Amore fraterno: si suicida per salvare la vita al fratello malato

fratello_suicida-tuttacronacaE’ stato il Daily Mail a raccontare la storia dell’estremo sacrificio di un giovane suicidatosi per salvare la vita al fratello e permettere alla famiglia di pagare le spese mediche. In Cina, Honghui, 20 anni e Hongtao, 18 anni hanno scoperto a pochi mesi l’uno dall’altro di essere malati di uremia, una grave forma di insufficienza renale. La situazione economica della famiglia, tuttavia, non permetteva di pagare le cure mediche e il trapianto per entrambi i figli, due studenti brillanti e ragazzi uniti. I soldi non bastavano mai, nonostante il padre avesse venduto ogni cosa e anche la scuola frequentata dai Hongtao, un giorno si è chiuso in camera e si è avvelenato. Nel biglietto che ha lasciato, si legge: “Fratello, spero riuscirai a guarire, questa è l’unica cosa che mi interessa”, poi si rivolge ai genitori, “State andando in rovina per curarci, spero che ora possiate farcela”.  Il fratello maggiore, secondo i medici, era colui che stava reagendo meglio alla terapia. Recentemente è stato effettuato con successo il trapianto e sembra ci sia un pieno recupero. Il sacrificio del fratello non è stato vano ma il vuoto dei genitori non viene colmato: “Come possiamo essere felici senza Hongtao? Ci riprenderemo lentamente”.

Il governo che obbliga a “farsi a pezzi” per pagare le tasse

disoccupato-vende-rene-tasse-tuttacronacaE’ stato MovimentodellaRete1 a pubblicare sul suo canale Youtube un video che ha il suono di una provocazione ma che racconta uno spaccato dell’Italia di oggi. Protagonista è il disoccupato di Fiorano Modenese Mauro Merlino, che precisa subito che non si tratta di uno scherzo: “Vendo un rene per pagare le tasse”. Il giovane esprime la sua rabbia verso quello che definisce uno Stato che non garantisce ai suoi cittadini il diritto alla dignità. “Vendo un rene ma non per mangiare, ma perché devo pagare le tasse allo Stato”, ripete.  E sottolineta: “Per uscire da questa presunta crisi lo Stato italiano ci chiede di pagare tasse su tasse. Ma io sono un disoccupato, i soldi per pagare non ce li ho”. “Non ho più identità, non ho più dignità”, dice. E trova una soluzione: “Vendo un rene, perché voglio uscire dalla crisi”.

la storia che commuove il mondo: lei gli dona un rene e lui la sposa

wedding-tuttacronaca

Lei gli ha donato un rene e lui, un giovane dell’Indiana, Kyle Froelich, la sposa. La coppia ora ha anche un figlio, Wyatt, di undici mesi. A Kyle i medici avevano infatti diagnosticato una malattia renale irreversibile quando aveva 12 anni e a 19 anni Chelsea Fair gli ha donato un rene. Insieme al trapianto anche il matrimonio, due anniversari nello stesso giorno da festeggiare ogni anno.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Roberto Vecchioni confessa: operato per un tumore al rene

roberto-vecchioni-tumore-tuttacronacaRoberto Vecchioni si apre ai suoi fan e lo fa mentre firma l’introduzione del libro “C’era una volta il medico di famiglia”, scritto a quattro mano da Maurizio Bruni e Francesco Carelli. Parla proprio di salute e sanità, confessando: “L’anno scorso sono stato operato per un piccolo tumore al rene e ora sto bene. Ho visto dieci professori tra l’Italia e l’estero e ho ricevuto dieci pareri in cui ognuno mi prospettava con freddezza un intervento diverso. E posso dire che il paziente ha bisogno anche di sensibilità, del lato umano del medico”. Attraverso questo ruolo inedito di paziente il cantautore racconta uno spaccato della sua vita e coglie l’occasione per fare un appello:  “Bisogna valorizzare la figura del medico di famiglia, quello di una volta, che sa tutto di te e dei tuoi parenti, che ha in mano le certelle di tutti, che non si chiude nella sua torre d’avorio ma vive sul campo, ti segue, si sbatte, va in giro”. E aggiunge: “Non dico che il medico deve essere innamorato del paziente ma non può lasciarlo ad operazione fatta, dargli una cura e poi andarsene. Il medico rimane ancora una figura che cura non solo il corpo, ma l’anima. E le due cose devono essere riportate insieme”.  Il professore conclude spiegando che il camice bianco “è soprattutto un artista, ho questa concezione un po’ romantica di un professionista che sappia avere intuizioni, e le intuizioni sono artistiche”.

Il mattatoio umano: a Pordenone uomo vende rene per mantenere la famiglia

vendo-un-rene-disoccupato-tuttacronaca

L’Italia forse sta fuori dal tunnel, gli italiani assolutamente no! L’ultima storia arriva da Pordenone e racconta la drammatica vita quotidiana di una famiglia di cinque persone costrette a vivere con quattrocento euro al mese, stipendio che la moglie riesce faticosamente a portare a casa lavorando per un’impresa che fa le pulizie negli uffici postali. Alessandro era un metalmeccanico manutentore, ma la sua azienda ha chiuso i battenti e lui si è ritrovato senza lavoro.

«È due anni che ho perso il lavoro e dopo aver venduto tutto l’oro e i gioielli di famiglia facciamo fatica a mangiare. Ora è anche finito l’aiuto dei servizi sociali del Comune. Perciò ho deciso di vendere un rene al miglior offerente, solo così posso continuare a sfamare la mia famiglia», così parla Alessandro.

La moglie racconta «da quindici giorni mangiamo bietole e uova solo grazie a qualche vicino che ha le galline e che ci dà una mano».

L’altro giorno è arrivata anche la lettera del Comune dove si dice che il figlio piccolo non può usufruire dello scuolabus perché non sono stati pagati i 52 euro della retta dell’anno scorso.

“Datelo a chi è più giovane”, aveva atteso 16 anni il trapianto

Rina Zanibellato-tuttacronaca

«No, datelo a chi è più giovane di me, io la mia vita l’ho fatta», così Rina Zanibellato, 79enne di Paderno in provincia di Treviso, ha rinunciato al trapianto di rene che gli era arrivato dopo 16 anni di attesa. La donna ha voluto donarlo a chi aveva per anni incontrato in dialisi, quei ragazzi giovani che attendono anni, intrappolati tra ospedali e medici, senza poter vivere la loro vita. Ora che Rina non c’è più, quel gesto diventa un esempio e un monito per quella sanità che, ridotta allo stremo dalla spending review, fa attendere anni per un trapianto.

 

Per San Valentino dona il rene al marito

Ci può essere regalo più grande che donare la vita? E allora ecco che invade il web una storia davvero commovente. Melissa e James, due giovani innamorati che hanno deciso di farsi un regalo davvero speciale: lei donerà un rene a suo marito affetto da un’insufficienza renale molto grave.  Il problema principale era vedere la compatibilità del rene di Melissa, ma dopo attenti esami sembrerebbe proprio che non ci siano problemi a trapiantarlo nel corpo del marito. 

DeGeso-Jones-rene-moglie-regala-640x431

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: