Vita dura per gli squali… arrivano le mute invisibili per difendere i surfisti

muta-anti-squalo-tuttacroanaca

Dopo studi scientifici, effettuati all’Istituto degli Oceani dell’Università dell’Australia Occidentale,  arrivano le mute che renderanno il surfista “invisibile” allo squalo. Si è infatti scoperto che gli squali sono daltonici e la muta Elude è disegnata proprio per mimetizzare il surfista tra le onde. Al contrario la muta Diverter porta vivide strisce bianche e blu scuro, che riproducono segni naturali di avvertimento, metteranno in fuga il predatore. Gli squali infatti riconoscono i segnali lanciati da alcune specie che riconoscono come “nocive” e si allontanano velocemente. Come ha spiegato il professor Shaun Collin,responsabile del progetto: «Noi abbiamo copiato la tecnologia della natura, basata su strisce di forte contrasto. Chi indossa la muta sarà ben visibile, e l’idea è quella che lo squalo lo vedrà come cibo sgradito e continuerà per la sua strada». Le mute sono ora sottoposte a sperimentazioni con squali tigre e grandi squali bianchi, sia in mari australiani sia in Sudafrica, ma non ancora con soggetti umani.

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

Morire tra le onde: l’ultima surfata di Andrea La Cava

andrea-la-cava-surfista-morto-tuttacronaca

Probabilmente è stato colto da un malore al cuore mentre si esercitava con la tavola tra le onde che tanto adorava Andrea La Cava, il surfista 38enne morto ieri, intorno alle 18 nello specchio d’acqua antistante la spiaggia libera della Fossa Maestra di Massa Carrara. Il giovane, originario di Empoli e residente a Marinella, era istruttore della scuola Kite & Windsurf, Superbank conception, di Marina. Con lui erano in acqua alcuni amici che, sentite le grida di aiuto, lo hanno raggiunto e portato a riva, dove ha esalato gli ultimi respiri. Non sono valsi a nulla i tentativi del medico del 118: Andrea è morto sotto gli occhi della sua compagna, Arianna Covacic, e del figlioletto di due anni e mezzo, Tommaso, presente per ammirare le evoluzioni del papà dalla battigia del Barumba. Il giovane si era trasferito per seguire la compagna e vivere vicino all’amato mare. In questa terra hanno creato una famiglia e lui aveva trovato lavoro al ristorante focacceria Mata Hari di Marina. Una vita semplice ed appagante la sua, che si svolgeva fra il locale di viale Colombo alla Fossa Maestra e la spiaggia antistante dove si dirottava in ogni momento libero per seguire quelle stesse onde che gli hanno porto il loro ultimo saluto.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: