E quando usciamo inciampiamo nelle stelle…

camminare tra le stelle

… perché le stelle ormai quasi non le vediamo più… 

-Francesco De Gregori- (da La ragazza e la miniera, 1983)

Annunci

In Spagna i vigili del fuoco protestano in mutande

protesta-vigili-del-fuoco-spagna

Un centinaio di Vigili del Fuoco si sono spogliati rimanendo in mutande a Sabadell (Barcellona) per protestare contro i tagli. La manifestazione è avvenuta in coincidenza con una visita del Ministro degli Interni, Ramon Espadaler, in occasione della presentazione dei nuovi velivoli per la protezione boschiva. Leandre Gallardet, delegato del sindacato CCOO, ha lamentato il fatto che il governo investa in nuovi aerei pur continuando ad effettuare tagli a livello di staff: “I tagli li fanno sui lavoratori, non sulle imprese private”. Espadaler, ha reso nota la decisione di “mantenere la stessa efficacia dello scorso anno, perché il supporto aereo dà sicurezza” e ha esortato i sindacati a incontrare il governo “una volta superata la stagione degli incendi boschivi.” Continua dunque la crisi spagnola che, dopo quattro anni, vede il numero dei disoccupati ammontare a 4.890.000 persone.

Il monsone stagionale giunge in anticipo in India e porta distruzione

monsone-india

Ha raggiunto l’India prima del previsto il monsone stagionale che sta scaricando piogge torrenziali in molti stati, con particolare accanimento sull’Uttarkhand, dove il bilancio provvisorio è di 13 morti e decine di dispersi, come riferiscono le tv indiane. 20.ooo pellegrini sarebbero inoltre bloccati a Kedarnath, città santa hindu a oltre 3.500 metri sulla Cordigliera dell’Himalaya e un’importante operazione di soccorso è stata avviata per raggiungerli. Vista la gravità della situazione, è stato sospeso il Char Dam Yatra, il pellegrinaggio cominciato il 13 giugno nei quattro templi sacri di Badrinath, Kedarnath, Gangotri e Yamnotri, tutti nell’Uttarkhand. Thimes Now avvisa inoltre che il fiume Alaknanda, uno dei due che danno poi vita al Gange, ha rotto gli argini travolgendo almeno 200 veicoli. Le immagini di fiumi di acqua e fango vengono mostrate incessantemente in tv mentre viene travolto anche la zona Himachal Pradesh, dove una valanga ha sepolto una famiglia di cinque persone. Nello Stato di Haryana, invece, i soccorritori hanno messo in salvo 52 persone, fra cui 13 bambini, che erano rimasti isolati su un fazzoletto di terra nel distretto di Yamunagar.

Annullata “temporaneamente” la chiusura della tv pubblica greca

ert-grecia-tv

Nei giorni scorsi il governo di Atena aveva deciso la chiusura della tv pubblica Ert, ma ora il Consiglio di Stato,  la piu’ alta giurisdizione dello stato, ha annullato ”temporaneamente” la decisione di chiudere l’emittente. Ne è stata quindi disposta la riapertura, in attesa si costituisca un nuovo soggetto radiotelevisivo pubblico. Anche il premier Samaras aveva avanzato oggi la proposta di una riapertura parziale, mentre il sindacato Ert si era rivolto all’alta corte contro la chiusura. Ma una “nota stonata” resta: la chiusura, dopo 75 anni di vita, dell’Orchestra Sinfonica Nazionale greca, che ha salutato il proprio pubblico eseguendo l’inno nazionale nel corso di un concerto che ha suscitato commozione sia nei presenti che negli negli stessi esecutori, le cui lacrime non potevano passare inosservate.

Arrivano i contatori d’acqua dopo anni di bollette non pagate

contatori-acqua

Come può l’esposizione debitoria di un Comune attestarsi attorno ai 14 milioni di euro? Basta che nessuno si colleghi alla rete pubblica. Ecco allora che in provincia di Caserta, a Casal di Principe, dopo anni di bollette dell’acqua non pagate, arrivano i contatori. Lo annuncia il commissario prefettizio del  paese, Silvana Riccio: ”Entro un mese al massimo inizieremo ad installare i contatori dell’acqua sanando cosi’ una situazione di illegalita’ che va avanti da molti anni. Nessuno residente a Casal di Principe e’ collegato alla rete pubblica”.

Agguato a Napoli in Rione Sanità: due feriti

coltello-agguato

Agguato ai danni dei fratelli Acierno questa sera a Napoli, in Rione Sanità. Il pregiudicato 43enne Giacinto e suo fratello Salvatore, di 44 anni, sono stati accoltellati da un gruppo di 4-5 persone con il viso coperto da caschi che hanno estratto le armi e hanno inflitto loro delle ferite alle gambe che guariranno in 8 giorno. Gli Acierno sono ora ricoverati all’ospedale Ascalesi mentre le indagini della Polizia si orientano verso un regolamento di conti a seguito di dissapori maturati con un’altra famiglia.

Uno sguardo a… “mondo gatto”!

gatto-con-delfino

Quante ne combinano i nostri amici gatti? Corrono sullo skateboard, imparano a far le capriole, giocano all’arrampicata libera e riescono perfino a stringere amicizia con un delfino! E ovviamente finiscono immortalati e condivisi in rete… in modo da strappare un sorriso a tutti!

Questa presentazione richiede JavaScript.

Adele Gambaro: il giorno della votazione

adele_gambaro-m5s

Il senso delle parole di Adele Gambaro davanti ai parlamentari del suo gruppo è chiaro: si dice dispiaciuta perchè non aveva intenzione di nuocere al gruppo che lavora in Parlamento ma non ha intenzione di scusarsi nè di dimettersi. Già in precedenza aveva parlato a Palazzo Madama: “Vi concentrate sulle mie parole, ma nessuno parla delle reazioni di Beppe Grillo, che sul blog contro di me ha scritto tre post violentissimi”. E rivolta a Crimi: “Un mio sms indirizzato a te è stato pubblicato, è venuto a mancare il rapporto di fiducia”. L’ex capogruppo respinge l’accusa: “Sul blog di Beppe non c’è nulla di quello che mi hai scritto”. Non si alzano i toni durante la riunione, rigorosamente trasmessa in diretta streaming. Ma le discussioni interne comunque persistono: Sara Paglini: “Adele è solo la punta di un iceberg di un gruppo di persone che ci stanno sparando dall’interno”. Il riferimento più immediato è a Paola Pinna, che aveva già dichiarato il suo essere pronta a confluire in un altro gruppo in caso la Gambaro venisse espulsa. Elisa Bulgarelli presenta la sua critica a quanto accaduto in questi giorni: “Non sono stata d’accordo con quel che ha detto Adele, ma nemmeno con le reazioni di Crimi, di Nicola Morra e di Riccardo Nuti. C’è stata un’escalation di toni che non ci ha fatto bene”. La domanda che viene posta alla senatrice è perchè si sia rivolta alla stampa. Lei chiarisce: “Ho chiamato più volte Beppe gli ho mandato sms. Mai nessuna risposta. Alessandra Bencini cita il centralismo democratico e si domanda: “Uno vale uno, ma in questo momento qualcuno vale un po’ di più e qualcuno un po’ di meno?”. Maurizio Romani: “Sono contrario alla gogna mediatica, e non mi fido della rete, c’è molto risentimento”. Il dibattito si sposta poi sul termine “espulsione”. Crimi prova ad alleggerire l’importanza del loro voto: “Non voteremo l’espulsione, voteremo se rimettere alla rete la decisione, altrimenti tradiamo uno dei nostri principi fondamentali”. Ma c’è anche chi non ci sta a far passare il messaggio che chi vota per la collega lo faccia contro la rete e spiega che si tratta solo di un primo voto, poi ci dev’essere quello del web, ma sempre di espulsione si tratta. Perplesso Luis Orellana: “Mi sembra una forzatura clamorosa – dice uscendo – si vota sull’espulsione, non sul rimettere la decisione alla rete. E anche i tempi mi sembrano forzati. Si poteva aspettare la solita assemblea congiunta di fine mese, magari la vicenda si sarebbe sgonfiata da sola”. Dopo le tante parole si passa ai voti: la Gambaro esce e le telecamere si spengono: la trasparenza in questo caso non detta legge. Ad essere contrari all’espulsione sono più o meno una cinquantina e la Bencini difende la collega: “Quale punto del codice ha violato per poter essere espulsa?”. La risposta arriva da Crimi e dalla Bottici: “Abbiamo perso tre mesi a parlare di questioni interne, bisogna dire basta”. Tancredi Turco prova a ribadire: “Adele non ha infranto nessuna regola, non vedo di cosa stiamo parlando, mi verrebbe da andarmene via”. Manlio Di Stefano difende la posizione opposta: “Invece di stare a parlare ogni giorno di dissidenti se c’e’ qualcuno che non e’ d’accordo con il movimento si alzi ora, lo dica, faccia il suo percorso lontano da noi”. E non è detto che qualcuno non colga l’invito. Intanto, in forma ufficiosa, a Quinta Colonna avvisano che in 79 avrebbero votato per l’espulsione, rimandando quindi la decisione alla rete, mentre sarebbero 42 i voti pro-Gambaro.

Giallo in Piemonte: Francesco Daniele ucciso da un colpo al torace

francesco-daniele

E’ stato ritrovato a Verrua Savoia, in provincia di Torino, il corpo di Francesco Daniele, il muratore uscito dalla sua abitazione a Crescentino, in provincia di Vercelli ieri alle 16 per accompagnare il figlio a casa di amici e poi recatosi al bar dov’è stato visto vivo per l’ultima volta, intorno alle 18. L’uomo, che aveva parcheggiato la sua Volkswagen Golf davanti al locale, non ha più fatto ritorno a casa e questa mattina la moglie aveva sporto denuncia di scomparsa. Il ritrovamento è stato fatto da un contadino, in un’area boschiva poco distante dalle rive del Po e il corpo presentava un colpo al torace e un’apparente ferita alla testa. Ora è stata disposta l’autopsia e intanto i carabinieri stanno ascoltando familiari, amici e conoscenti della vittima, che era stata arrestata tre anni fa per droga.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La foto di Aldrovandi non è veritiera? Giovanardi indagato per diffamazione

federico-aldrovandi

In diverse occasioni, il senatore Pdl Carlo Giovanardi, l’ex senatore ora in Fratelli d’Italia Alberto Balboni e il segretario nazionale del Coisp, sindacato di polizia, Franco Maccari, hanno sostenuto che non fosse veritiera la foto di Federico Aldrovandi all’obitorio, con la testa appoggiata su un lenzuolo macchiato di sangue. La madre del ragazzo,Patrizia Moretti, morto a Ferrara nel 2005 dopo un controllo da parte di alcuni agenti di polizia, si è sentita pubblicamente offesa da simili posizioni. Ora la procura della città ha aperto un fascicolo per diffamazione ai danni della donna. Era stata lei stessa a sporgere querela dopo il sit in organizzato dal Coisp a sostegno dei 4 agenti condannati, proprio sotto le finestre del Comune di Ferrara per il quale lavora. Quel giorno, Patrizia era scesa in strada portando con sé la foto ingrandita che ritraeva il figlio morto, così come l’hanno potuto vedere i parenti all’obitorio. Riguardo l’immagine, Maccari aveva affermato che “non è stata ammessa in tribunale perché non veritiera”, mentre Balboni aveva aggiunto che “la foto non corrisponde alla verità”, ed era stata usata dalla stampa “per una campagna di disinformazione ma è una falsificazione della realtà”. Giovanardi, intervenendo poi alla trasmissione radiofonica La Zanzara, aveva infine dichiarato che  la macchia rossa sulla foto non era sangue “ma un cuscino”.

Il lupo messo in fuga… da una pecora!

pecora-lupo

Il lupo quale predatore implacabile? Materiale da favole per bambini sembrerebbe, almeno guardando un video girato su una strada di montagna nella contea norvegese di Sør-Trøndelag. Nel filmato, un lupo sta andando a caccia per procurarsi un po’ di cibo quando s’imbatte in una pecorella accompagnata dai suoi due piccoli. Chi fa una brutta fine? Proprio il povero predatore, messo in fuga dall’intrepida madre… per ben due volte! 

Giallo in via Gradoli a Roma: trovato il cadavere di un 39enne

 omicidio-via-grandioli

E’ stato trovato all’interno di un appartamento al piano terra in via Gradoli, sulla Cassia, a Roma, il corpo di un uomo di 39 anni, supino vicino al letto. La polizia, intervenuta sul posto e che ha trovato la porta aperta, non esclude alcuna ipotesi riguardo alle cause della morte e ha avviato l’indagine. La vittima, che potrebbe essere morta tra ieri e la scorsa notte, era di origine belga e in cura per problemi di alcolismo al Sert, il servizio pubblico per le dipendenze: Il corpo non presenta segni evidenti di violenza. Stando alle prime informazioni, il 39enne utilizzava l’appartamento come appoggio momentaneo e non è ancora chiaro se convivesse o meno con altre persone.

Confuso per il caldo? Camionista sfascia la pensilina del casello

gru-casello

Incidente quanto mai particolare al casello di Imperia Ovest, nella riviera ligure di ponente, dove un camionista è passato con il braccio della gru alzato trascinandosi dietro la copertura della pensilina. L’uomo poi si è scusato: “Dopo aver potato degli alberi, avrei dovuto abbassare il braccio idraulico. Sarà questo caldo che mi ha confuso. Fatto sta che mi sono portato via la pensilina”

Questa presentazione richiede JavaScript.

Non accetta che lei lo abbia lasciato… la minaccia con riti voodoo

bambolina-voodoo-riti

Non accettava di essere stato lasciato dalla sua compagna un 34enne di Città di Castello, in provincia di Perugia, e le ha provate tutte per farla tornare con lui. Dopo una fine turbolenta, ha iniziato a spedirle continui messaggio sui social network. Vedendo che non sortivano effetto, ha iniziato a minacciare la ragazza, una 27enne, di usare contro di lei riti voodoo fino a farle trovare, davanti la porta di casa, una bambolina di pezza trafitta da una serie di spilli. A quel punto l’ex fidanzata si è rivolta alla polizia del commissariato di Città di Castello e l’ha denunciato per stalking.

Quel mostro di padre che costringe i figli a subire abusi sessuali

Violenze-sessuali-padre

E’ stato arrestato dai carabinieri un 55enne residente nel Salernitano. Con lui anche due suoi amici, un 51enne e un 57enne. L’uomo, padre di tre figli di età compresa tra gli undici e i sedici anni, costringeva la propria prole e subire abusi sessuali. In alcune occasioni, i rapporti sessuali sono anche stati filmati e i video poi immessi nel mercato della pedopornografia. Le indagini avevano preso l’avvio nel marzo scorso.

Ring of Life… o Stargate?

RING-OF-LIFE

Un nuovo monumento sta sorgendo nella città di Fushun, in Cina, e l’opinione pubblica è fortemente divisa al riguardo. Soprannominato Ring of Life, altro non è se non un gigantesco cerchio di acciaio che si trova a 515 piedi di altezza ed è composto da 3mila tonnellate di acciaio. La struttura la notte viene illuminata da 12mila luci a led e il costo stimato per il progetto è di circa 12 milioni di euro. Secondo i funzionari dell’amministrazione di Fushun, la struttura dovrebbe servire da semplice piattaforma panoramica, anche se l’ideatore l’aveva immaginata come un sito per il bungee jumping: impossibile, se si considera l’altezza. Ma se media come Huffington Post e National Geographic l’hanno incensata, il primo definendola “sorprendente”, il secondo inserendo una foto dell’anello tra le migliori di settembre 2012, sembra che in molti non l’apprezzino. Un blogger cinese l’ha perfino paragonata all’anello di trasporto di Stargate, scatenando così una nuova moda in rete: gli utenti si sono infatti sbizzarriti in una serie di fotomontaggi ironici.

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

Le autorità irlandesi indagano sul Cav: ipotesi di riciclaggio ed evasione fiscale

berlusconi-indagato
L’Irish Sun, pubblicando la notizia in prima pagina come “esclusiva mondiale”, ha rivelato che le autorità irlandesi starebbero indagando su Berlusconi per l’ipotesi di riciclaggio ed evasione fiscale. Secondo l’articolo, le indagini del “Garda Bureau of Fraud Investigation’s” sarebbero partite da una segnalazione della polizia italiana, che avrebbe chiesto agli irlandesi di investigare sulle operazioni di Berlusconi con l’International Financial Services Centre di Dublino. Il periodo di riferimento sarebbe quello 2005-2007 e la somma ammonterebbe a circa 500 milioni di euro.
SILVIO-BERLUSCONI-SUN

L’impresa di Shawn Stefani agli U.S. Open: in buca con un colpo!

shawn-stefani

 

Non sarà stato un colpo tecnicamente eccezionale quello del texano Shawn Stefani, che ha colpito con potenza la pallina facendole superare completamente il green fino a rimbalzare sulla pendenza da dove ha iniziato a rotolare all’interno dell’area fino a entrare direttamente in buca: il tutto con un unico colpo. A Stefani, dopo il colpo, non restava altro da fare che ascoltare il mormorio del pubblico prima e le incitazioni alla pallina poi, fino all’entusiasmo che ha fatto seguito a un’impresa che non si vede spesso agli U.S. Open. 

Berlusconi: “Ci volete mandar fuori dalla moneta unica? Fatelo”

silvio-berlusconi-ue

Berlusconi torna in campo e lo fa da Pontida, dove ha preso parte alla cerimonia d’inaugurazione di Villa San Mauro, la nuova casa di cura per anziani nel bergamasco. E vista l’occasione, ironizza sulla propria età: “Tutti mi vogliono rottamare, cosi’ ho portato le mie cose e saro’ il primo ospite di questa struttura”. Passa quindi a parlare dell’Unione Europea spiegando che “Bisogna che chi va su non sbatta i tacchi di fronte a queste autorità di Bruxelles che, per nove anni di esperienza che ho io, a trattare a Bruxelles sono sempre quelli che tutti i Paesi mandano lì perchè li vogliono mandare via”. L’ex premier ha quindi continuato: “Il governo vada alla Ue e dica ‘il limite del 3% all’anno e del fiscal compact ve lo potete dimenticare’. Ci volete mandar fuori dalla moneta unica? Fatelo. Ci volete mandar fuori dalla Ue, ma no… Vi ricordiamo che noi versiamo 18 miliardi all’anno e ce ne ridate indietro solo 10”.  E ancora: E’ “inaccettabile” che non si trovino gli otto miliardi che servono per l’Imu ed evitare l’aumento dell’Iva: “Il governo sta affannosamente cercando otto miliardi, ma quale azienda non riesce a tagliare i costi dell’1%.” Il Cavaliere ha quindi aggiunto che “Il governo non potrà mai creare lavoro, il lavoro lo possono creare solo gli imprenditori, dobbiamo sostenere questi capitani coraggiosi che oggi dobbiamo chiamare eroi”.

Quando la giornata trascorre serena… nonostante il cadavere a pochi metri

morta-formia

L’indifferenza ha regnato questa mattina sulla spiaggia di Formia, in provincia di Latina, dove un telo bianco è stato steso per ricoprire il cadavere di una turista russa di 78 anni mentre, tutt’attorno, i bagnanti trascorrevano la loro giornata al mare completamente incuranti della presenza. A dare l’allarme erano state due signore, che avevano notato in acqua il corpo della donna colpita da un malore mentre faceva il bagno. La Guardia Costiera, intervenuta così come il 118, non ha potuto far nulla e l’anziana è deceduta nonostante i soccorsi e il suo corpo è stato coperto con un telo bianco. Lo shock iniziale è stato presto sostituito da partite a racchettoni, soste sotto l’ombrellone e momenti d’intimità.

cadavere-formia

Moro: aperto un nuovo fascicolo e Imposimato va a Un Giorno da Pecora

fascicolo-moro

L’ex giudice Ferdinando Imposimato, che indagò sulla morte di Aldo Moro, il presidente della Dc ucciso dalle Brigate Rosse nel 1978, a 55 giorni dal suo sequestro, ha presentato 15 giorni fa un esposto che ha dato l’avvio a un nuovo procedimento. Secondo Imposimato, le forze dell’ordine sarebbero state a conoscenza di dove si trovasse la prigione di Moro. Per valutare se esistano nuovi indizi per riaprire le indagini sulla morte del politico, è stato quindi aperto un fascicolo, senza ipotesi di reato nè indagati, dalla Procura di Roma. A darne notizia, La Repubblica.

Nel frattempo Imposimato è stato ospite della trasmissione “Un giorno da pecora”, dove ha spiegato perchè Andreotti e Cossiga sono dei ‘carnefici’ di Aldo Moro. “Questo è stato detto da tre persone, mettendo insieme tre testimonianze”, ha esordito l’ex giudice. Quali testimonianze? “Quella di Steve Pieczenik. Poi la dichiarazione testimoniale di Oscar Puddu, nome di copertura di un ufficiale dell’esercito che ha parlato di questa cosa, cioè dell’intervento di Andreotti e di Cossiga diretto a impedire al generale Dalla Chiesa di fare il blitz per liberare Moro”. Impedire? Si spieghi meglio. “Dalla Chiesa voleva andare, aveva già portato un nucleo di 9 persone del GIS dei Carabinieri, venuto da Milano. Uno dei partecipanti a questo gruppo mi ha detto queste cose”. Ma lei ci crede? “Io ci credo, sì. Comunque il procuratore della Repubblica di Roma, che è molto bravo, sta facendo le indagini e quindi accerterà i fatti. Ho grande fiducia, bisogna aspettare”. È giusto riaprire il processo, quindi? “Stanno accertando con intelligenza fatti successivi e ulteriori a quelli accertati. Si deve vedere se c’è responsabiltà di altre persone che sarebbero dovute intervenire ma non lo hanno fatto. C’è l’articolo 40 del Codice Penale, che dice che non impedire un evento che si ha il dovere giuridico di impedire equivale a cagiornalo”, ha concluso Imposimato.

Il 20enne che assume sostanze stupefacenti e, nudo, tenta il suicidio

drogato-tenta-suicidio

A Pianiga, in provincia di Venezia, un 20enne ha assunto un cocktail di sostanze stupefacenti non ancora identificate e, in preda a una crisi di allucinazioni, ha tentato il suicidio. Sono stati i carabinieri a salvarlo, dopo che alcuni cittadini hanno segnalato del giovane giovane, completamente nudo e con ferite sanguinanti, che era intenzionato a lanciarsi dalla finestra di un’abitazione. I militari hanno appurato che urlava all’indirizzo di aggressori inesistenti e, con un coltello da cucina, si era procurato delle ferite autolesionistiche. Lo stato di allucinazione derivava dal mix di sostanze assunte.

La Regina stupisce i suoi sudditi guidando la Jaguar!

regina-guida-jaguard

Si trovano in tutti i principali siti inglesi le immagini che hanno spiazzato i sudditi di Sua Maestà e hanno fatto lasciare commenti del tenore “Non male a 87 anni”. A cosa è dovuto tanto clamore? La Regina Elisabetta, dopo aver assistito a una partita di poli a cui hanno preso parte anche i nipoti, è tornata al castello di Windsor guidando personalmente la sua Jaguar, mentre l’autista/guardia del corpo era seduto sul sedile del passeggero.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La scomparsa di Denise Pipitone: “Jessica era gelosa come una moglie”

denise-pipitone

Requisitoria in corso al tribunale di Marsala, nel processo per il sequestro si Denise Pipitone, scomparsa a Mazzara del Vallo nel settembre 2004. Imputata è la sorellastra Jessica Pulizzi, 26 anni, accusata di concorso in sequestro di minorenne, mentre l’ex fidanzato della ragazza, Gaspare Ghaleb, 28 anni, risponde di false dichiarazioni. Il pm del Tribunale, Francesca Ragno, ha affermato: ”Jessica era gelosa come una moglie, spesso transitava dalla strada dove abitava Denise nonostante quella via non fosse di passaggio”. Il pm ha poi proseguito: “Jessica Pulizzi ha mentito sui suoi spostamenti il giorno del sequestro di Denise e ha fornito agli inquirenti un numero di telefono che non usava più. La sua è stata un’azione estemporanea. Avendo visto la bambina sola in strada, ha approfittato dell’occasione”. La requisitoria è poi proseguita: “Alle 12.02 del primo settembre – ha continuato il pm Rago – Jessica telefona al fidanzato Gaspare Ghaleb per chiedere aiuto dopo avere preso Denise, ma Ghaleb nega la telefonata. Sin dalle 11.13 il telefono di Jessica è agganciato da una cella che copre la zona dell’abitazione di Denise. Dove ha portato la bambina? Tra le 11.45 e le 12.08 Jessica avrebbe avuto tutto il tempo per tornare a casa, in via Valdemone, e far vedere la bambina al padre (Piero Pulizzi, ndr) e chiedergli se era sua figlia, ma il padre non era a casa. Lo stesso padre ha, poi, detto di avere sospettato di Jessica. Sospetti che trovano conferma nel serrato interrogatorio che l’11 settembre 2004 Anna Corona fa alla figlia al commissariato di Mazara”. Secondo la ricostruzione dell’accusa “finalmente, Jessica si apre con la madre, ma Anna Corona, compresa la gravità, la interrompe. Anche la madre, dunque, sospetta della figlia. Non vi sono, però, elementi per dire che Anna Corona abbia concorso nel sequestro”.

Giallo a Roma: trovato il cadavere di un uomo

roma-omicidio

Macabro ritrovamento a Roma: il cadavere di un uomo, che si pensa essere un senzatetto, è stato rinvenuto in un viadotto sotto l’A24, allo svincolo su via di Tor Cervara. Il medico legale ha riscontrato sul corpo delle  ecchimosi e ora la polizia indaga. Le indagini si svolgono a 360° e non si esclude l’ipotesi di un omicidio.

La gaffe del Belfast Telegraph: Enrico Letta confuso con lo zio Gianni!

letta-g8-giornale

Inizia il G8 e il Belfast Telegraph, giornale dell’Irlanda del Nord, dedica uno speciale all’evento. Con tanto di schede dei partecipanti. E la gaffe è servita. Al posto della foto del premier italiano Enrico Letta ecco che spunta quella dello zio Gianni. Come se non bastasse, il giornale gli aumenta anche l’età, di otto anni: nel boxino dedicato alla biografia si legge infatti che avrebbe 56 anni.

Buste paga troppo “magre”: denunciato Gordon Ramsay!

Gordon-Ramsay-tuttacronaca
 
Finisce nei guai il cuoco scozzese Gordon Ramsay, trascinato in tribunale da un gruppo di quattro dipendenti (alcuni ex) del suo ristorante losangelino The Fat Cow, La Mucca Grassa. Come spiega l’Huffington Post, Jennifer Becerra, Montinique Dever, Andrea Bourke e Lauren Benge hanno accusato lo chef di non averli adeguatamente pagati per tutti gli straordinari, comprese le pause che sarebbero spettate loro di diritto per consumare un rapido pasto. Sarebbe dunque troppo “magra” la busta paga che Ramsay distribuisce ai suoi collaboratori, pur non lesinando le sue famose sfuriate. Ma il cuoco non è nuovo agli incontri con gli avvocati: una causa gliel’ha intentata in aprile il suo commercialista, dopo avergli recapitato una parcella di 75.000 dollari di arretrati. Nello stesso periodo, si è fatta avanti anche l’impresa che ha ristrutturato il Fat Cow, con un conto parti a 45.000 dollari.

Parla il padre di Alessia Polita: “ha già capito tutto”

Polita-Alessia-incidente

Ha tagliato dritto una curva del circuito di Misano a causa di un guasto meccanico Alessia Polita, trasportata poi all’Ospedale Bufalini di Cesena. La ragazza, per la quale i medici hanno diagnosticato la frattura da scoppio della dodicesima vertebra dorsale, ora resterà paralizzata a causa di un versamento di midollo. Le ultime notizie dall’ospedale arrivano dal padre Giancarlo, che ha parlato a La Gazzetta dello Sport: “I medici non ci hanno dato speranze e lei ha già capito tutto, anche se scoprirà la verità nei prossimi giorni. È triste ma dovremo abituarci. Alessia rimarrà in ospedale una decina di giorni. Poi andrà in un centro di riabilitazione. Per lei correre in moto era tutto. Aveva grande talento e l’ambizione di mostrarsi alla pari con tanti uomini”. L’uomo ha anche raccontato i tragici momenti dell’incidente: “Ho visto Alessia tagliare dritto la curva 16, prima del rettilineo finale. Mi sono lanciato tra i soccorritori. Lei era vigile. Mi ha detto che stava bene ma non riusciva a muovere le gambe. Ha spiegato che la moto ha avuto un problema meccanico”.

Incredibile gol in Svezia: lo segna il portiere!

Otto-Martler-portiere-gol

Un gol incredibile quello segnato nell’incontro nella seconda divisione svedese durante la partita che ha visto schierato in campo il Falkenbergs contro il Verbergs, vinto 4-0 dalla prima. L’estremo difensore Otto Martler rinvia la palla dalla sua area e infila direttamente la porta avversaria. Immediata la festa dei compagni di squadra!

Il nuovo mantello dell’invisibilità… che fa “sparire” gli animali

gatto_invisibile

Il nuovo modello di mantello dell’invisibilità arriva dall’Indocina e non ha nulla a che fare con il comodo indumento indossato da Potter. Si tratta di una piccola scatola formata da sottilissimi pannelli di vetro che deviano i raggi di luce, permettendo così agli oggetti al suo interno di sparire. Gli ideatori, scienziati della Nanyang Technological University di Singapore, hanno girato un video per mostrare l’efficacia della loro invenzione, dentro la quale alcuni animali vengono nascosti.  La spiegazione scientifica è semplice: gli oggetti sono visibili quando la luce rimbalza loro addosso arrivando ai nostri occhi, che elaborano le informazioni. Se le onde luminose non riescono a rimbalzare dall’oggetto, questo diventa essenzialmente invisibile. Da qui l’idea di deviare i raggi di luce. L’invenzione al momento è ancora da perfezionare, visto che riesce a nascondere alla vista gli oggetti solo da alcuni angoli ed è parzialmente visibile. Di positivo ha che è costruita con normali pannelli di vita e non metalli particolari, è poco ingombrante e funziona anche con la luce visibile, non solo con microonde e luce polarizzata. Commenta Sir John Pendry: “E’ un’autentico passo in avanti per la ricerca: controllare la luce è un’idea seria, non è un divertimento degli scienziati”.

Obama al G8: l’Europa lo ama sempre meno

obama-g8-tuttacronaca

E’ sceso dall’aereo con un fardello pesante sulle spalle Barak Obama: lo scandalo Datagate e la questione siriana, senza contare un sondaggio Gallup, pubblicato nel marzo scorso, che ha rilevato che l’approvazione per la leadership americana in Europa è scesa di 11 punti percentuali rispetto al primo anno di presidenza Obama. Non il momento migliore per affrontare l’incontro degli Otto Grandi che questa volta sfidano la sorte e si ritrovano a Lough Erne nell’ unico mega resort golfistico a cinque stelle dell’Irlanda del Nord andato in bancarotta nel 2010 e che cerca ancora un compratore per la modica cifra di dieci milioni di sterline. L’ordine dei lavori verrà probabilmente stravolto dalla questione dello spionaggio made in Usa e il premier inglese Cameron faticherá non poco per evitare che il summit si concluda con fatti concreti e non solo buoni propositi. Il G8 inizierà nel pomeriggio, con la conferenza congiunta di Obama e Van Rompuy durante la quale verrà ufficializzato l’avvio del negoziato sul libero scambio tra Usa e Europa. Anche per Letta non sarà un esordio facile: il governo ha varato il “decreto del fare” ma resta ancora aperta la questione sull’aumento dell’Iva. Ma se ovunque in Europa si cerca di limitare i paradisi fiscali per cercare di racimolare un po’ di soldi dall’evasione fiscale, il problema siriano e l’attività di spionaggio, con le nuove rivelazioni pubblicate sul Guardian, compiute da americani e britannici in occasione del G8 del 2009 che si tenne a Londra, muteranno l’agenda del summit. E’ infatti difficile che Putin e Merkel non chiedano delucidazioni al riguardo a Obama.

Impiegato comunale ucciso in un agguato in Calabria

omicidio-impiegato-comune

Ha trovato la morte questa mattina in un agguato Domenico Princi, 41enne impiegato dell’ufficio tecnico del Comune di Calanna, in provincia di Reggio Calabria. L’uomo è morto all’istante dopo esser stato raggiunto da diversi colpi di fucile mentre si trovava a bordo della sua automobile. I carabinieri, intervenuti sul luogo, hanno avviato le indagini.

Sindrome dell’accento straniero: la storia di Leanne Rowe

 

leanne-rowe

Sindrome dell’accento straniero: è questo che affligge Leanne Rowe, una donna della Tasmania, in Australia, che dopo aver subito un forte trauma cranico in un incidente d’auto si è risvegliata ed ha iniziato a parlare con un accento francese. La rara disfunzione neurologica, di cui sono stati recensiti 62 casi negli ultimi 70 anni, le sta causando ansia e depressione. Leanne ha raccontato la sua storia alla radio nazionale Abc, ripercorrendo gli ultimi otto anni, ossia partendo da quando ha ripreso conoscenza in ospedale con fratture alla schiena e alla mascella. “Man mano che la mascella guariva, mi dicevano che biascicavo a causa dei forti antidolorifici”. Ma la sua voce era definitivamente cambiata e il suono, da allora, è quello di un accento francese. La donna si descrive come una reclusa, lei che è autista di autobus e militare della riserva “Mi irrita molto perchè sono australiana, non francese, anche se non ho nulla contro i francesi”, ha dichiarato. La Rowe ormai non parla neanche più on pubblico, lasciando sia la figlia Kate a esprimersi per lei. Karen Croot, uno dei pochi scienziati che ha approfondito la materia, ha spiegato che la sindrome porta le persone appena svegliate dal coma a riabilitare le funzioni linguistiche con un accento diverso dopo che si sono danneggiate le zone del cervello che ospitano le funzioni linguistiche che determinano la lunghezza delle vocali o l’intensità del suono, ossia i caratteri che determinano un accento. Il paziente non si renderebbe neanche conto del cambio di accento finchè qualche interlocutore non glielo fa notare.

Fugge dalla Norvegia dopo aver ucciso la moglie: arrestato a Roma

arrestato-uxoricida

Il Cnaipic, Centro Nazionale Anticrimine informatico della Polizia delle Comunicazioni ha arrestato oggi a Roma un uxoricida che aveva scelto il nostro Paese per nascondersi dopo essere fuggito da Oslo, in Norvegia, lo scorso 12 giugno. Il cittadino afgano è ritenuto responsabile dell’omicidio della moglie di 17 anni e del rapimento della figlia di 2 ed è stato rintracciato dopo una complessa attività d’indagine informatica.

Dissapori in famiglia: 23enne fa esplodere casa

casa-esplosa

Dopo una lite con i genitori, avrebbe rinchiuso i familiari in una stanza, inveito contro di loro e poi aperto il rubinetto del gas, un 23 incensurato che non studia nè lavora. Il suo gesto, alla base del quale ci sarebbero dei dissapori, ha provocato un’eplosione nell’abitazione di Qualiano, in provincia di Napoli, dove si è da poco trasferito con la famiglia che prima viveva a Villaricca. Il ragazzo, ora ricoverato in ospedale a Giugliano così come gli altri parenti e due vigili urbani feriti durante l’intervento, è accusato di tentato omicidio plurimo.

Questa presentazione richiede JavaScript.

A Istanbul ferito e fermato dalla polizia un fotografo italiano

TURCHIA-PIAZZA-TAKSIM-SCONTRI-5

Stanno confluendo in decine di migliaia nel centro di Istanbul, per due raduni previsti nel pomeriggio, uno pro, l’altro anti Erdogan che fanno temere possibili nuovi, gravi incidenti. Anche la scorsa notte si è risolta in violenza e caos, dopo il brutale assalto della polizia ieri sera al Gezi Park di Taksim ordinato da Erdogan e oggi in molti stanno arrivando anche dalla sponda asiatica attraverso il Ponte sul Bosforo per protestare contro il blitz delle forze antisommossa. L’accusa dei manifestanti, oltre per la brutalità dimostrata dalla polizia, è per il fatto che siano stati attaccati indiscriminatamente anche donne e bambini. Nel frattempo, la Piattaforma Taksim, che riunisce i 116 movimenti di protesta, ha accusato Erdogan di aver trasformato il Paese “in una zona di guerra”: “continueremo e nessuno potrà fermarci”. Diversi medici hanno ipotizzato la presenza di agenti chimici nell’acqua degli idranti della polizia, che ha causato piaghe ai manifestanti.

Ma la polizia turca ha aperto anche la caccia ai giornalisti e diversi cronisti sono stati picchiati o arrestati. Sul sito di Rsf Europa sono state diffuse fra l’altro le immagini dell’arresto del giornalista turco Gokhan Bicic, fermato e buttato a terra da quattro agenti. Dalle finestre la gente ha urlato ai poliziotti di lasciarlo stare, poi ha iniziato a buttare oggetti di ogni tipo sugli agenti, che lo hanno comunque trascinato via. Anche un fotografo italiano, Daniele Stefanini, è stato ferito e fermato durante gli incidenti accorsi la notte scorsa, come hanno indicato fonti dell’ambasciata d’Italia in Turchia. Il 28enne è stato ferito nel quartiere di Bayrampasha, dove un avvocato l’ha poi soccorso e trasportato in ospedale. Il fotografo, messo in stato di fermo dalla polizia, è assistito dalle autorità consolari italiane .

Questa presentazione richiede JavaScript.

Allarme alla fermata metro Colosseo… ma è solo un trolley vuoto!

metro_Colosseo-tuttacronaca

Attimi di tensione, questa mattina, alla fermata Colosseo della Metro B di Roma per una valigia, parsa sospetta, che giaceva abbandonata vicino ai binari. Il personale della stazione ha provveduto ad avvisare le forze dell’ordine e l’intera linea è stata chiusa per una decina di minuti mentre polizia e artificieri intervenivano sul posto. Il trolley, che probabilmente qualcuno voleva buttare, è risultato vuoto.

Forte scossa di terremoto in Grecia

terremoto-grecia

Il Servizio geologico degli Stati Uniti (Usgv), ha registrato una forte scossa di terremoto di magnitudo 6.1 al largo dell’isola di Creta. Stando ai rilevamenti, il sisma ha avuto epicentro a 54 km a sud di Pirgos e ipocentro a 40 km di profondità. L’Usgv ha valutato la gravità dell’evento in “moderata”. Al momento, non sono arrivate segnalazioni di danni a persone o cose.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: