Un cane muore asfissiato sulle navi Tirrenia: due versioni

pastore-tedesco-morto-tuttacronaca

Forse sarà stato un caso isolato, forse si sarà trattato di un tragico errore, ma Rocky, il cane della signora Maria Rosanna, originaria di Rieti, era uno di famiglia e ora è morto dopo un viaggio in nave da Civitavecchia ad Olbia. La padrona aveva chiesto  alla compagnia navale Tirrenia di riservarle una camera sul traghetto che salpava ieri notte da Civitavecchia e che questa mattina ha attraccato regolarmente  a Olbia. Un viaggio lungo che faceva preoccupare la donna. Rocky non lo voleva far stare per 8 ore sul ponte di notte. Voleva che stesse con loro, accudito per tutto il viaggio, proprio come un figlio. Ma la compagnia aveva risposto secondo il regolamento “Gli animali si possono portare solo nella suite e al momento siamo al completo”. Così la donna si era vista costretta ad affittare un posto nella zona riservata ai cani.

Quasi 400 euro di cui 270 per l’acquisto della gabbia e altri 100 per la custodia. Era il costo di una notte con tutti i confort in un albergo a 5 stelle, invece a Rocky non è stata data neppure l’acqua ed è stato tenuto nel garage accanto al vano motori. Una dimenticanza? La zona riservata ai cani era al completo? Il cane, spaventato e solo, è morto asfissiato dal caldo e dai fumi della nave. Una notte che si è trasformata in calvario e la mattina dopo gli addetti hanno solo potuto constatare il decesso della povera bestia. Tre membri dell’equipaggio si sono presentati dalla signora e sembra anche che abbiano incolpato in un primo momento proprio Maria Rosanna di quella morte che secondo loro, e secondo quanto riportato da alcuni media, sarebbe avvenuta per incuria. Poi è scattata però la rivolta degli altri passeggeri: Stavolta e’ finita in tragedia, ma le condizioni in cui sono costretti a viaggiare questi poveri animali sono pessime e prima o poi bisognava aspettarselo. È’ dire che si pagano fior di soldi per portarli con noi”, ha dichiarato un giovane accompagnato dal suo gatto costretto ad essere chiuso in una gabbietta per tutto il viaggio. La donna stava per svenire, il marito dalla rabbia ha avuto un malore. Rocky non c’è più. Ora la famiglia vuole far denuncia alle autorità competenti. Forse così si eviteranno disgrazie future. (Fonte “Leggo”)

Aggiornamento 14 agosto 2013, ore 21:26

Testimonianze a cui si è aggiunta l’ammissione dei proprietari del cane, riportate anche sul giornale di bordo, portano in luce che sono stati gli stessi ad averlo lasciato chiuso in un trasportino all’interno della loro autovettura nel garage della nave. Oltre a questo, sono stati lasciati i vetri chiusi. E’ stato così causato il decesso del povero animali. E’ la Tirrenia che, in una nota, smentisce “categoricamente di aver concorso o, ancor peggio, causato la morte del cane Rocky a bordo di una delle sue navi (Bithia) nella traversata tra Civitavecchia e Olbia lo scorso 12 agosto”. “Ai proprietari di animali viene ripetutamente comunicato nel corso delle traversate dagli autoparlanti di bordo, di tenere i loro animali con sè o nel canile posizionato su uno dei ponti”, continua la nota di Tirrenia che “si rammarica per quanto accaduto a Rocky, ma non può ritenersi responsabile di azioni dirette dei proprietari e tantomeno delle loro negligenze che, nello specifico secondo quanto da loro dichiarato, erano stati consigliati da chi gli aveva venduto lo stesso trasportino, evidentemente incurante delle conseguenze delle proprie affermazioni.”

Visto che le versioni sono contrastanti siamo costretti come moderatori del blog a rimuovere alcuni commenti che potrebbero essere lesivi dell’immagine della compagnia Tirrenia. Appena accertato il fatto i commenti saranno nuovamente online. Ringraziamo tutti coloro che hanno voluto contribuire con la loro testimonianza. 

Annunci

Scompare un uomo sul traghetto per la Sardegna

TRAGHETTI-SARDEGNA-scomapre-uomo-tuttacronaca

Aveva circa 70 anni il passeggero che è scomparso nella notte a bordo del traghetto o della Tirrenia “Bonaria” in navigazione fra Cagliari e Civitavecchia.  Ora le ricerche stanno proseguendo in mare con le  Motovedette delle capitanerie di Cagliari e Olbia e un velivolo dell’aeronautica decollato dall’aeroporto di Decimomannu (Cagliari). Si teme che l’uomo si possa aver deciso di gettarsi in mare. In particolare si sta scandagliando la zona al largo di Arbatax (Ogliastra).

Big Fish: il primo stabilimento balneare gestito da ex pazienti psichiatrici

big-fish-stabilimento-balneare

Arriva sul litorale pisano, a Tirrenia, Big Fish, il primo stabilimento blaneare italiano interamente gestito da ex pazienti psichiatrici e dove si fa reinserimento sociale e lavorativo delle persone con disagio mentale. Nato per volonta’ del circolo L’Alba, associazione da tempo attiva in questo settore, e’ composto da 43 cabine, di cui 9 attrezzate per disabili, 120 ombrelloni a uso sociale, sino a circa 180 totali e aree attrezzate per bambini e disabili. Il circolo, da tempo attivo, ha già insegnato in passato che il disagio mentale non è un tabù, aprendo anche un ristorante in cui le barriere della vergogna e del pregiudizio potessero cadere. Nel locale, in via delle Belli torri a Pisa, ospita all’ora di pranzo impiegati, professori, studenti: bar, ristorante e molto altro, interamente gestito da una trentina di ex pazienti psichiatrici. Mentre la sera si può approfittare delle occasioni culturali che vengono offerte. anche qui tutti coloro che vi lavorano hanno vissuto il disagio mentale, frequentano gruppi di auto-aiuto e hanno messo la loro esperienza a disposizione di chi è ancora in mezzo al guado della malattia. Una sfida vinta, che ha aperto le porte anche all’idea di questo nuovo stabilimento. E chissà che al termine della stagione balneare altri ex pazienti non raccontino le stesse esperienze di risalita già ascoltate dai dipendenti del Ristorante. Come quella di Valeriana, la cuoca che era stata intervistata nel 2010 dal quotidiano Il Tirreno: “Sì, perché si può risalire e noi siamo la prova vivente che si può”.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: