Il post Oscar… è glam! Il Vanity Fair Party

vanity-fair-party-tuttacronacaSe il red carpet degli Oscar è prestigioso, il Party realizzato ogni anno al termine della cerimonia dalla rivista Vanity Fair lo è anche di più. Le star presenti alla premiazione non sono mancate al dinner e all’appello erano presenti tante altre star, per la gioia di fotografi e paparazzi che hanno potuto continuare a far ballare i flash. Scontato il cambio d’abito per le celebrità, che hanno sfilato come se fossero fresche di trucco e parrucco. Ovviamente, non passano inosservate le belebrity, ma neanche gli stilisti che le hanno vestite. Malin Akerman ha indossato un elaborato abito di J. Mendel a cui ha abbinato un sandalo oro lucido e una clutch Anya Hindmarch, Jennifer Lawrence ha scelto un prezioso mini abito Tom Ford, Penelope Cruz ha optato invece per la moda eco-sostenibile, indossando un abito blu notte di H & M della collezione “Conscious”. Emmy Rossum ha scelto un abito da favola Monique Lhuillier, Rashida Jones un Valentino, Taylor Swift un abito nero lungo e paillettato di Julien Macdonald, Kate Beckinsale ha indossato un abito couture di Elie Saab, Kate Hudson uno di Zuhair Murad Couture. Rosie Huntington-Whiteley ha scelto un abito azzurro pallido di Cushnie et Ochs, Anne Hathaway, uno bianco e nero di Viktor & Rolf senza spalline, Diane Kruger un Valentino, Jaime King uno Couture di Ulyana Sergeenko, Selena Gomez uno oro in tulle ricamato di Emilio Pucci. Elizabeth Banks si è presentata con un abito di Jenny Packham a cui ha abbinato una clutch Jimmy Choo ‘Cloud’ e scarpe Casadei, Kristen Bell ha scelto un abito rosso da famme fatale di Zuhair Murad, Naomie Harris uno Naeem Khan. Evan Rachel Wood ha sbalordito con un abito di Elie Saab Couture, Eve Hewson ha indossato un abito nero senza spalline di Dsquared. Cavalli anche per Jada Pinkett Smith e Sheryl Crow. Bruce Willis e Emma Heming e Jason Bateman e Amanda Anka hanno scelto invece Dolce&Gabbana. Le più scandalose, come sempre, sono state Donatella Versace e Lady Gaga, arrivate in coppia. Insomma, un matrimonio tra spettacolo e moda da togliere il fiato!

Questa presentazione richiede JavaScript.

David Beckham compra casa: è la villa dove fu ucciso Versace

casa-casuarina-tuttacronacaCasa Casuarina ha cambiato proprietario: è stata la famiglia Beckham ad acquistare, dopo mesi di trattative, la mega-villa di Versace a Miami Beach, per 60 milioni di dollari. Lo rende noto l’agenzia di stampa spagnola Europa Press. Si tratta della villa dove lo stilista italiano venne ucciso sedici anni fa da uno squilibrato ed è un edificio degli anni Trenta con vista sul mare, piscina, dieci camere da letto e un megasalone di 250 metri quadrati. Lo stilista l’acquistò nel 1992 per 10 milioni di dollari e ne spese 33 per ristrutturarla. Nel 2000 passò poi di mano finendo in quelle del magnate americano Peter Loftin, che aveva tentato, senza successo, di trasformarla in un albergo di lusso. Nel 2012, la villa era stata messa all’asta, ma senza esito. Ora, invece, villa Causarina potrebbe avere un nuovo proprietario. Tra l’altro Victoria Beckham, moglie dell’ex calciatore inglese, è intima amica della sorella dello stilista, Donatella Versace. E’ stata la stessa Donatella a confermare la vendita, esprimendo soddisfazione per l’operazione.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Kate lancia una nuova sfida alla Regina: torna il look rosso

kate-regina-tuttacronacaLa rivoluzione del look di Kate Middleton sembra essere naufragata. E’ questa l’impressione che ha dato la Duchessa in occasione del ricevimento di gala seguito all’assegnazione dei Bafta 2014. Kate, contro l’imposizione regale d’indossare gonne lunghe e abiti sobri, ha sfoggiato una mise rosso fuoco, gonna rigorosamente sopra al ginocchio e tacchi vertiginosi. Appena qualche giorno prima sembrava invece che la Regina e la moglie del principe William avessero trovato un punto d’incontro, tanto che Elisabetta aveva permesso a Kate d’indossare il suo preziosissimo collier e la nipote acquisita l’aveva omaggiata con un elegante (e austero) abito lungo.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La rivoluzione del look di Kate parte dal collier con 38 diamanti

kate-national-potrait-gallery-tuttacronacaLa Regina Elisabetta l’aveva detto: Kate si sarebbe dovuta vestire in modo sobrio ed elegante, così come si addice alla moglie dell’erede al trono di Inghilterra. Detto fatto: al primo impegno ufficiale la duchessa è arrivata con un lungo abito blu notte, firmato Jenny Packham, e una collana di diamanti scelta fra i gioielli della Regina. L’occasione era un evento alla National Portrait Gallery dove non è passata inosservata la Nizam di Hyderabad, la collana che è stata donata a Elisabetta II nel novembre del 1947, in occasione del suo matrimonio e che Kate ha scelto di indossare su consiglio di Angela Kelly, fedele look maker della casa reale e perfetta conoscitrice del protocollo. Come spiega l’HuffPost, la collana, creata da Cartier nel 1930, si compone di una lunga catena di 38 diamanti (ridotta rispetto all’originale che ne contava 46) con un ciondolo a serpentina tempestato di diamanti. Nel suo discorso, Kate ha detto: “Volevo solo dire quanto sono felice di essere qui questa sera per celebrare il fantastico lavoro della National Portrait Gallery”. E ancora: “Il successo della Galleria è eccezionale: detiene la più ampia collezione di ritratti al mondo e le sue esibizioni uniche e brillanti non mancano mai di ispirarci. Non potrei essere più orgogliosa di esserne la madrina”. In occasione della serata di gala sono stati messi in mostra, in forma anonima, oltre 200 ritratti opera di unaselezione di artisti noti tra cui Perry, Julian Opie e Alex Katz. Il ricavato della vendita servirà a sostenere il lavoro della Galleria, che offre opportunità di apprendimento uniche e svolge attività di ricerca a livello mondiale.

Questa presentazione richiede JavaScript.

E se Marge si trasformasse in un’icona della moda?

marge-simpson-tuttacronacaSe anche ci provasse, Marge Simpson non riuscirebbe mai a passare inosservata, fosse solo per quella sua chioma azzurra che tocca il cielo. Però c’è chi, come il designer di origini italiane AlexSandro Palombo, ha voluto tentare di trasformarla in un’icona di stile. Come? Facendola sfilare come una modella con addosso gli abiti che hanno segnato la moda di otre 20 anni dettando stile ed eleganza. L’artista ha spiegato a Vogue Uk che “C’è una Marge Simpson in ogni donna. Con questo omaggio ho voluto accendere la magia, la forza, la femminilità, l’eleganza, l’erotismo e la bellezza che è in ciascuna”. Tra gli altri modelli che Marge ripropone, il tailleur rosa di Dior che indossava Jackie Kennedy, il corpetto firmato Yves Saint Laurent con cui spesso viene ricordata Madonna, l’abito blu che Kate Middleton portava il giorno dell’annuncio del fidanzamento e il modello di Valentino con cui Julia Roberts ha sfilato la notte degli Oscar, quando vinse la statuetta.

Questa presentazione richiede JavaScript.

“Per me la musica e la vita sono una questione di stile”

stile-tuttacronacaMiles Davis (Miles: l’autobiografia di un mito del jazz)

Resta sempre lei “la Top”: Gisele in passerella a San Paolo

Gisele-Bundchen-tuttacronaca33 anni e due figli e non li dimostra, anzi, resta la modella più pagata del mondo e la sua presenza eclissa le sue compagne di sfilata. Lei è Giselle Bundchen, tornata in Brasile, suo Paese d’origine, dopo due anni di assena in occasione della settimana della moda di San Paolo. La top model ha solcato la passerella per presentare la collezione del brand brasiliano Colcci.

“Lo stile è importante. …

megafono-tuttacronaca… Tanta gente urla la verità, ma senza stile è inutile, non serve.”

-Charles Bukowski- (Storie di ordinaria follia, 1972)

Il nuovo spot della Fiat: l’indignazione delle cassintegrate

fiat-auto-donne-tuttacronacaUn gruppo di operaie in cassa integrazione dello stabilimento Fiat di Pomigliano d’Arco, in provincia di Napoli, sono indignate per il nuovo spot realizzato da Fiat per la 500 Abarth Cabrio negli Stati Uniti. Le cassintegrate hanno commentato: “Qualcuno la chiama ‘arte’ ma a noi fa rabbrividire il pensiero sottinteso con cui Marchionne intende strumentalizzare i corpi delle donne da lui considerati ‘cose’, semplici pezzi di componentistica da manipolare per ‘fare prodotto’. Donne usate come sottogruppi da assemblare, corpi negati come i diritti dei lavoratori. Questa logica aberrante non è diversa, ma rafforzativa e peggiorativa, del precedente slogan della Fiat ‘noi siamo quello che facciamo’ (per la Panda di Pomigliano), come a dire che il lavoro e la vita umana diventano merce di rango e valore inferiore alle merci stesse in quanto ‘serventi’ del fine produttivo. Quella usata da Marchionne è una filosofia che pretenderebbe di estromettere i diritti dei lavoratori e quelli sindacali dalle fabbriche”.

Nuovo spot Fiat: donne nude come parti dell’auto! E’ ammissibile?

fiat-carrozzeria-umana-tuttacronaca

Donne e auto purtroppo nell’immaginario maschilista è sempre stato un connubio che ha portato bene all’industria automobilistica, ma forse questa volta la Fiat ha superato il limite. Non si tratta più di semplici modelle appoggiate alla vettura che dovevano far sottintendere che possedendo quella marca e quel modello sarebbe stato facile conquistarle, questa volta le donne, o parti anatomiche di esse, sono utilizzate proprio come carrozzeria nel nuovo spot della 500 Abarth Cabrio sulla Body Issue dell’ESPN Magazine, negli Stati Uniti.

Corpi nudi, dipinti incastrati alla perfezione che riportano in auge quel concetto retrogrado di donna oggetto. Donne motori omeglio donne nei motori che vogliono richiamare la moda del momento: il body painting che tanto dilaga in questa estate 2013. La carrozzeria umana al femminile… è tollerabile?

Questa presentazione richiede JavaScript.

Le orecchie svelano le nostre emozioni!

necomini-tuttacronaca

Arriva il neuro abbigliamento e ogni nostra emozione sarà visibile anche agli altri. Quindi non dovremo più preoccuparci delle nostre timidezze e sei nostri dubbi, le orecchie portatili esprimeranno per noi le sensazioni che stiamo provando in quel momento. Ci sono voluti circa 60 anni di ricerca medica ma finalmente il neuro-gadget ora è disponibile e costa 70 dollari. . La stessa tecnologia utilizzata negli ospedali per l’elettroencefalogramma è stata applicata a uno strumento che permette di percepire gli impulsi elettrici e le onde prodotte dal cervello.Il sensore è collegato a due orecchie da gatto che si muovono secondo le nostre emozioni. Nulla sarà più possibile celare.

Il sofisticato giocattolo per adulti e adolescenti spopola in California. Necomini, questo il nome della divertente diavoleria, funziona con delle batterie portatili capaci di dar “vita” alle “orecchie parlanti”. Se saremo attenti o eccitati le orecchie saranno su, mentre si abbasseranno nei nostri momenti di relax o di noia, ondeggeranno invece quando ci si “zona”, cioè quando avremo raggiunto il nostro benessere.

  

“Lo stile è importante. …

PersonalStyle

… Tanta gente urla la verità, ma senza stile è inutile, non serve.”
Charles Bukowski– (Storie di ordinaria follia, 1972)

BULGARI HA EVASO IL FISCO PER 3 MLD DI EURO!

tuttacronaca-Boutique-Bulgari-via-condotti_hg_full_l

Beni immobili e altre disponibilità per oltre 46 milioni di euro sono stati sequestrati dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma nell’ambito di un’indagine che chiama in causa i vertici della holding del lusso ‘Bulgari’, tra i quali Paolo e Nicola Bulgari (già azionisti e soci storici dell’azienda), Francesco Trapani e Maurizio Valentini, rispettivamente ex ed attuale rappresentante legale della capogruppo italiana. Per tutti l’accusa è di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici, per aver sottratto al fisco italiano, dal 2006 in avanti, circa tre miliardi di euro di ricavi, attraverso l’interposizione di società con sede in Olanda e Irlanda, create al solo scopo di sfuggire all’imposizione fiscale in Italia.

L’Obama Style non convince la Westwood!

Vivienne Westwood - tuttacronaca-michelle obama

La First Lady Michelle Obama sara’ anche diventata un’icona di stile per gli americani, ma c’e’ a chi il suo modo di vestire proprio non piace. A sparare a zero sulla moglie del presidente Usa e’ l’eccentrica stilista britannica Vivienne Westwoood. ”Non parliamo di lei, e’ orribile quello che indossa”, ha detto al New York Times. E la designer del Regno Unito non le risparmia neanche il paragone con Jackie Kennedy: ”Ecco, lei era un’altra cosa”, afferma Westwood.

A volte ritornano… La Hepburn torna in vita grazie alla CGI

hepburn

Sembra una magia, un sogno. Audrey Hepburn che passeggia per le strade della costiera amalfitana, a Cetara, e si prende gioco di un ragazzo del luogo che la invita sulla propria decappottabile facendogli fare da tassista e si gode una, miraccomando una sola, barretta di cioccolata. E’ proprio lei, il suo sguardo da cerbiatta, un po’ birichino, i suoi vestiti, il suo portamento regale…

E’ l’ultima pubblicità della fabbrica di dolciumi inglese Galaxy, che tramite la CGI (computer generated technology) ha fatto rivivere una delle più grandi attrici mai esistite, per un altro minuto.

Lo spot ha avuto l’approvazione dei figli della Hepburn, Sean Ferrer e Luca Dotti, che hanno commentato: “Cattura perfettamente lo spirito giocoso di nostra madre” e hanno confermato l’amore di Audrey per il cacao: “Parlava spesso di come il cioccolato le sollevasse il morale”.

La tecnica era già stata usata nel 2011 da Jean-Jacques Annaud, regista premio Oscar di Sette Anni in Tibet, per la pubblicità della fragranza di Dior, J’Adore. In quel caso la fortunata era l’attrice Charlize Teron che nella pubblicità scherza e ride nel camerino della passerella di Dior con niente meno che Marilyn Monroe, Grace Kelly e Marlene Dietrich.

200mila dollari! All’asta il guanto nero di Michael Jackson

guanto-michael-jackson-638x425

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: