“Pregate per me”: Pietro Maso chiede perdono

pietro-maso-tuttacronaca23 anni fa massacrava i genitori e ora, dopo essersi già pentito, presenta le sue scuse pubbliche. Dice Pietro Maso, condannato nel 1991 per l’omicidio dei genitori nella casa di Montecchia di Crosara, nel Veronese: “Chiedo perdono a tutti. A tutti quelli che, col mio delitto, indirettamente ho offeso. E a tutti chiedo una preghiera per me, per i miei genitori, perché io possa continuare il mio cammino di penitenza e di conversione fino alla fine dei miei giorni”. Maso, in una testimonianza in tv a “Lo sportello di Forum”, programma condotto da Barbara Palombelli, su Retequattro, ha spiegato come ha imparato a perdonare e a perdonarsi. “Ho vissuto con la mia famiglia un rapporto di facciata: indossavo una maschera. Ancora oggi mi scrivono tanti ragazzi che dicono di capire il mio disagio. Con il carcere e la preghiera in questi anni ho imparato l’ascolto, il rispetto, ma soprattutto ad amare. Don Guido Todescini, la mia guida spirituale, mi ha insegnato l’amore di Dio, ad amare chi ci ama, cosa che io non ero in grado di fare”. Ormai 40enne, conclude: “E, cosa più importante, ho imparato a perdonare e a perdonarmi. Natuzza Evolo, che ho conosciuto diceva che ‘nell’infinita misericordia di Dio c’è la risposta a tutte le nostre domande’.”

Quella tragica notte: “perdono tutti e a tutti chiedo perdono”

cesare-pavese-suicidio-tuttacronaca

«Perdono tutti e a tutti chiedo perdono. Va bene? Non fate troppi pettegolezzi». Così se ne andava nella tragica notte tra il 26 e il 27 agosto 1950, Cesare Pavese, a soli 42 anni. «Verrà la morte e avrà i tuoi occhi». Inghiottendo con l’acqua il contenuto di ben 16 scatole di un sonnifero a base di barbiturici, la morte arriva per lo scrittore in uan stanza dell’Hotel Roma di Torino. Lo aveva scritto anche nel suo diario otto giorni prima «… basta un po’ di coraggio… eppure donnette fragili l’hanno fatto…». Sul tavolo furono ritrovati i “Dialoghi con Leucò”, una “cosmogonia” che lo accompagnò sino nei suoi ultimi attimi di vita: “Immortale è chi accetta l’istante. Chi non conosce più un domani”.

 

La ladra di iPhone che si scusa: perdonata!

ladra-chiede-scusa-tuttacronacaHa rubato un iPhone 5 a uno dei clienti di una tabaccheria a Sanigallia, in provincia di Ancona, una donna che era stata notata dai presenti per il suo abbigliamento composto da pantaloni e maglietta mimetici. La vittima del furto, un ragazzo del posto, ha chiesto l’intervento della Polizia, alla quale ha fornito anche la descrizione della ladra salvo poi ricevere, su un’altra utenza telefonica, il seguente sms: “Scusa tanto se ti ho derubato”. Il messaggio proveniva dal telefonino che gli era appena stato sottratto.  Gli agenti hanno preso contatti con la donna ma il giovane, visto il gesto ed essendo rientrato in possesso del maltolto, ha deciso di non denunciare la donna.

Il padre del piccolo Luca chiede perdono in rete alla moglie

luca

Il dolore per la morte del piccolo Luca non si placa. Il piccolo di due anni ha perso la vita perchè il padre l’ha scordato per otto ore in auto, al sole, mentre era al lavoro. E’ stato l’uomo ad aprire in Facebook il gruppo “Mai più morti come Luca” con cui vuole lanciare una proposta di legge che preveda l’installazione obbligatoria su tutti i veicoli di un dispositivo sonoro che avverta il conducente che scende dall’abitacolo della presenza di altre persone presenti nella vettura. Sulla stessa pagina, Andrea Albanese ha scritto un messaggio per la moglie Paola: ”Non vi ho mai parlato di mia moglie, l’ho conosciuta da ragazzo e siamo sempre stati una cosa sola. La perdita di Luca l’ha distrutta e “perdonarmi” sarà l’atto d’amore più forte che le dovrò chiedere. Non vuol comparire, non ha un account Facebook, ma e’ sempre accanto a me, nonostante tutto, e io l’amo con tutte le mie forze”.

messaggio-padre-luca

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: