Proiettili Cia uccisero JFK, spunta anche un fucile italiano fabbricato da Gladio

jfk assassinio-tuttacronaca

I proiettili usati a Dallas per uccidere John F. Kennedy nel 1963 erano stati prodotti da una ditta Usa nel 1954 “per conto della Cia” e i documenti del Sifar sull’arma del delitto, un fucile italiano, “fabbricati da Gladio”. E’ quanto emerge dai documenti citati in “Kennedy deve morire” di Claudio Accogli disponibile su Amazon. Gladio “era una struttura estranea alla Nato e al servizio della Cia”, dimostrano le carte pubblicate nel testo.

Oswald uccise Kennedy? A Torino i giudici lo assolvono!

lee-harvey-oswald-tuttacronaca

Un terzetto di giudici di Torino ha trovato la soluzione al caso dell’omicidio del Presidente Kennedy, il 22 novembre 1963. Assassinio per il quale si sarebbe voluto incastrare Lee Harvey Oswald mentre a sparare furono altre persone non identificate, ma sicuramente più di una. E sollevano anche un’altra questione: le indagini condotte, almeno nella prima fase, in modo “non limpido”, senza contare che c’è il sospetto che le prove siano state “manipolate”. Dopo che per anni studiosi, dietrologi e complottisti si sono cimentati con uno dei grandi misteri del secolo scorso, ora anche l’Italia ha una sua risposta, arrivata al termine di un “processo simulato” che ha avuto luogo su iniziativa della Camera Penale “Vittorio Chiusano” portata avanti grazie all’impegno dell’avvocato Mauro Anetrini. In aula, accusa e difesa hanno dato origine ad un vero dibattimento, argomentando le rispettive tesi con documenti ufficiali e filmati d’epoca, dal rapporto Warren alle testimonianze truccate, dalla teoria del “proiettile magico” alla singolare catena di suicidi. Un grande show giuridico a cui questa volta anche Oswald ha potuto partecipare, impersonato dal gionalista Meo Ponte, ed è riuscito finalmente a dire di esolo un “capro espitatorio”. Tesi avvalorata dal fatto che Lee Harvey non raggiunse mai il tribunale: due giorni dopo la morte di JFK, infatti, venne ucciso da Jack Ruby, gestore di un locale notturno. Credere o non credere alle sue parole? Il pm ha chiesto per lui l’ergastolo, certo che avesse preso parte al complotto, mentre il suo avvocato spiega come il suo assistito fosse all’oscuro di tutto e venne abilmente incastrato. Il collegio guidato da Gustavo Witzel, al termine del processo, ha assolto Oswald avallando l’ipotesi della cospirazione e ha ordinato simbolicamente la trasmissione degli atti alla procura di Dallas per approfondire le indagini sulla figura di Jack Ruby. I presenti hanno applaudito alla decisione: sembra che a Torino non abbia attecchito la verità ufficiale che vuole Oswald uccidere Kennedy e agire da solo.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: