Da Gianni Sperti al fiasco di vino del Monopoli: Sorrentino ringrazia tutti!

sorrentino-ringrazia-tuttacronacaDei ringraziamenti di Paolo Sorrentino al momento di ritirare la statuetta degli Oscar per il suo La Grande Bellezza si è molto parlato, sia perchè non è stata eccessivamente gradito il ringraziamento a Maradona sia per il suo inglese, preso di mira su Twitter. Ora però c’è un nuovo fenomeno che sta spopolando in rete. Basta andare sul sito Sorrenthanks perchè vengano generati automaticamente dei nuovi ringraziamenti, con combinazioni quanto mai insospettabili. Le divertenti combinazioni stanno facendo impazzire gli utenti e sono diventate virali in tempo record: provare per credere!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

La donna che diventa “attrazione” di Glasgow

mary_johnston-tuttacronacaMary Johnston è l’87esima migliore attrazione turistica di Glasgow, questo almeno secondo le votazioni degli utenti del sito TripAdvisor. Una statua? Un locale? Una piazza con questo modo? Niente di tutto questo: lei è una donna in carne ed ossa che, semplicemente, al momento di iscriversi al sito si è registrata come destinazione piuttosto che come utente: ‘Mary è pronta per le recensioni’, ‘Sei stato a Mary Johnston’, si legge maldestramente sulla pagina della donna. Gli altri utenti, tuttavia, hanno apprezzato la sorpresa e si sono divertiti a scrivere divertenti commenti al riguardo. Mary si difende, e dice che lei non c’entra niente: “Io ho impostato tutto, deve trattarsi di un bug nel sistema del sito”.

Il gioco da tavolo alla romana: arriva Rosiko!

rosiko-tuttacronacaSi chiama Rosiko ed ha fatto la sua apparizione in rete, dove si spiega: ”Partiamo da La Storta, attraversiamo Ponte Caciara, fermiamoci a Fonte Piotta, superiamo Col Porchetta, scendiamo a Val Cazzuta e arriviamo all’Acquafredda. Oltre il Gianicolo, si intende. Ecco perché, in questa città, è così difficile prendersi sul serio, anche se i motivi per farlo non mancano: Roma è la Città Eterna, la Capitale d’Italia, la sede della Santa Sede, l’Urbe con la maiuscola. Immergendosi nella romanità capita di assumere un’attitudine disincantata, di convincersi che la vita sia quasi come un gioco.” A ideare la rivisitazione in chiave romana del gioco del Risiko sono stati Niccolò Gori Sassoli e Giovanni Belia che spiegano che l’originale è stato ridimensionato ai confini della capitale, perché la sfida diventi tra quartieri. La rilettura ironica dell’essere romano si evince dal sottotitolo “Oltre il Gianicolo”, esplicito riferimento al film ”Oltre il giardino”, da cui la citazione: ”la vita è uno stato mentale”. Il tabellone può essere scaricato online e ricalca la toponomastica romana (nelle carte i segnalini con le sagome del Marco Aurelio e Alberto Sordi versione vigile), riducendo il campo di battaglia a una mappa cittadina colorata ed evocativa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Cercasi posseduti”: l’annuncio dell’esorcista in rete

esorcismo-tuttacronacaPadre Vincenzo Taraborelli si offre per praticare esorcismi e lo fa con un annuncio pubblicato sul sito della sua parrocchia: “Esorcista della diocesi di Roma: riceve nella mattinata di lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dopo la S. Messa delle ore 8,30 in Via della Conciliazione 14c, chiesa Traspontina. Per particolari appuntamenti chiamare sul cellulare 338.5630722 dalle 21,00 alle ore 22 degli stessi giorni suindicati”. Ma Taraborelli sottolinea anche che la procedura è rigida e gli esorcizzandi, prima di sottoporvisi, devono effettuare una visita medica al fine di escludere patologie esistenti. Solo allora è possibile passare all’esorcismo. Questo prevede preghiere, aspersioni d’acqua santa e ancora preghiere, fino a quando il soggetto non dice di sentirsi libero dal diavolo. Taraborrelli officia fino a 100 esorcismi alla settimana.

Arrivano le nuove patenti elettroniche… ed è caos!

nuove-patente-tuttacronaca“Si prepara un casino simile a quello con l’INPS per gli invalidi civili, perché non prevedono la cooperazione applicativa con i programmi già in essere nelle ASL”. E’ quanto confidato da un medico ASL al sito Tom’s Hardware. E in effetti la rivoluzione delle nuove patenti elettroniche non è partita bene: il 9 gennaio, quand’è partita, molti utenti sul sito che avrebbe dovuto semplificare le procedure si sono trovati a leggere “Servizio non disponibile” mentre tra ASL, medici, istituzioni di vario genere e Governo è stato il caos. Il sito è quello che gli automobilisti possono consultare per trovare il medico giusto per fare tutte le analisi necessarie per il rinnovo del documento. E sempre da questo sito dovranno passare i medici per comunicare le informazioni alla Motorizzazione civile. Solo nel 2014 sono 5 milioni le persone che dovranno rifare la patente. Il problema, come ha spiegato Repubblica, è che solo il 9 gennaio, ovvero al varo dell’iniziativa, è stato consegnato agli addetti ai lavori il manuale della rivoluzione.

Lavori alla metropolitana… e si scoprono scheletri umani!

sacrificio-azteco-tuttacronacaSi stavano effettuando degli scavi per l’ampliamento della linea 12 della metropolitana di Città del Messico quand’è stato rinvenuto un sito azteco destinato a sacrifici umani. E’ questa la conclusione tratta dagli archeologi che da ben quattro anni studiano quegli scheletri, uno di una donna, due di uomini e l’ultimo di un cane. Gli esperti spiegano che si tratta di ”vittime di un sacrificio umano” che sarebba ”avvenuto tra il 1350 e il 1521″. A portare su questa strada gli studiosi dell’Istituto nazionale messicano di antropologia e storia sono stati i misteriosi fori ritrovati sulle ossa del cranio delle vittime.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il sito della Regione Lombardia sotto attacco hacker

hacker-tuttacronacaE’ il Pirellone a rendere noto, attraverso un comunicato ufficiale, che il sito della Regione Lombardia è vittima di un attacco di pirati informatici: “Da qualche ora il sito http://www.regione.lombardia.it è sotto attacco da parte degli hacker”. E la nota prosegue: “I tecnici regionali sono al lavoro per ripristinare al più presto il servizio, soprattutto per i cittadini che vogliono informarsi sui referendum sulla fusione di alcuni Comuni previsti per domenica”. L’annuncio è stato dato anche via Twitter. lombardia-hacker-tuttacronaca

Black out per il sito dell’Agenzia delle Entrate

agenzia_delle_entrate_tuttacronacaE’ l’Agenzia delle Entrate a riferire che, a causa di problemi tecnici della Sogei, al momento non è possibile accedere al sito internet dell’amministrazione finanziaria né chiamare il call center. A causa degli stessi problemi, l’attività di assistenza degli uffici locali dell’Agenzia è fortemente limitata, con il black out che riguarda tutti i siti dell’amministrazione finanziaria. L’Agenzia ha ricevuto rassicurazione da Sogei che il problema verrà risolto quanto prima. Ancora, la stessa agenzia informerà i cittadini della ripresa del servizio.

agenzia-delle-entrate-sito

“New York: Lou Reed at Lincoln Center”: la città dà il suo addio all’artista

lou-reed-memoriale-tuttacronacaIn mezzo agli alberi che tanto amava, tanto che sono stati l’ultima cosa che ha visto, si è svolto un memoriale in ricordo di Lou Reed, scomparso lo scorso 27 ottobre all’età di 71 anni. Presenti, ad ascoltare una selezione delle sue canzoni, la moglie Laurie Anderson, gli amici più intimi e dei fan- L’evento si è tenuto a New York, in un parco del Lincoln Center.

Il cantante ama questi luoghi e li frequentava con la moglie e per lui è stato celebrato un sobrio addio. Come recita la pagina Facebook, “un raduno aperto al pubblico – senza discorsi, performance live, solo la voce di Lou, la sua chitarra e canzoni – con le registrazioni scelte dai famigliari e dagli amici”. Ed è stato così, con i presenti vestiti in modo informale e che hanno recato una rosa rossa, molti con addosso il chiodo e gli occhiali scuri del Lou dei Velvet Underground. Giovedì, l’evento è iniziato alle 13.00, sulle note di “The Blue Mask”, a seguire, tre ore in cui sono stati racchiusi 46 anni di musica, fino all’ultimo sibilo di chitarra, con “Metal Machine Music”.

Alla moglie è stato chiesto quale fosse la sua canzone preferita di Lou: “The Power of the Heart”. “L’ha scritta quando eravate insieme?”, chiede timidamente la giornalista. “Certo”, esclama Laurie senza riuscire a trattenere una risata. “Riguarda te?”, riprende l’intervistatrice. “Sì!”, replica Laurie. Il brano fu scritto nel 2008 e suonato dal vivo durante il tour di quell’anno, poco dopo il matrimonio di Lou e Laurie del 12 aprile.

Questo slideshow richiede JavaScript.

#Cambiaverso: la campagna online di Renzi e i manifesti fai da te

cambiaverso-tuttacronacaSi chiama Cambiaverso ed è il sito che rientra nella campagna per le primarie del Partito Democratico di Matteo Renzi. Qui gli utenti possono creare il loro manifesto scegliendo il proprio slogan per poi condividerlo in rete. Un’occasione ghiotta non solo per chi vuole lanciare la propria idea sul cambiamento di cui ha bisogno l’Italia ma anche per chi ne approfitta per scherzare o fare dell’ironia. Ecco allora che accanto a temi quali il lavoro e il tesseramento Pd spuntano gli scontri tra Juve e Milan, il sudore contrapposto al deodorante e anche i Pokemon.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lou Reed, principe e combattente. La lettera di Laurie Anderson

LouReed-taichi-tuttacronacaE’ morto la settimana scorsa, a 71 anni, il rocker Lou Reed, a causa a delle complicazioni a seguito del trapianto di fegato effettuato dal dottor Charles Miller, come lo stesso medico ha dichiarato. Ora la moglie, Laurie Anderson, ha raccontato in un necrologio sull’East Hapton Star le circostanze della morte del marito. l’ha fatto con una lettera aperta, indirizzata ai vicini di casa ad Amagansett, East Hampton, vicino New York, la decisione del musicista di voler morire a casa, trascorrendo serenamente gli ultimi giorni.

Ai nostri vicini: che splendido autunno! Tutto splende d’oro e c’è una luce morbida incredibile. L’acqua ci circonda. Io e Lou abbiamo passato molto tempo qui negli anni passati, e anche se siamo persone di città questa è la nostra città spirituale.

La settimana scorsa ho promesso a Lou di portarlo fuori dall’ospedale e venire a casa nostra a Springs. E ce l’abbiamo fatta! Lou era un maestro di Tai Chi e ha passato gli ultimi giorni felice ed emozionato della bellezza, il potere e la morbidezza della natura.

E’ morto Domenica mattina guardando gli alberi ed eseguendo la famosa forma 21 del Tai Chi, con le sue mani da musicista che si muovevano nell’aria. Lou è stato un principe e un combattente e so che le sue canzoni sul dolore e la bellezza del mondo riempieranno molte persone con la gioia incredibile che lui provava per la vita. Lunga vita alla bellezza che arriva dall’alto verso di noi e ci attraversa.

Lou Reed: l’ultima foto

lou-reed-tuttacronacaSul sito di Lou Reed è stata pubblicata l’ultima fotografia scattata al cantante prima della sua recente scomparsa. Lo scatto è accompagnato da una dichiarazione di Tom Sarig, il manager, che spiega:

Due settimane fa Lou ha posato per un servizio fotografico che sarebbe dovuto servire per una campagna pubblicitaria della casa produttrice francese di cuffie Parrot, di proprietà del suo amico Henri Seydoux. A fare le foto è stato il famoso fotografo Jean Baptiste Mondino, e questa è stata l’ultima che ha scattato.

Laura Louise Cannon e la sua vittoria sul cancro… a suon di fashion!

LauraLouiseCannon-blog-cancro-tuttacronacaHa appena 23 anni l’inglese Laura Louise Cannon, ma grinta da vendere. Tanta da riuscire a sconfiggere una malattia devastante come il cancro. C’è chi si lascia abbattere e ne diventa vittima, ma non lei, che ha trovato un modo tutto suo per reagire: immergersi nel mondo del fashion! Dopo aver provato sulla sua pelle la chemioterapia e aver visto i suoi capelli cadere, ha creato un blog, Laura Louise and her naughty disease…, attraverso il quale ha raccontato come essere bella anche seguendo terapie così debilitanti. A forza di affermazioni tipo “Quando hai dei tacchi altissimi nessuno si preoccupa se sei pelata”, la 25enne ha attraversato la malattia con tono ironico e agguerrito, facendosi forza con articoli glamour che l’hanno portata ad avere oltre 100 mila lettori e diventare una star del web.

Killer a pagamento, ora c’è un sito

killer-tuttacronaca

E’ possibile richiedere un killer a pagamento ormai da mesi sul sito russo zakazat – killera.com. I prezzi sono più che abbordabili: per una “conversazione in una zona remota del bosco” basta sborsare 300 euro, e con una tariffa aggiuntiva è possibile includere nel pacchetto mascelle o rotule rotte. un dito spezzato costa 50 euro e per bendare la vittima con uno straccio sporco di feci vi è un supplemento di 30 euro. La notizia è stata riportata da Spiegel Online.

Il sito offre una vasta gamma di servizi. L’omicidio costa 2500 euro ed è possibile scegliere il modo con cui compiere il delitto: la vittima infatti può essere sepolta viva, immersa nel cemento o bruciata. Il sito è online dal febbraio 2013, ma nonostante le indagini ancora non si è capito chi lo abbia creato. Ultimamente non era più raggiungibile, poi però è tornato online con la scritta in homepage che specificava che il sito era stato creato solo per raccogliere statistiche sulla criminalità in Russia. Alcuni parlamentari sostengono che il sito potrebbe essere uno scherzo ai danni della polizia, oppure potrebbe essere una trappola per riuscire a fare luce su alcuni casi di omicidio, naturalmente, la polizia ha negato qualsiasi collegamento con il sito web.

Tra accuse d’inutilità di Grillo e Ledner… spunta quella dei cittadini non ascoltati

gadlerner-beppegrillo-tuttacronacaGad Lerner attacca Grillo dal suo sito parlando di “plateale inutilità politica”. Scrive il giornalista:

Nell’attesa che esca di scena Silvio Berlusconi, ospite ingombrante ma non più determinante del governo di larghe intese, la giornata parlamentare di ieri ha evidenziato una plateale inutilità politica di Beppe Grillo. Può gridare sul blog, invadere un’oretta la sede della Rai, o anche rimettersi in giro a fare spettacoli (gratuiti o a pagamento). Ma è manifestamente fallito il progetto di costruzione di un movimento partecipato dal basso, davvero democratico: Grillo & Casaleggio lo hanno stoppato quando si sono resi conto di non essere in grado di controllarlo. Nè una massiccia presenza di deputati e senatori M5S ha finora prodotto alcun risultato significativo per la vita dei cittadini. Liberissimo Grillo di tenersi fuori da ogni scelta politica che implichi alleanze e/o compromessi. Liberissimo di lanciare sul blog una consultazione sulla legge elettorale ideale, con parecchi mesi di ritardo sulla tabella di marcia e dopo aver cambiato svariate posizioni in merito. Ma ho l’impressione che lui stesso, nel mentre confida di annoiarsi, stia venendo a noia.

I commenti non sono tardati ad arrivare, tra chi condivide il pensiero e chi a sua volta accusa il giornalista d’inutilità. E mentre gli italiani si schierano pro o contro uno o l’altro partito, tra i commenti ne appare uno che fa il punto della nostra situazione. Scrive un utente:

Di imbarazzante nella vita politica italiana c’è solo l’inutilità di ogni cittadino. Nessuno di noi ha avuto voce in capitolo nella scelta degli ultimi due governi, nessuno di noi incide nelle scelte che vanno a influenzare le nostre vite. Volgarmente, nessuno di noi conta un ca… Questo sì che è davvero imbarazzante, non Grillo che è solo una delle espressioni della nostra pateticità.

Per combattere la crisi… il marito in affitto!

marito-in-affitto-tuttacronaca

In precedenza c’era stato Marco Zotti, prof precario 48enne di Montebelluna, in provincia di Treviso, che per affiancare un’altra fonte di possibile guadagno all’insegnamento, è diventato “marito in affitto”. Nessuna prestazione sessuale, ma “Faccio tutto ciò che un marito non è in grado di fare – aveva spiegato Zotti al Gazzettino -: aggiusto tapparelle, cambio le spine, monto il mobile appena acquistato, ma accompagno anche le donne in difficoltà ad acquistare un computer piuttosto che una lavatrice. Posso perfino cucinare: la mia passione. Il tutto per 20 euro senza diritto di chiamata”. Un modo come un altro per combattere la crisi, iniziato al termine di una relazione durante la quale, però, essendo lei un’albergatrice, per darle una mano aveva imparato a destreggiarsi con tutte quelle piccole incombenze che ci possono essere in una casa. Sulla stessa scia si è inserito il 38enne Sergio dal Molin, di Feltre, nel Bellunese: separato, con tre figli da mantenere, l’uomo si è armato di buona volontà e di cassetta degli attrezzi. E ora è pronto a risolvere ogni problema delle casalinghe in difficoltà. Da luglio ha aderito alla società in franchising “Il marito in affitto“, una rete di persone che, complice la crisi, si sono unite per offrire servizi. L’adesione ha un costo: “un’iscrizione di 500 euro. Ti mettono nel sito, ti aprono una pagina Facebook e ti danno dei volantini da distribuire nei locali di solito frequentati da donne come gelataie, estetiste, parrucchiere. Ci sono anche persone che lavorano per conto proprio e che, per acquisire nuovi clienti, si spacciano per mariti in affitto”. Riguardo il suo lavoro, spiega che in media riceve un paio di chiamate al giorno: “Dipende, a volte una, altre 5 per lavoretti veloci, facciamo una media di 2 chiamate al giorno”.

Ania, la 20enne che vuole battere il record di rapporti sessuali

-ania-record-rapporti-sessuali-tuttacronacaAnia Lisewska è una 20enne polacca con un obiettivo: entrare nel Guinness World Record come donna che ha avuto più amanti in assoluto. Per raggiungerlo, ha intenzione di avere 100mila rapporti sessuali con 100mila uomini. Come fare? Con una maratona, iniziata lo scorso 24 maggio, e sponsorizzata sul suo sito, attraverso il quale ci si può iscrivere versando 10 euro, cifra che serve per pagare la stanza dell’hotel dove alloggia. 20 sono i minuti a disposizione di ogni aspirante amatore. Sulla pagina della Lisewska si legge: “Se desiderate partecipare alla mia maratona del sesso e sapere dove mi trovo ogni weekend, iscrivetevi. Così conoscerete il mio indirizzo e riceverete il mio numero di telefono”. E sottolinea anche: “Amo il sesso, mi piace divertirmi e adoro gli uomini. Ma in Polonia il sesso è ancora un argomento tabù”. Ovviamente la notizia non poteva non destare scalpore e polemiche, tanto che alcuni hacker si sono impossessati del suo profilo Facebook dichiarando che la ragazza avrebbe contratto l’Hiv. La Lisewka, tornata in possesso del suo account, ha poi smentito. Ma c’è anche chi ha cercato di riportarla alla realtà, tentando di farla desistere, come chi ha sottolineato che “Anche se facessi sesso con 50 uomini a settimana avresti bisogno di 38 anni per stabilire il record. Ciò significa che concluderesti all’età di 59 anni”.

New York Times scompare dalla rete. Che succede?

new york times-tuttacronaca

Problemi tecnici sembrerebbe, fatto sta che il sito del New York Times è irraggiungibile dalla tarda mattinata e continua ad essere fuori uso. Su Twitter è apparsa la scritta che si sta cercando di porre rimedio in tempi rapidi al problema, ma al momento se cercate di andare su www.nytimes.com riceverete come risposta una classica pagina d’errore. Anche il sito del gruppo e le caselle di posta elettronica non funzionano.

Aggiornamento ore 19:27

Se, formalmente, il portavoce della testata ha dichiarato che si sta cercando di capire il motivo, sena fornire ulteriori dettagli, la Fox ipotizza un attacco di hacker cinesi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Leo Messi farà da testimonial a un sito di incontri extraconiugali?

messi-leo-tuttacronaca

Si vocifera che il sito AshleyMadisom.com, sito per incontri extraconiugali, avrebbe offerto 200mila euro a Leo Messi  per ingaggiarlo come testimonial. Dopo che qualche giorno fa, il calciatore, era stato ritratto a Las Vegas avvinghiato a una bionda era scattato il blitz del sito per cercare di persuadere Messi a “mettere la faccia” su AshleyMadisom.com. La foto poi si scoprì che era un fotomontaggio e che la relazione con  Antonella Corruzzo, madre del piccolo Thiago, non era certo in bilico, ma anzi viaggiava a gonfie vele. Il sito non sembra demordere e vuole assolutamente il giocatore argentino… ma come si può chiedere a Messi di diventare testimonial di un “tradimento”?

 

Il “re delle orge” è un ex assessore leghista

re-delle-orge-alessandro-costa-tuttacronaca

Secondo il giudice dell’udienza preliminare Chiara Bitozzi –  l’ex assessore leghista  alla Sicurezza del Comune di Barbarano ed ex vigile urbano Alessandro Costa di Noventa Vicentina – quarant’anni, residente a Barbarano Vicentino (Vicenza), faceva  incontrare in ville di amici belle prostitute e uomini facoltosi. Il giudice lo ha perciò condannato, secondo il rito abbreviato, a due anni di reclusione per favoreggiamento della prostituzione.

Il business, durato almeno tre anni, ha fruttato migliaia di euro. Costa era già stato denunciato per lo stesso reato nell’agosto 2010. L’imputato attraverso un sito, inseriva contatti per partecipare a orge. Spesso una donna con sette uomini, o due donne con nove uomini. A guadagnarci erano lui, le “lucciole” e gli “agenti”. Ossia tutti quelli che per Costa procacciavano le prostitute, ma non solo, anche studentesse e madri di famiglia. I clienti di Costa erano soprattutto liberi professionisti, medici e avvocati. Ma pure facoltosi imprenditori di Padova e provincia.

AAA agenti segreti cercasi?

servizi-segreti-lavoro

Sarà online il 18 giugno il nuovo sito ufficiale dei servizi segreti italiani, con l’obiettivo di migliorare la conoscenza dell’operato degli agenti segreti di casa nostra. Responsabile ne è Paolo Scotto di Castelbianco e potrebbe rappresentare una sorta di “chiamata alle armi” per aspiranti spie e hacker. Sul sito, infatti, si troverà anche una sezione “lavora con noi”, in cui in profili più ricercati saranno quelli di professionisti specializzati nei settori dell’energia, dell’informatica, della finanza e dell’economia.

Io speriamo che me la cavo? Il tweet di Renata Polverini!

renata-polverini

Scivolone sull’italiano che crea non poco imbarazzo per la deputata Pdl ed ex presidente della Regione Lazio Renata Polverini. Per lanciare la nuova vesta grafica del suo sito personale ha infatti cinguettato un messaggio da matita blu delle maestre delle elementari. Sulla sua pagina Twitter si legge infatti: “E’ in linea il nuovo sito renatapolverini.it con una veste grafica completamente rinnovata. Spero che vi piace“.

polverini-tweet-tuttacronaca

Il sito che ti vende i “tarocchi”: dalle borse ai vestiti

www.myfashiondream.com-tuttacronaca

Erano oltre 65.000 i prodotti di abbigliamento ed accessori di marca, nazionali ed internazionali, contraffatti, reperibili sul sito www.myfashiondream.com. Alla base c’era una società cinese che aveva più volte trasferito l’indirizzo Ip tra gli Usa e l’Olanda.

I prodotti proposti in vendita erano distribuiti su 1172 pagine, visitate giornalmente da migliaia di utenti; 128 sono i marchi falsificati tra cui Armani, Moncler, Louis Vuitton, Ferrari, D. G., Prada, Gucci, Fossil, Fendi, Adidas, Bulgari, Cartier, Diesel, Rayban, Versace, Hogan, Rolex, Cavalli, Nike, Oakley, Kappa, Givenchy, Boss, Carrera, Longines.

Le Fiamme Gialle, d’intesa con l’autorità giudiziaria, hanno chiesto anche ad alcune delle case licenziatarie dei marchi di eseguire delle perizie sui prodotti: è stato accertato che i prodotti erano di elevata qualità, tale da trarre in inganno i potenziali acquirenti anche perché posti in vendita a prezzi non eccessivamente inferiori a quelli ufficiali di mercato. Alcuni modelli, poi, non erano neppure commercializzati dalle case produttrici ufficiali.  Più taroccati di così non si può! Quanti siti del genere esistono in rete che danneggiano i nostri marchi d’alta moda?

Lucia Riina dipinge pesci e li vende su internet… vena artistica?

pesce-lucia-riina-tuttacronaca

Lei è la figlia più piccola del boss di Cosa nostra Salvatore Riina. Lo dice sin dalle prime righe della sua presentazione sul sito che ha allestito per vendere i suoi “quadri”. Una vera “galleria d’arte” dominata dai pesci multicolore che sembrano quasi ossessionare “l’artista”. Ma visti tutti insieme si scopre che forse qualcosa di inanimato questi pesci la contengono… nonostante i colori allegri appaiono tutti morti. La sua attività è anche sponsorizzata su Facebook e anche qui non nasconde la sua identità, ma anzi grida a gran voce le sue origini ‘Mi chiamo Lucia Riina – scrive – sono la figlia piu’ piccola di Salvatore Riina e Antonina Bagarella…”.

Sonia Alfano a nome dell’Associazione nazionale dei familiari delle vittime della mafia, in occasione del matrimonio di Lucia Riina con Vincenzo Bellomo, aveva scritto: «Ci auguriamo che Lucia Riina e il marito Vincenzo Bellomo, segnalato nei pizzini ritrovati nel covo di Provenzano, siano consapevoli che la loro nuova famiglia si fonda sul dolore inferto a centinaia di altre famiglie di familiari delle vittime della mafia. I due sposi – dice ancora l’Alfano – non solo non si sono mai dissociati dalla barbarie mafiosa e dalla scia di sangue operata dai propri parenti ma ringraziano anche, in spregio al dolore delle vittime della ferocia di Riina, il boss padre della sposa. Noi non ci auguriamo certo che le loro coscienze vengano in qualche modo mosse da queste nostre parole, sarebbe ingenuo augurarselo. Siamo però certi che una famiglia fondata sul dolore delle famiglie degli eroi morti in nome della lotta alla mafia non potrà mai trovare pace».

E invece pace la trova! I disegnini di Lucia Riina appaiono quanto di più banale e copiato dai fumetti addomesticati alla Walt Disney anni ’40 e dimostrano, inoltre un infantilismo e una povertà d’idee che francamente sembrano escludere ogni vena artistica. E’ lecito supporre che il fatto che li venda derivi dalla malsana curiosità per un cognome tristemente famoso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Minacce e querele per “l’esercito di Silvio”!

esercito-della-libertà-2

Il responsabile giovani esercitodisilvio.it ha pubblicato una nota in cui informa come si sta rapidamente la situazione del neonato “esercito di Silvio”.  “Vi segnalo come in questo ore siano giunte al mio indirizzo a quello degli altri promotori dell’iniziativa web esercitodisilvio.it decine di minacce e una querela. Il querelante sostiene che la creazione di un sito web che contiene dei termini militareschi consista nella violazione della Costituzione che all’art. 18 vieta la creazione di eserciti paramilitari, la sua tesi non può davvero che farmi sorridere”. E continua: “Voglio essere chiaro sin da subito, non ci fermeremo dinnanzi ad alcuna intimidazione di qualsiasi carattere essa sia, siamo un “esercito di persone che moralmente condividono gli stessi valori e sostengono lo stesso leader” niente di più, ma non ci lasceremo fermare in questa ennesima “battaglia” di libertà, fondamentale per liberare l’Italia dall’odio di certi loschi figuri che non fanno altro che cercare di appesantire il clima politico e sociale nel nostro Paese. Le iscrizioni al sito web sono oltre 8.000 e probabilmente mentre Vi sto scrivendo si staranno già avvicinando a 9.000, continueremo a registrarle finché gli Italiani ce ne faranno pervenire. Stanno tentando di fare a noi quello che hanno fatto per 20 anni al Presidente Berlusconi – conclude – perché in Italia chiunque stia al suo fianco finisce nel mirino e diventa un bersaglio del popolo dell’odio”

Il PdL che prova in tutti i modi a salvare Berlusconi

nitto_palma

Mentre i cittadini del Popolo della Libertà si organizzavano per formare “l’esercito di Silvio”, Francesco Nitto Palma ha presentato un ddl che prevede sei mesi di sospensione per i procedimenti in corso se, a causa delle dichiarazioni rese, i magistrati che lo ‘dirigono’ sono passibili di azione disciplinare da parte del Guardasigilli e del Procuratore generale della Cassazione. Stando al testo, diventerebbe illecito disciplinare per le toghe “rendere dichiarazioni che, per il contesto sociale, politico o istituzionale in cui sono rese, rivelano l’assenza dell’indipendenza, della terzietà e dell’imparzialità richieste per il corretto esercizio delle funzioni giurisdizionali”. Oltre a questo, nei tre articoli del dd, viene previsto come illecito anche “ogni altro comportamento idoneo a compromettere gravemente l’indipendenza, la terzietà e l’imparzialità del magistrato, anche sotto il profilo dell’apparenza, nel contesto sociale o nell’ufficio giudiziario in cui il magistrato esercita le proprie funzioni”. Stabilisce inoltre che tutti i procedimenti pendenti “alla data di entrata in vigore della presente legge” siano “rimessi al ministro della Giustizia e al Procuratore generale presso la Corte di Cassazione per le proprie determinazioni in ordine all’eventuale esercizio dell’azione disciplinare e restano, conseguentemente, sospesi per il periodo di sei mesi”. Secondo l’agenzia Dire, il senatore Felice Casson, Pd, sarebbe già stato nominato relatore del ddl, ma, interprellato dall’Huffington Post, afferma di “non saperne niente” aggiungendo: “Escludo di relazionare qualsiasi norma pro Berlusconi”. Considerato che Nitto Palma prende di mira le toghe politicizzate, è lo stesso Bondi, però, a schierarsi contro l’autore del ddl che rischia di “creare ulteriori problemi al presidente Silvio Berlusconi”. Il coordinatore Pdl ha infatti spiegato che “c’è qualcosa che non mi convince nella presentazione del disegno di legge sui processi presentato dal presidente della commissione Giustizia”. “Non è questa – avverte – la strada maestra per riformare la giustizia per cui esiste una sempre più estesa coscienza e condivisione”. “Semmai – è la bacchettata finale di Bondi – è la strada più facile per creare ulteriori problemi al Presidente Silvio Berlusconi”.In seguito, è arrivata una precisazione dello stesso Nitto Palama: “Nel mio ddl non c’è nessun riferimento ai processi penali in corso, è falso il blocco dei processi”. E aggiunge: “Riguarda solo i procedimenti e i trasferimenti d’ufficio dei magistrati”.

Per difendere il Cav, arriva “l’esercito di Silvio”

esercito_berlusconi

Simone Furlan, imprenditore e presidente del movimento politico Forza Insieme, ha creato il sito dell’Esercito delle libertà, nato per sostenere Berlusconi. L’incipit è chiaro nell’eplicare il contenuto: “Dichiaro di volermi arruolare nell’Esercito di Silvio per difendere il presidente Berlusconi e combattere al suo fianco la Guerra dei Vent’anni”, ossia la “persecuzione giudiziara” di cui sarebbe vittima. All’iscrizione, si dichiara di riconoscersi “in lui, nel suo pensiero, nei suoi ideali e nel suo operato”. E ancora di volersi “battere per la libertà, per una Italia libera e democratica. Di essere pronto a partecipare ad eventi o manifestazioni in supporto del Presidente Berlusconi per affermare il principio che la sovranità popolare non può essere sovvertita in alcun modo tranne attraverso l’azione politica”. Gli aspiranti combattenti in nome di Silviodevono limitarsi a compilare il modulo e, dopo essere diventati i suoi “soldati”, è possibile anche “dar vita a un reggimento per difendere il Presidente Berlusconi” sul proprio territorio. Unica richiesta per gli aspiranti al ruolo di comandante dovranno: spedire “una foto ed una breve motivazione del perchè ami Silvio”. Furlan ha spiegato le motivazioni che l’hanno spinto a creare il sito: “Arriva un momento nella vita in cui capisci che combattere per un ideale non è più di una scelta, ma un obbligo”. “Noi della società civile -scrive- siamo stati spettatori inermi della “Guerra dei Vent’anni”, che ha visto Berlusconi combattere e difendersi da accuse infamanti di ogni genere, frutto di una persecuzione giudiziaria senza precedenti nella storia”.

Scheletro ritrovato a Napoli durante i lavori della metro.

napoli-ritrovamento-scheletro-tuttacronaca

Uno scheletro di epoca romana è stato rinvenuto questa mattina a Napoli in via Egiziaca a Forcella, durante i lavori al cantiere della metro, in prossimità dell’ospedale Annunziata. Si tratta di un adulto ed è in buone condizioni. Gli archeologi, dopo aver drenato le acque in cui era sommerso, hanno proceduto a una prima analisi e schedatura dei resti e poi si è passati alla rimozione dal sito.

La legge 20 giugno 1952 n.645 art. 4 esiste ancora!

casapound-anonymous- hacker- web- tuttacronaca

E’ anonymous Italia che deve ricordare al governo e al Capo dello Stato che la legge 20 giugno 1952 n.645 art. 4 è viva e vegeta. Lo fa con un’azione di pirateria informatica per sollevare l’opinione pubblica su uno scandalo da troppo tempo taciuto, salvo qualche sporadica protesta (per altro mai supportata dal Pd).

Da ieri pomeriggio il sito ufficiale di CasaPound è irraggiungibile. A rivendicare l’azione è un comunicato stampa a firma Anonymous Italia distribuito via email e un post sul blog ufficiale anon-news in cui gli hacktivist motivano il loro attacco e avviano una raccolta firme per chiedere lo scioglimento del partito-associazione. Nel testo pubblicato sul web, gli Anonymous indicano CasaPound come una associazione “fondata inconfutabilmente su ideali vilmente discriminatori e violenti propri del fascismo”, richiamando a prova della loro tesi gli eventi legati all’uccisione a Firenze di due cittadini senegalesi a opera di Gianluca Casseri, militante di estrema destra iscritto a CasaPound, e l’operazione dei carabinieri dei Ros di Napoli che ha portato all’arresto di 10 militanti partenopei per banda armata, detenzione e porto illegale di armi e di materiale esplosivo, lesioni a pubblico ufficiale e attentati incendiari, oltre che per il progetto di violentare una studentessa di origine ebree.

La petizione proposta dal gruppo Anonymous attraverso il sito thepetitionsite.com si rivolge direttamente al Presidente della Repubblica ed è piuttosto chiara: “Ai sensi della legge 20 giugno 1952 n.645 art. 4, ‘Apologia del fascismo’, chiediamo l’immediato scioglimento di associazioni fasciste, a partire da CasaPound e, pertanto, oscuriamo il sito http://www.casapounditalia.org”. Secondo i cyber-attivisti la recente “discesa in campo” di CasaPound e la presentazione di candidati alle scorse elezioni politiche ha trasformato l’associazione in un partito a tutti gli effetti, motivo per cui nella petizione viene chiesto che “sia fatta valere la XII norma transitoria e finale della Costituzione, la quale sancisce che è vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista”.

Non è la prima volta che CasaPound finisce nel mirino di Anonymous. Nel marzo del 2012 un gruppo che si era dichiarato appartenente ad Anonymous ha portato attacchi a Radiobandieranera, emittente legata ai “fascisti dl terzo millennio”, mentre il sito nazionale era stato abbattuto qualche settimana dopo come rappresaglia per gli scontri avvenuti tra militanti di estrema destra e centri sociali a Casal Bertone, azione rivendicata anche in quel caso con la firma Anonymous e, già allora, affiancata alla richiesta di chiusura dei circoli di CasaPound.

Dopo il pulcino pio arriva PINO IL PINGUINO

pino-il-pinguino1

Un successo planetario 1 milione e duecentomila visualizzazioni su YouTube, 5.000 commenti sui social, 20.000 like su Facebook e due milioni di persone raggiunte su Twitter commentano durante il Festival di Sanremo “Pino il Pinguino”. E’ lui la nuova stella nascente della pubblicità di Vodafone, doppiato da Elio e balzato in vetta a tutte le classifiche di gradimento a pochi giorni dal lancio. La Vodafone esulta per la sua nuova campagna, partita con il Festival e che ora dilaga sui social network, media e web. Accorrete quindi alla pagina di facebook.com/vodafoneit per contribuire alla creazione della canzone illimitata. Basta caricare la propria strofa come hanno già fatto 6500 persone!

 

Lezioni bollenti!

original3

Pausa sesso! Un professore universitario si è preso una pausa dalla lezione di chimica che stava tenendo e, seduto in aula, si è messo a navigare in internet su un sito porno. Purtroppo per lui, si è dimenticato di scollegare il computer al proiettore su cui poco prima erano apparse le formule chimiche della lezione. Arrivato appositamente dal Belgio per le conferenze alla Wageningen University in Olanda, il prof è stato rimosso dall’incarico, nonostante il sostegno di molti dei suoi studenti che lo hanno definito “un eccellente professore”

Dopo il tribunale a Milano ora tocca alla Scuola di Polizia Campana

scuola di polizia campana

Attacco hacker e maschera stile Anonymous sul sito della Scuola regionale di Polizia locale della Campania. Proprio come avvenuto ieri per il sito del Tribunale di Milano e del Dap, all’indirizzo http://www.polizia.campania.it campeggia la scritta ‘Preparatevi ha inizio l’apocalisse’. E’ la fine per un nuovo inizio’. La scuola che ha sede a Benevento, ha lo scopo di qualificare professionalmente gli operatori della Polizia Locale della Campania.

Leggi l’articolo sull’attacco alla giustizia milanese!

ATTACCO AL CUORE DELLA GIUSTIZIA MILANESE!

hacked-interna-nuova-1

Sotto attacco il sito del tribunale di Milano! Ecco come appare questa mattina la Home Page. Ora stanno lavorando i tecnici per capire da dove proviene l’attacco e se c’è qualche correlazione con i processi in corso. Sicuramente la notizia sta facendo il giro del web. Dopo l’attacco a Facebook ora tocca alla magistratura italiana. Molti gridano a un complotto politico, altri a uno scherzo di pessimo gusto, altri cercano collegamenti di natura giudiziaria… quel che è certo è che l’aumento di questi fenomeni fa sempre più dubitare della sicurezza in internet!

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

Avenues2

Just another WordPress.com weblog

Chef and Dog

In the Kitchen with Cara and Abner

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

Stacy Alexander

Arte California

max lucien

il linguaggio della passione

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: