Inter-Udinese 2-5… l’Udinese agguanta l’Europe League!

inter-udinese-tuttacronaca

Fischio d’inizio e gol dell’Udinese! Brutto disimpegno di Juan Jesus che regala, prima una palla all’Udinese e poi si fa saltare agevolmente da Pinzi che di esterno beffa Handanovic. Inizio peggiore di questo per l’Inter non ci poteva essere. Al 9′ salva sulla linea Cambiasso su colpo di testa ravvicinato di Di Natale. Ma il raddoppio non tarda ad arrivare e al 9′ va in rete Domizzi.  Un minuto più tardi il gol è dell’Inter. Azione confusa su angolo, la palla esce dall’area tiro di Kuzmanovic che rimane in area e Juan Jesus di sinistro trova l’angolino e trafigge Brkic. Nel primo quarto d’ora l’Udinese continua a fare la partita e la difesa dell’inter è sempre in affanno. La velocità di Basta e Muriel mettono sotto pressione i neroazzurri. Il 19′ c’è la bella imbucata di Kuzmanovic per Alvarez, che non trova lo spazio per il tiro e allora mette in mezzo per Nagatomo che però viene anticipato dalla difesa udinese. Al 26′ ottima percussione di Pereira, che salta Basta e mette in mezzo per Rocchi che devia di prima, ma trova l’ottima reazione di Brikic. A mezz’ora arriva l’altra carambola in area Udinese su angolo per l’Inter, la palla resta lì ma questa volta Brkic è reattivo a tuffarsi basso sul pallone. AL 43′ va a segno il destro a giro di Di Natale.

Partita bella al Meazza, entrambe le squadre se la sono giocata senza esclusioni di colpi, ma è stata la difesa dell’Inter a mostrare tutti i suoi limiti contro la velocità dell’attacco friulano. L’Udinese ha portato a casa subito il gol che poi si è trasformato in un raddoppio, ma l’Inter ha mostrato di saper reagire e ha accorciato immediatamente la distanza. Stramaccioni è passato alla difesa a quattro e questo ha mostrato immediatamente i suoi frutti, l’Inter sul finale del primo tempo è cresciuta, ma appena l’Udinese accelera la difesa neroazzurra va ancora in affanno.

Nella ripresa subito avanti l’Udinese con  Muriel per Di Natale, ma quest’ultimo manca l’aggancio di un soffio e la palla arriva docile da Handanovic. Gran botta su punizione di Guarin, al 6′, Pereyra si immola e devia in angolo di testa. Contropiede rapidissimo sul corner, Muriel parte centrale, al 6′, apre per Gabriel Silva che entra in area e con uno scavetto beffa Handanovic. E’ il 10′ quando L’Inter colpisce il legno con Rocchi. Otto minuti più tardi l’Inter trova la rete per accorciare ancora le distanze. Palacio si libera bene sulla fascia e mette in mezzo un buon pallone per Rocchi, che con il piatto non sbaglia. Un minuto più tardi, su errore della difesa interista con Handanovic e Nagatomo che non si capiscono, è Muriel a siglare il 2-5. Ancora Udinese con Basta, al 28′, che apre per Di Natale tutto solo in area, l’attaccante serve in mezzo ma Juan Jesus riesce a liberare. Poi i minuti scorrono veloci fino al fischio finale.

Una gara molto emozionante, giocata dal primo all’ultimo minuto da entrambe le squadre che conferma questa fine di campionato con un Udinese davvero imbattibile in queste ultime partite e l’Inter che ha una difesa inesistente e soprattutto giocatori che non riescono a capirsi tra loro e lasciano gli avversari liberi di fare in area tutto ciò che vogliono. Si chiude così questo campionato per due protagoniste del calcio italiano.

Il risultato si sblocca… Inter Parma 1-0

inter-parma-tuttacronaca

Nella ripresa gioca Biabiany al posto di Belfodil. Una partita veramente noiosa sin dai primi minuti del secondo tempo. Si delinea un gara da fine stagione già con i giochi fatti e i trofei assegnati. Fino a quando al 23′ si assiste al contropiede Inter, gli emiliani non sono piazzati bene, la palla arretrata di Kuzmanovic devia quel tanto che basta da mettere fuori tempo Alvarez. La gara riprende vita e un minuto dopo tiro dai 25 metri di Sansone, buona conclusione, Handanovic blocca a terra. Al 31′ è il Parma ad avere una bella occasione Handanovic salva l’Inter con un grande intervento in uscita su Bibiany. Il risultato si sblocca al 36′ con il gol dell’Inter, Jonathan in mezzo dall’interno dell’area e Rocchi con un destro sporco beffa Mirante in contro tempo. Stramaccioni poi si copre fa uscire la sua unica punta, Rocchi, l’autore del gol, ed entra Chivu.  Finisce così una partita che ha regalato davvero poco… un gol c’è stato e l’Inter porta a casa 3 punti, ma il gioco è veramente mancato!

Una partita per commemorare Ivan Ruggeri: s.t. Inter-Atalanta 3-4

inter-atalanta-tuttacronaca

Le squadre rientrano in campo senza aver effettuato sostituzioni. L’Inter mantiene alti i ritmi fin da subito ma è l’Atalanta che gioca la prima palla gol: cross dalla trequarti di Cigarini e girata di destro di Denis: palla fermata da Handanovic. Al 9′ prima sostituzione tra le file dell’Atalanta con Colantuono che prova ad alzare il baricentro scambiando un centrocampista con un attaccante: Livaja entra al posto di Carmona. Dopo un tentativo di Cambiasso, l’Atalanta trova il pareggio: Cross di Livaja, Samuel tocca di testa ma non riesce ad allontanare, alle sue spalle c’è Bonaventura che stoppa bene e in pallonetto batte Handanovic. 1-1. Un minuto dopo, al 12′, l’Inter ritrova il vantaggio: Cambiasso lancia in profondità, Canini tenta di spazzare ma sbuccia e mette in azione Alvarez che raccatta il pallone e da due passi batte Polito. 2-1. Il portiere blocca una buona giocata di Guarin ma al 16′ viene nuovamente beffato da Alvarez: 3-1. Al 20′ l’Atalanta accorcia nuovamente le distanze: Ranocchia spinge da dietro Livaja e l’arbitro concede rigore oltre ad ammonire il numero 23. Denis realizza: 3-2. Sei minuti dopo, il numero 19 raddoppia grazie a Ranocchia che perde palla al limite dell’area: 3-3. Al 29 arriva un’altra sostituzione per l’Atalanta: entra Brivio per Del Grosso. Al 32′ la tensione a San Siro sale alle stelle: Bonaventura fa un numero sulla destra e va via a Juan Jesus, cross basso e destro di prima di Denis: 3-4. Mancano otto minuti dalla fine quando Stramaccioni effettua un’altra sostituzione: entra Schelotto per Cambiasso. Sostituzione anche nelle fila avversarie: Cazzola per Denis, fondamentale in questa partita. L’Inter ottiene una punizione che potrebbe riequilibrare le sorti della partita, ma Alvarez non trova la porta e subito dopo viene steso da Biondini (cartellino giallo). Al primo dei tre minuti di recupero, in una mischia in area su calcio d’angolo, corpo a corpo fra Raimondi e Schelotto, l’atalantino rifila una sorta di pugno all’avversario e l’arbitro lo espelle. Al 49′ Guarin crossa per Ranocchia che, tutto solo, da due passi calcia altissimo: l’Inter si gioca il pareggio! Gervasoni fischia il termine della partita: 3-4. Non c’è tempo per festeggiare per l’Atalanta: rissa in campo con Schelotto che se la prende con chiunque!

Una partita per commemorare Ivan Ruggeri: p.t. Inter-Atalanta 1-0

inter-atalanta--tuttacronaca

L’Inter, reduce dal recupero infrasettimanale contro la Samp, sente il dovere di ritrovare il successo a San Siro, dov’è stato battuto due volte consecutivamente da Bologna e Juventus. Dal canto suo l’Atalanta lotta per la salvezza e, soprattutto, ci tiene a commemorare Ivan Ruggeri, lo storico presidente scomparso l’altro giorno. Stramaccioni deve fare a meno dello squalificato Gargano e degli infortunati Castellazzi, Mudingayi, Obi, Milito, Stankovic, Chivu e Palacio. In campo Handanovic tra i pali; difesa a tre con Ranocchia, Samuel e Juan Jesus; a centrocampo Zanetti a destra, Pereira a sinistra, Kovacic in regia affiancato da Guarin e Cambiasso; in attacco il tecnico rispolvera Rocchi, che giocherà al fianco di Cassano. In panchina, tanti giovani, mentre Milito assisterà da lontano alla partita, finalmente senza stampelle. Anche Colantuono deve vedersela con diverse difficoltà: squalificati Masiello, Lucchini e Consigli e infortunati Capelli, Marilungo e Bellini. Il tecnico schiera Polito in porta; in difesa Scaloni, Stendardo e Canini; a centrocampo Raimondi a destra, Del Grosso a sinistra, Cigarini in regia affiancato da Biondini e Carmona; in attacco Bonaventura alle spalle di Denis.

Si parte al piccolo trotto, con i nerazzurri che subito testano la metà campo avversaria, soprattutto con Cassano e Guarin. Il gioco deciso fa scattare il primo cartellino giallo a soli 5′ dal calcio d’inizio: Gervasoni ammonisce Kovacic per fallo tattico su Cigarini per interrompere un contropiede dell’Atalanta. Cassano continua a provocare gli avversari ed è sempre pronto a innescare gli attacchi in profondità per Rocchi. Gli attacchi ripetuti dei padroni di casa portano ad una fase opaca della partita, con tanti falli in mezzo al campo e azioni non limpide. L’Inter non riesce a finalizzare due corner e l’Atalanta sembra trovare il coraggio di reagire: Carmona tenta il tiro sul primo palo, ma la palla, toccata da Handanovic, era comunque destinata a finire sul fondo. Cassano s’infortuna con un colpo di tacco: il dolore muscolare costringe Stramaccioni a sostituirlo con Alvarez. Il numero 99 si aggiunge alla rosa degli infortunati assieme a Milito e Palacio: resta solo una punta, Rocchi. Il numero 11, appena entrato, sbaglia immediatamente sotto porta, incassando i fischi dei tifosi che lo accusano di una stagione pessima. Cerca di riscattarsi subito dopo, ma Polito riesce a parare un buon tiro. A chiudere il discorso al 43′ è Rocchi: Pereira di primo palo, il portiere prova a prenderlo ma il nerazzurro lo anticipa: 100 gol per lui in serie A e primo con la maglia dell’Inter. Sull’1 a 0, le squadre guadagnano lo spogliatoio.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: