Vecchioni: “Sono contento di vedere la Juve nella m…”

roberto-vecchioni-tuttacronacaNon è detto che, solo perchè un cantautore sia stimato, non possa avere delle cadute di stile. Come quella in cui è incappato Roberto Vecchioni a Palazzo Vecchio a Firenze, dove si è recato per presentare il suo nuovo album, “Di rabbia e di stelle”. Qui, rivolgendosi ai fiorentini e alla presenza di Matteo Renzi, ha detto: “Moltiplicate la vostra gioia di aver sconfitto 4-2 la Juventus e avrete il livello della mia gioia nel vedere la Juve nella m…”. Vecchioni, è risaputo, è un interista doc e di certo tra le due tifoserie non è mai corso buon sangue…

Multa di 160 euro a uomo sorpreso a urinare a Palazzo Vecchio

palazzo-vecchio-cortile-tuttacronaca

Un 63enne italiano, residente a Castelfranco di Sotto, in stato di ebbrezza è stato sorpreso a urinare nel cortile di Palazzo Vecchio a Firenze, di fronte a passanti e turisti stupefatti. I vigili urbani, già sul posto, lo hanno immediatamente bloccato e multato per violazione dell’igiene e del decoro: 160 euro.

“I vigili di guardia nell’area lo hanno visto soffermarsi in posizione sospetta intorno a un vaso di piante nel cortile e si sono avvicinati per verificare cosa stesse facendo – ha spiegato Silvia Bencini, coordinatore dell’area centro storico della polizia municipale di Firenze – e quando hanno capito ciò che stava avvenendo gli hanno imposto di ricomporsi. Lui, dal canto suo, si è pure risentito e ha sostenuto che gli agenti non capivano le sue necessità”.

Le foto del giovane a Firenze postate in un tweet!

nettuno-fontana-tuttacronaca

Firenze e le violenze dei turisti contro una città che è un patrimonio inestimabile per l’umanità. Una bravata, un gesto fatto senza comprendere a fondo il danno che si può compiere ed ecco che l’ennesimo turista, un giovane australiano, ieri ha tentato di stupire entrando nella fontana del Nettuno, sotto Palazzo Vecchio in Piazza della Signoria.

Immediato l’intervento delle forze dell’ordine che lo hanno bloccato e tutto questo è stato raccontato da Fabriolet con un tweet corredato da immagini:

«Ero in piazza della Signoria – racconta – ho visto questo ragazzo che, seduto da un po’ sulla ringhiera, si è tolto le ciabatte e ha scavalcato la vasca. Subito si sono accesi i riflettori dei vigili, dagli altoparlanti gli è stato intimato di uscire e il giovane è stato raggiunto dagli agenti».

«Esci dalla fontana». Il giovane è accovacciato sulla vasca, e non ha più avuto il coraggio di farsi il bagno all’interno. Spaventato, si è voltato, ha alzato le mani e si allontanato. Anche se si vorrebbe rispetto a prescindere dalla sorveglianza, si vorrebbe la cultura necessaria per saper “leggere” e apprezzare un’opera d’arte, ancora una volta dobbiamo ringraziare che ormai è possibile sorvegliare le aree mediante telecamere, insomma dobbiamo rinunciare alla privacy per conservare il nostro patrimonio artistico perché si è perso il rispetto di accarezzare con lo sguardo la pietra senza violarne i confini… forse solo una voglia sfrenata di stupire, di poter dire di aver fatto un bagno in una fontana, un vuoto interiore che non si è più in grado di colmare perdendosi nelle storie che quel Nettuno ci vorrebbe raccontare se solo riuscissimo a capire la grazia di quelle forme e l’armonia di ciò che ci circonda. Nettuno resta in silenzio, sorvegliato a vista, protetto dalle telecamere e dalle forze dell’ordine che vegliano su di lui.

nettuno-tuttacronaca

Give me five! Letta e Renzi a Firenze

letta-renzi-give-me-five-tuttacronaca

Ancora nessuna dichiarazione dopo l’incontro Letta-Renzi. Ma il clima sembra quello delle grandi unioni! Il presidente del Consiglio e il sindaco di Firenze si sono fatti fotografare insieme mentre si stringevano la mano. Poi Renzi ha accompagnato il Premier fino all’auto e lì davanti a cameramen e fotografi hanno rinnovato i saluti. Ora Letta è atteso dal Presidente della Regione Toscana, Enrico Tosi.

Questa presentazione richiede JavaScript.

“Georgofili, 27 maggio 1993: la memoria giovane”. Firenze ricorda

strage-georgofili-tuttacronaca

“Certamente c’era un obiettivo nel ricatto di Cosa nostra allo Stato, più in generale c’era un tentativo di migliorare le condizioni in cui versavano i mafiosi, ma c’era anche dell’altro che continuiamo a cercare”. Così il presidente del Senato Pietro Grasso è intervenuto a Firenze, in Palazzo Vecchio, alle cerimonie di commemorazione per il ventesimo anniversario della strage dei Georgofili. Grasso ha ricevuto, dalla presidente della commissio pace Susanna Agostini, la “Colomba della Pace” prima d’incontrare gli alunni di alcune scuole della città e una rappresentanza di studenti dell’Istituto tecnico commerciale “Carrara” di Lucca. Il tutto è avvenuto all’interno dell’iniziativa “Georgofili, 27 maggio 1993: la memoria giovane”, organizzata dall’assessorato all’educazione, e durante la quale è stato proiettato un video realizzato dall’associazione familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili.

Protestano i fiaccherai di Firenze e irrompono in carrozza a Palazzo Vecchio

OfEhS9PI

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: