Può un governo vivere tra le minacce?

Nitto-Palma-tuttacronaca

Un governo per sua natura non dovrebbe vivere tra le minacce… ma l’emergenza Italia è grave, forse più di quello che ci dicono. L’emergenza Italia è grave non solo sui mali che conosciamo, ma su quelli che spesso non arrivano nelle prime pagine dei giornali, che restano in un trafiletto sommersi da notizie che possono apparire più importanti… ma sono quei malesseri locali che domani potrebbero prendere il sopravvento e allora sì che i Tg apriranno con le nuove emergenze.

1) L’impossibilità di far pagare le imposte a chi fa il lavoro più antico del mondo. Secondo alcuni sarebbe quasi un “legalizzare” la prostituzione… ma nessuno pensa che se fosse legalizzata, quindi controllata, ci sarebbero più introiti per lo Stato?  Nessuno pensa mai ai diritti delle prostitute? Nessuno si accorge mai delle violenze che subiscono e non solo dai clienti ma anche dai loro aguzzini? Nessuno si occupa di prostituzione, se non per fare le retate… Se la prostituzione c’è da quando esiste il mondo perché non proviamo a conviverci serenamente facendola emergere, senza false ipocrisie? Non meritano i diritti dei lavoratori anche quelle donne, uomini o trans che invece ogni giorno si vedono negare la giustizia? Molti di loro sono spesso vittime di omofobia e di odi razziali, ma chi c’è a proteggerli?

2) Il problema della Sanità. Quello nazionale lo conosciamo bene, ma che succede ad esempio in una città come Roma? 18 mesi di attesa per avere una protesi al ginocchio. Protesi che spesso è richiesta anche da persone anziane… 18 mesi per un anziano senza potersi muovere è condannarlo all’immobilità per sempre, un peso ulteriore per le famiglie che non possono permettersi una badante e che sono quindi spesso costrette ad assentarsi dal lavoro proprio per prendersi cura del proprio parente o genitore. Non sono tutte risorse che si perdono?  Pensiamo in Italia quante di queste situazioni ci sono… per migliorare la situazione basterebbe un’attenta programmazione, sapere la percentuale annua di anziani che ricorrono a queste cure per avere già un prospetto anche per l’anno successivo… a quel punto fare una stima pluriennale sarebbe piuttosto semplice.

3) L’economia degli stabilimenti balneari. Saranno circa 300 stabilimenti a non aprire quest’anno… si trovano infatti strangolati tra Equitalia e le concessioni demaniali da rinnovare. Quanti migliaia di dipendenti rischiano di rimanere senza lavoro? Ieri ha dato voce alla sua protesta Marcello Di Finizio, salito sulla cupola di San Pietro, per cercare di attirare l’attenzione su questo problema che altrimenti come tanti altri rimane sommerso.

Queste sono solo tre dei problemi meno discussi, ma ad alto potenziale di generare tensioni nel nostro Paese ed ecco perchè il governo è, quindi, costretto a cedere, a stare sotto continua minaccia a causa delle situazioni esplosive che possono venire proprio dalle realtà locali. Ed è questo il gioco che alcuni “parlamentari” stanno facendo… instaurare il clima di terrore e la paura di rimanere ancora una volta, l’ennesima, senza un esecutivo.

Nessun accordo e niente di fatto alla Giunta per le immunità e le elezioni del Senato che doveva eleggere oggi il proprio presidente. La seduta è stata rinviata “a data da destinarsi”.

Questo che sembra quindi un attacco al dialogo democratico, in realtà è solo l’ennesimo compromesso necessario per la sopravvivenza, con la flebo, di un esecutivo nato morto, da un “matrimonio d’interesse”.  Quel che sconvolge però solo le dichiarazioni di Luciano Violante “Per tre o quattro volte, nelle passate legislature, il centrosinistra ha votato in un certo modo (contro l’ineleggibilità). Se non ci sono fatti nuovi non vedo perché dovremmo cambiare questa scelta”. Quindi se si è sbagliato fino a ora, continuiamo a sbagliare?

Prende quindi forza la posizione del presidente della commissione giustizia del senato Nitto Palma

“In questi venti anni- spiega alla Dire il presidente della commissione giustizia del senato Nitto Palma – Berlusconi è stato alternativamente leader politico e presidente del consiglio. Nel 1996 la maggioranza di centrosinistra non ha ritenuto di dichiararne l’ineleggibilità. Sono passati da allora 17 anni. Mi chiedo come si possa solo pensare di far valere ora quella norma”.

Palma condanna anche il Pd. “Ieri ha tentato di non far eleggere i grillini. Oggi potrebbe sostenerli nel dichiarare ineleggibile Berlusconi. Evidentemente vogliono vincere correndo da soli. In ogni caso se il segnale politico che viene dalla giunta propende per l’ineleggibilità di Berlusconi non c’è molto da aggiungere”.

Il governo è finito?

“Mi pare chiaro”, risponde Nitto palma al giornalista.

Il dilemma è se vivere nella paura del governo che cade o vivere il terrore dell’esecutivo sfiduciato! Essere o non essere, è più attuale che mai quando un popolo deve lottare ogni giorno per esistere all’interno di uno Stato lontano dai suoi cittadini.

Letta-nitto-palma-tuttacronaca

Annunci
Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: