“Candreva? L’ho voluto io!”, così Edy Reja.

reja_edy_lazio_tuttacronaca

Parla Edy Reja, ex tecnico biancoceleste, ai microfoni di Radio Manà Sport, durante la trasmissione “La Lazio siamo noi”: “Ho fatto meglio di Petkovic. Candreva? L’ho voluto io”.

“Petkovic ha avuto un buon impatto con la serie A e bisogna fagli i complimenti per il suo primo anno in Italia. Tuttavia, nonostante abbia usato il mio lavoro e la mia squadra, poteva e doveva centrare l’obiettivo terzo posto. L’organico che ha avuto a disposizione era di gran lunga superiore al mio – sottolinea Reja -, soprattutto a livello numerico, ma io ho fatto meglio di lui, compiendo un mezzo miracolo in due stagioni e mezza nella Lazio, ricevendo però critiche del tutto immeritate. Ricordo i numerosi infortuni che ci hanno penalizzato nell’ultimo campionato, per non parlare delle cessioni nel mercato di gennaio dopo le quali mi son ritrovato praticamente senza uomini. Per fortuna arrivò Candreva all’ultimo minuto dopo una mia assidua insistenza, acquisto che si è rivelato poi fondamentale per le sorti della squadra biancoceleste”.

Si toglie i sassolini dalle scarpe e spiega che le sue successive dimissioni furono dovute al  “disaccordo con la società dopo le partenze di Cissè, Sculli, Cavanda, Stendardo, Foggia a fronte di nessun arrivo, a parte l’ex centrocampista del Cesena che in quel momento nemmeno giocava”. Reja aggiunge che “bastava la permanenza di Floccari o il rientro di Klose un mese prima e saremmo giunti al nostro traguardo, la qualificazione in Champions League che anche la Lazio nella prossima stagione può e deve assolutamente centrare. Spero sia la volta buona”.

Infine anche un pensiero su Zarate: “Ha bisogno di un esame di coscienza e di recitare il ‘mea culpa’ per quanto gli è accaduto negli ultimi quattro anni. La colpa – conclude – non può essere di tutti gli allenatori che ha avuto…”.

Annunci

Genoa – Pescara 4-1 nella parte bassa della classifica

pescara-genoa-tuttacronaca

Il Pescara è già retrocesso e non ha nulla da perdere, può solo giocare per abbandonare con dignità la massima serie, mentre il Genoa è sulla via della salvezza quindi lotta per scongiurare ogni pericolo.

Già al 2′ si ha il primo tiro del match, ci prova Balzano, palla ampiamente fuori. Al 6′ dal calcio d’angolo, Borriello prova la rovesciata: palla fuori non di molto. La partita si accende già nei primi minuti. Girata di Bertolacci dal limite,  al 12′, ma la palla viene deviata in angolo. Arriva il goal di Floro Flores, al 19′, che sfrutta una torre di Manfredini e infila perin di testa. Esplode il Ferraris. Il Pescara, nei minuti successivi al gol, non sembra in grado di reagire, il Genoa controlla. Al 30′ il raddoppio del Genoa. Borriello riceve un lancio di Rigoni, si gira e dal limite dell”area lascia partire un sinistro che si infila sotto l’incrocio. Due minuti più tardi Floro Flores vicino al terzo goal, si salva il Pescara.  Al 35′ Sculli accorcia le distanza segna su cross di Zanon e chiede scusa al suo vecchio pubblico. Finisce così la prima frazione dove le due squadre si sono affrontate a viso aperto per tutto il primo tempo e sul finale il Pescara è stato capace di riorganizzarsi, di essere pericoloso e trovare il gol così da riaprire la partita. Al 55′ arriva il 3-1. Borriello di sinistro trafigge Perin con una botta micidiale sotto la traversa. A venti minuti dalla fine arriva il 4-1. Bertolacci insacca dalla distanza raccogliendo una respinta di Perin.

Il Genoa batte il Pescara che ha provato a lungo a reagire, ma con scarsa possibilità tecnica. Alla fine il 4-1 premia il Genoa che ha saputo interpretare al meglio questa gara.

Il Torino è la prossima squadra che dovrà incontrare il Genoa mentre sull’orizzonte del Pescara c’è il Milan.

Chi si salva? Atalanta- Pescara a caccia dei tre punti-salvezza! 2-1

tutatcronaca-atalanta-pescara

Scontro salvezza in quel di Bergamo. L’Atalanta vuole tirarsi definitivamente fuori dalla zona calda della classifica, mentre gli ospiti del nuovo corso Bucchi sono all’ultima spiaggia: servirà solo un successo ai ‘Delfini’ per continuare a sperare. Colantuono conferma  Livaja al fianco dell’ariete Denis; il neo-tecnico abruzzese vara invece il tridente Sculli-Vukusic-Weiss.

Al 4′ bello scambio traWeiss e Vukusic al limte dell”area, Biondini atterra la slovacco: punizione per il Pescara. Batte D”Agostino: palla sulla barriera.

Al 9′ Giorgi trova Denis in area, il ”Tanque” prova la conclusione, ma il tiro è da dimenticare.

Al 14′ Radovanovic ci prova da lontano: conclusione deviata in corner

Al 24′ il fantasista del Pescara, D’Agostino, raccoglie palla al limite dell”area e con un tocco di punta mette alle spalle di Consigli: Pescara in vantaggio.

Al 29′ ammonizione per Biondini per il fallo che ha commeso su Weiss

Al 33′ Viene decretato il rigore per l”Atalanta. Bonaventura, smarcato splendidamente da Denis, viene atterrato da Zanon in area di rigore. Denis, dal dischetto, lascia immobile Pelizzoli e insacca il gol dell’1-1.

Al 39′ doppia ammonizione: D”Agostino e Stendardo hanno un battibecco a muso duro, l”arbitro Celi mostra ad entrambi il cartellino giallo.

Al 42′ Vukusic ruba palla a Radovanovic,e tenta la conclusione da 25 metri: murato da Lucchini.

A metà partita tra Atalanta e Pescara: vantaggio, un po” a sorpresa, per gli ospiti grazie a D”Agostino, bella reazione dei padroni di casa che con il rigore di Denis hano rimesso in equilibrio le

Ad inizio della ripresa D’Agostino deve abbandonare per un problema muscolare, al suo posto Bucchi manda in campo Togni. Poi è solo uno studio fra le due squadre, tra tiri improbabili e azioni che si perdono nella metà campo avversaria senza mai concretizzare azioni veramente pericolose.

Al 58′ Weiss crolla a terra dopo un contatto con Stendardo e si tocca il ginocchio. E’ subito chiaro che il giocatore non riesce a continuare così viene sostituito da Celik.

Al 58′ Colantuono toglie Giorgi e manda in campo Brienza.

La svolta è al 66′ quando la difesa abruzzese si dimentica dell”argentino Denis, il quale, tutto solo al limite dell”area piccola, controlla di petto e fredda Pelizzoli per la seconda volta: 2-1.

Al 70′ Livaja lascia il posto a De Luca.

Al 79′ Bonaventura cade in area dopo un contatto con Zanon, Celi lo ammonisce. Il giallo sembra un po’ eccessivo.

E’ l’80’ quando l’ex attaccante del Varese, De Luca, colpisce di testa in maniera imprecisa da ottima posizione. Poteva essere veramente il 3-1.

Al 90′ vengono concessi 5 minuti di recupero.

Al 91′ viene fatto allontanare il preparatore dei portieri atalantino e al 95′ viene cacciato anche Colantoni e ammonito Sculli.

Un finale bollente di partita che rovina un incontro svolto in correttezza.

Partita nel complesso molto vivace, soprattutto nel primo tempo. Calo nel secondo, ma con qualche bella azione soprattutto nel finale. Soprattutto il bellissimo gol di Denis. Nel finale il Pescara ha provato a spingere, ma non con la lucidità necessaria per creare qualche azione veramente rilevante.  Su entrambe le squadre forse c’era lo spettro della serie B, ma se l’Atalanta sembra ormai in una zona tranquilla, adesso la strada per il Pescara è davvero molto dura. Una sconfitta pesante che forse ha compromesso la sua permanenza in serie A.

Nella 29/a giornata di campionato per l’Atalanta s’incontrerà con il Napoli, in un match che già sulla carta sembra decretare la vittoria della squadra partenopea, ma sicuramente i bergamaschi scenderanno in campo senza nulla da perdere e allora potrebbero anche sorprendere il Napoli e i loro tifosi. Per il Pescara invece c’è la partita in casa con il Chievo.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: