Rincaro “nero”: la benzina a quasi 2 euro.

benzina-prezzi-tuttacronaca

Forse è l’effetto Siria, forse l’Imu, forse il possibile aumento dell’Iva o forse il controesodo, ma qualsiasi sia la motivazione il risultato non cambia, la verde arriva oltre a oltre 1,88 mentre il diesel schizza fino a 1,77. Si tratta del quarto giro di aumenti per i prezzi dei carburanti all’indomani dell’avvio dell’effetto Siria, ricorda Quotidiano Energia e Staffetta Quotidiana. E tutto ciò avviene mentre si assiste al  calo dei prezzi sui mercati internazionali.

Il Codacons, come riporta la Stampa, attacca i gestori che speculano sul rientro dalle ferie.

“Puntualmente, in occasione del controesodo estivo, i prezzi dei carburanti schizzano al rialzo”. E il presidente Carlo Rienzi spiega che “ormai la verde sfiora quota due euro al litro lungo le autostrade in molti distributori il prezzo alla pompa supera quota 1,960 euro al litro”. L’Unione petrolifera però non ci sta e ricorda di avere tenuto un atteggiamento “cauto e responsabile” consigliando ai gestori prezzi ben al sotto. In ogni caso c’è da tener presente che esistono tensioni internazionali che “pompano” il prezzo del greggio, come il possibile attacco Usa alla Siria. Il Codacons chiama in causa il governo: “Letta, invece di pensare ad altri aumenti delle accise (con la clausola di salvaguardia dell’Imu ndr), dovrebbe intervenire per punire i petrolieri”.

Il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta ospite di ‘Nove in punto’ su Radio 24 ha poi puntualizzato: “Entro fine mese bisogna trovare 1 miliardo per evitare l’aumento dell’Iva, bisogna fare di tutto perché come effetto immediato avrebbe delle complicazioni” ma “non si può evitare di aumentarla per sempre” anche perché “l’Europa che ci ci chiede di spostare le tasse dalle persone alle cose”.

Coldiretti attacca: “L’aumento dei prezzi della benzina sotto la spinta della crisi in Siria colpisce 4,4 milioni gli italiani in vacanza nel mese di settembre incoraggiati dalle previsioni meteo sull’arrivo dell’ultimo scampolo di estate”. Lo afferma la Coldiretti in occasione dei nuovi aumenti dei prezzi del carburante, sottolineando che “il costo dei trasporti è uno dei fattori che ha condizionato pesantemente le ferie degli italiani”. Infatti, “il 32 per cento dei vacanzieri – sottolinea la Coldiretti – ha scelto di trascorrere le vacanze in località più vicine rispetto allo scorso anno con ben sette italiani su dieci in vacanza in Italia e di questi ben il 24 per cento che non si allontana neppure dalla propria regione”, secondo l’indagine Ipr marketing.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: