Il disegno ‘rubato’: la Kinder chiama Giuditta

giuditta-fiocchi-tuttacronacaQualche giorno fa Red Ronnie aveva denunciato un presunto furto dell’idea di una studentessa di un liceo pavese: secondo Ronnie, uno degli ultimi spot della Ferrero, il manifesto per il Kinder Bueno con il volto femminile diviso in buono e cattivo, era identico al disegno della ragazza. Ora il dj e conduttore televisivo, su Twitter, ha reso noto che “La Ferrero ha chiamato Giuditta Fiocchi, la ragazzina di Pavia da cui hanno copiato pubblicità”. L’opera di Giuditta era un autoritratto realizzato per il corso di Arte, che poi era diventato anche la locandina di una manifestazione Scienza Under 18. Il padre della studentessa del liceo artistico Volta di Pavia, ha confermato che il gruppo dolciario si è messo in contatto con la figlia: “Ci ha telefonato un dirigente della Ferrero – racconta Romano Fiocchi a ‘La provincia pavese’ – ci ha assicurato che l’idea è originale e che l’avevano lì da tempo, ma ha riconosciuto il talento di Giuditta: la coinvolgeranno in un progetto a cui stanno lavorando”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

No Bueno! La Kinder ruba l’idea pubblicitaria a una ragazzina di Pavia

red-ronnie-tuttacronaca

E’ stato Red Ronnie a denunciare il furto dell’idea usata per una pubblicità Kinder, per sponsorizzare il prodotto Kinder Bueno, che in realtà apparterebbe a una ragazzina di Pavia. Come scrive La Repubblica: il disegno ripreso dall’azienda di Alba è stato realizzato da Giuditta Fiocchi, 18enne studentessa del liceo artistico Volta di Pavia, per il manifesto di una mostra dello scorso maggio al Castello Visconteo. Giuditta, che si dice “molto soddisfatta” dell’attenzione ricevuta da uno dei marchi più conosciuti del made in Italy, ha già scritto una lettera alla Ferrero, ma senza ricevere risposta. Non chiede alcun riconoscimento economico, vorrebbe solo essere coinvolta in “eventuali progetti futuri”

Emma Marrone pro-talent show: “Sono ancora qui e rompo le pa**e”

emma-marrone-tuttacronacaIn molti mettono in discussione la reale bontà dei talent show, fabbrica di talenti ma anche, spesso, di meteorine. Per un’Alessandra Amoroso, un Marco Carta, un Marco Mengoni, quanti altre “promesse” sono svanite nel nulla dopo aver vinto in qualche trasmissione o dopo aver comunque raggiunto la finale? Poi però c’è anche chi ce la fa, riesce a conquistare il suo posto al sole e là rimane. Tra questi, Emma Marrone, che deve ringraziare Amici per averla lanciata, trasmissione alla quale ha anche fatto ritorno in veste di coach. La cantante è stata ospite al Roxy Bar dove Red Ronnie l’ha interpellata circa la reale utilità dei talent show e lei ha difeso i format a spada tratta, parlando della sua storia: “Provengo da una storia lunghissima che molti hanno limitato alla questione Amici e che è diventata ormai una discriminante. Ho iniziato a fare musica da giovanissima con i viaggi di notte nel pendolino Lecce-Milano per mandare i dischi alle case discografiche. Se fai Amici sei sfigata o una raccomandata o hai un’agevolazione. Se ho fatto musica è perchè ho fatto qualcosa, di porte in faccia ne ho prese tante, non avendo tanti soldi per produrre un disco da sola, ho scelto di fare un talent. C’è chi mi ha detto, come le brutte malattie, ‘6 mesi ed è finita’. Dopo 4 anni sono ancora qui e rompo le pa**e su iTunes”.

Selvaggia vs Red Ronnie

Red_ronnie-selvaggia-lucarelli-tuttacronaca

La guerra dei twitter tra personaggi famosi è sempre aperta. A volte lo si fa per acquisire notorietà a volte si ha solo voglia di stupire, raramente lo si fa con l’intento di affermare una propria convinzione, anche se agli occhi della gente può sembrare impopolare. Ciò che è impopolare, oggi fa share. Vale il parlatene male ma parlatene.

Red Ronnie così si getta nella mischia, probabilmente con le migliori intenzioni, e twitta sull’attentato di Boston affermando che è ipocrita scandalizzarsi per 2 morti e ignorare un milione di vittime africane.

Le morti sono 3 ed è qualunquista se proprio vogliamo ridurre le tragedie in numero di vittime senza approfondire il malessere profondo che genera guerra e odio nel mondo. Inoltre, anche se in soli 140 caratteri non è facile, ci sono delle dinamiche nell’attentato di Boston che possono avere ripercussioni a livello globale. In un clima politico teso tra islamisti e Stati Uniti come quello degli ultimi anni non si può tacciare nessuno di ipocrisia se viene dato rilievo a un evento che può davvero cambiare la storia del mondo come fu dopo l’11 settembre. Ma al di là di questi freddi ragionamenti, c’è prima di tutto un piano umano. Un bambino africano deve avere lo stesso diritto alla vita di un bambino americano, ma non possiamo pensare che il milione di vittime africane sia messo prima dei morti e dei feriti della tragedia di Boston. 1 vita è una vita ovunque questa sia e non ci possono essere  vite di serie B o C. Trasformare un attentato in un trampolino per parlare di Africa è quanto di più inopportuno. E’ confrontare le pere con il formaggio… Il problema del terrorismo negli Usa è complesso, può in un attimo ribaltare gli equilibri del mondo occidentale. Il problema africano è da affrontare prima di tutto sciogliendo i nodi delle guerre civili, riequilibrando le ricchezze e sfruttando le risorse infinite che quel continente possiede.

Se quindi Red Ronnie ha le sue colpe ciò che lascia di stucco è la risposta della Lucarelli: “E allora ipocrita perché ci smaroni con Chico Forti e non ti occupi degli innocenti che marciscono nella carceri cinesi. Così.”

Ancora una volta siamo mescolando diverse realtà solo in virtù di un attacco mediatico.

Il conduttore del Roxy Bar non se la tiene ed inizia a bersagliare Selvaggia di tweet non proprio simpatici: “tu non ti sei mai occupata di nessuno solo di gossip. Io mi concentro per salvarne uno. Chi salva una vita salva il mondo”; “comunque ti blocco così non leggerai più miei tweet: potrebbero mandare in tilt l’unico neurone pensante che ti è rimasto”, e ancora, rispondendo ad un altro utente:  “…è importante salvaguardare il suo ultimo neurone pensante che le è rimasto. Affidiamolo al WWF”

Perché non usiamo il social network per comunicare invece che per denigrare?

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: