Il comico scandalo di Bill De Blasio… ecco servito il “forkgate”

de blasio-tuttacronaca

Un vero e proprio scandalo ne è nato da una sera in pizzeria e al centro c’è il piatto italiano più famoso nel mondo: una classica pizza. A mangiarla è stato il sindaco di New York Bill De Blasio e da qui ne è scaturita una polemica che ha dato poi il via a un vero e proprio “forkgate”. Il primo cittadino di New York, che non perde occasione per rivendicare le sue origini italiane, ha infatti “osato” mangiare la pizza con la forchetta, cosa che ha destato l’ira di molti americani. Non si era mai visto nessuno che mangiasse la pizza usando le posate, ma solo e unicamente le mani. La risposta del sindaco è stata immediata e De Blasio ha affermato di aver mangiato la pizza come si fa in Italia che di solito si inizia con le posate e gli ultimi pezzi si prendono con le mani. Perfino il New York Times è dovuto intervenire a sostegno del sindaco affermando che in Italia la pizza si mangia con la forchetta. Su twitter però si sono susseguiti una serie di commenti che hanno alimentato ancor di più la polemica:

Questo slideshow richiede JavaScript.

La pizza è diventata una questione politica!

Annunci

“Prendi uno, lasci uno”, il nuovo universo delle “Little Free Library”

free-library-tuttacronaca

Per tutti gli amanti dei libri ci sono grandi novità in arrivo… Le Little Free Library stanno infatti prendendo piede anche in Italia. Nate da un’idea di Todd Bol, americano di Hudson, nel Wisconsin, che costruì la prima Free Library nel 2009 nel suo cortile come omaggio in ricordo di sua madre, insegnante con la passione per la lettura, oggi il fenomeno si sta diffondendo velocemente in tutto il mondo e perfino in Italia se ne contano già una ventina di queste biblioteche spontanee sparse tra Trento, Milano, Modena, Roma e Lecce. Ma in cosa consiste una Little Free Library?

Si parte dal concetto della condivisione di un libro e in una teca o su dei ripiani poco più grandi di una cassetta postale si mettono i libri che sono piaciuti, quelli che si sono odiati, i doppioni o un libro che ci è servito per un nostro percorso personale e che ora si vuole condividere con altri. Il concetto è semplice si può prendere un libro, ma si deve lasciare un altro libro, in modo da dare sempre una scelta diversa a chi usufruisce della libreria. La particolarità è che spesso in queste micro biblioteche ci si trovano davvero libri originali, fuori commercio o vere e proprie chicche letterarie.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ stata anche fondata un’associazione per supportare queste iniziative e dove si possono ordinare e registrare le piccole biblioteche. L’associazione provvede ad assegnare loro un numero identificativo, una targhetta con il motto “Take a book, leave a book” (ovvero “Prendi un libro, lascia un libro”) e indicata la posizione sulla mappa attraverso le coordinate Gps.  Ma cosa serve davvero per fare una piccola biblioteca condivisa? Se si decide di installarla in un negozio, bastano poche assi o qualche ripiano, se si decide invece come spesso accade di metterla in strada o in un cortile allora bisogna assicurarsi che sia resistente all’acqua!

Attraverso questa iniziativa non si vuole solo promuovere la lettura e l’alfabetizzazione, ma soprattutto creare intorno a questi luoghi una piccola comunità che attraverso il bookcrossing, ovvero lo scambio di libri possano trovare anche un loro modo di interagire e di scambiare opinioni. Addirittura si può creare un linguaggio con i libri silenzioso: portare un libro dal titolo “come educare il proprio cane” può essere un segnale per il vicino a tenere il suo adorabile barboncino sotto controllo.

Le Free Library vengono di solito installate vicino alle piste ciclabili o nei parchi, ma c’è anche chi opta per le fermate dell’autobus, fuori dalle caffetterie, negli hotel o nei cortili condominiali. Al momento in tutto il mondo se ne contano cinquemila, ma il dato è in continuo aumento… avanti il prossimo che di cultura non si è mai sazi!

Un video per capire quant’è freddo negli Usa…

bolla-di-sapone-tuttacronaca“Buon anno e state al caldo”: con questa battuta sul freddo record che attanaglia gran parte dell’America, Barack Obama si è presentato ai giornalisti presenti alla Casa Bianca per la sua prima apparizione televisiva del 2014. Ma se il gelo tiene in ostaggio gli americani, c’è anche chi ne approfitta per fare degli esperimenti e realizza un video per mostrare come in pochi secondi una normale bolla di sapone diventa di ghiaccio a causa delle bassissime temperature. Al momento dello scoppio la bolla mantiene ancora parte della sua forma piuttosto che scomparire come di norma.

C’è pupazzo e pupazzo di neve… poi c’è lo squalo!

new brighton-minnesota-squalo-di-neve-tuttacronaca

C’è pupazzo e pupazzo di neve e davvero non ci stupiamo più di nulla dopo aver visto migliaia di foto divertenti. Quando iniziano i fiocchi la creatività si mette al lavoro e spesso genera vere e proprie forme d’arte, di divertimento e di passatempo. Quello che però non ci si aspetterebbe di vedere è uno squalo di neve alto quasi 5 metri in un cortile a New Brighton, nel Minnesota. Naturalmente l’attrazione è stata presa d’assalto da alcuni ragazzi che hanno “cavalcato” lo squalo di neve!

Il fotoracconto dei rifugiati siriani!

bambino-siriano-tuttacronaca

La tragedia di un intero popolo, quello siriano, costretto a lasciare la propria terra, ormai ridotta a territorio di guerra, è diventata per Greg Beals, fotogiornalista americano, uno scopo di vita e un progetto fotografico che vuole documentare l’esodo e i suoi protagonisti. Beals che lavora per l’Unhcr, l’Alto commissariato Onu per i rifugiati, ha creato un profilo su Instagram, @therefugeeroad, dove racconta la vita dei  profughi nel campo di Zaatari, il secondo più grande del mondo. Come racconta lo stesso Beals:

L’obiettivo è concentrarmi sulle vite dei sopravvissuti ai conflitti – racconta a Wired – ho aperto il profilo un anno fa sia per ragioni personali che lavorative. Considero gli esseri umani come fiori, sono interessato a mostrare quanto siamo fragili e quanto ogni vita sia unica e bella. Quando sono arrivato in Giordania per seguire il conflitto siriano da un punto di vista regionale ho iniziato a combinare le idee in una sola, riassumibile in Dove vanno a finire i rifugiati”.

Il giornalista ha poi spiegato che:

A febbraio e marzo dello scorso anno 4.000 persone al giorno hanno iniziato ad attraversare la frontiera siriana approdando in Giordania – continua Beals – lo stesso numero verso il Libano. Più fotografavo per Instagram più gli scatti diventavano intimi. C’è qualcosa nelle persone che soffrono in massa che confonde lo sguardo di chi ne è fuori. Nel senso che ci sentiamo vicini ma spesso quest’empatia trasforma chi soffre in qualcosa di diverso da un essere umano. The refugee road tenta dunque di mostrare le persone che attraversano i confini per quel che sono: umani, complessi e belli”. Sotto questo punto di vista, uno strumento come Instagram si è rivelato fondamentale, un ponte verso una sensibilizzazione di tipo diverso: “Non sono un esperto di social media – racconta Beals – ma incontro persone che hanno storie interessanti da raccontare. Storie di sopravvivenza scritte sulle loro facce, specialmente quelle dei bambini. Mi piace collegarle, trovo s’inneschi una catena di riconoscimento tra gli utenti che apprezzano queste foto per quel che significano davvero. Questo, per me, è l’autentico valore dei social media: l’abilità delle persone dai percorsi più diversi e da varie parti del mondo di capire meglio l’esistenza di chi è meno fortunato”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le leggi “inutili e folli” negli Usa!

Olivia Locher-tuttacronacaCi sono leggi davvero “folli” e “inutili” negli States che uno davvero non potrebbe mai immaginare… eppure esistono! C’è chi, come la fotografa Olivia Locher ha ideato un progetto fotografico per infrangere queste leggi e far emergere la loro “assurdità”. Il progetto si chiama “I fought the law” (come la canzone scritta da Sonny Curtis per i  Crickets nel 1959) e ha come scopo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica su queste leggi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Rocce lanciate a 7mila metri d’altezza: continua l’attività del Sinabung

sinabung-tuttacronacaContinua l’attività del vulcano Sinabung, nel nord dell’Isola di Sumatra, nell’ovest dell’Indonesia, dove questa notte sono state fatte evacuare migliaia di persone. Il vulcano, in eruzione da metà settembre, ha infatti dato vita a numerose esplosioni e proiettato getti di lava.  Nelle ultime ore ha espulso rocce incandescenti e cenere a oltre 7.000 metri d’altezza.

“Il vulcano resta a un livello di allerta massima e abbiamo avvertito che nessuna presenza umana deve trovarsi in un raggio di cinque chilometri intorno al cratere – ha detto Sutopo Purwo Nugroho, portavoce dell’agenzia incaricata della prevenzione delle catastrofi naturali – Ieri sera oltre 19mila persone sono state fatte allontanare dalle loro abitazioni e crediamo che tale cifra continuerà ad aumentare”.

Un anno… con gli amici animali!

bimbo-cane-tuttacronacaSi è parlato tanto degli amici a quattro zampe quest’anno, che hanno conquistato il web diventando delle vere e proprie star per le loro amicizie speciali o i loro gesti coraggiosi. Senza dimenticare le pose buffe e originali che riescono sempre a strappare un sorriso. Ora che sta per terminare questo 2013… una galleria per ricordarli e augurare a tutti i nostri amici pelosi un sereno anno nuovo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sogni d’oro a lui! Il bimbo che riesce ad addormentarsi ovunque!

bimbo-dorme-tuttacronacaSul social network Reddit si trovano spesso immagini curiose o divertenti e la galleria pubblicata da un padre non fa eccezione. Il soggetto immortalato è il suo bimbo, un vero e proprio dormiglione professionista che non sembra proprio avere problemi d’insonnia: il piccolo infatti riesce ad addormentarsi in qualsiasi luogo sia disponibile ad accogliere la sua siesta, che si tratti della cesta della biancheria o della sedia del barbiere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

James Franco e l’elogio dei selfies

james-franco-selfie-tuttacronacaL’attore James Franco ha una vera e propria passione per gli autoscatti, come dimostra il suo uso smodato di Instagram e il fatto che i media americani l’abbiano incoronato “re del selfie”. La star offre a tutti la sua risposta alle critiche attraverso le colonne del New York Times per il quale ha firmato un articolo intitolato “The meanings of selfie”, i significati del selfie. Nel pezzo, Franco spiega come l’autoscatto da sfoggiare sui social network sia il modo più rapido ed efficace per ottenere popolarità online. Non solo: “I selfie sono degli avatar dei mini me che inviamo al mondo per dare un’idea di noi agli altri”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quando un gioco da bambini si trasforma in arte

bolla-di-sapone-tuttacronaca Un gioco da bambini che si trasforma in arte grazie agli scatti della fotografa Angela Kelly, di Washington. La donna, mentre il figlio giocava a soffiare bolle di sapone mentre il termometro segnava -9°, ha colto i momenti nei quali le bolle si congelavano immortalandone la delicata fragilità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quali sono i peggior regali ricevuti quest’anno?

giocattoli-natale-tuttacronaca

Ogni Natale porta doni e regali… ma non sempre sono adeguati, desiderati e soprattutto ci sono quei giocattoli pericolosi. Che dire di fronte all’immancabile fucile o al gonfiabile in cui inserire il fratellino o la sorellina più piccola per poi centrifugarla? Ma lascia senza parole anche la vedova nera o il tamburo con cui il piccolo farà diventare sordo l’intero vicinato!

Ecco a voi la gallery dei giochi peggiori del 2013!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pedalando… verso il Polo Sud

pedalare-polo-sud-tuttacronacaSi è allenata per due anni prima di compiere la sua impresa la britannica 35enne Maria Leijerstam che ha preso parte alla sfida ideata quest’anno dal Polar Challenge: arrivare al Polo Sud in bicicletta. Affrontando venti a 160 Km/h e temperature a -40°, la donna ha percorso 800 km a bordo del suo mezzo di trasporto a tre ruote superando l’americano Daniel Burton e lo spagnolo Juan Mendez Granados. I ghiacci antartici da sempre sono il sogno di tantissimi atleti che li hanno raggiunti in modi diversi: con gli sci, motoslitta, aereo, a piedi, spesso vinti dalle condizioni estreme.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il rapporto tra “fratello maggiore” e sorellina che diventa virale

corgi-claire-tuttacronacaDopo esser state pubblicate su Reddit, queste foto sono rapidamente diventate virali. Raccontano la storia tra Corgi, un cagnolino, e la sua sorellina Claire. Corgi è il fratello maggiore e sembra proprio essersi innamorato della bimba: dal primo incontro non fa altro che farle la guardia, assistere impotente ai suoi pianti, vegliare sul suo sonno. A postare le foto  Chris Lowe: “Mia figlia è nata tre settimane fa, eravamo preoccupati di come potesse reagire Corgi ma la tratta come se fosse la sua migliore amica”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Charlie & Gibson: i due fratellini inseparabili

charlie-gibson-tuttacronacaInstagram ha una nuova star. Anzi, due! Si tratta di due bulldog francesi, Charlie e il fratellino Gibson, che fanno impazzire il popolo della rete e hanno già duemila follower. Capire il perchè non è difficile: gli inseparabili fratelli a quattro zampe sono di una tenerezza unica e non fanno altro che strappare sorrisi!

Questo slideshow richiede JavaScript.

La nuova Crudelia… e il suo gatto nel barattolo!

gatto-nel-barattolo-tuttacronaca

Kiki Lin, giovane studentessa universitaria di Taiwan, residente a Providence, negli Usa, sarebbe la nuova Crudelia Demon. La ragazza, emulando la cattiveria del noto personaggio della novella “I cento e una dalmata” di Dodie Smith, nonché nel celeberrimo film Disney “La carica dei 101” e forse più crudele della stessa Crudelia, avrebbe rinchiuso il gatto di casa in un barattolo. La foto poi sarebbe stata postata su Facebook dalla stessa Kiki, torturatrice di eccellenza che avrebbe poi commentato il gesto come ‘punizione per comportamento scorretto’ dell’animale. il gatto, che porta lo stesso nome della ragazza, è stato ritratto con faccia schiacciata contro la plastica del barattolo. Si è aperta un’inchiesta, promossa dalla protezione animali diTaichung City che dovrà decidere sulla punizione per il “comportamento scorretto della ragazza”… una forte multa o un anno di carcere?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gli alberi con i detriti nelle Filippine: il primo Natale dopo il tifone

natale-filippine-tuttacronacaAnche in mezzo alla desolazione si festeggia il Natale, in cerca di un po’ di conforto e speranza. E così, nelle Filippine, gli sfollati hanno fatto ricorso a tutta la loro inventiva per creare degli alberi con cui celebrare la festa. Nelle baraccopoli dove hanno trovato rifugio a seguiro del tifone Hayan, che ha  provocato più di 5000 vittime, hanno così fatto la loro comparsa degli inusuali addobbi creati con quello che avevano a disposizione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Quando Babbo Natale gioca a fare Marilyn

babbo-natale-marilyn-tuttacronacaNon può certo passare inosservato il Babbo Natale gonfiabile che ha fatto la sua apparizione nella città cinese di Taiyan, nella provincia di Henan. L’enorme “Babbo” che campeggia all’esterno di un centro commerciale indossa infatti un abito rosso che dà l’impressione di essere alzato dal vento e crea così la parodia dell’immagine cult di Marilyn Monroe in “Quando la moglie è in vacanza”. Creatività natalizia in azione!

Questo slideshow richiede JavaScript.

In tutù rosa per strappare un sorriso alla moglie malata

bob-carey-tuttacronaca

Fotografo di professione, ballerino per hobby, ma soprattutto per strappare un sorriso alla moglie Linda malata di cancro e in chemioterapia. Così Bob Carey ha deciso di fotografarsi in tutù rosa in diversi luoghi: dalla campagna alla montagna, dalla città alla neve. Il tutto ha un nobile scopo, riuscire a formare una fondazione per raccogliere fondi per la ricerca.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le foto di Bonham-Carter che passeggia in pigiama

Helena Bonham Carter-pigiama-tuttacronaca-vestito

Helena Bonham Carter, moglie e musa del regista Tim Burton, personaggio controverso e da un passato problematico con la madre che ebbe un esaurimento nervoso quando lei aveva solo 5 anni e a 13 suo padre rimase paralizzato a causa di complicazioni, è stata vista uscire dalla sua casa di Londra con un abbigliamento alquanto improbabile. pantaloni di un pigiama, cappotto nero, capelli arruffati e bottiglietta d’acqua in mano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I campi da calcio… assurdi!

stadio inclinato-tuttacronaca

Strani,originali,impossibili, estremi… in una parola assurdi! E’ stato “The World Geography” a pubblicare la classifica delle location sportive più insolite al mondo. Il sito marte.com ha stilato la graduatoria dei dieci campi di calcio più stravaganti del pianeta. Si va dall’eco-stadio a impatto zero in Brasile, fino allo stadio scavato all’interno di una montagna in Portogallo, passando per quello sull’oceano nelle Isole Fær Øer o sul grattacielo a Tokyo. Primo classificato è il “The Float at Marina Bay” di Singapore, l’unico stadio al mondo galleggiante che può ospitare fino a 30mila spettatori. Vince il premio simpatia il campo in pendenza di Uzhorod, nell’Ucraina occidentale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nude per beneficenza!

sexy-oxford-tuttacronaca

Si sono spogliate ma solo per beneficenza. Loro sono le ragazze della squadra femminile di rugby  dell’Università di Oxford e si sono spogliate per un calendario sexy, i cui proventi verranno devoluti. Le ragazze danno a tutti appuntamento al Varsity Match che si terrà contro Cambdridge.

Questa è una gallery con le foto di alcuni mesi dell’anno:

Questo slideshow richiede JavaScript.

La grande corsa di Natale e i 10mila Babbi!

tuttacronaca-santa-dash

Scarpe da ginnastica ai piedi e berretto in testa, così 10mila persone hanno corso l’annuale stracittadina di Liverpool, chiamata  Santa Dash, e finalizzata a raccogliere fondi da destinare poi ad attività benefiche che saranno realizzate con diverse associazioni in più zone della Gran Bretagna. I Babbi Natale vestiti di tutto punto e con il numero sulla giacca hanno percorso 5 km segnando un piccolo record di presenze. Se nel 2012 si erano contate 8mila presenze quest’anno sono arrivate a 10mila un record che ha fatto anche innalzare i fondi da dare in beneficenza. Ecco la gallery con le foto più divertenti della corsa:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Siamo circondati! Le facce nelle cose…

facce-cose-tuttacronaca

Siamo circondati! Facendo un po’ di attenzione, usando la creatività e la fantasia si possono trovare tante immagini nelle cose che sono attorno a noi. Scattare una foto divertente non è poi difficile se si presta un po’ di attenzione: bocche spalancate, occhi, espressioni che suscitano emozioni.  Su Twitter c’è chi si diverte a raccogliere le immagini più curiose in una galleria social e per scovarle basta solo digitare l’hashtag #facespics.

Ecco le più divertenti:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il videogioco diventa d’aqua!

Acquatop Display -tuttacronaca

Touchscreen d’acqua e le mani che s’immergono fino a poter interagire direttamente con il videogioco. Questo è quanto si sta sperimentando all’University of Electro-Communications di Tokyo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il funzionamento dell’Acquatop Display avviene attraverso l’utilizzo di una Kinect Microsoft, un accessorio sensibile al movimento del corpo umano già sperimentato per  Xbox 360. L’effetto è visibile in questo incredibile video!

Cenere a 8 km di altezza: le esplosioni del vulcano Sinabung

sinabung-tuttacronacaNuove esplosioni del vulcano indonesiano Sinabung, nel nord dell’isola di Sumatra, che nella notte hanno costretto migliaia di persone a fuggire per mettersi a riparo dalla caduta di diversi massi che hanno interessato un’ampia area. L’attività vulcanica è stata inoltre caratterizzata dal lancio di cenere rovente fino a 8 km di altezza. Da quando il vulcano si è “svegliato”, fa sapere la Protezione civile locale, sono state oltre 12mila le persone costrette ad abbandonare la zona.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una partita da brividi… tennis al freddo e al gelo!

nadal-tennis-tuttacronaca

Davvero una partita da brivido quella che hanno giocato Nadal e Djokovic al ghiacciaio Perito Moreno, nella Patagonia argentina. In uno scenario mozzafiato i due tennisti a bordo di una barca, hanno disputato una partita fino all’ultimo colpo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Totti campione nel campo e nella vita: l’appello per le Filippine

Totti-unicef-tuttacronacaFrancesco Totti, capitano della Roma e ambasciatore dell’Unicef, ha lanciato un appello per l’emergenza Filippine. Nel video-messaggio il calciatore spiega: “Sulle Filippine si è abbattuto il più potente tifone mai registrato al mondo. Milioni di persone sono state colpite dal disastro, molti sono bambini. L’Unicef e il World Food Programme stanno già rispondendo all’emergenza, distribuendo aiuti di prima necessità. Ma occorre fare presto. I bambini delle Filippine e le loro famiglie hanno bisogno di aiuto, ora”. Per sostenere i programmi di aiuto basta donare un euro inviando un sms al 45590 da cellulare e due euro da rete fissa. “E’ una corsa contro il tempo!” conclude Totti. L’Unicef sta organizzando gli aiuti per quel che concerne i settori della sanità, nutrizione, acqua, servizi igienico-sanitari, istruzione e protezione dell’infanzia mentre il WFP è al lavoro per mobilitare il cibo e organizzare il supporto logistico e per le telecomunicazioni per le operazioni di soccorso, con ponti aerei dalle basi di Pronto Intervento Umanitario nel mondo.

L’esercito Usa e la polemica sulle immagini delle donne troppo belle

soldati-usa-tuttacronacaLe belle donne ormai riempiono ogni immagine pubblicitaria e anche l’esercito americano si è adeguato al trend. Ma c’è chi sostiene che non dovrebbe farlo, come il colonnello Lynette Arnhart, alla guida di un team di analisti nell’ufficio che si occupa dell’integrazione delle donne nei ruoli di combattimento che prima erano loro preclusi. In particolare, il colonnello Arnhart segnala l’errore ricorrente di selezionare foto con belle donne in articoli e opuscoli, definendolo un autogol ricorrente in campo della comunicazione. L’uso di imagini di donne avvenenti, infatti, risulterebbero meno convincenti nell’ottica di arruolare nuove leve. ”In generale, le donne brutte vengono percepite come competenti, mentre per le più belle si dà per scontato che usino la propria bellezza per farsi strada”, ha scritto. Una donna di bell’aspetto e truccata, inoltre, distrarrebbe dal contenuto del messaggio. Foto del genere sarebbero fuorvianti, secondo l’esperta. ”Viene da chiedersi se il soggetto ritratto è disposto anche solo a rompersi un’unghia”. Un’immagine che ritrae una donna soldato con il viso sporco di fango, al contrario, ”manda un messaggio ben diverso, rappresentando una donna disposta a ‘sporcarsi le mani’ pur di ottenere l’incarico”. Lo scambio di email sulla strategia comunicativa ”non risponde a una posizione ufficiale”, ci tengono a fare sapere dal ministero della Difesa americano. Ma questo non è bastato a far circolare una valanga di critiche in Twitter.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il mega-jumbo che sbaglia lo scalo!

jumbo-sbaglia-pista-tuttacronacaErano le 22.20 di ieri sera, l’alba in Italia, quando un Dreamlifter della Atlas Air, l’aereo cargo più grosso del mondo, ha sbagliato di nove miglia il punto dell’atterraggio. Sarebbe dovuto aarrivare alla base militare di McConnell, in Kansas, invece ha toccato terra nel mini-scalo di Jabara a Wichita. Qui, non c’è neanche una torre di controllo. I due piloti, come riportano le registrazioni, hanno chiesto “autorizzazione per l’atterraggio” alla torre di controllo della Air Force americana alle 22.15 ricevendo subito l’ok. Atterrati su una pista larga appena 30 metri, ancora senza alcun sospetto di quanto accaduto, hanno chiesto istruzioni ai controllori per raggiungere il terminal. Solo allora l’equivoco è apparso palese: “Non siete al nostro aeroporto”, hanno detto gli addetti di McConnell. “Yes Sir, siamo scesi nello scalo sbagliato!” la risposta dal maxi jet della Atlas Air. Il fatto più curioso è che lo stesso pilota avrebbe già effettuato l’atterraggio ben 26 volte, negli ultimi mesi, alla base Usa, quindi per lui zona e punti di riferimento non erano certo nuovi.

Per quel che riguarda il Dreamlifter, si tratta di uno dei quattro esemplari di questo aere costruiti dalla Boeing e che vengono principalmente utilizzati per trasportare i pezzi tra le varie fabbriche del gruppo. Il problema ora è che la pista dove si trova è molto più corta rispetto allo spazio necessario al decollo per il colosso che al momento si trova dunque bloccato a terra. Come se non bastasse, il super-muletto spedito ieri da McConnell per provare a trainare via-strada il “bisonte volante” fino alla base, si sarebbe guastato lungo la strada. A questo punto si pensa di svuotare quanto più possibile l’aereo, liberandolo dalle merci e alleggerendolo di buona parte del carburante per poi attendere un giorno di vento sostenuto e provare a “forzare” i parametri del decollo. Alla Boeing serve che l’aereo torni operativo e ora le autorità hanno dato il via libera per fare un primo tentativo di decollo.

Immagina se i grandi della musica fossero ancora tra noi…

elvis-adesso-tuttacronacaMolte sono le icone musicale che ci hanno lasciati quant’erano ancora giovani e viene naturale chiedersi come sarebbero al giorno d’oggi. E se non potremo mai sapere che canzoni ci avrebbero regalato, possiamo almeno immaginarci il loro aspetto. Questo grazie alla tecnologia e all’idea del Sachs Media Group di rielaborare le loro foto. Tra gli artisti proposti, John Lennon, morto all’età di 40 anni e che ora ne avrebbe 73, ma anche un 78enne Elvis Presley, Janis Joplin che avrebbe spento quest’anno le 70 candeline mentre per Kurt Cobain sarebbero state 46. Ma la serie ci permette anche di vedere un 70enne Jim Morrison e Jimi Hendrix di un anno più vecchio. Keith Moon, degli Who, morto per un’overdose a 32 anni ora ne avrebbe 67 mentre Karen Carpenter, dei Carpenters, avrebbe festeggiato il 63° compleanno. E ancora, il Beach Boy Dennis Wilson oggi sarebbe un ragazzo di 69 anni mentre Bob Marley ne avrebbe uno in meno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La storia secondo Instagram!

Instagram_tuttacronaca

Come sarebbe una storia raccontata dai diretti protagonisti? Ecco che c’è chi ha costruito un profilo Instagram e ha iniziato un viaggio nel sito Histagrams, che ipotizza di volta in volta scatti di personaggi celebri come se il popolare social network esistesse da sempre.

Ecco che Martin Luther King è al lavoro su “I have a dream…”, Saddam mostra il suo nascondiglio e commenta “Qui non mi troveranno mai”, Al Capone invece ostenta la sua ricchezza e Annibale attraversa le Alpi… chi ha detto che la storia è noiosa? E’ solo la più fantastica avventura fatta di eroi e nemici come nel più classico film che neppure  Hollywood riesce a produrre.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lo scivolo più alto del mondo… ci si lancerà dal 17° piano!

Lo-scivolo-alto-come-17-piani-sarà-il-più-alto-del-mondo-tuttacronaca

Sarà come lanciarsi dal 17° piano quando il 23 maggio 2014 verrà inaugurato il parco acquatico di Schlitterbahn a Kansas City e i visitatori potranno viaggiare su Verruckt  (insano in tedesco), ovvero lo scivolo acquatico più alto al mondo. Verruckt non sarà solo il più alto, ma anche il più ripido e il più veloce al mondo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

La guerra del salmone

orsi-salmone-tuttacronaca

In Alaska va in scena al Katmai National Park la guerra del salmone. Due orsi bruni si fronteggiano per contendersi un salmone e il fotografo americano  Tin Man Lee li ha immortalati.  “E’ stato un momento straordinario – racconta il fotografo – i due orsi erano della stessa taglia ma uno dei due doveva per forza arrendersi”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La scorta del Cavaliere placca “la Iena”

berlusconi-iena-lucci-tuttacronaca

Enrico Lucci, una de Le Iene, oggi si è presentato al Congresso Nazionale del Pdl e ha cercato di avvicinare Silvio Berlusconi mentre saliva in auto. Le guardie del corpo del Cavaliere lo hanno prontamente fermato. Ecco la sequenza di foto del “placcaggio” alla Iena:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Esplode un gasdotto, inferno a Dallas

milford-texas-explosion-tuttacronaca

E’ esploso un gasdotto in costruzione della Chevron, a Milford, in Texas, a 80 km da Dallas. L’esplosione è stata provocata da un errore umano: la conduttura è stata infatti forata durante i lavori di un’altra pipeline.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per precauzione i 700 abitanti della cittadina rurale sono stati evacuati. Ecco le immagini dell’enorme colonna di fumo nero, riprese da lontano.

Via i forcipi e le ventose nei parti difficili, arriva l’invenzione del meccanico

bebè-forcipe-tuttacronaca

Non è stato un medico, ma un meccanico argentino, Jorge Odòn, a inventare il nuovo dispositivo che aiuterà nei parti difficili, una valida alternativa al forcipe e alle ventose, ma soprattutto privo di rischi per il neonato. L’idea ce l’ha avuta osservando il funzionamento di un cavatappi su Youtube e poi Odòn ha realizzato nella sua cucina un prototipo che ha ricevuto premi dalla United States agency for International development e dalla Grand Challenges canadese. La stessa Organizzazione mondiale della sanità (Oms) lo ha approvato giudicandolo innovativo, facile da usare e sicuro.

tuttacronaca-forcipe-

“Può salvare molti bambini nei paesi poveri ed evitare molti cesarei”, ha detto al New York Times Mario Merialdi, coordinatore del dipartimento di salute materna e perinatale per l’OMS. Tecnicamente, il dispositivo è una sorta di manicotto gonfiabile di plastica lubrificata che, avvolto intorno alla testa del bambino e poi gonfiato, tira fuori il nascituro senza rischi. Il nuovo metodo è sperimentato in più paesi e in Italia lo studio, in corso, è coordinato dalla Università di Perugia. Il giudizio dei ginecologi italiani è già più che positivo: “Al contrario di forcipe e ventosa, non provoca alcun trauma perché è soffice – ha detto Antonio Starita, dirigente medico a Ginecologia ed ostetricia del San Camillo di Roma – . E’ assolutamente promettente e da verificare sul campo”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un treno di caffé: la Svizzera attraversata al suono di dal doppio espresso!

starbucks-treno-svizzera-tuttacronaca

Una Coffee House su rotaia, un vagone bipiano dove poter degustare un doppio espresso in perfetto stile Starbucks potendo anche scegliere la miscela preferita mentre i chilometri scorrono veloci sotto l’intercity  che percorrerà due volte al giorno la tratta Ginevra-San Gallo, da Ovest a Est della Confederazione elvetica. Il merito di questa – è il caso di dirlo – “gustosa” idea va infatti a FFS – Ferrovie Federali Svizzere, SBB in versione originali, e Starbucks, la più grande catena di caffetterie al mondo, che dal 21 novembre daranno ai clienti l’opportunità di viaggiare a bordo di una caffetteria a due piani: al piano inferiore, il take-away permetterà una rapida ristorazione e a quello superiore i clienti potranno gustare il caffè, bibite fredde e calde e naturalmente la pasticceria del noto marchio di ristorazione.  “Qui abbiamo aperto il primo Coffee House dell’Europa continentale, da Losanna comperiamo il caffè in tutto il mondo e nella Svizzera centrale acquistiamo le nostre macchine per la miscela”, dice Rich Nelsen, Senior Vice President Starbucks EMEA. “La catena internazionale completerà la nostra offerta in maniera perfetta. Vogliamo rivolgerci in special modo ai giovani ospiti e alle persone in viaggio d’affari”, aggiunge Jeannine Pilloud, capo di FFS Viaggiatori.Ecco una gallery tutta da gustare: 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Spettacolo all’Etna, gli anelli di fumo volteggiano nell’aria

anelli- etna-tuttacronaca

Gli anelli di fumo dell’Etna, ovvero un fenomeno raro ma già conosciuto. L’impresa di immortalarli per la prima volta era riuscita al vulcanologo tedesco Tom Pfeiffer, fondatore del tour operator Volcano Discovery, che li aveva già documentati con alcuni scatti nel 2000. L’11 novembre Pfeiffer ha ripetuto l’impresa con altri scatti ancora più spettacolari dei precedenti. Gli anelli di fumo quest’anno si sono prodotti grazie al vapore e al gas emesso dal cratere Sud-est dell’Etna e con l’azione del vento si sono formati nel pomeriggio di lunedì scorso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

We are the World: il video per le Filippine, mentre cresce il bilancio dei morti

philippines-typhoon-tuttacronacaAppena due giorni fa il presidente Benigno Aquino ha dichiarato che “Il bilancio dei morti per il passaggio del supertifone Haiyan nelle Filippine è di 2mila o 2.500 morti, ma non 10mila”. Ma se lui ha smentito il bilancio delle Nazioni Unite, ora, purtroppo, la realtà smentisce lui: è infatti salito a 4.460 morti il nuovo bilancio, ancora provvisorio, delle vittime del tifone Haiyan. Lo ha reso noto l’ufficio del coordinatore degli Affari umanitari delle Nazioni Unite citando i dati forniti dal governo di Manila. A causa della calamità, sono circa 900mila le persone che sono state sfollate.

Filippine: la fame spinge al saccheggio. Scontro a fuoco con la polizia

filippine-tifone-tuttacronacaE’ la tv locale filippina a riferire di uno scontro a fuoco avvenuto tra le forze dell’ordine e degli uomini armati che tentavano di saccheggiare negozi di alimentari nel villaggio di Abucay, uno dei centri più colpiti dal tremendo tifone Haiyan. E’ stata la carenza di generi alimentari a spingere migliaia di persone a prendere d’assalto un magazzino di riso ad Alangalang nell’isola di Leyte. Rex Estoperez, portavoce dell’autorità alimentare nazionale, ha piegato che un muro del magazzino assaltato è crollato e otto persone hanno perso la vita, aggiungendo in seguito che  sono stati portati via fino a 100mila sacchi di riso.

Saturno, come non l’avete mai visto

o-SATURNO-tuttacronacaE’ il pianeta più affascinante del Sistema Solare e questa foto pubblicata dalla NASA lo dimostra come nessuna è riuscita a fare fino ad ora. In essa appaiono, minuscoli e insignificanti, anche Venere, Marte e la Terra. In realtà, l’immagine è stata creata con 141 foto scattate dalla sonda Cassini, inviata 15 anni fa nell’orbita di Saturno per cercare di svelarne tutti i suoi segreti. Ma quello che rende davvero unica una simile composizione è che riesce a mostrare il pianeta esattamente come lo vedrebbe un essere umano se si trovasse nella stessa posizione della navicella e, ovviamente, se avesse la sua stessa capacità di visione. Da sottolineare: l’immagine non è stata ritoccata. Oltre a mostrare in dettagli gli anelli di Saturno, nell’immagine appaiono anche settte dei suoi circa 200 satelliti, tanti sono infatti quelli che si ritiene orbitino attorno al pianeta. La foto è stata scattata lo scorso 19 giugno. La scena copre 651,591 km.

saturno-tuttacronaca

Haiyan, parla il presidente delle Filippine: 2500 morti

filippine-tifone-Haiyan-tuttacronacaNonostate i primi, allarmanti bilanci che parlavano di 10mila morti a seguito della furia distruttrice con la quale il tifone Haiyan si è abbattuto sulle Filippine, il presidente Benigno Aquino ha dichiarato che “Il bilancio dei morti per il passaggio del supertifone Haiyan nelle Filippine è di 2mila o 2.500 morti, ma non 10mila”. Il premier ha inoltre precisato che le prime stime fornite dalle Nazioni Unite potrebbero essere state influenzate dall’emotività causata dal dramma.

Il tifone nelle Filippine: ancora nessuna notizia di 9 italiani

filippine-tifone-tuttacronacaLe autorità italiane sono riuscite a rintracciare tre dei dodici italiani che si trovavano nelle Filippine al momento dell’arrivo del distruttivo tifone Haiyan e con i quali si erano persi i contatti. A riferirlo, il viceministro degli Esteri, Marta Dassù. “Siamo riusciti a contattare tre persone, stanno bene e questo è un dato positivo”, ha commentato il viceministro.

La bici che dice addio al cestino: si ripone tutto nella ruota

bicicletta-nuovomodello-tuttacronacaE’ originale e non passa inosservato il progetto per un corso dedicato al design della bicicletta realizzato dal centro di ricerca universitario statunitense Georgia Tech. Quello che non può non catturare l’attenzione è che il cestino è stato sostituito da un vano in plastica leggera ricavato all’interno di una ruota senza raggi. In questo spazio è possibile inserire qualsiasi tipo di borsa o oggetto, fino a undici chili di peso, che resterà totalmente immobile durante il viaggio

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il tifone nelle Filippine: di 12 italiani non si hanno notizie

tifone-filippine-tuttacronacaMassimo Roscigno, ambasciatore italiano a Manila, ha spiegato che sono una dozzina gli italiani presenti nelle Filippine dei quali non si hanno più notizie dopo il passaggio del terribile tifone Haiyan, che con il suo passaggio ha seminato morte e devastazione. “Le persone che ci sono state segnalate o di cui ci sono state richieste notizie e che non siamo ancora riusciti a contattare sono poche unità, forse una dozzina”. E ha aggiunto: “Speriamo che si tratti solo di un problema di comunicazione”.

Viaggio nel rituale Vodou

vodou-tuttacronacaE’ il fotografo americano Anthony Karen a presentare il suo reportage su un rituale Vodou, realizzato dopo aver conquistato la fiducia dei partecipanti recandosi spesso ad assistere ai riti e comprendendone la loro vera natura. Solo in seguito li ha fotografati. Lui stesso spiega: “Il Vodou haitiano (è giusto chiamarlo in questo modo e non voodoo termine coniato a Hollywood nel 1920) viene spesso frainteso, esistono molti preconcetti su questi rituali, un sensazionalismo che li rende ‘folcloristici’ per noi occidentali e che impedisce di vederne il reale significato”. E continua: “Il vodou ha avuto un declino subito dopo il terremoto che ha stravolto Haiti, in quanto molti attribuivano a questi riti alcuni disastri naturali occorsi negli ultimi anni. Ma recentemente i rituali hanno ripreso e gli haitiani chiedono sempre più spesso aiuto agli antenati per ottenere la forza di risollevarsi dalla sofferenza e dalla povertà”. Le immagini proposte dal fotografo ritraggono i vari passaggi del rituale, incluso il sacrificio di animali. “Il fatto di bere il sangue degli animali è un modo di rendere loro omaggio per la vita che hanno donato”. “In realtà il sacrificio esiste presso molte popolazioni: ad esempio sono stato invitato dalla tribù Lakota in South Dakota e ho assistito al rituale del Bufalo dove i presenti bevono il sangue dell’animale. Perché si crede dia forza. Il sacrificio di animali proviene da antiche tradizioni ma è solo una parte del rituale. Esiste ovviamente un lato oscuro del Vodou ma non è sempre parte del rito. In quel caso, se viene richiesto dai Vodouisti viene coinvolto il Bokor, una specie di stregone”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il supertifone: ansia per gli italiani nelle Filippine e per la salute dei bimbi

tifone-haiyan-tuttacronacaA lanciare l’allarme per la presenza di alcuni italiani nelle Filippine, dei quali al momento non si hanno notizie, è l’ambasciatore italiano Massimo Roscigno: “Ci sono dei cittadini italiani di cui non si riescono ad avere notizie e che risultano impossibili da contattare”.  ​All’Adnkronos ha spiegato: “Di alcuni sappiamo esserci probabile presenza in quelle zone ma ancora non abbiamo avuto modo di contattarli, perchè i collegamenti sono interrotti, ed è difficile raggiungerli”. Ma non sono solo i silenzi dei nostri concittadini a destare preoccupazione, nelle Filippine devastate dal tifone Haiyan si cerca di portare aiuti anche ai 4 milioni i bambini colpiti dalla tragedia. Al riguardo, l’Unicef sta accelerando l’invio di aiuti d’emergenza. “Vista la drammatica situazione, abbiamo deciso di aprire una campagna di raccolta fondi a favore dei bambini”, annuncia il presidente dell’Unicef Italia Giacomo Guerrera, che rivolge “un appello a tutti: è possibile donare tramite il sito unicef.it e i consueti canali”. Gli aiuti sono già stati mobilitati e il Rappresentante Unicef per leFilippine Tomoo Hozumi ha spiegato: “Stiamo facendo più in fretta possibile per procurarci aiuti essenziali per i bambini che stanno sopportando il peso di questa crisi. Raggiungere le zone più colpite è molto difficile; l’accesso è limitato a causa dei danni provocati dal tifone alle infrastrutture e alle comunicazioni, ma stiamo lavorando giorno e notte per trovare modi per rendere disponibili più rapidamente gli aiuti per i bambini, non appena le condizioni lo consentiranno”. Non solo cibo, l’Unicef si sta preoccupando anche di fornire kit sanitari e le spedizioni partite dalla Unicef Supply Division di Copenaghen stanno arrivando anche compresse per la depurazione dell’acqua, sapone, kit medici, teloni. I bambini che sono sfuggiti alla terribile violenza di Haiyan hanno bisogno di assistenza urgente. “L’Unicef sta facendo tutto il possibile per raggiungere questi bambini, il più rapidamente possibile con aiuti essenziali, per proteggere la loro salute, la loro sicurezza e il loro benessere nei difficili giorni a venire” ha ricordato il Rappresentante Unicef per le Filippine Hozumi. Nel frattempo, il governo delle Filippine ha lanciato un appello alla calma nelle zone devastate dalla furia del tifone Haiyan dove ieri si stanno registrando saccheggi ed assalti agli aiuti. “Il governo nazionale prenderà temporaneamente il controllo su quelli locali e nominerà persone agli incarichi rimasti vacanti”,  ha detto il presidente Benigno Aquino. Haiyan, nella sua corsa, ha intanto raggiunto anche il sud della Cina, dove almeno quattro persone sono morte e decine sono date per disperse e sul Vietnam. L’ agenzia Nuova Cina riferisce che le scuole sono rimaste chiuse per precauzione nelle città di Beihai, Qinzhou e Fangcgenggang, mentre le precipitazioni continuano. In totale circa mezzo milione di cinesi hanno subito la furia del tifone che ora si è ridotto di intensità ed è stato «declassato» a tempesta tropicale.

Nel fango con tutte le ruote: Wisdom e la sua Porsche

porche-fango-tuttacronacaSe la cava meglio sull’erba del campo il difensore del Liverpool e dell’Under-21 inglese Andre Wisdom. Se il calciatore può fare affidamento suoi suoi piedi, infatti, sembra non valga lo stesso per le quattro ruote. Come dimostrano le foto della sua Porsche Panamera Turbo da 500 cavalli immersa nel fango. Wisdom, infatti, ha pensato bene di usare l’auto per attraversare un guado, senza pensare che non si tratta di un fuoristrada…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tra le macerie, una nuova vita. La bimba nata nelle Filippine

bimba-filippine-tuttacronacaIl bilancio delle vittime del supertifone Haiyan, che con la sua potenza ha devastato le Filippine centrali, è stimato in 10mila persone. E i sopravvissuti non sanno come affrontare la situazione: non si trovano cibo, acqua nè medicine e si teme che i soccorsi siano insufficienti. Intanto le Nazioni Unite affermano che solo a Tacloban, sono stati seppelliti in una fossa comune dai 300 ai 500 corpi mentre l’ente filippino per l’aviazione civile ha reso noto che è stato parzialmente riaperto l’aeroporto di Tacloban per permettere un arrivo più rapido di aiuti umanitari che ad ora sono giunti in minima parte data la necessità di utilizzare solo elicotteri militari o le strade di accesso in gran parte ancora inagibili. Ma in questo panorama desolante e carico di disperazione, ecco che la vita è comunque riuscita a fare capolino. Una donna ha infatti dato alla luce la piccola Bea Joy, in onore della nonna Beatriz che ha perso la vita nel disastro. “E’ il mio miracolo. Ho pensato che sarei morta”, ha raccontato la madre Emily Sagalis, 21 anni, dopo la nascita avvenuta in una sala dell’aeroporto semi-distrutto di Tacloban, adibita a sala parto di emergenza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: