Non ha amici da invitare al compleanno: Facebook si mobilita per lui

compleanno-colin-tuttacronacaJennifer, la mamma di Colin, un bimbo di Richmond, in Michigan, si è sentita stringere il cuore quando, volendo organizzare una festi per il suo piccolo in occasione del suo undicesimo compleanno, si è sentita dire che non aveva nessun amico da invitare. Colin, infatti, soffre di un disturbo simile alla sindrome di Asperger che inficia le sue capacità relazionali a tal punto da non riuscire a fare amicizia. La donna però non si è scoraggiata e ha deciso di fare una sorpresa al figlio aprendo in Facebook una pagina chiamata “Happy Birthday Colin“: in pochissimo tempo più di 40mila persone hanno fatto gli auguri al bambino e c’è da scommettere che cresceranno a dismisura fino al 9 marzo, giorno del compleanno.

Annunci

Occhio ai pericoli! Vademecum per i turisti negli Usa

Turisti-attenti-agli-Stati-Uniti_tuttacronaca

Fare attenzione. Occhio ai pericoli che spesso i turisti ignorano, tranquilli di trovarsi nelle grandi metropoli americane. Il Washington Post pubblica la lista delle 16 città americane a rischio:

I francesi consigliano ai loro turisti di stare attenti a Boston (“Evitare la zona di Dorchester di notte e attenti ai microcrimini a China Town”), a New York (“Attenzione a Times Square e alla Statua della Libertà. Evitare di notte Harlem, il Bronx e il Central Park”), a Washington (“Non andare né di giorno né di notte nel quartiere di Anacostia”) a Baltimora (“Considerata pericolosa a parte il centro”) a Richmond (“Non visitate la città a piedi”) a Cleveland (pare che il sindaco si sia molto arrabbiato per questa indicazione) a Detroit (“Il centro deve essere evitato dopo la chiusura dei negozi”) e ad altre città, tra cui Houston e Los Angeles.

Il governo britannico, invece, consiglia di stare attenti a El Paso (perché è sul confine con il Messico e ci sono molti traffici non legali) e quello canadese, da parte sua, ricorda che in passato ci sono state alcune aggressioni a cittadini canadesi a Miami e di stare attenti alle ore serali.

Infine i tedeschi che non indicano ai propri connazionali una particolare città. Raccomanda però di seguire alcuni precauzioni a chi vorrebbe fare del nudismo negli Usa: “Sebbene ci siano alcune leggi che condannano il nudismo in diversi stati, e nonostante la loro infrazione spesso non venga punita, è meglio evitare di fare il bagno nudi o di spogliarsi sulle spiagge americane perché potrebbe suscitare imbarazzo, mettere agitazione e portare a qualche spiacevole conseguenza.”

Cosa si prova a uccidere una persona? Parla il boia pentito

pena di morte - usa - boia

Gli rasava la testa, gli prendeva le mani e pregava insieme a loro. Poi, un arto alla volta, li legava stretti alla sedia. Usciva dalla stanza e aspettava l’ok per premere il bottone che faceva partire l’elettricità così potente da friggerli in pochi secondi, quasi sempre.

Jerry Givens è stato uno dei boia della Virginia State Penitentiary di Richmond, dal 1982 fino al 1999, tra sedia elettrica e iniezioni letali ha eseguito la condanna a morte di 62 persone.

Cosa si prova ad avere il potere d’interrompere una vita per sempre? Givens non sa rispondere a queste domande. «Perché mi estraniavo totalmente dall’atto, mi concentravo su tutto quello che di meccanico c’era da fare. Pensavo che il loro fosse una sorta di suicidio: se uccidi o violenti una donna in uno stato dove esiste la pena di morte te la sei cercata, mi dicevo. A 14 anni ho assitito all’omicidio di un’amica e da lì mi sono convinto che la pena di morte fosse giusta». Ma se prima era un sostenitore della pena capitale, da 10 anni Givens lotta in prima linea per la sua abrogazione. A fargli cambiare idea sono stati i 4 anni di prigione con l’accusa di riciclaggio. Nonostante si sia sempre dichiarato innocente, quel tempo dietro le sbarre gli ha fatto ripensare ai momenti passati a schiacciare bottoni mortali, o a premere siringhe al veleno. Spesso ripensa alla sua prima esecuzione, alla paura e al freddo di quel sotterraneo dove per la prima volta ha ucciso un uomo.

Ma oggi, Givens viaggia per gli stati in cui è ancora in vigore la pena di morte e racconta la sua storia, sperando che l’America capisca la brutalità di certe leggi.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: