La figlia di Bud Spencer alle comunali romane!

Cristiana-Pedersoli-tuttacronaca

Si chiama Cristiana Pedersoli, è la figlia di Carlo, in arte Bud Spencer, ed è candidata per il Pdl, al Consiglio municipale di Roma XV (da Marconi a Ponte Galeria, da Corviale alla Magliana). Madre di due figli di 22 e di 18 anni. Ma perché il salto in politica?

“L’amore per la mia città e per il territorio in cui vivo. Appena l’amico Marco Perina, vicepresidente del XX Municipio (occorre un amico in Municipio? n.d.r.), mi ha proposto come candidata, insieme con Lorenzo Marini, non ho avuto esitazioni: era ora di muoversi. E l’opportunità di cambiare le regole del gioco e fare finalmente qualcosa di utile per la nostra Capitale arriva una volta nella vita (perchè non ha più amici? n.d.r.)”, così motiva la sua scelta Cristiana Pedersoli.

Ma che giudizio ha la candidata Pedersoli sul sindaco Alemanno?

“Non lo nego, il sindaco ha lavorato molto. Io, però, in questo quartiere ci sono nata e cresciuta e con il passare degli anni ho visto la zona modificarsi sotto i miei occhi. Alcuni cambiamenti, certo, li ho apprezzati, altri però li sto ancora aspettando. Le faccio un solo esempio, che va al di là delle competenze specifiche di un sindaco. Una buona amministrazione deve impegnarsi di più soprattutto quando ci sono di mezzo gli interessi dei cittadini. Mi riferisco al riutilizzo a fini sociali dei beni confiscati alla mafia. E le assicuro che nel mio territorio ce ne sono molti che potrebbero essere messe a disposizione di tutti”.

Ma da dove iniziare?

“Prima di tutto ascolterò anche chi non mi avrà votato (un vero spirito democratico! n.d.r.). Un politico non può lavorare senza la collaborazione delle persone che lo circondano (già stanca, prima d’iniziare? n.d.r.), come residenti e commerciati. E’ un momento di grande difficoltà per il Paese (ma davvero? n.d.r), a tutti i livelli, ed è giusto che ognuno fornisca il suo contributo. Non ci si può lamentare e stare con le mani in mano (meglio stare con le mani in pasta? Ma questo lo può fare anche a casa sua! n.d.r.)”.

Il padre l’appoggia?

All’inizio ha avuto qualche perplessità, ma poi ne abbiamo parlato e mi ha sostenuto. Le dico una cosa: il vero incoraggiamento me lo ha dato Papa Francesco con le sue parole, “dobbiamo recuperare tutti il senso del dono, della gratuità, della solidarietà”.

Cristiana scende dunque in campo, con la benedizione di suo padre e con la forza del Santo Padre!

Alemanno minaccia querele via twitter. Scoppia il caso a Report.

rai-report-milena-galbanelli-tuttacronaca

«Alla Gabanelli solo una risposta: querela per diffamazione e risarcimento danni per le menzogne contro Roma in onda su Report». Questo il tweet postato dal sindaco di Roma Gianni Alemanno dopo la puntata di Report andata in onda ieri che aveva come tema, tra l’altro, la questione delle tangenti filobus.

La puntata della trasmissione diretta da Milena Gabanelli intitolata «Romanzo Capitale» – che dovrebbe essere replicata lunedì sera su RaiSat Extra alle 21 – non parlava soltanto dello scandalo tangenti sui filobus, ma analizzava anche il sistema dei subappalti per la metro C. Si parlava delle presunte infiltrazioni mafiose, gli interessi della nuova banda della Magliana «che entra negli affari che contano», il caso dei numerosi consulenti del Comune, i debiti milionari delle municipalizzate di Roma.

Il punto focale riguardava, però, Riccardo Mancini, ex ad dell’Ente Eur. Un imprenditore anonimo intervistato dal giornalista Paolo Mondani ha accusato: «Dal 2008 è Mancini che si mette al tavolo con le imprese e spartisce i subappalti della metro C. Per ognuno di questi, intascava una percentuale del 50%». Una rivelazione che confermerebbe il «peso» dell’allora Ad di Eur Spa già delineato dalle testimonianze nell’inchiesta della Procura di Roma «Mancini faceva il sindaco, sugli appalti decideva lui», dice il manager di un consorzio di cooperative di costruzioni.

Si è scatenato perciò il linciaggio per la conduttrice e il programma televisivo, tanto che è sceso in campo Umberto Marroni, capogruppo Pd di Roma Capitale a prenderne le difese affermando «Più che annunciare querele via twitter il Sindaco Alemanno dovrebbe rassegnare le dimissioni e non ripresentarsi alle elezioni di maggio. La puntata di Report ha messo ulteriormente in luce quel che noi denunciamo da anni: la deriva dell’Amministrazione Alemanno in scandali e politiche clientelari, da Parentopoli alla gestione opaca degli appalti. Oltre alle cinque domande che gli abbiamo posto da settimane sulla vicenda filobus, rimaste disattese, Alemanno dovrebbe rispondere ad altre due domande: quale era l’oggetto delle cene con i dirigenti di Finmeccanica?» Queste cene sarebbero provate da una dichiarazione Lorenzo Cola che, in un verbale secretato avrebbe affermato:  «Nella primavera del 2009 ci fu una cena a casa mia con l’amministratore delegato della Breda Roberto Ceraudo, con Mancini e con Alemanno. Si discusse della tangente da 600 mila euro che doveva essere versata per chiudere l’affare».  Circostanza smentita dal sindaco di Roma.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: