“Siamo fatti per il 90 % di acqua …

nuotare-tuttacronaca… e l’acqua per me è aria, l’ultimo respiro e comincio a nuotare immerso in un solo pensiero, il mio stile è libero come il mio sogno.”

Luca Dotto-

Il sogno che non si realizzerà… per qualche centimetro!

genero_elena-tuttacronacaAndava bene per spegnere centinaia d’incendi e farsi strada tra le fiamme in operazioni impegnative. Ha anche ricevuto premi e riconoscimenti durante i 17 anni in cui si è prestata come pompiere nel Corpo Volontario dei Vigili del Fuoco ma ora la 37enne Elena Genero è eslucsa dal bando di concorso perchè non sufficientemente “prestante”: è troppo bassa per fare il pompiere di professione. Come racconta il Messaggero, nel bando di concorso per entrare a far parte del Corpo, la statura minima richiesta, per legge, sia per gli uomini che per le donne, è di un metro e sessantacinque. Quattro in più rispetto all’altezza di Elena. Nella speranza di far diventare un mestiere la sua passione, la donna ha fatto ricorso al Tar e al Consiglio di Stato, ma entrambe le volte le sue speranze sono rimaste infrante. A nulla sono valse le argomentazioni, pure ragionevoli, per cui in altri corpi, come la Polizia di Stato, l’altezza minima fissata per le donne è inferiore rispetto agli uomini: proprio 1,61 m. Non potrà fare la pompiera professionista, dopo aver iniziato l’attività nel volontariato nel 1997, nonostante abbia la patente che la abilita a guidare il camion, un brevetto del soccorso alpino, uno in soccorso fluviale e uno da sommozzatore, non è idonea a fare la pompiera professionista. E per questo fa due lavori: “Per vivere faccio il tecnico informatico. Per passione continuo a fare il pompiere”. Quanto nel 2008, uscì un bando di concorso per la stabilizzazione del personale volontario, superò tutte le prove ginniche. Ma al momento della visita medica non ha avuto scampo e il suo nome è stato depennato come nulla fosse dalla lista dei candidati per la scarsa altezza. Il Consiglio di Stato non ha riconosciuto discriminazioni, motivando:

L’attività del Vigile del Fuoco è meritevole di una specialissima deroga al divieto di discriminare uomini e donne in relazione alla statura, perché si tratta di un lavoro che richiede per sua natura una certa prestanza fisica, ben più di quanto si richieda, ad esempio, agli agenti delle forze dell’ordine.

Soltanto una cosa rende impossibile un sogno…

paura-tuttacronaca

…la paura di fallire.

– Paulo Coelho, L’alchimista, 1988 –

“Stima la vita al suo giusto valore chi l’abbandona per un sogno”

dream-big-tuttacronaca-Michel de Montaigne- (Saggi, 1580/95)

La Grecia lascia l’Europa? Ecco il sogno all’ombra del Partenone

grecia-addio-europa-turchia-tuttacronaca

Il sogno dei greci? Mollare l’Europa e tornare con i turchi, come ai tempi dell’Impero Ottomano. Questa, almeno, l’opinione di Yigit Bulut, già analista finanziario e conduttore televisivo, dal luglio scorso adviser del premier Recep Tayyip Erdogan, a cui è fedelissimo.

“Se oggi in Grecia fosse fatto un referendum – da detto Bulut durante un’intervista all’emittente Haberturk – Almeno il 51% voterebbe per l’uscita dall’Europa e il ricongiungimento con la Turchia”.

Un punto di vista singolare, se si considera che nel 1830 l’indipendenza dall’Impero Ottomano costò alla Grecia una lunga e sangionosa guerra di indipendenza e che la Mezzaluna è stata guardata per decenni con sospetto, quando non con un odio viscerale che per alcuni aspetti si trascina anche oggi. Eppure, l’adviser non ha dubbi. Con la sua crescita economica, la sua stabilità, l’influenza che ha in tutta la regione, ormai l’unico Paese della Mezzaluna a vocazione europea ha maturato un’identità superiore, che va al di là di quella turca.

Bulut sta diventando uno dei bersagli preferiti della stampa nazionale grazie alle sue dichiarazioni, che spesso colpiscono perché quanto meno fantasiose. Pochi giorni fa aveva fatto scoppiare un piccolo putiferio nel governo per aver definito il premier Erdogan “l’unico vero socialista in Turchia”. Se si conta che Erdogan stesso si è sempre collocato nelle correnti dell’Islam moderato, si capisce che l’identificazione del suo adviser è giunta poco gradita.

Altro giro, altro regalo: durante le proteste di Gezi Parki negli scorsi mesi, che hanno visto andare in piazza milioni di persone, Bulut aveva detto che alcuni poteri esterni stavano attentando alla vita del primo ministro, il problema è che, secondo lui, stavano cercando di farlo con la “telecinesi”. Affermazioni che superano la soglia della fantasia e che hanno procurato non pochi imbarazzi alla Presidenza del Consligio.

 

“Non è concepibile definirsi ‘spiriti liberi’ …

canguro-citazione copia

… senza essere stati capaci di rischiare il salto sull’abisso che separa la realtà dal sogno.”

-Emilio Rega- (Casus irreducibilis, 1998)

“Io penso che un uomo senza utopia, senza sogno, …

utopia

… senza ideali, vale a dire senza passioni e senza slanci sarebbe un mostruoso animale fatto semplicemente di istinto e di raziocinio, una specie di cinghiale laureato in matematica pura.”

-Fabrizio De Andrè-

“Tutti gli uomini sognano: ma non allo stesso modo. …

sogno

Coloro che sognano di notte, nei recessi polverosi delle loro menti, si svegliano di giorno per scoprire la vanità di quelle immagini: ma coloro i quali sognano di giorno sono uomini pericolosi, perché possono mettere in pratica i loro sogni a occhi aperti, per renderli possibili.”

-Thomas Edward Lawrence- (I sette pilastri della saggezza, 1922)

Il tunnel clandestino fa sposare Romeo e Giulietta…

tunnel-gaza-egitto-amore-tuttacronaca
Volevano sposarsi ma tra loro c’era… un confine. Quello tra l’Egitto e Gaza, chiuso dal 1994 da un muro alto 8 metri. E allora? Non hanno certo rinunciato al loro sogno d’amore e in una versione moderna e mediorientale di Romeo e Giulietta la bella egiziana e il giovane Palestinese hanno trovato il modo di coronare la loro storia d’amore scegliendo una strada molto particolare. Anzi, più che una strada, si tratta di un cunicolo.

Manal Abu Shanar, a cui il governo Egiziano ha negato il permesso di raggiungere Gaza, ha quindi deciso di indossare l’abito bianco e imboccare una delle tante galleria clandestine che valicano il confine. Ad aspettarla c’era Emad El Malalha, il suo sposo. Hanno percorso quasi mezzo miglio mano nella mano, dentro il claustrofobico “tunnel dell’amore”, dove di norma transitano armi e ogni sorta d’oggetto di contrabbando.

Era la prima volta che si incontravano dopo sei mesi di fidanzamento in cuii l’unico modo per comunicare era stato il telefono. Il lieto fine poco dopo quando i due innamorati sono emersi a Gaza e, neppure troppo impolverati, hanno festeggiato con i parenti.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Un sogno in disfacimento simbolo della crisi americana!

dirty dancing

“Dirty Dancing”, il film cult del 1987 che tutti conoscono, era ambientato in una località di vacanza dello Stato di New York, le Catskill Mountains, nel 1963. Un luogo simbolo delle vacanze a stelle e strisce che, negli ultimi tempi, ha conosciuto un completo declino: ecco le immagini dell’ultima struttura rimasta, il Catskill Resort, ormai in rovina.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Un parco giochi da sogno? No, all’uncinetto!

Questa presentazione richiede JavaScript.

Sapporo, Giappone: ci sono opere che a parole è difficile raccontare, una di queste sicuramente è il parco giochi realizzato dall’artista giapponese Toshiko Horiuchi Mac Adam, specializzata nella costruzione di ambienti di grandi dimensioni interamente fatti all’uncinetto. Questa volta l’impresa era davvero titanica, non solo realizzare un opera gigantesca ma farlo con l’obiettivo di far divertire molti bambini. Eppure ce l’ha fatta! Usando la sua fantasia e mischiando i colori l’artista ha centrato il suo obiettivo e ora quello che era solo un progetto quasi fantascientifico è diventato realtà.

Pezzi di sogni… di Ben Hein!

Abile disegnatore e amante della fotografia, il belga Ben Hein ha unito da tempo queste due passioni per dare vita a una serie di “scatti”, chiamati “Pencil vs. Camera”, in cui le sue illustrazioni, tenute in punta di dita dall’autore davanti all’obbiettivo della sua fotocamera, aprono squarci di fantasia sulla realtà.

Hein ha iniziato il tutto nel 2011, sovrapponendo a paesaggi e persone dei “semplici” disegni a matita. Ora la sua tecnica si è evoluta e prevede anche l’utilizzo del colore su carta nera, una combinazione che conferisce al suo lavoro un aspetto cinematografico. “E’ un progetto eccitante perché è come se potessi condividere “pezzi di sogni” con il resto del mondo attraverso l’illusione e il surrealismo” dice lui. “Mi piace concentrarmi sulla vita delle persone, sui ritratti, sulla natura e sugli animali”.

“Se un sogno è il tuo sogno, quello per cui sei venuto al mondo, …

… puoi passare la vita a nasconderlo dietro una nuvola di scetticismo, ma non riuscirai mai a liberartene. Continuerà a mandarti dei segnali disperati, come la noia e l’assenza di entusiasmo, confidando nella tua ribellione.” 

Massimo Gramellini, Fai bei sogni, 2012

dream

“Non è il sonno a provocare il sogno. È il sogno che chiama il sonno.”

Roger Munier, Il meno del mondo, 1982

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: