussioni sul secondo emendamento, quindi gli americani continueranno a girare armati.

Chi manca ancora oltre gli Usa? La Cina che è il quinto esportatore al mondo e la Russia che è uno dei massimi produttori di armi. Ma se Pechino, forse, alla fine, si convincerà a firmare, sarà difficile che Mosca accetti. Ma le cattive  notizie vengono anche dai Paesi importatori di armi come l’India e l’Arabia Saudita che non hanno aderito al Trattato. Invece c’è la Germania che è il terzo esportatore e ha per clienti propri i sauditi, i libanesi e gli iracheni.

Naturalmente l’Italia è stata uno dei primi paesi a firmare l’accordo. Sono anni che il nostro paese lotta contro la diffusione  indiscriminata di armamenti nel mondo.

Quando diventerà attivo il Trattato? Non appena sarà ratificato da almeno 50 Paesi, i tempi, a meno di qualche sorpresa dell’ultimo minuto, non dovrebbero essere elevati. La ratifica sembrerebbe essere una mera formalità burocratica, ma come sappiamo a volte proprio sulle ratifiche possono avvenire rallentamenti.

Sicilia dallo spazio: l’astronauta fa una foto della sua terra d’origine

sicilia-dallo-spazio-astronauta-tuttacronaca

“Questa immagine mi ha colto di sorpresa… mi sono girato, ed era lì”, lo ha detto Luca Parmitano, l’astronauta italiano in orbita dal 29 maggio, che ha twittato una vista mozzafiato sulla Sicilia, sua terra d’origine, scattata dallo spazio. Parmitano ha promesso che continuerà a inviare altri scatti per tutto il tempo che si fermerà sulla Stazione Spaziale Internazionale.

35enne s’impicca dopo aver perso il lavoro

operaio-35-anni-impiccato-tuttacronaca

Era senza lavoro e ha deciso di farla finita. Così muore a 35 anni un operaio ritrovato impiccato nel bosco nei pressi della sua  abitazione a Brusasco, nel torinese. I familiari hanno poi raccontato la loro apprensione perché da tempo l’uomo era depresso proprio a causa della mancanza di lavoro. Aveva cercato di trovarne uno nuovo, si era proposto più volte, ma gli esiti erano sempre stati negativi. Ieri era scattato l’allarme, quando a pranzo i parenti non avevano visto rincasare il 35enne. Dopo lunghe ricerche il corpo è stato ritrovato nel bosco.  L’ennesima vittima della crisi!

 

La tragedia del fioraio che si dà fuoco nell’ufficio del sindaco

fioraio_si-dà-fuoco-e-si-getta-dal-balcone-del-municipio-tuttacronaca

Un commerciante Antonio Formicola, 47 anni, si è recato nell’ufficio del sindaco e tenendo il personale sotto minaccia con un coltello, si è cosparso di benzina, si è dato fuoco e poi si è lanciato dal balcone del municipio di Ercolano. Nel gesto di protesta del commerciante sono rimasti coinvolti due feriti un passante e un poliziotto colpito da un estintore. Il motivo della protesta è da ricercarsi nel nuovo dispositivo di viabilità e nel divieto di sosta imposto nei pressi del suo negozio in corso Resina. Trasportato d’urgenza all’ospedale Cardarelli è morto poco dopo l’arrivo in ospedale.

 

Tragico incidente al GP del Canada: investito un commissario di gara

commissario-morto-gp-canada

Finisce in tragedia il GP del Canada: un commissario di gara 38enne è stato investito a bordo pista dal camion gru che trasportava la Sauber del messicano Esteban Gutierrez, che aveva abbandonato a sette giri dal termine. L’incidente è avvenuto alle 15.30 ora locale e l’uomo, che stava collaborando al recupero dell’auto ed è stato schiacciato dal camion in retromarcia mentre era chinato per recuperare una radio caduta a terra, è stato subito trasportato all’ospedale di Montreal, ma non ce l’ha fatta. Il decesso è stato annunciato dai medici alle 18.02 locali. Il decesso ha interrotto tutti i festeggiamenti, come spiega Alonso: “Non c’è niente da festeggiare, la morte del commissario è una notizia terribile”. “Molto triste”, ha scritto in Twitter il pilota spagnolo della Ferrari.

Il videogioco con i bimbi-avatar per scoprire gli abusi sessuali

intervista_con Avatar_EIT-tuttacronaca

Sono due professori esperti di psicologia e di criminologia, l’italiano Angelo Zappalà e il finlandese Pekka Santtila, e hanno ideato e brevettato un  “simulatore di intervista a minori presunti abusati”. Il prototipo verrà presentato a Maastricht, nell’ambito della più significativa conferenza internazionale dedicata alle interviste investigative.  Lo hanno chiamato EIT (Empowering Interviewer Training), è un “serious game”, adatto agli allievi che vengono posti davanti a un video e devono intervistare dei bimbi virtuali, programmati per rispondere vocalmente. Al momento sono disponibili 8 avatar: 4 bambine e 4 bambini in età compresa dai 4 ai 6 anni che riproducono le risposte ottenute da bambini veri all’interno degli interrogatori. Alcuni avatar, se posti sotto stress, piangono, proprio come farebbero dei bambini. Naturalmente ogni avatar ha una storia a sè, un abuso più o meno grave, collegato a maltrattamenti o devianze. Il problema per l’allievo sarà riconoscere chi davvero ha subito violenze e capire la dinamica dell’abuso.

«In casi di abuso – avverte Zappalà,  criminologo torinese, giudice onorario per il Tribunale dei minorenni e direttore scientifico del Crimelab -, se non c’è la confessione, o le riprese di una videocamera oppure le tracce di dna sulla vittima, i processi si basano su ciò che affermano i bambini. Ecco perché un colloquio con il minore condotto in modo appropriato diventa fondamentale. Ora – prosegue il professore – mentre per fare esperienza nel trattare, per esempio, con pazienti depressi possiamo chiedere a qualcuno di simulare quello stato, non possiamo domandare a un bambino di quatto anni di fingere di essere stato violentato. Da qui l’idea di costruire bambini virtuali: così facciamo esercizio in ambiente protetto secondo l’approccio dell’ “imparare facendo”, perché queste situazioni non si possono certo imparare dai libri».

L’incidente nel bresciano che spezza la vita a due ragazzi

incidente-nel-bresciano-tuttacronaca

Hanno 23 e 19 anni le vittime del tragico incidente avvenuto la notte scorsa a  a Incudine, Valcamonica, sulla ss42. La loro auto è precipitata  da un viadotto ed è caduta nel fiume Oglio. I due stavano tornando da un paese vicino dove è in corso una festa degli alpini che oggi è stata sospesa in segno di lutto. Il più giovane è uno studente Matteo Balzarini, l’altro, il 23enne, , era un idraulico. L’auto avrebbe sbandato improvvisamente, uscendo di strada e andandosi a infilare sotto il guard rail prima di piombare giù nel fiume dopo un volo di 15 metri.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quelle stampanti 3D che vanno dalla pizza alla Barbie

stampante-3d-tuttacronaca

E’ davvero una rivoluzione, anche se in Italia il fenomeno è ancora limitato, ma ben presto potremo “stamparci” la pizza in casa, o un pezzo di ricambio della nostra autovettura. Più complesso invece sembra poter stampare una Barbie, perché potrebbe essere messa a repentaglio la sicurezza dei bambini. Ma come funziona una stampante 3D? Il meccanismo è del tutto simile a quello di una stampante, ma al posto delle cartucce di inchiostro ci sono polveri di materiale vario. Le stampanti 3D in realtà si usano da anni negli studi di architettura per fare modellini tridimensionali. Oggi comprare una stampante 3D costa qualche migliaio di euro, un prezzo nettamente inferiore rispetto a qualche anno fa e destinato a scendere ancora. Ma già si parla di “aberrazioni” come un software che immediatamente è stato dichiarato fuori legge e che consentiva di crearsi una pistola, quasi interamente di plastica, fatta in casa perfettamente funzionante.

Il New York Times annuncia che Ford, General Electric e Mattel hanno deciso di produrre mediante l’utilizzo di stampanti 3D per ridurre i costi. La General Electric ha trovato molti vantaggi nella produzione di una sonda ad ultrasuoni, i tempi di produzione sono diminuiti e i costi abbattuti, l’azienda quindi si è detta soddisfatta di questa scelta.  Ford prevede che in futuro i clienti potranno stampare pezzi di ricambio in casa, quindi la casa metterà su un software per costruirsi il pezzo e le istruzioni di sostituzione. Intanto c’è chi studia come fare cibo attraverso la stampante 3D: la vera svolta per mettere la parola fine alla fame nel mondo? Per il momento il progetto è studiato dalla Nasa per gli astronauti che durante le missioni spaziali potrebbero utilizzare la stampante per mangiarsi una pizza.

 

GP del Canada: Vettel trionfa ma… che sorpasso quello di Alonso!

vettel-gp-canada-tuttacronaca

Se Vettel è scattato dalla pole e durante tutta la gara non s’è più visto, arrivando a tagliare il traguardo in solitaria, la vera gara si è svolta nelle retrovie, con un Alonso in stato di grazia sulla sua Ferrari. Il pilota della Red Bull ha conquistato la terza vittoria stagionale, nono stante un paio di errori di cui non ha dovuto pagare le conseguenze: prima ha appoggiato entrambe le gomme di destra sul muro e poi nel finale di corsa è finito lungo, e nell’erba, alla prima variante. Alonso ha invece dato il meglio di sè, con una partenza calma dopo la quale ha continuato ad aumentare di velocità, sorpassando ad uno ad uno i suoi avversari fino a quel fantastico 63° giro in cui la sfida era tutta tra lui e Hamilton. sorpasso con toccatina e secondo posto sul podio per lui, che gli consente di superare Raikkonen nella generale e proporsi come il più serio avversario di Vettel. Dominato il GP del Canada, il vincitore ha però tenuto a precisare che le lamentele espresse in preccedenza nei confronti della gomme Pirelli sono perfettamente giustificate: il dominio Red Bull ha dimostrato che non si è tentato di modificare le prestazioni delle gomme, ma sono stati ugualmente chiesti interventi per aumentare la sicurezza. “E’ abbastanza semplice. Le critiche che ho espresso non erano basate sulle prestazioni, si basavano sulla sicurezza” ha dichiarato Vettel. “Ci sono state alcune occasioni in cui la gomma si è delaminata per qualche motivo, forse detriti, ma ci sono sempre pezzi sulla pista”.

Minorenne abbandona neonato nei bagni pubblici

neonato-abbandonato-da-minore-nei-bagni-pubblici-cina-tuttacronaca

Una ragazza minorenne ha abbandonato il figlio appena nato nei bagni pubblici, ma grazie ad alcune telecamere di sorveglianza il piccolo, nascosto in un cestino, è stato salvato e la ragazza arrestata. La Cina è sotto shock. Ora la minorenne è stata rilasciata sotto la custodia dei genitori, mentre il neonato è stato affidato alle cure del personale medico.

 

Graziano Mesina torna in carcere

garziano mesina-tuttacronaca

Una vita quella di Mesina scandita dalle evasioni: 22 quelli tentati, 10 quelli riusciti. Poi il ruolo di mediatore nel  sequestro del piccolo Farouk Kassam e nel 2004 la grazia dall’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Si diceva che Mesina aveva avviato l’attivita’ di guida turistica, accompagnando centinaia di persone nelle zone piu’ impervie della Barbagia, luogo delle sue fughe rocambolesche. A quanto sembra c’era però un’altra attività, svolta nell’ombra che vedeva Mesina al vertice di un’organizzazione specializzata nel traffico di stupefacenti e di estorsioni.

I militari stanno eseguendo diverse misure cautelari e perquisizioni nei confronti degli appartenenti alle due organizzazioni dedite al traffico di droga ed altro. Dalle indagini è emerso che Graziano Mesina sarebbe stato a capo di quella più pericolosa. Conosciuto per le sue numerose evasioni (ventidue, di cui dieci riuscite) e per il suo ruolo di mediatore nel sequestro del piccolo Farouk Kassam, Graziano Mesina, 71 anni era tornato libero il 25 novembre 2004, avendo ottenuto la grazia dall’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Da alcuni anni era tornato nella sua Orgosolo, dove aveva avviato l’attivita’ di guida turistica, accompagnando centinaia di persone nelle zone piu’ impervie della Barbagia, luogo delle sue fughe rocambolesche.

Sembrerebbe quindi che il “re dei sequestri in pensione” si era dato al traffico di droga. Se saranno provate queste accuse le porte dei domiciliari si spalancheranno di nuovo. Ma non sarebbe tutto. Stando ai carabinieri del comando provinciale di Nuoro, l’uomo sarebbe stato a capo di una organizzazione criminale che stava progettando anche un sequestro di persona. Gli investigatori, grazie anche alle intercettazioni, hanno scoperto che Mesina aveva già fatto un sopralluogo e dato dettagli precisi sull’ostaggio ai suoi complici. Essendo ancora in fase progettuale, non scatterà l’accusa di rapimento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: