La Juve pronta a tutto per Cerci… ma si teme anche di perdere qualcuno…

alessio-cerci-tuttacronacaE’ la Gazzetta dello Sport a spiegare che in casa bianconera si fa sul serio per Alessio Cerci, con la società pronta a lanciare un nuovo assalto a giugno, sempre ammesso che il Torino decidesse di privarsi dell’esterno offensivo. Antonio Conte stravede per l’ala ex Roma e pur di accontentare il suo tecnico la dirigenza della Juve è disposta a mettere sul piatto la definitiva cessione di Immobile, l’intero cartellino di Giovinco e qualche milione cash. Ma nel frattempo arrivano delle indiscrezioni dall’Inghilterra che, se confermate, avrebbero del clamoroso. Il Manchester United punterà Ravel Morrison a gennaio. Diversi tabloid riportano l’indiscrezione sul talentuoso centrocampista del West Ham, su cui anche il Fulham vorrebbe dire la sua. Ma è il Guardian a far trapelare una notizia che riguarda Paul Pogba. Secondo il quotidiano, infatti, Morrison sarebbe solo un’alternativa al ritorno di Paul Pogba per i ‘Red Devils’, con David Moyes che starebbe valutando la possibilità di riprenderlo dalla Juventus a peso d’oro dopo che Sir Alex Ferguson lo perse a parametro zero una stagione e mezza fa.

 

Capello s’inchina a Conte: “La sua Juve è meglio della mia”

conte-capello-tuttacronacaJuve 2005 vs Juve 2013. E’ questo il confronto tra la realtà del club bianconero che interessano Fabio Capello e Antonio Conte. E che vede vincente l’attuale ct. Lo conferma lo stesso allenatore della Russia: “Le statistiche hanno sempre ragione e se dicono questo, allora è così. Non c’è altro da dire: i record ci sono per essere battuti e i numeri parlano chiaro”. Sempre Capello, un anno fa affermava: “Questa è una Juve che non ha avversari, invece quella del mio periodo aveva Inter, Roma e Milan”. Conte, all’epoca, era stato altrettanto schietto: “La formazione di Capello era stratosferica, forse la più forte Juve di tutti i tempi. Aveva nove giocatori nella finale dei Mondiali, due Palloni d’oro, e in panchina gente come Del Piero e Mutu. Però, nonostante tutto, in Champions ha fatto davvero poco perché i grandi giocatori da soli non bastano: servono anche organizzazione di gioco e mentalità vincente”. In seguito c’è stato il secondo scudetto e ora la corsa al terzo e Capello ammette la bravura dell'”avversario”: “Conte è assolutamente il miglior allenatore italiano, per quello che ha fatto in così breve tempo e per i successi che sta ottenendo”. Questo perchè “ha dimostrato di saper gestire una grande squadra in un momento difficile. Ha creato di nuovo una mentalità vincente in un gruppo che veniva da momenti non felici”. Non c’è solo la fame: “Ha dato un buonissimo gioco, che sta dando i suoi frutti, e ha dimostrato intelligenza, cambiando le idee durante il percorso con la Juve”. A Sky, Capello parla anche del fatto che manca ancora un tassello: la Champions: “Dire che Conte è il miglior tecnico europeo è un po’ più difficile perché ce ne sono tanti, c’è molta competizione. Dunque, direi di aspettare ancora qualche anno, dopo di che potremmo parlarne”. Lo sa bene lo stesso allenatore juventino, premiato a Dubai, che anche due giorni fa aveva ricordato la necessità di vincere a livello internazionale. L’ultimo passo che devono compiere lui e la squadra, mentre nel frattempo non resta c’è mirare al mini-triplete, portando a casa scudetto, Coppa Italia ed Europa League. E proprio con questo obiettivo in testa la Juve s’è così ritrovata ieri a Vinovo per la ripresa degli allenamenti. I bianconeri sono partiti subito forte: doppia seduta di allenamento, dedicata per lo più al lavoro atletico, dopo i sei giorni di ferie. Tevez e gli altri sudamericani si aggiungeranno oggi, cosi come Conte, di ritorno proprio da Dubai, dov’era per i Globe Soccer Awards. Tra gli assenti anche Vucinic, affetto da un lieve attacco influenzale. Pirlo, intanto, si sta rimettendo dalla lesione al legamento collaterale del ginocchio destro, ammaccato il primo dicembre scorso nella gara contro l’Udinese.

In Italia ci si sposa tardi: e nel resto del mondo?

mappa-età-matrimonio-tuttacronacaPartendo dai dati forniti dalle Nazioni Unite, è stata creata una mappa che mostra l’età media in cui, nel mondo, ci si appresta all’altare. “Il fattore chiave per l’età del matrimonio sembra essere il reddito del Paese. Nei Paesi sviluppati ci si sposa più tardi”, riporta The Huffington Post. “I paesi nordici e l’Europa occidentale hanno le medie più alte, oltre 30 anni, mentre l’Afghanistan è dove si contrae matrimonio all’età più bassa, 20,2 anni.” Negli Stati Uniti, l’età media del matrimonio per le donne è 26,9 anni per gli uomini e 29.8. In Spagna, secondo l’INE, l’età media del matrimonio è pari a 36,2 anni per gli uomini e 33 per le donne. Per quel che riguarda l’Italia, riporta l’Istat, ci si sposa sempre meno mentre cresce l’età media (34 anni per gli uomi e 31 per le donne) delle coppie che decidono di pronunciare il fatidico sì.

Marino per gli instant poll è al 60,5%

ignazio_marino_sindaco-tuttacronaca

Sembra che a Roma, secondo l’instant poll de “La7”, il Campidoglio vada a Marino, candidato del centro sinistra. Quindi nessuna sorpresa al momento, anche se i dati sono ancora tutti da verificare. C’è grande attesa anche per gli altri comuni che erano chiamati a votare il loro primo cittadino tra questi anche città “strategicamente” importanti come: Siena, Brescia, Lodi, Imperia, Ancona, Avellino, Treviso.

I candidati sindaci di Roma: l’ultima sfida

alemanno_marino_skytg24

Si apre parlando de “La Grande Bellezza” della capitale il confronto tra Alemanno e Marino, e nella banalità più totale delle affermazioni: “Roma nel suo complesso è una grande città da valorizzare”, dice Alemanno e Marino aggiunge: “E’ la città più bella del mondo”. Ma quando si parla di trasporti, subito dopo, si vedono le differenze dei due candidati: Marino punta sul trasporto su rotaia, forse con una strizzata d’occhio agli elettori di Sel, e chiede “percorsi ciclabili davvero tali” mentre Alemanno, immemore di tutte le lamente arrivate recentemente per la situazione della viabilità, afferma che “Noi consegniamo il 50% dei tratti di metropolitana in più di quelli che abbiamo ricevuto”. Si passa quindi al secondo tema, ossia il contrasto con la criminalità: “Roma va difesa da questo attacco, sono diminuiti gli omicidi, i tentati omicidi. Dobbiamo continuare ad andare avanti su questa strada”, dice Alemanno, subito criticato dall’avversario: “Aveva ricevuto una città con la piccola criminalità, ce la restituisce con la grande criminalità”. Altro tema caldo è quello delle tasse: “Noi abbiamo già deciso di levare l’Imu dalla prima casa al 36% delle famiglie romane”, spiega il sindaco uscente. “L’Irpef è stata aumentata durante il periodo della giunta Alemanno” replica Marino. Ma Roma è pur sempre “Caput Mundi”, la Città eterna conosciuta in tutto il mondo e in quanto tale una delle più rinomate mete turistiche. Come pensano di rilarciare il turismo (quello stesso che di certo non gode al momento di buona pubblicità se per mangiare una fetta di tiramisù in centro dei turisti arrivano a pagare 72 euro! -ndr-) i due candidati? “Nei 4 anni del mio mandato il turismo a Roma è aumentato del 25%. Per fare di più si deve creare assolutamente il secondo polo turistico”, dice Alemanno. “Nei prossimi tre mesi renderò pedonale il più grande parco archeologico del mondo” replica Marino. Un altro tema trattato è quello sulla cittadinanza, e ancora una volta si parte da poli opposti: “Quelli che non vogliamo sono gli immigrati che violano le regole”, risponde Alemanno, che aggiunge di non vedere le nozze gay in Campidoglio mentre Marino replica: “Già da senatore avevo presentato una legge sull’introduzione di una norma per cui se un bambino nasce in Italia è italiano a tutti gli effetti”. Semprini chiede poi “dove li mettiamo?” riguardo ai rifiuti. Il candidato Pd punta sulla differenziata e “sull’educazione scolastica dei nostri figli”. “Questo modello che abbiamo concordato finora ci ha portato a oltre il 34% del riciclo” replica l’avversario. Semprini chiede poi degli indizi sulla prossima squadra di governo. Alemanno dice di aver già indicato il proprio vicesindaco. “Ho un metodo da marziano: sceglierà la mia squadra sulla base di curricula e di colloqui”. Infine, un ultimo appello. Marino spiega: “Penso a una città di grande respiro dove si sprigionano le energie migliori. Penso alla Roma migliore e per farlo bisogna avere un’idea di comunità, dove si premia il migliore ma si dà una mano a chi è rimasto indietro”. Tocca quindi ad Alemanno: “Noi abbiamo salvato Roma, innanzitutto rispetto al debito che abbiamo ereditato, poi abbiamo governato nella peggiore crisi del dopoguerra, e nonostante questo abbiamo retto, creando infrastrutture. Dobbiamo creare grandi progetti, già elaborati, per creare subito 60mila posti di lavoro”.

Marino VS Alemanno

marino_alemanno-tuttacronaca

E’ confermato per questa sera in piazza del Campidoglio a Roma l’incontro tra Marino e Alemanno. 2 contendenti per la sedia a primo cittadino della Capitale, un faccia a faccia che sarà trasmesso da SkyTg24 alle 21 (come mai non sulla Rai? Non è un servizio pubblico?). L’evento si svolgerà secondo alcune regole precise con domande incrociate e dal pubblico, entro 1 minuto e 30 secondi e ciascuno avrà a disposizione sei repliche, da 30 secondi ciascuna.

Intanto è già battaglia con Marino che dichiara “La cultura del merito, che dovrebbe essere uno dei valori delle tante persone che hanno votato a destra, e’ stata umiliata dalla cultura del familismo e dei privilegi”, e Alemanno risponde ”Marino parla di merito senza aver mai amministrato”.

Politica al presepe! A Napoli il confronto c’è…

politica-genny di virgilio- napoli-presepe-elezioni 2013

Niente confronto tv tra i leader politici? Il face to face si materializza allora nelle botteghe del presepe di San Gregorio Armeno, a Napoli.

Monti, Bersani, Berlusconi, Ingroia, Grillo, Giannino, tutti in versione terracotta, da oggi sono in mostra nella bottega del maestro Genny Di Virgilio, nella strada del centro storico della citta’: vestiti ed accessori riprendono fedelmente quelli reali.

Cav sfida Bersani in tv: parlare dei programmi… e “dei fatti”!

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: