Uccisa 19enne incinta all’ottavo mese e gettata in un pozzo!

hacer-turchia-uccisa-19-anni-morta-tuttacronaca

Una storia folle e agghiacciante quella di una ragazza turca, Hacer, 19 anni, che aveva vissuto fino a pochi mesi fa con la sua famiglia in un villaggio  del distretto di Viransehir, vicino a Sanliurfa, nell’Anatolia sudorientale. La ragazza aveva avuto una relazione con un suo coetaneo poi partito per il servizio militare e dopo circa 4 mesi si era accorta di essere incinta. Per paura che la sua famiglia la mettesse in punizione, Hacer era scappata dal suo villaggio ed era stata accolta  da uno zio a Diyarbakir, la città principale del Kurdistan turco. Poco prima della nascita del suo bambino la famiglia le aveva mandato messaggi di riconciliazione, invitandola a tornare: «sei perdonata» le avevano garantito. Ma era solo una trappola per attirarla di nuovo al villaggio. Due fratelli erano andati a prenderla a Diyarbakir, per accompagnarla a casa. Ma in realtà l’avevano portata invece in una zona deserta. Dove l’avevano strangolata con del filo di ferro, prima di buttare il cadavere in un pozzo profondo 18 metri. La polizia ha arrestato i due fratelli, e altri 4 membri del clan.

Il medico aggredito dal padre di una ragazza ricoverata

medico-aggredito-catanzaro-tuttacronacaHa riportato una frattura del setto nasale un medico del pronto soccorso dell’ospedale di Soverato, in provincia di Catanzaro, che è stato aggredito dal padre di una ragazza diciottenne al terzo mese di gravidanza. La giovane era stata appena ricoverata nello stesso nosocomio per minacce di aborto. Il dottore, colpito con una testata dal padre della paziente, ne avrà per almeno trenta giorni.

Tentato femminicidio a Roma, ferito anche il padre della vittima

Il femminicidio non si arresta. A Roma una ragazza di 23 anni incinta è stata aggredita dal suo ex, un italiano con precedenti penali. Anche il padre della vittima, un uomo di 60 anni, è stato accoltellato. L’episodio è accaduto questa notte intorno alle 3 nel quartiere della Magliana. Padre e figlia sono stati ricoverati in codice rosso al San Camillo. Versano entrambi in gravissime condizioni. L’uomo poi è stato arrestato dalla polizia.

femminicidio

Stupratore di Bergamo ai domiciliari: giudice si basa su precedenti per sentenza

Suscitano polemiche la decisione del giudice di far attendere la sentenza allo stupratore di Bergamo ai domiciliari. Il ministro della Giustizia Paola Severino, che definisce “orrendo” quello che ha passato la ragazza 24enne incinta, è però certa che il giudice, nel prendere la decisione, abbia prima considerato i precedenti del reo.

Vedi articoli precedenti

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: