2047 l’anno del non ritorno! Allerta clima

global-warning-punto-di-non-ritorno-tuttacronaca

Secondo i ricercatori dell’Università delle Hawaii ora possiamo avere una data per il “punto di non ritorno” ovvero un cambiamento climatico irreversibile: l’anno sarebbe il 2047. Lo studio pubblicato su Nature dopo tale data avremmo come norma anni decisamente molto caldi come quelli che si sono registrati negli ultimi 150 anni e che non rappresenterebbero più un’eccezione ma una norma. Sempre secondo i ricercatori la causa di questo surriscaldamento sarebbe dovuta al “global warming“, il progressivo riscaldamento del Pianeta. Le temperature quindi nel 2047 non potranno più tornare alla media che si era mantenuta nell’ultimo secolo e mezzo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ora i ricercatori stanno cercando di richiamare l’attenzione sulle emissioni di gas che se non verranno ridotte drasticamente porteranno appunto a un “punto di non ritorno”. L’Ue si era impegnata a ridurle del 20% entro il 2020, ma chissà se l’impegno assunto verrà mantenuto, anche perché bisogna riconvertire molte fabbriche e linee di produzione e in tempo di crisi non si hanno le risorse per investire nella tutela ambientale. Se si riuscisse a livello globale a ridurre le emissioni in modo efficace il punto di non ritorno sarebbe fissato entro il 2069. Quindi qualora anche si effettuassero misure restrittive per le emissioni, il cambiamento climatico avverrebbe in ogni caso. Anche molti meteorologi affermano che il fenomeno non può essere evitato ma e unicamente frenato.

Sotto attacco saranno in particolare le aree tropicali, dove il clima è più variabile: A Lagos (Nigeria) e Jakarta (Indonesia) il cambiamento avverrà già nel 2029, a Pechino (Cina) nel 2046, a New York (Stati Uniti) nel 2047 e a Londra (Gran Bretagna) nel 2056. L’Italia, secondo le previsioni, dovrà dire addio al suo clima consueto già nel 2044.

Annunci

Investe disabile e scappa!

disabile-investito-tuttacronaca

Nella tarda serata di lunedì una Punto ha investito un disabile in carrozzina e poi è fuggita. L’incidente è avvenuto a Deruta in provincia di Perugia, dove il disabile, un 33enne del posto, è stato soccorso  e trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, dove gli sono diagnosticate lesioni giudicate guaribili in 30 giorni.

L’orrore ha le fattezze di un’auto che investe un disabile in carrozzina e poi fugge, per costituirsi 48 ore dopo. È successo a Deruta.
L’uomo è stato denunciato dai carabinieri di Deruta per il reato di lesioni personali colpose e omissione di soccorso di persona rimasta ferita a seguito di sinistro stradale. Dopo 48h l’automobilista si è costituito. Oltre alla denuncia all’uomo è stata ritirata la patente di guida e il proprio veicolo è stato sottoposto a sequestro penale.

Bimbo si punge con una siringa al centro di Belluno. Shock dei cittadini

siringa-tuttacronaca-bimbo-belluno-punto

Belluno è una città tranquilla, con un centro anche interdetto al traffico delle autovetture e dove il problema dei gruppetti di soliti noti che amano trascorrere le giornata tra ozio, alcol e stupefacenti sembrava in parte scongiurato con la telecamera posizionata in piazza dei Martiri. Ma invece il pericolo è sempre in agguato e il dramma di una famiglia si è consumato in pochi istanti sotto gli occhi del padre. Un bimbo di 7 anni, giocando intorno alla fontana di piazza Duomo ha trovato una siringa, l’ha raccolta incuriosito e ci si è punto. Immediata la corsa del padre che era insieme al bambino verso l’ospedale più vicino, ma per analisi e controlli si dovrà attendere e la tensione e l’ansia nella famiglia sale.

«Mio figlio stava passeggiando in piazza Duomo insieme al papà – racconta la madre – quando ai piedi della fontana ha trovato una siringa. Non doveva raccoglierla, certo, ma l’ha fatto e si è punto. Io non ero presente, perché stavo lavorando».

«Purtroppo non emerge subito se si è contratto qualcosa – prosegue la madre -. E comunque il bambino dovrà sottoporsi a controlli e analisi per un anno».

«In dati posti della città – aggiunge la madre – ci si attenderebbe di trovare le siringhe e simili ma in altri no. E uno di questi era sicuramente piazza Duomo».

Dopo l’incidente, i cittadini sono rimasti shockati e si chiedono se davvero la loro città è sicura per i propri figli… il caso ha aperto una riflessione alla quale le istituzioni dovranno rispondere in tempi brevi.

 

Morire per la puntura di un’unica ape

ape-morto

E’ morto per shock anafilattico dopo esser stato punto a una gamba da un’ape il fotografo 43enne Venerando Rino Arnone. L’uomo, da sempre appassionato di apicultura, non si occupava più di api da tempo, dopo aver scoperto di essere allergico. Non ha però esitato ad accorrere in aiuto di un amico che gli aveva chiesto una mano per rimuovere un alveare a Grotte, nell’Agrigentino. Dopo la puntura, Arnone ha accusato un malore ed è deceduto.

Le foto confermano la versione delle 15enni. Sole alla stazione di servizio.

15enni-udine-stazione-di-servizio-tuttacronca

Le telecamere della stazione di servizio di Arino (tra Venezia e Padova) mostrano la Punto di Mirco Sacher, il 61enne ucciso a Udine. Sono le 18.53 del 7 aprile e al volante dell’auto ci sono le due 15enni ree confesse del delitto. Le ragazze hanno sempre confessato di essersi allontanate dal luogo dell’omicidio da sole, senza l’aiuto di nessuno, ma non sono mai state credute dagli inquirenti che hanno sempre pensato alla presenza di un terzo complice. Queste immagini nell’area di ristoro e a bordo del veicolo confermano la loro versione dei fatti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Morire a 24 anni sulle strisce pedonali!

ragazza-torino-uccisa-strisce

Periferia nord di Torino. Sara Marzocca, 24 anni, è stata investita e uccisa da un auto pirata. La ragazza stava cercando di attraversare sulle strisce  la rotonda fra corso Vercelli e corso Giulio Cesare, vicino al grande centro commerciale Auchan. Una Fiat Punto l’ha centrata in pieno  sulle strisce ma il conducente sarebbe scappato. A nulla sarebbero valsi i soccorsi. La ragazza è morta sul colpo. Qualcuno sarebbe però riuscito a prendere il numero di targa e a segnalarlo ai vigili urbani intervenuti sul posto con i  i sanitari del 118, che hanno tentato senza esito di rianimare la giovane vittima.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: