Resta sempre lei “la Top”: Gisele in passerella a San Paolo

Gisele-Bundchen-tuttacronaca33 anni e due figli e non li dimostra, anzi, resta la modella più pagata del mondo e la sua presenza eclissa le sue compagne di sfilata. Lei è Giselle Bundchen, tornata in Brasile, suo Paese d’origine, dopo due anni di assena in occasione della settimana della moda di San Paolo. La top model ha solcato la passerella per presentare la collezione del brand brasiliano Colcci.

La strana collezione di Eto’o

samuel_eto-cellulari-tuttacronaca

Una fissazione, una passione, una collezione chiamatela come volete ma Samuel Eto’o, ex attaccante dell’Inter ora in forza al Chelsea di Mourinho, ha svelato di possedere un vero esercito di telefoni cellulari. Dai modelli nuovi a quelli più vecchi, da quelli rari a quelli trend sembra proprio che Eto’o abbia la necessità di comunicare con il mondo come testimoniano anche le sue 14 utenze telefoniche differenti alle quali si è abbonato.

I bikini matrimoniali

bikini matrimoniali-tuttacronaca

Arriva la nuova moda… il matrimonio in spiaggia. Ed ecco che nelle collezioni degli abiti da sposa entrano anche i bikini. Bianchi, di pizzo, con veli leggeri, che possano muoversi con la brezza marina, questa è la nuova tendenza lanciata dal sito americano Beach Bunny Swimwear. A indossarli è la super top Kate Upton.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Upfest: sulle orme di Bansky

upfest

Nei giorni scorsi si è tenuta a Bristol, in Inghilterra, la sesta edizione dell’Upfest, il più grande festival europeo che riunisce street artist da tutto il mondo. La reunion degli “imbratta muri” nella città di Banksy è ormai una parte importante della vita cittadina: “Gli abitanti ci ospitano molto volentieri – spiega Stephen Hayles, uno degli organizzatori dell’Upfest – con tutta questa gente che entra nei negozi e spende…”. 342 street artist provenienti da tutto il mondo e oltre 20mila visitatori, tutti radunati in North street, cuore pulsante della manifestazione, per fare arte in piena libertà. Ma non è l’unica manifestazione cittadina, ad agosto, poco distante, si terrà il See No Evil, un evento simile e parimenti apprezzato dal pubblico. “Le istituzioni? Qui non creano troppi problemi quando le cose sono organizzate – spiega Stephen – il sindaco di Bristol, George Ferguson, ha fatto dipingere sui muri della Tobacco Factory, un palazzo che è di sua proprietà”. Anche gli italiani accorrono e come spiefa Frode, writer milanese in trasferta: “Venire qui per noi è come respirare aria pulita e basta guardarsi intorno per vedere che i muri non sono imbrattati, ma anzi sono più belli. Credo che la repressione che c’è in paesi come il nostro in realtà finisca per aumentare le tag”. Ovvero le “firme” che si diffondono di notte sui muri. Qui non corrono questo rischio: in giro solo i nomi più celebri della street art, con in vetta Bansky, di cui ancora si possono ammirare una decina di lavori. Ecco cos’è successo a l’ultimo Upfest!

Questa presentazione richiede JavaScript.

In Germania si testano i droni anti-graffiti

droni-antiwriters

La lotta ai writers, in Germania, inizia nelle stazioni ferroviarie, che subiscono danneggiamenti per 7 milioni di euro l’anno. L’idea è di testare dei droni, muniti di telecamere ad infrarossi, che spiino gli “artisti della bomboletta” e registrino prove che inchiodino chi la notte imbratta i treni. La notizia è stata data da un portavoce delle Deutsche Bahn, che ha spiegato che i droni “intelligenti” saranno utilizzati esclusivamente nelle grandi stazioni, per poter raccogliere prove suffi cienti per citare in giudizio i grafittari. I droni saranno consentiti solo nelle aree di proprietà delle ferrovie tedesche, senza ledere il diritto alla privacy delle persone che transitano al di fuori della proprietà privata di “Deutsche Bahn”. Ma vediamo in giro per il mondo che accade…

Questa presentazione richiede JavaScript.

Un barbercue al sangue!

sceriffo-bimbo-pistola-incidente-arma-sparo-donna-morta-tennessee

Un incidente macabro e tragico nel Tennessee dove un bimbo di 4 anni ha trovato a portata di mano una pistola incustodita e ha sparato un colpo, uccidendo una donna di 47anni, Josephine Fanning, moglie del vicesceriffo di una contea. Le armi sempre in primo piano negli Usa 2.0 e più si apre il dibattito più la lobby della armi sembra voler invece alzare il tiro per non perdere i suoi guadagni e privilegi. Strage dopo strage sembrano intensificarsi i sostenitori del partito contro le armi, ma ci sono ancora molti che, proprio per il dilagare della violenza, consigliano, sconsideratamente, un’arma in ogni famiglia. Armi da difesa che si trasformano in proiettili che dilaniano le famiglie. Troppo sconsiderati i comportamenti di chi dovrebbe proteggere gli americani e invece si gloria davanti agli amici della sua collezione di armi, salvo poi dimenticarle all’altezza di un bambino di 4 anni. Il vicesceriffo della contea di Wilson, Daniel Fanning, aveva invitato amici e parenti per una grigliata. L’agente aveva appena mostrato la sua collezione a un amico quando il bimbo e la moglie di Fanning sono entrati nella camera e il piccolo ha premuto il grilletto. La donna è morta sul colpo. Quando si riuscirà a far capire agli americani che siamo fuori dal far west?

370 ragazzi e ragazze per i 5 piani del Gotham Hall (NY): la foresta umana!

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Una foresta umana per presentare la collezione A/I 2013-2014 di Moncler Grenoble. I colori dominanti sono  il verde e il colore dei boschi di montagna, il resto lo farà  l’imponente cupola del Gotham Hall di New York che si trasformerà in un suggestivo paesaggio di montagna dove il verde dei suoi boschi si fonde col marrone dei tronchi degli alberi. Il brand porta così, nel cuore di Manhattan, la natura maestosa delle foreste di montagna, capaci di avvolgere, proteggere e trasportare il pubblico in una dimensione parallela. Cinque file, a gradini crescenti fino a superare i dieci metri d’altezza, ricoprono le pareti circolari lungo cui si schierano 370 ragazzi e ragazze che indossano i capi della collezione, mentre uno specchio, agganciato al soffitto restituisce le loro caleidoscopiche ripetizioni. Ma ai luoghi estremi ci si avvicina con le attrezzature tecniche giuste ed è così che, Moncler Grenoble ha pensato a linee uomo/donna dalle grandi prestazioni e massime performance senza però rinunciare allo stile e all’eleganza. Per la donna, la new entry è il pile effetto tressé che mantiene integre le sue proprietà di isolamento termico. Entrano in scena la pelliccia, il cavallino, il montone combinati a nylon e tessuti in lana laminata con un sapore Sixties dal fit sensuale. Per lui invece, alle tradizionali fantasie maschili come il tweed e il pied de poule si mescolano inserti camouflage o motivi nordici.

Verifica della provenienza delle opere al Getty di Los Angeles

Al vaglio circa 45mila pezzi: l’operazione serve per verificare se le opere, appartenenti alle collezioni di antichità, devono tornare ai Paesi d’origine. I risultati saranno disponibili in rete.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: