Social shock: Facebook spende 19 miliardi per la sua “rivoluzione”

facebook-whatsapp-tuttacronaca

Un vero e proprio social shock quello di facebook che ha speso 19 miliardi per “rivoluzionare” la sua connettività acquistando Whatsapp, l’applicazione più innovativa che sta cambiando il mondo dei messaggi ed è diventata una delle più diffuse nel pianeta.Facebook, in base all’accordo raggiunto, acquisterà le azioni e le opzioni WhatsApp con 183,9 milioni di azioni Facebook, valutate 12 miliardi di dollari. A questi si aggiungono 4 miliardi di dollari in contanti e 3 miliardi di dollari di azioni vincolate per i fondatori e i dipendenti di WhatsApp.

“Tale acquisizione-  si legge in una nota di Facebook – permetterà a noi e Whatsapp di rafforzare la connettività nel mondo sviluppando i servizi base di Internet in modo efficiente e conveniente”. Attualmente Whatsapp, il sistema di messaggeria mobile, conta 400 milioni di utenti.

Annunci

Berlusconi dietro le sbarre! Ma solo nel Presepe…

berlusconi_carcerato-tuttacronacaAlla radio Francese Berlusconi ha dichiarato che, se lo dovessero arrestare, in Italia scatterebbe la rivoluzione ma c’è chi immagina la scena in modo diverso. Ecco allora che nella storica bottega Gambardella di San Gregorio Armeno a Napoli spunta la statuina di un Berlusconi dietro le sbarre con tanto di pigiama a righe. Il leader di FI è stato condannato dalla Cassazione nell’ambito dell’inchiesta sui diritti tv Mediaset e per lui sono previsti gli arresti domiciliari o l’affidamento ai servizi sociali.   Ma, appresa la notizia della sua decadenza, gli artigiani della ‘strada dei pastori’ di Napoli si sono sbizzarriti nel ritrarlo: prigione sì, ma con l’immancabile sorriso.

“Se mi arrestano, in Italia scoppia una rivoluzione”: così Berlusconi

silvio-berlusconi-tuttacronacaTorna ad alzare i toni Silvio Berlusconi, parlando alla radio francese Europe 1: “Se mi arrestano, in Italia scoppia una rivoluzione”. Il leader di Forza Italia ha spiegato:  “Possono controllarmi il telefono, mi hanno tolto il passaporto e possono arrestarmi quando vogliono. Ma non ho paura, se lo fanno ci sarà una rivoluzione in Italia”, aggiungendo che “non si può mettere in galera qualcuno che sta facendo campagna elettorale contro chi ha utilizzato il suo braccio giudiziario per impedirgli di fare politica”. E ha continuato: affermando che in Italia “non c’è stato un solo colpo di stato ma quattro. Il colpo di stato c’è ogni volta che un paese non può essere governato dagli uomini eletti dal popolo”. L’obiettivo, ora, è l’Europa: “Sono in campagna elettorale, stiamo cercando di convincere quei 24 milioni di italiani che non hanno ancora deciso di votare per la sinistra”. “Il governo – ha aggiunto Berlusconi – non è più eletto dal popolo, il 24 maggio è il giorno in cui si voterà per l’Europa, chiediamo di avere la possibilità di avere lo stesso giorno elezioni per l’Italia”.

Allarme rosso, rischio rivoluzione in Francia?

rivoluzione-francese-tuttacronaca

E’ l'”ultima sintesi confidenziale datata 25 ottobre”, elaborata dai prefetti, a spaventare e allarmare i vertici governativi su una possibile rivoluzione, almeno a quanto riferisce il quotidiano Libero. La tensione sociale è in forte e rapida ascesa.  Il documento riservato di cui Libero è entrato in possesso, che viene elaborato ogni mese dalla segreteria generale del ministero dell’Interno, su quanto viene segnalato dalle prefetture francesi e indirizzato alle più alte cariche istituzionali, prima fra tutte l’Eliseo, non lascerebbe molti dubbi.

Scrive Leonardo Piccini su Libero:

“Il documento classificato riguarda tutto ciò che potrebbe accadere nei 101 Dipartimenti di Francia, i cui territori per estensione, corrispondono grosso modo alle province italiane. La sintesi precedente era datata 27 settembre e metteva in guardia il governo centrale dalle clamorose proteste contro il fisco scoppiate prima in Bretagna, e poi propagatesi nel volgere di sole due settimane in altri Dipartimenti francesi. Oggi, il documento è ancor più allarmante ed esplicito, vi si legge infatti: «Tutti i prefetti segnalano un clima di forte esasperazione, di rabbia, di vera e propria collera sociale pronta a scoppiare alla prima occasione »; «basta infatti una scintilla e la ribellione potrebbe scoppiare in modo clamoroso e interessare tutto il territorio nazionale, assumendo le sembianze di una vera e propria rivolta fiscale a carattere nazionale…».

Il documento, in particolare, cita sette Dipartimenti come i più esposti a questo rischio, indicando in particolare i territori dell’Alta Savoia e della Loira-Atlantique come casi emblematici: «Proteste clamorose, che potrebbero assumere le caratteristiche di aperta contestazione, di ribellione che partendo da uno o più Dipartimenti, potrebbe poi finire con il federarne altri e minacciare così le istituzioni locali…». Il documento prosegue mettendo in luce i motivi di tanto malcontento popolare: «Si tratta di una protesta originata da un clima di vero e proprio dolore sociale, di una sofferenza diffusa, che potrebbe presto esprimersi in modo “eruttivo” e perciò incontrollato… magari attraverso una sequenza di atti collettivi più o meno spontanei ma di certo non organizzati… con il pretesto di manifestazioni o di mobilitazioni sindacali per esprimersi poi in una sequenza di azioni violente».

Secondo la nota elaborata dai prefetti francesi, si tratta «di atti di collera collettiva, che si esprimono in modo spontaneo perché non elaborati all’interno di movimenti sociali e collettivi ben strutturati e radicati (come i partiti politici o i sindacati) », in particolare come indicato dalle note dei prefetti di Calvados, di Lozère, e di l’Orne. Secondo questa sintesi «si tratta di rivendicazioni che vengono portate sempre più al di fuori di quello che è il quadro sindacale, attraverso azioni radicali e clamorose come scioperi della fame, blocchi stradali di lunga durata, perturbazioni e minaccia all’or – dine pubblico come avvenuto recentemente durante grandi manifestazioni culturali o a carattere sportive». (…)

Nella seconda parte del loro rapporto segreto alle più alte cariche dello Stato, i prefetti mettono nero su bianco: «La giornata nazionale di mobilitazione del 22 ottobre scorso contro l’ecotassa ha dimostrato che il malcontento sociale non ha più solo carattere locale e non si limita più solo alla Bretagna…», e citano 23 Dipartimenti da l’Ain a la Somme, in cui «agricoltori, imprenditori, muratori, trasportatori e studenti si sono mobiliati in modo collettivo e spontaneo, coinvolgendo territori e settori un tempo refrattari alla protesta sociale».”

 

Andrea Agnelli lancia la rivoluzione nel calcio: la Superlega

superlega-andrea agnelli-tuttacronaca

Ipotesi? Progetto? Pianificazione? Qualsiasi cosa sia e comunque la vogliamo chiamare l’idea di Andrea Agnelli è già una rivoluzione potenziale per il calcio europeo. I big team europei infatti starebbero vagliando la possibilità di costituire una Superlega europea a 20 squadre,  in contrapposizione alla Champions League organizzata dalla Uefa. Ecco le le parole di Andrea Agnelli:

“Se i 20 migliori club si staccassero dalle proprie federazioni e creassero una competizione “chiusa” credo che questo attirerebbe l’interesse di molti spettatori, sponsor e tv. Ma l’Uefa è assolutamente contraria al modello americano e quindi noi restiamo fedeli al sistema attuale, cercando magari di migliorarlo. L’idea di una Superlega rientra per il momento soltanto nel campo delle ipotesi”. Sin qui comunque un’idea che avrebbe uno scheletro ben solido. Ecco il sistema ideato dalle big europee, anticipato stamani da Tuttosport: “La chiave della Superlega sarebbe il numero chiuso delle squadre partecipanti, sullo stile degli sport professionistici americani, il che renderebbe sistematico il guadagno e non legato alla conquista del terzo posto in campionato. Il che non è esattamente un dettaglio, visto per i grandi club (italiani e non) la qualificazione in Champions viene vissuta come un esiziale spartiacque del bilancio, una mannaia che può cadere per un rigore sbagliato o un palla finita sul palo. La Superlega, invece, raccoglierebbe i principali club delle cinque Nazioni che contribuiscono maggiormente ai diritti tv (Inghilterra, Spagna, Germania, Italia e Francia): diciotto club che ogni anno avrebbero la garanzia di partecipare e, soprattutto, incassare, più altri due club che potrebbero essere ammessi a rotazione con un meccanismo di playoff o di wild card. Dal Bayern Monaco alla Juventus, passando per United, City, Barcellona, Real Madrid, Borussia Dortmund, Inter, Milan… Un campionato di soli big match che potrebbe essere organizzato con quattro gironi da 5 squadre, con le prime due che passano ai quarti: un totale di 93 partite, 10 in meno rispetto alle 103 dell’attuale Champions (e con 8 garantite a tutti i partecipanti, due in più rispetto alle 6 di oggi)”.

Rivoluzione a New York, il burger è fra la pasta: Ramen Burger!

ramen burger-tuttacronaca

Via il pane e benvenuta alla pasta! A New York l’ultima moda dell’hamburger è il Ramen Burger, ovvero la carne viene racchiusa tra due “fette” di tagliatelle cinesi condite con salse varie. La prima volta il Ramen Burger fu servito negli stand della fiera gastronomica Smorgasburg di Brooklyn, ma ora è diventato il piatto “cool” di tutta la metropoli americana.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Keizo Shimamoto, lo chef creatore, spera adesso di aprire un ristorante specializzato in ramen burger. Nel frattempo è stata aperta una pagina Facebook specifica, che ha già superato i 3mila fan.

“Nel tempo dell’inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario”

pinocchio2

-George Orwell- (La fattoria degli animali, 1945)

“Coloro che reputano impossibile una rivoluzione pacifica…

peaceful-revolution-claudia-newman-e1322698348981

… renderanno inevitabile una rivoluzione violenta”

-JFK-

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: