Il campionato… formato figurina!

panini-tuttacronacaE’ stata presentata al Teatro Centrale di Roma l’iniziativa editoriale della Panini: il nuovo album dei calciatori 2013-2014, che miscela sapientemente tradizione e innovazione. Accanto al Tricolore che omaggia la Nazionale di mister Prandelli e agli scudetti in raso per le squadre di serie A e B, infatti, arrivano anche gli indirizzi Twitter di giocatori e società, per strizzare l’occhio alla contemporaneità. “E’ un omaggio agli azzurri e alla tradizione – dice Antonio Allegra, direttore mercato Italia della Panini -. La copertina richiama una copertina degli anni ’70 ed è un in bocca al lupo alla nazionale in vista del mondiale che sta arrivando. C’è poi una novità assoluta: il profilo Twitter dei giocatori stampato sulla figurina che nasce come foto, diventa carta d’identità con le informazioni e poi strumento social con le interazioni con il profilo Twitter”.

Annunci

Quando il pranzo… lo disegna papà!

panini-tuttacronacaDavid Laferriere, illustratore del Wheaton College nel Massachusetts, prepara con amore i panini ai propri figli, disegnando ogni giorno un soggetto diverso sui sacchetti in cui li ripone. L’uomo ha deciso di condividere le sue crazioni su Flickr: ”Ecco i sandwitch bag che condivido con i miei ragazzi”, scrive. E spiega: ”Un’abitudine nata per rallegrare la loro pausa pranzo a scuola”. E che regala sorrisi anche agli utenti che lasciano commenti toccanti online da altri genitori, che dimostrano come l’affetto per i propri figli passi anche dalle piccole cose

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annoiati dal solito pranzo natalizio? Quest’anno… fatti un panino!

natale-panino-tuttacronacaDue creativi milanesi, un art director e un interior designer, Stefano e Riccardo, sono gli Gnam Box e hanno deciso di rinchiudere il pranzo di Natale tra due fette di pane. Le idee che propongono sono sempre originali, come dimostra l’idea di proporre un panino natalizio. Come spiega l’Huffington Post, tra le due fette ci sta di tutto: cappone, cappelletti, mascarpone e baccalà e per assaporare le loro ricetta basta dare un occhi al loro sito nato poco più di un anno fa. E scoprirete tutto un mondo intorno. Per dire: da settembre 2012 ad oggi hanno aperto la loro cucina e raccontato più di cento personaggi. Vip e non.

Loro spiegano: “Ci piace incontrare molte persone. Hanno cucinato con noi vip come Filippa Lagerback e personaggi meno conosciuti, ma da scoprire. Ci piace fare scouting. In qualche caso abbiamo messo in difficoltà i nostri ospiti: alcuni proprio avevano poco a che fare con il cibo. In alcuni casi poi è nata una vera e propria amicizia che prosegue oltre la serata”. Così hanno ospitato anche musicisti che hanno improvvisato in Gnam Box un miniconcerto: è successo con Jack Jaselli . Hanno raccontato bei progetti come quello di Zelda. Hanno fotografato e cucinato con coppie famose come Candela e Fabio Novembre.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’appello per i saldi: “comprate vicino a casa”

saldi-gennaio-tuttacronacaManca ancora un po’ all’inizio dei saldi ma già Pietro Russo, presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia della provincia di Napoli, lancia il suo appello ai consumatori  invitandoli “a riscoprire il gusto di fare la spesa nei negozi vicino casa ed a ritornare per le feste in quelle botteghe che da sempre hanno fatto contorno alla vita quotidiana dei napoletani”. Russo ha inoltre reso noto che lo slogan “Illuminiamo il Natale – acquista nei negozi della tua città” verrà riportato su locandine che saranno distribuite nel capoluogo partenopeo e nei comuni della provincia. Nel frattempo Fulvio Martusciello, assessore regionale alle Attività Produttive, ha ufficializzato in una nota che i saldi, che partiranno il 2 genaio in Campania, avranno lo scopo di  “permettere al comparto una boccata di ossigeno viste le situazioni congiunturali ancora avverse e di far ripartire il volano dell’economia campana incentivando i consumi”.

Le figurine perdono l’ultimo patron: addio a Umberto Panini

panini-figurine-umberto-tuttacronaca

Aveva 83 anni Umberto Panini ed è morto a Modena nella notte tra venerdì 29 novembre e sabato 30 novembre. Lui era uno dei quattro fondatori dell’impero delle Figurine Panini. Insieme agli altri tre fratelli, Giuseppe, Franco e Benito, già deceduti aveva affrontato l’avventura editoriale. Umberto era anche proprietario di una nota collezione di  automobili e moto e aveva sviluppato a tempo pieno l’azienda agroalimentare Hombre a Modena.

 

Bio e green bombardano il junk food, è guerra alle patatine e ai panini!

junk food-patatine-panini-tuttacronaca

Il biologico e le attività green stanno schiacciando il junk food, quel cibo spesso nocivo e pericoloso che genera obesità nei giovani  e meno giovani. Come si difendono le grandi catene di fast food? Diminuisce la pubblicità in tv ma si annida sui social network e sui siti preferiti dei bambini. Secondo l’Università di Yale, nel 2012 su Facebook  ci sono stati 6 miliardi di banner pubblicitari, ma questo non è l’unico dato perché la pubblicità di panini e patatine impazza anche sugli smartphone e negli  ‘advergames’, ovvero i giochi che promuovono i prodotti.

 

Il fast food allo scanner e i grassi che spaventano

junk-food-tuttacronaca

Come mai i panini delle foto sono così invitanti e invece quelli sul vassoio lo sono molto meno? McDonald’s Canada ha addirittura pubblicato un filmato per svelare i trucchi che rendono “appetitosi” i panini e le tecniche fotografiche che permettono di “amplificare” l’immagine dello junk food.

Per metterli completamente “a nudo”, invece, il fotografo americano Jon Feinstein ha pensato di passare tutto ciò che è “fast food” – dalle patatine fritte ai panini passando per i nuggets di pollo – allo scanner. “Mi sono accorto che la scansione racconta questi alimenti meglio di qualsiasi fotografia” dice Feinstein a proposito del suo progetto .

E per completare l’opera il fotografo ha affiancato a ogni cibo i grassi che questo contiene, evitando di specificare il nome del prodotto. “Non intendo condannare ciò che si mangia nei fast food – ci tiene a precisare – Le mie immagini piuttosto intendono documentare il rapporto di odio e amore che gli americani hanno con questo genere di cibo, che può essere seducente e al tempo stesso ripugnante”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Topolino “trasloca” da Disney Publishing a Panini

topolino-panini-disney-tuttacronaca

La Panini mette a segno un colpaccio e sigla un accordo preliminare per per rilevare la divisione periodici della Disney (Disney Publishing), che pubblica Topolino e altre riviste per bambini come Bambi, Winnie the Pooh e Witch. L’operazione è davvero di grande impatto e riguarderà circa 22 dipendenti della Disney Publishing, metà dei quali giornalisti e metà poligrafici, pari a circa un decimo del totale della Disney Italia. Sembrerebbe che nell’accordo sia prevista anche la possibilità di trasferire le attività nella sede di Modena.

Il caso Don Panino non si ferma più!

Don panino-austriaco-tuttacronaca

Ormai il caso di Don Panino è diventato internazionale. Anche se il locale di Vienna, ora è chiuso, il sito è stato messo offline dopo le polemiche, il tam tam invece continua e  grazie all’intervento di Sonia Alfano, ora è  sotto la lente del Parlamento europeo. ” Nessuno può fare affari offendendo le vittime della mafia. Ho ricevuto tantissime comunicazione di indignazione contro il locale di Vienna. E’ un’iniziativa scandalosa, che io ripugno” così ha argomentato l’Alfano, figlia di una vittima di mafia. Anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando si è mobilitato, così come la sorella di Giovanni Falcone e il fratello di Peppino Impastato, che ha minacciato una querela da 1 milione di euro.

 L’esperto di marketing, di origini italiane ma olandese di nazionalità, ora vivrebbe in Puglia, e ha preferito non rivelare il suo vero nome. “Non volevo offendere nessuno. Un cliente mi ha chiesto di lanciare un prodotto attrattivo, ed ho ideato la campagna di Don Panino seguendo questa indicazione. Non è colpa mia se all’estero si associa all’Italia solo la mafia, la pasta, la pizza e Berlusconi. A Vienna c’è una catena di parrucchieri che si chiama capelli mafia”. L’uomo ha poi contattato i proprietari del negozio di Don Panino, chiedendogli di rimuovere i nomi degli eroi dell’antimafia, Giovanni Falcone e Peppino Impastato, dalla lista del menu. “Non volevamo offendere nessuna di queste personalità, in alcun modo”.

Bisogna ricominciare forse a insegnare il senso civico sin dalle scuole elementari se non si trova offensivo usare il nome di Giovanni Falcone per un panino che sarà: “grigliato come un wurst” o Impastato definito “Siciliano dalla bocca larga fu cotto in una bomba come un pollo nel barbecue”.

I media pugliesi indicano infatti come probabili proprietari di Don Panino Julia e Marco Marchetta, due fratelli  tornati a vivere in Italia dopo essere nati in Austria,  che ora hanno deciso di vivere nella cittadina di San Donaci. I due smentiscono di essere i proprietari, ma la società è registrata proprio nel piccolo comune salentino. Il negozio Don Panino è stato chiuso, e mentre fino alla fine di settimana scorsa era possibile ordinare i panini dello scandalo via internet, ora invece anche il sito è finito offline. Resta aperta solo una pagina Facebook, più che altro per l’indignazione di chi vuole commentare una tale vicenda.

Alcuni italiani si devono sempre far riconoscere per la mancanza di stile in giro per il mondo? Così permetteremo sempre di farci irridere all’estero come popolo, perché siamo noi i primi a “mancare di rispetto” verso gli eroi del nostro paese e a rinnegare le nostre origini irridendole. Che vergogna!

Un altro locale nel mondo che celebra la malavita: Arte de Mafia

arte-de-mafia-tuttacronaca

Non bastavano le polemiche sul locale viennese “Don Panino”, dove il menu prevede piatti come Don Falcone e Don Peppino, oltre a una varietà di ricette ispirate ai boss mafiosi, in Argentina, a Palermo, c’è un locale dov’è possibile assaggiare “gli squisiti sapori della mafia”. Il posto è “Arte de Mafia”, ristorante italiano a Buenos Aires.

Il brand mafioso serve quindi per attirare clienti, celebrando i peggiori boss della storia, con piatti dedicati ai capi di Cosa Nostra (Provenzano, tra gli altri), ‘Ndrangheta e Camorra. Diversamente da “Don Panino”, qui i simboli dell’antimafia non vengono accomunati, nel menu, ai boss della malvita, ma è identica la spettacolarizzazione del fascino criminale. Un lettore de LiveSicilia pone al riguardo un interessante interrogativo: “Siamo certi che l’Argentina non protesterebbe con l’Italia se da noi un locale celebrasse, per dire, il dittatore Videla?”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quello schifo di panino viennese fatto sulle vittime della mafia

donPanino-tuttacronaca

Si chiama “Don Panino” ed è un pub di Vienna che utilizza i nomi dei boss di Cosa Nostra, ma soprattutto delle vittime della lotta alla mafia per dare il nome ai suoi panini. Alcuni parlano di “cattivo gusto”, ma il fenomeno è molto più grave. Accanto al Don Corleone troviamo anche Don Falcone e Don Peppino (Impastato). Naturalmente il piatto che spopola poi è “pasta mafia”, ancora una volta per denigrare una delle grandi eccellenze alimentari italiane in ambito internazionale? Avvicinando la parola mafia alla pasta, gli austriaci hanno calpestato i grandi imprenditori italiani, coloro che grazie alla qualità dei nostri grani e all’esperienza di una tradizione alle spalle portano questo prodotto in tutto il mondo.

Ma il razzismo e l’offesa dei viennesi contro chi ha dato la vita per la lotta alla mafia non si ferma al nome, ma continua nella descrizione di ogni Panino. Così Don Peppino pesto, olive e pollo da 4 euro e 50 è descritto come  “Siciliano dalla bocca larga fu cotto in una bomba come un pollo nel barbecue”. La descrizione più agghiacciante è quella che descrive Don Falcone “Si è guadagnato il titolo di più grande rivale della mafia di Palermo, ma purtroppo sarà grigliato come un wurst”.

Molti cittadini italiani a Vienna hanno chiesto all’ambasciata di intervenire e stanno raccogliendo firme sulla piattaforma Causes per boicottare il pub, ma per il momento il “menù dell’orrore” è ancora disponibile presso il locale.

Qualcosa di agghiacciante su cui l’Europa dovrebbe intervenire immediatamente. E’ inconcepibile che si possa tollerare un affronto del genere agli uomini che hanno dato la vita per lottare contro la mafia e ora si ritrovano in un menù tra boss mafiosi e descrizioni oscene. E in attesa dell’Europa che cosa fa il nostro ministro degli esteri di fronte a un fatto di tale gravità e di così tanta volgarità? E il nostro presidente del Consiglio? Si dovrà muovere il Presidente Napolitano, presidente del Consiglio Superiore della Magistratura per togliere questo affronto a Falcone e Impastato? Come si permette l’ignoranza dei trogloditi a infangare gli italiani senza che alcuna voce si sia ancora mossa?

Lo chiede anche Michele Anzaldi del Pd “Chiedo al ministro degli Esteri Emma Bonino, di convocare al più presto l’ambasciatore austriaco affinché dia chiarimenti sulla vicenda del pub di Vienna pubblicata oggi su alcuni organi di stampa, che dileggia e offende oltre ogni limite la memoria delle vittime della mafia.  Nella lista figurano addirittura personalità della statura di Giovanni Falcone e storie di gioventù spezzata come quella di Peppino Impastato, commemorato proprio pochi giorni fa nell’aula di Montecitorio, in occasione dell’anniversario della sua barbara uccisione. Scherzare e offendere per fini commerciali la memoria di pagine drammatiche del nostro Paese, tuttora purtroppo ancora vive, non è cosa che ci si sarebbe aspettati da un paese civile come l’Austria. Si tratta di un grave incidente e  l’Italia deve pretendere scuse ufficiali e il ritiro immediato di qualunque scritta che possa offendere L’Italia e i familiari delle vittime”.

Nel menù compaiono anche:

Don Costello: il possente Calabrese amava ai suoi tempi gustose specialità come la porchetta

Don Greco: nato a Roma dopo la sua aderenza al Cosa nostra, sviluppò una predilezione per le melanzane grigliate (in realtà Michele Greco nacque  Croceverde-Giardina una frazione di Palermo, morì poi a Roma. Non sanno neppure mettere il luogo di data esatto?)

Don Buscetta: l’uomo che diede una gloria ambigua a Palermo, aveva una predilezione per le verdure grigliate vegetariane, ma fatte ad arte secondo lo stile siciliano.

20130607_48453_fbo

Città che vai, panino che trovi!

hot-dogs-tuttacronaca

Chi dice che l’hot dog è solo senape e ketchup? Ogni città ha il suo e ne fa un piatto “tipico”. Dalle cipolle al peperoncino, dalla lattuga al prosciutto, passando per cheddar e olive. Si va dal salutistico hot dog di San Francisco a quello speziato di  Detroit. A ciascuno il suo e a voi la scelta!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Panini per l’Emilia!

tuttacronaca - Panini_Maxifigurina_Inter

Torna a Roma il ‘Panini Tour’, l’iniziativa promozionale dedicata agli appassionati delle figurine dei Calciatori. Sabato 9 e domenica 10 marzo dalle 10 alle 20, infatti, un ‘villaggio’ della Panini sarà posizionato a Piazza  Vittorio Emanuele II. Il tour è stato organizzato dalla Panini per il lancio di ‘Calciatori 2012-2013’, e la doppia tappa, prevede un intenso programma di attività. Nel ‘villaggio’ sarà allestito un campetto gonfiabile per ospitare   partite di pallone e spettacolari esibizioni di un freestyler. Vi saranno poi 3 corner, in cui gli animatori distribuiranno album in omaggio e proporranno quiz a premio.

La collezione ‘Calciatori 2012-2013’ comprende 741 figurine sui giocatori di Serie A e B, I e II divisione di Lega Pro, Serie D e Serie A femminile, da raccogliere in un album di 128 pagine. Tre le sezioni speciali di questa nuova collezione: ‘Campionato Primavera’, ‘Lo Show dei Gol’ e ‘Il Calcio che cambia’, un  mini-manuale in 12 figurine sulle ultime novità introdotte o in   valutazione nel regolamento del calcio. La collezione è anche accompagnata dalla grande operazione a premi ‘Calciatorincampo’, a cui sarà possibile   partecipare semplicemente raccogliendo e inviando alla Panini le bustine vuote della raccolta. Tra tutti i collezionisti che invieranno  15 bustine vuote, verranno estratte 5 coppie di abbonamenti alla squadra preferita di Serie A per il prossimo Campionato 2013-14 e 1.000 palloni ufficiali Nike della Serie A. Tutti gli enti e le organizzazioni a scopo sociale o benefico che invece invieranno 12mila bustine vuote riceveranno un kit per allestire un campo da calcio. Tra  questi enti, verranno anche estratti 3 campi da calcio a 5 in erba artificiale 100% riciclabile prodotti da Limonta Sport, compresa la loro posa in opera.

In concomitanza con il “tour” Panini, in collaborazione con Lega Serie A, c’è anche l’asta on-line per contribuire alla realizzazione di uno spazio coperto per sport a Novi di Modena, nell’Emilia colpita dal terremoto. Da oggi, 8 marzo 2013, e fino a giovedì 14 marzo, su eBay si svolgerà la terza asta di beneficenza, riguardante le quattro maxi-figurine delle squadre che si sfideranno nel prossimo weekend: Lazio-Fiorentina e Atalanta-Pescara. Sono figurine autografate da tutti i calciatori in occasione del “Panini Day”, lo speciale evento organizzato durante la seconda giornata di ritorno del Campionato negli stadi della Serie A.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: