Aprire gli occhi e trovarsi a tu per tu con i pesci: l’hotel “vista acqua”

manta-resort-tuttacronacaC’è chi ama svegliarsi ai primi raggi di sole e con un uccellino che dà il buongiorno fuori dalla finestra. E poi c’è chi vorrebbe aprire gli occhi e scoprirsi attorniato da pesci. Per chi desidera realizzare questo sogno, è imperdibile l’offerta del Manta Resort al al largo di Pemba Island, in Tanzania. Per i fortunati che possono permettersi di spendere ben 1500 euro a notte per alloggiare nell’esclusiva stanza doppia immersa nel mare, il panorama mozzafiato è assicurato: pesci, coralli e tutti i riflessi delle acque cristalline.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Google scende sott’acqua: visita i mari con Street View Oceans!

google-maps-ocean-view-tuttacronacaGoogle conquista anche il mondo subacqueo: con Street View Oceans è infatti possibile visitare le barriere coralline di tutto il mondo… senza alzarsi dalla propria poltrona. Se una volta sembrava che il motore di ricerca più famoso della rete fosse intenzionato a immortalare ogni metro della Terra, ora il suo campo si espande anche ai mari e agli oceani. Così, dopo essersi addentrato nel Monte Fiji, nella foresta dell’Amazzonia, nel Canjon del Colorado e perfino aver permesso agli utenti di visitare gli zoo del mondo senza uscir di casa, la squadra di Street View è giunta agli oceani, ricompilando dati e immagini per poter contemplare gli abissi, le specie che vi vivono e le barriere coralline. Con questo progetto, Google intende sensibilizzare la popolazione del deterioramento che stanno soffrendo questi luoghi e i loro abitanti a causa del cambiamento climatico e della pesca. Al momento, sono disponibili le foto a 360° di sei barriere tra australiane, europee e delle Filippine: Heron Island, Lady Elliot Island, Cratere del Molokini, Baia di Hanauma, Apo Islands e Wilson Islands. Perfetto per chi non desidera che le ferie finiscano!

L’ombra mortale del nucleare oscura l’Impero del Sole

Fukushima-centrale nucleare-tuttacronaca

E’ sempre più drammatica la situazione alla centrale nucleare di Fukushima. Si è registrata una nuova perdita  di 300 tonnellate di acqua altamente radioattiva che l’autorità nucleare giapponese ha valutato a livello 3, cioè “incidente grave”, sulla scala internazionale degli eventi nucleari (Ines). La fuoriuscita dell’acqua radiattiva fuoriuscita da un un serbatoio è andata nel terreno e ha formato diverse pozze in superficie. Secondo la società di gestione Tepco l’acqua non sarebbe sversata nell’Oceano, ma ci sono voci contrastanti sulla vicenda. La stessa società ha ammesso di non aver capito come o da dove l’acqua è fuoriuscita, ma pensa si sia trattato di una valvola vicino a un canale di scolo. Intanto sono stati rilevati almeno 18 casi di cancro alla tiroide tra gli under 18 che abitano nella regione della centrale nucleare. Anche se una chiara corrispondenza tra cancro e nucleare ancora non è stata accertata, sembra che la zona invalicabile non sia stata sufficiente a garantire l’incolumità delle persone che vivono ai confini.

“C’è una marea nelle cose degli uomini…

marea-tuttacronaca… che, colta al flusso, mena alla fortuna; negletta, tutto il viaggio della vita s’incaglia su fondali di miserie.”

-William Shakespeare- (Giulio Cesare)

Casino di sangue. Sparatoria in Kenya!

poker-tuttacronaca-kenya-sparatoria-casino

E’ di almeno sette morti accertati il bilancio ancora provvisorio dell’attaccoa notte fonda contro un casinò di Malindi, rinomata località turistica del Kenya sull’Oceano Indiano, da parte di un super-commando formato da un centinaio di miliziani armati, probabilmente appartenenti al gruppo separatistico Mrc, il sedicente Consiglio della Repubblica di Mombasa: lo ha riferito un portavoce della polizia locale, Aggrey Adoli, secondo cui gli assalitori hanno tentato di fare irruzione all’interno delle sale da gioco, ma sono stati respinti dagli agenti di sorveglianza, pur numericamente molto inferiori.

Ne è scaturita una furibonda sparatoria, durante la quale hanno perso la vita un poliziotto e sei aggressori, altri quattro tra i quali sono poi stati catturati. Al momento non risultano invece vittime tra i turisti stranieri, di cui la città è affollatissima nell’imminenza delle vacanze pasquali.

Arriva lo Yarn bombing… la nuova follia di primavera!

Yarn bombing- tuttacronaca-genova

Si chiama Yarn bombing, bombardamento di filati. E’ la nuova street art nata oltre Oceano, sbarcata a Genova. Vestire di lana pezzi di città o, semplicemente, oggetti comuni. Installazioni fatte a maglia, realizzate da centinaia di persone di tutte le età che, durante l’inverno, si sono incontrate in associazioni, biblioteche, istituti per anziani o nelle scuole. Vecchie gru nel porto Antico ‘al caldo’ sotto coperte all’uncientto, alberi rifasciati o una ‘bici-di-lana’ nell’atrio di Palazzo Ducale.

Sandy – Cap XV

E Atlantic City divenne oceano.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: