La nuova mania degli italiani: lo street food

cannoli-street-food-tuttacronaca

Negli altri paesi è già un must da tempo, in Italia invece il mercato dello Street Food non aveva mai trovato il grande pubblico, anche se abbiamo una tradizione millenaria che tuttavia era radicata in pochi territori. Complice l’estate e la crisi, gli italiani hanno scoperto i cibi del territorio e i prodotti tipici, mescolati sempre di più con la cucina etnica. 3 italiani su 4, circa il 73% hanno infatti acquistato in vacanza cibo su chioschi o negozi da poi consumare in strada. Il sondaggio lo ha portato avanti la coldiretti rilevando che lo Street Food è stato consumato nelle città d’arte, in montagna e al mare determinando una diminuzione pari all’11% di affluenza per ristoranti, trattorie e pizzerie.

Cosa hanno mangiato gli italiani in estate?

Il 45% ha preferito la piadina, gli arrosticini e gli arancini, il 24% si è invece indirizzata su prodotti internazionale come gli hot dog e solo il 4% sceglie i cibi etnici come il kebab, in netto calo rispetto al passato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Bimbo di 3 anni mette la mano nel tritacarne: è grave!

bambino-avambraccio-bimbo-indiano-bolzano-tuttacronaca

E’ grave il bambino, di origini indiane, di 3 anni che oggi nel retrobottega del negozio dei genitori che confezionano e vendono kebab ha infilato il braccio nel tritacarne. L’incidente è avvenuto a Lutago, in provincia di Bolzano. E’ stato il padre a precipitarsi in soccorso del figlio, ma ben presto l’uomo si è reso conto che la situazione non era gestibile, così ha chiamato immediatamente la Croce bianca della Valle Aurina.  La Croce bianca ha rintracciato il medico d’urgenza e ha mobilitato anche i vigili del fuoco di Lutago. Valutando la situazione, hanno deciso di smontare per quanto fosse possibile il macchinario. Alcuni pezzi però non è stato possibile rimuoverli e si è preferito chiamare un elicottero per far salire a bordo il piccolo con il braccio ancora prigioniero del tritacarne. L’elisoccorso è diretto a  Innsbruck, alla Clinica universitaria specializzata in interventi di chirurgia degli arti. Insieme al bambino è andata la madre e si spera di salvare l’arto o comunque di riuscire a limitare i danni.

 

Occhi, ossa, lingua… anche questo è kebab!

kebab-tuttacronaca

Quante volte per una cena veloce vi siete precipitati dal vostro fornitore di fiducia di kebab? Il sapore, soprattutto se cotto bene con la crosticina bollente, è ottimo. Con le salse, con la verdura, nel panino o nella vaschetta quel sapore orientale ha affascinato subito milioni di italiani. Purtroppo uno studio e un’analisi condotta in Inghilterra ci dice che il Kebab contiene nel più del 50% dei casi carne diversa dal pollo o dal vitello. Il kebab è un mix di carni diverse: pecora, maiale, tacchino… ma anche polmoni, cuore, lingua, occhi, ossa, scarti di macelleria e una quantità enorme di grasso animale. Insomma tutta quella carne che è di difficile collocazione sul mercato finisce dentro il kebab. All’interno di ogni singola porzione di Kebab ci sono tra le 1.000 e le 1.990 calorie (senza considerare le verdure e le salse), senza considerare che ogni kebab contiene tra il 148% ed il 346% della quantità di grassi saturi assimilabili giornalmente da un essere umano. Un kebab, inoltre, contiene tra il 98% e il 277% della quantità giornaliera di sale accettabile: oltre questa soglia la salute di un essere umano è a rischio.
In quasi tutti i kebab analizzati durante lo studio, si sono riscontrati batteri tipo l’Escherichia Coli (un batterio che espelliamo con le feci, ndr) e lo Staphylococcus Aureus.

Il dato più allarmante in assoluto però è che nel 9% dei casi, gli scienziati non sono riusciti ad indivuare con chiarezza la natura della carne utilizzata nel processo di triturazione.

La prossima volta che mangiamo kebab pensiamoci!!!

Uno sguardo alla Turchia, a tutto… Kebab!

Curioso di saperne di più? Vai alla rubrica di cucina!

Scopri la storia e la ricetta del Kebab!

Uno sguardo alla Turchia! Uzak di Nuri Bilge Ceylan

La crisi di Mahumt  e quella di suo cugino Yusuf. Il primo è appena stato lasciato dalla moglie e il secondo è stato licenziato dalla fabbrica in cui lavorava. Si ritrovano così a vivere in un Instabul che non lascia spazio o tempo per una introspezione, per la tristezza, per l’inadeguatezza o per un confronto. Tutto si muove veloce tranne i protagonisti. Mahumt è troppo “cittadino” e Yusuf è troppo bucolico. Le loro paure, depressioni e caratteri non si incontreranno mai. Ci sarà solo un percorso che li porterà alla lontananza.

Turchia oggi! O, per meglio dire, Turchia ieri… quando ancora le autorità non invitavano le donne a indossare il velo… quando la Turchia stava progredendo e non tornando insietro come negli ultimi mesi. Uzak o lontananza è la distanza tra i protagonisti, è quello spazio interiore difficile da colmare, è l’impossibilità di avvicinamento di due esistenze. Egoismo, disoccupazione, perdita delle tradizioni culturali… tutto questo crea dei muri e sono quelle pareti le vere cause della distanza che si viene a creare. Uzak è anche una lontananza anche da se stessi, da quello che si crede di essere e da quel che invece si è. Un film da vedere per avvicinarsi a una filmografia diversa da quella a cui il nostro occhi si è abituato… a un linguaggio che non è quello del cinema occidentale, ma che sa emozionare lo spettatore con i campi lunghi, con i tempi rallentati e con una scelta di montaggio che punta a rarefare l’immagine. Un film per distruggere la lontananza e recuperare lo spazio che abbiamo lasciato dentro di noi.

BeFunky_OldPhoto_12

Uno sguardo alla TURCHIA!

BeFunky_OldPhoto_12

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: