Incredibile! Il malato che viene guarito… grazie a Dr House!

dr-house-tuttacronacaHa dell’incredibile quanto accaduto nell’ospedale di Marburgo, in Germania, dov’era ricoverato un 55enne tedesco la cui complessa situazione clinica sembrava irrisolvibile. L’uomo presentava infatti un’inspiegabile insufficienza cardiaca, febbre alta e la misteriosa perdita di udito e vista. La sua fortuna è stata che a seguirlo ha trovato il dottor Juergen R. Schaefer, fedelissimo seguace della serie tv americana Dottor House. Il medico si è ricordato di un caso simile visto in televisione, in cui tutti era stato scatenato da un avvelenamento da cobalto. Incredibile ma vero, il 55enne di Marburgo stava proprio subendo un avvelenamento da parte del metallo tossico.

Annunci

Italia1 censura la serie tv: “addolcita” la battuta su Berlusconi!

Neil-Patrick-Harris-How-I-Met-Your-Mother-tuttacronacaLe serie tv americane prendono spesso di mira la politica italiana, facendone un ritratto non certo positivo che tocca, tra gli altri temi, il bunga bunga, il parlamento corrotto, i senatori in bikini e premier che vanno con minorenni. Cosa succede, però, quando le stesse serie approdano in Italia? La risposta ce la offre Mediaset, che ieri ha mandato in onda la puntata giornaliera di “How I Met Your Mother”. Dell’episodio dal titolo “Qualcosa di vecchio”, in onda su Italia1 e del quale si era già parlato quando era stato trasmesso negli Usa, si è pensato infatti di addolcire la pillola. In un dialogo Marshall, rivolgendosi a Lily e Ted parlando di una poltrona vecchia da portare in un ipotetico trasloco a Roma, dice: “L’Italia non ha bisogno di qualcosa di grinzoso, rosso ed incapace a contenersi, che puzza di alcol e droghe varie. Hanno già l’ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi”.

Mediaset ha però pensato di doppiare la frase restando molto più sul generico proponendo un innocuo: “L’Italia già ha abbastanza problemi con chi governa il Paese” anziché far riferimento al leader di Forza Italia. Ovviamente il fatto è stato notato dai telespettatori che l’hanno a loro volta segnalato via Twitter:

tweet tweet1

“Monti è un rosicone”: così Mara Carfagna

Mara-Carfagna-tuttacronacaMara Carfagna, portavoce del gruppo Forza Italia alla Camera dei deputati, è intervenuta ieri alla trasmissione Omnibus di La7. Nell’occasione ha parlato anche di Mario Monti: “Monti è un signore che ha stremato l’Italia con tasse e politiche recessive”. Parlando ancora dell’ex premier ha aggiunto: “Oggi, dall’alto del suo un per cento si permette di utilizzare la carica di senatore a vita per vantarsi del fatto di aver impedito a Silvio Berlusconi di andare al Quirinale. Da un signore di così elevato prestigio internazionale ci saremmo aspettati ben altro. Non c’è niente da fare, Monti è un rosicone”.

La gaffe di Salvini: le figlie della Kyenge “se vogliono mi chiamano di nascosto”

salvini-invasioni-barbariche-tuttacronacaGaffe a Le invasioni barbariche, la trasmissione condotta da Daria Bignardi su La7. Intervenuto nella puntata di venerdì 24 gennaio, il segretario della Lega Matteo Salvini se n’è uscito con una frase poco felice. Il leghista è uno dei più accesi contestatori del ministro Cecile Kyenge e viene a scoprire che pochi metri più in là, appena fuori dallo studio, ci sono le due figlie del ministro, che saranno intervistate subito dopo. Daria Bignardi ha spiegato a Salvini che il minitro per l’Integrazione preferisce non ci sia un confronto diretto tra il leghista e le sue due figlie. Il segretario sorride e  replica: “Le avrei incontrate volentieri, ma la mamma è sempre la mamma”. Poi alla Bignardi dice: “Se vuole le dia il mio numero di telefono, se mi vogliono chiamare di nascosto…” Il leghista si è però subito accorto di aver pronunciato una frase equivocabile e tiene a sottolineare: “Non in quel senso, c’è mia moglie che guarda e ho una certa età, io…”.

“Siete omosessuali, avete cercato di diventare etero?” Il tweet di Vespa

bruno-vespa-tuttacronacaBruno Vespa fa infuriare gli utenti di Twitter con un cinguettio che di certo non passa inosservato: “Siete omosessuali, avete cercato di diventare etero e non ci siete riusciti? Stasera #portaaporta è fatta per voi”. C’è stato chi ha invocato l’arrivo di un’ambulanza per il giornalista e chi ha preferito insultare, mentre qualcuno porta alla memoria il Povia di “Luca era gay e ora sta con lei”. Il tweet, del resto, è di quelli che sembrano fatti apposta per scatenare le polemiche e fa anche sorgere il sospetto che qualcuno possa aver hackerato il profilo di Vespa. Ma poi ne sono arrivati altri: “Siete romantiche e protagoniste di una storia con una persona che non sente e non parla? Stasera #portaaporta vi commuoverà”. Ma vedendo che sempre più utenti s’indignavano, Vespa ha messo le mani avanti: “Temo di essere stato frainteso. A #portaaporta la storia della ragazza omosessuale che cerca di cambiare e poi torna se stessa è bellissima”. La morale? La puntata odierna trattava le unioni civili e i diritti degli omosessuali:

 

“Stasera a #portaaporta confronto tra @annapaolaconcia e @CarloGiovanardl sulle unioni civili e matrimonio tra omosessuali”.

A Che tempo che fa arrivano Caressa e Bergomi: la Rai vs Fazio

fazio-tuttacronacaFabio Caressa e Beppe Bergomi, telecronista e commentatore di punta di Sky, sono stati ospitati da Fabio Fazio alla trasmissione di Rai3 Che Tempo Che Fa. E la scelta non è andata giù al sindacato della Rai che accusa il conduttore di “essere recidivo” per aver già invitato in passato Caressa arrivando addirittura al rimprovero di aver fatto una pubblicità gratis alla rete di Murdoch. Usigrai e Cdr Raisport ora chiedono: “La Rai chieda immediatamente conto a Fabio Fazio dello spot alla pay-tv, offerto gratuitamente in prima serata”. Si legge nella nota: “Il conduttore di Che tempo che fa è anche recidivo su comportamenti in evidente contrasto con l’interesse dell’azienda. Esattamente come stasera, infatti, già nel 2010 Fazio invitò il telecronista della concorrenza in vista dei mondiali di calcio del Sudafrica. Praticamente come avvenuto stasera in vista del Brasile. Insomma, in piena campagna Rai per il rinnovo del canone, nel salotto di Fazio stasera ne è andata in onda una per gli abbonamenti alla pay-tv”. Da parte sua Fazio, in chiusura della puntata, ha risposto alle critiche dicendo: “Siamo la tv di tutti, anche di chi lavora nella tv privata, perchè siamo la centralità”. E ha proseguito: “Sono 30 anni che lavoro in Rai ed è segno di quello che penso della tv pubblica. La Rai, lo diciamo sempre, è un servizio pubblico e come tale ospita tutti i protagonisti della vita pubblica, dello spettacolo, della politica e dello sport. Anche questa è la sua missione, come del resto è informare, intrattenere e far riflettere. Siamo una tv di tutti, anche di chi lavora nella tv privata, perchè siamo la centralità. Raccontiamo i protagonisti ovunque essi siano e dovunque lavorino». E alla fine ha ripetuto: «Questa è la Rai di cui sono orgogliosissimo di far parte”.

Paola Ferrari “aggredita” dal twerkatore delle Iene: sotto shock!

paola-ferrari-tuttacronacaPaola Ferrari, la conduttrice della Domenica Sportiva, probabilmente non conosce il cosiddetto twerkatore delle Iene, ossia dello stalker che pedina i vip muovendo il bacino addosso a loro in una sgangherata danza sexy. Tanto che quello che ha subito dalla troupe della trasmissione l’ha vissuto come un’aggressione. Secondo quanto spiegano fonti Rai, l’uomo, con una parrucca bionda, l’ha schiacciata contro le porte d’ingresso della Rai all’angolo con Corso Sempione, a Milano. Il vicedirettore sport di Viale Mazzini, Maurizio Losa,  ha spiegato: “Paola Ferrari è riuscita a stento a divincolarsi, pensando fosse un tentativo di aggressione visto che questo personaggio si strusciava da dietro, e una volta entrata nel palazzo è svenuta rimanendo sotto choc per diverse ora. Sarà comunque regolarmente al lavoro”. L’episodio è avvenuto intorno alle 14 di domenica pomeriggio, quando la Ferrari stava andando in sede per preparare la trasmissione della sera. L’avvicinamento del twerkatore de Le Iene è avvenuto dopo che Paola è scesa dalla sua auto, dopo che aveva scattato qualche foto con dei fan. Quando si è ripresa dallo svenimento, la conduttrice ha chiamato la polizia, ma ha fatto sapere che non sporgerà denuncia. Losa ha poi espresso “solidarietà alla collega” a nome della redazione sportiva, aggiungendo: “Condanniamo con fermezza quanto accaduto per il cattivo gusto e la gravità di un presunto scherzo del genere. Pretendiamo che almeno ci siano subito le scuse”.

Tempi record per la ricostruzione della casa del GF

grande-fratello-tuttacronacaUn incendio a Cinecittà aveva completamente distrutto la casa del Grande Fratello obbligando a far slittare la data di messa in onda della trasmissione, ma ora il nuovo alloggio per i reclusi dell’edizione 2014 è stato ultimato. Lo ha reso noto la stessa trasmissione tramite il suo account Twitter. In precedenza, sempre tramite il social, era stato dato l’avviso “Il GF sta tornando: come promesso, ecco alcune immagini della casa in costruzione, e presto altre anticipazioni” e poi, a lavori quasi ultimati: ” ricostruzione a tempi di record”. Novità anche per i futuri gieffini: ” Il cast tra una rosa di 50 concorrenti”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La tormentata nuova edizione del GF: forse in onda dopo Sanremo

grande-fratello-marcuzzi-tuttacronacaE’ l’Adnkronos a riportare che dovrebbe venire fissata oggi, nel corso di una riunione tra i dirigenti Mediaset e quelli della Endemol, la data d’esordio della nuova edizione del Grande Fratello, inizialmente prevista per il 23 gennaio e slittata a causa di un incendio che, lo scorso dicembre, ha distrutto la casa da 1.700 mq che avrebbe dovuto ospitare il reality e che era quasi pronta per il nuovo capitolo televisivo.  Dal giorno dopo l’incendio, il reparto scenografia del programma, sotto la guida di Emanuela Trixie Zitkowsky, ha lavorato incessamente anche durante il periodo delle feste per costruire ex novo la Casa, che ora sorge dove erano gli uffici del programm, nell’area antistante quella interessata dall’incendio. Nella zona distrutta dalle fiamme prenderanno invece posto i container con gli uffici. Stando alle ultime indiscrezioni, la messa in onda del pogramma potrebbe esserre prevista per la  settimana successiva a quella del Festival di Sanremo, tra il 24 e il 28 febbraio, ma non è dato ancora sapere se il giorno di collocazione nel palinsesto.

Bestemmia in diretta durante Pomeriggio Cinque! Doppie scuse dalla D’Urso

barbara-d-urso-tuttacronacaImbarazzo alle stelle durante la trasmissione Pomeriggio Cinque condotta da Barbara D’Urso. Durante un servizio che presentava un’intervista all’attore spagnolo Alex Gadea, protagonista della soap Il segreto, una voce fuori campo si è lasciata sfuggire una bestemmia che ha provocato disagio tanto alla conduttrice che allo staff del programma.

L’imprecazione è stata in un primo momento attribuita allo stesso traduttore del servizio e la D’Urso si è vista costretta a chiedere scusa due volte in rapida successione. “Io non ho capito bene di cosa si trattava – ha spiegato la conduttrice – ma qualunque cosa fosse vi chiediamo perdono perché è andato in onda senza che ce ne accorgessimo”. Ma il traduttore ha replicato nel corso della stessa puntata e, in diretta, ha fatto presente a chiare lettere di non aver tradotto il video e costringendo, di conseguenza, la giornalista ad un secondo intervento sul caso. “Credo che sia andato in onda qualcosa che non doveva andare in onda e, se è andato in onda qualcosa che non doveva, chiedo scusa a tutti i milioni di telepsettatori che ci stanno ascoltando e guardando. Il doppiatore del servizio forse ha sbagliato”. Gaffe colossale insomma mentre, su Youtube, il canale Voci di donna fa notare che Mediaset ha prontamente rimosso le immagini della gaffe.

Grande Fratello: è caos per la nuova edizione!

grande-fratello-tuttacronacaEra la notte tra il 13 e il 14 dicembre quando la casa del Grande Fratello, a Cinecittà, veniva distrutta dalle fiamme. Ora Mediaset, che si preparava a una nuova edizione dopo un anno di stop per i bassi ascolti e con la speranza di tornare all’antico successo, sta cercando soluzioni per rimettere in pista il progetto e non tardare troppo la messa in onda. Gli inquilini avrebbero dovuto prendere possesso della casa già a gennaio, ma l’incendio ha mandato in fumo i progetti e ora la data di messa in onda non è più certa. Secondo TVblog, Alessia Marcuzzi dovrebbe tornare sul piccolo schermo a fine febbraio: “La prima puntata del programma – si lege sul sito – condotto da Alessia Marcuzzi dovrebbe andare in onda nella giornata di martedì 25 febbraio, giustificando così lo spostamento di Matrix nella seconda serata della domenica, con una veste rinnovata, di cui avremo modo di parlare e delle Iene al mercoledì su Italia1. Il Grande Fratello si collocherebbe quindi in una serata per lui nuova, visto che nelle precedenti edizioni il reality show voluto da Giorgio Gori su Canale5 nell’anno 2000, è andato in onda dapprima il giovedì e poi il lunedì, salvo alcune eccezioni”. La nuova edizione dovrebbe svolgersi in 16 puntate e diverse sono le novità previste: “sembra che il numero dei concorrenti presenti nella casa sarà compreso in una forbice fra 14 e 19, almeno inizialmente, con alcuni concorrenti che entreranno dopo la prima puntata, mentre la ricerca degli opinionisti che dovranno sostituire Alfonso Signorini si è ridotta a 2 personaggi, la cui firma però non è stata ancora posta sui contratti. Di certo l’unica conduttrice della trasmissione sarà Alessia Marcuzzi, che non verrà quindi affiancata dalla Gialappa’s Band”.

Da Masterchef alle serate hot: le confessioni di Bruno Barbieri

bruno-barbieri-tuttacronacaE’ stato uno dei giudici della terza edizione di Masterchef Bruno Barbieri, che ora ha confidato a Vanity Fair le sue esperienze hard, sottolinendo però di essere eterosessuale:  “Rapporti omosessuali non ne ho mai avuti, ma è capitato che fossimo in tre o quattro e ci fossero anche uomini. Certo, Con Cracco non scapperei mai. Magari con Bastianich. Le gambe: in palestra gli altri me le guardano invidiosi: sono di marmo!” Leggendo l’intervista, inoltre, si scopre un’altra passione di Barbieri, quella per lo sport: “La mia altra passione è sempre stata il pallone, ero un campioncino in erba. Penso che ce l’avrei fatta ad emergere come calciatore perché ero maniacale: curavo le scarpe con il grasso di foca, cambiavo i tacchetti a seconda della temperatura…”.

Il lutto colpisce Uomini e Donne: morti due protagonisti

antonio-uomini-e-donne-tuttacronacaEra il 18 dicembre quando veniva a mancare l’ex tronista Giampiero Beranzoli, uno dei protagonisti della prima edizione di Uomini e Donne Over. Ora, da alcuni giorni, la trasmissione è di nuovo in lutto per la scomparsa di due colonne portanti del trono over di: Antonio e Silverio. A dare il triste annuncio Giuliano Giuliani direttamente dal proprio profilo Facebook. Antonio, corteggiatore 80enne che ha partecipato al programma della De Filippi appena un anno fa, si era sempre distinto all’interno del programma per il suo talento nel ballo: campione nazionale di Boogie-Woogie, egli era il vero protagonista delle gare di ballo organizzate per i concorrenti qualche anno fa. L’82enne Silverio era invece noto per la sua romantica storia d’amore con la corteggiatrice Marisa. Migliorano, invece, le condizioni di salute di Antonio Jorio ricoverato in ospedale a seguito di un malore. Il giornalista romano è tornato a casa e prontamente rassicurato tutti i fan. La presenza in trasmissione, per tutto il 2014, non dovrebbe, quindi, essere compromessa.

Uomini e donne in lutto: è morto uno dei suoi protagonisti

giampiero_beranzoli-tuttacronacaL’ex tronista Giampiero Beranzoli, uno dei protagonisti della prima edizione di Uomini e Donne Over, è morto all’età di 67 anni. Da tutti era considerato un gentiluomo, per i suoi modi galanti, e altri partecipanti della trasmissione hanno voluto ricordare l’ex compagno della trasmissione condotta da Maria De Filippi. Sulla sua pagina Facebook Guido Soldati ha scritto:  “Un ex partecipante del trono over purtroppo è volato in cielo. Noi come pagina ufficiale di guido del trono over abbracciamo la famiglia in questo grande dolore e lo vogliamo ricordare cosi. r.i.p.”. Anche Giuliano Giuliani ha voluto ricordarlo, postando una foto accompagnata dalla scritta: “Lutto per Giampiero Beranzoli, prima edizione Uomini e donne over. Riposa in pax”.

Grande Fratello nel caos: il reality è in forse

Casa-Grande-Fratello-tuttacronacaIl piano era di lasciare per un anno a riposo il reality Grande Fratello per poi tornare a toccare gli indici d’ascolto delle prime edizioni, ma sembra che, dopo l’incendio che ha distrutto la struttura della casa più spiata d’Italia, la situazione sia ben più complessa. E’ Lapress a far sapere che la produzione, stando alle indiscrezioni, starebbe valutando con numerose riunioni “se e dove spostare la casa che ospita il reality show”. E’ stato l’incendio a mettere a soqquadro i piani: “Dicono che ‘non c’è più niente’ – continua la fonte anonima – ma bisogna capire quanto questo niente sia irrecuperabile. La casa viene in ogni caso ricreata ad ogni edizione e quella nuova era ancora da costruire. Il problema è la struttura che chiamiamo ‘acquario’, quella che contiene le sale regia. Quelle sono sempre all’incirca le stesse, e sono andate distrutte”. Tra le ipotesi, dopo che sono state devastate anche le strutture che ospitavano il tugurio e la stanza segreta, nonchè la sal di regia, quella di utilizzare la casa “storica”, delle prime edizioni.

Anna Marchesini, “drammaticamente felice” e l’annuncio che non ti aspetti

anna-marchesini-tuttacronacaDopo aver commosso il pubblico italiano con la sua apparizione alla trasmissione Che tempo che fa, Anna Marchesini fa convergere su di sè l’attenzione anche dagli studi di Domenica In, dov’è stata ospite oggi per promuovere il suo libro, Moscerine, ma soprattutto dare un annuncio shock, che nessuno si aspettava: “Il prossimo anno sarò a teatro con l’ultimo racconto del mio libro. Lo farò da sola in scena, è un racconto che leggerò e di cui reciterò tutti i personaggi”. Nonostante sia gravemente malata, non perde l’entusiasmo e presto tornerà a solcare l’amato palco, con un testo unico per più personaggi, ma un’unica voce: la sua. “Io sono drammaticamente felice – dice – è un ossimoro, ma l’ossimoro secondo me precisa. Non c’è qualcosa che mi rende felice, momenti no li ho anche io, ma è qualcosa che sento dentro, quello che ho ottenuto perlopiù l’ho cercato e quello che ho cercato, partendo da una bambina molto paurosa con un senso di abbandono fortissimo, è il coraggio. Mi rende felice cercarlo e mi rende felice sapere di non averlo ancora trovato. Io sento la vita. La sento forte, intensamente, drammaticamente ma anche in maniera grottesca, comica”. Del resto la sua carriera è stata all’insegna della comicità, segnata da una vocazione “al plurale” che confessa riguardando spezzoni della sua carriera televisiva. “Rivedendomi adesso che sono più anziana mi piaccio tanto. I primi anni mi guardavo con sguardo molto critico, adesso mi osservo con amore. Questi personaggi non si mostrano più ma chiacchierano tutti dentro di me. Io mi sono sempre sentita al plurale, non come individuo singolare. Convivo con affetti, voci, personalità. Sono io dentro tutto quello che faccio. Terribilmente e intensamente”.  E riguardo al nuovo libro: “Moscerine l’ho scritto dopo aver riletto Pirandello. A me la lettura insieme alla vita offre spunti emotivi, emozionali, fortissimi. Amo Pirandello. Non è solo aver letto Pirandello, è anche che scrivere mi piace, alterno la scrittura alla lettura, sperando di fare letteratura. Ho sempre sognato di scrivere ma non solo scrivere. Bisogna scrivere di letteratura”.  Anna Marchesini quindi come s’identifica? Scrittrice o attrice? “Già da bambina desideravo scrivere, confrontandomi con i grandi della scrittura mi dicevo perché rompere il silenzio io dopo che i grandi lo hanno già fatto. Mi censuravo. Poi dover aver riletto Proust ero così piena di sensazioni che ho cominciato a scrivere, dicendo lo faccio per me, non è che scrivo per poi dargli un seguito. Poi ho finito di scrivere per me…”.  E ora per Moscerine inizia un vero e proprio “tour” di presentazioni.

La casa del Grande Fratello bruciata: “potrebbe essere doloso”

casa-grande-fratello-tuttacronacaIeri, la notizia che la casa più famosa d’Italia, quella del Grande Fratello, era bruciata nella notte. Ora della struttura presente negli studi di Cinecittà non resta che lo scheletro carbonizzato delle lamiere e l’incendio ha messo a serio rischio la 13a edizione del reality show, prevista per gennaio. Subito sono scattate le indagini per accertare la natura del rogo. Al momento, l’unica certezza è che le fiamme si sono sviluppate inizialmente all’interno della casa ma che il quadro e l’impianto elettrico fossero funzionanti. Un relè elettrico malfunzionante sarebbe stato, per questo, disattivato. Non si esclude tuttavia l’ipotesi che si possa essere trattato di un rogo di origine dolosa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Bruciata” la 13esima edizione di Grande Fratello: incendio a Cinecittà

incendio-grandefratello-tuttacronacaNon sono ancora note le cause dell’incendio scoppiato questa notte, attorno all’1 e 30, all’interno di Cinecittà e che hanno distrutto la casa del Grande Fratello, il reality show giunto alla sua tredicesima edizione. Le fiamme, che si sono propagate rapidamente, hanno devastato e reso inagibile anche la sala regia. Sono state le guardie girate degli Studios a dare l’allarme al 113 e ai vigili del fuoco dopo aver sentito un forte odore di bruciato. Sono state necessarie diverse ore per spegnere il rogo. I pompieri sono intervenuti con una decina di autobotti e con uno speciale mezzo antincendio arrivato dall’ aeroporto di Ciampino, che viene impiegato per domare le fiamme sulle piste di atterraggio. I punti di innesco delle fiamme sembrano essere stati localizzati nella parte superiore delle strutture. Il nucleo rilievi dei vigili del fuoco e la polizia scientifica della Questura, non hanno ancora effettuato i rilievi a causa della coltre di fumo che ancora stagna all’ interno delle strutture e non permette ai tecnici di fare il sopralluogo. L’ edizione grande fratello 2014 sarebbe dovuta iniziare il prossimo 23 gennaio.

Il Trap e Strunz insieme 15 anni dopo la “famosa” conferenza… e arrivano le femen!

trap-strunz-femen-tuttacronacaChi potrebbe mai dimenticare la storica conferenza stampa durante la quale il Trap, con il suo tedesco molto approssimativo, si scagliò contro Strunz, suo giocatore al Bayern Monaco?

Sono trascorsi 15 anni da allora e Markus Lanz, conduttore della rete televisiva Zdf, è riuscito a riunirli nella sua trasmissione, all’inizio della quale i due si sono scambiati un caloroso abbraccio. Nel corso della stessa è stato anche trasmesso il celebre filmato ma a interrompere la festa c’hanno pensato due attiviste del Gruppo Femen, che contestavano l’assegnazione al Qatar dei Mondiali del 2022. Le due sono arrivate mentre Lanz chiedeva a Trapattoni cosa avesse provato nel pronunciare l’immortale “Was erlaube Strunz”, (“Cosa vuole questo Strunz”) e i due palloni di calcio grondanti sangue dipinti sui seni e sulla pancia con le scritte “Sangue e giochi” e “Non giocate con i diritti umani” hanno preso il posto della risposta. Per diversi secondi, sotto gli occhi esterrefatti dei presenti e lo sguardo divertito del Trap, le due hanno scandito i loro slogan mentre il conduttore, impassibile, ha fatto avvicinare un ragazzo che ha spiegato i motivi della protesta. “Tra pochi anni il Mondiale di calcio si svolgerà in Qatar – ha ricordato – dove i lavoratori vengono trattati come schiavi”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Anna Marchesini commuove a Che Tempo che Fa

anna-marchesini-tuttacronacaE’ stata ospite di Fabio Fazio a “Che tempo che fa” l’attrice Anna Marchesini che, nonostante la malattia, non ha perso nè il sorriso nè l’ironia. L’ex componente del trio formato da lei, Solenghi e Lopez, soffre da anni di una grave forma di artrite reumatoide. La comica, però, nonostante il sorriso di sempre ha il volto scavato dal male che la sta piano piano spegnendo e con voce flebile ha commosso tutto il pubblico presente. Ma prende quanto le sta accadendo con la curiosità di sempre: “Sono obesa di vita, ne sono così interessata” ha detto durante la trasmissione di Fazio, “che mi interessa anche la morte”. Nell’occasione, è stato presentato il suo ultimo libro, “Moscerine”, dove racconta della sua lotta contro la malattia e dell’importanza di reagire.

Le strane similitudini di Sgarbi: Berlusconi come Pasolini

vittorio-sgarbi-agorà-berlusconi-pasolini-tuttacronaca

Vittorio Sgarbi ospite di Agorà, questa mattina, ha sorpreso con una similitudine quantomeno “originale” paragonando Berlusconi a Pasolini. Naturalmente la dichiarazione di Sgarbi farà discutere anche perché sembrano mondi completamente lontani e soprattutto orientati in anni non paragonabili. Berlusconi è l’uomo cresciuto e maturato nell’Italia anni ’50, trasportato poi nell’80 che ha vissuto da protagonista la politica italiana degli ultimi 20 anni, mentre Pasolini era un protagonista degli anni ’70, uno scrittore, un regista, un uomo di cultura. Pasolini pur essendo uomo di sinistra non ha fatto mai mancare le sue sferzanti riflessioni sul partito, e non è mai diventato premier. Ma soprattutto i capi d’imputazione di Berlusconi quali anelli di congiunzione possono avere con Pasolini?

“Il Volo del Mattino”, così torna Fabio al vecchio amore

 fabio-volo-tuttacronaca-il-volo-del-mattino

«Ho sempre considerato la radio come il mio vero mestiere, anche se adesso ho anche la passione forte per la scrittura. Lo scorso anno mi sono fermato per dedicarmi ad altro anche perchè io e Linus ogni tanto abbiamo bisogno di prenderci una pausa. Quando ho pensato fosse tempo di tornare ho chiamato subito la radio che per me è anche casa». Così Fabio Volo ha commentato la sua decisione di tornare al suo vecchio amore, la radio. Felice è anche Linus:  «Fabio è un fuoriclasse dell’etere La cosa che mi diverte di lui è che dietro all’immagine di scavezzacollo ed eterno ragazzino, ha disperatamente bisogno di attenzioni. E visto che io mi rendo conto di essere un pochino arido da questo punto di vista, forse è questo che ogni tanto ci porta a farci scontrare».

M5S all’attacco di Sabrina Giannini

giannini-grillo-tuttacronaca

Ancora tensioni tra il Movimento 5 stelle, la giornalista Sabrina Giannini di Report e le trasmissioni di informazione di Raitre, con tanto di minaccia di azioni giudiziarie. Sul blog di grillo, a firma del senatore a Cinque Stelle Lello Ciampolillo, si legge un post contro la trasmissione TV Talk, che ha ieri ripreso il tema della trasparenza e del finanziamento ai partiti dopo che già l’ultima puntata di Report aveva già acceso polemiche tra i grillini. «Ieri pomeriggio (sabato ndr), alla vigilia delle elezioni amministrative, in pieno silenzio elettorale, su Raitre, il conduttore della trasmissione TV Talk, in compagnia della giornalista Sabrina Giannini di Report, ha tracciato l’ennesima pagina di “alto” giornalismo della televisione pubblica, costruendo un programma teso a falsificare la realtà e a danneggiare il M5S in questa importante vigilia elettorale. Si è cercato di assimilare i rimborsi elettorali pubblici destinati ai partiti che il M5S ha espressamente rifiutato, alle semplici elargizioni volontarie dei cittadini al M5S – attacca Ciampolillo -. La trasmissione si è caratterizzata per riferimenti pretestuosi e illazioni false e scorrette nei confronti di Grillo e del M5S, specie da parte di Vladimir Luxuria». Quindi spiega: «Contrariamente a quanto riportato dalla giornalista Giannini nella trasmissione Report e ripreso ieri pomeriggio in Tv Talk, le elargizioni private al Movimento sono state ampiamente rendicontate sul Blog di Beppe Grillo l’11 aprile 2013, al pari della destinazione di quelle non spese in beneficienza per i terremotati dell’Emilia Romagna e, infine, come apparso sempre sul Blog di Beppe Grillo il 17 maggio 2013, in favore del Comune di Mirandola per la ricostruzione di una palestra; ben prima anche della trasmissione Report del 19 maggio 2013». Scrive ancora Ciampolillo: «Per quanto accaduto nella trasmissione Tv Report,a meno di ventiquattro ore dalle elezioni di domani 26 maggio 2013 – (intendendo probabilmente, nello specifico, la trasmissione Tv Talk e non Report) – il M5S chiederà comunque conto e giustizia, sia in sede di diritto di replica sia in sede parlamentare, riservando eventuali azioni anche in ambito giudiziario».

Ma cos’è accaduto durante la trasmissione? Dopo che il conduttore Massimo Bernardini ha aperto la puntata mostrando una vignetta:

vignetta-vauro

E’ stato in seguito trasmesso un sunto del servizio di Report sul MoVimento 5 Stelle. Il conduttore ha quindi riportato le parole di Michele Giarrusso e Federica Salsi per poi chiedere un commento alla Giannini, che ha fatto notare come le risposte di Grillo e Casaleggio alle domande di Report fossero lacunose e non repliccasero nel merito ad alcune questioni poste: “Non hanno ancora dato le risposte, anziché rispondere inizialmente con una replica della serie: ‘Il MoVimento 5 Stelle si finanzia con i donatori’, ma non hanno detto a chi vanno i proventi della pubblicità”. Non dicono a chi vanno, però, ricorda il conduttore. “Avevano l’opportunità di essere trasparenti, questo è un autogoal”. L’intervento di Vladimir Luxuria, in effetti piuttosto fuoriluogo, aveva detto che “porta un po’ male fondare un partito sulla trasparenza, guardate la Lega…”. C’è stato quindi un rapido scambio di battute sulla Gabanelli candidata: “Però avete fatto una cattiveria, Milena era stata indicata per il Quirinale”, dice il conduttore. “Lei, non me! E’ lì che hanno sbagliato”, risponde scherzando la Giannini, aggiungendo un “La Gabanelli con i suoi fa quello che Grillo non fa con i suoi: li lascia liberi”.

Anche Bernardini è voluto entrare nel merito, rispondendo su Twitter al post. Sul social network si legge: “Capisco critiche ritardatet di @mov5stelle (le stesse per la Giannini su Di Pietro), ma ieri a @tvtalk_rai voci di Pizzarotti, Crimi, Grillo”. Fa inoltre notare di non aver ricevuto alcuna risposta in merito agli inviti che erano stati fatti per replicare in trasmissione: “Aggiungo che @byoblu, responsabile comunicazione @mov5stelle al senato, non ha ritenuto di rispondere a ns. inviti via segreteria tel. e sms”

Renzi diventa Fonzie!

renzi-fonzie-tuttacronaca

Matteo Renzi uscirà domani in edicola sul settimanale “Chi” in posa come Henry Winkler, l’Arthur Fonzarelli di “Happy Days”. Questa foto è il pretesto per far riemergere la polemica tra i “duri e puri” del Pd che vedono questi atteggiamenti fuori luogo per il loro elettorato. Il sindaco di Firenze quindi viene aspramente criticato, ma non è certo la prima volta… basta ricordare quando le polemiche scoppiarono per la sua partecipazione ad “Amici” di Maria de Filippi. Ma è proprio Renzi a spiegare e a difendere le sue scelte:

“Penso sia giusto – spiega Renzi a ‘Chi’ – arrivare a tutti. I ragazzi che guardano ‘Amici’ non sono di serie b rispetto ad altri. Mi è sembrata una polemica ideologica da radical chic. Io voglio parlare ai giovani e agli anziani e, per fare questo, devo essere capace di adoperare il loro linguaggio, devo andare nelle trasmissioni che guardano e nei luoghi che frequentano. Il mio dovere è essere diretto e non elitario”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Porno sugli schermi dei centri commerciali

bielorussia-porno-tuttacronaca-sesso

Sabato pomeriggio, un canale musicale bielorusso, BelMuzTv, ha trasmesso sugli schermi di luoghi pubblici come centri commerciali e ristoranti di Mensk, la capitale dello Stato, un video porno. L’autore del gesto è il responsabile della tv che si è giustificato dicendo di sentirsi depresso per una lite con la fidanzata. Il caso è serio anche perché in Bielorussia tutti i media sono sotto lo stretto controllo dello Stato e il responsabile rischia gravi conseguenze.  Gli spettatori devono aver sospettato qualcosa di strano già diversi minuti prima, quando il canale giovanile aveva messo in onda i video clip della rock band Lyapis Trubeckoj, le cui canzoni sono ufficiosamente vietate per la TV bielorussa, per aver criticato le autorità e il presidente Aleksandr Lukashenko. Ma i fan della band non avevano fatto in tempo neppure ad esultare per il ritorno dei loro benimini, quando BelMuzTV è passata dal proibito all’hard, mostrando video pornografici con scene di nudo integrale e rapporti sessuali. Molti cittadini hanno filmato con i cellulari il porno e lo hanno inviato in rete parlando anche di “azione sovversiva”. Oggi il responsabile della tv è stato immediatamente messo sotto procedimento penale, ma al momento non sono state rese note le generalità

 

La confessione inconfessabile, l’agente di Noemi Letizia.

francesco-soprani-chiesa-ruby-noemi-tuttacronaca

Francesco Soprani Chiesa: l’ho conosciuta perchè avevo l’ufficio in via monza 16. Io ho portato a Emilio Fede “le meteorine”.  Il direttore mi disse che:  ” la Sicula (Ruby) l’aveva conosciuta a un concorso di bellezza e sta qui per divertimento”. Le dico queste cose perché ci sono state tante situazioni che mi hanno stancato. Se io volevo essere pagato trovavo qualcuno che mi pagava per stare zitto. Quando ho visto Ruby davanti al tribunale non ce l’ho più fatta.

Dal 2007 io ho preso le distanze da vallettopoli perché ero inquisito. Con Maristel ho un rapporto di amicizia così stretto che me lo ha detto. Mi hanno detto che facevano il Bunga Bunga e avevano rapporti sessuali con Berlusconi.

Ero l’agente di Noemi Letizia e lei mi ha detto che ha avuto rapporti sessuali con Silvio Berlusconi da minorenne. Il padre mi disse che non aveva bisogno di guadagnare perché già ci aveva pensato Silvio Berlusconi. Io sto tradendo la fiducia di una persona che mi ha raccontato un segreto… Questo segreto non fa male a Noemi, ma agli italiani… Berlusconi non era amico del padre.

I Corazzieri con le tette!

berlusconi-quirinale-corrazzieri-con- le-tette-tuttacronaca

Marco Travaglio: Se Berlusconi va al Quirinale abbiamo finito con il problema delle donne al Colle, lui ci porta i corazzieri con le tette! Poi si può dare anche la grazia da solo e rendere disoccupato Ghedini!

Ma chi è Zazà?

michele santoro-zazà-11 aprile 2013-tuttacronaca

Come ha comprato Berlusconi il silenzio Ruby e Noemi?

Ghedini dice che Chiesa Soprani è stato querelato, ma a Servizio Pubblico non risulta, soprattutto non risulta la condanna per diffamazione e come diritto di cronaca, l’intervista sarà mandata in onda!

C’è chi su Twitter accusa la trasmissione di non occuparsi della crisi economica, delle fabbriche chiudono, della gente che si ammazza. Ma da dove è partita la crisi italiana, forse non è causa anche delle “distrazioni del Bunga Bunga”?

Il trono conteso!

tina-cipollari-uomini-e-donne-tuttacronaca

Solite liti dei salotti pomeridiani dei sentimenti. Stavolta è Uomini e Donne di Maria De Filippi e l’alterco è tra due “ospiti fissi” come Gianni Sperti e Tina Cipollari. Dopo l’uscita di scena di entrambi per una banale questione di sfilata del trono è Tina a rientrare “lo dico per rispetto del pubblico perché io queste arrabbiature per lui non me le posso prendere. Ci sono stata anche male. O metti un separè, oppure io mi metto in un angolo, ma non posso più stare con lui che deve evidenziare le pazzie che gli vengono in mente. Adesso fai passare a me per quella che ce l’ha con le donne anziane. E lui sarebbe quello buono, lui che dice ‘oltre il lato estetico che ti piace di questa donna? Oggi ti conviene sparire dalla mia vista”

Insomma c’è chi sembra proprio venuto da un altro pianeta e che nonostante la crisi, nonostante i problemi istituzionali in tv si preoccupa per un trono… forse è il caso di tornare alla monarchia?

 

Bersani ad Agorà…

bersani_agorà_tuttacronaca

Bersani ad Agorà, prima della piazza di sabato!

Pier Luigi Bersani questa mattina è ospite del programma televisivo Agorà su Rai3 e ha risposto a una serie di domande che non solo fanno il segno della situazione nel nostro Paese, ma che si proiettano anche nel futuro. Il leader del Pd ha confermato anche la manifestazione di sabato contro la povertà, mentre Berlusconi sarà in piazza per esporre con forza i suoi 8 punti programmatici di un possibile governo di scopo.

Si è fermi perché si deve eleggere il nuovo Capo di Stato?

“A mio modo ho una proposta di larghe intese. Non sottovaluto responsabilità democratica comune. Si consenta un governo di cambiamento su 8 punti. Si ricerchi un presidente della Repubblica condiviso, Nel 1976 c’era uno che governava e gli altri lo consentivano. Era una specie di governo di minoranza che la nostra Costituzione permette. Pdl e M5s hanno detto no.”

Bersani apre quindi l’intervista con una puntualizzazione sulle differenze tra il 1976 e oggi. Dopo che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitan, ieri durante la commemorazione per il 20° anniversario dalle morte di Gerardo Chiaromonte, aveva richiamato i partiti a trovare delle larghe intese sul modello di ciò che avvenne alla fine degli anni ’70, oggi Bersani spiega le differenze che lo hanno portato in un vicolo cieco in cui non è possibile pensare a un governo di minoranza.

Quindi no a un governissimo di larghe intese tra Bersani, Berlusconi e Monti?

“Il nuovo presidente della Repubblica considererà la situazione. Soluzione di governissimo con me, Berlusconi e Monti è formula che paralizza. Poi vedrà il nuovo capo dello Stato. Io sono affezionato alla mia idea, ma non vuol dire non essere disponibile ad altre ipotesi. Io sono preoccupato per questa situazione sociale allarmante”.

Nonostante la situazione sia socialmente allarmante Bersani si dichiara affezionato alla sua idea, ma disponibile ad altre ipotesi. Ma se la situazione è allarmante perchè Bersani continua a riflettere sulla sua idea quando ormai non è stata accettata da altre forze politiche? Pensa ancora di portare la sua proposta alle Camere per poi vedere se riesce a mettere in piedi una maggioranza bulgara?

L’incontro con Berlusconi?

“Incontrerò Berlusconi per discutere del metodo per eleggere insieme il presidente della Repubblica. Attenti a non fare meccanismi di scambio su elezioni capo Stato. Io non sono disponibile. Non si possono fare improvvisazioni. Non voglio tirare paragoni oltre il lecito. Cerchiamo una larga maggioranza, con soluzioni che hanno anche un tratto di fantasia. Per Quirinale mi tengo testa aperta per varie soluzioni.”

Quindi sul tavolo non c’è un idea di governissimo, come smentita già in apertura del suo intervento ad Agorà, ma solo trovare dei nomi che possano andare bene per la destra e la sinistra. Ma sopratutto un nome che possa essere un ponte anche con l’Europa?

Quale sono le sue priorità?

“Voglio fare partire governo con qualche decisione di terapia d’urto. Affrontare emergenza sociale e moralizzazione della vita pubblica”.

Quindi emergenza sociale e vita pubblica. Ma sembra nebbiosa la risposta sul finanziamento ai partiti:

“Nell’incontro coi grillini c’è stato un fuorionda. Io mi sono detto pronto a discutere del superamento del finanziamento pubblico ai partiti. Io poi ho chiesto loro se sono pronti a ragionare nella stessa legge sulla democrazia interna. La risposta è stata molto interlocutoria”.

Il governo Monti?

“Il governo Monti si è paralizzato sulla corruzione: non è possibile”

Si è anche rivelato incapace di trattare sul piano internazionale nela questione dei Marò.

Bersani su prossime primarie per premiership:

“Io candidato? Ci devo ancora pensare”.

 

Porta a Porta diventa servizio pubblico?

VESPA-PLASTICO-MATERASSO-CASSAFORTE-bruno-tuttacronaca

Si parla dei luoghi più sicuri dove tenere i risparmi e nello studio di “Porta a Porta” arriva uno dei famosi plastici di Bruno Vespa: stavolta si tratta di un materasso a grandezza naturale, con tanto di coperte e cuscino, che nasconde una cassaforte.
Vespa lo presenta così: “Ricordate la vecchia storia ‘ma dove tiene i soldi quello per stare tranquillo?’ Nel materasso!”. Ci sarebbero ditte tedesche e spagnole specializzate proprio nella produzione di questo genere di cassaforte che Vespa svela al pubblico italiano.

Scontro tra Santoro e Casaleggio!

tuttacronaca-santoro-servizio-pubblico

Un Santoro all’attacco che non risparmia Renzi, che vorrebbe crocifiggere Casaleggio con le sue stesse armi ma si trova a combattere un guerra persa in partenza. Il suo pubblico lentamente lo sta abbandonando da quando il programma è sicuramente calato di qualità. Momento di stallo nel governo e la trasmissione di Michele Santoro va in crisi. Il format, che si regge sulla politica, non ha più linfa in questo vuoto istituzionale… Servizio Pubblico annega nel horror vacui e tenta una nuova strada… accusare chi fa “share” al momento. Nella lente di Santoro cadono il Sindaco di Firenze e il co-fondatore del M5S.

“Se non ha vinto le primarie, evidentemente il popolo di sinistra non gli ha riconosciuto le qualità di capo” argomenta Santoro, dicendo che lui ha rispetto di Renzi e del giovane che è, ma non si aspettava che ripartisse dalla tv piuttosto che dalla gente”.

Poi l’attacco quello più duro lo riserva a Casaleggio, che avrebbe detto di lui “Santoro è morto”. E dice: “Si vede, a guardare l’auditel, che i morti che parlano sono seguiti e fanno riflettere. Tra l’altro se l’alternativa a Servizio Pubblico è La Cosa, preferisco la morte. Casaleggio scrive che i nostri ascoltatori scappano perché invitiamo Sgarbi per fare ascolto” E poi, non risparmia neppure i social network: “Sono un luogo di scorribande e propaganda da parte di ‘forze organizzate’. Ci attrezzeremo”. Ma il programma di Santoro se ne serve abbondantemente dei social network che accusa… ma evidentemente le loro non sono scorribande, forse sono solo un servizio al pubblico?

Scontro a distanza tra Servizio Pubblico e il Face di Grillo!

marco travaglio-tuttacronaca-beppe-grillo

Mentre Travaglio è in onda con il suo intervento Beppe grillo dalla sua pagina Facebook pubblicizza il dvd del giornalista:

“Dai lunedì di Passaparola su Beppegrillo.it al tramonto della seconda Repubblica attraverso l’analisi attenta e pungente del giornalista Marco Travaglio”.

7dvdtravaglio

“AMICI” di Renzi! Applausi a scena aperta!

Matteo-Renzi-amici-tuttacronaca

«Noi avremo speranza se nel futuro di questo Paese potremo riuscire a coltivare i nostri sogni. E se c’è una cosa che noi ci aspettiamo da voi è di non fare come è stato fatto fino ad oggi che troppo spesso si trovava lavoro non per il talento ma perchè si conosceva qualcuno, per le raccomandazioni. Sarà un grandissimo momento -ha proseguito Renzi- quando questo paese sarà fatto da persone che vanno avanti con la forza del proprio sudore anche sbattendo contro qualche porta. Può succedere, a me è capitato di perdere, può essere anche bello. Mica tanto -ha poi aggiunto ironico- ma puoi trovare la grinta per ripartire». «Sarà un Paese bellissimo quello nel quale smetteremo -ha detto ancora il sindaco di Firenze- di guardare soltanto con il torcicollo. Non so come questo bellissimo Paese che è l’Italia immaginerà il proprio domani, ma quando penso a Firenze penso a Brunelleschi, un personaggio strano che tutti consideravano mezzo matto perché continuava ad avere il desiderio profondo di costruire una cupola come non l’aveva mai fatta nessuno. Era convinto che potesse stare in piedi. I fiorentini lo guardavano un pò schifati ma Brunelleschi ha avuto il coraggio di insistere, di crederci. A me piace l’idea che voi ragazzi, siete arrivati qui non semplicemente perchè siete bravi ma perchè avete fatto fatica, perchè il talento è anche fatica non è soltanto avere una possibilità, è anche mettersi in gioco». «Voi -ha detto infine Renzi- dateci una mano a dimostrare che credendo e insistendo nei propri sogni uno ce la può fare. Lo dovete a quei ragazzi, a quei tre milioni di persone (il riferimento era ai tre milioni di giovani disoccupati citati da Maria De Filippi all’inizio della puntata ndr.) che il loro sogno lo vedono lontano. Io penso che tutti insieme riusciremo a dare dimostrazione che coltivando un sogno uno può raggiungere un obiettivo magari perderete una battaglia ma non perderete la faccia che è la cosa più importante».

Parlando di sogni, di speranza e di futuro, Matteo Renzi è riuscito a conquistare i giovani di Amici. Non più un politico, ma un ironico cittadino, un italiano capace di parlare di Brunelleschi con leggerezza e con profondità. Capace di emozionare i giovani, di essere con loro e non contro di loro, di tendere la mano alla loro voglia di riscatto, di futuro, di un domani che non sia solo sofferenza e sacrificio. Di illuminare e di non spegnere la luce sui desideri della generazione di domani.

Rapinato il notaio di Affari tuoi! Dammi il Rolex o ti sparo…

luigi-pocaterra- notaio-affari tuoi-trasmissione-tv-rapina-rolex-tuttacronaca

«Dammi il Rolex o ti sparo in faccia» così il ladro ha terrorizzato Luigi Pocaterra, notaio della trasmissione  “Affari tuoi”.  Il fatto è accaduto mercoledì scorso alle 19, mentre Luigi Pocaterra si trovava nel garage della sua abitazione a Roma E’ stato lo stesso notaio ha raccontare questa brutta esperienza «Il bandito per tutto il tempo mi ha puntato la pistola alla testa mentre l’altro, il complice aspettava. L’uomo parlava italiano, non aveva particolari accenti. Era molto tranquillo, con il volto scoperto e per tutto il tempo ha tenuto la pistola puntata sulla mia testa». Il notaio ha cercato di calmarlo:  «Gli dicevo “ti do tutto, stai tranquillo”.
Così dopo avergli dato il Rolex, il rapinatore gli ha detto: “E adesso mi dai anche tutti i soldi che hai, altrimenti ti sparo in faccia”».

Dopo l’attore, Lino Banfi, un altro volto noto della televisione, è stato preso di mira dai ladri. La tecnica sembra essere ormai collaudata… un volto noto da minacciare, rapinare e poi fuggire con il bottino.

 Ora la polizia spera attraverso un confronto tra le testimonianze di rintracciare elementi utili per l’individuazione dei malviventi.

Matteo Renzi ad Amici? Si aspetta la smentita… o una conferma?

amici-matteo renzi-maria de filippi-tv-mediaset

Matteo Renzi sarà con tutta probabilità ospite dell’esordio del serale di Amici. Secondo un tweet di Paolo Calvani, responsabile comunicazione Mediaset, il sindaco di Firenze andrà «in un noto programma tv di intrattenimento di prima serata».
Calvani non lo dice ma il programma dovrebbe proprio essere il serale di Amici di Maria De Filippi, che debutterà sabato 6 su Canale 5. Anche perchè altri show di intrattenimento nel prime time di Mediaset al momento non ce ne sono.

La tv che non vorremmo mai vedere!

Massimo Amistà-trasmissione-tv-tuttacronaca

Massimo Amistà, 37 anni, padovano con cinque figli, disoccupato da 18 mesi, è stato ospite in compagnia della moglie domenica pomeriggio alla trasmissione di Canale 5 condotta da Barbara D’Urso «Domenica Live». Dopo aver raccontato la sua storia e i sacrifici per arrivare a fine mese, è arrivata, in diretta televisiva, una telefonata. A chiamare in trasmissione è stato Marco Maniero, imprenditore di Ponte San Nicolò (Padova), titolare di “Arredamenti Maniero”. Per il pubblico e i coniugi Amistà la telefonata di Maniero, commosso dalla storia di questo padre di famiglia disoccupato, appare come un miracolo. L’imprenditore decide così di offrire a Massimo un posto di lavoro in diretta tivù. Peccato, però, che fosse tutto organizzato. Il lavoro c’è, un contratto a tempo determinato della durata di tre mesi, ma tutto era già stato pianificato ben prima della diretta. «Una troupe di Canale 5 insieme a Massimo è venuta a trovarmi in azienda mercoledì scorso – conferma l’imprenditore al “Corriere del Veneto” -, noi avevamo bisogno di manovalanza e allora ho pensato “perché no?”. Ho anche deciso di estendere il contratto iniziale da uno a tre mesi per dare fiducia a quest’uomo». Certo che con un contratto a tempo determinato di tre mesi è una vera svolta nella vita di una persona! Ma chi vogliono ancora prendere in giro?
«Sono entrato in contatto casualmente con Canale 5 – ha raccontato Massimo Amistà – ho raccontato la mia storia e poi loro mi sono venuti a prendere a casa e mi hanno portato in giro per negozi e aziende della zona alla ricerca di lavoro. Dopo due ore avevo trovato questo impiego». Se è così brava la D’urso perchè non la mettiamo a capo del governo? Ci avrebbe almeno risolto il problema occupazionale!

Quando la finiremo con propinare ai telespettatori programmi diseducativi, imbarazzanti e privi di morale?

Occhio alla truffa! Condannato Alessandro Di Pietro

occhio-alla-spesa-alessandro-di-pietro-tuttacronaca

Un ‘occhio’ attento alle pubblicità occulte andate in onda durante la trasmissione “Occhio alla Spesa” è costato al conduttore Alessandro Di Pietro una condanna. Di Pietro è stato condannato per aver fatto pubblicità occulta, dietro lauto compenso, alla pasta di soia Aliveris. L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha censurato il conduttore televisivo e segnalato ben tre puntate del 2012, durante le quali sono state esaltate le caratteristiche benefiche di un tipo di pasta, indicata come adatta per i diabetici.  Alessandro Di Pietro si sarebbe fatto pagare dall’azienda tra i 10.000 e 20.000 euro. La stessa autorità ha dichiarato che oltre la presenza di pubblicità occulta ci sono tante violazioni del Codice del consumo. Inoltre le diciture che si trovano sulla “pasta al germe di grano” in questione sono ingannevoli e l’azienda è stata multata per un valore di 85.000 euro. L’Autorità ha deciso inoltre di condannare la Rai al pagamento di una multa di 25.000 euro per il comportamento del conduttore che ha deciso di arrotondare il compenso pattuito facendo pubblicità occulta ad un prodotto.

“AFFARI TUOI” sono affari truccati, procura di Roma indaga su trasmissione tv

affari-tuoi-trasmissione-rai-tuttacronaca

SCANDALO E VERGOGNA PER UNA DELLE TRASMISSIONI RAI (TV PUBBLICA) PIU’ AMATE DAGLI ITALIANI!!! AFFARI TUOI E’ TRUCCATO.

Affari tuoi programma “pacco”. A stabilirlo è stata la Procura di Roma che ha appoggiato la tesi di Striscia la Notizia secondo la quale il programma sarebbe pilotato.
La denuncia della trasmissione concorrente aveva messo in evidenza diversi brogli, pensati probabilmente per cercare di aumentare l’audience.
Secondo i magistrati il gioco dei pacchi è stato “irregolare” e “assolutamente scorretto”. Almeno per un certo periodo di tempo, “i concorrenti più accorti sono stati messi in grado di individuare i premi più sostanziosi”.

Silenzio per la famiglia Guerinoni… ma Yara ha diritto alla verità!

yara-indagini

“La pressione mediatica che negli ultimi giorni ha nuovamente afflitto la famiglia Guerinoni impone di rivendicare con immutata determinazione la volonta’ della stessa di non rilasciare alcuna dichiarazione, tantomeno in riferimento ai recenti accadimenti”. E’ l’appello della famiglia di Giuseppe Guerinoni l’uomo morto nel ’99 e della cui salma e’ stata disposta la riesumazione nell’inchiesta sull’omicidio di Yara. ”Rispettate il nostro silenzio”, dice la famiglia.

Un silenzio comprensibile, così come è comprensibile l’urlo della famiglia di Yara che non ha permesso l’archivizione del caso. Che ha alzato la voce, che ha urlato la propria rabbia per delle indagini forse non condotte al meglio e probabilmente per indizi tralasciati. Ora si attende la riesumazione e si spera nella verità.

 

C’è un presunto colpevole e si riesuma la salma del padre del killer!

188555_585824_YARA02_10635470_medium
Novità nell’inchiesta sull’uccisione di Yara Gambirasio e forse novità assoluta in Italia per la risoluzione di un caso.  “Quarto Grado” ha reso nota l’indiscrezione secondo la quale Procura di Bergamo ha disposto la riesumazione della salma di Giuseppe Guerinoni. L’uomo è il padre del presunto assassino di Yara. La riesumazione è prevista per la prossima settimana.
Guerinoni era di Gorno morto nel 1999. La riesumazione è necessaria per prelevare un campione biologico di Guerinoni e confrontarlo con il Dna che l’assassino ha lasciato sugli slip della giovane ginnasta di Brembate di Sopra. Finora l’unico indagato per la morte di Yara è il marocchino, anche se il suo fascicolo è stato da tempo stralciato da quello principale.
Gli inquirenti, lavorando sulla saliva prelevata da una vecchia patente di guida, sono arrivati a individuare un uomo che sarebbe il padre dell’assassino della ragazzina. Una convinzione che deriva dal fatto che l’uomo in questione è morto nel 1999 e che il suo Dna è quasi perfettamente compatibile con quello rinvenuto sugli slip e sui leggins di Yara. Gli inquirenti hanno dunque effettuato le analisi sui suoi figli (due maschi e una femmina) naturali che sono risultati “puliti”. Da qui l’ipotesi che l’uomo di Gorno possa aver avuto un figlio illegittimo, tesi che fa arrabbiare i suoi familiari “perché Giuseppe non era un donnaiolo”.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: