“La Tymoshenko è il nuovo pupazzo di Putin”: le Femen sbarcano a Parigi

femen-parigi-tymosh-tuttacronacaTre attiviste Femen hanno protestato oggi, a poca distanza dalla Tour Eiffel, per la situazione in Ucraina. Le giovani, fermate dalla polizia parigina, hanno contestato anche contro l’eroina dell’opposizione appena uscita dal carcere scrivendosi sul seno nudo “Tymoshenko = Yanukovich” in carattere nero. E ancora: “La Tymoshenko è il nuovo pupazzo di Putin”. Sasha, Oksana e Yana sono state fermate dopo pochi minuti sul piazzale del Trocadero. Le giovani mostravano lunghe trecce bionde, ad imitazione della Tymoshenko, con le quali hanno finto di impiccarsi.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Putin Killer of Democracy: la protesta di due Femen

femen-putin-tuttacronacaIl presidente russo Valdimir Putin è in visita alla sede del Consiglio d’Europa a Bruxelles e due attiviste femen non si sono lasciate sfuggire l’occasione per protestare animatamente davanti alla stessa sede. Nella capitale belga è in programma un summit con i vertici della Ue.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La donna che gira nuda in metro!

donna-nuda-metro-tuttacronacaHa picchiato un uomo grande e grosso prima di spostarsi nel vagone successivo e obbligare i passeggeri ad abbandonare le carrozze. Solo l’intervento delle forze dell’ordine è riuscito è bloccarla. Lei è una donna completamente nuda che si è presentata sulla Red Line di Chicago al grido di “sono la dea del treno” e ha portato scompiglio oltre a provocare ritardi.

Donna nuda davanti ai poliziotti a Shanghai per protesta contro la multa

Si-spoglia-nuda-per-protesta-contro-la-multa-ricevuta-tuttacronaca

A Shanghai in Cina, una donna di mezza età viene fermata dalla polizia mentre viaggia contromano su una strada con il suo scooter. Lei, per protestare contro la multa ricevuta, si spoglia nuda davanti ai poliziotti. Le foto che mostrano quanto accaduto, sono state scattate da un passante. La donna è stata multata per circa 50 yuan, cifra che corrisponde a poco più di 6 euro. La donna si è rifiutata di pagare e i poliziotti hanno bloccato lo scooter. Dopo qualche minuto, un testimone ha riferito di aver visto la donna lanciare una banconota verso i poliziotti, saltare sul suo scooter per continuare a viaggiare contromano.  Nuovamente bloccata, la donna si è spogliata ed ha cercato, racconta il sito Hug China, di strappare i pantaloni di uno dei poliziotti.

Si-spoglia-nuda-per-protesta-contro-la-multa-ricevuta-tuttacronaca-shanghai

Donna nuda tra i rifiuti, Milano indifferente

milano-foto-donna-nuda-tuttacronaca

Milano una città indifferente? Lo denuncia il Giornale con un fatto drammatico ed agghiacciante documentato da una foto che mette i brividi. Una donna gettata nuda tra i rifiuti, in evidente stato di incoscienza a cui non viene prestato soccorso, nessuno dei passanti si è neppure preoccupato di chiamare un’autoambulanza. Erano circa le 17 di sera e il sole stava tramontando. Siamo a via Tonale, vicinissimi alla stazione centrale di Milano, un posto quindi affollato a qualsiasi ora del giorno e della notte, dove viaggiatori e passanti scendono dai treni, prendono le metro, cercano un taxi… ma nessuno si preoccupa di quella donna a terra che può aver anche subito una violenza, o un furto, o un malore. Lei resta lì accanto a quell’auto rossa… il Giornale si chiede anche se è stata investita… probabilmente è solo l’effetto della prospettiva ma sembra davvero schiacciata dall’auto. Eppure  nessuno fa nulla fin quando, il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, Massimo Girtanner, che si trovava a passare di lì, si accorge  della scena. Chiama i soccorsi ed è subissato di domande, come accade a chi per primo segnala qualcosa di insolito o rilevante. «Eppure – dice – era davanti a un albergo e alla fermata dell’autobus. La gente passava e faceva finta di niente. Come se fosse normale». «La Centrale – aggiunge Girtanner – è in balia di tutti. Noi andremo in piazza per dire basta» 

 

 

Il costume di Halloween… come Natura crea! Nude alla festa

Halloween-nuda-tuttacronacaIn Italia pensiamo ai travesimenti per Halloween e immaginiamo immediatamente creature della notte: streghe, vampiri, mostri. Tutto quello che riguarda la sfera dell’incubo. All’estero, però, la festa assume molto più le fattezze del nostro Carnevale e la fantasia si scatena, come si nota anche solo girovagando per il web. Ma le “vincitrici” dell’anno sono due ragazze che hanno partecipato ad altrettanti party in università americane. Cos’aveva di così particolare il loro costume? Semplicemente, non c’era! Le loro foto completamente nude, com’era prevedibile, hanno fatto il giro del mondo in poche ore.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Nude per beneficienza: ma le femministe insorgono

calendario-ragazze-nude-tuttacronacaSono gli ultimi mesi dell’anno e come da tradizione s’inizia a pensare ai calendari che verranno. E fanno la loro apparizione i nudi di donna. A far discutere a Coventry, in Gran Bretagna, è quello della squadra femminile di canottaggio dell’Università di Warwick, con le giovani atlete che hanno deciso di posare nude per poi devolvere il ricavato in beneficenza. Ma le femministe non approvano e insorgono. A stretto giro di posta, però, sono arrivate le risposte delle studentesse che non hanno intenzione di tornare sui loro passi: “Le femministe vogliono portare avanti la loro lotta per la parità dei diritti, ma in questo caso il nostro calendario non ostacola la loro ‘missione'”.

Tra le accuse mosse alle sportive, c’è chi afferma che alcune di loro avrebbero aderito all’iniziativa solo per avere visibilità. C’è anche chi ha denunciato all’HuffPost che alcune delle modelle improvvisate non  sapevano nemmeno per quale motivo si sarebbero dovute spogliare. Del resto già l’anno scorso, quand’era stato creato un calendario simile, si erano avute molte polemiche, che però non hanno fatto desistere le sportive, visto anche il successo ottenuto. Le circa 8 sterline a cui è venduto il calendario saranno devolute per la ricerca del cancro al seno, così le ragazze rispondono alle agguerrite femministe: “La ricerca per il cancro deve essere penalizzata dal dibattito politico?”.

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

Il Congresso discute la legge antiabortista… ma anche le Femen dicono la loro!

femen-madrid-tuttacronacaTre attiviste Femen, tra cui la lider del movimento in Spagna, Lara Alcàzar, hanno interrotto l’intervento del Ministro della Giustizia Alberto Ruiz Gallardon al Parlamento spagnolo, dove si sta discutendo la legge antiabortista. Le giovani si sono presentate nella tribuna ospiti a seno nudo e con la scritta “l’aborto è sacro” sulla pelle e hanno gridato per alcuni secondi prima che le guardie di sicurezza le portassero via. Secondo fonti parlamentarie, le attiviste non erano state invitate da nessuno per assistere come pubblico alla seduta, ma hanno potuto fare il loro ingresso in quello che viene definito “turno libero”, durante il quale ogni cittadino può assistere al Congresso.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Settimana della moda parigina… in tolpess! Il blitz delle Femen

femen-parigi-tuttacronacaSi sta svolgendo a Parigi la settimana della moda e all’appuntamento si sono presentate anche tre attiviste Femen che, come da loro tradizione, in topless e con scritte sulla pelle, hanno fatto irruzione in passerella durante la sfilata di Nina Ricci. La protesta era contro la moda “dittatrice” a suon di slogan come “modella non andare al bordello”.  La sicurezza ha subito provveduto ad allontanare le tre attiviste mentre le modelle hanno continuato a sfilare come se nulla fosse accaduto.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La donna che, nella notte, vaga nuda nei pressi del Castello di Canossa

donna-nuda-castello-canossa-tuttacronacaUn 33enne domiciliato nel Milanese si è recato a Canossa, in provincia di Reggio Emilia, per allestire degli spettacoli di strada nell’ambito delle iniziative promosse in occasione dell’abbattimento dell’eco mostro (un ex porcilaia dismessa). Con lui anche la sorella di 35 anni, sofferente di un precario stato di salute psichico, insieme alla quale al termine della rappresentazione si è recato nei pressi del Castello di Canossa. I due hanno trascorso la serata in questo luogo, mangiando un panino, prima di ripartire alla volta di casa. Ma proprio mentre si avvicinava il momento di rimettersi in viaggio, la donna, in preda a un fortissimo disorientamento si è spogliata sostenendo di voler vivere a contatto con la natura e rifiutandosi di tornare nel Milanese. Il fratello, senza chiamare nessun soccorso, se n’è andato lasciandole un cappotto. La ragazza è rimasta sola a vagare nei pressi del Castello fino a quando non è stata notata, poco prima dell’alba, da qualcuno che ne ha segnalato la presenza al 112. Soccorsa e trasportata in ospedale dai carabinieri, al termine di un consulto psichiatrico è stata ricoverata in trattamento sanitario obbligatorio. Il fratello, dopo che i militari di Castelnovo Monti hanno effettuato gli accertamenti che hanno loro permesso di risalire all’uomo, è stato convocato in caserma e, dopo aver ricostruito i fatti, denunciato alla Procura reggiana per il reato di omissione di soccorso avendo abbandonato la sorella incapace di provvedere a se stessa e omettendo di allertare i soccorsi. L’uomo, inoltre, è stato trovato in possesso di mezzo grammo di hashish motivo per cui è stato segnalato quale assuntore di stupefacenti alla Prefettura reggiana.

Una supertestimone: “Anch’io ho rischiato di morire per colpa di Pizzicolo”

Andrea_Pizzocolo-lodi-tuttacronacaGli investigatori della questura di Lodi avrebbero ricevuto la denuncia di una donna che avrebbe riferito: “Anche io ho rischiato di morire per colpa di Pizzocolo”. L’uomo è accusato dell’omicidio della 18enne romena Lavininia Ailoaiei. Sull’identità della donna gli inquirenti, che non confermano neanche la sua esistenza, viene mantenuto il più stretto riserbo. Si viene così intanto rafforzando la pista del serial killer mentre continua a pieno ritmo l’analisi dei filmati salvati nei computer del killer. Pizzocolo aveva realizzato, con l’ausilio di telecamere nascoste nelle stanze di alcuni motel della Lombardia, numerosi filmati pornografici girati da Pizzocolo. Resta ancora il mistero sul giro vorticoso di denaro sui conti del ragioniere mentre si continua a seguire la pista del regista di “snuff movies”, film nei quali viene ripresa la morte in diretta. Gli inquirenti hanno ricostruito decine di serate passate dal killer nei motel tra le province di Lodi, Milano, Cremona e Varese.

Ragazze seminude sul manifesto per il 7° Centenario di Boccaccio: è polemica

boccaccio-manifesti-polemiche-tuttacronacaDecorre il settimo Centenario della nascita di Giovanni Boccaccio e il centro giovani “I Macelli” ha creato il contest “Boccaccio arte urbana”. Per promuovere gli eventi, è stato scelto uno scatto di Rebecca Ihle che sta facendo discutere e proprio sul profilo Facebook del centro i commenti si sono scatenati. L’immagine, che mostra quattro ragazze seminude, è stata esposta nelle città toscane, ovviamente anche a Certaldo, patria dell’autore del Decameron. Tra i commenti negativi, se ne legge anche uno che parla di “una pubblicità per Tezenis”: si rivolge quindi al mondo della moda e delle modelle magre che si scoprono per invogliare il cliente ad affidarsi a quel prodotto. Tra le frasi più utilizzate: “scelta inappropriata di questa foto”. Da parte loro i Maucelli, sempre sul social blu, rispondono che l’arte “non ha bisogno di giustificazione e sicuramente non la nostra”. Come dire l’arte contemporanea, al di là del piacere o disgustare, ha le sue mille sfaccettature ed interpretazioni. Nessuno scandalo, nessuna scelta inappropriata quindi per aver utilizzato l’immagine di queste ragazze. Il contest è stato creato con l’appoggio del Comune e dal centro fanno sapere di “non aver ricevuto alcuna contestazione dopo l’affissione del manifesto in questione”. Il lavoro è stato finanziato dagli sponsor del comitato per Boccaccio. Tra l’altro, spiega Il Tirreno, l’immagine al centro delle polemiche fa riferimento a un preciso quadro che si compone di tre puntate. Ognuna delle tre uscite ha il proprio concept artistico che prende le mosse dal Proemio del Decameron (era la prima uscita), si sviluppa con la Elegia di Madonna Fiammetta (seconda uscita) e si conclude col Ninfale Fiesolano (terza uscita). Da parte sua, la Provincia di Firenze prende le distanze dalle immagini femminili scelte. “Dispiace che per celebrare un’iniziativa di carattere culturale si sia fatto ricorso all’ennesimo sfruttamento dell’immagine della donna”. Dura la presa di posizione di Loretta Lazzeri, presidente della Commissione consiliare per le pari opportunità della Provincia di Firenze: “Il corpo delle donne non può essere preso a pretesto per iniziative di promozione, qualsiasi esse siano. Dispiace che per celebrare un’iniziativa di carattere culturale si sia fatto ricorso all’ennesimo sfruttamento dell’immagine della donna”. Lazzeri aggiunge: “La Commissione per le pari opportunità della Provincia di Firenze auspica che manifesti, cartoline e poster che mostrano immagini di ragazze più o meno nude siano al più presto ritirati”.

Regista di snuff movies? Pizzocolo e il “giro di denaro vorticoso”

lavinia-pizzoccolo-lodi-tuttacronacaContinua a indagare sull’omicidio dell’escort romena 18enne Lavinia Simona Aiolaiei la Questura di Lodi, che  si sta avvicinando alla verità sulla morte per strangolamento mentre faceva sesso con il suo assassino. Il ragioniere 41enne Andrea Pizzocolo avrebbe cinque conti correnti a lui intestati, “un giro di denaro vorticoso” che non si addice a un ragioniere che guadagna 1.800 euro al mese con moglie e figli a carico, spiegano gli investigatori che ipotizzano l’uomo fosse un regista di snuff movies. Si tratta di film legati al mercato nero, venduti a cifre esorbitanti, che ritraggono scene di sesso estremo e terminano con la morte di una persona. L’ipotesi giustificherebbe le telecamere rinvenute nella stanza del Moon Motel di Busto Arsizio e quella nascosta nell’orologio del killer. Bisognerà però attendere il proseguimento delle indagini per scoprire se l’ipotesi corrisponde alla realtà.

L’assassino di Lavinia: caccia alle decine di donne che ha filmato

lavinia-omicidio-lodi-tuttacronacaAndrea Pizzicolo, il ragioniere 41enne fermato per l’omicidio di Lavinia Simona Ailoaiei, la 18enne romena abbandonata in un campo di San Martino in Strada, ha girato un video dell’agonia della giovane con tre telecamere digitali ad alta definizione nascoste nella stanza del motel Moon di Busto Arsizio e del motel Silk vicino a Lodi. Per i primissimi piani è invece stata utilizzata una minitelecamera a fibra ottica acquistata in rete e che teneva nascosta nel cinturino dell’orologio. In Questura a Lodi sono convinti si tratti di un’attrezzatura da specialista che non si concilia con un incidente casuale. Il giudice Isabella Ciriaco, che ha convalidato il fermo dell’uomo, ha visto i filmati: “Anche la descrizione più dettagliata e realistica non può rendere con sufficiente giustizia la freddezza, la lucidità, la tenacia e la crudeltà che trasuda dai filmati”. Sarebbe a dire, come spiega La Stampa, che le immagini mostrano come il ragioniere non si lasciò prendere dal panico non riuscendo a rompere le cinghie di plastica che stavano ammazzando la sua vittima in un gioco erotico condiviso, ma che quasi sicuramente l’epilogo che avrebbe avuto la vicenda sarebbe stato accettato se non addirittura programmato. La differenza è sostanziale e rischia di valergli l’ergastolo. La vittima, come ha stabilito l’autopsia, è morta in un motel di Busto Arsizio prima di essere abbandonata in un campo di mais del lodigiano. Ma nell’auto di Pizzicolo sono state trovate anche altre telecamere e schede video mentre nella sua abitazione gli investigatori hanno rinvenuto ulteriori riprese riversate in dvd con immagini ad alta definizione. In questi filmati l’uomo appare protagonista di altri incontri con decine di ragazze più o meno giovani, europee ma quasi sicuramente straniere, probabilmente contattate via internet. Nessuno conosce che fine abbiano fatto queste giovani e l’ipotesi dell’assassino seriale sembra essere quella a cui gli investigatori credono meno, considerato che non ci sono casi aperti su donne scomparse. Potrebbe però essere che l’uomo sia un frequentatore attivo di siti dove vengono postati video di sesso estremo. Al riguardo, si attenderanno le risposte che daranno i suoi computer. Le ragazze riprese potrebbero offrire più informazioni, una volta identificate. Per quel che riguarda i vicini di Pizzocolo hanno solo riferito che, quando era solo in casa, l’uomo riceveva molte ragazze, spesso straniere, anche giovani.  E hanno aggiunto che le tapparelle erano sempre abbassate e di notte si sentiva sempre, solo il rumore continuo della doccia aperta.

Lavinia, uccisa per un gioco erotico, ripresa mentre moriva

Lavinia Simona Ailoaiei-tuttacronaca

Shock in procura per alcuni video trovati sull’automobile di Andrea Pizzocolo, il 41 enne di Arese accusato di aver ucciso la 18enne Lavinia Simona Ailoaiei. La morte della ragazza potrebbe quindi non essere stato un incidente come ipotizzato in un primo tempo ma un omicidio volontario. Il quadro quindi che starebbe prendendo forma sarebbe un quadro più complesso con le accuse di vilipendio di cadavere e le aggravanti della premeditazione, le sevizie e i motivi abietti e futili. In quella stanza del Motel Moon di Busto Arsizio e del Motel Link di San Martino in Strada si sarebbero consumati atti di una violenza che la stessa procura, vedendo i video, avrebbe definito «raccapricciante». I dettagli sui contenuti naturalmente non sono stati diffusi ma sembrerebbe svanire l’ipotesi di un tragico incidente. Arese al momento si è avvalso della facoltà di non rispondere.

 

Svolta nel caso della donna trovata morta nelle campagne del Lodigiano

donna-uccisa-lodi-tuttacronacaLa pozia ha fermato il presunto killer della donna, una romena di 18 anni che è stata trovata morta nelle campagne di San Martino in Strada ieri. Si tratterebbe di un italiano di 41 anni che avrebbe ucciso per strangolamento. La giovane, che s’ipotizza sia stata uccisa in un altro luogo, è stata rinvenuta con due fascette autobloccanti da elettricista strette attorno al collo. Il suo cadavere è stato rinvenuto grazie a un agricoltore. Il Procuratore capo della Repubblica di Lodi, Vincenzo Russo, ha spiegato che le indagini cercheranno di verificare se “la poveretta sia stata violentata prima di venire uccisa. La dinamica è abbastanza chiara: qualcuno l’ha ammazzata e successivamente l’ha scaricata già nuda sul posto per poi fuggire via”. Il tratto di campagna in cui è stato rinvenuto il corpo, che al momento del ritrovamento era nudo, non è lontano dalla statale via Emilia che conduce da Lodi a Codogno e quella stradina di campagna, soprattutto la sera, è parecchio frequentata da giovani che raggiungono il centro ricreativo dalla zona del Piacentino. Si indaga anche nel mondo della prostituzione. Questo fa pensare che ci potrebbero essere dei testimoni.

Aggiornamento ore 12:47

Vicenzo Russo, procuratore della Repubblica, ha spiegato che il 41enne fermato ha confessato di aver conosciuto la giovane via Internet e e di averla uccisa strangolandola durante un gioco erotico. L’uomo ha confessato anche di aver avuto un rapporto sessuale con la vittima quando era già morta. Gli sono stati contestati l’omicidio volontario e atti osceni su cadavere.

Mistero sul cadavere di Lodi: ritrovato il corpo di una donna nuda

donna-nuda-lodi-tuttacronaca

E’ stato ritrovato nelle campagne del lodigiano, nei pressi di San Martino in Strada, il cadavere di una donna senza vestiti addosso dell’apparente età di 20 -30 anni. La donna, di carnagione bianca e con i capelli castano chiaro, secondo una prima analisi,  sarebbe morta per uno strangolamento, in un luogo diverso dal quale è stata poi ritrovata.  Due fascette autobloccanti da elettricista le sono state strette al collo. A dare l’allarme è stato un agricoltore che stava lavorando nei campi presso il centro ricreativo La Pergola.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Uccisa una modella: il marito arrabbiato perchè ha contratto l’AIDS?

yulia-loshagina-morta-modella-tuttacronacaIl corpo nudo di Yulia Loshagina, modella 28enne, è stato trovato con il collo rotto e il volto sfigurato dalla combustione in un bosco tra gli Urali, in Russia. Per risalire alla sua identità c’è stato bisogno del test del DNA. La giovane sarebbe stata uccisa dopo una festa che si era svolta nell’abitazione sua e del marito, il fotografo Dmitry Loshagin. E proprio sul 37enne sono caduti i sospetti: l’uomo avrebbe contratto l’AIDS proprio dalla consorte. Loshagin è stato arrestato a Ekaterinburg ma intanto le indagini proseguono: si deve capire se sia stato realmente lui a uccidere la donna, forse in un impeto di rabbia per essere stato contagiato dal virus.

La donna che guida nuda in Svizzera

donna-nuda-auto-tuttacronacaL’agenzia di stampa elvetica Ats ha riportato oggi la notizia di una donna di 27 anni che, completamente nuda, è stata fermata mentre si trovava alla guida di un’automobile e controllata a un posto di blocco dalla polizia svizzera. Il fatto è accaduto la notte scorsa nei pressi di Baar (cantone di Zugo, centro della Svizzera). In seguito, si è scoperto che la donna si era messa in tutta fretta al volante della vettura al posto di un amico 29enne sprovvisto di patente. L’uomo, che già la notte precedente era stato fermato mentre si trovava alla guida sprovvisto di patente, avrebbe ceduto il posto all’amica qualche centinaio di metri prima del posto di blocco salvo poi, interrogato, confessare il sotterfugio. Quello che non è stato chiarito è perchè la donna fosse nuda.

Prende a cinghiate il figlio e scappa nuda in strada.

cinghiate-al-figlio-e-scappa-nuda-di-casa-tuttacronaca

Era l’alba quando un’impiegata di 49 anni, residente a Milano in zona Greco-Turro, si è precipitata fuori dal letto e ha iniziato a prendere a cinghiate il figlio di 7 anni che dormiva nella cameretta. La donna poi è scappata di casa completamente nuda e si è aggrappata al cancello di un palazzo. L’impiegata lunedì scorso era stata ricoverata in trattamento sanitario obbligatorio presso l’ospedale Niguarda. Gli agenti sono stati avvisati dai vicini di casa della donna che era preoccupata dalle grida e dai pianti del bambino. La polizia quando è giunta sul posto ha trovato la porta di casa aperta e il piccolo in lacrime. Il bambino ora è stato affidato al padre che era stato contattato dalle forze dell’ordine. L’uomo si è detto stupito del comportamento dell’ex compagna che ha descritto come una donna normale che non ha mai fatto abuso di alcol o sostanze stupefacenti e che inoltre non aveva mai avuto problemi psichici.

  

World Naked Bike Ride: potere ai ciclisti!

world-naked-bike

Il movimento World Naked Bike Ride colpisce ancora. Nato 9 anni fa in Canada con l’obiettivo di promuovere l’uso della bici come un modo ecologico di spostamento e per sottolineare la fragilità del corpo umano di fronte agli automobilisti imprudenti, ieri ha organizzato una manifestazione che ha coinvolto ciclisti di Città del Messico. Ecco allora che in migliaia sono scesi in strada per pedalare e per tentare di aumentare la consapevolezza dell’importanza del ciclismo per l’esercizio e come un modo per ridurre i combustibili fossili. Il traffico della città si è dunque fermato mentre gli spettatori guardavano con stupore, e fotografavano, i ciclisti nudi o seminudi che hanno attraversato alcune delle zone più importanti della città fino a giungere in Piazza Zocalo.

Ma ciclisti nudi sono scesi anche per le strade di Londra dove, nonostante siano state introdotte diverse politiche bici-friendly, milioni di veicoli intasano le strade ogni giorno mettendo così in pericolo la vita dei ciclisti. Tra di loro, uno ha affermato che spogliarsi era il modo migliore per comunicare il loro messaggio. Tra le voci raccolte ieri, Mila ha affermato: “In Messico è un incubo ad andare in bicicletta. E ‘quasi come se tu non esisti, sei un fantasma.” E Yovana Floyd ha aggiunto: “Abbiamo paura di uscire ogni giorno non sapendo se torneremo alle nostre case.”

Questa presentazione richiede JavaScript.

Scandalo in Danimarca per lo spot sessista!

ThomasBlachman

Lo spot del nuovo show di Thomas Blachman, jazzista che è stato anche giurato dell’edizione danese del talent show X-Factor, è stato definito in Danimarca “sessista e umiliante per le donne” creando così un vero e proprio scandalo attorno al programam che va in onda ogni martedì sul canale pubblico DR2. Lo spot è incentrato su una donna bionda, bellissima, che, dopo pochi secondi dal suo ingresso, si sfila la vestaglia per mostrarsi nuda allo stesso Blachman e ad un altro uomo. Dopo averla osservata, i due esprimono i loro pareri sul suo corpo. Se le critiche sono state dure, il jazzista non si è scomposto ed ha anzi giustificato la sua scelta tentando di assegnarle quasi un’aura “caritatevole”: “Ho fatto un favore alle donne, così possono sapere come gli uomini valutino i loro corpi, senza alcuna ipocrisia”. Una domanda sorge spontanea: alla testa delle donne, al loro carattere, al loro cuore, alla loro anima, come riescono a “dare i voti”? Forse è più importante capire come una donna valuta se stessa, anche per insegnare alle nuove generazioni che l’autostima, l’amore ed il rispetto per se stessi è ciò che permette di andare avanti nella vita, senza cadere trappola di troppo facili trappole pubblicitarie!

Due donne litigano, una le strappa il vestito. E’ polemica sul video

rissa-donna-cinecittà-video-tuttacronaca

La nostra privacy è davvero a rischio. Una lite può essere immortalata e messa su YouTube a nostra insaputa. E se la lite è stata particolarmente animata, tanto da finire in rissa  significa che abbiamo davvero superato ogni limite. Due donne litigano in un centro commerciale vicino agli studi di Cinecittà a Roma e una delle due strappa il vestito di dosso all’altra, che rimane in biancheria intima prima di essere portata via dal suo accompagnatore. Sullo sfondo, un centurione romano e i cori dei presenti. Una scena di cattivo gusto che viene filmata da un utente che si firma come “ale egro” e poi mette intitola il video “Mega rissa tra donne e una rimane nuda! Eddajeee!”.

Le domande sono molteplici ma forse dovremmo tutti farci un esame di coscienza – se la scena davvero non è stata preparata, il che sarebbe ancora più grave, – e sapere quando sia davvero il caso di riprendere un evento o quando è meglio astenersi. La videocamera, come la penna, è un’arma che può ferire tanto quanto una pistola. Vogliamo davvero vivere spiati e ripresi la nostra esistenza 24h al giorno? Inoltre come si fa a postare un video che già di per sè ha un titolo sessista e denigratorio per le donne?

 

Nuda a piazza del Popolo… PROTESTA STAMINALI!

Piazza del Popolo. Per Tagliapietra Vincenzo Livieri/Ag. Toiati

Mentre piazza del Popolo si svuotava dopo aver ascoltato Silvio Berlusconi dal palco della manifestazione indetta dal Pdl, le telecamere di SkyTg 24 si sono posate su una donna a seno nudo in segno di protesta. Da Sky hanno pensato a un’attivista del gruppo Femen, note per usare il loro corpo a fini dimostrativi, ma le scritte che aveva addosso la bionda ripresa a piazza del Popolo sembravano richiamare l’attenzione piuttosto sulle cure a base di cellule staminali. La ragazza non ha opposto resistenza né gridato quando le forze dell’ordine si avvicinano. La donna è stata prontamente coperta con il primo panno: una bandiera tricolore.

Questa presentazione richiede JavaScript.

1500!!! Tutti contro al prete indegno sfilano sulla spiaggia di Lerici

Letti anche i nomi 122 donne uccise nel 2012. 

Candele, fiaccole, striscioni e slogan per dire basta a una mentalità brutale, sessista e indegna per ogni uomo e ancor più vergognosa e infima per un prete!

contact-stacey-hyers-massage

Nessun “pentimento”! La Chiesa “pecca” e insiste nelle sue aberranti ragioni

Il prete indegno non si dimette! Si prende un “periodo di riposo” e poi pronto di nuovo “a chiacchiere e telecamere spente” a riprendere il suo servizio! BENVENUTI IN CHIESA… LA CASA DI TUTTI? NO, LA CASA CHE ASSOLVE GLI ASSASSINI E CONDANNA LE DONNE… INQUISIZIONE 2.0!

E I POLITICI DOVE SONO? AGLI ARRESTI DOMICILIARI. OCCUPATI IN CAMPAGNA ELETTORALE O A FESTEGGIARE IL NATALE? LA CHIESA PUO’ ENTRARE NELLE CASE DEGLI ITALIANI, MA LA POLITICA ITALIANA NON PUO’ ENTRARE NEI CRIMINI  ECCLESIASTICI?

preti_basta

Il prete indegno lascia l’abito talare!

LEVARSI UN ABITO NON PULISCE UNA COSCIENZA!!!

Don Piero Corsi lascia il clero dopo un volantino oltraggioso e dopo aver dato del “frocio” a un giornalista che affermava di non essere sconvolto da una donna in abiti succinti. Offendendo anche gli omosessuali… così da fare l’ennesimo autogoal.

SPERIAMO CHE LA CHIESA IN FUTURO SAPPIA SCEGLIERE MEGLIO I SUOI PASTORI…

Ora il problema diventa dello Stato perché avere nelle strade un personaggio del genere rappresenta comunque un pericolo… è una persona malata, qualsiasi psicologo riscontrerebbe in tali parole e gesti un’ossessione compulsiva sessuale che sfocia in aggressività sociale!

large_jCb0b6

Ucraina: femministe a seno nudo cercano di entrare in Parlamento

l43-femen-111209144843_big

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: