Le spose bambine hanno diritto all’accoglienza in Italia

tuttacronaca-nigeria-spose-bambine

Corte di Cassazione ha dato ragione a una ragazza nigeriana che il ministero dell’Interno invece avrebbe voluto rimpatriare. Secondo i giudici della Suprema Corte “E’ certo, in diritto, che la costrizione di una donna a un matrimonio forzato costituisce grave violazione della sua dignità”. La giovane nigeriana, fuggita dai parenti che le volevano imporre di sposare un uomo di 72 anni e di lasciare il fidanzato, stava per essere rimpatriata dal ministero dell’Interno perché “avrebbe dovuto denunciare” tutto alla polizia del suo Paese che “con ogni probabilità” avrebbe perseguito i colpevoli. La Corte di Appello di Trieste prima di negare la protezione alla giovane avrebbe dovuto informarsi bene sulla situazione sociale e politica della Nigeria perché l’accoglienza deve essere accordata anche quando la violenza denunciata non proviene dalle autorità statuali ma da soggetti privati, come i familiari, ed inoltre occorre verificare se, in concreto, le istituzioni di quel Paese sono in grado di assistere e proteggere chi si sottrae a un matrimonio sgradito.

 

I patrigni possono sposare le figlie 13enni: la nuova direttiva iraniana

iran-bimbe-sposano-patrigno-tuttacronacaShock per la decisione del Parlamento della Repubblica Islamica dell’Iran che a fine settembre ha votato una misura che autorizza i padri adottivi a contrarre matrimonio con le figlie appena tredicenni. La misura ha bisogno della convalida del Consiglio dei guardiani della Costituzione preposto, che è composto da dodici membri: sei alte autirità religiose e sei avvocati. L’approvazione del Consiglio è indispensabile per la messa in applicazione. La misura dovrebbe far parte di un vasto programma che ha lo scopo di proteggere l’infanzia. Ovviamente la direttiva ha acceso le polemiche suscitando le ire dei difensori dei diritti umani, preoccupati anche per le derive pedofile che potrebbe celare. In Iran le giovani possono sposarsi dopo aver compiuto 13 anni in presenza del consenso paterno. Se c’è l’accordo di un giudice, possono però essere condotte all’altare anche prima del sopraggiungere di questa età. La battaglia per l’abrogazione, tuttavia, non sembra facile. Come viene ricordato anche da Polisblog, tra le giustificazioni dei sostenitori del testo c’è anche la questione dell’hijab, il velo che le figlie adottive devono indossare in permanenza presenza del padre e che invece possono dismettere in casa in seguito alle nozze, un vantaggio secondo la posizione del governo di Rohani. Per l’avvocato Shadi Sadr, dell’ONG Justice for Iran, si tratta però di una giustificazione che lascia sconcertati. Il legale aggiunge anche: “Sposarsi con un figlio adottivo non fa arte della cultura iraniana. Questa legge legalizza la pedofilia”.

Ecco Rawan, non è morta e non è mai stata sposata.

bimba-sposa-yemen-rawan-tuttacronaca

“Ecco Rawan, è viva, sta bene e non è mai stata sposata“. Le autorità dello Yemen negano così la morte della bimba di 8 anni, che secondo le recenti cronache sarebbe stata uccisa da un’emorragia per le gravi lesioni riportate durante la prima notte di nozze. 

Sembrerebbe quindi smentita la tragedia della bimba di appena 8 anni data in sposa ad un uomo di 40 anni. Il suo caso, era stato inizialmente rivelato da un giornalista, ma negato immediatamente dalle autorità di Sanaa. A livello internazionale erano state anche prese posizioni dai gruppi per la difesa dei diritti dell’uomo ed esponenti politici, prima tra tutti l’alto rappresentante della diplomazia europea Catherine Ashton, che si era detta “costernata” per la sua morte.

Le autorità yemenite avevano comunque aperto un’inchiesta per far luce sulla vicenda. Il 17 settembre Musleh Al Ghazzi, direttore delle inchieste criminali della regione di Harad, nella provincia di Hajja (nordovest del paese), ha detto che la bambina si chiama Rawan Mohamed Abdo Hattane. La stessa bambina avrebbe affermato:  “Tutto quello che hanno detto è falso. La mia sorella maggiore, che ha 18 anni, si è sposata di recente”.

Rawan muore a 8 anni per lesioni interne dopo la prima notte di nozze

sposa-bambina-muore-tuttacronacaA fine luglio, un appello lanciato dall’11enne Nada al-Ahdal, bimba yemenita promessa in sposa a un uomo dai suoi genitori, aveva commosso tutto il mondo. Nel video, Nada si chiedeva “perchè gli adulti non hanno un po’ di compassione per i bambini?”. Questa domanda, rimasta senza risposta, torna ad echeggiare oggi alla terribile notizia, che arriva dallo Yemen, della morte di Rawan, bimba di otto anni. La sua vita è terminata  a causa delle lesioni riportate durante la prima notte di nozze. Erano stati i suoi genitori a darla in moglie a un uomo di 40 anni. Secondo quanto riporta la stampa inglese, che per prima ha riportato la vicenda, la piccola viveva nella zona tribale di Hardh, vicino al confine con l’Arabia Saudita, nel nord-ovest dello Yemen. La pratica delle spose bambine è molto diffusa nello stato dello Yemen dove, stando a un rapporto del ministero degli Affari sociali, otre un quarto delle donne si sposa prima dei 15 anni. Tale età era stata imposta come minima per contrarre matrimonio fino agli anni Novanta quando tale limite venne abrogato per consentire ai genitori di decidere quando far sposare le figlie. Un gruppo di attivisti locali si è già mosso perché la famiglia della bambina e il marito vengano arrestati.

Il grido d’aiuto di Nada: non vuole essere “venduta” in matrimonio!

nada-sposabambina-tuttacronacaE’ il sito Gawker a racconare la storia della piccola Nada al-Ahdal, una bambina yemenita di soli 11 anni che è fuggita per evitare un matrimonio che i genitori naturali avevano combinato per lei. Ed è lei stessa, in un video denuncia che sta facendo il giro del mondo, a chiedersi “Perché gli adulti non hanno un po’ di compassione per i bambini?”. La piccola, che vive a Sana’a, per sfuggire alle nozze si è recata dallo zio Abdel, che l’ha cresciuta come una figlia fino a quando, un anno fa, i genitori naturali di Nada si sono ripresentati, dopo averla promessa in sposa a un ricco uomo yemenita. E’ impossibile non ammirare il coraggio di questa 11enne che non accetta di essere venduta! Lo zio ha convinto il promesso sposo a fare un passo indietro, ma è stato più difficile convincere i genitori della ragazzina, che hanno tentato addirittura di rapirla per obbligarla a un altro matrimonio con un uomo molto più grande di lei. Ora Nada lancia il suo grido d’allarme.

14enne sgozzata in Afghanistan, non voleva esser moglie

Siria: mogli bambine profughe in Giordania

Uomini più anziani, provenienti da Egitto, Arabia Saudita e Bahrain, cercano mogli nei campi profughi in Giordania offrendo fino a 5mila dollari. Secondo una stima delle organizzazioni umanitarie presenti nei campi profughi, quest’anno vi sono stati circa 500 matrimoni combinati con spose bambine.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: