Il lago che trasforma gli animali in statue

animali-calcificati-tuttacronacaDà i brividi il paesaggio nel quale si è imbattuto il fotografo Nick Brandt in Tanzania, sulle rive del lago Natron: sparse sul terreno, c’erano carcasse di animali calcificate, come se fossero statue. Lui stesso ha spiegato, nel suo nuovo libro fotografico Across the Ravaged Land: “Non si conoscono le cause della morte (di questi animali), ma sembra che la sueprficie estremamente riflettente del lago li abbia confusi facendoli precipitare in acqua.” Nel lago, prosegue il fotografo, si trovano natron (carbonato idrato di sodio) e sale in alta densità. Questi due elementi provocano la calcificazione degli animali, che restano perfettamente conservati. Il lago Natron è altamente inospitale per la vita, ad eccezione che per un certo tipo di alghe e per la riproduzione del fenicottero nano. Riguardo le foto scattate nel 2010 e nel 2012, Brandt ha spiegato all’Huffington Post che “Non c’era modo per spostar loro un’ala o girare la testa per avere una fotografia migliore. Erano come sassi. Quindi quello che ho fatto è stato metterli tra i rami o le rocce.” Questo per approfondire il contrasto tra la vita e la morte: le “statue” in posizioni corrispondenti a quelle che assumevano in vita. Across the Ravaged Land è il terzo volume di una trilogia con cui Brandt ha voluto documentare la scomparsa della vita animale in Africa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Il coraggio di una maestra salva i suoi allievi. Prendiamo esempio?

rhonda-crosswhite-tuttacronaca

Rhonda Crosswhite, maestra alla Plaza Tower Elementary a Moore, sobborgo di Oklahoma City, ha solo pochi graffi che lei stessa definisce «irrilevanti, considerando quello che sarebbe potuto succedere. Non ho mai pensato che stessi per morire – ha detto -. Per tutto il tempo ho continuato a urlare ai ragazzi: “Smettetela di preoccuparvi, stiamo bene, stiamo bene. Gridavo per tranquillizzarli, cercavo di superare con la mia voce quel frastuono orribile, sperando che mi potessero sentire. Una ragazza singhiozzava e le ho detto: “Va tutto bene, va tutto bene, ti proteggo io”. E poi ho detto qualche preghiera: “Dio, ti prego di prenderti cura dei miei figli”. E noi stiamo bene».

In questa scuola sono morti 9 bambini, ma nessuno della sua classe. Lei li ha protetti tutti, alcuni anche con il suo corpo. «Quando tutto è iniziato a venire giù, mi sono messa su di loro. Tutto qui. Uno dei miei ragazzini mi diceva: “Ti amo, ti amo, ti prego non morire con me…”». Con queste parole semplici racconta il suo gesto d’amore verso la sua classe, verso quei bambini che le devono la vita. Ma per lei è stato normale, è nell’ordine delle cose… è questo lo spirito americano. Ci sono dei ruoli nella società che richiedono coraggio, ci sono le insegnanti che per i loro bambini morirebbero, perché è quella solidarietà innata, è quella spinta che ti porta a essere un eroe per caso. E’ successo a Newton dove un’insegnante è morta per proteggere i suoi allievi dalla follia omicida di Lanza… succede durante il tornado con l’insegnante Crosswhite che non ci pensa due volte e si sdraia sui suoi allievi , li protegge. Cosa succede in queste menti? Succede che le insegnanti sanno proteggere il futuro, sono a contatto quotidianamente con quelli che saranno gli uomini e le donne del domani… sanno quanto sia importante non rubare a nessuna generazione quel domani… forse sanno quello che i nostri politici dovrebbero imparare… a tutelare i loro cittadini, a proteggerli… dovrebbero pensare che ogni individuo, da quello che nascerà fra qualche mese a quello che ha 90 e più anni, è un bene prezioso, ognuno è indispensabile (perchè nel bene o nel male è un esempio) e ognuno ha diritto a vivere e a farlo dignitosamente… Ognuno ha bisogno di essere tutelato, sostenuto quando porta avanti un progetto che può essere utile alla comunità… proprio come un bambino che cresce, l’imprenditore ha bisogno di essere supportato nel suo sviluppo, non castigato con tasse sempre più insostenibili, con una burocrazia kafkiana o con l’indifferenza. Se poi sbaglia allora la punizione deve arrivare e deve essere esemplare, in modo da far capire che lo Stato punisce i criminali e premia gli onesti… oggi in Italia sembra che sta succedendo il contrario, perciò la storia di Rhonda, oggi è più importante che mai!

Tornado: l’inferno giunto dal cielo. Bilancio di 91 morti, ma è provvisorio

oklahoma-tornado-tuttacronaca

E’ arrivato troppo tardi l’allarme tornado lanciato dal National Weather Service, il servizio meteorologico nazionale: solo 16 minuti prima che la distruzione si abbattesse su Oklahoma City. Il tornado, con una circonferenza di oltre tre chilometri e venti fino a 300 chilometri l’ora, ha imperversato sull’area per circa 40 minuti e in pochi sono riusciti a mettersi al riparo: il bilancio provvisorio, che si teme sia destinato a salire,  parla di 91 vittime, tra le quali almeno 20 bambini. Anche il numero dei feriti è elevato: 45 bimbi ricoverati nel reparto pediatrico dell’OU Medical Center di Oklahoma City e 145 feriti sono stati trasposrtiti negli ospedali della zona. Non è la prima volta che a Moore, la cittadina da   55mila abitanti maggiormente colpita, si abbatte la tragedia. Già nel 1999 un terribile tornado ha causato la morte di una quarantina di persone, ma la distruzione, allora, era poca cosa rispetto a quanto accaduto ora.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Apocalittico”, è questo il termine che usano i testimoni per descrivere lo scenario che si apre davanti ai loro occhi, e non c’è termine più adatto. Le immagini che vengono trasmesse raccontano infatti di interi isolati rasi al suolo. Tra queste macerie, il movimento è dato dall’incessante lavoro dei soccorritori, che tentano di salvare più vite possibili e si augurano di ritrovare al più presto i 24 bambini dispersi. Da sotto le macerie, racconta qualcuno,  arrivano pianti e urla di richieste di aiuto. Mentre alla Plaza Tower Elementary School le mura sono completamente crollate, l’ospedale della cittadina, dove sono stati registrati danni gravissimi, è stato evacuato e la vicina autostrada è stata chiusa dalle autorità. Oltre 7mila sono invece le abitazioni rimaste senza elettricità. Quello che spaventa è che l’allarme non sia ancora cessato: si temono nuovi tornado nelle prossime ore, repliche di questo inferno arrivato dal cielo a spazzare via tutto.

Il video girato dentro il tornado!

tornado oklahoma-tuttacronaca

Solo 16 minuti per mettersi al riparo. Troppo pochi per alcuni che purtroppo non sono riusciti a raggiungere un luogo sicuro prima che la forza distruttrice del tornado passasse su Oklahoma City, distruggendo una buona parte degli edifici e delle abitazioni. Danni anche in un ospedale dove non si sa se tutti i pazienti sono riusciti a guadagnare le cantine prima che la furia del tornado si abbattesse sulla palazzina. Il dopo-tornado vedeva gente smarrita, che percorreva quello che era stata la loro città, in mezzo a detriti, automobili schiacciate nel mezzo dei campi, pali della luce elettrica divelti e conficcati sul terreno come lance, carcasse di animali.

Frenetici i tentativi di strappare i sopravvissuti dalle macerie, proprio come dopo un terremoto. E nel frattempo, i tornado continuavano: “Il rischio non è finito, ci sono allarmi dappertutto – spiegava un meteorologo – bisogna che la gente trovi riparo.” Il sindaco di Oklahoma City, Mick Cornett, ha confermato che anche la sua città è stata colpita nelle zone periferiche. Davanti alle immagini che arrivavano sugli schermi tv, il sindaco ha avuto un momento di commozione, e gli è mancata la voce: “E’ una devastazione indescrivibile” ha detto, e ha ricordato come nel 1999 un altro tornado percorse esattamente lo stesso percorso, distruggendo 8 mila case e uccidendo decine di persone.

Nel video che segue, il metereologo e cacciatore di tornadi Reed Timmer è riuscito a filmare la tempesta dall’inteno. Le riprese sono state effettuate a nord est di Edmond, Oklahoma.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: