Esplode uno zaino pieno di botti: 23enne perde un braccio

botti-natale-tuttacronacaSi celebrava la trdizionale festa del Maio, un grosso albero che ogni anno la sera di Natale viene trasportato in processione fino alla piazza del paese, accompagnato da spari di carabine a salve e fuochi d’artificio, ieri sera a Baiano, in provincia di Avellino, quando un ragazzo ha perso un braccio. Giuseppe Lippiello, un 23enne, aveva dei fuochi artificiali nel suo zaino: una scintilla provocata dai botti vi è finita sopra, facendolo eplodere e causando la perdita di un arto al ragazzo che ora  si trova ricoverato con prognosi riservata nell’ospedale Cardarelli di Napoli. Altre due persone sono rimaste lievemente ferite: si tratta di Salvatore Crisci, che ha tentato di soccorrere Lippiello, e Pellegrino Alaia che stava assistendo alla manifestazione seduto su una panchina. Sul posto, sono intervenuti carabinieri e Guardia di Finanza che hanno sequestrato circa 800 botti e buste di polvere pirica.

Annunci

Il misterioso incendio all’ospedale Cardarelli

incendio-cardarelli-tuttacronacaFiamme ieri sera all’ospedale Cardarelli di Napoli dove un incendio è divampato intorno alle 20.30, lontano dai reparti di degenza: a fuoco cartoni, materassino e altri oggetti. E’ stata una guardia giurata a lanciare l’allarme e che, dopo aver raggiunto l’ultimo piano del padiglione F, ha anche spento le fiamme con un estintore. La polizia è giunta sul posto per per eseguire i rilievi e avviare le indagini. Nella palazzina si trovano diversi uffici e servizi, tra questi direzione sanitaria e quella infermieristica, odontostomatologia, neurofisiopatologia ed epidemiologia clinica, come spiega il Mattino. Il direttore sanitario di presidio, Franco Paradiso ha spiegato: “Non risultano danni agli impianti elettrici ed è un fatto che diversi senzatetto cercano riparo nel Cardarelli, soprattutto quando fa freddo”. Tali particolari potrebbero aiutare a chiarire la causa del misterioso rogo, ma anche a sollecitare più attenzione al fenomeno legato al disagio sociale già negli anni scorsi segnalato ai vertici di istituzioni e autorità competenti dai dirigenti ospedalieri.

Panico all’ospedale, uomo tenta di dare fuoco all’ospedale

cardarelli-fiamme-tuttacronaca

Esasperazione, rabbia e follia che ha creato per alcuni minuti il panico al Cardarelli di Napoli. Il fatto è accaduto il 3 dicembre intorno alle 15, ma se ne è avuta notizia ora. Un uomo, A.F., 49enne di Sant’Antimo si era presentato in ospedale fuori orario di visita e quando il personale ha vietato di accedere alla stanza in cui era ricoverato il fratello a seguito di un incidente sul lavoro, l’uomo ha dato in escandescenza e si è recato alla pompa di benzina di fronte al nosocomio dove si è procurato diverse taniche di benzina e poi ha appiccato il fuoco. Il personale paramedico è riuscito immediatamente ha sedare il principio d’incendio, ma le fiamme e il fumo hanno messo in fuga malati e parenti. L’uomo poi si è dato alla fuga, ma grazie alle telecamere di video sorveglianza è stato identificato e rintracciato nella sua abitazione a Melito dove, le forze dell’ordine, lo hanno trovato armato di un’ascia. L’uomo è stato portato a Poggioreale con l’accusa di incendio doloso e resistenza a pubblico ufficiale.

Cardarelli shock: rifiuti ospedalieri nel sottosuolo

ospedale-cardarelli-napoli-tuttacronacaSono stati gli operai di Metronapoli spa, durante uno scavo, a riportare alla luce una montagna di rifiuti ospedalieri che erano stati occultati. Si tratta di dieci grandi sacchi ricoperti da sottosuolo e asfalto. Non si esclude ve ne possano essere altri. Tra il materiale rinvenuto siringhe usate, aghi, vecchie flebo, lacci emostati, lenzuola di carte e altro materiale. Non è noto nè chi nè quando abbia provveduto a occultare i rifiuti ospedalieri nei queli si sono imbattuti gli uomini della sezione giudiziaria del nucleo del comando provinciale guidati da Lucia Rea. L’area nel perimetro del Cardarelli, angolo via Pietravalle, è di circa 40 metri quadrati e potrebbe nascondere una enorme quantità di rifiuti.

Shock al Cardarelli di Napoli, alcuni infermieri con la scabbia?

scabia-tuttacronaca

La sintomatologia è quella della scabbia: lesioni su braccia e pancia e un prurito da perderci il sonno. Sono 9 al momento gli infermieri. Tutti sono in servizio presso il reparto di Quinta Medicina ospedale Cardarelli di Napoli.

A lanciare l’allarme Michele Tassaro, delegato Rsu, che chiede “blocco dei ricoveri” e “immediata sanificazione del reparto”. “Dei nove dipendenti che hanno manifestato i sintomi dell’infezione – spiega Tassaro – due sono stati visitati ed è stato prescritto loro un trattamento a base di Scabiocid, antistaminici e cortisonici, con diagnosi di sospetta acarosi. La stessa cura stanno seguendo gli altri contagiati, che si sono rivolti ad un dermatologo privatamente”.

Il direttore sanitario di presidio del Cardarelli, Franco Paradiso, pur confermando la sospetta acarosi, aggiunge che il dermatologo che ha visitato i dipendenti ha escluso che si tratti di scabbia e che quindi si tratterebbe di una patologia facilmente trattabile, senza pericoli per il personale sanitario o per i ricoverati. “Già da domani – sottolinea – il personale coinvolto sarà sottoposto a nuove ed accurate visite, ed ovviamente è già stata predisposta la profilassi del caso per il reparto. Ad ogni modo, non è stata riscontrata nessuna infezione tra i pazienti”.

Rubano l’auto al fratello: resta ferito nel tentativo di fermare il ladro

furto-auto-napoliUn ladro stava rubando l’auto del fratello parcheggiata in via Stanislao Manna, a Fuorigrotta, quartiere di Napoli, e lui si è aggrappato alla vettura nel tentativo di impedire che il malvivente portasse a compimento il suo furto. Ma il ladro non solo ha continuato la sua corsa, ha anche zigzagato per cercare di fargli perdere la presa, andando anche a sbattere contro varie auto in sosta finchè il fratello del legittimo proprietario del veicolo è caduto. il 28enne A.B., è rimasto gravemente ferito e trasportato all’ospedale Cardarelli, in cindizioni gravi ma non in imminente pericolo di vita. Il ladro è riuscito invece a fuggire con l’auto e la polizia sta indagando per cercare di identificarlo.

Crolla il solaio al Cardarelli di Napoli sfiorata la tragedia

cardarelli-solaio-tuttacronaca

Attimi di terrore al Cardarelli di Napoli, uno degli ospedali più noti in città, dove intorno alle ore 15 è crollata parte del solaio all’ingresso del padiglione E. I detriti del crollo hanno colpito un’ambulanza che era ferma, fortunatamente vuota, che viene utilizzata nel trasporto di ammalati già ricoverati in ospedale. Franco Paradiso, direttore sanitario di presidio afferma:  “Il mezzo in qualche modo ha attutito l’impatto evitando anche danni più gravi”.

Subito dopo l’incidente si è provveduto immediatamente a mettere in sicurezza l’area e si è bloccato l’accesso principale all’edificio che non è dotato di scale anti-incendio esterne, sui due lati. Per consentire il passaggio di ammalati e operatori sanitari viene utilizzata una uscita del centro trasfusionale collocato al pianterreno.

Nel padiglione E si trovano i reparti di otorino e terapia antalgica, dermatologia, oculistica, urologia e nefrologia. per quest’ultima patologia, in caso di dialisi d’urgenza gli ammalati saranno trasferiti nell’altro centro attrezzato, allestito nel Dea, il dipartimento di emergenza accettazione.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La tragedia del fioraio che si dà fuoco nell’ufficio del sindaco

fioraio_si-dà-fuoco-e-si-getta-dal-balcone-del-municipio-tuttacronaca

Un commerciante Antonio Formicola, 47 anni, si è recato nell’ufficio del sindaco e tenendo il personale sotto minaccia con un coltello, si è cosparso di benzina, si è dato fuoco e poi si è lanciato dal balcone del municipio di Ercolano. Nel gesto di protesta del commerciante sono rimasti coinvolti due feriti un passante e un poliziotto colpito da un estintore. Il motivo della protesta è da ricercarsi nel nuovo dispositivo di viabilità e nel divieto di sosta imposto nei pressi del suo negozio in corso Resina. Trasportato d’urgenza all’ospedale Cardarelli è morto poco dopo l’arrivo in ospedale.

 

Gambizzato un avvocato a Napoli davanti la scuola dei figli.

gambizzato-uomo-avvocato-napoli-scuola-figli-tuttacronaca

Agguato a Napoli. Un avvocato questa mattina è stato gambizzato davanti alla scuola dei figli. I sicari, a bordo di una moto, prima lo hanno ferito con un colpo di pistola al polpaccio in un viale privato del Capricorno ai colli Aminei, in una zona collinare di Napoli. L’uomo è stato trasportato all’ospedale Cardarelli di Napoli, le sue condizioni non sono gravi. Gli inquirenti ora stanno setacciando la vita professionale e privata dell’uomo per capire il movente dell’agguato e identificare i killers.

Bambino muore all’asilo, soffocato da un pezzo di mozzarella!

bambino-asilo-napoli

È stato portato d’urgenza all’ospedale Cardarelli di Napoli perché non riusciva a respirare un bambino di quattro anni che è morto dopo pochi minuti nonostante gli immediati soccorsi. Il bimbo, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe inghiottito un pezzo di mozzarella a scuola, durante la refezione alla mensa, e avrebbe mostrato subito segni di soffocamento. È stato il personale della scuola a portarlo al pronto soccorso, ma non c’è stato nulla da fare. I genitori del piccolo sono stati avvisati e stanno raggiungendo l’ospedale. La tragedia è avvenuta nella scuola materna «Minucci» di via Bernardo Cavallino. Il piccolo, che si chiamava Patrizio, avrebbe compiuto 5 anni nel prossimo mese di luglio.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: