Justin Bieber: tra canzone rubata e arresto!

miley-cyrus-justin-bieber-arresto-twerk-tuttacronacaEra luglio quando il rapper Lil Twist aveva dato l’annuncio di una collaborazione con Miley Cyrus e Justin Bieber. E ora la canzone sembrerebbe aver fatto la sua apparizione in Youtube, rubata e pubblicata in anticipo rispetto la data che era stata prevista. Come appare evidente a un primo ascolto, il brano è basato sulla mossa dance del momento, dalla quale prende anche il titolo: Twerk. Un tema caro a Miley, visto che si è esibita in questa danza anche in occasione degli ultimi MTV Video Music Awards.

Aveva appena terminato di banchettare a milkshake alla fragola e patatine (come ricostruito da TMZ) con l’amico rapper Tyler The Creator, Justin Bieber, quando a bordo della sua Ferrari bianca ha pensato bene di “bruciare” un segnale di Stop contravvenendo alla più elementare regola della strada. Subito bloccato dalle autorità locali di Los Angeles, il cantante si è fatto trovare senza patente. Conseguenza: la polizia ne ha disposto l’arresto per chiarire la sua posizione. Sembra però che la pop star se la sia cavata: avrebbe infatti ammesso le proprie colpe mostrandosi conciliante. Dopo di che i due sono ripartiti, con il rapper al volante.

Annunci

Ecco lo spot più razzista di tutti i tempi!

pepsi-tuttacronaca

Guai legati alla pubblicità per la PepsiCo, nota società che produce anche l’omonima bibita. L’ultimo spot è stato ritirato in quando ritenuto razzista, per la precisione “il più razzista di sempre”!  L’immagine insopportabile  è una donna che all’interno di una stazione di polizia deve identificare il suo aggressore e tra i sospettati ci sono solo due afroamericani e una capra di nome Felicia. Lo spot, creato dal rapper e produttore discografico statunitense Tyler The Creator, ha suscitato immediate polemiche tanto da far dichiarare a una portavoce della PepsiCo: “Ci scusiamo per il video e ci assumiamo la piena responsabilità”.

La provocazione è sempre stata una delle armi più utilizzate dal commercio, ma come mai ormai la pubblicità va alla ricerca di immagini sconvolgenti e sconcertanti? Probabilmente la crisi ha influito sugli umori dei pubblicitari e, forse, si è notato che una sorta di incitamento alla violenza, una discriminazione razziale o un’esortazione omofoba anche se condannata dall’opinione pubblica alla fine premia a livello commerciale. Insomma si è abbassata la soglia dell’etica… tutto diventa commercio anche lo scandalismo a cui seguono poi le scuse…

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: