A chi dà fastidio? lapide nera in ricordo del figlio

lapide-nera-brescia-tuttacronaca

A chi dà fastidio? Ognuno ha le sue tradizioni e ognuno dovrebbe avere il diritto di ricordare il proprio figlio, morto a soli 22 anni in un incidente stradale secondo le proprie usanze e secondo le proprie tradizioni. A chi dà fastidio la lapide nera  a Paderno Franciacorta (Brescia) che ricorda la vita spezzata di Anton Novgorodov? Sembra che alcuni cittadini si siano lamentati e a quel punto il sindaco Antonio Vivenzi si trova davanti al dilemma del che fare. Cerca, spiega, un accordo con la mamma. Non per far distruggere il marmo ma solo per spostare la sepoltura in un altro angolo del cimitero. La mamma sembra ragionevole poi però scrive una lettera disperata al giornale locale BresciaOggi. In cui spiega, tra le altre cose, che la sua religione vieta di spostare un morto dopo la sepoltura.

 Così la madre scrive una lettera a BresciaOggi:

«Sono una madre disperata. Due anni fa è venuto a mancare mio figlio di soli 22 anni in un incidente stradale in moto. Suo padre, che abita in Russia, ha deciso di realizzare in suo ricordo una lapide di marmo nero, così com’è tradizione in Russia quando un giovane perde la vita improvvisamente. Si tratta di una lapide di piccole dimensioni, non imponente né troppo vistosa; sulla parte anteriore vi è, sfumata nel marmo, la foto del visto sorridente di mio figlio.

Appena la lapide è stata collocata alcune persone di Paderno si sono lamentate col sindaco per il colore diverso dalle altre. Il Comune mi ha dato 30 giorni di tempo per cambiare il colore del marmo, se non lo farò entro il tempo prestabilito la butteranno giù. Ho chiesto consiglio anche al prete di Paderno, ma non mi ha ascoltato. Vorrei guardare negli occhi quelle persone che si sono lamentate vedendo il volto sorridente di mio figlio sulla lapide nera. Che fastidio dà loro? Perchè il suo volto sorridente è sul marmo nero? O perchè è straniero? Sono già distrutta dal dolore della perdita di mio figlio e in più la gente insensibile e senza cuore ha il coraggio di lamentarsi. Ho bisogno di aiuto per non far togliere la lapide dal cimitero di Paderno Franciacorta, se ciò dovesse accadere sarebbe come perdere di nuovo mio figlio».

 

Annunci

Molotov contro la sede della polizia nel milanese.

molotov-tuttacronaca-polizia

Molotov contro la sede della polizia locale di Paderno Dugnano, nel Milanese. I due ordigni sono stati lanciati la notte scorsa e comunicati con una nota della Fp Cgil della Lombardia per la quale «siamo di fronte a un atto intimidatorio inqualificabile che va a colpire proprio quei dipendenti pubblici che lavorano per garantire, con le altre forze dell’ordine la sicurezza dei cittadini». La Funzione Pubblica Cgil Lombardia esprime «ferma condanna contro questo ennesimo vile attentato, solidarietà e vicinanza ai lavoratori della polizia locale. Ci auguriamo che al più presto i colpevoli vengano assicurati alla giustizia».

 

Ritrovato morto! 14enne scomparso da Paderno.

Habtamu-Scacchi-di-Paderno-Dugnano-scomparso-sul-lago-dOrta-www.paderno7onair.it_
E’ stato trovato morto a Biassono in provincia di Monza il ragazzino di origine etiope di 14 anni scomparso da Paderno Dugnano, in provincia di Milano, il 13 febbraio. Habtamu Scacchi era già scappato di casa un anno fa ed era stato rintracciato a Napoli mentre tentava di tornare nel suo Paese per ricongiungersi con due fratelli. Ancora ignote le cause del decesso.
La storia di Habtamu aveva fatto il giro del Paese all’inizio del 2012, quando era fuggito da Pettenasco, sul lago d’Orta, dove era in vacanza con i genitori in una casa di villeggiatura. Il ragazzino era stato fermato cinque giorni dopo da alcuni agenti di polizia che lo avevano riconosciuto a Napoli. Allora si era portato via una cartina geografica per orientarsi nel viaggio verso il Sud dell’Italia, alla volta dell’Etiopia.

Il suo sogno era rivedere i fratelli che aveva lasciato poco tempo prima quando era stato adottato, assieme a un altro fratello, dalla famiglia di Paderno. La polizia ferroviaria lo riconobbe mentre vagava nella stazione centrale di Napoli. Agli agenti raccontò la nostalgia di casa e il desiderio di riabbracciare i famigliari rimasti.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: