Cala il sipario su Sochi: l’Italia 22/a nel medagliere

sochi-chiusura-tuttacronacaSi è svolta oggi la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi Invernali di Sochi, con gli atleti delle 88 nazioni in gara che hanno sfilato al ‘Fisht Stadium’. Il Tricolore è stato sorretto da Arianna Fontana, che in quest’edizione ha emozionato vincendo un argento e due bronzi nello short track. Non sono mancati momenti d’ironia nel corso della cerimonia, con i 700 danzatori impegnati nella coreografia dei cinque cerchi olimpici che, ricordando l’inghippo alla cerimonia d’apertura, hanno ritardato nel ricreare il quinto. Al termine di queste Olimpiadi la Russia ha ottenuto il primo posto nel madagliere con 33 medaglie complessive di cui 13 d’oro. A seguire Norvegia e Canada, rispettivamente con 26 e 25 medaglie. Quarti gli Stati Uniti che hanno conquistato 28 medaglie, ma solo 9 ori, uno in meno del Canada e due in meno della Norvegia. Non è andata oltre il 22esimo posto l’Italia con otto medaglie: due argenti e sei bronzi, ma nessun oro. Al riguardo, “Sono soddisfatto, ma non mi accontento” ha commentato il presidente del Coni, Giovanni Malagò. “Ho detto che avremmo fatto meglio di Vancouver e ci siamo riusciti, anche se c’è dispiacere per la mancanza della medaglia d’oro che non è stata vinta per tanti motivi. In Corea – ha aggiunto Malagò guardando già al futuro – l’Italia dovrà raccogliere fra le 10 e le 13 medaglie, possibilmente 3-4 d’oro. E’ questo che valiamo”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Anche Sochi ha la sua foto virale! Oltre 27.300 re-tweet!

sochi-selfie-tuttacronaca1Sembrerebbe un selfie, anche se a chiunque sorge il dubbio che possa trattarsi di uno sbaglio (o, perchè no, anche di un montaggio). Limmagine, che ritrae una donna che stava seguento la partita di hockey Russia-Slovenia a Sochi, è diventata rapidamente virale in rete. Quello che si vede, o quello che sembra, è una donna che si sta scattando un selfie all’occhio, anche se l’idea che tutti se ne fanno è che la signora volesse scattare una foto alla pista e si sia confusa. E’ stato l’utente di Twitter Bryan Wood a catturare il momento. Condiviso lo scatto sul sociale, ha ricevuto oltre 27.300 retweet in appena tre giorni!

sochi-selfie-tuttacronaca

Non si placa il maltempo in Giappone: almeno 12 morti e nevicata record

neve-giappone-tuttacronacaIl Giappone è ancora assediato dal maltempo, messo in ginocchio da una bufera di neve che ha causato la morte di almeno dodici persone mentre si contano almeno 1650 feriti. A causare le vittime sono stati incidenti stradali e domestici. Mentre proseguono i disagi, sono almeno 800 le auto che si trovano bloccate su una grande arteria di Tokyo. I trasporti, inoltre, sono in tilt e si contano centinaia di voli bloccati mentre è stato segnalato un rallentamento delle ferrovie ad alta velocità. Da venerdì notte, la neve è caduta senza interruzione per 24 ore e nella stessa Tokyo si contano 27 cm di coltre bianca: si tratta di un record che non era stato raggiunto da 45 anni.

Per noi nostalgici anni ’70… “Jumping car”

jumping-car-tuttacronaca

E’ il progetto di un fotografo americano, Matthew Porter, appassionato di tramonti, colline ma soprattutto di film e telefilm anni ’70 e ’80 quelli nei quali prima o poi l’auto, spesso all’interno di un inseguimento, spicca un salto sopra la cima di una collina ripida (di solito quelle di San Francisco). Proprio ispirandosi  a quegli anni e a quei salti Porter ha realizzato “Jumping car”: un lavoro nel quale riproduce e fotografa otto “jump” straordinari.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

La peggiore tempesta degli ultimi 20 anni: Giappone assediato dalla neve

neve-giappone-tuttacronacaE’ senza precedenti negli ultimi 20 anni la terribile tempesta di neve che sta mettendo in ginocchio il Giappone, in particolare Tokyo. Il bilancio delle vittime si è aggravato e ora si contano sette persone che hanno perso la vita a causa di incidenti stradali provocati dsl maltempo, secondo quanto riportano i media locali. Sale invece a mille il numero dei feriti. Non si contano i tamponamenti tra automobili e le scivolate di pedoni, talora rovinose, provocate da neve e ghiaccio. Il maltempo ha portato anche alla cancellazione di oltre 600 voli mentre gli scali di Hiroshima e Kagawa sono stati addirittura chiusi. Le linee ferroviarie ad alta velocità, gli shinkansen Tokaido e Sanyo che operano nel Giappone centrale e occidentale, hanno accusato ritardi e viaggiato a velocità ridotta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nevicata da record in Giappone: tre morti e 600 feriti

neve-giappone-tuttacronacaSi contano già tre morti e 600 feriti in Giappone, dove infuria il maltempo. Freddo e neve non hanno risparmiato la capitale Tokyo dove sono caduti oltre 30 di centimetri di neve, destinati a raddoppiare fino a domenica mattina. Il manto bianco si è depositato nel centro della città per la prima volta in 13 anni, ma la nevicata rischia di diventare la peggiore dell’ultimo ventennio nel Paese. Scenari da favola, ma anche tantissimi disagi. I media giapponesi parlano di decine di feriti per cadute e  tamponamenti. Aeroporti chiusi e treni in ritardo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Letta crede forse di essere Obama?”: il portavoce del Gay Center vs il premier

letta-sochi-saluti-tuttacronacaIeri il premier Enrico Letta ha assistito alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Sochi 2014 parlando di una grande emozione nel vedere sfilare la delegazione italiana e affermando che l’Italia è “alfiere della lotta contro le discriminazione”. Ma la sua presenza alla cerimonia disertata, proprio in difesa dei diritti degli omosessuali, da Barack Obama e Angela Merkel ha fatto indignare Fabio Marrazzo, portavoce del Gay Center che ha attaccato il premier: “Letta crede forse di essere Obama? In Italia non ci sono leggi sui gay. Non il matrimonio non le unioni civili non leggi anti omofobia. Letta torni in Italia e faccia decreto anti omofobia e per il riconoscimento delle coppie lesbiche e gay. Se no le sue sono solo parole da cerimonia”.

Prende il sole nuda nel suo ufficio: giudice della Corte Suprema licenziata!

giudice_nudo-tuttacronacaE’ stata licenziata una donna giudice in Bosnia. La causa: si era spogliata nel suo ufficio per poi stendersi sulla scrivani a prendere il sole. La donna, membro della Corte Suprema, è stata immortalata in questa posa, mentre si trovava nel suo ufficio privato, da una persona dotata di macchina fotografica e posizionata nello stabile di fronte. Lo scatto ha fatto immediatamente il giro dei media locali facendo scattare un’indagine interna. L’identità del giudice è così venuta alla luce e la donna è stata licenziata per aver “danneggiato l’immagine della Corte Suprema”. Il fatto che la protagonista fosse un professionista ‘anziano’ con molta esperienza, ha pesato ancora di più sul provvedimento disciplinare.

L’Italia sfila a Sochi… e Letta si sbraccia per salutare!

Italia-sochi-tuttacronacaCerimonia inaugurale di Sochi 2014 e la delegazione Italiana sfila in tuta blu sventolando il Tricolore e seguendo il portabandiera Zoeggeler sulla pista del Fisht Stadium.Enrico Letta, in tribuna, saluta calorosamente gli atleti agitando vistosamente la mano e scendendo un gradino della sua posizione. Il premier in seguito ha parlato di applausi dal “mondo intero” all’Italia che sfila ai Giochi di Sochi. Enrico Letta ha anche raccontato le sue sensazioni: “E’ stata per me una grande emozione vedere la nostra squadra sfilare ed essere applaudita da tutto il mondo”, ha detto il premier a Casa Italia, dopo la cerimonia inaugurale. L’Italia è “alfiere della lotta contro le discriminazione”, ha aggiunto. “Sposo in pieno le parole di Ban Ki-moon”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A Sochi i cerchi olimpici… si fermano a quattro!

sochi-cerchi-olimpici-tuttacronacaCinque stelle luminose che, assieme a una luna, ricreano il cielo notturno. Poco dopo, gli astri “sbocciano” a comporre i cinque cerchi olimpici. Era questa una delle coreografie create in occasione della cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014. Ma l’inizio non è dei migliori: uno dei cinque cerchi, infatti, non si è acceso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il water dorato… che prende il posto della statua di Lenin!

water-kiev-tuttacronacaLo scorso dicembre a Kiev, capitale dell’Ucraina, veniva abbattuta la statua dell’ex dirigente sovietico Lenin ad opera degli oppositori del presidente ucraino, Viktor Yanukovich. Da quel momento, il piedistallo che la sosteneva è rimasto vuoto.

Fino ad ora. A prendere il posto di Lenin, infatti, è stato un water completamente dorato che vuole, si suppone, ricordare quello che, come rende noto il Kyev Post, si trova nella residenza dell’attuale presidente. Secondo l’opposizione, si tratta di un simbolo dello spreco di denaro pubblico ad opera dello stesso Yaunkovich.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Scrivere… con i mici! L’alfabeto felino

alfabeto-felino-tuttacronacaIl giapponese Masaki Onishi ha progettato un generatore automatico di lettere a forma di gatto. Lo si trova sul sito Neko Font, che permette agli utenti di trascrivere qualsiasi parola utilizzando l’alfabeto felino. In poche parole: gatti al posto delle lettere. Il creativo si è ispirato ai suoi due mici, Raizo e Mondo. Le fotografie delle loro posizioni più bizzarre, durante il sonno o durante il gioco, hanno fatto da spunto per la trasformazione dei felini in lettere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La California fa i conti con la più grande siccità degli ultimi 119 anni

california-siccità-tuttacronacaLa costa atlantica e il Midwest degli Stati Uniti sono stretti in una morsa di gelo e lottano contro le nevicate epocali. Questo mentre la costa pacifica, in particolar modo la California, si trova a fare i conti con la più grande siccità degli ultimi 119 anni. Solo per fare un esempio, il lago Folsom, come mostrano le foto, ha perso l’83% della sua capacità. Dopo tre anni consecutivi di precipitazione ben sotto la media, la California sta affrontando la peggiore siccità dal 1895: il livello dei bacini interni non era così basso da allora. Appena la scorsa settimana il governatore della California, Jerry Brown, ha decretato lo stato di emergenza e ordinato il taglio del 20% dei consumi di acqua.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Costruire una casa… con 180 euro!

Cob-House-tuttacronacaPenserete che sia impossibile: costruire una casa spendendo circa 180 euro? Eppure Michael Buck, 59enne inglese, ha vinto la sfida e ha eretto un’abitazione spendendo appena 150 sterline. L’uomo ha utilizzato esclusivamente materiali naturali o cose buttate nella spazzatura arrivando a costruire una ‘cob house’ nel suo giardino nella campagna dell’Oxfordshire. Manca l’elettricità ma null’altro: si trovano acqua corrente che arriva da una sorgente vicina, una cucina e zona pranzo, un letto a castello e una stufa a legna per riscaldare il tutto. All’esterno, una dependance ospita i servizi igienici. L’abitazione è perfettamente funzionale, tanto che Buck ha dato in affitto la proprietà a un operaio di una vicina fattoria. Come si fa pagare? Con il latte!

Questo slideshow richiede JavaScript.

New York cambierà volto! Rivoluzione a Times Square

timesquare-pedonale-tuttacronacaTimes Square non sarà più come la conosciamo. Entro la fine del 2015, infatti, andrà in porto lo studio di Snøhetta, cheaffronterà un compito a dir poco arduo: dovrà rendere praticabile ai pedoni un’area di 13mila metri quadrati di spazio pubblico con un’alta densità di traffico, e ammodernare le infrastrutture deteriorate, comprese la rete idrica e di drenaggio.Il progetto ha un costo complessivo di 55 milioni di dollari e una prima parte dell’intervento, che riguarda l’area compresa tra la 42esima e la 43esima strada, è già stata portata a termine. Al termine dei lavori, e con una visuale dall’alto, la piazza dovrebbe assumere la forma di un “nodo a farfalla della cravatta”. Si tratta di un progetto su cui ha spinto molto l’amministrazione Bloomberg, e che adesso vedrà il suo compimento sotto quella di Bill De Blasio. Come spiega il Sole 24 Ore:

Elementi principali del progetto sono la pavimentazione e le sedute. Dieci panchine in granito orientate verso Broadway serviranno a definire e inquadrare le piazze pubbliche della zona. Agiranno come una calamita per i visitatori, creando una spina dorsale infrastrutturale per gli eventi e fornendo un orientamento chiaro per i turisti e la gente del posto. Nuove finiture personalizzate bicolore, integrate con dischi in acciaio al nichel, cattureranno dei neon e della segnaletica circostante, disperdendone la luminosità giocosamente su tutta la superficie di pavimentazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tsunami House: l’edificio che sfida la forza della natura

casa-tsunami-tuttacronacaE’ stata studiata per resistere alla forza della natura la Tsunami House, con la sua struttura in acciaio e in grado di far defluire l’acqua attraverso le numerose porte e finestre scorrevoli presenti. Progettata dall’architetto Dan Nelson, dello studio Design Northwest Architects, nella Camano Island (Washington, Usa), l’edificio è in grado di sopportare l’impatto di un’onda alta come un muro e con la forza di un terremoto. Alta circa nove metri, al piano terra ospita “the flood room”, la stanza delle alluvioni, un ambiente unico, ècon porte scorrevoli pronte a frantumarsi, pensato evitando ostacoli che ne potrebbero minare la stabilità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Da ferrovia sotterranea a museo: trasformazioni a Londra

ferrovia-sotterranea-tuttacronacaCi sono angoli di Londra che non si conoscono e tra questi anche dieci chilometri di binari sotterranei fuori servizio ormai da anni. La linea ferroviaria veniva utilizzata dalla Royal Mail per spostare la posta da un ufficio all’altro della città e ora la ferrovia in disuso tornerà a nuova vita: verrà infatti trasformata in um museo e parzialmente aperta al pubblico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Una carrozzina e un kayak per portare a spasso il cane: il web si commuove

cane-cieco-disabile-tuttacronacaLa rete è sensibile quando si parla di animali e questa storia non poteva non catturare l’attenzione degli utenti, molti dei quali si sono commossi vedendo le foto di Keller. Lui è un cane cieco e colpito da forti disabilità ma molto amato dal suo “amico a due gambe” che lo accudisce e lo porta a spasso per alleviarne le sofferenze. Per farlo ha costruito una sorta di carrozzina che collega alla bici. In alternativa, Keller viene trasportato su un kayak.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E se piovre e calamari… si concedessero un po’ di relax?

opere-feltro-tuttacronacaHiné Mizushima, illustratrice e video artist giapponese trasferitasi in Canada con la famiglia, si definisce un’artigiana lenta. E ne sono dimostrazione sia la sua collezione di invertebrati in feltro che le altre stravaganti creazioni. La sua arte si forma con calma e pazienza ma è stata in grado di attirare l’attenzione dei media e di diverse gallerie. Calamari, piovre e lumache che si rilassano a letto sono ora in mostra all’esposizione di opere in miniatura ‘In the Palm of Your Hand’, ‘Nel palmo della tua mano’.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Orrore in Maryland: la donna che fa un esorcismo ai figli e li uccide

1esorcismo-uccide-figli-tuttacronacaDramma negli Stati Uniti, per la precisione in Maryland, dove due donne, Monifa Denise Sanford e  Zakieya Latrice Averyhas, sono finite in manette perchè avrebbero tentato di praticare un esorcismo sui figli, di uno e di due anni, della seconda.

Le donne hanno attaco i piccoli mentre stavano dormendo e li hanno uccisi accoltellandoli più volte. L’allarme è partito da alcuni vicini che nella serata di venerdì avevano notato un’automobile con tutte le portiere aperte e un coltello in strada a poca distanza dall’auto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quando la copertina di un disco… è fatta con i mattoncini!

cover-album-lego-tuttacronacaSi chiama Herry Heaton ed è lui l’ideatore del tumblr “Lego Albums“, dove raccoglie immagini simbolo delle cover di album cult che ha trasformato, con Photoshop, in collage dei mattoncini colorati più famosi del mondo: i Lego. Le copertine di Beatles, Rolling Stones, Blur, Daft Punk e decine di altri artisti si riconoscono a stento, ma i fan e gli appassionati di musica non faranno fatica a riconoscerle.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il drammatico incendio in California “spiato” dalla Nasa

incendio-california-tuttacronacaLa California fa i conti con la siccità più grave registrata dalla fine dei XIX secolo e molti sono i roghi e gli incendi che stanno colpendo lo stato americano. Tra gli altri, il Colby Fire, sviluppatosi il 16 gennaio ai piedi delle colline a nordovest di Los Angeles e che ha tenuto impegnati centinaia di Vigili del fuoco per tre giorni, divorando quasi 800 ettari di territorio, distruggendo alcune case e costringendo alcune migliaia di residenti a lasciare le abitazioni. Il rogo si è visto anche dallo spazio, come dimostrano le immagini scattate dai satelliti Nasa Terra e Aqua: una nube, infatti, si è levata coprendo il cielo della città e causando un’allerta per la qualità dell’aria.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Drammatico incendio in California: evacuate oltre mille persone

incendio-los-angeles-tuttacronacaArrivano alle porte dei centri abitati nella zona di Los Angeles, in California, gli incendi boschivi. Alcuni campeggiatori hanno acceso un fuoco nella San Gabriel Valley che ha poi provocato il propagarsi delle fiamme che sono giunte a lambire ben cinque case che sorgevano vicino alla cittadina di Glendora.

Le abitazioni sono state completamente distrutte e oltre mille persone sono state evacuate.

In manette sono finite tre persone: contro di loro, l’accusa di aver provocato l’incendio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se non puoi ammirare un tramonto per il troppo smog… crealo!

smog-pechino-tuttacronacaA Pechino, dove la visibilità è molto ridotta e l’aria quasi irrespirabile a causa dello smog che invade la città, non hanno voluto rinunciare ad ammirare il tramonto e per questo, proiettato su un maxischermo, ha fatto la sua comparsa lo spettacolo del sole che scende all’orizzonte in mezzo a una fitta nebbia grigia. Nel frattempo prosegue l’emergenza inquinamento atmosferico in Cina, dove le polveri sottili hanno raggiunto nuovi record di concentrazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Allarme Pechino, ancora smog in città

smog-cina-tuttacronaca-pechino

Lo smog torna a terrorizzare Pechino e per i suoi oltre 20 milioni di abitanti è stato un risveglio con le polveri sottili che hanno superato di 25 volte il massimo consentito: 671 microgrammi contro i 500 microgrammi per metro gruppo legalmente sostenibili. Naturalmente ciò comporta danni per la salute e ormai è accertato che in Cina una delle principali cause di morte deriva dai problemi alle vie respiratorie.

Tra le principali cause che si rilevano c’è senza dubbio l’abbondante uso di carbone nelle centrali elettriche. La Cina, infatti, è al primo posto per l’utilizzo di questo combustibile. Ma tra le cause c’è ovviamente anche l’eccessivo utilizzo delle autovetture, a discapito dei mezzi pubblici. Una situazione che per anni è stata sottovalutata, sacrificando l’ambiente sull’altare della produttività. Ma qualcosa si muove.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tra le promesse lanciate dalla politica c’è quella di ridurre del 25% entro il 2017 la riduzione della concentrazione delle polveri sottile nei cieli della Capitale. Ma la misura appare riduttiva. Poco inferiore (circa il 20%) invece l’impegno di altre megalopoli cinesi, tra cui Shanghai e Guangzhou.

A Shanghai si è deciso addirittura di chiudere le scuole durante i giorni di inquinamento più intenso. Una direttiva, infatti, vieta alle scuole materne e alle scuole primarie di rimanere aperte durante i giorni in cui la qualità dell’aria viene giudicata da “bollino rosso”. Tra i divieti emessi dalla municipalità di Shanghai c’è anche quella di vietare le attività e all’aperto, ma anche quello del blocco delle attività produttive. Quest’ultima un vera novità.

Non sono solo gli abitanti a lamentarsi dell’eccessivo inquinamento. Anche i turisti iniziano a disertare la Cina e le sue principali città come meta da visitare. Secondo quanto riportano le agenzie molti addetti ai lavori si starebbero lamentando della situazione. Xiao Yan, una guida turistica, sostiene che i turisti a Pechino sono sempre meno: “ci sono sempre meno turisti, e ciò è del tutto normale dato che i cinesi si lamentano su Internet principalmente del problema relativo all’inquinamento”. Alcune stime parlano di un 10% in meno di turisti negli ultimi anni solo nella Capitale.

Guarda papà, ti racconto una storia…

foto-bimba-tuttacronacaE’ la protagonista di infinite avventure la piccola Bonnie, protagonista di tante favole che la madre, la fotografa Linda Skoog Törncrantz, racconta tramite le sue fotografie. L’idea iniziale era di fare un regalo al marito per il suo compleanno, con la figlia, di poco più di un mese, come protagonista. Ma ispirata dal risultato la donna ha iniziato a creare delle composizioni che sono diventate via via più elaborate ed ha iniziato a pubblicare su  Facebook il suo fotoprogetto dal titolo “The Bonnie Days”. Protagonista sempre la piccola Bonnie che cresce insieme alle sue storie. Per la realizzazione delle ambientazioni, ispirate ai temi più popolari, la mamma assicura di non ricorrere mai a Photoshop. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Balo & Fanny: fine di un amore?

balo-fanny-tuttacronacaE’ Novella2000, nella rubrica Tele dico tele canto tele suono a parlare dei problemi che si profilano nell’orizzonte di Supermario. E per una volta non si tratta di calcio o balotellate: sembra infatti che la sua storia d’amore sia giunta al capolinea, fatto che spiega anche il cinguettio sibillino arrivato la notte dopo il pareggio contro il Genoa. Di sicuro, non il miglior periodo possibile per il numero 45 rossonero. “Povero Mario Balotelli, per lui questa volta sembra davvero arrivata la fine. AI Milan pare ne possano più del suo comportamento strafottente e ora che le prestazioni in campo lasciano un po’ a desiderare (domenica 24 ha sbagliato un rigore) per lui sembra essere arrivato il momento dell’addio al club rossonero. La stessa parola che si è sentito dire dalla sua ultima fiamma Fanny Neguesha, decisa a piantarlo (definitivamente?). Ecco a chi era indirizzato quel ‘This is the end’ postato su Twitter all’alba di domenica, che in molti hanno interpretato come un commento all’ultima deludente prestazione del Milan”. E’ comunque da ricordare che proprio oggi, a Studio Aperto, Giorgio Petrosyan, il cui incontro di arti marziali Balo stava seguendo quella fatidica notte, ha invece confermato che il Tweet era riferito alla sua sconfitta, avvenuta a causa di una frattura alla mano per la quale è stato operato oggi.

Rupee: un cane sul tetto del mondo

cane-rupee-himalaya-tuttacronacaJoanne Lefson, ex giocatrice professionista si golf, tempo fa aveva trovato un cucciolo in fin di vita abbandonato in mezzo alla spazzatura nella città montana di Leh. La sportiva l’ha preso con sè e rimesso in sesto con dieta vegetariana ricca di proteine, uova e riso bollito. Dopo di che Rupee, questo il nome del cane,  ricevuto l’ok del veterinario, ha potuto accompagnare la sua nuova amica sul tetto del mondo: i due, dopo un cammino di dieci giorni durante il quale non si sono mai separati, hanno raggiunto quota 5.364 metri. E Rupee è stato il primo cane a scalare l’Himalaya.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gli asini non voleranno… ma c’è un cane con le ali!

cane-ali-tuttacronacaA volte è tutta questione di tempismo: essere pronti per catturare quell’attimo perfetto in cui appare l’inaspettato. E di certo Megan Whiteley quel giorno non si aspettava di “catturare” in un’immagine un cane con le ali. Ovviamente è un’illusione ottiva, visto che la foto, scattata sulla spiaggia di Opitiki Beach in Nuova Zelanda, ritrae in realtà un cane partito all’attacco di un gabbiano che, sollevatosi in volo, si è andato a sovrapporre perfettamente alla sua sagoma.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Shock in Belgio per un aereo precipitato: 12 morti

belgio-incidente-aereo-tuttacronacaSono 12 le vittime di una tragedia occorsa in Belgio, dov’è precipitato un aereo che trasportava paracadutisti. Il velivolo si è schiantato nei pressi di Marchovelette, nella provincia di Namur, in Belgio e tutte le persone a bordo, 10 turisti e il pilota, hanno perso la vita, come hanno riferito le autorità locali ed ha confermato il primo ministro Elio di Rupo. L’aereo da turismo era decollato dall’aeroporto di Temploux con a bordo diverse persone che dovevano effettuare prove di paracadutismo. Stando a quanto riportano i media locali, un testimone avrebbe visto il bimotore perdere improvvisamente l’ala destra e quindi precipitare al suolo, in un campo vicino alla città di Fernelmont. I paracadutisti, tre dei quali sono stati trovati nei pressi dello schianto, “non sono riusciti a saltare fuori”, secondo quanto spiega il sindaco della città Jean-Claude Nihoul. Le vittime sono il pilota e 10 paracadutisti. Tre paracaduti sono stati trovati nei pressi dello schianto. Ancora non sono chiare le cause dell’incidente. Nel frattempo dalla Farnesina è giunta la notizia che nessun cittadino italiano è rimasto coinvolto nell’incidente.

Drammatico incidente ferroviario a Buenos Aires

incidente-treno-buenosaires-argentina-tuttacronacaE’ arrivato a 58 il bilancio provvisorio delle persone rimaste ferite a seguito di un incidente ferroviario occorso alla stazione Once di Buenos Aires. Non è la prima volta che il treno Sarmiento viene coinvolto in incidenti gravi, sempre nella capitale argentina. Il 22 febbraio 2012, infatti, morirono 51 persone in un incidente simile. Anche oggi come allora, stando alle prime informazioni, un treno rimasto senza freni ha sfondato il respingente e diversi vagoni sono finiti sulla banchina. “Al momento è difficile capire le cause di quanto accaduto”, ha riferito il ministro della Sicurezza Sergio Berni. “E’ pieno di barelle, ambulanze e auto della polizia”, ha detto un passeggero. Ci sono persone intrappolate e anche un elicottero è sul posto. Tra i feriti, anche il macchinista.

Aggiornamento ore 17.45

Cresce il numero dei feriti, 80 il bilancio momentaneo, per l’incidente del treno in una delle più importanti stazioni di Buenos Aires. Tra i feriti, 36 sono stati trasportati presso gli ospedali cittadini e 5 di questi presentano fratture. Nessuno è in pericolo di vita. Nonostante Horacio Caminos, delegato dell’orgranizzazione sindacale La Fraternità, abbia spiegato che il treno “sarebbe rimasto senza freni” al momento dell’urto, il giudice che presiede le indagini ha ordinato l’arresto del macchinista, che si trova sotto consegna in ospedale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

SuperMario… SuperInnamorato! La dichiarazione d’amore a Fanny in un tweet

balo-fanny-tuttacronacaAl cuor non si comanda… e non è possible resistere. Neanche se ti chiami SuperMario e sei un campione di calcio. E così, via twitter, Balo mostra un lato nuovo di sè, lontano dalla furia in campo e dall’istinto per le “balotellate”. Sul suo profilo appare infatti una dichiarazione d’amore alla sua Fanny, ma non solo, lancia anche un avvertimento affinchè a nessuno venga in testa di metter loro “i bastoni tra le ruote”. “La mia vita senza Fanny non avrebbe senso, ti amo amore mio – ha twittato Balo – Grazie Dio per avermela fatta incontrare! Siamo una squadra perfetta! E’ fantastica! Solo Fanny è riuscita a darmi la tranquillità che ho raggiunto. Amo la mia vita, amo la mia famiglia, AMO FANNY”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lo stadio San Paolo si tinge di nero: in lutto per la Terra dei Fuochi

terra-dei-fuochi-sanpaoloinlutto-tuttacronacaI social al servizio della vita. Se prima i vip hanno adottato un comune, ora è partito il tam tam mediatico in Facebook dopo la creazione dell’evento “San Paolo in Lutto“. L’iniziativa è per protestare contro il dramma della Terra dei Fuochi e dell’inquinamento del suolo con i rifiuti industriali velonosi. L’dea è semplice e prende l’avvio dalla partita che la Nazionale disputerà a Napoli contro l’Armenia valida per la qualificazione ai mondiali 2014: si chiede ai tifosi che giungeranno allo stadio di vestirsi di nero e restare in silenzio quando entreranno le squadre. Si legge nel social blu:

“Il 15 Ottobre al San Paolo di Napoli si disputerà Italia-Armenia. Al fine di un impatto mediatico a grossa risonanza si chiede a tutti coloro che si recheranno allo stadio, alle tifoserie, ai club, alla gente comune, a chi si ‘troverà di sorpresa’ allo stadio per tifare l’Italia di vestirsi totalmente di nero e di restare in silenzio quando entrano le squadre. Vi sembrerà nulla ma questo piccolo gesto potrebbe avere un grosso impatto mediatico e dare visibilità alla terra dei fuochi ovvero A NOI TUTTI che continuiamo a morire di cancro e di leucemie, che vediamo i nostri figli morire prima di nascere. Fate cadere in un silenzio tombale il SAN PAOLO.. sarà l’urlo più forte mai sentito prima. Facciamo capire che il nostro paese è vivo..che noi non ci arrendiamo. ‘Forza Napoli’ non è solo un motto per la squadra del cuore ma un motto per la nostra terra! Quando si è solidali Napoli vince..quindi organizzatevi!!! Grazie”

Vip vs camorra: i comuni della Terra dei Fuochi non devono morire

vip-terradeifuochi-tuttacronacaLa Terra dei Fuochi non è sola è una pagina Facebook aperta da Selvaggia Lucarelli e che in pochi giorni ha già superato gli 89mila “mi piace”. Ed è proprio qui che i vip italiani “adottano” i comuni di questo territorio a cavallo tra le province di Napoli e di Caserta postano le foto con cui lanciano il loro appello. Marcianise, Aversa, Nola, Sant’Irpino, ma anche Arienzo, Cellole, San Prisco e tutti gli altri paesi non devono morire. Non possono essere messi in ginocchio da quei rifiuti tossici bruciati nelle campagne. Loro sono personaggi dello spettacolo più o meno noti, musicisti, attori, volti televisivi ma anche sportivi e giornalisti uniti per far sì che “questo territorio e la sua gente – si legge nelle info della pagina – non muoiano avvelenati e dimenticati da tutti.” Spiega Selvaggia all’HuffPost: “Un’iniziativa del genere può aiutare a incoraggiare la gente del posto a non avere paura di scendere in piazza. di protestare, di ribellarsi. Noi, nel nostro piccolo, ci abbiamo messo la faccia. E poi molti non sanno cos’è la terra dei fuochi, da oggi magari lo sapranno”. La pagina ci aiuta anche a capire che solo ora si sta facendo spazio la consapevolezza che l’emergenza che vive questa terra non è solo circoscritta a un’area ben definita, ma è ormai diventata nazionale. Come hanno recentemente ricordato anche Le Iene, in un loro servizio: perchè i prodotti di questa terra poi giungono in tutto il territorio nazionale: “la Terra dei Fuochi non è un’isola”, appunto, e tutti noi siamo destinati a venire a contatto, in un modo o nell’altro, con questa fetta di terreno che è stata utilizzata per un ventennio come pattumiera per i rifiuti tossici di mezza Italia. Senza dimenticare gli abitanti che si ammalano e muoiono, per quel cancro che, qualsiasi parte del corpo colpisca, ha un solo cognome: “camorra”. Per farsene un’idea basta scorrere la pagina Facebook di don Maurizio Patriciello, parroco proprio a Caivano che da anni si batte per portare alla ribalta nazionale l’agonia di quella gente. Ha pregato il Papa, ha parlato con Napolitano, scuotendo le coscienze dei politici locali.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Posta una foto in cui la si vede allattare la figlia: Instagram chiude il profilo

1allattamento-polemica-instagram-tuttacronacaLa foto di una madre che allatta la propria figlia, mentre pratica yoga nuda, non è piaciuta a Instagram, che ha deciso di chiudere il profilo dove appariva. La decisione è stata subito contestata da molti utenti, che stanno protestando servendosi dell’hashtag #savedaughterofthesun, con il quale hanno etichettato più di mille foto. Due anni fa la foto era diventata virale ma in questi giorni è tornata di prepotenza sulla ribalta per un’intervista che la donna ritratta ha rilasciato al sito BabyCentre, durante la quale ha assicurato che la foto non era stata preparata, nonostante quello che si può pensare. La donna, chiamata Amy, spiega: “La verità è che viviamo in una piccola comunità delle Hawaii dove i vestiti sono un optional e lo yoga una necessità.” E aggiunge che stava eseguendo la sua routine quotidiana quando la piccola Naia si è avvicinata per poppare. L’HuffingtonPost ha interpellato Instagram per capire perchè sia stato chiuso il profilo: “Instagram ha una chiara serie di norme comunitarie che spiegano ciò che è e non è permesso. Anche se non possiamo commentare su profili individuali, è stato seguito il protocollo abituale ed è stato preso atto del contenuto che ha rotto le regole della comunità. Noi incoraggiamo le persone che trovano contenuti che li fa sentire a disagio a informarci”. Norme comunitarie del sito indicano che il nudo in una foto è motivo di espulsione, ma non fanno riferimento a foto di allattamento al seno.

allattamento-polemica-instagram-tuttacronaca

Rinvenuta antica tomba macedone: è di Alessandro Magno?

tomba-alessandro-magno-tuttacronaca“E’ prematuro e azzardato parlare del sepolcro del conquistatore macedone”, ha dichiarato Katerina Peristeri, ministro della Cultura e archeologa responsabile degli scavi che in Grecia hanno portato alla luce quella che potrebbe essere una tomba reale. Il ritrovamento è avvenuto nella regione greca della Macedonia, nei pressi di Anfipoli: si tratta di un complesso funerario risalente al IV secolo a.C., con una lunga facciata di marmo di circa 500 metri per tre di altezza. Alcune ipotesi vogliono che il tumulo, una sorta di collina artificiale, possa essere la tomba di Alessandro Magno ma è stata proprio la Peristeri a frenare gli entusiasmi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Hiroshima 68 anni dopo: l’anniversario

-hiroshima-tuttacronacaSono trascorsi 68 anni da quando la città di Hiroshima venne messa in ginocchio dagli Stati Uniti con un bombardamento atomico. La popolazione ha ricordato quella tragedia che spezzò centinaia di migliaia di vite umane con una cerimonia, che si è svolta al Peace Memorial Park, il cui primo scopo era, oltre celebrare la memoria, sottolineare come l’eliminazione delle armi nucleari sia l’unica via praticabile. Alle 8:18 locali, l’1:16 ora italiana, tutti i presenti hanno inoltre osservato un minuto di silenzio: 68 anni fa, proprio a quell’ora, avvenne lo sganciamento. Si era verso la conclusione della Seconda guerra mondiale e Little Boy, questo il nome dell’ordigno, sorprese un’intera comunità. All’evento hanno partecipato anche il premier nipponico Shinzo Abe, il sindaco della città Kazumi Matsui e, per il terzo anno, l’ambasciatore americano John Roos, insieme ai rappresentanti delle potenze nucleari, come Regno Unito, Francia e Russia (non la Cina) e di numerosi altri Paesi, nonché delle popolazioni colpite dalla grave crisi del 2011 ancora irrisolta della centrale nucleare di Fukushima.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Hong Kong celebra Bruce Lee

bruce-lee-tuttacronacaE’ morto il 20 luglio 1973 Bruce Lee. Oggi, in occasione del quarantesimo anniversario dalla sua scomparsa, la Bruce Lee Foundation, in collaborazione con il governo di Hong Kong, ha presentato la vita di Lee tramite un’ampia mostra organizzata per l’occasione. In esposizione la famoa tuta gialla indossata dalla star delle arti marziali nel film “L’ultimo combattimento di Chen”, assieme ai suoi vari scritti e disegni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Attentato all’aeroporto di Pechino

esplosione-pechino-tuttacronacaE’ stata causata da un’attentato la forte esplosione che si è verificata oggi al terminal 3 dell’aeroporto di Pechino. Sarebbe stato un uomo su una sedia a rotelle, il 34enne Ji Zhongxing, a detonare l’ordigno. Il presunto attentatore è rimasto ferito ed è stato ricoverato in ospedale. Alcune immagini dell’uomo sono apparse su Weeibo, il twitter cinese. La notizia e le foto dell’uomo sulla sedia a rotelle, che lo ritraggono mentre alza le braccia stringeno un oggetto non identificato nella mano sinistra, hanno fatto rapidamente il giro del web grazie alle decine di passeggeri che si trovavano nella sala arrivi dell’aeroporto al momento dell’esplosione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’ultimo saluto a Vincenzo Cerami: oggi i funerali a Roma

Vincenzo-Cerami-funerali-tuttacronacaSi sono svolti alla Chiesa degli Artisti i funerali di Vincenzo Cerami, lo scrittore e sceneggiatore che ci ha detto addio mercoledì dopo una lunga malattia. Alla cerimonia, sobria e intensa, hanno preso parte, tra gli altri, Roberto Benigni con Nicoletta Braschi, Ettore Scola, Nicola Piovani, Marco Bellocchio, Raffaele La Capria, il sindaco di Roma Ignazio Marino, Walter Veltroni, Antonio Albanese, Laura Morante, il ministro dei Beni culturali Massimo Bray.


Durante la funzione Mariano Rigillo ha letto un brano dal Vangelo, Silvia Siravo ha recitato la preghiera degli artisti, mentre Norma Martelli, moglie di Piovani e interprete di molti spettacoli di Cerami, ha letto alla fine alcuni suoi versi concludendo: “Grazie poeta da tutti gli attori per tutte le parole con le quali ci hai fatto giocare”. Erano circa 200 le persone che, all’esterno, hanno riservato un ultimo applauso all’autore che tanto da dato alla nostra arte. Il feretro è tumulato al cimitero Flaminio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I Negramaro a San Siro: la festa per i 10 anni di musica

Negramaro-SanSiro-tuttacronaca25 brani e più di due ore di spettacolo: hanno festeggiato così i 10 anni di carriera i Negramaro, con un concerto allo Stadio San Siro che sarà replicato il 16 a Roma, all’Olimpico. La voglia di far festa è stata chiara fin da subito, quando la band è apparsa in mezzo al pubblico, sul secondo palco, ed ha rotto il ghiaccio con tre cover di Modugno: “Estate”, “L’immenso” e “Meraviglioso”. Subito dopo è il tempo di imbracciare gli strumenti sul palco con i brani “Ti è mai successo”, “La giostra”, Nuvole e lenzuola” e “Via le mani dagli occhi”, accompagnati dai primi ospiti dell’evento: i Sud Sound System. L’esecuzione della parte rap di “Una storia semplice”, è affidata a Big Fish mentre subito dopo arrivano gli archi dei Gnu Quartet, per “Io non lascio traccia”, “Cade la pioggia”, “Un passo indietro” e “Solo tre minuti” mentre “Sole” e “Gommapiuma” vengono eseguiti da un quintetto di fiati. Le note scivolano e sul palco si affaccia Elisa, che duetta con Giuliano in “Basta così” e “Ti vorrei sollevare”, in versione punk. La chiusura è con “Mentre tutto scorre” e “Voglio molto di più” in un tripudio di chitarre mentre per il bis si susseguono 5 brani: “Ottobre rosso”, “Sing-Hiozzo”, “E’ tanto che dormo”, “Parlami d’amore” e “Una storia semplice”.

Sangiorgi, prima dello show, ha spiegato: “Per quattro mesi abbiamo preparato lo show tra registrazioni e canzoni nuove per il prossimo disco che stanno nascendo in maniera naturale. Tra palco e luci è stata nostra volontà ricreare i colori del nostro disco. Il fatto che abbiamo suddiviso tutta la scaletta tra due palchi e tra rock e momenti più intimi con i fiati e gli Gnu Quartet è stato un po’ per ricreare in modo fedele anche tutta la nostra storia di dieci anni di musica. La nostra seconda volta a San Siro (si erano già esibiti nel 2008, ndr) non è assolutamente un punto di arrivo ma solo voglia di condividere la gioia con i nostri fan, a cui dobbiamo tutto. Spesso mi blocco quando penso a spazi così grandi ma pensando ai fan rimasti in fila per ore e che sono fuori per noi, tutto d’un tratto scompare tutta la paura”. Dopo il saluto all’Olimpico, i Negramaro torneranno in tour a novembre, nei palazzetti italiani, con sedici date tra cui quella del 16 novembre al MediolanumForum di Assago (Milano).

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Uno che si distingue non per il rumore che fa, ma per il silenzio. …

solitude

… Quando verrà a cercarti non lo farà certo urlando, per annunciare a tutti le sue intenzioni, ma verrà.”

-Irvine Welsh- (Trainspotting, 1993)

“La vostra preoccupazione per ciò che gli altri pensano di voi …

indifferenza

… scompare una volta che capite quanto di rado pensano a voi.”

-David Foster Wallace- (Infinite Jest, 1996)

“Io, pur non sapendo amare, amo fare l’amore.”

fare l'amore

-Salvatore Noschese-

“Solo una cosa non è vana: la perfezione sensuale dell’istante.”

sensualità-tuttacronaca

-Nicolás Gómez Dávila- (In margine a un testo implicito, 1977/92)

“La pazienza è ciò che nell’uomo …

attesa

… più somiglia al procedimento che la natura usa nelle sue creazioni.”

-Honoré de Balzac- (Le illusioni perdute, 1843)

“Uomo libero, sempre tu amerai il mare! …

mare-tuttacronaca

… Il mare è il tuo specchio; tu miri, nello svolgersi infinito delle sue onde, la tua anima. Il tuo spirito non è abisso meno amaro.” 

-Charles Pierre Baudelaire- (L’uomo e il mare)

E quando usciamo inciampiamo nelle stelle…

camminare tra le stelle

… perché le stelle ormai quasi non le vediamo più… 

-Francesco De Gregori- (da La ragazza e la miniera, 1983)

Adele Gambaro: il giorno della votazione

adele_gambaro-m5s

Il senso delle parole di Adele Gambaro davanti ai parlamentari del suo gruppo è chiaro: si dice dispiaciuta perchè non aveva intenzione di nuocere al gruppo che lavora in Parlamento ma non ha intenzione di scusarsi nè di dimettersi. Già in precedenza aveva parlato a Palazzo Madama: “Vi concentrate sulle mie parole, ma nessuno parla delle reazioni di Beppe Grillo, che sul blog contro di me ha scritto tre post violentissimi”. E rivolta a Crimi: “Un mio sms indirizzato a te è stato pubblicato, è venuto a mancare il rapporto di fiducia”. L’ex capogruppo respinge l’accusa: “Sul blog di Beppe non c’è nulla di quello che mi hai scritto”. Non si alzano i toni durante la riunione, rigorosamente trasmessa in diretta streaming. Ma le discussioni interne comunque persistono: Sara Paglini: “Adele è solo la punta di un iceberg di un gruppo di persone che ci stanno sparando dall’interno”. Il riferimento più immediato è a Paola Pinna, che aveva già dichiarato il suo essere pronta a confluire in un altro gruppo in caso la Gambaro venisse espulsa. Elisa Bulgarelli presenta la sua critica a quanto accaduto in questi giorni: “Non sono stata d’accordo con quel che ha detto Adele, ma nemmeno con le reazioni di Crimi, di Nicola Morra e di Riccardo Nuti. C’è stata un’escalation di toni che non ci ha fatto bene”. La domanda che viene posta alla senatrice è perchè si sia rivolta alla stampa. Lei chiarisce: “Ho chiamato più volte Beppe gli ho mandato sms. Mai nessuna risposta. Alessandra Bencini cita il centralismo democratico e si domanda: “Uno vale uno, ma in questo momento qualcuno vale un po’ di più e qualcuno un po’ di meno?”. Maurizio Romani: “Sono contrario alla gogna mediatica, e non mi fido della rete, c’è molto risentimento”. Il dibattito si sposta poi sul termine “espulsione”. Crimi prova ad alleggerire l’importanza del loro voto: “Non voteremo l’espulsione, voteremo se rimettere alla rete la decisione, altrimenti tradiamo uno dei nostri principi fondamentali”. Ma c’è anche chi non ci sta a far passare il messaggio che chi vota per la collega lo faccia contro la rete e spiega che si tratta solo di un primo voto, poi ci dev’essere quello del web, ma sempre di espulsione si tratta. Perplesso Luis Orellana: “Mi sembra una forzatura clamorosa – dice uscendo – si vota sull’espulsione, non sul rimettere la decisione alla rete. E anche i tempi mi sembrano forzati. Si poteva aspettare la solita assemblea congiunta di fine mese, magari la vicenda si sarebbe sgonfiata da sola”. Dopo le tante parole si passa ai voti: la Gambaro esce e le telecamere si spengono: la trasparenza in questo caso non detta legge. Ad essere contrari all’espulsione sono più o meno una cinquantina e la Bencini difende la collega: “Quale punto del codice ha violato per poter essere espulsa?”. La risposta arriva da Crimi e dalla Bottici: “Abbiamo perso tre mesi a parlare di questioni interne, bisogna dire basta”. Tancredi Turco prova a ribadire: “Adele non ha infranto nessuna regola, non vedo di cosa stiamo parlando, mi verrebbe da andarmene via”. Manlio Di Stefano difende la posizione opposta: “Invece di stare a parlare ogni giorno di dissidenti se c’e’ qualcuno che non e’ d’accordo con il movimento si alzi ora, lo dica, faccia il suo percorso lontano da noi”. E non è detto che qualcuno non colga l’invito. Intanto, in forma ufficiosa, a Quinta Colonna avvisano che in 79 avrebbero votato per l’espulsione, rimandando quindi la decisione alla rete, mentre sarebbero 42 i voti pro-Gambaro.

“Il più delle volte l’ignoranza può essere vinta: …

ignoranza

… noi non sappiamo perché non vogliamo sapere.”

 -Aldous Huxley- (Collected Essays, 1958)

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: