Christopher e il Natale più bello di tutti

christopher-braccio-tuttacronacaHa scritto una lettera commuovente a Babbo Natale il piccolo Christopher Kiezek. A 6 anni, come tutti i bimbi, desidera giocare con la Xbox One. Ma quello che chiede di ricevere, soprattutto, è un braccio con il quale poterlo fare. Perchè il bimbo di 6 anni, di New York, è nato senza il braccio sinistro. Robert Jackson, amico dei genitori di Chris, ha saputo dallo stesso bambino che aveva inserito un braccio nella lettera per Santa Claus e da qui l’idea: lanciare una campagna di raccolta fondi sul web, dove chiunque può contribuire per regalare una protesi a Chris. Che quest’anno potrà finalmente trascorrere il suo Natale più bello.

La sua famiglia muore in un incendio: i lodigiani gli ricomprano una casa

incendio-lodigiano-tuttacronacaIl 3 febbraio scorso la casa del 49enne egiziano Ashraf Rhaman, a Salerano sul Lambro, alle porte di Lodi, venne devastata da un rogo che costò la vita alla moglie dell’uomo Makhlouf Ragab, 43 anni, e ai figli Ramy di 16, Amrò di 12 e alla Hadir, 19 anni. A salvarsi, in quella tragica mattina, poco prima delle 6, il figlio 18enne Imar, al lavoro con il padre. Ora i due potranno finalmente tornare ad avere un posto da chiamare casa. Questo grazie alla solidarietà dei lodigiani, che si sono subito stretti intorno a lui nel momento del lutto, che hanno raccolto piccole e grandi donazioni che ora hanno messo a loro disposizione e che verranno impiegati per acquistare una casa all’asta nella vicina Sant’Angelo.

AAA soldi cercasi per la Route 66: colletta in rete

route66-tuttacronaca1Mentre al governo USA si cercano soluzioni per uscire dalla crisi la mitica Route 66, uno dei simboli della grandezza americana, la strada del viaggio coast to coast, rischia di scomparire. La crisi si ripercuote infatti anche su molte località che non riescono a finanziare progetti di restauro urbano. In cerca di fondi a Springfield, in Missouri, si sono rivolti direttamente agli abitanti per raccogliere i 500mila dollari che servono per il restauro di 19 km della strada. E’ proprio questa la località considerata la culla della Route 66, che originariamente collegava Chicago, in Illinois, a Santa Monica, in California, poiché è lì che fu deciso il suo nome, nel 1926. Ed è da qui che è stata lanciata una raccolta fondi in internet. La campagna, lanciata sette giorni fa su CrowdIt, ha già permesso di racimolare 10mila dollari, a fronte di un obiettivo iniziale di 15mila.

Raffaele Sollecito: dalla colletta sul web alle ferie a Santo Domingo

sollecito_caraibi_oggi_tuttacronacaIl 30 settembre, a Firenze, prenderà l’avvio il nuovo processo d’Appello per l’omicidio di Meredith Kercher e Raffaele Sollecito dovrà tornare in aula. Nel frattempo, però, ha deciso di concedersi un po’ di relax a Bayahibe, una delle spiagge più belle del Sud-est di Santo Domingo. E’ qui che ha scelto di soggiornare almeno un mese, presso il residence Casa Caribe Tamarindo. E’ il settimanale Oggi a riferire che il barese dorme fino a tardi, gira con l’inseparabile computer perennemente alla ricerca di una zona wireless e ha fatto conoscenza con parecchi connazionali residenti, tra cui un pavese trasferitosi lì per lavoro e un imprenditore romano con parecchi affari nel settore turistico. Allo stesso giornale, durante un’intervista, Sollecito aveva spiegato che avrebbe saltato le prime fasi del dibattimento pur promettendo di tornare per affrontare il giudizio. Certo, la notizia può far discure: un mese di relax a Santo Domingo per lo stesso ragazzo che solo a giugno aveva lanciato una colletta in rete per poter sostenere le spese legali del nuovo processo… A questo punto, all’Ansa, il padre, Francesco, ha spiegato che “Raffaele si trova a Santo Domingo dove soggiorna in una casa che gli è stata messa a disposizione gratuitamente da una coppia di italiani suoi sostenitori. Sta cercando di ritrovare sé stesso, un po’ di serenità dopo le difficile vicende degli ultimi anni. A metà ottobre ha in programma di partecipare ad una trasmissione tv. Di persona nel nostro Paese, non certo collegato dall’estero”. L’uomo ha quindi assicurato che il giovane farà ritorno in Italia:  e “Io, mio figlio e la mia famiglia, abbiamo un assoluto rispetto delle istituzioni italiane. Per questo Raffaele non è mai stato sfiorato dall’idea di fuggire. Vogliamo difenderci nel processo e per questo i difensori di mio figlio, gli avvocati Giulia Bongiorno e Luca Maori, con tutti i loro collaboratori, hanno rinunciato alle ferie per mettere a punto la difesa. Lo stesso ho fatto io, per cercare di supportarli in tutti i modi. Siamo infatti assolutamente convinti dell’assoluta innocenza di Raffaele”.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Ultime dichiarazioni di Sollecito: il rapporto con Amanda

amanda-knox-raffaele-sollecito-intervista-sun-tuttacronaca

Dopo il tentativo di mobilitare la rete a pagare le spese processuali, Raffaele Sollecito, tenta la strada delle interviste per raccontare ancora una volta la sua vicenda giudiziaria. In un intervista al Sun è il gossip (macabro?) raccontato dallo stesso Sollecito a prendere il sopravvento. L’imputato ricorda infatti il suo rapporto con Amanda e afferma:

“Incontrare Amanda è stato come essere colpiti da un fulmine. Il nostro rapporto era molto intenso. Noi dormivamo insieme e la nostra vita sessuale non era noiosa”.

Poi aggiunge:

“Abbiamo vissuto una cosa così enorme insieme ed è naturale rimanere amici e sostenersi a vicenda.”

Quanto al nuovo iter giudiziario che ora si sta aprendo sull’omicidio Kercher, Sollecito racconta:

“Ci si sente come in un film horror in cui continuano a fare sequel… L’accusa ha una teoria senza prove reali o fatti. E’ estremamente doloroso… Non dimenticherò mai Meredith. E’ stato terribile quello che è successo, ma io non sono responsabile della sua morte. Rudy Guede è in carcere per il suo omicidio e il suo DNA era in tutta la scena del crimine”.

Nella sua intervista c’è anche un riferimento al suo rapporto con la Knox e di come poteva evolvere, Sollecito afferma:

“E’ stato grande. Ero davvero, davvero felice. A causa di quello che è accaduto non abbiamo mai avuto la possibilità di vedere che cosa sarebbe accaduto nel nostro rapporto”.

 

Il post shock di Sollecito su Facebook

Raffaele-Sollecito-tuttacronaca

Dopo l’annullamento della sentenza di Cassazione che ha annullato il proscioglimento di Raffaele Sollecito nell’omicidio di Meredith Kercher, il giovane pugliese ha lanciato una raccolta fondi online per pagare le nuove spese processuali che lo vedono coinvolto. Dal suo account Facebook, Sollecito ha difeso la sua posizione dichiarando: “Mi rivolgo a tutti quelli che sono contrari alla mia decisione di chiedere aiuto economico per la mia difesa. Se pensate che non sia giusto spendere soldi per questa causa, potreste chiedere al nostro caro governo di evitare di spendere fior di milioni di euro contro due innocenti e farla finita una volta per tutte”.

Sollecito, in vista del processo, lancia una colletta sul web

sollecito-soldi

Raffaele Sollecito, imputato con Amanda Knox nel processo d’appello, che si terrà a Firenze, per l’omicidio di Meredith Kercher e che potrebbe aver luogo all’inizio del prossimo autunno, ha lanciato una colletta sul web per pagarsi le spese legali. Il ragazzo ha scritto in inglese sulla sua pagina Facebook: “Non ho più risorse per combattere contro questa ingiustizia. Non voglio mollare solo per motivi finanziari, spero capirete”. La raccolta fondi è stata aperta sul sito specializzato “GoFundMe” dove, nel giro di poche ore, sono già arrivate le prime donazioni: l’obiettivo è di raccogliere 500mila euro.

C_2_fotogallery_1021993__ImageGallery__imageGalleryItem_0_image

Il calcio incontra la città… della scienza! Cannavaro torna in campo!

città della scienza-tuttacronaca

Il rogo che ha distrutto la Città della Scienza di Napoli lo scorso 4 marzo non lascia indifferente l’ex Pallone d’Oro e campione mondiale del 2006 Fabio Cannavaro, che nella città partenopea c’è nato ed ha iniziato a giocare. Come l’ex difensore della Juventus ha spiegato nel suo profilo Facebook: «La Città della Scienza è bruciata e noi giochiamo, per ricostruirla!» E aggiunge: «Ci sarà una partita al San Paolo una sera del mese di maggio con tanti amici che hanno giocato con me e contro di me». Appuntamento quindi con “Cannavaro e Friendds per la Città della Scienza” per un ultimo saluto al campione e un’avvincente partita. Lo sport, per fortuna, è anche questo!

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: