“Considerate ogni ora come un’unità di vita a sè stante, …

essenzadellavita-tuttacronaca… in ogni momento noi possiamo estrarre le sostanze più sottili che possiamo chiamare ‘l’essenza della vita’. I momenti che costituiscono il tempo sono delle sostanze. Per estrarre dalla vita ciò che vi è in essa di più prezioso dovete essere capaci di fare un’operazione sulle vostre emozioni”.

-Georges Gurdjieff-

Annunci

Arrestati! Coppia adolescente finisce in carcere per un bacio

coppia-marocchina-tuttacronacaHanno 14 e 15 anni i due adolescenti marocchini, un ragazzo e una ragazza, arrestati lo scorso mercoledì a Nador, in Marocco, per aver pubblicato una fotografia in Facebook scattata mentre si baciano. A riportare la notizia sia Efe che BBC, informate da associazioni che si battono per i diritti umani. I ragazzini, così come l’amico che ha scattato la foto, sono accusati di “attentato alla morale pubblica” e compariranno davanti al giudice l’11 ottobre, come ha spiegato l’avvocato Mbarek Buirik, membro dell’Associazione Marocchina di Diritti Umani, che assumerà la difesa. Per il momento i due ragazzi sono stati trasferiti in un centro di detenzione minorile a Nador, mentre la ragaza è stata portata a Fez, dove esiste un centro simile femminile. L’amico della coppia che ha scattato la foto all’uscita da scuola dovrà a sua volta comparire in tribunale. Il tutto è partito dalla denuncia di una Associazione Nazionale per i Diritti Marocchina che, dopo aver visto la foto, l’ha portata all’attenzione della giustizia. Fonti di questa associazione hanno assicurato a Efe che i giovani hanno “meno di 15 anni” e i loro “atteggiamenti incontrollabili possono portare problemi pericolosi in seguito”, aggiungendo che stanno pensando di denunciare i loro genitori per “abbandono dei figli”. Il presidente dell’Associazione Rif di Diritti Umani, Chakib Jiyari, che ha base  a Nador e che a sua volta sta seguendo il caso si è lamentato del fatto che “in questo Paese è un delitto baciare una ragazza ma non lo è picchiarla”.

La Roma dilaga a San Siro: Inter battuta per 3 reti a 0!

inter-roma-tuttacronacaUna Inter che grazie alla sapiente mano di Mazzarri ha cambiato volto rispetto a quella dell’anno scorso e viaggia sui 14 punti contro la squadra rivelazione di questo campionato, la Roma guidata con maestria da Garcia. E’ questo il big match della settimana, assieme a Juventus-Milan che si giocherà domani. Le due squadre, determinate a vincere, scendono in campo al Meazza per giocarsi una partita che vale la vetta della classifica, al momento occupata dai giallorossi.

tuttacronaca-inter-romaDopo un minuto di silezio in ricordo delle vittime della tragedia di Lampedusa, s’inizia a giocare. Il primo quarto d’ora mostra due squadre sostanzialmente equilibrate, con la Roma che gestisce il gioco ma si ritrova contro un’Inter che non concede spazio. Al 15′ arriva il primo cartellino giallo: ammonizione per Pjanic che ha commesso fallo tattico su Taider a centrocampo. E’ al 18′ che i giallorossi rompono gli indugi: Ranocchia sbaglia un disimpegno e favorisce Balzaretti che cede il pallone a Gervinho. Viene servito Totti che spara un destro preciso dal limite: Handanovic non può nulla: 0-1!

Al 26′ provano a reagire i nerazzurri: Guarin tenta dal limite dell’area, la palla si stampa sul legno! A seguire due cartellini gialli al 28′ e al 30′: prima colpisce Benatia per fallo su Alvarez, poi Castan per fallo di mano. Al 39′ un fallo di Alvaro Pereira su Gervinho regala un calcio di rigore agli uomini di Garcia: Totti realizza dal dischetto! 0-2!

 

Al 44′ ancora Roma in gol dopo aver preso in contropiede gli uomini di Mazzarri: Totti serve Florenzi che batte con un diagonale Handanovic: 0-3!

Si fa pesantissima la situazione per l’Inter che torna negli spogliatoi in svantaggio di tre reti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Squadre invariate alla ripresa e primo cartellino al 6′: ammonito Balzaretti per un fallo tattico a centrocampo su Guarin. Cambio in rapida successione per entrambe le squadre nei primi 15′: tra le fila giallorosse Miralem Pjanic cede il posto Rodrigo Taddei mentre tra i nerazzurri esce Saphir Sliti Taider ed entra Mateo Kovacic. Al 16′ Cambiasso viene colpito con una gomitata da Totti: sembra involontaria e Tagliavento non interrompe il gioco. Al 23′ l’Inter va in gol: annullato! Ranocchia salta per colpire di testa dopo un traversone di Alvarez ostacolando però la presa aerea di De Sanctis. Ammonito il portiere giallorosso per proteste. Al minuto successivo entra Diego Milito, esce Freddy Guarin per l’Inter. Al 28′ Handanovic salva la sua porta da un tiro di Gervinho: palla deviata in angolo. Dopo due minuti cambio per i giallorossi: esce Florenzi ed entra Marquinho. Dopo 4 minuti seconda ammonizione per Balzaretti per fallo su Alvarez: Roma in 10! Al 35′ Totti saluta i suoi tifosi e cede il posto a Dodò. A un minuto dal termine del tempo regolamentare altro cartellino giallo, a colpire Taddei per fallo su Kovacic. Dopo tre minuti di recupero arriva il triplo fischio: 0-3!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ferito un 26 enne a colpi d’arma da fuoco a Napoli

napoli_piazza-del-mercato-tuttacronaca

Un 26enne  è stato ferito a Piazza del Mercato a Napoli da due colpi esplosi da una pistola. Il ragazzo è stato raggiunto alla caviglia e alla gamba. Il soccorso è arrivato immediatamente e il giovane è stato portato in ospedale a Loreto Mare, le sue condizioni non destano preoccupazione. Sulla vicenda indagano i carabinieri, non è chiara la dinamica e il contesto nel quale si è consumato il ferimento.

Tragedia sfiorata nel milanese, a rischiare la vita 10 bimbi

escavatore-benna-milano-tuttacronaca

Ancora non è chiara la dinamica dell’incidente che ha coinvolto 10 bambini. Tragedia sfiorata nel milanese dove un bimbo si trova in pericolo di vita, tre sono feriti seriamente e sei lievemente. I bambini si trovavano su una benna di un escavatore in movimento in una cava a Cuggiono nel Milanese. L’incidente sarebbe accaduto intorno alle ore 20. Sul posto sette autoambulanze e tre automediche. Il più grave dei bambini ha riportato lo schiacciamento del bacino e di una gamba. Stabilizzato e medicato sul posto è stato trasportato all’ospedale di Legnano (Milano). Gli altri sono stati medicati sul posto. Secondo una prima ricostruzione è stato il proprietario della cava di Cuggiono (Milano) a manovrare l’escavatore sulla cui benna erano saliti, per fare un giro per divertimento, i dieci bambini caduti. Da quanto è stato accertato a causa di un dislivello il mezzo, che operava nel terreno in via Remondada, ha fatto un balzo e il sussulto ha provocato la caduta dei minorenni. Il ferito grave dovrebbe avere 12-13 anni. Gli altri sarebbero suoi coetanei.

 

Metro ferma a Milano: un uomo perde il cellulare e lo cerca nel tunnel!

cellulare-metro-tuttacronacaDalle 19.30 alle 19.49 la circolazione della metropolitana milanese è stata interrotta tra le stazioni di Lima e Pagano e l’Atm ha approntato autobus sostitutivi. Nessun guasto: semplicemente un uomo che aveva perso il cellulare ha iniziato a cercarlo nella galleria avventurandosi dentro il tunnel della metro alla stazione Duomo. Una leggerezza, sia in termini di sicurezza che d’interruzione di servizio, per il quale ora verrà valutata la conseguenza che comporterà per il viaggiatore.

Lo stadio San Paolo si tinge di nero: in lutto per la Terra dei Fuochi

terra-dei-fuochi-sanpaoloinlutto-tuttacronacaI social al servizio della vita. Se prima i vip hanno adottato un comune, ora è partito il tam tam mediatico in Facebook dopo la creazione dell’evento “San Paolo in Lutto“. L’iniziativa è per protestare contro il dramma della Terra dei Fuochi e dell’inquinamento del suolo con i rifiuti industriali velonosi. L’dea è semplice e prende l’avvio dalla partita che la Nazionale disputerà a Napoli contro l’Armenia valida per la qualificazione ai mondiali 2014: si chiede ai tifosi che giungeranno allo stadio di vestirsi di nero e restare in silenzio quando entreranno le squadre. Si legge nel social blu:

“Il 15 Ottobre al San Paolo di Napoli si disputerà Italia-Armenia. Al fine di un impatto mediatico a grossa risonanza si chiede a tutti coloro che si recheranno allo stadio, alle tifoserie, ai club, alla gente comune, a chi si ‘troverà di sorpresa’ allo stadio per tifare l’Italia di vestirsi totalmente di nero e di restare in silenzio quando entrano le squadre. Vi sembrerà nulla ma questo piccolo gesto potrebbe avere un grosso impatto mediatico e dare visibilità alla terra dei fuochi ovvero A NOI TUTTI che continuiamo a morire di cancro e di leucemie, che vediamo i nostri figli morire prima di nascere. Fate cadere in un silenzio tombale il SAN PAOLO.. sarà l’urlo più forte mai sentito prima. Facciamo capire che il nostro paese è vivo..che noi non ci arrendiamo. ‘Forza Napoli’ non è solo un motto per la squadra del cuore ma un motto per la nostra terra! Quando si è solidali Napoli vince..quindi organizzatevi!!! Grazie”

Il pub distrutto a Londra: i tifosi napoletani organizzano una colletta

napoli-arsenal-pub-tuttacronacaE’ Canale Napoli a tornare sulla vicenda del pub londinese, il Pierbury Corner, sfasciato dai tifosi del Napoli in occasione dell’incontro contro l’Arsenal. Prima la notizia ha fatto il giro del mondo, poi sono arrivate le minacce dei tifosi inglesi, ora, così sembra, il “lieto” epilogo. Mentre proseguo le indagini delle autorità inglesi, il proprietario si trova però a fare i conti con i danni riportati dal suo locale. E i napoletani si sono distinti: una piccola cerchia di tifosi ha infatti organizzato una colletta per ripagarlo. Il proprietario avrebbe dichiarato: “Accettiamo le scuse dei tifosi del Napoli, sappiamo che quei trenta che hanno fatto irruzione qui non c’entrano niente con i veri fan del Napoli.“

L’Atalanta espugna il Bentegodi contro il Chievo: 0-1

chievo-atalanta-tuttacronacaAl Marc’Antonio Bentegodi l’Atalanta cerca l’impresa: battere i padroni di casa. Cosa che non è mai riuscita negli otto precedenti scontri in serie A. I Veneti sono reduci da una brutta sconfitta a Catania, discorso diverso per i bergamaschi, freschi di successo contro l’Udinese. La partita inizia dopo un minuto di silenzio in onore delle vittime della tragedia di Lampedusa. Al 15′ occasione per il Chievo a partire da un calcio d’angolo a cui fa seguito una serie di rimpalli in area. Paloschi si ritrova la sfera sul sinistro da ottima posizione ma calcia alto. Al minuto successivo l’Atalanta non perdona: Maxi Moralez lasciato tutto solo in area porta in vantaggio la squadra: 0-1 grazie al giocatore che non segnava da circa un anno. Nei primi 45′, l’Atalanta ha fatto un gioco più ordinato mentre il Chievo, anche se generoso, non ha mai impensierito la difesa avversaria.

Nella ripresa il Chievo attacca pur senza riuscire a creare palle gol. Dal canto suo l’Atalanta, nella metà campo avversaria, appare molto determinata. Il ritmo di gioco si fa abbastanza blando, con i padroni di casa che non trovano mordente e i bergamaschi che non hanno motivo per scoprirsi. Il Chievo arriva comunque vicino al pareggio negli ultimi minuti: al 40′ su cross dalla sinistra Pellissier colpisce di testa ma Consigli fa un miracolo e devia sulla traversa. L’arbitro Doveri concede 5 minuti di recupero durante i quali tenta il tiro Thereau, dopo di che passa all’attacco l’Atalanta che però non riesce a concludere. Il match si conclude 0-1.

Bambini stranieri in classe solo se sanno l’italiano

scolari-stranieri-tuttacronaca

“I bambini stranieri in classe solo se sanno l’italiano” questa in sintesi è la proposta avanzata dalla Lega Nord e presentata a Bergamo città dove è attesa per martedì il  ministro per l’Integrazione, Cècile Kyenge, che terrà una lectio magistralis. Il Carroccio però chiede di “rivedere il sistema di accesso degli studenti stranieri alla scuola di ogni ordine e grado, autorizzando il loro ingresso previo superamento di test e specifiche prove di valutazione e istituire a titolo sperimentale classi di alfabetizzazione che consentano agli studenti non italofoni di frequentare corsi di apprendimento della lingua italiana”.

Quella del Lega Nord che a prima vista potrebbe sembrare l’ennesima discriminazione verso gli studenti stranieri poi, nella realtà, uscendo un attimo fuori dall’ideologia, potrebbe davvero essere una proposta da adottare a livello nazionale. Pensiamo solo come si possa sentire un bambino straniero che il primo giorno di scuola non riesce a comunicare con i suoi compagni, quanti problemi in più deve superare durante il percorso di apprendimento, quali ostacoli può presentare una lingua che magari si conosce solo approssimativamente.

Da parte della Lega Nord, ha spiegato il segretario provinciale Daniele Belotti, “non vi sarà alcuna contestazione” al ministro Kyenge. “La nostra sfida si giocherà solo sul piano programmatico, considerata anche l’apertura dimostrata dal ministro lo scorso 24 settembre, nel corso di una trasmissione televisiva su TvSat 2000, riguardo alla proposta di istituire delle classi ponte in cui i bambini non italofoni potrebbero imparare la lingua italiana. In quell’occasione il ministro pareva aver dato il suo assenso ideologico alla proposta, riconoscendo l’insegnamento della lingua italiana quale uno dei prioritari strumenti per l’integrazione. La Lega Nord, attraverso un’azione coordinata con i Comuni, chiederà quindi al ministro Kyenge di far sì che tale proposta possa essere concretizzata”.

Una classe quindi in cui gli studenti stranieri possano apprendere e padroneggiare la lingua prima di essere introdotti nelle classi e quindi avere anche l’opportunità sin da subito di integrarsi con gli altri ragazzi. Un aiuto concreto e non una discriminazione, ma solo un passaggio obbligato per non creare un gap difficile da poter colmare avendo un programma da seguire e tanti concetti da apprendere.

“Purtroppo – ha spiegato il sindaco di Telgate, Diego Binelle – il progetto, che prevedeva l’istituzione sperimentale di classi di alfabetizzazione e che aveva trovato il consenso del provveditore, della direttrice scolastica, delle famiglie italiane e delle associazioni locali di stranieri, si è arenato per via della forte resistenza ideologica di alcuni insegnanti. Eppure questa è l’unica vera strada per l’integrazione. La presenza di un numero sempre più elevato di alunni non italofoni all’interno delle classi si rivela un ostacolo sia per gli stranieri sia per gli italiani, che assistono a una forte riduzione dell’offerta didattica a causa dei rallentamenti nell’insegnamento dovuto alle specifiche esigenze di apprendimento degli stranieri”.

Perché quindi gli insegnanti pongono ostacoli? Per una volta possiamo abbandonare l’ideologia e vedere veramente cosa può essere più utile ai ragazzi stranieri? Perché non dotare tutti degli stessi strumenti, ma lasciare che sia a carico dell’allievo o di un insegnante volenteroso lo sforzo di insegnare la lingua mentre si sta già svolgendo un programma scolastico? Inevitabilmente dovendo colmare le lacune di una lingua sconosciuta anche l’insegnante migliore sarà costretto a rallentare il proprio programma e non solo a scapito degli altri alunni, ma anche dello stesso studente straniero.

La lettera del nonno che disconosce la figlia che ha cacciato di casa il nipote gay

lettera1-nonno-gay-tuttacronacaTra il nipote gay e la figlia omofoba, un uomo ha scelto il primo. E’ stato il sito fckh8com a pubblicare la lettera con la quale un nonno difende suo nipote dopo che la figlia ha deciso di cacciarlo di casa perchè il ragazzo le ha detto di essere gay. La lettera è stata condivisa oltre 4mila volte in Facebook. Ecco cosa scrive il nonno:

“Cara Christine:

mi hai deluso come figlia. Hai ragione quando dici che abbiamo una “vergogna in famiglia”, ma sbagli su quale sia.

Cacciare Chad da casa solo perchè ti ha detto che è gay è la vera “cosa abominevole”. Un genitore che ripudia il figlio, questo è quello che va “contro natura”.

L’unica cosa intelligente che ti ho sentito dire in tutto questo è che “tu non hai cresciuto un figlio perchè diventasse gay”. Certo che non lo hai fatto. Lui è nato così e non ha scelto di esserlo così come non ha deciso di esser mancino. Tu, senza dubbio, hai scelto di essere odiosa, gretta e reazionaria. Quindi, visto che stiamo repudiando i nostri figli, credo che approfitterò del momento per dirti addio . Ora ho un “favoloso” (come dicono i gay) nipote da crescere e non ho tempo per le parole senza cuore di una figlia.

Se trovi il tuo cuore, chiamaci.

Papà”

lettera-nonno-gay-tuttacronaca

Il lago che trasforma gli animali in statue

animali-calcificati-tuttacronacaDà i brividi il paesaggio nel quale si è imbattuto il fotografo Nick Brandt in Tanzania, sulle rive del lago Natron: sparse sul terreno, c’erano carcasse di animali calcificate, come se fossero statue. Lui stesso ha spiegato, nel suo nuovo libro fotografico Across the Ravaged Land: “Non si conoscono le cause della morte (di questi animali), ma sembra che la sueprficie estremamente riflettente del lago li abbia confusi facendoli precipitare in acqua.” Nel lago, prosegue il fotografo, si trovano natron (carbonato idrato di sodio) e sale in alta densità. Questi due elementi provocano la calcificazione degli animali, che restano perfettamente conservati. Il lago Natron è altamente inospitale per la vita, ad eccezione che per un certo tipo di alghe e per la riproduzione del fenicottero nano. Riguardo le foto scattate nel 2010 e nel 2012, Brandt ha spiegato all’Huffington Post che “Non c’era modo per spostar loro un’ala o girare la testa per avere una fotografia migliore. Erano come sassi. Quindi quello che ho fatto è stato metterli tra i rami o le rocce.” Questo per approfondire il contrasto tra la vita e la morte: le “statue” in posizioni corrispondenti a quelle che assumevano in vita. Across the Ravaged Land è il terzo volume di una trilogia con cui Brandt ha voluto documentare la scomparsa della vita animale in Africa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Onnipotente ai servizi sociali… Storia di un Cavaliere

credo-silvio-berlusconi-onnipotente-tuttacronaca

«Se non ci sono cambi di indirizzo, entro la prossima settimana depositeremo la richiesta per un eventuale affidamento in prova ai servizi sociali per Silvio Berlusconi», lo rivela all’Ansa il legale del Cavaliere, Franco Coppi che poi ha anche precisato che l’istanza dovrebbe contenere «indicazioni di massima» per l’eventuale affidamento.

Per quanto riguarda il voto in Giunta al Senato avvenuto nella giornata di ieri lo stesso legale scritto in una nota firmata anche da Piero Longo e Niccolò Ghedini che «La decisione era del tutto prevedibile» nella stessa nota aggiungevano che «Violando i principi del giusto processo e della irretroattività della legge penale si è creato un gravissimo precedente che mina profondamente la storia democratica del Paese e lo stato di diritto».

Strada fatale: 33enne muore nel vicentino

Daniele-Marchetti-tuttacronacaHa perso la vita a causa di un incidente stradale che è avvenuto questa mattina intorno alle 6 l’imprenditore Daniele Marchetti, residente a Rossano Veneto, in provincia di Vicenza. Lo schianto è avvenuto in via Iolanda, nella frazione di Stroppari a Tezze sul Brenta. La Mercedes condotta dall’uomo, rossanese di fatto dimorante a Tezze, è volata fuori dalla carreggiata finendo in una canaletta di cemento. Marchetti è rimasto incastrato all’interno del mezzo rendendo necessario l’intervento dei vigili del fuoco per estrarlo dall’abitacolo. Stando alla prima ricostruzione della polizia stradale, l’uomo sarebbe uscito di strada all’altezza di una curva, forse a causa dell’asfalto bagnato. Le condizioni del 33enne, titolare di una impresa di pavimentazioni, sono subito apparse disperate e a nulla è valsa la corsa verso l’ospedale, dove è morto poco dopo per le gravi ferite riportate.

«Ha tutti i requisiti, ma non possiamo assumerla… ha l’accento meridionale»

accento-tuttacronaca

Una signora, Maria Cristina, con un figlio a carico e con oltre 15 anni di marketing che si trasferisce da Napoli al Ticino nella speranza di essere assunta a Lugano (Ch) ma la risposta è: «signora, lei ha tutti i requisiti ma… non possiamo assumerla: ha l’accento meridionale». La 40enne racconta «Sono rimasta sbalordita» e poi aggiunge «Ho sempre fatto il mio lavoro con gratificazione e ottimi risultati, ma qui sono stata giudicata a prescindere. Mi hanno fatta parlare 20 secondi, il tempo di ascoltare l’accento. Come se non mi avessero già sentita per telefono e non ci fosse scritto sul curriculum, che sono di Napoli. E poi nelle vendite quello che conta è la serietà, la dialettica… lo dico per esperienza».

L’azienda si difende «E’ stata una decisione basata su riscontri avuti in passato, non abbiamo alcun pregiudizio verso i meridionali» spiegano. Ma  Dario Cadenazzi dell’Unia, il principale sindacato del Ticino «simili episodi sono da condannare fermamente, anche se finora non erano mai arrivate segnalazioni del genere». Il momento è delicato: «purtroppo la xenofobia e il razzismo nei confronti di lavoratori immigrati o frontalieri hanno gioco facile nel nostro cantone, vista la pressione sul mercato del lavoro nostrano generata alla crisi italiana».

Preoccupati per gli alieni? “Ci sono già troppi problemi sulla terra”

ufo-russia-tuttacronacaIl centro di controllo spaziale “Titov”, è la sede delle truppe di difesa spaziale di Mosca, create dall’integrazione di alcuni reparti militari che si occupano di difesa missilistica in Russia. Secondo quanto riporta l’agenzia stampa Russia Today, il centro ha il compito di monitorare l’80% dei satelliti russi, sia militari che civili, oltre ad occuparsi del lancio dei veicoli spaziali. L’obiettivo è quello di monitorare le possibili minacce possono giungere dallo spazio. Da dove possono arrivare tali minacce? Da altri Stati, di certo non ci si aspetta che arrivino dagli alieni. Come ha spiegato Sergey Berezhnoy, Vice Capo del centro, a un giornalista che gli chiedeva della possibilità di attacchi provenienti dallo spazio: “Purtroppo non siamo in grado di rispondere ad un’aggressione da parte di una civiltà aliena” ha detto “il nostro centro non è stato creato per questa ragione. Ci sono già troppo problemi sulla terra”.

Sallusti resta parola di Paolo Berlusconi

sallusti-giornale-tuttacronaca

E’ bastata una nota di Paolo Berlusconi per smentire le voci di una sostituzione del direttore Alessandro Sallusti:

«Paolo Berlusconi, editore de il Giornale, smentisce categoricamente le illazioni apparse su diversi quotidiani che legano in modo strumentale e inaccettabile le attuali vicende politiche alla vita de il Giornale».

L’allontanamento di Sallusti dalla testata nei giorni scorsi era, secondo alcune fonti, stato richiesto da Angelino Alfano, ma ora sembra proprio che l’argomento sia stato archiviato con la nota che ha anche sottolineato che

«L’editore, rivendicando la piena e assoluta autonomia della testata, conferma la sua fiducia nel direttore Alessandro Sallusti e si riserva di tutelare la dignità de il Giornale nelle sedi opportune»

Reddito minimo al via con la nuova legge di Stabilità?

Reddito-minimo-di-cittadinanza-tuttacronacaIl Governo Letta, con la legge di Stabilità, introdurrà il reddito minimo di cittadinanza, ossia uno dei punti forza della campagna elettorale di Grillo? Secondo il ministro del Lavoro Enrico Giovannini, la legge di stabilità “darà via libera a reddito minimo”, almeno stando a quanto ha detto nel corso di un’intervista a Repubblica. Ma l’intenzione di captare le simpatie di chi è favorevole all’introduzione e la strizzata d’occhio al M5S non può far dimenticare che nel programma dei pentastellati erano presenti anche altre 19 priorità che il Pd non è certo in grado di sottoscrivere, tra cui:

abolizione dei contributi pubblici ai partiti, un “politometro” per verificare arricchimenti illeciti dei politici negli ultimi 20 anni, Referendum propositivo e senza quorum, Referendum sull’euro, una sola rete televisiva pubblica,senza pubblicità,indipendente dai partiti, ripristino dei fondi tagliati alla Sanità e alla Scuola pubblica, abolizione dei finanziamenti diretti e indiretti ai giornali, abolizione di Equitalia.

A questo punto, se Giovannini e Letta non faranno nulla circa il reddito minimo sarebbero legittimati coloro che iniziano a dubitare dell’affidabilità della parola del premier, se al contrario faranno qualcosa dovranno anche trovare il modo di finanziarlo, il che significa tagli o tasse che porterebbero alla perdita di consenso. Del resto anche Matteo Renzi si era pronunciato negativamente al riguardo. Roberto Mania, l’intervistatore, riferisce così le parole di Giovannini:

“C’è una proposta elaborata da un gruppo di esperti che prevede un sostegno per chi ha un reddito al di sotto della soglia di povertà. Un’integrazione che si riceverà solo a condizione che ci si attivi seriamente a cercare un lavoro, e che nel caso si abbia figli li si faccia frequentare la scuola e li si porti alle visite di controllo medico. È qualcosa di molto simile a quanto stanno già sperimentando diversi Comuni”.

Quanto ai tempi di applicazione,

“Si parte dal 2014, ma si farà con gradualità”.

Mario Adinolfi e il suo twitter sulla Terra dei Fuochi

mario-adinolfi-e-il-popolo-di-merda-tuttacronaca

Il twitter di Mario Adinolfi (postato anche su Facebook ma poi cancellato) lascia poche interpretazioni. L’ex deputato del Pd ha definito in modo volgare la popolazione della Terra dei Fuochi, vittime delle ecomafie e dei rifiuti tossici che hanno scaricato sul loro territorio. Famiglie che vivono il dramma di bambini malati di tumore, l’impossibilità di lasciare le loro case e una terra che è diventata inospitale e avvelenata.

L’Agi riferisce sulla reazione dei vip: scatta il senatore Pdl Giuseppe Esposito: «Se dovessi usare Twitter come rozzamente lo ha usato stamattina Mario Adinolfi, dovrei rispondergli: ‘Sei un razzista, razzista, razzista di m…’. Ma non ho assolutamente intenzione di abbassarmi allo stesso livello dell’esponente del Partito Democratico». «Adinolfi – prosegue – parla a vanvera di un argomento che evidentemente non conosce, ignorando con spregevole insensibilità le tante vittime di questa sciagura che per troppi anni è passata sotto silenzio. Le sue parole sono intrise da un ignobile razzismo nei confronti dei meridionali e dei campani in particolare. Perché il Pd, sia quello campano che nazionale, non ha ancora preso le distanze da queste gravissime parole?», dice fra l’altro il vicepresidente dei senatori Pdl.

Il vicepresidente M5s della Camera, Luigi Di Maio su Facebook spiega:

MARIO-ADINOLFI-POPOLO-tuttacronaca

 

 

Slittano due date dello spettacolo di Giulio Cavalli: nuove minacce per lui

cavalli_minacciato-tuttacronacaNuove minacce per l’attore antimafia Giulio Cavalli: nel giardino della sua abitazione romana ieri è stata rinvenuta una pistola carica e il 36enne oggi è stato trasferito in una località protetta. Da tempo sotto scorta, l’attore doveva andare in scena oggi al Nuovo Teatro Sanità di Napoli con lo spettacolo “L’innocenza di Giulio – Andreotti non è stato assolto”, rappresentazione in programma anche domani a Caserta. Cavalli, vista la situazione, ha chiesto e ottenuto dal teatro partenopeo di procrastinare le date dei due spettacoli.

Achtung! Si è suicidato Lizzani, addio a un narratore di storie semplici

Carlo-Lizzani-tuttacronaca

Shock nel mondo del cinema che è rimasto senza fiato quando si è appresa la notizia che l’uomo, suicidatosi intorno alle ore 15, in via dei Gracchi, nel quartiere Prati di Roma, era il 91enne regista, sceneggiatore, attore e produttore cinematografico Carlo Lizzani. Sono stati alcuni passanti a notare il corpo e immediatamente hanno chiamato i carabinieri.

 

Lizzni era stato “lo sceneggiatore del neorealismo” collaborando con autori autori quali Vergano, De Santis, Rossellini e Lattuada.

Aveva esordito nel 1950 con ‘Nel Mezzogiorno qualcosa è cambiato’ e con il film ‘Achtung’ del 1951.

Il suo capolavoro, anche se non l’unico, ma forse il più celebre è l’affresco storico anni dell’ascesa del fascismo tratto dal libro di Vasco Pratolini “Cronache di poveri amanti”. Nel 1973 Crazy Joe, tratto da un racconto di Nicholas Cage, che raccontava la storia di Joe Gallo, mafioso di basso rango che vuole fare carriera ai danni del boss.

Lizzani ha firmato anche la regia di ‘Storie di vita e malavita’ del 1975, ‘Fontamara’ tratto dall’omonimo libro di Ignazio Silone nel 1977, ‘La casa del tappeto giallo’ (1983), ‘Mamma Ebe’ (1985), ‘Caro Gorbaciov’ (1988), ‘Cattiva’ (1991), ‘Celluloide’ (1995), ‘Hotel Meina’ (2007), oltre agli sceneggiati televisivi ‘Nucleo Zero’ (1984), ‘Un’isola’ del 1986 e ‘La trappola’.

Dal 1979 al 1982 diresse anche la Mostra del cinema di Venezia e ultimamente era tutor del corso di Filmmaker della Accademia Act Multimedia di Cinecittà

 

Tragico incidente nel Comasco: muore un 53enne

auto-dirupo-como-tuttacronacaTragico incidente la scorsa notte, poco prima della mezzanotte, lungo la strada che conduce al rifugio Venini sul monte Galbiga, Prealpi Luganesi, in provincia di Como. Il 53enne Pierluigi Peduzzi di Pigra, nel Comasco, si trovava alla guida della sua auto quando è finito in un dirupo per cause che non sono ancora stata stabilite. L’uomo è morto nell’incidente mentre il passeggero che era con lui, un compaesano di 71 anni è rimasto ferito. Dopo che è scattato l’allarme, gli uomini del soccorso alpino sono intervenuti sul luogo e, non senza difficoltà, sono riusciti a raggiungere l’auto.

Caccia a Guy Ritchie a Roma… ma neppure Sherlock Holmes lo troverebbe

hugh-grant-tuttacronaca

Guy Ritchie sta girando a Roma il suo nuovo film intitolato “The man from U.N.C.L.E.” che vede come protagonista Hugh Grant. I fan in questi giorni quindi sono in fermento per cercare di incontrare il regista di “Sherlock Holmes” o l’attore di “About a boy”. Grant quando non gira torna nella sua suite  nell’ hotel, vicino a Piazza del Popolo, mentre, un bravo Sherlock Holmes sicuramente ha potuto vedere Guy Ritchie quando si è concesso una cena a Trastevere con i tre dirigenti della Warner Bros, major che produce la sua nuova pellicola. Il pasto è stato tra i più spartani pesce e verdure, solo qualche forchettata di pasta cacio e pepe e un buon bicchiere di vino rosso.

Pochi giorni fa il set del film era in via del Corso, con tutti gli attori   sul set, compreso Grant. Nscosti agli sguardi dei più, sulla terrazza dell’hotel c’erano: Henry Cavill, interprete del film “L’uomo d’acciaio” e Armie Hammer, visto in “The Lone Ranger”. Nella pellicola recita anche l’attore italiano Luca Calvani.

In questi giorni il set però si è trasferito in un piccolo paese vicino Roma e il cast stellare tornerà a girare a Roma a partire da lunedì.

Madre denuncia il figlio di 13 anni per atti vandalici a scuola

girgenti,scuola,elementare,tuttacronaca

Quando ha scoperto che suo figlio insieme a due suoi compagni era stato uno degli autori di un atto vandalico alla scuola elementare «Girgenti» di via Grotte a Bagheria, in provincia di Palermo, la madre ha preso il ragazzo e lo ha condotto in commissariato a costituirsi. Durante il loro raid teppistico i tre compagni avevano rovesciato banchi, danneggiato i distributori automatici di bibite e caffè, divelto l’impianto telefonico ed elettrico e rubato materiale didattico. La donna così ha denunciato suo figlio (che non è comunque punibile perché a solo 13 anni) e gli agenti stanno cercando di rintracciare i suoi compagni.

Il pallone… va in buca! Arriva il FootGolf

footgolf-tuttacronacaIl pallone d’oro del 1991, l’allenatore francese ed ex attaccante Jean-Pierre Papin si diletta su un nuovo campo: quello da golf. Ma smette di usare i piedi. Lo sport è il FootGolf ed è l’ultima frontiera del golf. Nato in Olanda, ora si è diffuso sui green di tutto il mondo. Lo scopo è lo stesso: mandare la palla in buca. Ma niente mazze, solo calci ben calibrati!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Follia estrema: canoa lanciata lungo il canale di scolo

canoa-canale-di-scolo-tuttacronaca

Follie dopo follie gli appassionati di sport estremi non smettono di inventarsi spericolate corse nei luoghi più inusuali. L’ultima di queste è il canottaggio fatto lungo i canali di scolo. Rischioso e pericoloso tanto da aver già stroncato la vita di un ragazzo nello scorso autunno.

L’Italia del rammendo, cala l’abbigliamento

rammendo-tuttacronaca

Dal 2008 a oggi due italiani su tre hanno ridotto la spesa per l’abbigliamento, un po’ per colpa della crisi un po’ per l’accumulo di abbigliamento fanno negli anni precedenti. Inoltre a far concorrenza al made in Italy sono decenni che si ha il made in China, molto più economico. Ma l’ultima tendenza italiana è il buon vecchio rammendo, il 60% dei consumatori infatti nell’ultimo hanno a fatto ricorso a riparazioni sartoriali per continuare a usare i vecchi capi.

 

Indagati i superstiti di Lampedusa

migranti-indagati-tuttacronacaLa procura di Agrigento indagherà per immigrazione clandestina i superstiti del naufragio di Lampedusa, dopo che gli stessi saranno stati identificati. Al momento non è ancora avvenuta alcuna iscrizione ma, spiegano i magistrati, ci sarà in quanto atto dovuto legato a una norma in vigore. Il reato prevede come pena massima una multa di 5 mila euro. Il ministro della difesa Mario Mauro, a margine della sua visita alla Spezia ha detto: “Dobbiamo aiutare questi paesi perché loro possano aiutarci a far fronte all’emergenza che arriva dal sud del mondo”. E ha continuato: “Serve tanta collaborazione perché siamo un paese che ha dato la sua disponibilità ad aiutare la Libia tramite aziende come Selex per procurare dei sensori in grado di monitorare i confini a sud della Libia stessa ma in questo momento la Libia ha un governo in difficoltà”. Per quanto riguarda la legge Bossi-Fini, il ministro, alla domanda di un giornalista, risponde: “Nella legge Bossi Fini ci sono aspetti normativi che potevano essere modificati sin dall’inizio, ma se si può intervenire per migliorare il sostegno ai processi di asilo ben venga”.

Pompei agli stranieri e l’Italia restaura

Swat-Museum-tuttacronaca

Pompei sarà restaurata dagli stranieri molto probabilmente a causa della mancanza dei fondi per investire in cultura, ma invece l’Italia ha aiutato un importante museo archeologico della valle di Swat, nel nord del Pakistan, a riaprire i battenti a fine ottobre. Certo i capitoli di spesa sono diversi e i fondi destinati all’estero “sorprendentemente” si trovano sempre. La ricostruzione è stata possibile grazie alla Cooperazione allo sviluppo del Ministero degli Esteri nell’ambito del Programma italo-pachistano per l’annullamento del debito (Fidsa) e di un progetto della Farnesina chiamato Archaeology-Community-Tourism (Act) – Field School Project, che ha il supporto dell’università di ingegneria di Peshawar. La struttura, che ospita una ricca collezione di sculture Gandhara provenienti dai numerosi siti buddhisti della zona, era stata danneggiata durante la guerra con i talebani e dal terremoto del 2005.

I lavori erano stati già completati a dicembre. Alcune gallerie erano state demolite e sostituite con strutture in acciaio anti sismiche. ”Ora tutti i reperti sono stati riportati al loro posto – ha detto Luca Olivieri, che guida il programma Act – e il museo è finalmente completo e pronto per essere riaperto al pubblico”. Secondo l’esperto, che da 26 anni lavora nella valle di Swat – teatro di cruenti combattimenti tra i talebani e la coalizione occidentale – la spesa totale per la ristrutturazione è stata di circa un milione di euro. Inoltre, ha proseguito Olivieri, ”l’Italia ha donato al museo di Swat una importante collezione di oggetti etnografici, tra cui un modello originale di una Fiat Campagnola usata dal professor Giuseppe Tucci (un famoso storico e archeologo italiano che lavorò in queste terre nel 1956, ndr) quando esplorava la valle di Swat nel 1955”.

La Russia che chiude le porte: agente FIFA non può entrare

michael-garcia_russia-tuttacronacaIl dirigente FIFA Michael Garcia si è visto negare l’entrata in Russia: il presidente della commissione etica fa infatti parte della lista nera di persone bandite dal suolo federale. A riportare la notizia l’agenzia di stampa australiana AAP. A Garcia viene vietato l’ingresso per via del suo coinvolgimento nell’arresto del trafficante d’armi russo Viktor Bout, che secondo la Russia sarebbe stato condannato “ingiustamente” e sulla base di “prove dubbie”. Il russo, nel 2012, è stato condannato a 25 anni di carcere a Manhattan. Il diregente FIFA ha un passato da Procuratore federale nel Distretto Sud di New York, carica che ha ricoperto fino al 2008, ma ha comunque preso parte al caso. Al momento, in qualità di uomo dell’etica della FIFA, dovrebbe girare i Paesi dove si svolgeranno le prossime Coppe del Mondo, tra i quali, appunto, la Russia, che ospiterà la competizione nel 2018 e che solo quest’anno ha già bandito diciotto cittadini statunitensi con l’accusa di violazione dei diritti umani.

Dopo 3 anni in carcere, l’India si ricorda dei due giovani italiani

Elisabetta-Bonconpagni-Tomaso-Bruno-tuttacronaca

Non se ne parla molto sui media del caso di Tomaso Bruno ed  Elisabetta Boncompagni detenuti in India da tre anni e accusati dell’omicidio del loro compagno di viaggio, Francesco Montis. La storia risale a tanti anni fa, quando i tre, conosciutisi a Londra, intrapresero un viaggio in India. Poi l’incidente il 4 febbraio, quando Francesco si sente male e muore. Il ragazzo, di 30 anni, già soffriva di salute per un’ernia del disco e una tosse perenne, che secondo la madre, era provocata dal fumo. Tomaso ed Elisabetta immediatamente chiamano i soccorsi e contattano l’ambasciata italiana, ma quando Francesco arriva in ospedale si può constatare solo il decesso.

In 48 ore vengono arrestati Tomaso ed Elisabetta con l’accusa di aver ucciso volontariamente il loro amico e si ipotizza che tra i tre ci fosse una relazione poi finita male. in particolare, secondo quanto affermano le accuse indiane, Elisabetta avrebbe avuto una relazione con Francesco, poi il rapporto sarebbe diventato a tre e Tomaso avrebbe ucciso, con la complicità di Elisabetta, l’amico.  Ma questa supposizione non ha prove, anzi a pagine 73 della sentenza di condanna depositata si legge:

Il movente che ha spinto i due accusati ad uccidere Francesco Montis non si può dimostrare per insufficienza di prove. Tuttavia si può comunque ipotizzare che Tomaso ed Elisabetta avessero una relazione intima illecita

Ora forse si è a una svolta il prossimo 22 ottobre ci dovrebbe essere la nuova udienza in Corte Suprema a Nuova Delhi e forse dopo tre anni in carcere a Varanasi, in India si riuscirà finalmente a trovare giustizia visto che i primi due gradi di giudizio li hanno condannati all’ergastolo.

La madre di Tom, Marina Maurizio, rimasta finora a Varanasi per stare accanto al figlio, tornerà in Italia dove resterà per due settimane in attesa della nuova udienza che è già slittata altre due volte.

«È una situazione paradossale, un incubo senza fine anche se la parola fine non è ancora stata scritta – ha detto Marina Maurizio -. Mio figlio ed Elisabetta sono innocenti e sono certa, come lo sono i due ragazzi, che la Corte Suprema riuscirà a fare luce su una vicenda davvero grottesca. Tom e Eli avevano aiutato Francesco nel momento in cui era stato colto da malore. Hanno fatto di tutto per salvargli la vita».

L’Italia in un tutto questo rimane in silenzio, senza aiutare i connazionali vittime della giustizia indiana e abbandonati a loro stessi da tre anni.

Malore alla guida: incidente per un bus turistico a Roma

bus-roma-tuttacronacaViene colto da un malore mentre è alla guida di un bus turistico e travolge due auto in sosta, un cassonetto, un palo della luce e un semaforo. L’incidente è avvenuto lungo Corso Vittorio Emanuele II a Roma, non lontano da piazza Navona, alle 8.30. Sul posto sono accorsi i vigili urbani e il conducente del mezzo è stato soccorso dal 118 in codice rosso. Tutti i passeggeri sono usciti illesi.

Quando la facciata di un edificio… scivola giù!

casa-facciata-scivola-tuttacronacaUn muro dalla proprietà elastiche? La facciata di un palazzo che scivola dolcemente verso il basso incurvandosi e lasciando scoperto l’ultimo piano? Nessun “miracolo” di struttura. La parete curva, infatti, altro non è se non l’installazione di un designer inglese, Alex Chinneck. Il nome dell’opera è “From the Knees of my Nose to the Belly of my Toes” (“Dalle ginocchia del mio naso alla pancia dei piedi“), per creare la quale il consiglio comunale ha permesso al 28enne di utilizzare una proprietà vacante da 11 anni.L’installazione ha richiesto quasi un anno tra realizzazione e ricerca di imprese che donassero i materiali necessari. Si tratta però di un’opera “a tempo”: l’edificio, che si trova nella località balneare inglese di Margate, resterà così per 12 mesi. Dopo, la demolizione. Spiega il designer: ”Ho voluto utilizzare semplici piaceri dell’umorismo, illusione e teatro per creare un’opera d’arte che può essere compresa e apprezzata da qualsiasi spettatore“.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dagli schieramenti della guerra fredda ai “4 regni” virtuali!

facebook-baidu-google-yahoo-tuttacronaca

Prima il mondo era diviso in due Blocco Occidentale e Blocco Sovietico, ora invece si hanno 4 regni virtuali: Google, Facebook, Baidu, Yahoo. Lo studio è stato fatto da due ricercatori dell’Oxford Internet Institute, Mark Graham e Stefano De Stabbata, e mira a creare la mappa mondiale del web Paese per Paese. Facebook è il più cliccato in Nord Africa, Medio Oriente, nei paesi del Sud America affacciati sul Pacifico (con l’eccezione dell’Argentina e dell’Uruguay). Google, invece, va forte in Nord America, Europa e Asia. Baidu, il principale motore di ricerca in lingua cinese, arriva in testa solo in Cina e Corea del Sud, ma il numero complessivo degli utenti connessi è così alto che l’area copre una bella fetta della mappa mondiale del web. Anche Yahoo, al primo posto solo in Giappone e a Taiwan, occupa un certo spazio.

Accanto ai quattro grandi regni, ci sono i piccoli “principati”: Yandex, mail.ru, VKontakte e AlWatan Voice. Il motore di ricerca Yandex è il sito più cliccato in Russia, mentre la piattaforma di posta elettronica mail.ru è in testa in Kazakistan. Il social russo VKontakte, invece, domina la classifica dei siti più visti in Bielorussia. L’unica eccezione in un mondo diviso tra motori di ricerca e social è la testata online AlWatan Voice , il sito più visitato dagli internauti dei Territori Palestinesi.

 

Trema l’Umbria, scossa di terremoto alle 10:50

terremoto-perugia-tuttacronacaL’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Ingv, ha registrato un terremoto di magnitudo 2.2 alle 10:50 nel distretto sismico di Valle del Topino, in Umbria. L’evento ha avuto ipocentro a una profondità di 8.4 km mentre l’epicentro è stato localizzato in provincia di Perugia, tra i comuni di Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Spoleto e Trevi.

Fassino contro il patto di stabilità, “è una prigione”!

Patto_di_stabilita_tuttacronaca-fassino

I comuni si sentono imprigionati dal patto di stabilità, lo dice oggi il presidente  nazionale dell’Anci, Piero Fassino, intervenento all’assemblea annuale del Veneto a Longarone (Bi):

”I Comuni – ha detto Fassino – non sono più in grado di fare investimenti perché il patto di stabilita’ glielo impedisce. Una delle cose che vogliamo discutere col Governo e’ proprio il suo allentamento e cambiamento, in modo tale che i Comuni tornino ad investire” e ha concluso “Ciò vale soprattutto in quei Comuni che hanno nelle casse dei residui attivi e non li possono spendere per una legge assurda”.

Sanità low-cost: in India arriva l’happy hour in ospedale

Narayana-Hrudayalaya-happyhour-tuttacronacaHappy Hour… in ospedale! E’ l’idea del Narayana Health di Bangalore, in India, dove sono stati ideati sconti per offrire servizi in orari in cui l’afflusso di pubblico è minore al fine di conquistare clienti dell’emergente classe media. A riportare la notizia il quotidiano Business Standard. Un responsabile della struttura ha spiegato: “Noi siamo aperti 24 ore su 24 e abbiamo quindi macchinari e personale medico e paramedico in servizio per l’intera giornata; abbiamo perciò pensato di offrire sconti dal 30 al 75% nella fascia oraria tra le 20 e le 8 del mattino”. E sembra che altri giganti del settore ospedaliero siano pronti a copiare l’iniziativa. general manager per il marketing e le strategie del gruppo Apollo Raj Raina, infatti, ha dichiarato che in un primo momento proveranno l’”Happy hour” di sera, a partire dal mese prossimo, con servizi di base scontati del 30% mentre il responsabile esecutivo del Fortis Healthcare, Aditya Vij, ha ammesso di star esaminando questa possibilità anche se al momento preferiscono concentrarsi nell’offerta di pacchetti scontati di analisi e controlli, in occasione di giornate speciali.

Carabinieri travestiti da giardinieri arrestano due tunisini per spaccio

carabinieri-giardinieri-droga-tuttacronaca

Sono stati arrestati due tunisini, a Verona, per concorso continuato nella vendita, offerta, commercializzazione e illecita detenzione di eroina.  Dopo mesi di attività di osservazione, controllo e pedinamento, i carabinieri hanno ricostruito il florido mercato che avevano creato in un parco. I militari si sono travestiti da giardinieri per meglio poterli osservare durante le loro attività che avvenivano a pochi metri da dove mamme e bambini utilizzavano il parco per passeggiare e giocare. Il primo arrestato, Salami Anis di 34 anni, ha chiesto più volte al comandante di San Michele Extra cosa fosse accusato.

Il secondo, Bouhjar Fethi di 30 anni, invece, messo di fronte alle proprie responsabilità, dopo aver capito che i carabinieri avevano osservato per mesi la sua attività, annotandosi tutti i particolari della sua azione, si è trincerato dietro un silenzio durato fino alla casa circondariale di Montorio dove è stato accompagnato con il suo complice.

Claudio Baglioni nel mirino dei ladri: furto nell’abitazione romana

baglioni-furto-tuttacronacaContinuano i furti nelle abitazioni dei personaggi famosi del nostro Paese. A finire nel mirino dei malviventi questa volta la casa romana di Claudio Baglioni, nel quartiere Nuovo Salario. E’ stata una vicina a lanciare l’allarme alla polizia, dopo essersi accorta, poco prima delle 8, che la porta era aperta. Stando ai primi accertamenti, sono stati sottratti gioielli e altri oggetti preziosi. Il valore complessivo del bottino non è ancora stato qualificato. Da una prima ricostruzione, i ladri sarebbero entrati forzando una porta-finestra di un balcone. Gli agenti del commissariato Fidene-Serpentara stanno indagando assieme alla polizia scientifica.

A poca distanza dal furto Baglioni a causa di una forte laringofaringite decide di annullare la prima data del tour, prevista a Torino per giovedì prossimo.La tappa verrà recuperata il 26 marzo al Palaolimpico.

 

Altra giornata di campionato, nuovo pronostico della Cremaschi

laura_cremaschi_inter_roma_sexy_pronostico_seno_foto-tuttacronaca

Altra giornata e nuovo pronostico. La Cremaschi, la ‘regina dei pronostici sexy su Facebook e Twitter, continua a postare la sua serie di previsioni sulle partite scritte sul suo corpo. Oggi la sua attenzione è tutta volta al big match Inter- Roma che secondo lei dovrebbe concludersi con un 1-2 a favore della Roma. Se questo fosse vero, i giallorossi continueranno a guidare la classifica.

 

Bufera sui saggi, piovono accuse sui concorsi truccati?

saggi-accusati-tuttacronaca

Se mai dovessero essere confermate le accuse a carico di 5 saggi che scelti da Napolitano per studiare le riforme costituzionali si sarebbero però “macchiati”, secondo quanto riporta l’articolo uscito su La Repubblica a firma di Carlo Bonini e Giuliano Foschini, di “traffico di cattedre” e concorsi universitari truccati. I 5 saggi sarebbero: Augusto Barbera, Lorenza Violini, Beniamino Caravita di Toritto, Giuseppe De Vergottini e Carmela Salazar.

La ricostruzione de La Repubblica è la seguente:

Nelle università di Bari, Trento, Sassari, Milano Bicocca, Lum, Valle d’Aosta, Roma Tre, Europea di Roma. Secondo l’antica regola del “do ut des” (come per altro è stata battezzata l’indagine che, si scopre ora, li ha investiti), un format in ragione del quale in questo Paese si diventa professori per cooptazione e scambio, in un Monopoli del sapere dove i concorsi sono davvero imparziali solo per chi ha voglia di crederci. E lo hanno fatto — documenta ancora l’accusa nelle intercettazioni telefoniche — con la dotta e allusiva circospezione di chi maneggia Shakespeare e i brocardi latini.

Inoltre il quotidiano scrive:

Consona al prestigio degli interlocutori, denunciati a vario titolo al pm barese Renato Nitti per associazione a delinquere, corruzione, falso, truffa aggravata. Trentacinque professori ordinari, cinque dei quali nell’elenco dei 35 saggi scelti da Enrico Letta per accompagnare il progetto di riforma costituzionale. Parliamo di Augusto Barbera (Università di Bologna), Beniamino Caravita di Toritto (La Sapienza di Roma), Giuseppe De Vergottini (Università di Bologna), Carmela Salazar (Università di Reggio Calabria), Lorenza Violini (Università di Milano).

E poi tra i nomi spunta anche Francesco Pizzetti, ex garante della privacy:

accade anche che vengano segnalati nell’indagine l’ex Garante per la privacy Francesco Pizzetti e l’ex ministro per le politiche europee Anna Maria Bernini (concorso da ordinario di diritto pubblico comparato dell’Università europea di Roma). De Vergottini trasecola. «Non ho ricevuto né avvisi di garanzia, né avvisi di proroga delle indagini — spiega — E comunque, l’ultima commissione di cui ho fatto parte è del’99. Sono fuori ruolo dal 2009 e posso serenamente escludere di aver mai pilotato un concorso o aver avuto interesse recente in un mio allievo. Ritengo dunque probabile, che qualcuno abbia fatto il mio nome al telefono».

Il Comune stacca l’acqua in cimitero: fontanelle usate per lavare i panni

nomadi-cimitero-tuttacronacaIl comune di Padova chiude le fontanelle al cimitero di Granze di Camin, a ridosso della zona industriale della città veneta. Motivo: allontanare i nomadi. Perchè le segnalazioni al settore Cimiteri si sono moltiplicate negli ultimi mesi: soprattutto nel tardo pomeriggio, quando non c’è il guardiano, il rubinetto nel camposanto non offre più l’acqua ad anziane signore che cambiano i fiori nelle tombe ma viene assaltato da camionisti che sostano in prossimità del cimiter in attesa di scaricare ad Interporto e da intere famiglie di nomadi, accampate nelle vicinanze. L’acqua, ora staccata, veniva utilizzata per farsi la doccia oppure per lavare i panni, con la fontanella utilizzata come lavatoio.

Il nuovo capitolo della tomba di Lucio Battisti: la famiglia vuole demolirla

Lucio-Battisti-tuttacronacaI parenti di Lucio Battisti avrebbero manifestato la volontà di abbattere la tomba che per 15 anni e fino a poche settimane fa (il 6 settembre la salma era stata traslata) ha ospitato le spoglie del cantautore. Questo “affinchè la tomba non diventi un sacrario”. E’ stata l’amministrazione comunale di Molteno, in provincia di Lecco, a confermare le ultime indiscrezioni. Il consigliere comunale delegato all’anagrafe Angelo Casiraghi ha riferito: “La vedova ha manifestato l’intenzione di demolire la cappella. Teme l’andirivieni dei fan, anche dopo che la salma è stata spostata e poi cremata. Intanto l’idea ci è stata sottoposta verbalmente: stando a quanto comunicato, dobbiamo attenderci di veder protocollata a breve la domanda ufficiale di abbattimento”. E spiega ancora: “Da parte nostra la contrarietà sarà netta. Anzitutto, la cappella è una concessione cimiteriale e non una proprietà: quindi, per noi, la famiglia non ne può liberamente disporre; infatti non può essere nemmeno venduta. Il regolamento – precisa – non dice nulla di esplicito riguardo al demolire: è un caso impensabile, che non s’è mai posto, ma a nostro parere la via indicata dalla famiglia Battisti non è proponibile. Ci opporremo, ma al tempo stesso abbiamo pronta una controproposta, ventilata soltanto nel contatto tra i tecnici: suggeriremo di donare la cappella al Comune, che ne cambierà radicalmente destinazione e aspetto, destinandola per esempio alla sepoltura di preti o suore del paese”.

Il tragico scontro frontale del torinese: 5 morti, un’intera famiglia

piossasco-tuttacronaca

Un’intera famiglia è rimasta vittima nel tragico incidente avvenuto nel torinese dove sulla statale nei pressi di Piossasco due auto si sono scontrate. A causare l’incidente sarebbe stato un 23enne alla guida di una Fiat Stilo. L’auto che procedeva in direzione di Pinerolo ha invaso la corsia opposta e si è scontrata frontalmente contro una Renault Megane Scenic su cui viaggiava la famiglia, residente a Cumiana. Nello scontro sono morti tutti: il padre di 47 anni, la madre di 43 e i due figli, un ragazzo di 15 anni e una bambina di 7. Morto anche il giovane conducente della Fiat Stilo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Inter-Roma tutto pronto per la sfida in vetta alla classifica

roma-inter-tuttacronaca

Roma e Inter pronte a scendere in campo. La supersfida tra le capoliste si preannuncia già come uno scontro tra titani. Le squadre che hanno più sorpreso in questo avvio di campionato oggi si affronteranno a San Siro nell’anticipo di questa sera. Ecco le probabili formazioni che scenderanno in campo:

INTER (3-5-1-1): 1 Handanovic; 35 Rolando, 23 Ranocchia, 40 Juan Jesus; 55 Nagatomo, 13 Guarin, 19 Cambiasso, 21 Taider, 31 Pereira; 11 Alvarez, 8 Palacio.

(30 Carrizo, 12 Castellazzi, 6 Andreolli, 25 Samuel, 18 Wallace, 16 Mudingayi, 10 Kovacic, 17 Kuzmanovic, 7 Belfodil, 9 Icardi, 22 Milito). All.: Mazzarri. Diffidati: Nagatomo. Squalificati: nessuno. Indisponibili: Campagnaro, Chivu, Jonathan, Zanetti.

ROMA (4-3-3): 26 De Sanctis, 35 Torosidis, 17 Benatia, 5 Castan, 42 Balzaretti, 15 Pjanic, 16 De Rossi, 6 Strootman, 24 Florenzi, 10 Totti, 27 Gervinho.

(1 Lobont, 28 Skorupski, 3 Dodò, 29 Burdisso, 33 Jedvaj, 46 Romagnoli, 7 Marquinho, 11 Taddei, 18 Caprari, 94 Ricci, 8 Ljajic, 88 Borriello). All.: Garcia. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Maicon, Bradley, Destro. Arbitro: Paolo Tagliavento di Terni. Quote Snai: 2,30, 3,40; 2,90.

Sgominata una banda dedita ai furti di yatch di lusso

ladri-yachts-tuttacronacaLa squadra mobile di Genova ha sgominato una banda internazionale che rubava yacht di lusso su commissione per il mercato arabo ed est europeo e della quale faceva parte anche un poliziotto che ora è accusato di corruzione. Sette sono le persone che sono finite in manette, delle quali una agli arresti domiciliari. Tra di loro anche il foggiano Olinto Bonalumi, considerato un “genio” delle rapine nei caveau. L’operazione è stata denominata “Kasioca”, dal nome di un’imbarcazione da 36 metri e 7 milioni di euro trafugata il 1 aprile 2012 a Genova e ritrovata in Corsica. Due componenti della banda erano stati trovati dalla Polizia all’aeroporto di Treviso. Rientravano in Italia con 200mila euro in contanti, probabile acconto sulla vendita di una barca.

Roma si è svegliata sotto Penelope

maltempo-tuttacronaca

Il risveglio dei romani questa mattina è stato a suon di tuoni e fulmini. Sulla Capitale si è abbattuta una forte perturbazione che ha portato pioggia e freddo. La temperatura è scesa a +16° e inevitabili sono stati allagamenti e disagi per i cittadini.

Ma il peggio per la Città Eterna deve ancora arrivare. Nubifragi sono attesi a Roma dopo le 13, mentre per il pomeriggio non sono escluse trombe d’aria sulla costa. E il maltempo proseguirà fino a mercoledì. In via precauzionale, ha annunciato la Protezione Civile di Roma Capitale, è stato convocato il Centro Operativo Comunale e, al fine di coordinare le problematiche di competenza municipale, è stata richiesta l’attivazione delle Ucl, Unità di Crisi Locali.

Ma se a Roma la situazione è critica nel resto d’Italia non è certo migliore.

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare ha comunicato che è previsto al  nord una nuvolosità diffusa in particolare su Trentino Alto Adige, nord Veneto e Friuli Venezia Giulia con precipitazioni da isolate a sparse; cielo coperto sul resto del nord con precipitazioni diffuse, anche a carattere temporalesco, specie su Liguria, zone pianeggianti meridionali di Piemonte, Lombardia e sull’Emilia Romagna. I fenomeni tenderanno a divenire via via meno estesi e ad attenuarsi, nel corso del pomeriggio, su Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria dove in serata si avranno anche ampie schiarite.

In Sardegna è prevista la nuvolosità estesa, mentre i fenomeni saranno più isolati e meno intensi sull’Abruzzo. Tendenza a variabilità dal tardo pomeriggio sulla Sardegna, mentre sulle regioni peninsulari i fenomeni tenderanno a divenire meno estesi dalla tarda serata.

Sud e Sicilia: nuvole e temporali non mancheranno neppure nel meridione dove dal tardo pomeriggio ed in serata i fenomeni si intensificheranno sulla Campania, Basilicata e Calabria.

Dove sono finiti i soldi dei risparmiatori? Aumenta l’ammanco nei caveau della Nes

northeastservice-tuttacronacaContinuano le perquisizioni delle filiali del gruppo North East Services da parte delle Fiamme Gialle e, mentre proseguono, la voragine aumenta. Dopo la villa di Santa Maria del Rovere a Treviso, i finanzieri sono passati alla filiale di Vicenza e al deposito in zona industriale a Villorba dove il patron della Nes, Luigi Compiano, custodisce la sua collezione di un centinaio di auto d’epoca. L’ammanco del caveau, secondo gli inquirenti, avrebbe già ampiamente superato i 40 milioni. A Silea ne erano spariti tra i 23 e i 28, ma controllando altre “sale conta” si viene a scoprire di altri “buchi”.  A Spini di Gardolo (Trento) le Fiamme gialle hanno individuato un buco di 8 milioni di euro. E, comespiega il Gazzettino, i conteggi sono ancora in corso nelle altre filiali sparse per la penisola: da Sestri Levante (Genova) a Tavagnacco (Udine) passando per Collegno (Torino) Bolzano e Azzano San Paolo (Bergamo). Ieri i finanzieri si sono presentati anche nella filiale di Vicenza dove non sarebbero state riscontrate irregolarità.

Karen pronta ad abbattersi su New Orleans, evacuata la costa

karen-gulf-of-mexico-tempesta-storm-tuttacronaca-new-orleans

La tempesta tropicale Karen ha già mostrato la sua forza devastante nel golfo del Messico e ora si sta avviando verso New Orleans, nella Lousiana. La popolazione che risiede nelle aree costiere è stata fatta evacuare per precauzione. Karen ha venti che possono raggiungere fino a 105 km/h. Nel video viene mostrato come si sta preparando e organizzando la popolazione che sarà colpita dalla tempesta tropicale nelle prossime ore:

Lampedusa: 35enne tunisino indagato ma non fermato. E’ uno degli scafisti?

lampedusa-tuttacronacaPotrebbero esserci ancora circa duecento cadaveri in mare, a Lampedusa. Corpi che, come racconta chi è sceso sott’acqua, sono “abbracciati” tra loro. Chi si trovava nella pancia dell’imbarcazione erano i più poveri, quelli in grado di pagare meno al capo degli scafisti, che si faceva chiamare “The Doctor”. Nel frattempo un 35enne tunisino, sospettato di essere uno degli scafisti, è indagato ma non fermato. Identificato e bloccato al suo arrivo sull’isola e sentito dalla polizia, davanti al procuratore aggiunto Ignazio Fonzo, assistito da un avvocato d’ufficio, e con la collaborazione di un interprete arabo, è stato interrogato venerdì: ha deciso non avvalersi della facoltà di non rispondere, e di dare invece la sua versione dei fatti. Ora bisognerà attendere anche le testimonianze di chi a quel tragico naufragio è sopravvissuto, per capire se davvero sia tra i colpevoli. Nel frattempo l’enorme bara di metallo giace a 47 metri di profondità in mare a un miglio e mezzo di distanza da Cala Croce, dagli scogli di Lampedusa. Al momento le ricerche subacquee restano ferme, a causa delle avverse condizioni del mare, mentre  la Guardia di finanza e  la Guardia costiera continuano a controllare lo specchio di mare attorno al punto in cui è avvenuto il naufragio con gli elicotteri.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

Chef and Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

max lucien

il linguaggio della passione

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: