Paura per il Valencia: trasferta per l’Europa League nella Kiev della violenza

kiev-tuttacronaca-partitaNel centro di Kiev la città è messa a ferro e fuoco: impazzano gli scontri tra i manifestanti oppositori del presidente Yanukovych e le forze dell’ordine e la situazione è precipitata in una guerriglia urbana, con già 25 persone morte e innumerevoli feriti. Proprio in questo contesto si giocherà, giovedì, il match dei sedicesimi di finale di Europa League tra la Dinamo Kiev e il Valencia. Gli spagnoli sono chiaramente preoccupati per il clima che troveranno al loro arrivo, previsto per oggi alle 18, nella città ucraina e già ieri mattina i responsabili del club iberico hanno avviato una serie di contatti con i colleghi ucraini della Dinamo, con la Uefa e con l’ambasciata spagnola a Kiev per capire se fosse il caso di annullare la trasferta. Spiega Calcioblog:

In primo momento il Valencia aveva avanzato la proposta di giocare la prima partita al Mestalla per poi temporeggiare in vista del ritorno (magari da disputare in un’altra città ucraina), ma i vertici del calcio europeo hanno insistito nel voler rispettare il calendario tranquillizzando i valenciani; anche l’ambasciata ha dato parere positivo affinché la gara venisse giocata senza problemi, al che dalla Spagna non hanno potuto che confermare il viaggio e domani saranno regolarmente in campo. Nonostante questo hanno preso delle precauzioni, una su tutte non effettueranno nessuna rifinitura della vigilia allo Stadio Olimpico, ma rimarranno asserragliati nell’hotel Opera Kiev, a due chilometri dal centro caldo della rivolta, dove il tecnico Pizzi terrà anche la consueta conferenza stampa; dopo la partita prenotato un volo immediato per Valencia, con rientro a casa nella notte.

Annunci

Conteso tra Juventus e Milan… Nani quale maglia indosserà?

NANI-milan-juve-tuttacronaca

E’ uno dei giocatori più richiesti sul mercato e in vista del calciomercato estivo i club si sono mossi con largo anticipo per vagliare le condizioni e la possibilità di portare Nani a vestire la loro maglia. Tra queste ci sono due italiane la Juventus e il Milan. Il derby di calcio mercato si giocherà quindi tutto in Italia? Decisamente no, perché anche Atletico Madrid, Monaco e Valencia sono interessate al giocatore. Secondo ‘Tuttosport’, nei giorni scorsi però sarebbe stata la società bianconera a muoversi maggiormente e a chiedere all’entourage del giocatore anhce rassicurazioni sul recupero fisico dell’esterno del Manchester United e sembrerebbe che tali rassicurazioni siano arrivate. Il terreno è fertile e la sfida Milan Juve promette scintille… ma attenti ai club stranieri!

 

Calatrava e l’ennesimo disastro… Dovrà risarcire Oviedo

oviedo-calatrava-tuttacronaca

Architetto di fama mondiale, Santiago Calatrava, ma ultimamente alcuni suoi progetti non sembrano aver riscosso molto successo a partire dal ponte di Venezia, fino alla stazione ferroviaria mediopadana. Ora però i problemi di Calatrava si spostano nelle asturie dove a Oviedo, l’architetto è stato condannato dal tribunale a pagare danni per 2,96 milioni di euro per gli errori riscontrati nell’esecuzione delle opere del Palazzo dei Congressi di Oviedo.

Nella sentenza, resa pubblica oggi 7 febbraio e appellabile, l’Audiencia Nacional ha accolto parzialmente i ricorsi presentati dalle parti contro il pronunciamento di primo grado emesso lo scorso 6 giugno dal tribunale provinciale, che condannava l’architetto di Valencia al pagamento di 3,27 milioni di euro, quantità ridotta ora a 2,96 milioni.

La società Jovellanos XXI, che gestisce il Palazzo dei Congressi e delle Esposizioni, è stata costretta a rifare nel 2006 le gradinate dell’Auditorium e a rendere fissa la copertura mobile progettata da Calatrava.

Questo si aggiunge ai problemi legali che potrebbero colpire Calatrava in altre parti del mondo, come a esempio a Valencia dove governo della Generalitat della città spagnola un mese fa ha minacciato azioni legali contro l’architetto per l’inagibilità del Palau de les Artes, nella Ciudad de las Artes y las Ciencias, l’opera forse più emblematica di Calatrava. Dal giorno di Santo Stefano è chiuso per ragioni di incolumità pubblica, a causa del crollo parziale delle tessere di ceramica bianca del mosaico di copertura della facciata della sala operistica. Il cedimento ha costretto a rimuovere l’intero mosaico di tessere che ricopre il Palau de les Arts. L’opera costerà altri 3 milioni di euro al governo regionale di Valencia, che ha già detto di non essere disposto ad assumerne i costi e che saranno parzialmente pagati dal progettista.

Clooney, Calatrava e un film che li unisce

george-clooney-calatrava-tuttacronacaIn Italia quello di Santiago Calatrava è un nome noto. Non solo perchè alcune opere dell’architetto sono presenti nel nostro Paese ma anche per il fatto che, le stesse, fanno molto discutere per i problemi che creano. Come la stazione Mediopiana o il ponte a Venezia. Ma lo spagnolo ha lasciato traccia del suo passaggio anche in Spagna. Ad esempio a Valencia si trova il complesso futuristico Ciudad de las Artes y las Ciencias. E se una volta di più un’opera dell’architetto mostra diversi problemi, resta il fatto che sembra di trovarsi in un film di fantascienza. E anche il mondo del cinema deve averlo pensato, visto che proprio questo luogo è stato scelto dalla Disney per ambientarvi alcune scene del film Tomorrowland. E qui ha fatto la sua apparizione George Clooney, star della nuova pellicola assieme a Hugh “Dr. House” Laurie.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si fa presto a dire “cervelli in fuga”… ma quanti finiscono a pulire bagni?

benja-serra-tuttacronaca“Mi chiamo Benjamin Serra, ho due lauree e un master e pulisco WC”. Inizia così un post apparso in Facebook e che è rapidamente diventato virale in Twitter. La Spagna non vive una situazione più rosea dell’Italia e anche da quella terra molti giovani migrano, in cerca di opportunità. E si fa presto a parlare di cervelli in fuga, ma non sempre si riesce a metter radici in un Paese straniero. Anche questo significa partire: andare verso l’ignoto. E il 25enne di Valencia ha deciso così di condividere la sua esperienza. Una laurea in Giornalismo, un’altra in Pubblicità e Pubbliche Relazioni, entrambe con Premio Extraordinario Fin de Carrera en ambas, un master in Community Management e ora… “barista” a Londra. Prosegue il post: “No, non è uno scherzo. Lo faccio per poter pagare l’affitto dell’appartamento a Londra. Lavoro in una famosa catena di caffè nel Regno Unito da maggio. E dopo 5 mesi lavorandoci oggi, per la prima volta, mi sono visto da fuori. Mi sono visto mentre pulivo i bagni. Il mio pensiero è stato: “Sono Premio Extraordinario de Fin de carrera e pulisco la M***A degli altri in un Paese che non è il mio”. Ok, faccio anche caffè, sparecchio le tavole e lavo le tazze. E non mi vergogno di farlo. Pulire è un lavoro molto dignitoso. Quello che mi fa vergognare è che devo farlo perchè nessuno mi ha dato un’opportunità in Spagna. Ci sono molti altri spagnoli nella mia sitauzione, soprattutto a Londra. “Siete una piaga”, mi hanno detto qui una volta. E non inganniamoci. Non siamo giovani di ventura arrivati qui per imparare la lingua e vivere nuove esperienza. Siamo IMMIGRATI.” Benjamin racconta di essere molto orgoglioso e che ad alcuni inglesi che lo guardano dall’alto al basso perchè fa il “barista” verrebbe voglia di mostrare i suoi attestati di laurea e il suo master ma sa anche che “davvero non servirebbe a nulla”. Sembra infatti che questi titoli ora servano solo per pulire i bagni. “Un vero peccato”. E Conclude: “Io credevo di meritarmi qualcosa di meglio dopo tanto impegno nello studio. Sembra proprio che mi sia sbagliato”. Il ragazzo, all’Huffington Post, ha spiegato che non si aspettava che il suo post avesse una così grande ripercussione. L’ha scritto venerdì, rientrato a casa “stanco e arrabbiato con la vita”. E così, dopo una chiacchierata via Skype con la famiglia, è arrivato lo sfogo in Facebook.Benjamin è arrivato a Londra nell’ottobre del 2012, con un contratto a tempo determinato al termine del quale ha trovato quel lavoro per mantenersi. Non si meraviglia neanche che a Londra gli spagnoli siano visti come una “piaga”: “Perchè ci considerino tali, significa che qui siamo davvero in tanti”. Dà anche un consiglio ai politici: che si rendano conto della sitauzione perchè lui è solo un esempio ma son fin troppi i giovani in una simile situazione. E che dire dei giovani italiani che nel nostro Paese non vedono un futuro e si vedono costretti a fare quello hanno fatto tanti italiani nei secoli scorsi? Emigrare in cerca di un’opportunità? Tutti partono con un sogno, qualcuno ce la fa. Però i sogni di quanti altri s’infrangono contro la realtà estera dove, pur essendo europeii in uno Stato europeo, vengono visti come “piaga”? Perchè è anche vero che i giovani italiani che non si possono permettere di studiare all’estero (già sono molti che attualmente non lo possono fare neanche in Italia) arrivano con in mano diplomi e lauree italiane, magari con una conoscenza scarsa della lingua, senza quella preparazione che altri Stati riescono ad assicurare. E allora la fortuna è trovare almeno un posto dove ti facciano pulire i bagni…
benja-facebook-tuttacronaca

Il video (fake) del mostro marino che esce dall’acqua per mangiare un cagnolino

fake-anguilla-mangia-cane-tuttacronacaIl mare è misterioso… la rete lo è altrettanto! Un video che ha fatto la sua apparizione su Youtube il 15 luglio 2010 per essere poi ripubblicato un anno fa, sta spopolando ora tra il popolo del web. Il filmato mostra un serpente marino che esce dalll’acqua per inghiottire un povero cagnolino a passeggio con la padrona. Il fatto sarebbe accaduto al Parco Naturale dell’Albufera, che sorge 11 km a sud di Valencia, in Spagna. Il fake, che narra dell’aggressione di un’anguilla gigante, era uscito quasi contemporaneamente alla notizia che le acque della laguna erano estremamente tossiche e, di conseguenza, il numero di anguille era diminuito in maniera sensibile. Peccato che la stessa spettacolarità delle immagini renda palese che non siano reali!

San Luigi e la guerra dei pomodori!

la tomatina-spagna-tuttacronaca

Il colore della Spagna non può che essere rosso e quando fortunatamente non lo è per il sangue della corrida allora diventa rossa per la guerra dei pomodori. Ogni anno, l’ultimo mercoledì di agosto nel piccolo centro di Buñol, in provincia di Valencia, per celebrare il patrono della cittadina, San Luigi, si tiene la festa della Tomatina. Sono migliaia quelli che si dilettano nel lancio dei pomodori maturi coltivati unicamente per questa manifestazione, infatti questa tipologia di ortaggio non è commestibile a causa del suo sapore particolarmente acre. Ogni anno in onore del Santo ne vengono distrutti più di 100 tonnellate.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fiorentina affila le armi su Rami, vuole sottrarlo a Napoli e Roma

Adil+Rami+tuttacronaca-fiorentina-roma-napoli-calciomercato

Sono molti ad aver adocchiato il giocatore Adil Rami, classe 1985, che milita tra le file del Valencia. Il francese però sembra sempre più vicino alla Fiorentina, anche se Napoli e Roma stanno da giorni girando intorno all’affare. Il giocatore costerebbe circa dieci milioni di euro e sarebbe gradito a Rudi Garcia che lo ha già allenato al Lille.

 

In giro per l’Europa… da uno zoo all’altro!

cuccioli

Sono molti gli zoo presenti in Europa dove si possono trovare animali di tutte le razze e specie. Lo Schönbrunn, a Vienna, è quello più antico del mondo: la sua inaugurazione risale al 1752 e vanta una media di due milioni di visitatori l’anno, ance se sulla rete non sembra riscontrare particolare successo, a differenza di quello londinese: per lui 23mila followers e delle new entry di eccellenza: Jae Jae e Melati, sue splendide tigri di Sumatra.  Ma anche Kumbuka, un gorilla di 15 anni da poco arrivato. In Gran Bretagna è poi anche possibile visitare lo zoo di Chester, il più grande di tutto il Regno Unito con 11mila animali e 19mila visitatori virtuali. Qui si possono conoscere Tina il bradipo, Nima il panda rosso, e Millie il baby giraffa. Chi ha da poco spento le 100 candeline è lo zoo di Edimburgo, che si vanta di avere la più grande piscina per pinguini d’Europa. Chi invece ha organizzato un reality, in onda su RTE One, è lo zoo di Dublino, che racconterà l’amore tra Marmaduke e Rio (due tapiri) e “l’adolescenza” di Budi, giovane elefante. Quello di Praga è invece più recente, la sua inaugurazione risale al 1931, che ha subito però seri danneggiamenti nel corso dell’alluvione del 2002. In primavera ha tagliato il nastro alla valle degli elefanti e sono state aperte nuove case per gli ippopotami. Imperdibile poi l’adventure zoo di Hanover, dove si possono ammirare le immersioni dei pinguini, degli orsi polari e delle foche, ma anche i cuccioli di elefante e i gorilla di montagna. Gli orsi polari, gli elefanti ed Enzo, il leone marino californiano si possono andare a salutare, invece, a Berlino. Per un’esperienza diversa, una zoo-immersion, indispensabile arrivare al bioparco di Valencia, suddiviso in quattro zone che danno l’impressione di un viaggio in Africa: savana, foresta equatoriale, Madagascar e zone umide. Ma anche in Italia abbiamo di che andare orgogliosi: oltre al bio parco di Roma e al parco faunistico di Bergamo, a Fasano, in Puglia, è possibile vivere l’avventura di un vero e proprio safari a bordo della propria auto e ammirare leoni, tigri, elefanti e antilopi e, se non si ha voglia di guidare, si può sempre optare per un viaggio in treno attraverso il villaggio delle scimmie.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: