Omicidio? Ritrovato un corpo alla periferia di Roma, indagini in corso

via-carmelo-bene-omicidio-tuttacronaca

Il corpo di un uomo è stato ritrovato nella periferia della capitale in via Carmelo Bene all’altezza del civico 481, zona Fidene, all’interno di un’area verde, Parco delle Sabine, sulla via che collega il Raccordo con i quartieri periferici di Casale Nei e Porta di Roma.  Il cadavere, che dalle prime indiscrezioni potrebbe essere quello di un 70enne sottoufficiale dell’esercito in pensione, risulta avere alcune ferite alla testa. Gli inquirenti che stanno svolgendo le indagini non escludono che possa trattarsi di un omicidio, ma si lasciano aperte altre ipotesi, anche perché sul posto sarebbe stata rinvenuta una pistola., ora al vaglio delle forze dell’ordine.

Si è anche raccolta una testimonianza di un residente in zona “Sono passato proprio da qui questa mattina, intorno alle otto e un quarto, e non ho visto assolutamente niente”.

  
Annunci

Esplosioni a Milano. “Non ti avvicinare è una bomba”. Solo un guasto elettrico?

milano-san-marco-incendio-tuttacronaca

Una tranquilla serata milanese. Un sabato sera dove i clienti stavano mangiando al ristorante e sorseggiando un drink al bar quando, in via San Marco, la luce va via all’improvviso, il buio avvolge locali e abitazioni, gli allarmi iniziano a suonare e nel caos generale si sentono distintamente due esplosioni. Il fumo si alza e le fiamme rischiarano la zona, proprio a pochi passi da via Palestro dove si sta celebrando una commemorazione per le vittime dell’attentato mafioso che colpì Milano nel ’93.

Immediatamente torna il terrore: «Non avvicinatevi, è una bomba», azzarda qualcuno.

C’è chi come Fabio, allenatore che lavora poco distante dal luogo delle esplosioni, racconta: «Come se fossero saltate delle bombole del gas». In particolare il fumo esce dal civico n.33 3 in pochi istanti dai locali e dai palazzi i residenti e i clienti si riversano in strada.  C’è la polizia che fa allontanare un uomo che cerca di spegnere l’incendio con l’estintore e in pochi istanti la zona viene fatta evacuare mentre tre squadre di vigili del fuoco arrivano a sirene spiegate.

Dall’alto, una donna, al terzo piano, chiede aiuto. «Non riesco a uscire: ho battuto la testa, ho paura». Due vigili del fuoco salgono a portarla fuori, ha un enorme bernoccolo, un taglio sanguinante, barcolla, viene soccorsa infine dagli infermieri del 118. Anche una donna anziana viene medicata sul posto. Alla fine il bilancio è di tre lievi infortunati, ma la paura si legge sugli occhi di tutti i presenti.

Le cause dell’incendio probabilmente, sono da attribuirsi ai cavi dell’alta tensione che, lì, coinvolgono alcuni condomini da ambedue i lati della strada. Complici le alte temperature i cavi dell’alta tensione sono andati in surriscaldamento, sprigionando così del gas, all’origine della duplice esplosione che ha scatenato il panico nel quartiere. Tra i danni riscontrati in zona anche le tubature dell’acqua che sono saltate.

milano-via-san-marco-esplosioni

Il coniglio Babò invade la Capitale… ma a caro prezzo!

babò

Chi è quel coniglio che osserva e incuriosisce abitanti e turisti della Capitale? Il mistero dei manifesti che sono apparsi per le strade di Roma è stato svelato: il coniglio Babò non è altro se non il nuovo marchio di una catena d’abbigliamento. L’idea è stata di Simone Chistolini, 24enne aspirante stilista che per promuovere la sua linea nascente, già venduta in sei negozi della Città Eterna e che presto arriverà anche a Milano, ha inventato il marchio e, per diffonderlo, ha affisso banner pubblicitari. Peccato che la creatività dimostrata sarebbe costata al ragazzo una mega multa visto che, nella maggior parte dei casi, si tratta di affissione abusiva e che oltre ad imbrattare la città, danneggia sia i regolari inserzionisti, i cui manifesti regolarmente pagati vengono coperti, che i competitor della linea d’abbigliamento che si fanno pubblicità in maniera legale. E se il manifesto di Babò si trova ovunque, ora Chistolini dovrà versare al Comune di Roma 400 euro di multa per ciascuna di quelle affissioni abusive. La notizia è stata resa nota dal blog “Roma fa schifo”. La polizia locale e il personale dell’Ama Decoro stanno già provvedendo a rimuovere i manifesti a partire dal I Municipio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Shock in Ungheria: una via intitolata a Cécile Tormay

Cécile-Tormay

Cécile Tormay, morta nel 1937, era molto nota nel periodo tra le due guerre, in in particolar modo aveva guadagnato notorietà anche per essersi vantata di essere fascista e vicina a Mussolini. Nel suo “Libro Prescritto”, dove descreveva la decadenza dell’Ungheria, la Tormay imputò agli ebrei la colpa della situazione . Ora è stato deciso di intitolare una via di Budapest proprio alla “scrittrice apertamente anti-semita”. L’annuncio è stato accolto con shock e sdegno da parte sia della  Federazione ebraica ungherese che del Congresso ebraico mondiale, che hanno vigorosamente protestato contro la scelta. Il sindaco, vicino al partito conservatore al potere Fidesz, ha ora chiesto di che venga aperto un dibattito al riguardo.

Preso l’assassino del gioielliere a Milano?

fermato-uomo-spagna-gioielliere-veronesi-milano
A sei giorni dall’omicidio di Giovanni Veronesi, gioielliere 75enne ucciso nel suo negozio a Milano, sembra che gli inquirenti siano arrivati alla svolta. È infatti stato fermato in Spagna dai carabinieri del Nucleo Investigativo un impiantista incensurato, che aveva avuto con la vittima rapporti di lavoro. L’uomo era fuggito lontano subito dopo la rapina, e scappando attraverso il confine con la Francia era arrivato in Spagna. Gli investigatori si trovano nel Paese iberico già da domenica scorsa. Oggi l’uomo dovrebbe essere interrogato ai fini dell’estradizione.

 

Rapina si trasforma in tragedia in una gioielleria in pieno centro a Milano

gioielliere-milano-ucciso-Giovanni Vescovi-tuttacronaca

Nel pienissimo centro di Milano a via dell’Orso, è avvenuta una rapina, finita nel modo più tragico. Anche se non sono arrivate conferme, sembra che l’orefice sia stato ucciso dopo che ha provato a reagire al furto. A dare l’allarme la moglie che da ore provava a contattare l’uomo senza avere risposta alcuna. In un giorno feriale, i ladri non hanno esitato a uccidere l’uomo, Giovanni Vescovi, un anziano di 73 anni, ritrovato con una profonda ferita alla testa. Tra spavento e sconcerto, la crescente ondata di violenza spaventa sempre di più le grandi città ove i rischi aumentano anche in pieno giorno. I tagli alla polizia si fanno risentire e si ripercuotono sui negozianti che sono i più esposti sopratutto se vendono oggetti preziosi. Ormai la polizia non è più usata a scopo preventivo ma interviene solo dopo che il reato è commesso. Nessun deterrente quindi vi è per i ladri che possono operare indisturbati!

Schianto nella notte per Martin, tanta paura! Non è grave.

caceres-schianto-incidente-juventus-tuttacronaca

Incidente stradale nella notte a Torino per Martin Caceres. Il giocatore della Juventus, alla guida di un suv, si è scontrato in centro città con un’altra vettura con tre giovani a bordo. Violentissimo l’urto, all’incrocio tra corso Dante e via Nizza con semaforo lampeggiante. L’auto del calciatore uruguaiano è finita contro l’ingresso della metro, di fatto impedendone l’apertura. Caceres portato all’ospedale Cto di Torino, non è in gravi condizioni.

Sull’esatta dinamica dell’incidente indaga la polizia municipale. Da una prima ricostruzione dell’accaduto, l’auto del calciatore percorreva via Nizza, l’altra invece percorreva corso Dante in direzione Mauriziano. Proprio quest’ultima non avrebbe rispettato la precedenza. L’incidente si è verificato poco dopo le 3 di notte. Caceres è stato trasportato in ospedale in codice giallo; nelle prossime ore potrebbe essere trasferito nel reparto di chirurgia plastica.

Morte nella movida romana

movida roma,

E’ sempre maggiore il numero dei giovani che rimane vittima di una serata fuori. Roma violenta, Roma abbandonata a se stessa, una città fuori controllo. Così ieri sera è stata l’ennesima notte di sangue in via Libetta, zona famosa per la presenza di numerose discoteche e altri locali. Un ragazzo romano di 23 anni, Alessandro Labozzetta, con precedenti, è morto dopo essere stato accoltellato, probabilmente da un coetaneo, in seguito a una lite. Il giovane è stato soccorso dal 118 e trasporto all’ospedale San Camillo dove è morto. Dopo attente indagini i carabinieri hanno arrestato un ragazzo. Un coetaneo del giovane romano di 23 anni, morto dopo essere stato accoltellato la notte scorsa in via Libetta a Roma, è stato portato in caserma dai carabinieri. La sua posizione è al vaglio degli investigatori. Il giovane morto è stato accoltellato intorno alle 2 nelle vicinanze di una discoteca di via Libetta al culmine di una lite. Soccorso dal 118 è stato trasportato all’ospedale San Camillo dove è morto poco dopo.

aggiornamento: emerge ora che i carabinieri hanno fermato due persone e le hanno portate in caserma perchè coinvolte nell’omicidio. Si tratta di due fidanzati, entrambi di circa 20 anni che sarebbero stati coinvolti nella lite con la vittima all’interno di una discoteca. Una volta usciti fuori da locale si sarebbe consumato l’omicidio.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: