Treno deraglia e travolge un uomo: l’operaio muore sul colpo

treno-operaio-morto-firenze-tuttacronaca

Un treno, durante la notte tra il 12 e 13 gennaio, è deragliato mentre effettuava una manovra nella stazione di Santa Maria Novella, a Firenze. Secondo una prima ricostruzione la manovra del treno doveva servire alla formazione del convoglio, ma una delle carrozze passeggeri è uscita dai binari, per motivi ancora da chiarire e ha travolto l’operaio, Fabrizio Fabbri, 34 anni, che è morto sul colpo. Fabbri aveva funzioni di pilotaggio e manovra e secondo i compagni di lavoro era molto esperto e prudente. L’incidente è accaduto dopo mezzanotte al binario numero due. Polizia e vigili del fuoco a lavoro per stabilire la corretta dinamica e attribuire le responsabilità.

Annunci

Alla Basilica di San Paolo crolla una trave in testa a un operaio!

basilica-san-paolo-roma-tuttacronacaGrave incidente sul lavoro a Roma dove, attorno alle 11.30, un operaio, del quale non si conosce ancora l’identità, che stava lavorando all’esterno del campanile della basilica di San Paolo sarebbe stato colpito alla testa da una trave. Le sue condizioni sono apparse subito critiche: sono stati i colleghi a chiamare il 118 e l’uomo è stato trasportato in codice  rosso al pronto soccorso del Cto della Garbatella, dove ora si trova ricoverato. Essendo l’incidente avvenuto in territorio vaticano, la polizia sta contattando la gendarmeria vaticana per sapere più particolari possibili.

Muore operaio nell’Avellinese, morbo simile a mucca pazza

mucca_pazza-tuttacronaca

E’ morto l’operaio, Luciano Cardinale, 50 anni, a cui a giugno era stato diagnosticato, a Ariano Irpino (Avellino), una encefalopatia di tipo spongiforme, patologia simile al morbo di Creutzfeld-Jakob comunemente noto come il morbo della «mucca pazza». L’uomo sposato e padre di due figli, è morto nella sua abitazione ad Ariano, dove era tornato dopo un lungo ricovero in ospedale.  Cardinale, che era operaio della «Fma», azienda metalmeccanica della Fiat a Pratola Serra (Avellino), potrebbe aver contratto la malattia in Germania.

Inghiottito dalle acque: si cerca un uomo scomparso nel Vicentino

scomparso-fimon-tuttacronacaUn operaio vicentino 35enne è scomparso ieri nelle acque del Lago di Fimon, ad Arcugnano, in provincia di Vicenza. A far scattare immediatamente l’allarme due giovani che, richiamati dalle urla, hanno visto una barca affondare davanti ai loro occhi. Le ricerche di ieri, nonostante l’arrivo sul posto di squadre dei carabinieri e sommozzatori dei vigili del fuoco, non hanno dato esito. Sono però stati rinvenuti alcuni indumenti, il documento d’identità dell’uomo e la macchina con cui era giunto al lago. Le operazioni di ricerca sono riprese stamani.

Video shock: fa jogging e lancia i cani oltre il muro di una villa

cuccioli_di_cane_oltre muro di cinta-video-operaio-lecce-tuttacronaca

Un operaio,  residente in una frazione di Vernole, di 55 anni appassionato di jogging, ma sicuramente molto meno amante degli animali, infastidito da tre cuccioli che lo seguivano durante il suo percorso podistico, ha pensato bene di lanciarli al di là del muro di recinzione di una villa che affaccia sulla strada, ignaro del sistema di sorveglianza. L’uomo ha afferrato i cuccioli, mentre si trovava su una stradina tra le campagne leccesi di Vernole e Melendugno, in località Trescorpi, e uno a uno e li ha scagliati con violenza nella villa. Gli animali hanno riportato traumi come ha spiegato  il proprietario della villa, che una volta ritrovati gli animali nella sua proprietà ha deciso di tenerli con sé. Grazie al filmato delle telecamere, l’uomo è ora ricercato, dopo denuncia per abbandono e maltrattamenti di animali, dai carabinieri di Melendugno.

Affoga in piscina, non sapeva nuotare aperta inchiesta sulla sicurezza

piscina-villa-Osvaldo di Villastrada-agriturismo-uomo-morto-in-piscina-tuttacronaca

Massimiliano Salustri, operaio di 40 anni originario di Guidonia è morto mentre si trovava in vacanza a Villa Osvaldo di Villastrada, a due passi da Castiglione del Lago. Il tragico incidente è avvenuto nella piscina dell’agriturismo, verso le 13,30 di ieri. L’uomo, pur non sapendo nuotare ha deciso di scendere in acqua e secondo alcune testimonianze si sarebbe avventurato nella zona in cui l’acqua è più alta. Dopo pochi istanti l’uomo ha cominciato ad annaspare, inutile anche il tentativo della fidanzata che ha cercato di tendergli un retino, ma l’uomo non è riuscito ad afferrarlo. Poi ci ha pensato un turista che si è tuffato vestito riportando l’operaio a bordo piscina quando ormai però era troppo tardi. Le condizioni di Salustri sono apparse immediatamente gravi e nonostante siano state tentate anche delle manovre  di rianimazione con il coordinamento telefonico della centrale del 118, l’uomo è deceduto.

Quando è arrivata l’ambulanza medico e infermieri hanno tentato l’impossibile per lunghi minuti, ma il cuore dell’operaio non ha retto, i polmoni erano pieni d’acqua e l’uomo è morto.  Il magistrato di turno, Michele Adragna, ha disposto l’autopsia. Secondo le testimonianze raccolte dai militari della stazione, il turista aveva fatto colazione almeno tre ore prima. L’impianto dell’agriturismo è stato posto sotto sequestro. Sembra che, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, al momento dell’incidente non ci fosse il sevizio di salvataggio.

E proprio intorno a questo aspetto ruota tutta l’indagine sul tragico tuffo. C’è una normativa regionale da rispettare sulla quale, negli anni scorsi, in Umbria, ci fu una forte polemica proprio per gli obblighi imposti e legati alla presenza di personale per l’assistenza. Il regolamento attuativo è del 2008 e la legge regionale che disciplina la materia dei requisiti «igienico-sanitari delle piscine a uso natatorio» è del 2007. Secondo quelle disposizioni i titolari delle piscine classificate A2 possono derogare dalla presenza dell’assistente dei bagnanti. E nelle categoria A2 rientrano le piscine a uso collettivo inserite in strutture ricettive alberghiere, extralberghiere e agrituristiche. Come quella in cui è morto l’operaio. Ma è l’inchiesta che dovrà accertare eventuali lacune sulla sicurezza

Questa presentazione richiede JavaScript.

Operaio travolto sull’Autosole. File e disagi.

incidente-stradale-travolto-operaio-tuttacronaca

Ancora da accertare le cause che hanno portato una vettura a uscire di strada, invadere l’area dei lavori e uccidere un operaio che era a lavoro sull’Autosole, nel tratto tra Piacenza e Bologna. Nonostante le segnalazioni l’auto non ha deviato la sua corsa e ha travolto l’uomo. Nell’incidente è rimasto ferito anche il conducente. Ora il tratto compreso tra la fine della complanare di Piacenza e l’allacciamento A1-A15 in direzione Bologna è stato chiuso.

 

Operaio non ha rassicurazioni dall’avvocato e dà fuoco allo studio

operaio-dà-fuoco-a-studio-di-avvocato-tuttacronaca

E’ successo a Milano, dove un operaio della ex Jugoslavia di 49 anni, V.X., si era rivolto a un legale nella speranza di poter recuperare un credito i 6-7 mila euro che vantava dal suo ex datore di lavoro. Quando l’avvocato gli ha prospettato delle difficoltà l’uomo non ci ha pensato due volte e ha cosparso di benzina lo studio del legale per poi appiccare il fuoco. L’avvocato è riuscito a fuggire e ha dato l’allarme. L’operaio poi si è presentato dai Carabinieri spiegando di aver ”fatto una sciocchezza”… è stato denunciato per danneggiamento a seguito d’incendio.

 

Terminato in tragedia il concerto dei Kiss ad Assago: un morto

Kiss-operaio-morto

E’ finito in tragedia il concerto dei Kiss al Forum di Assago, alle porte di Milano. Durante le operazioni di smontaggio del palco un operaio egiziano 34enne, Khoaled Farouk Abd Elhamid, si trovava all’interno di un montacarichi quando è stato travolto dal materiale che trasportava, caduto probabilmente a causa del sovraccarico. Il 118, il cui intervento è stato inutile nel caso del 34enne da anni residente a Milano, parla anche di due feriti. Secondo quanto accertato dai carabinieri, l’uomo è salito con altri due operai su un montacarichi pieno di carrelli e impalcature.

35enne s’impicca dopo aver perso il lavoro

operaio-35-anni-impiccato-tuttacronaca

Era senza lavoro e ha deciso di farla finita. Così muore a 35 anni un operaio ritrovato impiccato nel bosco nei pressi della sua  abitazione a Brusasco, nel torinese. I familiari hanno poi raccontato la loro apprensione perché da tempo l’uomo era depresso proprio a causa della mancanza di lavoro. Aveva cercato di trovarne uno nuovo, si era proposto più volte, ma gli esiti erano sempre stati negativi. Ieri era scattato l’allarme, quando a pranzo i parenti non avevano visto rincasare il 35enne. Dopo lunghe ricerche il corpo è stato ritrovato nel bosco.  L’ennesima vittima della crisi!

 

Travolto dal treno a Tiburtina… incidente o suicidio?

travolto-uomo-tiburtina-roma-alta-velocità-tuttacronaca

Aveva 50 anni, l’uomo che questa mattina è stato travolto da un treno alla stazione Tiburtina di Roma e lavorava come operaio per la Ntv (azienda che si occupa di Italo). L’operaio, indossando la pettorina come da regolamento, intorno alle 7.50 di questa mattina, stava attraversando i binari quando è stato travolto da un treno ad Alta velocità della linea Roma-Milano. Immediati i soccorsi dei colleghi e del 118, ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Ora gli investigatori della Polfer stanno valutando anche l’ipotesi del suicidio perché le versioni di alcuni testimoni differiscono fra loro: qualcuno sostiene che l’uomo si sia lanciato sui binari, altri dicono di averlo visto attraversare nel tentativo di salire su un treno poco distante. Saranno vagliate le immagini riprese dalle telecamere e ascoltati anche i familiari dell’uomo.

Un senegalese frusta con un cavo d’acciaio il figlio!

senegalese-frustate-figlio-tuttacronaca

Prima il rumore fragoroso delle frustate, poi le urla strazianti di un bambino. Sono questi suoni che hanno permesso ai carabinieri di Reggio Emilia di scoprire, grazie alle richieste di intervento giunte dai vicini di casa, una storia di violenza familiare in un paese della provincia: il padre senegalese – come riferisce il ‘Resto del Carlino’ – ha preso a frustate il figlioletto, otto anni, con un cavo elettrico causandogli lesioni e ferite in tutto il corpo. Il bimbo è stato ricoverato all’ospedale e giudicato guaribili in trenta giorni. È accaduto la sera di Pasqua. Al loro arrivo nell’abitazione i carabinieri sono stati accolti dall’uomo che ha giustificato le urla parlando di un litigio avvenuto poco prima tra la moglie ed il bimbo, poi uscito per andare a giocare a pallone con gli amici. I militari, non convinti, sono entrati in casa e hanno scoperto il piccolo, in lacrime, ferito e rannicchiato nella vasca da bagno. È stato chiamato il 118, mentre il padre – 45 anni, operaio – e la madre sono stati portati in caserma per accertamenti. L’uomo – che ha detto di aver agito così per «educare» il bambino – è stato arrestato per abuso di mezzi di correzione e disciplina, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. Nel cesto della biancheria da lavare i Cc hanno trovato il cavo elettrico, lungo circa un metro e del diametro di 1,5 cm, utilizzato per frustare il piccolo.

Si muore all’Ilva e s’indaga su 8 persone!

Ilva taranto- morti-lavoro

A Taranto si muore… e non solo d’esalazioni! Così il pm di Taranto Antonella De Luca ha fatto notificare otto avvisi di garanzia per omicidio colposo per l’incidente in cui oggi e’ morto l’operaio Ciro Moccia ed e’ rimasto ferito gravemente un suo collega, Antonio Liddi, della ditta esterna Mr cui e’ affidato l’appalto di rifacimento nel reparto cokerie. I destinatari del provvedimento sono dipendenti dell’Ilva e dell’azienda d’appalto Mr. Tra loro c’e’ anche il direttore del siderurgico Antonio Lupoli. LA MORTE SUL LAVORO E’ SEMPRE EVITABILE!

Incidente all’Ilva: un morto e un ferito grave!

ilva - morti sul lavoro

Un operaio, il 42enne Ciro Moccia, è morto e un altro Antonio Liti,  è rimasto gravemente ferito in un incidente avvenuto questa mattina all’Ilva di Taranto. L’incidente è avvenuto alla batteria 9 delle cokerie: i due sono caduti mentre erano insieme sul piano di carico. Sospeso il lavoro in fabbrica.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: