“Chi non crede nella magia…

magia

… è destinato a non incontrarla mai.”

-Roald Dahl-

Annunci

Allerta tornado in Arkansas, Texas e Louisiana.

tornado-texas-arkansas-louisiana-tuttacronaca

Dopo il devastante tornado che ieri ha travolto l’area di Oklahoma City, ora c’è un nuovo allarme. Il National Weather Service ha messo in allerta l’area tra Arkansas, Oklahoma, Texas e Louisiana. L’allarme tornado è scattato anche a Dallas e nella zona di Waco, dove recentemente l’esplosione di una fabbrica di fertilizzanti ha provocato la morte di 15 persone. Nella zona colpita ieri dal tornado, invece, previsti forti temporali.

Uno sguardo a… gli “strozapret”

La ricetta puoi trovarla QUI!

strozzapreti

San Marino… il cambio della guardia

San Marino… il Rally Legend

San Marino… il Natale delle Meraviglie

Gente di San Marino… Santo Marino

San Marino piatto

Uno sguardo a San Marino… il Palazzo Pubblico

San-Marino-palazzo pubblico

Uno sguardo a San Marino… la basilica

San-Marino-basilica

Uno sguardo a… LA REPUBBLICA DI SAN MARINO

san marino-tuttacronaca

Il Papa e la maglia bianconera: la Juve incontra Francesco!

juve-papa

Papa Francesco ha ricevuto una delegazione bianconera in udienza privata al termine della quale ha ricevuto in dono una riproduzione della Coppa dello Scudetto e la maglia di Buffon firmata da  dal capitano e da tutta la squadra. Assieme al portiere presenti il presidente Agnelli, gli amministratori delegati Marotta e Mazzia, e il tecnico Antonio Conte. “Ci ha spiegato l’umiltà – ha riferito il presidente Agnelli dopo la visita – E’ stata una grande emozione. Provo grande orgoglio, tra l’altro noi perseguiamo il valore dell’umiltà”. Intato un messaggio è arrivato al club dall’ex capitano Del Piero che rinnova i suoi complimenti: “Ho seguito i miei ex compagni dall’Australia, sono molto felice per il bis scudetto, hanno fatto una grande impresa, sono stati fantastici”, prima di aggiungere una frecciatina alla società: “Non sono riuscito ad andare allo stadio per la partita scudetto, non ho trovato il biglietto, ho telefonato ma i telefoni erano tutti spenti…”.”Non so quanto manchi alla Juve per colmare il gap con le grandi d’Europa – ha proseguito Del Piero. – Per vincere una competizione come la Champions League servono non solo grandi giocatori e una grande società, ma anche una chimica diversa. Basta vedere il Borussia Dortmund, che a un minuto dalla fine era eliminato, ci vogliono altri fattori. Confermo, anche dall’Australia si ha la sensazione che il calcio italiano si sia impoverito, che altri ci abbiano superato. Ma il calcio fa parte di questa nazione, mi auguro che troveremo il nuovo Del Piero, il nuovo Totti. Quale calciatore mi assomiglia adesso? Ma no, ora hanno tutti le creste…”. Cresta o non cresta… difficilmente un giocatore riuscirà a entrare nel cuore dei tifosi come ha fatto Pinturicchio!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il coraggio di una maestra salva i suoi allievi. Prendiamo esempio?

rhonda-crosswhite-tuttacronaca

Rhonda Crosswhite, maestra alla Plaza Tower Elementary a Moore, sobborgo di Oklahoma City, ha solo pochi graffi che lei stessa definisce «irrilevanti, considerando quello che sarebbe potuto succedere. Non ho mai pensato che stessi per morire – ha detto -. Per tutto il tempo ho continuato a urlare ai ragazzi: “Smettetela di preoccuparvi, stiamo bene, stiamo bene. Gridavo per tranquillizzarli, cercavo di superare con la mia voce quel frastuono orribile, sperando che mi potessero sentire. Una ragazza singhiozzava e le ho detto: “Va tutto bene, va tutto bene, ti proteggo io”. E poi ho detto qualche preghiera: “Dio, ti prego di prenderti cura dei miei figli”. E noi stiamo bene».

In questa scuola sono morti 9 bambini, ma nessuno della sua classe. Lei li ha protetti tutti, alcuni anche con il suo corpo. «Quando tutto è iniziato a venire giù, mi sono messa su di loro. Tutto qui. Uno dei miei ragazzini mi diceva: “Ti amo, ti amo, ti prego non morire con me…”». Con queste parole semplici racconta il suo gesto d’amore verso la sua classe, verso quei bambini che le devono la vita. Ma per lei è stato normale, è nell’ordine delle cose… è questo lo spirito americano. Ci sono dei ruoli nella società che richiedono coraggio, ci sono le insegnanti che per i loro bambini morirebbero, perché è quella solidarietà innata, è quella spinta che ti porta a essere un eroe per caso. E’ successo a Newton dove un’insegnante è morta per proteggere i suoi allievi dalla follia omicida di Lanza… succede durante il tornado con l’insegnante Crosswhite che non ci pensa due volte e si sdraia sui suoi allievi , li protegge. Cosa succede in queste menti? Succede che le insegnanti sanno proteggere il futuro, sono a contatto quotidianamente con quelli che saranno gli uomini e le donne del domani… sanno quanto sia importante non rubare a nessuna generazione quel domani… forse sanno quello che i nostri politici dovrebbero imparare… a tutelare i loro cittadini, a proteggerli… dovrebbero pensare che ogni individuo, da quello che nascerà fra qualche mese a quello che ha 90 e più anni, è un bene prezioso, ognuno è indispensabile (perchè nel bene o nel male è un esempio) e ognuno ha diritto a vivere e a farlo dignitosamente… Ognuno ha bisogno di essere tutelato, sostenuto quando porta avanti un progetto che può essere utile alla comunità… proprio come un bambino che cresce, l’imprenditore ha bisogno di essere supportato nel suo sviluppo, non castigato con tasse sempre più insostenibili, con una burocrazia kafkiana o con l’indifferenza. Se poi sbaglia allora la punizione deve arrivare e deve essere esemplare, in modo da far capire che lo Stato punisce i criminali e premia gli onesti… oggi in Italia sembra che sta succedendo il contrario, perciò la storia di Rhonda, oggi è più importante che mai!

Renzi diventa Fonzie!

renzi-fonzie-tuttacronaca

Matteo Renzi uscirà domani in edicola sul settimanale “Chi” in posa come Henry Winkler, l’Arthur Fonzarelli di “Happy Days”. Questa foto è il pretesto per far riemergere la polemica tra i “duri e puri” del Pd che vedono questi atteggiamenti fuori luogo per il loro elettorato. Il sindaco di Firenze quindi viene aspramente criticato, ma non è certo la prima volta… basta ricordare quando le polemiche scoppiarono per la sua partecipazione ad “Amici” di Maria de Filippi. Ma è proprio Renzi a spiegare e a difendere le sue scelte:

“Penso sia giusto – spiega Renzi a ‘Chi’ – arrivare a tutti. I ragazzi che guardano ‘Amici’ non sono di serie b rispetto ad altri. Mi è sembrata una polemica ideologica da radical chic. Io voglio parlare ai giovani e agli anziani e, per fare questo, devo essere capace di adoperare il loro linguaggio, devo andare nelle trasmissioni che guardano e nei luoghi che frequentano. Il mio dovere è essere diretto e non elitario”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Laura Boldrini vola Ryanair

boldrini-ryanair-tuttacronaca

La Repubblica pubblica alcune foto scattate da  una lettrice, a bordo di un aereo Ryanair in attesa di decollare dall’aeroporto di Bruxelles-Charleroi. Tra i passeggeri anche il presidente della Camera Laura Boldrini.

La Boldrini quindi vola low cost a differenza di altri politici che scelgono la business class in compagnie prestigiose.

 

Il futuro in una scatola… arriva Xbox One e twitter impazzisce!

tuttacronaca-xbox-one

Sale la febbre da Xbox One dopo che la nuova console di Microsoft è stata presentata  a Redmond, in Washington, in un evento stile “Apple” presentato dal boss della divisione intrattenimento Don Mattrick il quale ha spiegato che il prodotto non è altro che il simbolo di una nuova generazione di prodotti che riconoscono la voce dell’utente e permettono una navigazione tra i menu, cambiare canale e parlare direttamente con la console, sfruttando anche Skype. Insomma non una qualsiasi console, ma un vero e proprio oggetto del futuro che ci proietta in una dimensione diversa?

Sicuramente cambierà il salotto perchè prenderà, per molti, il posto della tv. Infatti attraverso la nuova Xbox sarà possibile  guardare film e televisione, navigare sul web. La console prevede poi tre sistemi operativi in uno: Xbox Os, Kernel Windows ed un terzo che si connette agli altri due per l’instant switching e il multitasking. Il nuovo sensore Kinect legge i battiti cardiaci ed interpreta i movimenti dello scheletro. La videocamera è da 1080p in grado di rilevare piccoli movimenti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

  

Auguri a Yara… i suoi compagni la ricordano sulla fanpage.

yara-gambirasio-tuttacronaca

“Auguri per il tuo sedicesimo compleanno dai tuoi compagni della scuola Caterina Cittadini e Maria Regina: buon compleanno!”, con questo striscione gli ex compagni di scuola di Yara Gambirasio hanno rivolto alla giovane ginnasta di Brembate Sopra un pensiero. Oggi si sono svolte anche delle cerimonie pubbliche ed è stato affisso lo stesso messaggio sulla sua fanpage. Ora si spera solo di conoscere al più presto il volto dell’assassino.

 

Game of Thrones… tra sesso e bondage, è la serie tv più trasgressiva?

Daenerys-Targaryen-game-of-thrones-tuttacronaca

“Game of Thrones – Trono di spade” è la serie più sexy dell’anno? Sicuramente l’eros è uno degli elementi cardine su cui la Hbo ha puntato… da una principessa che si immerge nella vasca da bagno alla sacerdotessa Melisandre che ammanetta il suo amante al letto.

trono-di-spade-tuttacronaca

Così sale la polemica e c’è chi è pronto a far sospendere il programma.  Luca Borgomeo, presidente dell’Aiart, l’associazione degli spettatori cattolici, ha inviato un telegramma di fuoco a Luigi Gubitosi, direttore generale di Viale Mazzini, chiedendone l’immediata sospensione:

E’ tollerabile che la Rai, servizio pubblico, alle 21 entri con un programma a luci rosse nelle case degli italiani? Si obietta che basta cambiare canale per non subire lo squallido programma: certo, ma perché in un Paese civile si deve sopportare l’incultura del servizio pubblico radiotelevisivo? La risposta amara è semplice: chi viola il buon senso e sperpera danaro pubblico è sicuro di non incorrere in sanzioni; chi dovrebbe erogarle è in tutte altre cose affaccendato!

Ma non basta cambiare canale e vedere un altro programma? In fondo la serie tv non va in onda a reti unificate… quindi basta avere “il coraggio” di sintonizzarsi su una rete diversa, ma sembra che Luca Borgomeo conosca approfonditamente la serie tv… probabilmente proprio per il suo utile lavoro di censore è costretto a vedere ogni puntata?

Il dietro le quinte dei film più famosi!

frankestein-tuttacronaca

Una raccolta di foto tra i cult movie a partire dagli anni 30 fino ai giorni nostri per far scoprire ciò che sullo schermo non può essere rivelato… come ad esempio quel mostro di  Frankenstein intento a far colazione. Sì, anche Boris Karloff ogni tanto “peccava”  di “umanità”.  O John Cleese in Monty Python e il Sagro Graal che in armatura da crociato gioca a palla… per tenersi in forma sulle risate? O ancora Clint Eastwood seduto sulla sedia di Sergio Leone durante le riprese di Per qualche dollaro in più… forse un presagio della sua futura carriera di regista?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Berlusconi: se il PD voleva correre da solo, perchè non l’ha fatto?

berlusconi-tuttacronaca

Dopo le recenti proposte dei democratici in materia di legge elettorale, Berlusconi ribatte colpo su colpo: “Sono dei geni perché vogliono eliminare in un solo colpo Grillo e il sottoscritto. Così correrebbero da soli, ma perché non l’hanno fatto prima?”. Ne approfitta anche per un suo personale spot a favore del governo: “il centrodestra continuerà a dare il suo sostegno più forte e leale al governo. Approfittiamo dell’occasione che abbiamo”. Del resto per lui “Questo governo viene fuori da un’occasione storica ed epocale, per la prima volta dal 1947 a oggi, il centrodestra ed il centrosinistra hanno un accordo e una maggioranza che in Parlamento può approvare di tutto ed un governo che può operare per il bene del Paese. Si può mettere fine alla guerra fredda e civile e alla contrapposizione dura tra la sinistra e la destra”.A Studio Aperto, il Cav ha anche tenuto a specificare la sua posizione di forza: “Sono venute fuori delle ipotesi divertenti mi sembra che qualcuno abbia portato avanti l’ipotesi di ineleggibilità del sottoscritto dopo 20 anni di voti di milioni di italiani e dopo tanti parlamenti che hanno approvato la mia eleggibilità”. Sullo stesso tono prosegue con il suo programma: “A Giugno deve esserci anche un dl con tutte le misure che sono indispensabili per riavviare lo sviluppo come l’azzeramento tasse, assunzioni giovani, cambiamento dei poteri di Equitalia e sono il non aumento iva oltre alla sburocratizzazione dello Stato”. Come sempre, non manca l’accento sulla questione a lui più cara, il cavallo di battaglia delle scorse elezioni: “Il nostro non è un puntiglio o un ossessione, ma una delle tante misure che il governo deve attuare per rilanciare lo sviluppo e la crescita. Questa è una prima mossa del governo, è solo un’anticipazione ma i primi di giugno ci sarà l’abrogazione dell’Imu per il futuro”.

Donna trovata sgozzata sulle scale di un condominio a Milano

donna-sgozzata-a-milano-tuttacronaca

Una donna è stata trovata morta, presumibilmente sgozzata, in un condominio in zona Fiera a Milano. A chiamare la polizia sono stati gli inquilini del palazzo, segnalando il cadavere trovato sulle scale dello stabile con una profonda ferita alla gola. L’identità della vittima non è stata al momento resa nota.

Arriva la festa pentastellata… ecosotenibilità al centro dell’evento

grillo-mira-festa-della-repubblica

L’ecosostenibilità sembra essere la parola simbolo della prima festa del M5S che si svolgerà a Mira, in provincia di Venezia, l’1 e il 2 giugno e prenderà il nome di  “Festa nazionale della Repubblica”.

Birra a km zero, menù vegani, ma anche stoviglie biodegradabili e una full immersion nelle tematiche della decrescita felice, del riuso e del recupero.  Questi sono i simboli di quella che per i grillini si configura come un evento mediatico a distanza di più di un anno dalle elezioni dei primi quattro sindaci italiani a cinque stelle, Roberto Castiglion a Sarégo, Marco Fabbri a Comacchio, Federico Pizzarotti a Parma e Alvise Maniero a Mira. Proprio nel comune veneziano di 39 mila abitanti, il 21 maggio scorso, ha infatti indossato la fascia di sindaco un ragazzo di 26 anni che ha saputo battere decenni di giunte di centro sinistra. Lui è diventato il portavoce dell’idea di rinnovamento che da sempre vuole portare avanti il M5S. Alla festa non mancherà nessuno, oltre i sindaci pentastellati,  sono attesi  Beppe Grillo e i capogruppo di Camera e Senato che hanno già largamente aderito alla manifestazione, sponsorizzandola anche sul web.

“Vi aspetto l’ 1 e 2 giugno a Mira, in provincia di Venezia – dice Crimi– ci sarà una grande festa. Non mancate, sarà un momento importante perché il 2 giugno è la Festa della Repubblica e la festeggeremo tutti insieme. Io ci sarò, aspetto anche voi”.

 

La presunta agenda di Borsellino è un parasole?

emanuela-loi-tuttacronaca

Sembra risolto il giallo dell’oggetto rosso ripreso sul luogo della strage in cui morì il giudice Paolo Borsellino in un video del vigili del fuoco: non si tratterebbe dell’agenda del magistrato, ma del parasole di un’auto usato per coprire i resti dell’agente di scorta Emanuela Loi. Lo avrebbe accertato la Scientifica di Roma.

Reddito di cittadinanza: 600 euro… ma costa 30 miliardi!

reddito_cittadinanza-tuttacronaca

Dare ai più deboli un reddito di cittadinanza, darlo non solo a chi davvero non ha nessun reddito, ma anche a chi con il reddito che ha non riesce a finire il mese. Sono circa 8 milioni gli italiani che riceverebbero 600 euro al mese come reddito di cittadinanza. Questo è l’ambizioso progetto del M5S che da 10 giorni sta cercando di mettere a punto una riforma proprio per consentire alle fasce più povere di avere immediatamente un sollievo. La copertura ? si è calcolato che questa operazione potrebbe costare circa 30 miliardi. Dove trovarli?

Se è difficile recuperare quattro miliardi di euro per abolire l’Imu sulla prima casa, trovarne trenta potrebbe essere una missione impossibile. “Non bisogna mai avere paura della realtà. La realtà ci dice che questa misura in parte ridurrebbe i suoi stessi costi”, aggiunge il senatore Giovanni Endrizzi.

Come? “Con una riforma complessiva delle politiche del lavoro e l’introduzione di un sussidio unico in un sistema integrato di welfare”, afferma la senatrice Nunzia Catalfo, componente del pool Politiche del lavoro e welfare. “I centri per l’impiego, che finora non hanno svolto la loro funzione di supporto e ricerca di occupazione, soprattutto per i giovani, saranno coinvolti in questa operazione. Il reddito di cittadinanza sarà al centro di un contesto di politiche attive volte al reinserimento lavorativo e non sarà un semplice sussidio o una social card al cittadino”.

Tre persone inghiottite da una voragine in Cina!

voragine-cina-tuttacronaca

Tre persone sono state inghiottite e uccise da un’enorme voragine che si è aperta nella strada all’ingresso di un complesso industriale a Shenzhen, nella provincia cinese del Guangdong. Ancora all’opera i soccorritori che non escludono ci possano essere altre persone coinvolte nel crollo che ha un diametro di oltre 10 metri. Ma simili eventi non sono nuovi in Cina. Gia in gennaio due palazzi da tre piani sono stati risucchiati da una voragine che, allora, era stata provocata dai lavori di costruzione di una stazione della metropolitana, fortunatame non coinvolgendo persone. In marzo, al contrario, un nuovo episodio era costato la vita al 25enne Yang Jiabin, un addetto alla sicurezza. Anche in questo caso la voragine, di circa 16 metri di profondità per 5 di larghezza si era probabilmente aperta a causa di un vicino cantiere. Ancora ad aprile, è stato il turno di una ragazza inghiottita mentre camminava per strada. In quel caso, il pronto intervento di un taxista, ha permesso di estrarre viva la giovane.

Notre-Dame suicidio shock contro le nozze gay!

dominique-venner-suicidio-tuttacronaca

Dominique Venner,  pluripremiato storico e saggista francese, si è suicidato a Notre Dame, sparandosi in bocca, con  un’automatica Herstal, dopo aver inviato un post sul suo blog in cui annunciava un “gesto simbolico e spettacolare” per protestare contro la legge sui matrimoni gay.  L’uomo, 78enne si è ucciso, vicino all’altare, davanti a una folla di turisti che come ogni giorno stava visitando la Cattedrale più famosa di Parigi. Lo scrittore è  stato autore di numerose opere sulla «guerra civile europea» ed era un ex militante dell’estrema destra. Attualmente era direttore di una rivista bimestrale di storia: «Nouvelle Revue d’Histoire» e vicino ai movimenti anti-gay francesi. Vicino al corpo è stata trovata una lettera che potrebbe chiarire le ragioni del gesto.  La Cattedrale è stata fatta evacuare dopo il suicidio.

I “non ricordo” di Ayala! C’erano i servizi in via d’Amelio?

Giuseppe-Ayala-intervista-tuttacronaca

Chi ha preso la borsa di Paolo Borsellino? Ayala non ricorda. E non ricorda neanche a chi poi lui l’ha passata. E come lo giustifica il magistrato che è stato uno dei primi ad arrivare sul luogo della strage? “Io in via D’Amelio c’ero solo fisicamente. Ma quello che rimane nella mia memoria è che la borsa è transitata solo per pochissimo tempo nelle mie mani, perché non avevo titolo per tenerla, l’ho consegnata a un ufficiale dei carabinieri. Se materialmente l’ho presa io o me l’hanno consegnata non me lo ricordo. La cosa importante è che l’ho avuta in mano e l’ho consegnata a un ufficiale”.

Ma chi è questo ufficiale e, passando da quali mani, poi la borsa, piena di vari oggetti ma non dell’agenda rossa, è arrivata poi nelle mani della polizia che conduceva le indagini e che l’ha repertata? Ayala non fa nomi, non ricorda. Eppure, stando a diverse testimonianze, sarebbe stato proprio lui a passare quella borsa ad un uomo in abiti civili e non in divisa.

Era qualcuno dei servizi?

“Devo dire, per un problema di coscienza, a distanza di 21 anni, che quando sono arrivato sul posto della strage, c’erano almeno quattro, cinque uomini dei servizi. Avevano la spilletta del Ministero dell’Interno. Era gente di Roma e non capivo che cosa facevano. Ma sono certo, perchè li conoscevo”. Lo ha detto deponendo al processo quater sulla strage di via D’Amelio, il sovrintendente di polizia Francesco Maggi, che intervenne sul luogo dell’agguato. “Sono arrivato – ha aggiunto – quasi subito, ma le fasi erano molto concitate. Vidi i corpi dilaniati, una cosa che mi ha segnato. Non c’era più niente da fare, ma ho notato che c’erano gli uomini dei servizi segreti. E ancora oggi non mi spiego come fossero sul posto e chi li avesse avvisati in così poco tempo”. Alla domanda del Pm se conoscesse i loro nomi il teste ha risposto: “quella è gente che non dà confidenza e poi non potevo chiedergli cosa facessero lì”.

Chi conferma, invece, che fu proprio il magistrato a fare in modo che la borsa arrivasse nelle mani di un “uomo in abiti civili”, è l’ex capo scorta di Ayala, Roberto Farinella, che nei giorni scorsi in udienza ha dichiarato: “Presi la borsa del magistrato, volevo consegnarla al giudice Ayala ma lui chiamò un uomo in abiti civili che mi indicò come ufficiale. Questi prese la borsa e si allontanò senza aprirla”. Chi era quell’uomo? La deposizione di Ayala non scioglie i dubbi.

Può un governo vivere tra le minacce?

Nitto-Palma-tuttacronaca

Un governo per sua natura non dovrebbe vivere tra le minacce… ma l’emergenza Italia è grave, forse più di quello che ci dicono. L’emergenza Italia è grave non solo sui mali che conosciamo, ma su quelli che spesso non arrivano nelle prime pagine dei giornali, che restano in un trafiletto sommersi da notizie che possono apparire più importanti… ma sono quei malesseri locali che domani potrebbero prendere il sopravvento e allora sì che i Tg apriranno con le nuove emergenze.

1) L’impossibilità di far pagare le imposte a chi fa il lavoro più antico del mondo. Secondo alcuni sarebbe quasi un “legalizzare” la prostituzione… ma nessuno pensa che se fosse legalizzata, quindi controllata, ci sarebbero più introiti per lo Stato?  Nessuno pensa mai ai diritti delle prostitute? Nessuno si accorge mai delle violenze che subiscono e non solo dai clienti ma anche dai loro aguzzini? Nessuno si occupa di prostituzione, se non per fare le retate… Se la prostituzione c’è da quando esiste il mondo perché non proviamo a conviverci serenamente facendola emergere, senza false ipocrisie? Non meritano i diritti dei lavoratori anche quelle donne, uomini o trans che invece ogni giorno si vedono negare la giustizia? Molti di loro sono spesso vittime di omofobia e di odi razziali, ma chi c’è a proteggerli?

2) Il problema della Sanità. Quello nazionale lo conosciamo bene, ma che succede ad esempio in una città come Roma? 18 mesi di attesa per avere una protesi al ginocchio. Protesi che spesso è richiesta anche da persone anziane… 18 mesi per un anziano senza potersi muovere è condannarlo all’immobilità per sempre, un peso ulteriore per le famiglie che non possono permettersi una badante e che sono quindi spesso costrette ad assentarsi dal lavoro proprio per prendersi cura del proprio parente o genitore. Non sono tutte risorse che si perdono?  Pensiamo in Italia quante di queste situazioni ci sono… per migliorare la situazione basterebbe un’attenta programmazione, sapere la percentuale annua di anziani che ricorrono a queste cure per avere già un prospetto anche per l’anno successivo… a quel punto fare una stima pluriennale sarebbe piuttosto semplice.

3) L’economia degli stabilimenti balneari. Saranno circa 300 stabilimenti a non aprire quest’anno… si trovano infatti strangolati tra Equitalia e le concessioni demaniali da rinnovare. Quanti migliaia di dipendenti rischiano di rimanere senza lavoro? Ieri ha dato voce alla sua protesta Marcello Di Finizio, salito sulla cupola di San Pietro, per cercare di attirare l’attenzione su questo problema che altrimenti come tanti altri rimane sommerso.

Queste sono solo tre dei problemi meno discussi, ma ad alto potenziale di generare tensioni nel nostro Paese ed ecco perchè il governo è, quindi, costretto a cedere, a stare sotto continua minaccia a causa delle situazioni esplosive che possono venire proprio dalle realtà locali. Ed è questo il gioco che alcuni “parlamentari” stanno facendo… instaurare il clima di terrore e la paura di rimanere ancora una volta, l’ennesima, senza un esecutivo.

Nessun accordo e niente di fatto alla Giunta per le immunità e le elezioni del Senato che doveva eleggere oggi il proprio presidente. La seduta è stata rinviata “a data da destinarsi”.

Questo che sembra quindi un attacco al dialogo democratico, in realtà è solo l’ennesimo compromesso necessario per la sopravvivenza, con la flebo, di un esecutivo nato morto, da un “matrimonio d’interesse”.  Quel che sconvolge però solo le dichiarazioni di Luciano Violante “Per tre o quattro volte, nelle passate legislature, il centrosinistra ha votato in un certo modo (contro l’ineleggibilità). Se non ci sono fatti nuovi non vedo perché dovremmo cambiare questa scelta”. Quindi se si è sbagliato fino a ora, continuiamo a sbagliare?

Prende quindi forza la posizione del presidente della commissione giustizia del senato Nitto Palma

“In questi venti anni- spiega alla Dire il presidente della commissione giustizia del senato Nitto Palma – Berlusconi è stato alternativamente leader politico e presidente del consiglio. Nel 1996 la maggioranza di centrosinistra non ha ritenuto di dichiararne l’ineleggibilità. Sono passati da allora 17 anni. Mi chiedo come si possa solo pensare di far valere ora quella norma”.

Palma condanna anche il Pd. “Ieri ha tentato di non far eleggere i grillini. Oggi potrebbe sostenerli nel dichiarare ineleggibile Berlusconi. Evidentemente vogliono vincere correndo da soli. In ogni caso se il segnale politico che viene dalla giunta propende per l’ineleggibilità di Berlusconi non c’è molto da aggiungere”.

Il governo è finito?

“Mi pare chiaro”, risponde Nitto palma al giornalista.

Il dilemma è se vivere nella paura del governo che cade o vivere il terrore dell’esecutivo sfiduciato! Essere o non essere, è più attuale che mai quando un popolo deve lottare ogni giorno per esistere all’interno di uno Stato lontano dai suoi cittadini.

Letta-nitto-palma-tuttacronaca

L’80enne italiano espulso dagli Usa: per 21 giorni bloccato a Fiumicino

antonio-pipitone-tuttacronaca

Antonio Pipitone, 80 anni. E’ partito dall’Italia 55 anni fa e in Pennsylvania ha trovato il suo sogno americano prima muratore poi cameriere, poi si è occupato sempre di edilizia e ristorazione dando lavoro a decine di persone, crescendo i figli e i nipoti offrendo un futuro a tutti… ma sempre da clandestino: «per trent’anni sono stato un clandestino – dice Antonio – ho sempre pagato le tasse, non ho mai avuto problemi con la legge, e so di aver sbagliato».

Poi il sogno di tornare in Italia, nella sua terra natia. Di tornare come un vincitore, perché lo è. Perché Antonio è un uomo che ce l’ha fatta… ma arriva l’espulsione e così il 25 aprile arriva a Fiumicino. In tasca ha solo 17 dollari, un cellulare non abilitato in europa, la patente americana… in America non può tornare, in Italia non può entrare il suo passaporto italiano è scaduto molti anni fa. Si trova intrappolato a Fiumicino, proprio come nel film The Terminal. Qui passa 21 giorni intrappolato nei corridoi dell’aeroporto romano. Per distrarsi un giorno ha preso un autobus ed è arrivato fino a San Pietro… ogni sera Antonio, per questi lunghissimi 21 giorni, ha pregato che un angelo lo salvasse… lui vittima innocente della burocrazia: «Avevo trovato un posto pulito dopo riposare, un angolo dove prendere un caffé». A fargli compagnia le chiacchiere con i turisti americani appena atterrati: «Hello» un sorriso e le foto dei nipotini da mostrare.
Antonio non ha mai completato la procedura per regolarizzare la sua posizione con l’ufficio immigrazione Usa: non l’ha fatto mentre lavorava «sette giorni su sette» con il cuore sempre rivolto all’Italia. Poi un giorno un contenzioso legale e le forze dell’ordine Usa scoprono che Antonio è clandestino. Succede tutto molto velocemente, Pipitone, racconta, ha due scelte: «Stare in una camera di sicurezza per trenta giorni o tornare in Italia». Antonio non ha dubbi: «Ho voluto tornare in Italia, avevo già deciso di tornare nel paese dove sono nato. Il cellulare non funzionava più, i miei figli mi avevano inviato soldi in un’agenzia per il trasferimento di denaro, ma non potevo ritirarli perché i documenti italiani non erano più validi» racconta Antonio. Passano i giorni e nonno Antonio continua a sostare dentro l’aeroporto, ormai conosce ogni angolo di quella città nella città: gli orari di apertura dei negozi, i bagni più accoglienti, sa dove poter riposare, chiudere per qualche minuto gli occhi, pensando che domani andrà meglio. I dollari, intanto, stanno per finire. «Ho pregato, ho chiesto che gli angeli mi aiutassero e alla fine sono arrivati». E arriva quindi la Polizia di Frontiera, a capo della V sezione c’è Antonio Del Greco. Gli agenti si mettono alla ricerca dell’80enne lo trovano e gli offrono da mangiare, lo aiutano a ricostruire la sua storia e a ottenere la documentazione necessaria per tornare nella sua Sicilia. Fanno anche una colletta per far dormire Antonio in un albergo fino a quando anche la situazione economica non si sblocca. «Ringrazio quegli agenti, la polizia dell’aeroporto, l’Italia: sono stati gentilissimi».

Sabato Antonio è partito per la Sicilia, è tornato nella sua Castellammare del Golfo ed è sereno: «Ringrazio gli Stati Uniti per i cinquant’anni vissuti meravigliosamente, sono stato io a compiere un errore e la legge va rispettata. I love Italy, I love America».

Cavani al Manchester e Dzeko al Napoli?

edinson-cavani-tuttacronaca
Il bomber del Napoli è sul mercato e sembra che sia già a buon punto la trattativa con il Manchester City per Cavani. E’ lo stesso presidente Aurelio De Laurentiis  che ha incaricato Bigon per parlare con gli inglesi. Sul tavolo c’è anche il cambio con Edin Dzeko, giocatore ormai in rotta da tempo con il City.  Poi si inizia a parlare anche di Benitez a guidare il Napoli e allora per i partenopei si figura anche il possibile acquisto di Torres,  amato proprio dall’ex tecnico dell’Iter. Nelle prossime ore si attendono nuovi sviluppi.

Carrera, collaboratore di Conte, condannato per omicidio colposo

carrara-condannato-omicidio-colposo-tuttacronaca

Fu un Capodanno tragico quello del 2011 per due studentesse di 23 anni, Chiara Varani e Patrizia Paninforni che morirono in un incidente che vide coinvolto anche l’attuale collaboratore tecnico di Conte alla Juventus, Massimo Carrera.  Oggi arriva la condanna a 2 anni e 6 mesi proprio per Carrera. La pena è più lieve di quella che era stata chiesta dal pubblico ministero Monia Di Marco che avrebbe voluto invece 3 anni e 4 mesi. Nella condanna invece sono state riconosciute le attenuanti generiche, nonostante l’ex calciatore non si sia mai presentato alle udienze e ha sempre contestato, tramite i legali, di essere lui il responsabile della morte delle ragazze. I legali di Carrara avevano anche chiesto l’assoluzione per non aver commesso il fatto per la morte di Patrizia Paninforni. Secondo la difesa non c’è la prova che la ragazza fosse ancora nella Ford KA quando la Mercedes classe R di Carrera è piombata addosso all’auto, visto che fu trovata senza vita sull’asfalto, e l’assoluzione perché il fatto non costituisce reato per la morte di Chiara Varani, perché a loro avviso il tecnico juventino non avrebbe potuto evitare l’auto ferma in mezzo all’autostrada A4 tra Dalmine e Bergamo, indipendentemente dalla visibilità. Secondo la perizia di parte Carrera non poteva vedere la Ford KA incidentata, secondo quella dell’accusa e quella chiesta dal gip per chiarire alcuni particolari aveva tutto il tempo per notarla ed evitare lo schianto. Il secondo automobilista coinvolto, un vicentino, è stato condannato a 2 anni e 4 mesi, il terzo, un bergamasco, non ha scelto il rito abbreviato ed è stato rinviato a giudizio.

Due ragazze sono morte e la pena è di 2 anni e 6 mesi?

La Kyenge chiede integrazione, ma è la prima a non darla?

tuttacronaca-kyenge-capogruppo-mano

Il neo-ministro dell’Integrazione Cecile Kyenge ha voluto partecipare alla consegna degli  attestati di cittadinanza onoraria ai bambini nati in Italia figli di immigrati. Una cerimonia voluta dall’amministrazione guidata da Giuliano Pisapia del Pd. Fuori ad attendere la Kyenge c’era il capogruppo della Lega Nord a Palazzo Marino, Alessandro Morelli, che ha provato a stringere la mano al ministro dell’Integrazione, ma è stato bloccato prima dalla scorta e poi letteralmente snobbato dalla Kyenge. Una “scortesia” che arriva dopo una campagna senza esclusione di colpi da parte del Carroccio contro la Kyenge: dalle t-shirt sfoggiate dagli esponenti del Carroccio nell’assemblea consiliare (con la scritta che evidenzia il reato di clandestinità), alla netta contrarietà del partito di Roberto Maroni sullo Ius soli, fino alla sortita di Matteo Salvini che, dopo la tragedia di Niguarda aveva dichiarato: ”Il ministro Kyenge fa istigazione a delinquere quando dice che l’immigrazione clandestina non dovrà più essere un reato”. Ma quando si deporranno le armi da una parte e dall’altra per aprire il dialogo? Chi chiede integrazione non dovrebbe essere la prima, al fine di avviare un processo di rinnovamento, a non avere risentimenti contro chi la nega? Dare la mano sarebbe stato il gesto, che poteva diventare il simbolo di un desiderio di migliori rapporti e aprire quindi la strada al cambiamento… forse l’Italia non è pronta per l’Integrazione proprio perché chi la chiede nutre troppi rivendicazioni verso chi l’osteggia. Non è compito di un ministro essere la prima persona a rompere le barriere contro la diffidenza? Se non si sogna un mondo per tutti, anche per chi come la Lega ha timore che gli italiani diventino emarginati nel loro Paese, come si fa a parlare di italiani nati da figli di immigrati? Vogliamo toglierci le magliette dell’intolleranza e aprire le porte alla solidarietà senza parlare di razza, etnia, colore o ideologia? Possiamo sognare un’integrazione che non sia dettata dalle “scortesie” o dalle revanche nei confronti degli italiani? E se la Lega sbaglia, possiamo almeno non assistere a scene che, anche per il futuro possono autorizzare la Lega a ulteriori irrigidimenti? Nelle mani del neo ministro c’è il futuro di quei bambini, oggi stranieri e domani italiani, a cui va insegnato ad amare e non a odiare, a dare la mano e non a “snobbare” un saluto. Nelle mani della Kyenge c’è quell’Italia nuova che vuole sentirsi unita e che invece si sente osteggiata con comportamenti che spesso sono solo rivendicazioni e non percorsi per arrivare al dialogo sereno che può consentire più diritti a tutti, anche agli italiani.

Se questa è la lotta alla mafia del Pdl…

giacomo-caliendo-associazione-mafiosa-tuttacronaca-presentazione-legge

«Condanna dimezzata per concorso esterno in associazione mafiosa. Niente carcere e intercettazioni per chi svolge attività sotterranea di supporto ai componenti dell’associazione mafiosa. Si dovrà dimostrare che c’è un profitto». Lo prevede il testo Pdl appena assegnato in commissione Giustizia del Senato, relatore Giacomo Caliendo.   Tra i casi “celebri” nei quali viene contestato il concorso esterno ci sono tra gli altri quelli di Marcello Dell’Utri e Nicola Cosentino, l’ex assessore regionale della Lombardia Domenico Zambetti, l’ex presidente della Regione Sicilia Raffaele Lombardo, l’ex sottosegretario Antonio D’Alì. La legge invece non avrebbe effetto su chi è già stato condannato in via definitiva come l’ex presidente della Regione Sicilia Totò Cuffaro.

E’ vergognoso presentare proposte del genere in commissione… è vergognoso farlo dopo che qualche giorno fa esaminando un video si è scoperto un “oggetto misterioso” che potrebbe essere l’agenda di Borsellino, è vergognoso per chi a questo paese ha dato la vita per lottare contro la piovra che ormai sembra essersi tranquillamente presa le poltrone ovunque, anche laddove si dovrebbe combattere e la si favorisce con leggi contro gli onesti a favore dei criminali.

E’ possibile governare un paese con proposte indecenti? Ieri una proposta di  legge elettorale contro l’M5S e oggi una proposta in favore della mafia? E’ un governo di servizio alla criminalità organizzata?

L’omofobia a scuola… quella vergogna sui muri scolastici!

omofobia-tuttacronaca

Una scuola nel cuore di Roma che in tre mesi è stata teatro per ben due volte di scritte omofobe sui muri dell’istituto. I movimenti si conoscono e sono sempre gli stessi: Lotta Studentesca e Forza Nuova. Il Socrate, ormai ribattezzato il liceo omofobo della capitale, nei giorni scorsi aveva proiettato video ai propri studenti realizzati insieme con il Gay Center proprio per sensibilizzare e invitare i compagni omosessuali a vivere serenamente la propria sessualità. Un liceo che è immerso nel cuore di uno dei quartieri più ricchi di storia di Roma, la Garbatella. Nel cuore “rosso” della città eterna, i movimenti di destra affondano gli artigli. A febbraio c’erano state le scritte  “Al rogo, vi uccidiamo”, oggi invece le scritte sono molto più volgari e inutili. 

omofobia-liceo-socrate-roma-tuttacronaca

 

“Questo ulteriore episodio delle scritte al nostro Liceo Socrate è inaccettabile – afferma il vicepreside dell’istituto, Mauro Castellani -. In queste ore stiamo sporgendo denuncia e chiediamo alle forze dell’ordine di identificare i colpevoli affinché queste scritte non si ripetano più,in quanto nessuno in questa scuola si deve sentire preso di mira o offeso per il proprio modo di essere. La lotta all’omofobia è tra le principali azioni di questa scuola e proseguiremo in questa direzione”.

 

Il ritorno di Vasco inizia da “L’uomo più semplice”

vasco - l'uomo più semplice-tuttacronaca

Torna Blasco e lo fa con l’EP che contiene i remix del singolo “L’uomo più semplice”, già rivisitato da Tommy Vee e Keller. Lo fa in un 21 maggio che dovrebbe essere la “rinascita” dopo la malattia e dopo un periodo in cui la stampa lo aveva già archiviato.  Lo fa con un EP con 9 remix di una canzone uscita a gennaio scorso e che ha immediatamente riscosso successo. Oltre al brano citato, il minialbum conterrà le tracce di alcuni noti dj della scena italiana come Maury Lobina degli Eiffel 65, Alex Farolfi di Radio Deejay, DJ Spyne e Max Baffa, Dj Ross e Alessandro Viale, Stefano Fisico e Micky Uk, e Felipe C. All’album seguiranno anche i concerti che Vasco terrà a giugno. In questi Live sarà affiancato da grandi musicisti come  Matt Laugh alla batteria e Claudio Golinelli al basso, Alberto Rocchetti alle tastiere, Frank Nemola a programmazione e fiati, Andrea Innesto al sax, Clara Moroni ai cori e alle chitarre Steff Burns e Maurizio Solieri. Si profila quindi un rientro in grande stile per uno dei nostri migliori cantatori che ha saputo reinterpretare il rock in chiave italiana.

Rapina al centro di Milano… lanciata una molotov

frank-muller-tuttacronaca

Una rapina in pieno centro di Milano in via della Spiga è stata messa a segno poco dopo le 11:30 nel negozio Franck Muller una delle più note orologerie della città. Scappando, secondo le prime informazioni, i banditi avrebbero anche lanciato una specie di bottiglia Molotov. Due i feriti, uno è un addetto alla sicurezza.

Ecco i choosy e i bamboccioni italiani… una generazione bruciata!

bamboccioni-italiani-choosy-tuttacronaca

Vivono con i genitori perché non possono permettersi un alloggio, devono a 40 anni ancora ricevere la “paghetta” perché non hanno un lavoro, sognano di fare lo spazzino per avere un posto fisso. Questo è il ritratto di una gioventù bruciata dall’incapacità e dalla corruzione politica. Una generazione che oggi si sente anche dimenticata dalla classe politica che parla solo di lavoro ai giovani e li emargina ulteriormente con scelte di sgravio fiscale solo per i lavoratori assunti sotto i 29 anni. Che futuro hanno?

Le prospettive negative sul futuro fanno sì che la situazione non cambi di molto tra gli studenti che nel 39% sono disponibili ad accettare uno stipendio ridotto a 500 euro al mese e nel 35% a lavorare più a lungo a parità di compenso. La situazione è profondamente diversa per i giovani occupati che solo nel 7% dei casi sono disponibili ad accettare lo stipendio ribassato mentre nel 23% dei casi sono pronti a lavorare più a lungo.

Questo è purtroppo il quadro che emerge dalla prima analisi Coldiretti/Swg su ‘I giovani e la crisì, presentata all’Assemblea di Giovani Impresa Coldiretti alla vigilia della presentazione del piano giovani del Governo, dalla quale si evidenzia che il 28% dei giovani tra i 35 ed i 40 anni sopravvive con i soldi di mamma e papà cosi come anche il 43% di quelli tra 25 e 34 anni e l’89% dei giovani con età tra 18 e 24 anni. “Da segnalare che – sottolinea la Coldiretti – l’aiuto economico dei genitori continua anche per più di un giovane occupato su quattro (27%) che non è comunque in grado di rinunciare al supporto finanziario dai familiari. La famiglia è diventata una rete di protezione sociale determinante che opera come fornitore di servizi e tutele per i membri che ne hanno bisogno”, ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini nel sottolineare che «la struttura della famiglia italiana in generale, e di quella agricola in particolare, considerata in passato superata, si è invece dimostrata, nei fatti, fondamentale per non far sprofondare nelle difficoltà della crisi moltissimi cittadini».
Lo conferma il fatto che il 51% dei giovani vive con i propri genitori e, di questo, solo il 13% per scelta, mentre il 38 perché non può permettersi un alloggio proprio. In particolare abita con mamma e papà addirittura il 26% dei giovani tra 35 e 40 anni, il 48% di quelli di quelli tra 25 e 34 anni e l’89% dei giovani con età tra i 18 e i 24 anni. La situazione è profondamente diversa per i giovani agricoltori che nel 32% dei casi vivono con i genitori perché non possono permettersi un alloggio alternativo, ma nel 31% dei casi lo fanno per scelta. Un atteggiamento che conferma i forti legami famigliari che caratterizzano l’impresa agricola dove è particolarmente solido il rapporto intergenerazionale.

Chi parlerà ancora di choosy e bamboccioni?

La coraggiosa lotta della regista Anna Hall e la denuncia del traffico di bambine

anna-hall-documentarista-tuttacronaca

17 anni fa, più per una casualità che per un interesse personale Anna Hall, regista di Leeds, viene a conoscenza di un gruppo di uomini di origini pakistane con cittadinanza inglese che rapiscono e violentano bambine britanniche riducendole a schiave del sesso.  Anna inizia quindi a usare la sua telecamera come un’arma per denunciare queste atrocità all’opinione pubblica, attraverso una serie di documentari.  La svolta nel 2002, quando la Hall ottiene l’accesso ai documenti dei servizi sociali di Bradford, potendo quindi seguire in prima persona le storie di queste ragazzine misteriosamente scomparse.

Alla vigilia della messa in onda sulla tv inglese del suo ultimo documentario, The Hunt for Britain’s Sex Gangs, Anna Hall racconta la sua esperienza al Guardian, ricordando le storie di due madri di Keighley, un quartiere di Bradford. “Una aveva tre figlie – racconta – Le due maggiori erano state molestate. Era terrorizzata dall’idea che potesse accadere anche alla più piccola, che aveva soltanto dodici anni. Si è trasferita subito dopo la fine delle riprese del documentario. L’altra donne, invece, aveva mandato via la figlia, credendola al sicuro. Invece l’aveva fatta tornare tra le mani del suo aguzzino”.

Molte autorità politiche hanno spesso osteggiato i documentari di Anna Hall archiviando i suoi lavori come mera propaganda elettorale e spesso anche la messa in onda è stata ostacolata. Nel 2004 uno sei suoi documentari, che miracolosamente, erano stati trasmessi viene visto da quasi due milioni di spettatori, ma come racconta la stessa regista:

“Abbiamo risvegliato alcune coscienze, ma la pellicola è sparita dalla circolazione. Mi chiedo se abbiamo fatto la cosa giusta. So di non essere razzista, lo so dal profondo del mio cuore. C’è ancora molto su cui lavorare. In primo luogo, racconta la Hall, bisogna imparare a gestire gli abusi psicologici: “Il documentario mostra come in altri paesi le cose vadano meglio. Noi non abbiamo nessun tipo di assistenza vera è propria: conosco un sacco di ragazzine che sono state profondamente ferite e c’è da chiedersi come entreranno nell’età adulta. Sono terrorizzate da quello che potrebbe succedere loro se denunciano i loro stupratori: credono alle minacce contro i loro genitori e i loro fratelli. Dopotutto hanno solo dodici anni. Guardo i miei figli, hanno dodici anni anche loro. E non ho idea di come risolvere questa situazione. Di sfruttamento sessuale minorile non si parla da nessuna parte, nemmeno nelle scuole – conclude la regista – Eppure quando una ragazzina che prima andava bene a scuola comincia a marinare le lezioni, quello è un segnale che qualcosa non va”.

Non far morire il tuo cellulare: è in arrivo la super batteria!

Eesha_Khare-batteria-cellulare-tuttacronaca

Il cellulare, croce e delizia. Soprattutto per quel che riguarda la batteria: “muore” quando non dovrebbe e le servono ore per ricaricarsi. Ma questo potrebbe entrare presto a far parte del passato grazie all’invenzione della 18enne Eesha Khare. La californiana, che con la sua creazione si è aggiudicata i 50 mila dollari messi in palio da Intel in occasione di un concorso per giovani scienziati, ha infatti ideato una accumulatore di energia che può essere caricato in 20 secondi. Il supercapacitor riesce infatti ad accumulare rapidamente energia in uno spazio ristretto, nonchè mantenerla per un tempo molto lungo. Inoltre, questa batteria permette di completare 10 mila cicli di ricarica, un’enormità se si considera che le ricaricabili tradizionali ne permettono un migliaio. Queste nuove batterie potranno essere utilizzate per tutti i cellulari e per qualunque altro strumento elettronico portatile, rivoluzionando così le nostre tempistiche di autonomia dalle prese elettriche.

Quel lavoro trovato grazie alla lettera di un politico!

LUIGI-ZANDA-tuttacronaca

Trovare lavoro è difficile per tutti, ma c’è chi può beneficiare della generosità di un politico. Ecco la lettera di segnalazione firmata da Luigi Zanda indirizzata al suo amico “Giovanni”. Chi è Giovanni Hermanin? Il Presidente Ama!

«Caro presidente, mi è stato richiesto di richiamare la tua attenzione sulla richiesta di assunzione in Ama del dottor G.B., di cui ti allego il curriculum e la copia di una sua lettera ad Ama». E nella lettera aggiunge di  «non conoscere personalmente il dottor B., ma mi vengono garantite le sue capacità professionali e la sua correttezza istituzionale. Ti sarò molto grato se vorrai farmi avere notizie sulle fasi istruttorie attraverso le quali l’istanza verrà esaminata. Con viva cordialità, Luigi Zanda».

Una lettera di segnalazione garbata che se non fosse per quell’insistenza a conoscere le fasi istruttorie, potrebbe essere una normale e semplice informazione su una persona capace e competente da mettere al posto giusto. Ma perché avere notizie sulle fasi istruttorie? Perché tanta insistenza per conoscere dei dettagli procedurali di assunzione?

Passano circa dieci giorni e «Giovanni» risponde. È il 12 marzo 2007, protocollo 364 del 16 marzo: «Caro Luigi, ho ricevuto la tua segnalazione del primo di marzo. Ne terrò certamente conto non appena matureranno le condizioni per nuovi inserimenti in azienda»

Questo avveniva nel lontano 2007, solo 3 anni dopo, nel dicembre 2010, Luigi Zanda, oggi capogruppo pd a palazzo Madama, è pronto ad attaccare il sindaco Alemanno: «Ho presentato un’interrogazione urgente. Alemanno si deve dimettere: ha una responsabilità diretta per gli interventi con i quali ha fatto assumere i suoi protetti».

lettere-raccomandazioni-roma

Le denunce “cretine” che intasano la giustizia.

denunce cretine-tuttacronaca

Chi intasa l’iter della giustizia con denunce deliranti?

Arriva il libro “Precari (fuori) legge. Ogni giorno in tribunale”, scritto da Paola Bellone,vice procuratore onorario (Vpo), dove si racconta la sete di giustizia degli italiani per reati assurdi.   Dalla donna che guida di notte ubriaca fradicia con accanto un peluche gigante, alla denuncia di un “tutore della morale”: “Sul lato della strada due donne mostravano una le gran tette e una il gran culo”. Si passa poi al processo a un impiegato reo di aver scritto all’azienda “di comprare gomme da masticare” contro “l’alito pestilenziale della signorina S.R.”. Non manca l’uomo che ha denunciato la nuora perché gli agnolotti non erano fatti secondo la tradizione. C’è il caso dell’estetista che attacca le unghie con l’attak e il pescivendolo che sul cartellino esposto scrive “tonno” invece che il corretto “Thunnus tynnus”.

Naturalmente non tutte queste cause arrivano in tribunale, ma intasano comunque la giustizia. Anche la denuncia più assurda deve essere registrata da un poliziotto che la girerà in procura. Un procuratore quindi dovrà leggerla e scriverla sul “modello 45” (che prevede nome, indirizzo dei protagonisti, riassunto dei fatti) e poi decidere cosa farne. Nel caso si opti per l’archiviazione si dovrà comunque avvertire il querelante con raccomandata di ricevuta di ritorno per permettergli di fare ricorso. Il Gip infine deciderà cosa farne ed eventualmente motivare l’archiviazione che va protocollata.

Le nuove norme condominiali… lavori pagati in anticipo!

condominio-nuovo-regolamento-tuttacronaca

Se c’era una speranza per far riprendere l’edilizia, duramente colpita dalla crisi economica, sarà spazzata via dal nuovo regolamento condominiale, che entrerà in vigore il 18 giugno. Le spese per i lavori dovranno, infatti, essere pagate anticipatamente e le nuove norme preoccupano già gli amministratori:

Tutto nasce dal fatto che la riforma modifica tra l’altro l’articolo 1135 del codice civile, prevedendo per le opere di manutenzione straordinaria l’obbligo di costituzione di un fondo di importo pari all’ammontare dei lavori. «La norma—dice il presidente dell’Anaci, l’Associazione nazionale degli amministratori immobiliari Pietro Membri—era stata voluta proprio dai costruttori per tutelarsi dai mancati pagamenti ma oggi appare pressoché impossibile da attuare se la si interpreta in maniera letterale: in condominio si fa fatica ad accantonare i soldi per il Tfr delle custodi, è ben difficile pensare che un’assemblea decida di pagare in anticipo decine di migliaia di euro».

Quel che si prospetta è quindi condomini che cadranno a pezzi senza aver la possibilità di accantonare il fondo. Quindi a fronte dello sgravio fiscale ipotizzato dal governo per la ristrutturazione, ora arriva invece la “stangata” del pagamento anticipato.

Per i condomini che ora sono in difficoltà una soluzione potrebbe essere il ricorso alla fideiussione o al prefinanziamento bancario, che comunque comportano costi aggiuntivi, sicuramente poco graditi. Con la modifica dell’attuale regolamento sarà istituito un fondo in cui il condominio dovrebbe versare in anticipo i soldi necessari alle opere di manutenzione straordinaria

Tornado: l’inferno giunto dal cielo. Bilancio di 91 morti, ma è provvisorio

oklahoma-tornado-tuttacronaca

E’ arrivato troppo tardi l’allarme tornado lanciato dal National Weather Service, il servizio meteorologico nazionale: solo 16 minuti prima che la distruzione si abbattesse su Oklahoma City. Il tornado, con una circonferenza di oltre tre chilometri e venti fino a 300 chilometri l’ora, ha imperversato sull’area per circa 40 minuti e in pochi sono riusciti a mettersi al riparo: il bilancio provvisorio, che si teme sia destinato a salire,  parla di 91 vittime, tra le quali almeno 20 bambini. Anche il numero dei feriti è elevato: 45 bimbi ricoverati nel reparto pediatrico dell’OU Medical Center di Oklahoma City e 145 feriti sono stati trasposrtiti negli ospedali della zona. Non è la prima volta che a Moore, la cittadina da   55mila abitanti maggiormente colpita, si abbatte la tragedia. Già nel 1999 un terribile tornado ha causato la morte di una quarantina di persone, ma la distruzione, allora, era poca cosa rispetto a quanto accaduto ora.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Apocalittico”, è questo il termine che usano i testimoni per descrivere lo scenario che si apre davanti ai loro occhi, e non c’è termine più adatto. Le immagini che vengono trasmesse raccontano infatti di interi isolati rasi al suolo. Tra queste macerie, il movimento è dato dall’incessante lavoro dei soccorritori, che tentano di salvare più vite possibili e si augurano di ritrovare al più presto i 24 bambini dispersi. Da sotto le macerie, racconta qualcuno,  arrivano pianti e urla di richieste di aiuto. Mentre alla Plaza Tower Elementary School le mura sono completamente crollate, l’ospedale della cittadina, dove sono stati registrati danni gravissimi, è stato evacuato e la vicina autostrada è stata chiusa dalle autorità. Oltre 7mila sono invece le abitazioni rimaste senza elettricità. Quello che spaventa è che l’allarme non sia ancora cessato: si temono nuovi tornado nelle prossime ore, repliche di questo inferno arrivato dal cielo a spazzare via tutto.

Trema l’estremo oriente russo: scossa di magnitudo 6

terremoto-russia-tuttacronaca

Alle 12.55 (le 3.55 ora italiana), si è registrata una forte scossa di terremoto di magnitudo 6 nell’estremo oriente russo, al largo della penisola della Kamcatka. Stando ai rilevamenti dell’Usgs, il Servizio geologico degli Stati Uniti (Usgs), l’evento ha avuto ipocentro a 15,1 km di profondità ed epicentro 139 km a est-sudest della città di Viljucinsk. Al sisma non ha fatto seguito nessuna allerta tsunami e non si hanno, al momento, segnalazioni di danni a persone o cose.

Terremoto: continua lo sciame sismico in Umbria

terremoto-gubbio

Continua lo sciame sismico iniziato il 20 aprile scorso in Umbria. Nella notte, alle 3.22, è stata registrata una lieve scossa di magnitudo 2.1 che ha interessato il nord della provincia di Perugia e non ha fatto segnalare danni nè a persone nè a cose. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 8,3 km di profondità ed epicentro in prossimità del comune di Gubbio.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: