Lei lo denuncia e il marito l’acceca: non avrai altri uomini dopo di me

donna-accecata-dal-marito-tuttacronaca

“L’ho denunciato alla polizia quattro volte e lui si è vendicato: mi ha accecata e ora vivrò il resto della mia vita nell’oscurità”. Questo è l’agghiacciante racconto di una cassiera di un supermercato brasiliano, Mara Rubia Guimaraes, 27 anni, originaria dello stato centrale di Goias. La 27enne aveva deciso di lasciare il marito dopo sei anni di matrimonio, dopo averlo denunciato per ben 4 volte alla polizia. L’aggressione è avvenuta quando al donna stava tornando a casa dal lavoro e ha trovato l’uomo nascosto nell’appartamento. Mara Rubia è stata torturata e poi accecata con un coltello da cucina dal suo ex marito: ”Mi diceva che se lo avessi lasciato non sarei stata mai con un altro uomo, che mi avrebbe sfregiata e tagliato le orecchie”, ha raccontato la vittima. L’ex marito e’ fuggito ed è ricercato dalla polizia per tentato omicidio.

Doccia con vista a Brooklyn!

brooklyn_shower_tuttacronaca

Anni fa c’era “Camera con vista” ora i tempi sono cambiati e da Firenze si passa a New York, nel quartiere di Brooklyn dove la vista si può ammirare dalla doccia, ma si diventa anche protagonisti della strada. Sicuramente questo bagno, costato circa 2,1 milioni, fa discutere: alcuni lo trovano originale, altri di cattivo gusto.

Lo sballo ora passa attraverso gli occhi… e rovina la vista! L’eyeballing

eyeballing-vodka-tuttacronaca“Bere alcool attraverso gli occhi”. E’ questa la definizione di eyeballing, una moda nata un paio di anni fa nelle banlieue alla periferia di Parigi, poi diffusa nei sobborghi di Manchester e che ora è diventata contagiosa anche a Napoli e provincia. Lo sballo ora passa attraverso gli occhi, con vodka ghiacciata usata come se fosse collirio. L’allarme arriva dal mondo della scuola, ma viene confermato dai dati choc contenuti nell’ultimo rapporto del Servizio dipendenze patologiche dell’Asl Napoli 2 Nord, terza azienda sanitaria più grande d’Italia. Se ne parla sempre di più in Facebook e Youtube, dove la comunità virtuale conta già migliaia di baby-iscritti. In rete si trovano consigli, dritte e informazioni fino ad arrivare a video tutorial che svelano tutti i segreti della vodka negli occhi. Antonio Faracca, docente nell’Istituto alberghiero Rossini di Napoli, ha spiegato: “È un fenomeno in preoccupante e inquietante aumento tra gli adolescenti confrontandomi con i miei alunni, sono sempre di più quelli che mi raccontano di feste e incontri, organizzati da loro coetanei, per ubriacarsi con la vodka negli occhi. Noi a scuola insegniamo il corretto approccio al bere sano, alla cultura del bere contro ogni abuso. E, invece, sui social network spesso si crea un passaparola devastante per questi giovani”. Ma l’eyeballing trova spazio anche nel report sulle dipendenze, in un resoconto firmato dall’equipe coordinata da Giorgio di Lauro, direttore del Dipartimento dipendenze patologiche della Na2. Come spiega il Mattino: “Ufficialmente nei Sert territoriali non ci sono sotto trattamento casi specifici, ma la struttura alcologica da abuso conferma che la vodka versata direttamente negli occhi per sballarsi è in preoccupante aumento, specie per una fascia di età compresa tra i 12 e i 13 anni. Per i più picoli accade nelle comitive, mentre i 15enni provano l’ebbrezza nelle feste private e i 18enni nelle discoteche.” Il dato allarmante, comunicato dalla Asl, è che negli ultimi tre anni si è abbassata l’età media di chi beve superalcolici: s’inizia a soli 10 anni. Ma lo sballo bevendo dagli occhi comporta non pochi problemi, come spiega la società italiana di oftalmologia: lacrimazioni, bruciori, abrasioni alla cornea per colpa del collo di bottiglia strofinato sull’occhio e persino temporanea cecità. Per di più, in pochi sono gli adolescenti disposti a recarsi al pronto soccorso: non vogliono essere scoperti e temono vengano informati i genitori. Preferiscono affidarsi a colliri e solo in seguito, se i problemi persistono, recarsi dal medico. Quando i danni sono ormai irreparabili.

Si sottopongono a interventi per migliorare la vista: la perdono

ciechi-intervento-tuttacronaca

Arriva il nuovo, presunto caso di malasanità e a puntare il dito è il capogruppo regionale del Pdl, Luca Gramazio. Nell’occhio del ciclone il reparto di oculistica dell’ospedale San Giovanni di Roma, dove due pazienti, sottopostisi a interventi per migliorare la vista l’avrebbero persa a causa dei “ferri per l’operazione non ben sterilizzati”. Ispezione della Regione Lazio. Sarà una commissione esterna, ora, a condurre l’indagine. Al momento i pazienti sarebbero sottoposti a terapia antibiotica nel tentativo di far loro recuperare la vista persa a seguito di due interventi di vitrectomia e per la rimozione di una cataratta, effettuati il 24 giugno. E mentre la direzione dell’ospedale si riserva l’eventuale “adozione dei più opportuni provvedimenti”, Gramazio annuncia un’interrogazione urgente al governatore zingaretti ponendosi anche l’obiettivo di “conoscere anche quali sono i rapporti tra il reparto oculistica dell’azienda ospedaliera San Giovanni Addolorata e la fondazione Bietti, che fa ricerca proprio sull’oculistica”. Gianluigi Bracciale, direttore generale della struttura, dovrà fornire una relazione dettagliata su quanto accaduto mentre è stato disposto l’invio di un Nucleo di valutazione per verificare i fatti e appurare le ragioni che hanno portato alla perdita della vista dei due pazienti.  Sarà invece compito della Asl Rm C, competente per territorio, effettuare un sopralluogo nelle sale operatorie per verificare il rispetto rigoroso delle norme igieniche. Da parte sua Storace, vicepresidente del consiglio regionale del Lazio, teme che alcuni dirigenti potrebbero aver “sottovalutato la richiesta dell’ospedale riguardo alla mancata autorizzazione a indire la gara per la sterilizzazione della struttura”.

Johnny Deep… l’attore “quasi cieco da un occhio”

deep-occhio

Tra poco potremo tornare ad ammirarlo sul grande schermo grazie alla sua interpretazione in The Lone Ranger, ma intanto da oltre oceano arriva una confessione che Johnny Depp ha fatto a The Sun: l’attore hollywoodiano è “quasi cieco da un occhio”. Spiega la star: “Ho una visione molto sfocata dall’occhio sinistro. Un problema che ho dall’infanzia e che poi è peggiorato”.Il problema gli crea disagi anche quando si trova sul set: “Se il personaggio che interpreto non porta gli occhiali non vedo nulla, come è successo per Jack Sparrow”.

Metti la città sotto i tuoi piedi!

sears tower- ledge-chicago-tuttacronaca

Camminereste mai su una lastra di vetro sospesa a più di 400 metri d’altezza?
A Chicago per provarci, fanno la fila. Dal 103esimo piano della Sears Tower sporge The Ledge, il davanzale che offre un belvedere trasparente sospeso a 412 metri sopra i tetti della città. Foto spettacolari e vista mozzafiato da uno dei grattacieli  più giganteschi degli Stati Uniti. La Sears Tower infatti  è alta  443 metri d’altezza… Vivamente sconsigliato a chi soffre di vertigini.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Berlusconi in ospedale nel giorno del processo di Ruby!

berlusconi-processo ruby- tuttacronaca

I problemi di salute di Silvio Berlusconi “non sono un legittimo impedimento assoluto”: per questo il pm di Milano, Ilda Boccassini, ha chiesto ai giudici del processo Ruby di respingere l’istanza di rinvio dell’udienza, parlando di “un’escalation di certificati medici” per far slittare la requisitoria. I magistrati sono ora in camera di Consiglio, mentre il leader del Pdl è all’ospedale San Raffaele per l’uveite di cui soffre.

Berlusconi, che è imputato per concussione e prostituzione minorile, “ha un grave disturbo della vista”. Lo hanno riferito i suoi legali. Nel frattempo, i giudici del tribunale di Milano hanno sospeso l’udienza in attesa del fax che attesti il ricovero per l’aggravarsi dell’uveite.La malattia del leader del Pdl – che da tempo ha una forte congiuntivite e il distacco del vitreo, con la raccomandazione di non esporsi alla luce intensa – per il procuratore però non rappresenta un impedimento assoluto. Secondo il pm, i tre certificati medici con data 5, 6 e 7 marzo rilasciati dal San Raffaele rappresentano “un’escalation per far sì che l’udienza non venga svolta”.L’avvocato di Berlusconi, Niccolò Ghedini, ha parlato di logica del sospetto da parte del pubblico ministero mentre l’altro difensore, Piero Longo, ha ricordato che i sintomi della malattia di Berlusconi evolvono quotidianamente. Nell’udienza di oggi è previsto il proseguimento della requisitoria del pm, mentre da calendario per il 18 marzo è prevista la sentenza. Già ieri Berlusconi aveva annunciato l’impossibilità di partecipare a un incontro previsto per oggi col premier uscente Mario Monti e alla riunione dell’ufficio di presidenza del Pdl.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: