Bayer e i medicinali per “chi può permetterseli”

Marijn-Dekkers-bayer-tuttacronaca

Una brutta gaffe e l’inevitabile bufera si era abbattuta su Marijin Dekkers, 56enne amministratore delegato tedesco della multinazionale farmaceutica Bayer, che il 3 dicembre scorso aveva affermato:

«Non abbiamo creato questo farmaco per gli indiani, ma per gli occidentali che possono permetterselo». Immediata la reazione delle autorità indiane che avevano immediatamente innalzato polemiche. Il riferimento di Dekkers era alla vicenda del Nexavar, un farmaco di ultima generazione per la cura del tumore al fegato e ai reni, prodotto dalla tedesca Bayer e dall’americana Onyx, per il quale l’India ha dato il via libera alla produzione generica, in modo da abbassare sensibilmente il costo ai pazienti.

Oggi sono arrivate le scuse di Dekkers:

«Mi dispiace che una rapida risposta estrapolata in una discussione sia emersa in maniera distorta».

Dopo le polemiche è stato necessario, dunque, un rapido chiarimento da parte del ceo di Bayer. Come azienda – ha spiegato Dekkers – «vogliamo migliorare la salute e la qualità della vita delle persone, indipendentemente dalla loro origine e dal loro reddito». «In ogni caso – ha continuato – mi ha particolarmente deluso la decisione del governo indiano che non ci proteggerà il brevetto Nexavar. Sono convinto della nostra capacità di innovare e in una discussione aperta, pur esprimento la mia delusione, avrei chiarito». «In ogni caso, ribadisco che non vi è alcuna ragione per un paese per indebolire la tutela della proprietà intellettuale. Non ci sono nuovi farmaci, soffrono sia le persone dei paesi in via di sviluppo come quelli di altri paesi più ricchi».

Curarsi con le erbe… o con la cannabis? Il nuovo studio per la Sclerosi Multipla

cannabis-sclerosi-multipla-tuttacronacaMentre seguita la ricerca sulla Sclerosi Multipla, dal fronte delle cure alternative giungono notizie di un nuovo progresso. Per saperne di più bisogna guardare alla TAU, la Tel Aviv University, dove i ricercatori hanno scoperto che alcuni composti, presenti naturalmente nella pianta di cannabis, potrebbero combattere e impedire l’infiammazione cerebrale e nel midollo spinale, collegata a questa patologia. Lo scopo del team di studiosi era quello di capire se le proprietà antinfiammatorie di CBD e THC potressero essere applicate anche al trattamento dell’infiammazione associata con la SM. I risultati ottenuti sono stati incoraggianti. Al momento, per quel che riguarda questa malattia, non si è ancora scoperto quali siano i fattori scatenanti nè come trattarla. Quello che è noto è che si tratta di una malattia infiammatoria in cui il sistema immunitario attacca il sistema nervoso, provocando una debilitazione a livello motorio, fisico e, in alcuni casi, problemi cognitivi. Tra i ricercatori anche la dottoressa Kozela, che ha spiegato che “l’infiammazione è parte della risposta immunitaria naturale dell’organismo, ma in casi come la Sclerosi Multipla, sfugge di mano. Il nostro studio esamina come i composti isolati dalla marijuana possono essere utilizzati per regolare l’infiammazione e proteggere il sistema nervoso e le sue funzioni.” Il team non è nuovo a questo genere di studi e già in passato aveva dimostrato che il cannabidiolo (CBD), un metabolita presente nella cannabis, è in grado di trattare i sintomi di malattie simili alla sclerosi multipla, visto che impedisce alle cellule immunitarie di trasformarsi e attaccare le cellule nervose nel midollo spinale. I ricercatori sono partiti da questi primi risultati per capire, con il nuovo studio, se le proprietà antinfiammatorie di CBD e THC (tetraidrocannabinolo), un altro composto abbondantemente presente nella cannabis,  potessero essere applicate anche alle infiammazioni associate alla malattia della Sclerosi Multipla. E’ stato il Journal of Pharmacology Neuroimmune a pubblicare i nuovi risultati, che mostrano come le cellule immunitarie implicate nel danneggiamento specifico del cervello e del midollo spinale, sia che venissero trattate con il cannabidiolo che con il tetraidrocannabinolo, producano meno molecole infiammatorie, in particolare una chiamata interleuchina 17 (o IL-17), in grado di raggiungere e danneggiare il cervello e il midollo spinale. Al momento sono necessarie ulteriori ricerche, ma i ricercatori ritengono che ci siano motivi di speranza per il trattamento della Sclerosi Multipla. “Quando viene utilizzata con saggezza, la cannabis ha un potenziale enorme. Stiamo solo cominciando a capire come funziona” ha affermato Kozela.

La strana malattia di Ratzinger… tra conferme e smentite!

malattia-ratzinger-jooseph-benedetto XVI-papa emerito-tuttacronaca

Il Papa emerito sta veramente male? A quanto sembra le sue condizioni di salute sarebbero molto preoccupanti e lo testimoniano le ultime foto in cui Benedetto XVI appare stanco e molto invecchiato rispetto a quando aveva lasciato in elicottero la Città del Vaticano dopo le sue dimissioni da Papa. A mostrare la gravità della malattia ci sarebbe la giornalista spagnola Paloma Gomez Borrer (una vera eccellenza tra i vaticanisti) che avrebbe messo in dubbio la possibilità che il Papa Emerito risieda a lungo nel monastero Mater Ecclesiae.

Secca la smentita dal Vaticano. Padre Federico Lombardi ha ribadito che non c’è nessuna novità sulla salute di  Ratzinger. Le voci però non si sono quietate e c’è chi attribuisce questo calo fisico anche a un dosaggio diverso nel dosaggio dei farmaci che normalmente Benedetto XVI assume da anni.

Stress, ansia e depressione? Arriva la Tango Therapy!

tango- depressione-stress- danza

Ballare il tango e’ una delle maniere piu efficaci per ridurre i livelli di stress, ansia e depressione. Secondo un nuovo studio australiano, la combinazione dell’esercizio, dell’interazione sociale e dell’intensa concentrazione allevia la depressione e un’ampia gamma di sintomi associati, meglio degli esercizi con macchine di fitness o della meditazione.

”La pratica del tango argentino si e’ dimostrata efficace non solo nel ridurre il senso di depressione, ma anche l’insonnia e gli altri disturbi del sonno, mentre altri trattamenti non si dimostravano efficaci nel normalizzare una gamma cosi’ ampia di condizioni”, spiega la psicologa Rosa Pinniger dell’Universita’ del New England, che ha anche creato un’organizzazione, Institute of Tango Therapy, per promuovere un’estensione dei programmi terapeutici.

”Abbiamo registrato miglioramenti persistenti, che abbiamo potuto misurare a distanza di un mese”, aggiunge l’esperta. Nello studio, pubblicato sulla rivista Complementary Therapies in Medicine, sono stati misurati gli effetti del tango su persone che hanno dichiarato di soffrire di disturbi dell’umore, ma anche su un gruppo che soffriva del disturbo alla vista detto degenerazione maculare. E i risultati suggeriscono che la terapia possa essere usata per trattare persone con disabilita’ fisiche di vario genere, come la sclerosi multipla.
Per persone che hanno problemi di mobilita’, la bellezza del tango e’ di avere un fermo abbraccio con il partner che guida e che puo’ stabilizzare chi e’ malfermo. Il successo del programma di ricerca e’ stato tale che i partecipanti hanno stretto amicizie e continuano a ballare regolarmente, grazie al contributo volontario degli insegnati e dei partner piu’ abili.

Scatta il silenzio stampa in Alabama: il mostro potrebbe innervosirsi

Alabama: dopo 5 giorni, scatta il silenzio stampa. Fbi ha paura che l’uomo che tiene il bambino di 5 anni possa innervosirsi e uccidere il bimbo.

5297688061_3cf658d60e

Dopo 3 giorni arrivano libri e medicine al bimbo tenuto in ostaggio in Alabama

io-non-ho-paura-a25971714

Leggi articolo correlato.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: