L’infanta Cristina finisce dietro le sbarre… del Time!

infanta-crisitna-time-tuttacronacaCome spiegava tre giorni fa il Corriere della Sera, la famiglia reale spagnola si trova a che fare con i guai giudiziari dell’infanta Cristina, che è stata citata in giudizio dal giudice istruttore del caso Noos del Tribunale di Palma de Mallorca per i reati di frode fiscale e riciclaggio. La moglie di Inaki Urdangarin, principale imputato nella stessa inchiesta, è stata chiamata a in tribunale il prossimo 8 marzo. L’infanta rischia, se condannata, una pena fino a 6 anni di carcere. L’accusa contro l’infanta arriva da Palma di Maiorca: si tratta di un’indagine giudiziaria su 6 milioni di denari pubblici scomparsi per consulenze false nelle casse della società Aizoon e dell’Istituto Noos. Ad aumentare il clamore, in Spagna, è arrivata un’immagine che la mostra sulla copertina del Time dove il nome della testata forma delle sbarre davanti a lei, dando l’impressione che si trovi in carcere. L’immagine è un fake, ugualmente apprezzato dal popolo di Twitter che non ha mancato di condividerla. La versione “originale” della rivista statunitense, in realtà, reca in copertina il comico e presentatore Seth Meyers, nella sua edizione americana, mentre la cover dell’edizione globale è dedicata all’anno 2013.
time-tuttacronaca
Annunci

L’atto di solidarietà che anche noi vorremmo vedere da chi governa…

re-giordania-tuttacronacaE’ diventato virale in tempo record lo scatto che ritrae il sovrano della Giordania, re Abdullah II, con la tradizionale kefiyah bianca e rossa, che con un semplice gesto lancia un messaggio di solidarietà. Il sovrano, ad Amman, ha aiutato a spingere un auto in panne nella neve. La cittadina è bloccata a causa dell’ondata di maltempo che ha travolto il Medio oriente.

Economica, originale, nostalgica: la perfetta idea regalo!

fratelli-regalo-natale2013-tuttacronacaSaremo anche in piena crisi, ma il desiderio di fare un regalo non passa. Magari in occasione delle prossime feste. Parole d’ordine? Economico e originale. Perchè allora non aggiungerci anche un po’ di nostalgia e prendere spunto dall’idea postata su Reddit da olias32? Si tratta delle immagini “copiate” da due fratelli. Copiate da cosa? Dalle loro stesse foto d’infanzia. L’idea è venuta loro in occasione del 55° compleanno della loro madre e, tornati nei luoghi dove erano soliti trascorrere le vacanze, hanno assunto le stesse pose dell’epoca. Divertenti e dolci allo stesso tempo, a ricordarci che, in fondo, per quanti anni possano trascorrere, quello che conta non cambia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commesso o re? Entrambi! La storia di Didi de Graft

Didi-de-Graaft-tuttacronacaLa curiosa storia del 47enne ghanese Didi de Graft la racconta il tabloid Bild. Spiega il giornale che l’uomo, arrivato in Germania da studente nel 1989 ed entrato a lavorare nella catena Jibi di Bielefeld, in Nordeno-Vestfalia, fa carriera fino a diventare responsabile per il settore frutta e verdura. Proprio in questa città conosce la moglie Lisa, con la quale ora ha un figlio 12enne, Marvin. Cos’ha di particolare questa storia? Che mentre l’uomo si costruiva una vita in Germania è arrivata la telefonata di uno zio. Era il 2009 quando il re di Suma Ahrenko, città ghanese della regione di Brong-Ahafo chiamò il nipote per spiegargli che, a 78 anni, non aveva più la giusta energia per vigilare sui sudditi: “Sono troppo vecchio, devi continuare tu”, avrebbe detto al suo erede. Da allora de Grant è diventato re di Suma Ahrenko, precisamente re Nana Adutwum Barimah, che però a corona e scettro preferisce il suo lavoro e così, nonostante l’onore, vuole fare il sovrano a distanza, dalla Germania, senza mollare tutto per tornare definitivamente in Ghana, dove pure passa diverse settimane all’anno. Così Didi de Graft, monarca 2.0, amministra il suo piccolo territorio grazie alla tecnologia: “grazie a internet e al telefono”.

Dalla Costituzione alla Magna Carta?

magna-carta-tuttacronaca

Arriva l’ennesimo monito del Presidente Giorgio Napolitano che con un messaggio al forum italo-francese dal titolo “Dalle riforme la rinascita” che si sta tenendo a Cogne (Aosta) auspica una nuova Carta:

“E’ ora possibile e necessario affrontare il compito di un sapiente rinnovamento del nostro ordinamento costituzionale, coerente con i suoi valori fondanti” e poi aggiunge “il valore ancora attuale della Carta come strumento di indirizzo e stimolo verso una Europa di pace e di progresso”.

Il monito del Capo dello Stato speriamo che sia colto dal Legislatore come evoluzione della Costituzione e non come una trasformazione involutiva che conduca a tornare nei tempi passati quando la Carta diventava una concessione da parte del Re ai propri sudditi.

I nostri 7 giorni: chi vincerà la partita?

i nostri 7 giorni-tuttacronaca

Chi vincerà la partita? Sul tavolo la famosa palla 7 è stata lanciata, ma quale palla andrà in buca? Sarà quella del Premier a finire schiacciata dalla crisi aperta dal Pdl e chiudere l’esperienza di Enrico Letta? O sarà una palla boomerang che finirà di isolare Silvio Berlusconi e si concluderà con una scissione dei dissidenti dal Pdl? Le steccate non mancano ne è una prova anche gli auguri inviate oggi da Letta al leader del Pdl che auspicava “serenità”. Ma le steccate, anzi parliamo proprio di bacchettate sono arrivate anche alla Barilla dal web dopo la polemica contro i gay. A spingere in buca la palla di Bruno Longhi è stata invece la frase infelice pronunciata in diretta. Ma c’è anche chi è scomparso dal biliardo per qualche giorno come l’allenatore del Brescia che ha tenuto tutti con il fiato sospeso… Fortunatamente poi è riapparsa la sua palla e il fiato sospeso si è trasformato in fiato sul collo in attesa della prossima partita. Tiro pessimo anche quello di Balotelli e dei tifosi del Milan, 3 turni di squalifica al primo e la curva chiusa per i secondi. Sul tavolo poi è apparsa anche una nuova palla… quell’isola nata dal nulla dopo il terremoto e che ora minaccia l’esplosione prima di scomparire di nuovo… anche perché chi resterebbe a vedere l’oblio del mondo?  Per abbandonare la partita basterebbe la denuncia shock del disastro del Vajont o l’allarme lanciato per Fukushima. 

7 giorni-gatto-tuttacronaca

Per fortuna che poi qualche curioso arriva e infila il naso negli affari altrui, trova qualche notizia divertente  e ci regala un attimo di allegria proprio quando vorremmo mollare tutto, spegnere la tv e ritirarci su un monte. Magari meglio su un Colle, ma che non sia quello del Campidoglio, già occupato da Marino che sta cercando di appellarsi al governo che non c’è per salvare la città Eterna dalla bancarotta. Per fortuna che almeno una parte di cittadini, i tifosi giallorossi, si consolano nel vedere la Roma in vetta alla classifica. Per fortuna quindi che le buone notizie arrivano anche quando non te le aspetti, come quando nel bel mezzo di una partita si scatena una rissa e si risolve con un bacio, come quando il gol capolavoro, Tevez lo dedica a Ciudad Oculta, il quartiere amato dal Papa… e forse sarà stato per questo gesto inaspettato che la statua della Madonna si sarà illuminata e Padre Pio è apparso su un albero a Napoli?

Chissà chi ha in mano la partita? Chissà chi farà la prossima mossa? Chissà se alla fine ci saranno vincitori o solo vinti? In ogni modo l’importante è giocarsela fino in fondo… poi comunque vada sarà un successo e vinca il migliore!

GOOD NIGHT, AND GOOD LUCK!

La strategia politica dopo la crisi diventa Palio con Cavalieri, Falchi e Re

palio-politica-tuttacronaca

La strategia politica non ha più una scacchiera dove muoversi, ma piuttosto un palio, a cui partecipano Cavalieri, Falchi e Re.  Dopo la crisi, le fazioni hanno iniziato a litigare, come da copione, su di chi fosse la colpa e chi avesse gettato il Paese alle ortiche. La pacificazione da tanti auspicata e da tanti ostacolata è sembrata in confronto una scaramuccia inconsistente, ora in gioco ci sono di nuovo tante poltrone libere che attendono di essere occupate. Ma come nel selvaggio west bisogna, adesso, fare una corsa, anzi un palio, per cercare di accaparrarsi lo scranno. Si inizia alle ore 12 con il collegamento telefonico di Silvio Berlusconi con Napoli per la presentazione della “nuova” Forza Italia. Intanto al Colle si studia l’alternativa. I partiti dei due schieramenti, ma soprattutto zio e nipote sono in fermento. Da una parte la politica, dall’altra  il timore del tracollo domani, quando si riapriranno i mercati e  Borsa e  Spread potrebbero “azzoppare” i cavalli che si presentano alla linea di partenza per il rush.  In pole position non ci sono naturalmente solo Pd e Pdl, ma anche Scelta Civica che vuole stavolta fare la voce grossa e non essere relegata al ruolo di comparsa. Scelta Civica non  vanta un Cavaliere, ma, nelle sue file, qualche Dama c’è di sicuro.

C’è il rischio anche di elezioni anticipate? Il Re è contrario, ma il banditore, “le grida” le ha lanciate già ieri con “Al voto, al voto!!!

Le urne le vuole anche il Cavaliere a novembre, ma sembra che il Palio sia destinato a corrersi nei “Palazzi del Potere” e non nella pubblica piazza. I “falchi” intanto sono appostati, alcuni sono pronti anche a tirare e mirare alle gambe del loro “bene amato” Cav.

Quale sarà la road map? Lunedì Letta prenderà l’interim dei ministri dimissionari e si punterà già  da martedì a correre per un bis? Oppure si andrà verso un Governo di scopo? 

Intanto volano le colombe e Quagliariello parla di un errore e afferma  “Io non ho presentato nè firmato perché sono un ministro che ha giurato sulla Costituzione. Le sentenze in uno Stato di diritto vanno rispettate ma si possono criticare

E’ ancora lui il razzo umano: Usain Bolt torna re dei 100

usain-bolt-mosca-medaglia-d'oro-atletica-re-dei-100-tuttacronaca

E’ ancora lui il re dei 100 anche sotto la pioggia battente: Usain Bolt. Il razzo umano si riconferma e vola e per gli avversari non c’è spazio ai Mondiali di atletica in corso a Mosca.  Il giamaicano ha concluso con il tempo di 9”77, suo miglior risultato stagionale che gli vale anche la medaglia d’oro. Dietro di lui l’americano Justin Gatlin (9″85) e il giamaicano Nesta Carter 9″95. Bolt si riprende così il titolo sfuggitogli nel 2011, a Daegu, a causa di una falsa partenza.

Il Belgio ha un nuovo re: Alberto II ha abdicato a favore del figlio Filippo

belgio-abdica-tuttacronacaE’ la festa nazionale del Belgio oggi, ma quest’anno ha acquisito un valore particolare: si sono tenute le celebrazioni della successione al trono. Ha abdicato a favore del figlio Philippe,  re Alberto II, dopo 20 anni di regno. Dopo il saluto del re, Philippe ha giurato, in tarda mattinata, davanti alle Camere riunite a Bruxelles al Palazzo della Nazione. In seguito due colpi di cannone hanno annunciato al popolo l’avvento sul trono del nuovo re. Commossa la moglie Matilde, nuova regina, in prima fila assieme ai quattro figli della coppia reale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ morto il ladro delle star!

Peter Scott-tuttacronaca-ladro-star

Rubava ai ricchi per donare a se stesso. Eppure si considerava lo stesso un Robin Hood, una sorta di giustiziere che punisce chi ha troppo e riequilibra, sia pure a vantaggio personale, la scala sociale. E’ morto a Londra, Peter Scott, aveva 82 anni e un terzo li aveva trascorsi in prigione, il “re dei ladri”, il topo d’appartamento più famoso d’Inghilterra e forse del mondo. In una lunga e, dal suo punto di vista, onorata carriera criminale, in cui non ha mai fatto violenza alle vittime dei suoi furti, preferendo operare per quanto possibile quando non erano in casa, Peter Scott aveva derubato Soraya Khashogghi e lo Scià di Persia, la regina madre ovvero la mamma di Elisabetta II, Sofia Loren, Shirley McLane, Judy Garland, Liz Taylor, Maria Callas, Lauren Bacall e Viviene Leigh, oltre ad alcune delle migliori gioiellerie d’Inghilterra. Non per niente era soprannominato anche “il ladro della star”, per la cura con cui sceglieva di colpire personaggi celebri dello show-business e dell’alta società.

Bocciato il giudice di Masterchef! Cracco si scusa senza riserve.

carlo cracco- masterchef- tuttacronaca

Carlo Cracco ha deluso 4 ospiti del suo ristorante, ma non ha trovato pretesti per nascondere il fatto: è uscito dalle cucine e si è avvicinato al tavolo per ascoltare le lamentele. Il problema si è presentato giovedì sera quando 2 coppie di amici, ospiti del ritorante di Cracco, si sono lamentati del servizio a loro dire “frettoloso e scortese” e hanno riscontrato una qualità, non adeguata al ristorante dello chef pluristellato Michelin,  in un piatto di pesce e in un risotto di gamberi. Cracco immediatamente si è scusato e ha ammesso “Cose che possono capitare, il cliente ha sempre ragione. I piatti mi sembravano buoni, in cucina siamo in tre ad assaggiarli, qualcosa ci sarà sfuggito. Sul servizio non saprei dire, se non che gli altri 60 clienti non se ne sono lamentati, ma è certo che dovrebbe essere tutto perfetto. Non è una cosa che fa piacere”. Poi ha tenuto ad aggiungere Faccio notare che non sono uno di quelli che tira via i piatti. Comunque il parere del cliente è insindacabile: a noi cuochi non resta che rimediare, far finta di niente sarebbe peggio”

Alla fine non ha fatto pagare il conto e ha lasciato un biglietto di scuse invitandoli di nuovo al ristorante.

Sarà stata solo speculazione? Criticare un piatto del re di Masterchef per screditare il ristorante e l’immagine del Re di Masterchef o effettivamente il piatto non era all’altezza?

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Incendio alla clinica di Juan Carlos!

la milagrosa-tuttacronaca

Un incendio si è sviluppato questa mattina nella clinica madrilena de La Milagrosa, dove è ricoverato il re Juan Carlos dopo l’intervento all’ernia del disco al quale è stato sottoposto domenica. Le fiamme, secondo fonti dei vigili del fuoco, sarebbero state causate dall’esplosione di una bombola di ossigeno al piano interrato. Il re è rimasto nell’ospedale, informano fonti della Casa Reale, che con la polizia ha valutato la possibilità di trasferire Juan Carlos in un altra struttura.

Le fiamme hanno causato cinque feriti lievi per inalazioni. A causa della densa colonna di fumo provocata dall’incendio, la direzione sanitaria ha valutato la possibile evacuazione dei pazienti, realizzata solo in parte. L’incendio, sulle cui cause sono in corso accertamenti, è stato domato rapidamente da numerose squadre dei vigili del fuoco accorse sul posto. Il deposito dell’ossigeno è rimasto distrutto. La clinica resta circondata da un cordone di polizia.

RAPITA LA FIGLIA DEL RE DELLA COCA IN BULGARIA!

Evelin-Banev-Brendo-tuttacronaca

E’ stata rapita a Sofia la figlia di 10 anni del presunto ‘re della cocaina’ bulgaro, Evelin Banev, detto ‘Brendo’. La ragazzina, in viaggio verso la scuola sull’auto del padre, e’ stata prelevata da tre uomini, che hanno sparato all’autista, ora ricoverato. Banev e’ stato condannato a febbraio a 7 anni e mezzo di carcere per riciclaggio. E’ sospettato anche di aver messo in piedi un’organizzazione criminale specializzata nel traffico di cocaina verso l’Italia, con la ‘ndrangheta calabrese.

IL RE DELLA CRITICA E DELL’ARRANGIAMENTO!

Elio e le storie tese con La canzone mononota vincono il premio Mia Martini della critica e il premio come miglior arrangiamento.

Mentre si aspetta di avere i risultati della prima votazione, che decreteranno i 3 cantanti che accedono alla fase finale della competizione, vengono assegnati i primi due premi alla categoria big.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: