Se i ghiacciai si sciolgono dovremmo dire addio a New York e a Venezia!

europa-tuttacronaca-scioglimento ghiacci

Che succederebbe alla Terra se tutto il ghiaccio si sciogliesse? Questo è lo scenario catastrofico mappato da National Geographic e le notizie non sono buone. New York , San Francisco , New Orleans e tutta la Florida, Londra, Amsterdam, Venezia e gran parte della Pianura Padana scomparirebbero. Vita dura anche in Cina e India, con gravi ripercussioni in Giappone. Ma questa non è ancora la peggiore delle notizie, quella davvero pessima sarebbe, oltre alla massiccia perdita economica che si avrebbe in un primo momento, il flusso migratorio che un cambiamento delle linee costiere comporterebbero. La popolazione sarebbe costretta a restringersi in poche aree del pianeta e questo porterebbe a pestilenze, guerre, fame e morte. Meglio monitorare quindi i ghiacciai e il loro scioglimento… per evitare brutte sorprese! Queste le mappe della catastrofe:

Questa presentazione richiede JavaScript.

E se nella mappa si nascondesse… un volto?

mappe-ritratti-tuttacronacaE’ stato l’illustratore gallese Ed Fairburn ad accorgersi che le rughe e i tratti del viso sono adatti per essere tracciati sulle antiche mappe topografiche. Da qui l’idea del progetto di realizzare ritratti rintracciando le somiglianze dei suoi soggetti lungo arterie stradali, linee ferroviarie, fiumi, laghi e rilievi. Il risultato è a dir poco stupefacente, come dimostra questa galleria:

Questa presentazione richiede JavaScript.

Quando per fare arte basta una mappa! I nuovi mondi di Shannon Rankin

shannon-rankin

Ha vinto un importante premio del Centro di Arte contemporane del Maine e e viene esposto sia negli Stati Uniti che all’estero l’originale progetto di Shannon Rankin, l’artista che crea installazioni, sculture e collage servendosi di mappe, stradari e cartine. La sua idea, di notevole effetto, è quella di creare pattern costruiti come fossero sculture, ispirandosi alla biologia e alle forme geometriche presenti in natura. Il suo metodo prevede o di tagliare le mappe escludendone alcune parti o, al contrario, di tagliarne degli elementi con cui poi creare composizioni e sequenze ordinate. Ne risultano così nuove rappresentazioni di paesaggi e luoghi che non esistono nella realtà ma che riescono a creare una nuova geografia, che evoca paesaggi possibili, verosimili e infiniti. Tanti nuovi mondi, formati da luoghi che conosciamo e in cui possiamo vivere, ma ricomposti tra loro, in universi sempre nuovi e mai uguali tra loro. 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Newwhitebear's Blog

Poesie e racconti: i colori della fantasia

RunningWithEllen's Blog

Two sides of God (dog)

Que Onda?

Mexico and beyond

Just a Smidgen

..a lifestyle blog filled with recipes, photography, poems, and DIY

Silvanascricci's Weblog

NON SONO ACIDA, SONO DIVERSAMENTE IRONICA. E SPARGO INSINCERE LACRIME SU TUTTO QUELLO CHE NON TORNA PIU'

Greenhorn Photos

A fantastic photo site

mysuccessisyoursuccess

Just another WordPress.com site

The Spots Hunter

Saves the right places

blueaction666

Niente che ti possa interessare.....

rfljenksy - Practicing Simplicity

Legendary Wining and Dining World Tour.

metropolisurbe

Just another WordPress.com site

Real Life Monsters

Serial killers and true crime

"ladivinafamiglia"

"Solo quando amiamo, siamo vivi"

Vagenda Vixen

*A day in the life of the Vixen, a blog about EVERYTHING & ANYTHING: Life advice, Sex, Motivation, Poetry, Inspiration, Love, Rants, Humour, Issues, Relationships & Communication*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: